Julian Assange, soffiate sul grande schermo

Il regista premio Oscar Charles Ferguson dirigerà un lungometraggio sulla controversa figura del fondatore di Wikileaks. Che in un'intervista a Russia Today spara a zero su Facebook, descritto come la più spaventosa macchina di spionaggio

Roma – Tra i suoi ultimi lavori ci sono i documentari No End In Sight (sull’occupazione statunitense dell’Iraq) e soprattutto Inside Job , il lungometraggio premio Oscar sulla spaventosa crisi economica che ha investito gli Stati Uniti a partire dal 2007. La nuova sfida dell’acclamato regista Charles Ferguson si chiama ora Julian Paul Assange.

Il tanto chiacchierato founder di Wikileaks sarà infatti il principale protagonista di un nuovo progetto di celluloide, che verrà diretto da Ferguson con la casa di produzione cinematografica HBO Films .

Pare che il regista statunitense voglia basarsi, tra gli altri materiali a disposizione, su un articolo apparso nel giugno 2010 tra le pagine del New Yorker . Il lungo pezzo, dal titolo NO SECRETS. Julian Assangès mission for total transparency , era stato scritto da Raffi Khatchadourian.

Quello di Ferguson non è attualmente l’unico progetto che miri a portare sul grande schermo le recenti vicissitudini di Julian Assange. Alex Gibney, già regista del documentario Enron: The Smartest Guys in the Room , è da circa 4 mesi al lavoro in vista di un documentario per la Universal. Mentre la Dreamworks di Steven Spielberg ha già acquisito i diritti della celebre biografia Wikileaks: Inside Julian Assange War on Secrecy .

Il fondatore dell’ormai arcinoto sito delle soffiate è attualmente in terra britannica, in attesa di essere estradato in Svezia per rispondere alle accuse di violenza e molestie sessuali. Assange è però tornato a parlare a ruota libera, in un’ intervista concessa al canale d’informazione Russia Today .

Facebook rappresenterebbe oggi “la più spaventosa macchina di spionaggio mai concepita”, un database sterminato di informazioni e dati personali nelle mani dell’intelligence statunitense . Questa la visione di Assange, che già aveva sottolineato come la stessa Internet fosse diventata un vasto territorio di malvagia sorveglianza.

Gli utenti in blu starebbero in pratica lavorando gratis per le autorità statunitensi, che sfrutterebbero anche le “interfacce integrate” in servizi come quelli offerti da Google e Yahoo!. Le agenzie a stelle e strisce dovrebbero semplicemente accomodarsi davanti ad un PC, per la grande abbuffata di dati social.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • dont feed the troll/dovella scrive:
    la I5 2500k resta la best buy
    Un sistema con una i5 2500k continua a presentare un rapporto costo/prestazioni ancora migliore.Lo dico da aficionado AMD (sui desktop, sui laptop proprio no), ma ormai sono piuttosto indietro, non solo sulla prestazione pura, ma anche sul famigerato rapporto costo/prestazioni.Dovessi assemblare una macchina oggi non avrei dubbi, piattaforma intel e comparto video Nvidia.
    • ces scrive:
      Re: la I5 2500k resta la best buy
      - Scritto da: dont feed the troll/dovella
      Un sistema con una i5 2500k continua a presentare
      un rapporto costo/prestazioni ancora
      migliore.
      Lo dico da aficionado AMD (sui desktop, sui
      laptop proprio no), ma ormai sono piuttosto
      indietro, non solo sulla prestazione pura, ma
      anche sul famigerato rapporto
      costo/prestazioni.
      Dovessi assemblare una macchina oggi non avrei
      dubbi, piattaforma intel e comparto video
      Nvidia.D'altronde stai paragonando proXXXXXri di generazioni diverse, questa è un'ottima soluzione per piattaforme am3.
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: la I5 2500k resta la best buy
        - Scritto da: ces
        - Scritto da: dont feed the troll/dovella

        Un sistema con una i5 2500k continua a
        presentare

        un rapporto costo/prestazioni ancora

        migliore.

        Lo dico da aficionado AMD (sui desktop, sui

        laptop proprio no), ma ormai sono piuttosto

        indietro, non solo sulla prestazione pura, ma

        anche sul famigerato rapporto

        costo/prestazioni.

        Dovessi assemblare una macchina oggi non avrei

        dubbi, piattaforma intel e comparto video

        Nvidia.

        D'altronde stai paragonando proXXXXXri di
        generazioni diverse, questa è un'ottima soluzione
        per piattaforme
        am3.Che significa "generazioni diverse"?E' ovvio che se ho gia un sistema Am3 based non posso scegliere molto, ma sono proXXXXXri usciti entrambi da poco e dovendo costruire un sistema da 0 di prestazioni medio alte sono diretti concorrenti.
    • tDv scrive:
      Re: la I5 2500k resta la best buy
      - Scritto da: dont feed the troll/dovella
      Un sistema con una i5 2500k continua a presentare
      un rapporto costo/prestazioni ancora
      migliore.
      Lo dico da aficionado AMD (sui desktop, sui
      laptop proprio no), ma ormai sono piuttosto
      indietro, non solo sulla prestazione pura, ma
      anche sul famigerato rapporto
      costo/prestazioni.
      Dovessi assemblare una macchina oggi non avrei
      dubbi, piattaforma intel e comparto video
      Nvidia.Per rifarsi il PC da 0 si, ma se hai una piattaforma AMD "vecchia" di 2-3 anni puoi fare un upgrade della XXXXXXX spendendo meno di 400 dollari (questa cpu + gtx560ti o radeon hd6950) e andare avanti alla grande altri 2 o 3 anni.Per chi invece deve farsi il pc da 0 questa cpu non ha senso: meglio sandy bridge o aspettare bulldozer.
  • attonito scrive:
    ma come sono i soft di test?
    Nessuno considera che i programmi sono compilato con il copilatore della INTEL? Io i bencmark li farei su GNU/Linux, con i programmoi compilati ottimizzati per INTEL e AMD distintamente.... troppo facile mettere un parametro "if CPU_ID !=intel then mettila_in_XXXX_al_proXXXXXre=1"
    • Bello scrive:
      Re: ma come sono i soft di test?
      HAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHHA!!!!!!!!Questa è STUPENDA! (rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • mura scrive:
        Re: ma come sono i soft di test?
        Il problema è che è esattamente questo ciò che accade se usi il compilatore della Intel, invece che controllare i flag delle funzioni supportate dal proXXXXXre, controlla solo la stringa col nome del fabbricante e se non corrisponde a GenuineIntel disattiva gran parte delle ottimizzazioni che rendono performanti i programmi sulle moderne cpu :-(
    • Dinox PC scrive:
      Re: ma come sono i soft di test?
      Tutto è possibile ma quando devi valutare un prodotto occorre anche guardare in faccia alla realtà. L'utilizzo dei sistemi operativi Windows fra gli utenti che assemblano una macchina (o peggio la acquistano già pronta) è decisamente superiore all'utilizzo di Linux. Fra quelli che utilizzano Linux, in aggiunta, secondo te quanti sono che si ricompilano i programmi per ottimizzarli? In soldoni noi andremo a dire che tale CPU va meglio di quell'altra accontentando una fetta molto bassa di pubblico. Tutti gli altri installano Windows ed i software a, b, c, ...
      • attonito scrive:
        Re: ma come sono i soft di test?
        - Scritto da: Dinox PC
        Tutto è possibile ma quando devi valutare un
        prodotto occorre anche guardare in faccia alla
        realtà. L'utilizzo dei sistemi operativi Windows
        fra gli utenti che assemblano una macchina (o
        peggio la acquistano già pronta) è decisamente
        superiore all'utilizzo di Linux.


        Fra quelli che utilizzano Linux, in aggiunta,
        secondo te quanti sono che si ricompilano i
        programmi per ottimizzarli?


        In soldoni noi andremo a dire che tale CPU va
        meglio di quell'altra accontentando una fetta
        molto bassa di pubblico. Tutti gli altri
        installano Windows ed i software a, b, c,
        ...ed ecco la scivolatona con conseguente capovilgimento stile Fantozzi con zoccoli Capresi.Quello che va valutato e' l'hardware in se, con le sue peciuliari carattereistiche.Il ragionamento che fai tu e' come dire: abbiamo il veicolo A a benzina, ed il veicolo B ad olio di colza. Ma siccome la benzina e' piu' diffusa dell'olio di colza, metto benzina anche nel servatoio del veicolo B.ne deriva che il veicolo B ha prestazioni -40%/grippa/fonde il motore.Conclusioni: il veicolo B e' una XXXXX, usate solo il veicolo A.DinoXPC: -30 punti, nel mio cartellino personale sei tornato nel calderone insieme ai vari Tambiurrino/scimbolo/annunziata: Cassandra e' lontano, uh, se e' lontano!
        • Dinox PC scrive:
          Re: ma come sono i soft di test?
          - Scritto da: attonito
          Il ragionamento che fai tu e' come dire: abbiamo
          il veicolo A a benzina, ed il veicolo B ad olio
          di colza. Ma siccome la benzina e' piu' diffusa
          dell'olio di colza, metto benzina anche nel
          servatoio del veicolo
          B.Non è proprio così. Il ragionamento che faccio io è:Abbiamo il veicolo A a benzina, ed il veicolo B ad olio di colza. Ma siccome tutti ci mettono dentro la benzina invece che l'olio di colza, valuto come va con la benzina. Quando tutti - o meglio una fetta importante di utenti - metteranno dentro l'olio di colza, valuterò come va la macchina con l'olio di colza ;)
          • attonito scrive:
            Re: ma come sono i soft di test?
            - Scritto da: Dinox PC
            - Scritto da: attonito


            Il ragionamento che fai tu e' come dire: abbiamo

            il veicolo A a benzina, ed il veicolo B ad olio

            di colza. Ma siccome la benzina e' piu' diffusa

            dell'olio di colza, metto benzina anche nel

            servatoio del veicolo

            B.

            Non è proprio così. Il ragionamento che faccio io
            è:


            Abbiamo il veicolo A a benzina, ed il veicolo B
            ad olio di colza. Ma siccome tutti ci mettono
            dentro la benzina invece che l'olio di colza,
            valuto come va con la benzina. Quando tutti - o
            meglio una fetta importante di utenti -
            metteranno dentro l'olio di colza, valuterò come
            va la macchina con l'olio di colza
            ;)La laggioranza sbaglia. Ma siccome sono la maggioranza, allora hanno automaticamente ragione. ok ok. Se sta bene a te, come ti pare.
          • Dinox PC scrive:
            Re: ma come sono i soft di test?
            Sinceramente non l'ho mai né detto né scritto, tanto che non mi interessa (che la maggioranza abbia torto o ragione). Ma a torto o ragione è questo quel che fa. Ed è su questo che noi siamo chiamati fare le nostre valutazioni.
          • attonito scrive:
            Re: ma come sono i soft di test?
            - Scritto da: Dinox PC
            Sinceramente non l'ho mai né detto né scritto,
            tanto che non mi interessa (che la maggioranza
            abbia torto o ragione). Ma a torto o ragione è
            questo quel che fa. Ed è su questo che noi siamo
            chiamati fare le nostre
            valutazioni.chi ha torto ha torto, indipendentemente da quanti sono.
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: ma come sono i soft di test?
          Non ci dormirà la notte... Non potresti proseguire il discorso tecnico invece di passare sul personale...?
Chiudi i commenti