La campagna anti-neutralità? Un falso

BoingBoing mette a nudo una campagna di mobilitazione online per combattere la neutralità della Rete: è un falso, creato da un'azienda di PR per manipolare l'opinione pubblica. I committenti? Le Telco americane

San Francisco (USA) – Si chiama Hands Off the Internet , ovvero “Giù le mani dalla Rete”, ed apparentemente si tratta di una legittima campagna di mobilitazione online contro il mantenimento della neutralità della Rete. Fin qui niente di male: in un regime democratico è del tutto naturale che ci siano visioni contrastanti su argomenti delicati.

Il blog BoingBoing , notoriamente vicino alle posizioni di EFF , l’associazione statunitense che si batte per il mantenimento della network neutrality , ha tuttavia scoperto che HandsOff.org è in realtà un falso ben orchestrato , frutto della collaborazione tra un’azienda specializzata in campagne promozionali ed alcuni operatori telefonici americani.

BoingBoing ha così esposto HandsOff.org apostrofandolo con il titolo di Astroturf site : Astroturf è il principale produttore di campi in erba sintetica utilizzati per gli stadi da football americano ed un termine ampiamente utilizzato per criticare fake della natura più varia. Un vero affronto, specialmente se si considera che una mobilitazione online, secondo l’idioma inglese, deve fondamentalmente essere grass-roots , ovvero “spontanea come l’erba” e “proveniente dal basso”.

Secondo BoingBoing l’intera campagna “Hands Off the Internet” “non è niente altro che un prodotto promozionale messo in piedi da Mercury Group , nota azienda specializzata in pubbliche relazioni”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • poipoi scrive:
    Re: Solo Project, il computer per l'Africa
    Vediamo se ho ben capito:- hanno progettato un PC che si alimenta con un pannello solare da 10 watt- un pannello solare da 10 watt picco ha una superficie di inferiore a 30 cm x 30 cm- se io volessi alimentare il mio notebook anche con luce non diretta, dovrei utilizzare un pannello con superficie inferiore a 1 metro quadrato- tale pannello costa circa 500 euro, altrettanti per un vulgaris notebook attualePraticamente con poco più di 1.000 euro acquisto notebook e pannello solare. Mettiamoci pure 2-300 euro di cazzilli vari: cavi, aggeggi elettronici di ausilio...Adesso vorrei che qualcuno mi spiegasse nuovamente i vantaggi di SOLO PROJECT, perchè qualcosa mi è sfuggito.(newbie)
    • Anonimo scrive:
      Re: Solo Project, il computer per l'Afri
      Già il fatto di parlare di "luce non diretta" mi fa sfuggire qualcosa. Sarò poco aggiornato ma sapevo che i pannelli solari se non hanno luce diretta fanno cilecca. A sto punto vorrei tanto sapere dove dovrebbero stare sti pannelli...Sul monitor ? Ma da aperto guarderebbero verso la sabbia finendo così per essere inutili.Sullo spazio ai lati del mouse dove normalmente si appoggiano le braccia ? Farà un po' caldo lì, forse... vabbè (razzist mode on) che so negri, neri e che hanno sempre avuto il sole ma forse di non avranno voglia di inventarsi una nuova scala cromatica sugli avambracci (razzist mode off) tipo ustione.Forse forniranno insieme al portatile un sombrero con pannelli cuciti sopra ma dove sta scritto che uno per navigare su internet deve mettersi a fare il palo sotto il sole delle 15 ?Veramente mi sfugge qualcosa... a sto punto crederei più alla dinamo azionata dalla ruota di un criceto...
    • SAION scrive:
      Re: Solo Project, il computer per l'Afri
      mettiamo il caso che io devo far andare il mio computer 220V con un pannello solare.. quanto spazio mi serve di pannello solare per generarmi tale corrente? Grazie distinti saluti!
  • Anonimo scrive:
    Re: Se
    Se ti manca la corrente pensi poco al fatto che ti manchi un desktop, se hai fame hai bisogno di mangiare e pensi sempre meno ad un pc di questo genere.Ma la gente normale dov'è finita ???
  • Anonimo scrive:
    Basta con questi progetti!!!!
    Dopo Negroponte (che già è stata una super delusione) eccone altri con un unico scopo:PRENDERE SOLDI DA PROGETTI E FONDAZIONI FACENDO FINTA DI INTERESSARSI AI POVERI!!!1) L'africa è solo una scusa per fregare dei soldi2) Linux è una altra scusa tanto per sembrare veramente no-profit3) Il prodotto finito non verrà mai alla luce, i finanziamenti spariranno chissà doveUn suggerimento alle Fondazioni ed ai Governi dei paesi poveri: Usate i soldi per comperare a taiwan degli stock a prezzi stracciati dei portatili o meglio ancora dei palmari con pannelli solari che fate prima e spendete molto meno!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con questi progetti!!!!
      - Scritto da:
      Dopo Negroponte (che già è stata una super
      delusione) eccone altri con un unico
      scopo:
      PRENDERE SOLDI DA PROGETTI E FONDAZIONI FACENDO
      FINTA DI INTERESSARSI AI
      POVERI!!!

      1) L'africa è solo una scusa per fregare dei soldi
      2) Linux è una altra scusa tanto per sembrare
      veramente
      no-profit
      3) Il prodotto finito non verrà mai alla luce, i
      finanziamenti spariranno chissà
      dove

      Un suggerimento alle Fondazioni ed ai Governi dei
      paesi poveri: Usate i soldi per comperare a
      taiwan degli stock a prezzi stracciati dei
      portatili o meglio ancora dei palmari con
      pannelli solari che fate prima e spendete molto
      meno!!!!!Ma lei è pazzo e si informi prima.M.
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta con questi progetti!!!!

        Ma lei è pazzo e si informi prima.
        M.Non sono quello di prima ma pazzo a me nonlo sembra affatto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con questi progetti!!!!
      ma...ritirare tutto l'hardware usato da rottamare dei paesi + industrializzati e mandarlo con qualche cargo in africa non andrebbe bene lo stesso?un pò come si fà ora con le auto, quelle usate vengono spedite in altri paesi ...dopotutto un vecchio pentium con un linux per navigare, la posta ed open office non è malvagia come soluzione- Scritto da:
      Dopo Negroponte (che già è stata una super
      delusione) eccone altri con un unico
      scopo:
      PRENDERE SOLDI DA PROGETTI E FONDAZIONI FACENDO
      FINTA DI INTERESSARSI AI
      POVERI!!!

      1) L'africa è solo una scusa per fregare dei soldi
      2) Linux è una altra scusa tanto per sembrare
      veramente
      no-profit
      3) Il prodotto finito non verrà mai alla luce, i
      finanziamenti spariranno chissà
      dove

      Un suggerimento alle Fondazioni ed ai Governi dei
      paesi poveri: Usate i soldi per comperare a
      taiwan degli stock a prezzi stracciati dei
      portatili o meglio ancora dei palmari con
      pannelli solari che fate prima e spendete molto
      meno!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta con questi progetti!!!!

        ma...ritirare tutto l'hardware usato da rottamare
        dei paesi + industrializzati e mandarlo con
        qualche cargo in africa non andrebbe bene lo
        stesso?

        un pò come si fà ora con le auto, quelle usate
        vengono spedite in altri paesi ...dopotutto un
        vecchio pentium con un linux per navigare, la
        posta ed open office non è malvagia come
        soluzioneO come si fa coi pesticidi o i medicinali scaduti :D
  • Anonimo scrive:
    "Solo" quattro chili?!?
    E 32 Mb di ram per 1000 euri???Siamo si curi che non ci sia un erroree che non siano 4 etti??Belin che rumenta...
    • Anonimo scrive:
      Re: "Solo" quattro chili?!?
      - Scritto da:
      E 32 Mb di ram per 1000 euri???
      Siamo si curi che non ci sia un errore
      e che non siano 4 etti??
      Belin che rumenta...

      per un cittadino che vive nella babagia ...che può permettersi acqua corrente ...e che se va via la corrente per un ora scatena un putiferio ....bhe in effetti e' proprio cosi' ...devi sapere che ci sono paesi in cui nemmeno i più ricchi hanno quello che hai tu !!!quel "pc" probabilmente sere a quegli operatori umanitari e/o militari che vivono in condizioni estreme ...sai quanto costa un telefono satellitare troll ???
      • Anonimo scrive:
        Re: "Solo" quattro chili?!?

        per un cittadino che vive nella babagia ...
        che può permettersi acqua corrente ...
        e che se va via la corrente per un ora scatena un
        putiferio
        ....

        bhe in effetti e' proprio cosi' ...
        devi sapere che ci sono paesi in cui nemmeno i
        più ricchi hanno quello che hai tu
        !!!

        quel "pc" probabilmente sere a quegli operatori
        umanitari e/o militari che vivono in condizioni
        estreme
        ...

        sai quanto costa un telefono satellitare troll ???Io non sono un troll e tu non hai capitouna ceppa delle mie osservazioni.Non ho detto che non se ne fanno nulla diun calcolatore con quelle prestazioni mache quattro chili sono tantissimi e ilprezzo e' esorbitante. Se metti insiemeuna mini-ITX M10000 con 256 Mb di ram, unHD da portatile da 40 Gb e un pannellettoLCD spedi +- uguale (Senza monitor circa700 Euri) ed hai un calcolatore di moltosuperiore. E questo prezzo non e' scontato mae' quello che spendo io "ricco" italiano.Sara' per l'alimentazione a pannello solare(che non mi pare incluso nel prezzo) ma nonvedo cosa avrebbe di umanitario quel cosovisto che mi pare un affare sconvenienteanche per me.
  • Santos-Dumont scrive:
    Io cambierei una frase...
    Solo è la risposta africana al laptop a basso costo proposto da Nicholas Negroponte per aiutare i paesi poveri ad uscire dal digital-divide. Come può un PC da 1000 USD competere con uno da 100 nel senso di combattere il digital divide?E' completamente irrealistico! :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Io cambierei una frase...
      - Scritto da: Santos-Dumont
      Solo è la risposta africana al laptop a
      basso costo proposto da Nicholas Negroponte per
      aiutare i paesi poveri ad uscire dal
      digital-divide.

      Come può un PC da 1000 USD competere con uno da
      100 nel senso di combattere il digital
      divide?
      E' completamente irrealistico! :|Il laptop a manovella di negroponte non è un vero computer, questo si. E lo metti dovunque vuoi. E' sempre una risposta.... a modo loro forse ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Io cambierei una frase...
      - Scritto da: Santos-Dumont
      Solo è la risposta africana al laptop a
      basso costo proposto da Nicholas Negroponte per
      aiutare i paesi poveri ad uscire dal
      digital-divide.

      Come può un PC da 1000 USD competere con uno da
      100 nel senso di combattere il digital
      divide?
      E' completamente irrealistico! :|Non c'e' scritto che Solo e' l'alternativa al laptop di Negroponte, ma che e' la "risposta" a quello.Che differenza c'e'? Che non deve necessariamente competere nella stessa fascia di prezzo, con risposta si puo' intendere benissimo che e' un prodotto che intende dare un soluzione diversa al problema della indipendenza dalla rete elettrica.Quindi nulla da cambiare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io cambierei una frase...
        *****-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 maggio 2006 14.32-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: Io cambierei una frase...
          - Scritto da: Buzz
          Alex ci stai troppo dentro.. :)Ma di chi parli?
          • Anonimo scrive:
            Re: Io cambierei una frase...
            *****-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 maggio 2006 14.32-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Io cambierei una frase...
            - Scritto da: Buzz
            Di chi ha compreso Solo ;)(newbie)
          • Anonimo scrive:
            Re: Io cambierei una frase...
            ******-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 maggio 2006 14.31-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Io cambierei una frase...
            - Scritto da: Buzz
            Va beh, segui il 3ad e capisci :)Boh, evidentemente un riferimento personale.
  • Anonimo scrive:
    Costa troppo
    Col prezzo che ha, sicuramente potevano fare di meglio.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Costa troppo
      - Scritto da:
      Col prezzo che ha, sicuramente potevano fare di
      meglio.....Anche perche tra l'altro, sembrerebbe che la tasiera sia opzionale"The optional miniature keyboard shown has 83 keys, measures 280x130mm and is suitable for transportation in a standard-sized briefcase." :D
  • Anonimo scrive:
    Fallimentare
    Windows non ci girerà, quindi sarà fallimentare. Gli applicativi Linux sono troppo pochi e soprattutto troppo complicati per essere accessibili da missionari, addetti delle OnG o... agricoltori nigeriani (!!!!)
    • Anonimo scrive:
      Re: Fallimentare

      Windows non ci girerà, quindi sarà fallimentare.
      Gli applicativi Linux sono troppo pochi e
      soprattutto troppo complicati per essere
      accessibili da missionari, addetti delle OnG o...
      agricoltori nigerianiPremesso che secondo me il progetto sara' "fallimentare" nel senso che gli agricoltori nigeriani probabilmente hanno piu' bisogno di una pompa per l'acqua che di un computer solare (e/o a manovella)...Quanto dici e' sintomo di scarsa conoscenza del mondo GNU/Linux: quali sarebbero gli applicativi indispensabili (o anche solo utili) ai missionari ecc. che si trovano solo per windows?In quanto a semplicita' d'uso, beh...http://punto-informatico.it/p.asp?i=57987&r=PI
Chiudi i commenti