La base lunare si stampa in 3D

ESA sperimenta con la realizzazione di un complesso abitativo per la Luna "stampato" in 3D, con il contributo di uno studio di architetti e un inventore italiano "fissato" con la stampa 3D di costruzioni solide.

Roma – Se tutti vogliono tornare sulla Luna con una base abitata permanente, l’agenzia spaziale europea (ESA) intende prima di tutto risparmiare sulla realizzazione concreta degli avamposti destinati a ospitare gli astronauti e non solo. Il segreto di questo risparmio? La stampa 3D .

ESA lavora al progetto in partnership con lo studio di architetti Foster + Partners e la società britannica Monolite creata dall’italiano Enrico Dini, inventore con il pallino dei castelli di sabbia giganti e inventore di una “stampante” capace di realizzare elementi di vere e proprie costruzioni abitative e non solo.

Per dimostrare la fattibilità di una base lunare “stampata”, ESA & soci hanno realizzato un design di avamposto protetto da uno “scudo” di roccia lunare contro radiazioni solari e micro-meteoriti, creando poi un “blocco” di costruzione da 1,5 tonnellate partendo da un tipo di materiale simile a quello presente sulla Luna (basalto italiano di origine vulcanica).

La dimostrazione ha previsto anche la prova della funzionalità di una “stampa 3D” nel vuoto: il progetto di ESA prevede l’invio di una stampante 3D sulla Luna e l’utilizzo del materiale ivi presente per la realizzazione dell’avamposto, e le prove fatte da Dini con la sua gigantesca stampante “D-Shape” confermerebbero che il processo di stampa può avvenire senza problemi anche sulla superficie lunare priva di atmosfera.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Simone scrive:
    grafene=ubik!
    Leggo di millemila applicazioni su stò grafene...un miracolo tecnologico, la soluzione per tutto!...mi piacerebbe comprare qualcosa che lo usa entro, più o meno...spero nel più, il 2050...
  • Gabriele scrive:
    non solo Nokia
    Ok che siamo italiani e "fidarsi è bene, non fidarsi è meglio", ma prima di sparare a zero bisognerebbe almeno chiarire (cosa che non viene del tutto fatto nell'articolo di PI) che i soldi NON sono stati dati a Nokia, ma ad un consorzio di cui Nokia è solo uno dei partecipanti e nemmeno il più importante, per l'Italia vi è ad esempio il CNR che coordina altri gruppi di ricerca italiani, e vi sono coinvolti 4 premi Nobel (e non quelli finti "per la pace" dati negli ultimi anni).Piuttosto che i soldi dell'UE (cioè anche nostri) vadano a produttori di tabacco e petrolieri direi che questo è un progetto ben più degno di essere finanziato.Che poi corruzione e peggio vi siano anche a livello internazionale è fuor di discussione, purtroppo.
    • Claudio scrive:
      Re: non solo Nokia
      aggiungo che il centro di ricerca principale è a Cambridge.
    • attonito scrive:
      Re: non solo Nokia
      - Scritto da: Gabriele
      Ok che siamo italiani e "fidarsi è bene, non
      fidarsi è meglio", ma prima di sparare a zero
      bisognerebbe almeno chiarire (cosa che non viene
      del tutto fatto nell'articolo di PI) che i soldi
      NON sono stati dati a Nokia, ma ad un consorzio
      di cui Nokia è solo uno dei partecipanti eancura una volta, osno caduto nella trappola del solito articolo cialtrone del solito pessimo alfonso "rutti e scorrenge" mariuccia. Grazie per la precisazione ASSENTE dall'articolo.
      • silenzio discussion e in corso scrive:
        Re: non solo Nokia
        - Scritto da: attonito
        Grazie per la precisazione ASSENTE
        dall'articoloBeh, è un articolo di Maruccia.[img]http://broke207.files.wordpress.com/2012/04/disgusted.jpg[/img]
  • attonito scrive:
    EU togliti la testa dal buco del XXXX!!!
    Cioe', Nokia sta andando a picco e le si da una pila di soldi per qualcosa che necessita di almeno 5 anni? ma in 5 anni nokia sara' un ricordo, fallita e/o assorbita da microsoft. In pratica L'Unione Europea sta regalando soldi a Microsoft! bella genialata, XXXXXXX burocrati! (e mi sa pure corrotti: uno che ha un minimo di intelligenza non farebbe una XXXXXXXta simile 2a gratis")
    • collione scrive:
      Re: EU togliti la testa dal buco del XXXX!!!
      la FIAT è stata forse assorbita? ecco, come vedi il capitalismo assistenzialista funziona, produce monopoli privati, mostruosità industriali, Marchionne e Elkann, ecc... ecc...
  • pippo75 scrive:
    che paghino le ditte telefoniche
    Se in Italia per i decoder poi a dover risarcire sono state le tv.Se nokia prende i soldi per fare telefonini, li a risarcire siano le compagnie telefoniche ( concorrenza sleale per gli altri elementi diversi dal grafene )
  • Paolo T. scrive:
    Ci ricaschiamo?
    Anni fa, la UE ha assegnato a Nokia denaro per lo sviluppo di Symbian, "sistema operativo europeo". Il sistema è stato dismesso subito dopo. QT dovrebbe aver visto finanziamenti simili. Adesso tocca al grafene, con fondi che non prenderanno aziende più piccole ma forse più dinamiche, e che probabilmente serviranno a delocalizzare ancora. Il magna-magna continua.
    • bubba scrive:
      Re: Ci ricaschiamo?
      - Scritto da: Paolo T.
      Anni fa, la UE ha assegnato a Nokia denaro per lo
      sviluppo di Symbian, "sistema operativo europeo".
      Il sistema è stato dismesso subito dopo. mhh e' piu vicino al falso che al vero...vero e' che venne creato nel 2010 il consorzio SYMBEOSE (e stanziati svariati milioni di eu - obbiettivamente fuori tempo massimo, oppure tentativo estremo di dare un aiutino ai manager in panico)... pero' e' falso che il SYMBEOSE fosse la Nokia (c'era parecchia altra gente). E il suddetto e' gia stato smantellato nel 2011 (mentre symbian e' ancora oggi venduto e in sviluppo) e i finanziamenti ritirati. Inoltre nokia diceva che dei suddetti stanziamenti non era stato ancora speso nulla (falso?vero? non so)
Chiudi i commenti