Kickstarter, per chi vuole la Luna

La startup LiftPort ha fatto ricorso ai piccoli investitori della Rete per ridestare uno dei sogni più antichi della fantascienza: l'ascensore spaziale
La startup LiftPort ha fatto ricorso ai piccoli investitori della Rete per ridestare uno dei sogni più antichi della fantascienza: l'ascensore spaziale

Sul sito di crowdfunding Kickstarter è apparso un progetto collegato all’ambiziosa idea di costruire un ascensore spaziale.

L’ ascensore spaziale è un progetto che da anni fa parte dell’immaginazione visionaria della fantascienza e degli scienziati più arditi: si tratta di una sorta di torre altissima in grado di condurre gli uomini via ascensore direttamente sul satellite terrestre o nello spazio.

A richiamarlo alla mente degli investitori è ora la startup LiftPort che, chiusa nel 2007, ora cerca di ripartire chiedendo agli investitori di Kickstarter 8mila dollari per un progetto preliminare rispetto al viaggio sulla Luna: inviare un robot attraverso un tubo due chilometri in alto e costruire una piattaforma per i test ad alta quota. La proposta ha già attirato più di 21mila dollari di investimenti e sembra potersi rivelare una tecnologia utilizzabile anche in altre situazioni ed applicazioni più concrete, come le rilevazioni geografiche.

Nel frattempo, sul sito ancora in costruzione di LiftPort, compaiono le sezioni dedicate ad un “ascensore spaziale” ed un “ascensore lunare”.

Oltre a questo primo progetto preliminare, infatti, LiftPort indica nella raccolta fondi una serie di tappe successive, corrispondenti a maggiori traguardi della raccolta fondi, fino ad un totale di 3 milioni di dollari per un progetto intermedio rispetto agli 800 milioni che sarebbero necessari per stimare la reale fattibilità di un vero e proprio ascensore, la cui costruzione al momento sembra potersi collocare entro il 2020.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti