Kepler, catalogo finale per gli esopianeti

NASA annuncia di aver completato le osservazioni della sonda Kepler nella costellazione del Cigno, un lavoro che espande in maniera sensibile il catalogo dei candidati allo status di "esopianeta". Ora si passa al data crunching

Roma – L’agenzia spaziale statunitense ha annunciato la fine dei lavori di osservazione di Kepler, sonda orbitale che in questi anni ha reso parecchio popolare il concetto di esopianeta e ha permesso alla comunità scientifica di espandere in maniera significativa la conoscenza del cosmo oltre il “piccolo” recinto locale delimitato dalla gravità del Sole.


La caccia di Kepler ai pianeti esterni al Sistema Solare è infatti iniziata nel 2009, quando NASA ha indirizzato la sonda verso la costellazione del Cigno e ha cominciato a raccogliere dati sui potenziali esopianeti identificando i possibili passaggi dei corpi celesti davanti alla stella di riferimento.

Quel lavoro di osservazione è ora ultimato , e NASA ha annunciato di aver scovato altri 219 nuovi potenziali esopianeti ; dieci di questi candidati sono “simil-Terre”, quindi sono caratterizzati da dimensioni simili alla Terra e da un’orbita solare nella “zona Goldilocks”, dove le possibilità di presenza di acqua liquida – e quindi di sviluppo della vita – sono potenzialmente ottimali.


I nuovi risultati estrapolati dai dati racconti con Kepler portano il numero di candidati allo status di esopianeta a 4.034, con 50 potenziali nuove Terre nella zona Goldilocks . Il catalogo di esopianeti messo assieme dal telescopio è completo, e ora toccherà ai ricercatori analizzare i dati raccolti per separare le ipotesi dai fatti.

Un potenziale esopianeta resta infatti tale fino a quando non viene confermato dal lavoro di analisi da parte di NASA e della comunità scientifica internazionale, e gli esperti “cacciatori” di esopianeti sono ovviamente già al lavoro sui dati: una ricerca approvata per la pubblicazione dimostra che quasi tutti i nuovi pianeti scovati da Kepler appartengono a due sole categorie, vale a dire le “super-Terre” e i “mini-Nettuno”.

Alfonso Maruccia

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iRoby scrive:
    Aumenta la mobilità
    Aumentando la mobilità dei lavoratori, ci voleva anche il motore e la possibilità di razionalizzare domanda e offerta.
    • xte scrive:
      Re: Aumenta la mobilità
      Io vedo un fantascientifico futuro (dove la parte fanta è molto limitata) ove anche il mercato del lavoro sarà regolato da 4 player multinazionali che senza bisogno di complotti e segrete strategie si son imposti anche in questo.Quando poi tutto sarà in mano a 4 gatti sarà interessante vedere se andrà ancora bene per tutti o qualche cosa comincerà a pesare parecchio sulla gran parte dell'umanità...
      • iRoby scrive:
        Re: Aumenta la mobilità
        Le rivoluzioni ci sono sempre state. Gli imperi sono sempre caduti.L'uomo è cresciuto in consapevolezza.L'unica cosa che si rischia è l'ignoranza per ecXXXXX di informazioni, per lo più false. Ma ciò che dovrebbe essere chiaro è che le più false sono proprio quelle istituzionali che vorrebbero spacciare per vere.
    • panda rossa scrive:
      Re: Aumenta la mobilità
      - Scritto da: iRoby
      Aumentando la mobilità dei lavoratori, ci voleva
      anche il motore e la possibilità di
      razionalizzare domanda e
      offerta.La mobilita' dei lavoratori e' solo una breve parentesi.Nel futuro ci sara' la mobilita' del lavoro.Nel momento in cui spostare persone sara' piu' costoso che spostare il lavoro, sara' il lavoro a venire da noi.Gia' adesso io potrei tranquillamente amministrare i miei sistemi standomene comodamente straXXXXXto sul divano della casetta in campagna, ma al momento e' ancora piu' conveniente avere un ufficio centralizzato in citta' che dotare le abitazioni dei sistemisti di banda larga a 100 Mbit pagata dall'azienda, aria condizionata o riscaldamento sempre pagati dall'azienda.Ma ci arriveremo.
      • Zizzo scrive:
        Re: Aumenta la mobilità
        Fanno prima a metterti in una gabbietta, tanto se vuoi passare ad altro lavoro sempre da lì devi passare. Anzi, magari dalla tua profilazione valutano quanto POTRESTI essere inadatto (o INDEGNO) al ruolo e ti mettono a pulire le gabbiette. Questa é ottimizzazione!.
  • Nameless scrive:
    _______
    Qui in XXXXXlia ci vuole ben più dell'intelligenza per trovare lavoro: ci vuole una bomba atomica che faccia piazza pulita di tutto e di tutti, così si potrà ripartire da zero
    • Mago scrive:
      Re: _______
      - Scritto da: Nameless
      Qui in XXXXXlia ci vuole ben più
      dell'intelligenza per trovare lavoro: ci vuole
      una bomba atomica che faccia piazza pulita di
      tutto e di tutti, così si potrà ripartire da
      zerocambiare tutto per non cambiare nulla
Chiudi i commenti