K-Meleon 1.0, il parente geek di Firefox

Cresciuto all'ombra del panda, il browser K-Meleon raggiunge l'età adulta. La nuova release include molte funzionalità e fornisce ai più esperti tutto il necessario per personalizzare il browser nei dettagli

Roma – È passato quasi del tutto inosservato il lancio, avvenuto pochi giorni fa, della versione 1.0 di K-Meleon , un browser open source per Windows che utilizza lo stesso motore di rendering di Firefox.

Nato prima del suo ben più celebre cugino, e cresciuto lontano dai riflettori, K-Meleon ha raggiunto la maturità grazie all’impegno di un piccolo team di sviluppatori volontari. Gli obiettivi che animano questo gruppo sono simili a quelli che, almeno in origine, hanno guidato lo sviluppo di altri discendenti di Mozilla, incluso Firefox: creare un browser leggero, veloce e personalizzabile.

A differenza di Firefox, K-Meleon sembra però rivolgersi ad un pubblico più selezionato , composto da utenti che non badano troppo alle finezze estetiche e, soprattutto, non si lasciano intimorire dalle tonnellate di impostazioni accessibili qui e là. Per fare un esempio, dal menù edit è persino possibile modificare manualmente i file di configurazione del browser, in tutto una decina.

Tra le singolarità di K-Meleon c’è il menù Groups , da cui è possibile gestire i tab (qui chiamati “layer”): li si può accorpare, aggiungere, togliere, salvare, richiamare, ecc.

K-Meleon 1.0 Dal punto di vista delle funzionalità , K-Meleon non si fa mancare nulla: c’è il box di ricerca, i controlli per la privacy, il supporto a proxy e mouse gesture, tab con funzione undo e impostazioni individuali, tre tipi di cronologia (in stile IE, Opera e/o Netscape), supporto a plug-in, temi e skin, filtro per pop-up e pubblicità, nonché un motore di macro che consente ai più volenterosi di personalizzare e automatizzare quasi ogni aspetto del programma. Altre funzionalità possono essere aggiunte per mezzo di plug-in sviluppati da terze parti.

Va poi detto che K-Meleon, pur essendo disponibile anche sotto forma di intaller per Windows, non necessita di installazione : per farlo funzionare basta scaricare il file compresso (in formato 7z) e decomprimerne i file in una qualsiasi cartella (con l’accortezza, però, di possedere le DLL di MS Visual Studio 7.1).

K-Meleon, rilasciato sotto licenza GPL, può essere scaricato da qui in lingua inglese e localizzato per mezzo dei file di testo disponibili in questa pagina . Nel momento in cui si scrive la traduzione italiana è ancora ferma alla versione 0.9.13.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    XEN e GPL
    Ma XEN non era GPL? Che differenzac'e' tra XEN e XEN Enterprise?
  • Anonimo scrive:
    Bellissima Notizia
    Ben presto potremo virtualizzare linux DENTRO una applicazione windows.Tipo linux ridotti all'osso per un singolo scopo da far girare dentro un ocx !che bello.. avere un pinguino in gabbia da seviziare. (geek)
  • Anonimo scrive:
    mai con i LINARI.
    cdomeglio che quest'amicizia rimanga VIRTUALE, e che i LINARI rimangano nelle cantine, cosa se ne fa MICROSOFT dei LINARI?Comunque grazie lo stesso ai muli opensorciari, così windows sarà ancora più stabile semplice e sicuro, a costo zero (0)Il tutto alla faccia dei LINARI.(win) (win) (anonimo) (win) (win)
    • Anonimo scrive:
      Re: mai con i LINARI.
      - Scritto da:
      cdo
      meglio che quest'amicizia rimanga VIRTUALE, e
      che i LINARI rimangano nelle cantine, cosa se
      ne fa MICROSOFT dei LINARI?Ci gestisce HotMail dietro i server di interfaccia con win 2000.Che quando hanno messo tutto su 2000 non riuscivano a gestire tutti quegli account di mail.
      Comunque grazie lo stesso ai muli
      opensorciari, così windows sarà ancora più
      stabile semplice e sicuro, a costo zero
      (0)
      Il tutto alla faccia dei LINARI.
      (win) (win) (anonimo) (win) (win)
      • Anonimo scrive:
        Re: mai con i LINARI.
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        cdo


        meglio che quest'amicizia rimanga VIRTUALE, e

        che i LINARI rimangano nelle cantine, cosa se

        ne fa MICROSOFT dei LINARI?

        Ci gestisce HotMail dietro i server di
        interfaccia con win
        2000.
        Che quando hanno messo tutto su 2000 non
        riuscivano a gestire tutti quegli account di
        mail.
        vale solo per il servizio DNS, il quale è affidato a ditta esterna, il resto gira su exchange+IIS, informati meglio
        • Anonimo scrive:
          Re: mai con i LINARI.
          - Scritto da:
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          cdo


          meglio che quest'amicizia rimanga


          VIRTUALE, e che i LINARI rimangano


          nelle cantine, cosa se


          ne fa MICROSOFT dei LINARI?

          Ci gestisce HotMail dietro i server di

          interfaccia con win

          2000.

          Che quando hanno messo tutto su 2000 non

          riuscivano a gestire tutti quegli account di

          mail.
          vale solo per il servizio DNS, il quale è
          affidato a ditta esterna, il resto gira su
          exchange+IIS, informati
          meglioE' vero, grazie a windows 2003 adesso finalmente cel'hanno fatta (rotfl)Bhe, era ora.
          • Anonimo scrive:
            Re: mai con i LINARI.
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            - Scritto da:


            - Scritto da:



            cdo




            meglio che quest'amicizia rimanga



            VIRTUALE, e che i LINARI rimangano



            nelle cantine, cosa se



            ne fa MICROSOFT dei LINARI?



            Ci gestisce HotMail dietro i server di


            interfaccia con win


            2000.


            Che quando hanno messo tutto su 2000 non


            riuscivano a gestire tutti quegli account di


            mail.


            vale solo per il servizio DNS, il quale è

            affidato a ditta esterna, il resto gira su

            exchange+IIS, informati

            meglio

            E' vero, grazie a windows 2003 adesso finalmente
            cel'hanno fatta
            (rotfl)

            Bhe, era ora.E' vero che risparmiano 5 centesimi a transazione? (newbie)
    • Anonimo scrive:
      Re: mai con i LINARI.
      - Scritto da:

      Comunque grazie lo stesso ai muli opensorciari,
      così windows sarà ancora più stabile semplice e
      sicuro, a costo zeroè un piacere vedere che finalmente l'ultimo dei monopoli mondiali sta cominciando a piegarsi alle leggi di mercato, stabilendo accordi con chi prima ritenevano portatori di "cancro"
      Il tutto alla faccia dei LINARI.grazie, detto da persone come te si tratta di meravigliosi complimenti!
  • Anonimo scrive:
    ATTENTI!!!
    Ricordate sempre che il MALIGNO si nasconde sempre dietro mentite spoglie, con sotterfugi e machiavelliche mosse riesce a contaminare ciò che è puro.Diffidate dalla sua azione, non cedete alle sue lusinghe, respingete le sue sirene!Il MALE può assumere molteplici forme in ogni aspetto della vita dell'uomo, in questo caso la sua forma è un'azienda, chiamata Microsoft e capitanata dal signore del male il DRAGASACCOCCE di REDMOND.Se siete suoi adepti PENTITEVI, perchè anche per voi un giorno verrà il giudizio pinguino!
  • Anonimo scrive:
    Il solito coppione
    Chissà come mai, più leggo questa rivista onLine più mi da l'impressione di qualcosa di già visto...http://linux.slashdot.org/linux/06/07/18/1258211.shtml
  • Anonimo scrive:
    MS teme Linux (a ragione)
    Ormai l'ultima barriera che bloccava molti utenti è caduta: esiste un supporto per lettura E SCRITTURA del filesystem NTFS:http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=4947&numero=907MS è finita.Grazie a tulla la comunità che ha voluto liberarsi dal monopolio dittatore.
    • Anonimo scrive:
      Re: MS teme Linux (a ragione)
      Oddio, nn sarei tanto d'accordo... al max è linux che fa un bel passo avanti, ma da qui "superare" windozz ce ne vuole! Cmq mi auguro d cuore che si continui così, per avere finalmente una valida alternativa Gratuita a Windozz... per adesso mi accontanto del (apple)
    • Anonimo scrive:
      Re: MS teme Linux (a ragione)
      "Il driver è attualmente in BETA: prima del rilascio di questo software non abbiamo sperimentato alcun crash del driver o predita di dati durante l'approfondito test di qualità, ma siamo consapevoli di alcuni punti minori che saranno risolti nel prossimo futuro. Li abbiamo elencati tutti nella sezione sottostante".****Ah certo, adesso sì che posso passare a linux... per inciso non vedo come il supporto anche perfetto a NTFS possa spostare milioni di utenti verso linux, ma sono ben contento di sapere che c'è gente che ci crede... è proprio quella gente che garantisce che MS continuerà per un bel po' di anni. Complimenti eh.
      • Anonimo scrive:
        Re: MS teme Linux (a ragione)
        - Scritto da:
        "Il driver è attualmente in BETA: prima del
        rilascio di questo software non abbiamo
        sperimentato alcun crash del driver o predita di
        dati durante l'approfondito test di qualità, ma
        siamo consapevoli di alcuni punti minori che
        saranno risolti nel prossimo futuro. Li abbiamo
        elencati tutti nella sezione
        sottostante".

        ****


        Ah certo, adesso sì che posso passare a linux...si vede che non hai problemi di convivenza tra le due piattaforme (o di transizione)
        ma sono ben contento di sapere che
        c'è gente che ci crede... come vedi siamo tutti contenti allora.
    • Anonimo scrive:
      Re: MS teme Linux (ignorante)
      Si vede il livello culturale dei linari."a ragione" si scrive con l'H !
      • Anonimo scrive:
        Re: MS teme Linux (ignorante)
        - Scritto da:
        Si vede il livello culturale dei linari.
        "a ragione" si scrive con l'H !l'ignorante sei te.non hai mai sentito la frase "a ragion veduta" accorciabile anche come "a ragione"?sinonimo:"con ragione", ti è più chiaro ora?
        • Anonimo scrive:
          Re: MS teme Linux (ignorante)
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Si vede il livello culturale dei linari.

          "a ragione" si scrive con l'H !
          l'ignorante sei te.

          non hai mai sentito la frase "a ragion veduta"
          accorciabile anche come "a
          ragione"?

          sinonimo:"con ragione", ti è più chiaro ora?questo è quel che succede quando si lascia che il correttore automatico di uord sostituisca la propria "intelligenza"
        • Anonimo scrive:
          Re: MS teme Linux (ignorante)
          - Scritto da:

          non hai mai sentito la frase "a ragion veduta"
          accorciabile anche come "a
          ragione"?

          sinonimo:"con ragione", ti è più chiaro ora?Troppo sottile per un linaro, è una possibilità da scartare (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: MS teme Linux (ignorante)
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            non hai mai sentito la frase "a ragion veduta"

            accorciabile anche come "a

            ragione"?



            sinonimo:"con ragione", ti è più chiaro ora?

            Troppo sottile per un linaro, è una possibilità
            da scartare
            (rotfl)hummm...dici, trollino mio bello?(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)peccato che sia un linaro pure io che l'ho spiegato a un illuminato winzozzista!
      • Anonimo scrive:
        Re: MS teme Linux (ignorante)
        - Scritto da:
        Si vede il livello culturale dei linari.
        "a ragione" si scrive con l'H !"a ragione", inteso "con ragione", si scrive senza H....Quanto al livello culturale....che dire di gente che compra i prodotti di questo signore?http://www.youtube.com/watch?v=tGvHNNOLnCk
        • Ivi scrive:
          Re: MS teme Linux (ignorante)
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Si vede il livello culturale dei linari.

          "a ragione" si scrive con l'H !
          "a ragione", inteso "con ragione", si scrive
          senza
          H....
          Quanto al livello culturale....che dire di gente
          che compra i prodotti di questo
          signore?
          http://www.youtube.com/watch?v=tGvHNNOLnCk(rotfl)(rotfl) Spaventoso! Questa non l' avevo mai vista :|Ivan(apple)
    • Anonimo scrive:
      Re: MS teme Linux (a ragione)
      - Scritto da:
      Ormai l'ultima barriera che bloccava molti utenti
      è caduta: esiste un supporto per lettura E
      SCRITTURA del filesystem
      NTFS:
      http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=49

      MS è finita.

      Grazie a tulla la comunità che ha voluto
      liberarsi dal monopolio
      dittatore.
      già... siete proprio fissati co sta roba tecnica ma quando capirete qualcosa di usabilità sarà troppo tardi
      • Anonimo scrive:
        Re: MS teme Linux (a ragione)
        - Scritto da:
        già... siete proprio fissati co sta roba tecnica
        ma quando capirete qualcosa di usabilità sarà
        troppo
        tardiCosa vuoi farci, sono linari = pensano in piccolo.Non capiscono che esser capaci di fare il meccanico non significa che sia più conveniente revisionarsi il motore da soli piuttosto che pagare un'officina.Sembra più conveniente perchè non spendono soldi ma è tutta apparenza perchè nel tempo che hanno perso ne avrebbero potuti guadagnare il triplo quindi a conti fatti ci hanno smenato 2/3.Saranno bravi con il kernel ma non con la matematica, lasciali fare (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: MS teme Linux (a ragione)

          Non capiscono che esser capaci di fare il
          meccanico non significa che sia più conveniente
          revisionarsi il motore da soli piuttosto che
          pagare
          un'officina.giusto e poi l'officina e' piu' specializzata e fa il lavoro meglio in meno tempo con attrezzature piu' affidabili
      • Ataru73 scrive:
        Re: MS teme Linux (a ragione)
        - Scritto da:
        già... siete proprio fissati co sta roba tecnica
        ma quando capirete qualcosa di usabilità sarà
        troppo
        tardiBeh, questa "roba tecnica" è quella che fa funzionare il PC con cui scrivi. :PUn bel passo aventi, ma certo non "l'ultimo ostacolo" da superare, purtroppo.
    • Anonimo scrive:
      Re: MS teme Linux (a ragione)
      - Scritto da:
      Ormai l'ultima barriera che bloccava molti utenti
      è caduta: esiste un supporto per lettura E
      SCRITTURA del filesystem
      NTFS:
      http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=49

      MS è finita.

      Grazie a tulla la comunità che ha voluto
      liberarsi dal monopolio
      dittatore.Povero ingenuo. Non hai proprio capito niente della situazione, eh ?
      • Anonimo scrive:
        Re: MS teme Linux (a ragione)
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Ormai l'ultima barriera che bloccava molti
        utenti

        è caduta: esiste un supporto per lettura E

        SCRITTURA del filesystem

        NTFS:


        http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=49



        MS è finita.



        Grazie a tulla la comunità che ha voluto

        liberarsi dal monopolio

        dittatore.

        Povero ingenuo. Non hai proprio capito niente
        della situazione, eh ?è tutto molto chiaro.Siamo alla fase finale della famosa sequenza di Gandhi:"First they ignore you, then they laugh at you, then they fight you, then you win"
    • Anonimo scrive:
      Re: MS teme Linux (a ragione)

      MS è finita.sono 7 anni che lo ripeti e sono 7 anni che bill gates grazie alla ms è ancora l'uomo più ricco del mondo.
      • Anonimo scrive:
        Re: MS teme Linux (a ragione)
        - Scritto da:


        MS è finita.

        sono 7 anni che lo ripetinon credo
        e sono 7 anni che bill
        gates grazie alla ms è ancora l'uomo più ricco
        del mondo.un monopolio che non fosse ricco sarebbe un controsenso.Ma essere ricchi e avere un futuro sono due cose diverse.MS non ha un futuro, quindi è finita.
    • Anonimo scrive:
      PAGARE LE ROYALTY
      - Scritto da:
      Ormai l'ultima barriera che bloccava molti utenti
      è caduta: esiste un supporto per lettura E
      SCRITTURA del filesystem
      NTFS:
      http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=49

      MS è finita.

      Grazie a tulla la comunità che ha voluto
      liberarsi dal monopolio
      dittatore.
      Cari linari, ora e' arrivato il momento di pagare le royalty.
      • Anonimo scrive:
        Re: PAGARE LE ROYALTY
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Ormai l'ultima barriera che bloccava molti
        utenti

        è caduta: esiste un supporto per lettura E

        SCRITTURA del filesystem

        NTFS:


        http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=49



        MS è finita.



        Grazie a tulla la comunità che ha voluto

        liberarsi dal monopolio

        dittatore.



        Cari linari, ora e' arrivato il momento di pagare
        le royalty.In base a quale legislazione?Il supporto all'NTFS è stato ricavato senza alcun supporto di MS.Non sussiste alcun diritto per MS.In caso contrario aspetto da te la citazione di un qualche articolo di legge.
        • Anonimo scrive:
          Re: PAGAREEEEEEEEEEEEEEE
          - Scritto da:

          In base a quale legislazione?
          Il supporto all'NTFS è stato ricavato senza alcun
          supporto di
          MS.
          Non sussiste alcun diritto per MS.
          In caso contrario aspetto da te la citazione di
          un qualche articolo di
          legge.PAGAREEEEEEEEEEEEEEE :D
          • Anonimo scrive:
            Re: PAGAREEEEEEEEEEEEEEE
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            In base a quale legislazione?

            Il supporto all'NTFS è stato ricavato senza
            alcun

            supporto di

            MS.

            Non sussiste alcun diritto per MS.

            In caso contrario aspetto da te la citazione di

            un qualche articolo di

            legge.

            PAGAREEEEEEEEEEEEEEE :DTROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLL:D
    • Anonimo scrive:
      Re: MS teme Linux (a ragione)
      - Scritto da:
      Ormai l'ultima barriera che bloccava molti utenti
      è caduta: esiste un supporto per lettura E
      SCRITTURA del filesystem
      NTFS:
      http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=49

      MS è finita.

      Grazie a tulla la comunità che ha voluto
      liberarsi dal monopolio
      dittatore.
      Ah sicuramente tutti si fideranno di un driver del genere... non vedo l'ora di passare a linux per poter scrivere sulla partizione ntfs dove tengo tutti i dati piu' importanti.
  • Anonimo scrive:
    Virtualizzazione...
    Ovvero "come t'impedisco di fare i cavoli tuoi sul tuo PC facendo si che il sistema operativo stesso sia solo un processone in un kernel più profondo".Voglio vedere come si potrà provare a killare tutto il subset di controlli e limitazioni all'accesso hardware quando questi non saranno semplicemente processi o servizi della macchina ma macchine virtuali al pari del sistema operativo (e magari privilegiate rispetto ad esso) e l'hardware sarà sotto il controllo diretto di un Hypervisor.Ora il fatto è che linux, così facendo, girerebbe come processo sotto un hypervisor microsoft, cioè perderebbe la capacità di gestire l'hardware in maniera efficiente e diventerebbe l'ennesimo scatolotto.Ovviamente posso sbagliarmi ma non credo che Microsoft rilascerà un kernel Windows che possa girare su un hypervisor diverso da quello di Microsoft.
    • Anonimo scrive:
      Re: Virtualizzazione...

      Ovviamente posso sbagliarmi ma non credo che
      Microsoft rilascerà un kernel Windows che possa
      girare su un hypervisor diverso da quello di
      Microsoft.A livello server e utile per creare server virtuali.Linux con XEN è avanti in questa campo di applicazioni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Virtualizzazione...
      Linux l'hardware in maniera efficiente non lo gestisce proprio, come potrebbe ? Mancano API decenti e mancano driver seri per Linux, è ridicolo dire che lo gestisca in maniera efficiente quando non ha manco una API di accesso come le DirectX e quando è tutto ad architettura monolitica ed il supporto driver invece di essere su strati astratti è tutto dentro il kernel. E' un'architettura degli anni '60 di Unix, antica.Il supporto hardware per macchine virtuali nelle CPU permette ad ogni OS di accedere all'hardware in maniera esclusiva.- Scritto da:
      Ovvero "come t'impedisco di fare i cavoli tuoi
      sul tuo PC facendo si che il sistema operativo
      stesso sia solo un processone in un kernel più
      profondo".

      Voglio vedere come si potrà provare a killare
      tutto il subset di controlli e limitazioni
      all'accesso hardware quando questi non saranno
      semplicemente processi o servizi della macchina
      ma macchine virtuali al pari del sistema
      operativo (e magari privilegiate rispetto ad
      esso) e l'hardware sarà sotto il controllo
      diretto di un
      Hypervisor.

      Ora il fatto è che linux, così facendo, girerebbe
      come processo sotto un hypervisor microsoft, cioè
      perderebbe la capacità di gestire l'hardware in
      maniera efficiente e diventerebbe l'ennesimo
      scatolotto.

      Ovviamente posso sbagliarmi ma non credo che
      Microsoft rilascerà un kernel Windows che possa
      girare su un hypervisor diverso da quello di
      Microsoft.
      • Anonimo scrive:
        Re: Virtualizzazione...
        Sob...Da un lato già si stà facendo qualcosa con i driver user mode e comunque non è che mi puoi portare DirectX (che coi driver ha ben poco a che fare) come esempio di API moderna, e comunque ci sono altri approcci a UNIX (tutti microkernel) che hanno supporti discreti per i driver, fra questi MacOS-X e Solaris...E poi in modalità protetta (386+) con un sistema tipo XEN già oggi puoi mappare un device ad un unico guest OS, nel TSS infatti puoi stabilire accessi limitati alle porte e puoi impedire l'accesso alle aree di memoria mappate sui registri dei device, quindi non vedo questo grandissimo passo avanti della virtualizzazione hardware...
        • Anonimo scrive:
          Re: Virtualizzazione...
          Ah, sì, DirectX non è moderna, vero ? I produttori hardware lavorano per Microsoft su DirectX da anni e lo rinnovano migliorandolo e non è moderno.. Eh, già, non per nulla praticamente tutti i giochi per PC usano DirectX e li stanno sviluppando per DirectX 10...Poi ho capito che tu voglia fare il saputello come tanti altri qui che si pavoneggiano anche della propria palese ignoranza, ma ti assicuro che di macchine virtuali e di ciò che fa la virtualizzazione hardware hai dimostrato di non capire nulla. Faresti meglio ad evitare di fare lo strafottente quando non sai di cosa parli, davvero.- Scritto da:
          Sob...

          Da un lato già si stà facendo qualcosa con i
          driver user mode e comunque non è che mi puoi
          portare DirectX (che coi driver ha ben poco a che
          fare) come esempio di API moderna, e comunque ci
          sono altri approcci a UNIX (tutti microkernel)
          che hanno supporti discreti per i driver, fra
          questi MacOS-X e
          Solaris...

          E poi in modalità protetta (386+) con un sistema
          tipo XEN già oggi puoi mappare un device ad un
          unico guest OS, nel TSS infatti puoi stabilire
          accessi limitati alle porte e puoi impedire
          l'accesso alle aree di memoria mappate sui
          registri dei device, quindi non vedo questo
          grandissimo passo avanti della virtualizzazione
          hardware...
          • Anonimo scrive:
            Re: Virtualizzazione...
            Magari sei il miglior programmatore di videogames del mondo, ma fare delle API di sistema non è come fare funzioni che ti fanno il trilinear filtering.
          • Anonimo scrive:
            Re: Virtualizzazione...
            - Scritto da:
            Magari sei il miglior programmatore di videogames
            del mondo, ma fare delle API di sistema non è
            come fare funzioni che ti fanno il trilinear
            filtering.Eh sì che programmare funzioni 3D è una cosettina banale.. eh! Ma per favore !Le DirectX danno accesso diretto all'hardware, sono API di sistema, non sono certo DLL separate dal sistema e non servono solo per i giochi, anzi.
  • Anonimo scrive:
    Appunto. Gates è dietro a Linux e Xen...
    Come volevasi dimostrare. Ennesima mossa pubblica di Gates con i suoi cavalli di troia Linux ed ora Xen. Per far fuori VMWare, unico concorrente che ha nel settore macchine virtuali visto che si è comprato già Connectix per VirtualPC, ora Gates ha bisogno di un bel cavallo di troia e cosa fa ? Così come ha tirato fuori Linux con il suo dipendente Linus Torvalds e compagno di brigata, ecco che se ne esce con Xen.. di cui all'improvviso diventa alleato... e chi c'era dietro prima ? Ah, sì, certo, studentelli super-geni che hanno scritto codice per macchine virtuali.. sì, sì.. sicuro. Ehhh!
    • Anonimo scrive:
      Re: Appunto. Gates è dietro a Linux e Xe
      - Scritto da:
      Come volevasi dimostrare. Ennesima mossa pubblica
      di Gates con i suoi cavalli di troia Linux ed ora
      Xen.

      Per far fuori VMWare, unico concorrente che ha
      nel settore macchine virtuali visto che si è
      comprato già Connectix per VirtualPC, ora Gates
      ha bisogno di un bel cavallo di troia e cosa fa ?

      Così come ha tirato fuori Linux con il suo
      dipendente Linus Torvalds e compagno di brigata,
      ecco che se ne esce con Xen.. di cui
      all'improvviso diventa alleato... e chi c'era
      dietro prima ? Ah, sì, certo, studentelli
      super-geni che hanno scritto codice per macchine
      virtuali.. sì, sì.. sicuro.

      Ehhh!MA alle 2 di notte non hai altro di meglio da fare ? trolla di meno,va
    • Anonimo scrive:
      Re: Appunto. Gates è dietro a Linux e Xe
      - Scritto da:
      Come volevasi dimostrare. Ennesima mossa pubblica
      di Gates con i suoi cavalli di troia Linux ed ora
      Xen.

      Per far fuori VMWare, unico concorrente che ha
      nel settore macchine virtuali visto che si è
      comprato già Connectix per VirtualPC, ora Gates
      ha bisogno di un bel cavallo di troia e cosa fa ?

      Così come ha tirato fuori Linux con il suo
      dipendente Linus Torvalds e compagno di brigata,
      ecco che se ne esce con Xen.. di cui
      all'improvviso diventa alleato... e chi c'era
      dietro prima ? Ah, sì, certo, studentelli
      super-geni che hanno scritto codice per macchine
      virtuali.. sì, sì.. sicuro.

      Ehhh!Esatto, ci siamo alleati per distruggere definitivamente il Regno Macaco.E rinchiudervi, finalmente, nelle gabbiette dello zoo.
  • Anonimo scrive:
    La linea che vi ho già indicato continua
    Il nuovo microsoft-slogan e'"Se proprio volete usare linux, fatelo dentro virtualpc"GNAM
    • Anonimo scrive:
      Re: La linea che vi ho già indicato cont
      Il vero sistema operativo da rinchiudere e fare funzionare dietro le sbarre dentro un box per bebè è proprio winzozz.
    • Anonimo scrive:
      Re: La linea che vi ho già indicato cont
      Tra l'altro, si capisce cosi' perche' tendano a rendere sempre piu' d3d-dipendente l'interfaccia grafica: in questo modo windows gira male o non ci gira nella vm, mentre linux al contrario va benissimo.E la scelta di chi mettere come host e come guest e' quindi obbligata.
      • Anonimo scrive:
        Re: La linea che vi ho già indicato cont
        - Scritto da:
        Tra l'altro, si capisce cosi' perche' tendano a
        rendere sempre piu' d3d-dipendente l'interfaccia
        grafica: in questo modo windows gira male o non
        ci gira nella vm, mentre linux al contrario va
        benissimo.

        E la scelta di chi mettere come host e come guest
        e' quindi
        obbligata.VMWare sta lavorando da tempo a nuove astrazioni di codice per accedere a DirectX dalle macchine virtuali. Tuttavia con l'esistenza del supporto virtuale hardware nelle nuove CPU Intel e prossimamente AMD, ogni macchina virtuale potrà vedere direttamente l'hardware del sistema in maniera indipendente.
        • Anonimo scrive:
          Re: La linea che vi ho già indicato cont
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Tra l'altro, si capisce cosi' perche' tendano a

          rendere sempre piu' d3d-dipendente l'interfaccia

          grafica: in questo modo windows gira male o non

          ci gira nella vm, mentre linux al contrario va

          benissimo.



          E la scelta di chi mettere come host e come
          guest

          e' quindi

          obbligata.

          VMWare sta lavorando da tempo a nuove astrazioni
          di codice per accedere a DirectX dalle macchine
          virtuali. Tuttavia con l'esistenza del supporto
          virtuale hardware nelle nuove CPU Intel e
          prossimamente AMD, ogni macchina virtuale potrà
          vedere direttamente l'hardware del sistema in
          maniera
          indipendente.Ma non occorrerebbe anche un supporto alla virtualizzazione da parte del resto dell'hardware, a cominciare dalle GPU? (tema scottante in ambito consumer)
        • Anonimo scrive:
          Re: La linea che vi ho già indicato cont
          Buon giorno, sono la regina d'Inghilterra...Apparte il fatto che il problema di Linux è sempre stato il supporto dell'hardware non credo che, se anche astrai al 101% la CPU, tu possa astrarre un microprocessore qualsiasi, specie se viene usato contemporaneamente da due o più sistemi operativi host.Certo Windows potrà astrarre tutte le schede di rete wireless del mondo, anche quella fetentissima Inprocomm 2220 che mi ritrovo, ma il prezzo da pagare sarà usare come "host" l'hypervisor Microsoft, ed in pratica avremo Windows (e relativa licenza) "sotto" e Linux "sopra".Il panino poi migliora con un Hypervisor Microsoft, un guest OS Linux ed un terzo guest OS Windows... e probabilmente il guest Windows funzionerà 10 volte meglio perchè i programmatori sapendo come funziona per filo e per segno ogni chiamata (documentata e non) dell'hypervisor riusciranno ad ottimizzarlo, facendo credere che Linux oramai è superato.Ma ovviamente Microsoft non ha parlato di rilasciare guest OS che possano girare su Hypervisor XEN non Microsoft... che strana dimenticanza.
          • Anonimo scrive:
            Re: La linea che vi ho già indicato cont
            Nota esplicativa: microprocessori sono anche buona parte dei chip ADSL, buona parte dei chip dentro le schede wireless ed in quelle di fascia alta ethernet.In pratica buona parte dell'elettronica consumer oramai usa chip general purpose il cui programma viene "caricato" quando abiliti la periferica.In sostanza quando il driver "accende" il modem ADSL gli manda un piccolo sistema operativo e lo avvia, ed il processore nel modem a quel punto funziona.Come la mettiamo ?1. Due sistemi operativi "guest" mandano due diversi programmi per attivare lo stesso processore ADSL ? Non funzionerebbe.2. L'hypervisor gestisce il modem ed i sistemi operativi vedono solo l'interfaccia "sanitized" con funzioni d'alto livello ? Allora i guest OS sono solo giocattoloni e l'hypervisor non è un hypervisor.3. Il sistema operativo 0, che è il "base system" gestisce il device e mette a disposizione apposite chiamate che l'hypervisor utilizza per fornire funzionalità "sanitized" ai guest OS ? Allora che senso ha la virtualizzazione in hardware ?4. L'hypervisor (grazie ad un sistema suo) rende accessibile il device solo ad un guest OS ed al massimo è questo che decide se e cosa passare come chiamate "sanitized" agli altri OS ? Ecco, questo è uno scenario inquietante.In ognuno di questi casi la virtualizzazione "hardware" è d'importanza relativa (e questo già si sapeva tant'è che XEN funziona discretamente bene già adesso, e regge tutte le varianti di linux, FreeBSD ed altri OS minori contemporaneamente... manca windows, ma per una questione "legale" legata ai sorgenti non disponibili).Invece vedo che come le pigne molta gente crede che questa sia un apertura a Linux... io penso che si tratti solo di propaganda a vuoto.
          • Anonimo scrive:
            Re: La linea che vi ho già indicato cont
            Non sai di che parli, evidentemente.Ed i modem ADSL usano DSP principalmente, spesso a basso costo. Alcuni usano CPU che integrano nel package un DSP ed uno o più processori MIPS o ARM, alcune volte dei controller dedicati per gestire servo e pickup dei lettori ottici. Ne è un esempio la serie di chip Mediatek per i lettori DVD.- Scritto da:
            Nota esplicativa: microprocessori sono anche
            buona parte dei chip ADSL, buona parte dei chip
            dentro le schede wireless ed in quelle di fascia
            alta
            ethernet.

            In pratica buona parte dell'elettronica consumer
            oramai usa chip general purpose il cui programma
            viene "caricato" quando abiliti la
            periferica.

            In sostanza quando il driver "accende" il modem
            ADSL gli manda un piccolo sistema operativo e lo
            avvia, ed il processore nel modem a quel punto
            funziona.

            Come la mettiamo ?
            1. Due sistemi operativi "guest" mandano due
            diversi programmi per attivare lo stesso
            processore ADSL ? Non
            funzionerebbe.
            2. L'hypervisor gestisce il modem ed i sistemi
            operativi vedono solo l'interfaccia "sanitized"
            con funzioni d'alto livello ? Allora i guest OS
            sono solo giocattoloni e l'hypervisor non è un
            hypervisor.
            3. Il sistema operativo 0, che è il "base system"
            gestisce il device e mette a disposizione
            apposite chiamate che l'hypervisor utilizza per
            fornire funzionalità "sanitized" ai guest OS ?
            Allora che senso ha la virtualizzazione in
            hardware
            ?
            4. L'hypervisor (grazie ad un sistema suo) rende
            accessibile il device solo ad un guest OS ed al
            massimo è questo che decide se e cosa passare
            come chiamate "sanitized" agli altri OS ? Ecco,
            questo è uno scenario
            inquietante.


            In ognuno di questi casi la virtualizzazione
            "hardware" è d'importanza relativa (e questo già
            si sapeva tant'è che XEN funziona discretamente
            bene già adesso, e regge tutte le varianti di
            linux, FreeBSD ed altri OS minori
            contemporaneamente... manca windows, ma per una
            questione "legale" legata ai sorgenti non
            disponibili).
            Invece vedo che come le pigne molta gente crede
            che questa sia un apertura a Linux... io penso
            che si tratti solo di propaganda a
            vuoto.
  • Anonimo scrive:
    prima su macintel, poi linux...
    una volt è una coincidenza, due volte è una prova :-)... che MS stia pensando di mollare la piattatforma tradizionale?(o volglia invadere le altre) ?
    • Anonimo scrive:
      Re: prima su macintel, poi linux...
      - Scritto da:
      una volt è una coincidenza, due volte è una prova
      :-)

      ... che MS stia pensando di mollare la
      piattatforma
      tradizionale?
      (o volglia invadere le altre) ?Non dire gatto finchè non l'hai nel sacco...o meglio, finchè MS non comincia a lavorare su Wine. :D
    • Anonimo scrive:
      Re: prima su macintel, poi linux...
      - Scritto da:
      una volt è una coincidenza, due volte è una prova
      :-)

      ... che MS stia pensando di mollare la
      piattatforma
      tradizionale?
      (o volglia invadere le altre) ?ma veramente è la apple che ha "permesso" l'installazione di windows sui mac, non viceversa.. anche se a conti fatti puo' tornare utile sia a Apple che a Microsoft(anche se secondo me torna piu' utile a Apple)Omissis (apple)(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: prima su macintel, poi linux...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        una volt è una coincidenza, due volte è una
        prova

        :-)



        ... che MS stia pensando di mollare la

        piattatforma

        tradizionale?

        (o volglia invadere le altre) ?

        ma veramente è la apple che ha "permesso"
        l'installazione di windows sui mac, non
        viceversa..mah... secondo me hanno anche fatto buon viso a cattivi gioco... quanto sarebbero durate le protezioni?così hanno mantenuto il controllo anche sugli smanettoni", magari guadagnandoci pure un po' in immagine
        anche se a conti fatti puo' tornare
        utile sia a Apple che a Microsoft(anche se
        secondo me torna piu' utile a
        Apple)
        si, perché il suo business lo fa vendendo "il ferro".Ma io il mio mac l'ho comprato per osx...mi dispiacerebbe vederlo ridursi a s.o. "di nicchia".(apple)
        • Anonimo scrive:
          Re: prima su macintel, poi linux...
          Personalmente macosx m'è piaciuto così tanto che da mesi oramai il mio mac mini gira headless con una debian dentro.
          • Anonimo scrive:
            Re: prima su macintel, poi linux...
            che bella trollata
          • Anonimo scrive:
            Re: prima su macintel, poi linux...
            - Scritto da:
            Personalmente macosx m'è piaciuto così tanto che
            da mesi oramai il mio mac mini gira headless con
            una debian
            dentro.Senza testa non è il tuo mac ad esserlo ma te, te la sei fumata con tanti acidi.
  • Anonimo scrive:
    anche microsoft si prepara ad usare i mu
    anche microsoft si prepara a sfruttare i muli...
    • Anonimo scrive:
      No M$ sfrutta i suoi utenti
      Micro$oft sfrutta i suoi utenti da 20 anni e a pagamento, a pagamento degli utenti.Sono 20 anni che M$ utilizza i suoi utenti come beta tester. Che li obbliga ad aggiornare senza un motivo reale.Che gli "sequestra" i documenti all'interno dei suoi formati proprietari.Che annacqua e inquina i formati e i protocolli standard delle reti e dei servizi.E che sfrutta e depreda i programmatori che sono obbligati ad usare le licenze MIT e BSD.Io credo che si troverebbe a suo agio a sfruttare altri programmatori opensource.Il problema di M$ è la licenza GPL, quella infatti la obbliga a rilasciare i sorgenti di qualsiasi cosa abbia rubato e modificato alla comunità opensource. Ed è l'unica arma con cui la comunità opensource può difendersi da aziende di mer%a come quella.
      • Anonimo scrive:
        Re: No M$ sfrutta i suoi utenti
        piu' che altro MS sono gia' ANNI che ruba i sorgenti di altri s/o e nessuno fa nulla...chi ha detto stack tcp/ip ?
        • Anonimo scrive:
          Re: No M$ sfrutta i suoi utenti
          - Scritto da:
          piu' che altro MS sono gia' ANNI che ruba i
          sorgenti di altri s/o e nessuno fa nulla...chi ha
          detto stack tcp/ip
          ?licenza bsd 'gnurante :)
          • Anonimo scrive:
            Re: No M$ sfrutta i suoi utenti
            leggila BENE e dimmi se MS ha rispettato tutti i punti...perche' se e' possibile rispettare solo i punti che si vuole, allora lo si deve applicare alle licenze di microsoft.
        • Anonimo scrive:
          Re: No M$ sfrutta i suoi utenti
          - Scritto da:
          piu' che altro MS sono gia' ANNI che ruba i
          sorgenti di altri s/o e nessuno fa nulla...chi ha
          detto stack tcp/ip
          ?sono anni che fate sempre lo stesso esempio idiotae comunque non è un furto giacchè la cosa a cui ti riferisci sta sotto licenza BSD e MS lo mette per esplicito in molti prodotti (es. IE)
      • Anonimo scrive:
        Re: No M$ sfrutta i suoi utenti
        - Scritto da:
        Micro$oft sfrutta i suoi utenti da 20 anni e a
        pagamento, a pagamento degli
        utenti.meglio pagare 100 euro ogni 4-5 anni per un SO microsoft che fare il mulo per Novell e IBM
        Sono 20 anni che M$ utilizza i suoi utenti come
        beta tester.
        non me ne sono accorto, quindi mi sta bene
        • Anonimo scrive:
          Re: No M$ sfrutta i suoi utenti
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Micro$oft sfrutta i suoi utenti da 20 anni e a

          pagamento, a pagamento degli

          utenti.

          meglio pagare 100 euro ogni 4-5 anni per un SO
          microsoft che fare il mulo per Novell e
          IBM


          Sono 20 anni che M$ utilizza i suoi utenti come

          beta tester.



          non me ne sono accorto, quindi mi sta beneio sono 15 anni che mi t___bo tua moglie: tu non te ne sei accorto, quindi ti sta bene... o mi sbaglio???
          • Anonimo scrive:
            Re: No M$ sfrutta i suoi utenti

            io sono 15 anni che mi t___bo tua moglie: tu non
            te ne sei accorto, quindi ti sta bene... o mi
            sbaglio???
            Contento tu.
    • Anonimo scrive:
      Re: anche microsoft si prepara ad usare
      - Scritto da:
      anche microsoft si prepara a sfruttare i muli...
      Se fatto volontariamente non è certo sfruttamento. Non capisco questo accanimentocontro chi vuole contribuire volontariamentea chicchessia SO senza volere una retribuione.
      • Anonimo scrive:
        Re: anche microsoft si prepara ad usare
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        anche microsoft si prepara a sfruttare i muli...


        Se fatto volontariamente non è certo
        sfruttamento. Non capisco questo
        accanimento
        contro chi vuole contribuire volontariamente
        a chicchessia SO senza volere una retribuione.Ecco una cosa scritta con cervello.Se una persona rilascia il suo lavor sotto licenza GPL, LGPL, BSD ecc... , vuol dire che accetta tutti gli utilizzi del suo lavoro che la licenza consente.Linux è sotto GPL?Ed allora anche MS può usarlo, è benvenuta come tutti, è anche roba sua.(si, a qualcuno farà male sentirselo dire... ma ricorda, è anche roba tua di te che stai leggendo)
        • Anonimo scrive:
          Re: anche microsoft si prepara ad usare

          Se una persona rilascia il suo lavor sotto
          licenza GPL, LGPL, BSD ecc... , vuol dire che
          accetta tutti gli utilizzi del suo lavoro che la
          licenza
          consente.

          Linux è sotto GPL?
          Ed allora anche MS può usarlo, è benvenuta come
          tutti, è anche roba
          sua.

          (si, a qualcuno farà male sentirselo dire... ma
          ricorda, è anche roba tua di te che stai
          leggendo)la gpl non fa dell'utente il proprietario del software, ma gli consente di fare l'uso che meglio crede del codice di quest'ultimo, a patto di ridistribuire il suo a sua volta.quindi anche microsoft è liberissima di usare codice di programmi sotto gpl, a patto di ridistruibuire poi il codice di cio' che ne viene fuori.quello che onestamente non capisco e' questa nuova politica che hanno deciso di adottare.. visual studio e virtual pc 2004 liberamente scaricabili, progetti su sourceforge, laboratori di studio su linux e chi piu' ne ha piu' ne metta...mi viene da fare diverse supposizioni in merito:la prima e' che stiano tenendo una 'carta di riserva' da giocare nel caso che tutto l'ambaradan tcpa/drm salti per aria, la seconda è che stiano cercando di agire in maniera simile a quanto ha fatto Apple, inserendo parti/progetti open source nel loro parco software, mentre la terza è che se continuano così IMHO tra un po' sfornano un BSD targato redmond e tanti saluti a windows.Staremo a vedere.Omissis (apple) (linux)
          • Anonimo scrive:
            Re: anche microsoft si prepara ad usare
            Probabilmente le innumerevoli feature rimosse da Vista indicano proprio che la mole immane di Windows e la mania insana di voler integrare di tutto nel SO lo stanno avvicinando all'ingestibilità.
          • Anonimo scrive:
            Re: anche microsoft si prepara ad usare

            quanto ha fatto Apple, inserendo parti/progetti
            open source nel loro parco software, mentre lapenso anche io così, come sta facendo anche Adobe del resto.
Chiudi i commenti