JWST: inizia la calibrazione degli strumenti

JWST: inizia la calibrazione degli strumenti

Anche l'ultimo strumento a bordo del James Webb Space Telescope ha raggiunto la sua temperatura operativa, quindi verrà avviata la calibrazione.
Anche l'ultimo strumento a bordo del James Webb Space Telescope ha raggiunto la sua temperatura operativa, quindi verrà avviata la calibrazione.

La NASA ha comunicato che il MIRI (Mid-Infrared Instrument) ha raggiunto la sua temperatura operativa, grazie al sistema di raffreddamento attivo. Gli ingegneri verificheranno ora il funzionamento scattando una serie di immagini. Successivamente si procederà all’ultima fase, ovvero la calibrazione di tutti gli strumenti del James Webb Telescope.

Raggiunta la temperatura operativa

Prima di avviare gli esperimenti scientifici è necessario completare la lunga procedura di allineamento della ottiche. Le prime sei fasi sono state portate a termine, mentre l’ultima verrà eseguita solo quando il MIRI raggiungerà la temperatura di esercizio, ovvero 7 Kelvin (-266° C). Il raffreddamento degli altri strumenti è passivo (basta la schermatura solare del telescopio). Quello del MIRI richiede un refrigeratore criogenico ad elio.

La NASA ha comunicato che il cosiddetto “pinch point” è stato superato. Il termine indica il passaggio da 15 Kelvin (-258° C) a 6,4 Kelvin (-267° C). Tutti gli strumenti del James Webb Space Telescope “vedono” la luce ad infrarossi, ma il MIRI rileva lunghezze d’onda maggiori (tra 5 e 28 micrometri) rispetto agli altri tre (che si fermano a 5 micrometri), quindi deve essere più freddo.

Queste basse temperature sono necessarie per eliminare il calore generato dagli stessi strumenti che può compromettere la rilevazione della luce ad infrarossi emessa da galassie, stelle e pianeti. Gli ingegneri della NASA invieranno ora una serie di comandi per verificare il perfetto funzionamento del MIRI e scatteranno alcune immagini delle stelle. Verrà quindi effettuata la calibrazione di tutti gli strumenti, ultima operazione prima dell’entrata in servizio del telescopio, prevista per l’estate.

Fonte: NASA
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 14 apr 2022
Link copiato negli appunti