Kepler inizia a stanare gli esopianeti

Gli scienziati continuano ad esaminare i dati raccolti dal telescopio in orbita. Dopo le critiche della prima ora, importanti informazioni sugli esopianeti in giro per la galassia iniziano a filtrare

Roma – Gli specialisti NASA della missione Kepler avevano promesso nuovi dettagli sui corpi celesti “papabili” per la classificazione di esopianeti , e puntualmente quelle informazioni sono arrivate. O meglio si tratta di conferme in anticipo sui tempi, con i ricercatori che danno per certa la scoperta di due esopianeti “saturniani” e la probabile identificazione di una super-terra un po’ troppo vicina al suo “sole” per poter ospitare la vita intesa in termini umani.

Chi gestisce e analizza l’enorme massa di informazioni raccolta dal telescopio Kepler – 156mila sistemi stellari esaminati per 43 giorni entro i primi 3mila anni luce dalla stella Sole – era finito sotto il fuoco di fila delle critiche dopo la decisione, qualche mese fa, di centellinare le rivelazioni sui potenziali candidati come “esopianeti”: scelta giustificata con l’obiettivo di studiare per bene i dati prima della pubblicazione, a beneficio dell’intera comunità scientifica.

I due esopianeti confermati dagli esperti NASA sono stati battezzati Kepler 9b e Kepler 9c, hanno dimensioni simili a Saturno e orbitano attorno a una stella simile al Sole a più di 2mila anni luce di distanza da quest’ultima nella costellazione della Lyra (emisfero settentrionale). Il terzo, possibile esopianeta avrebbe dimensioni pari a 1,5 volte quelle della Terra , classificandosi dunque come una cosiddetta “super-Terra”.

In quest’ultimo caso NASA si riserva di confermare le informazioni in un secondo momento, mentre per i due “eso-Saturni” già individuati i ricercatori sottolineano la “prima volta” della scoperta di un sistema planetario extra-solare con il metodo sfruttato dalla sonda Kepler: il telescopio misura le minute variazioni nella luminosità di una stella a causa di un pianeta in transito davanti a essa, fornendo ai ricercatori a terra i dati necessari a calcolare massa e raggio del corpo celeste.

Sia come sia, il periodo pare propizio per la caccia agli esopianeti : solo qualche giorno prima dell’annuncio dei ricercatori di Kepler, è arrivata la notizia che astronomi dello European Southern Observatory hanno individuato un nuovo sistema planetario completo di stella e tra i 5 e i 7 pianeti orbitanti attorno a essa.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • the_m scrive:
    Mediaset AL TAPPETO!
    come da titolo.per una volta finalmente anch'io provo l'ebbrezza di scrivere un post così :D :D :D
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Aoh, notizia fresca...
    Capisco che ad agosto non c'è molto da dire, e forse il caldo annebbia pure il cervello, ma sarebbe bastato andare quihttp://www.youtube.com/user/la7per leggere la data in cui La7 ha iniziato ufficialmente a pubblicare su youtube i contenuti:ISCRITTO IL 29 OTTOBRE 2005aoh sò quasi 5 anni eh...Punto Informatico sempre più avanti, talmente avanti che se si volta indietro vede il futuro... ah no quello è superman... con voi se vi voltate avanti tra poco vedete gli uomini di Neanderthal :s
    • batta fre scrive:
      Re: Aoh, notizia fresca...
      ciao troll, l'articolo si riferisce allo streaming (quindi in diretta) e non ai video disponibili on demand, quelli già presente da anni su youtube.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Aoh, notizia fresca...
        A dire il vero l'articolo dice che proporra i suoi contenuti anche sul tubo.
        • Enok scrive:
          Re: Aoh, notizia fresca...
          "Accordo tra YouTube e il canale televisivo per la distribuzione di programmi completi e servizi di live streaming."
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Aoh, notizia fresca...
      La7 ha pubblicato l'intera sua programmazione degli ultimi 7 giorni, relativa ai programmi di sua proprietà, sul suo sito, in streaming.L'accordo prevede la ripubblicazione di tutto, non solo estratti, sul sito di YouTube, a partire dalla prossima settimana. È tutto nell'articolo.
  • banca scrive:
    full metal alchemist
    mi sa che questo è stato uno dei primi esperimenti (utilizzando mtv)http://extra.mtv.it/tv/fullmetal-alchemist/
    • Sgabbio scrive:
      Re: full metal alchemist
      Ehm la defunta panini video faceva cosi sul tubo da tempo.
      • io no scrive:
        Re: full metal alchemist
        infatti c'è il canale ufficiale di FMAbrotherhood della panini sul tubo..mtv panini e youtube le caricavano insieme su entrambe le piattaformedefunta quindi non saprei quanto ;)(ah, la serie è finita da un mese e poco più...ma sto cavolo di episodio 64 non lo vogliono dare!!!!)
Chiudi i commenti