KOffice sposa OpenDocument

La nuova versione della celebre suite open aggiunge il supporto al formato standard dei file OpenDocument, lo stesso alla base dell'imminente OpenOffice 2.0. Al debutto anche due nuove applicazioni per KDE
La nuova versione della celebre suite open aggiunge il supporto al formato standard dei file OpenDocument, lo stesso alla base dell'imminente OpenOffice 2.0. Al debutto anche due nuove applicazioni per KDE


Roma – Il KDE Project ha spinto fuori dal recinto la nuova major release 1.4 della propria suite per l’ufficio per Linux/Unix KOffice. Con questa versione debuttano due nuove applicazioni – l’editor di immagini Krita e il programma per la gestione dei database Kexi – e viene introdotto il supporto al neo standard OpenDocument .

OpenDocument è un formato di file aperto, recentemente standardizzato dall’ OASIS , che si fonda su una specifica sviluppata da OpenOffice.org . Il fatto che tale specifica si trovi anche alla base dell’imminente OpenOffice 2.0 dovrebbe garantire una stretta interoperabilità tra questa suite e quella di KDE. Per il momento, tuttavia, i nuovi formati XML basati su OpenDocument vengono supportati per mezzo di filtri d’importazione/esportazione: diverranno il formato nativo di KOffice a partire dalla prossima release del software.

Il team di sviluppo di KOffice non ha trascurato di migliorare ed espandere la compatibilità della propria suite con i prodotti proprietari. La nuova versione 1.4 include infatti un nuovo e più completo filtro per l’importazione dei documenti Excel, migliora il supporto ai file di Word Perfect e sistema alcuni bug che affliggevano la funzione di importazione dei file creati con MS Office.

Come si è detto, tra i nuovi arrivati di KOffice vi sono Krita e Kexi: il primo è un tool per l’editing grafico e il disegno che include un buon numero di funzionalità per il fotoritocco e la creazione di immagini bitmap; il secondo è un ambiente integrato per la creazione e la gestione di database che molti considerano la risposta open source ad applicazioni come MS Access, Filemaker e Oracle Forms.

Tra le altre novità della nuova release di KOffice c’è il supporto in KPresenter delle master page e delle slide con ordine personalizzato, un più veloce correttore ortografico multilingua in KWord, e alcuni sostanziali miglioramenti nell’usabilità e nella funzionalità di KChart.

Un elenco completo di tutti i cambiamenti introdotti in KOffice 1.4 può essere consultato qui . La nuova suite farà parte integrante della prossima versione di KDE, e verrà rilasciata sotto forma di aggiornamento da tutti i principali distributori di Linux: chi la vuol provare subito può scaricare questo live CD da 193 MB.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 06 2005
Link copiato negli appunti