La Casa Bianca vuole controllare Internet?

Una proposta di legge parla di controllo governativo dei network privati connessi a Internet. Ma sarebbe presto per parlare di cyberdittatura

Barack Obama vuol dominare Internet, assoggettando la rete delle reti ai suoi voleri dietro il falso paravento di eventuali situazioni di “emergenza”. O perlomeno questa è l’interpretazione più chiacchierata sugli Intertubi riguardo la proposta di legge S. 773 , presentata dal senatore democratico John Davidson “Jay” Rockefeller IV (pronipote del noto magnate del petrolio) con lo scopo di circostanziare con maggior precisione i poteri di controllo del presidente degli Stati Uniti in casi di emergenza nazionale.

A una lettura meno superficiale di quello che propone il testo, però, questa presunta volontà “dittatoriale” del primo presidente nero degli Stati Uniti sfuma nel ben più modesto ambito dei tradizionali poteri di controllo assegnati dalla Carta Costituzionale nordamericana allargati a scenari di cyber-sicurezza e comunicazioni telematiche.

Da tempo negli States si discute di cyber-security, cyber-zar e infrastrutture vitali interconnesse, sempre più bersagliate da potenze straniere e soggetti non facilmente identificabili al punto da evocare scenari inusuali da Manhattan Project informatico . La proposta Rockefeller è la versione aggiornata di un’altra legge presentata la scorsa primavera, e tra le altre cose consegna a Mr.President il potere di dichiarare lo “stato di emergenza telematico” in relazione a reti private non governative, e prevede l’istituzione di certificazioni federali (magari obbligatorie) da assegnare a cyber-professionisti impiegati in taluni, importanti gangli del network privato.

In ogni caso non sembra si parli di tecno-controllo ubiquo della rete delle reti (nata americana, poi cresciuta mondiale), e le reazioni delle parti informate sui fatti vanno dalla dichiarata impossibilità a rispondere su proposte ancora vaghe della Internet Security Alliance alla moderata preoccupazione dello staff di Electronic Frontier Foundation riguardo le possibili implicazioni della legge sulla privacy delle persone.

In una nazione tradizionalmente de-statalizzata come gli States, dice l’avvocato di EFF Lee Tien, basta evocare l’idea che il governo federale ficchi il naso negli affari privati per generare quasi istantaneamente brusio e reazioni scomposte accanto ai dubbi legittimi sull’argomento. Più che una improbabile “dittatura Obama” su Internet, insomma, la questione centrale sarebbero le già denunciate mancanze del governo di Washington nel gestire le problematiche della cyber-sicurezza , e la possibilità che un sistema di controllo centralizzato delle comunicazioni applicabile a ogni rete privata “sensibile” in casi di emergenza nazionale (terremoti, tornado e quant’altro) risulti correttamente definito e realmente efficace rispetto allo scopo che si prefigge.

Jena Longo, vice-direttore delle comunicazioni per la commissione sul commercio del Senato, rincara la dose ricordando che “il presidente degli Stati Uniti ha sempre avuto l’autorità costituzionale, e il dovere, di proteggere i cittadini statunitensi e dirigere la reazione nazionale a qualsiasi emergenza che minacci la sicurezza e degli USA”. La discussa proposta S. 773 non farebbe altro che “rendere chiaro come l’autorità del presidente si estenda alla messa in sicurezza della nostra cyber-infrastruttura nazionale dagli attacchi” o dai disastri naturali.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • PARENTE scrive:
    precisazione
    Turing scienziato che stimo moltissimo, venne accusato di corruzione di minorenne in quanto ebbe una relazione non con "un uomo" come specifica erroneamente l'autore dell'articolo, ma con un paio di ragazzini di 16 e 17 anni. Cosa che, mi sembra di ricordare, è reato anche adesso.Ciao a tutti.parente
    • funka_user scrive:
      Re: precisazione
      - Scritto da: PARENTE
      Turing scienziato che stimo moltissimo, venne
      accusato di corruzione di minorenne in quanto
      ebbe una relazione non con "un uomo" come
      specifica erroneamente l'autore dell'articolo, ma
      con un paio di ragazzini di 16 e 17 anni. Cosa
      che, mi sembra di ricordare, è reato anche
      adesso.
      Ciao a tutti.
      parenteah, in pratica un caso Wilde...
      • PARENTE scrive:
        Re: precisazione
        Su Wilde, mi sembra di ricordare, che fu proprio lui a denunciare il padre del suo compagno per diffamazione perdendo poi la causa e contestualmente dimostrando la sua omossualità. Nell'Inghilterra ipocrita e bacchettona dell'epoca l'omossessualità era un reato. Sono d'accordo che i martiri, veri o presunti, aiutano qualsiasi movimento nella sua lotta, ma io cerco, a seconda del contesto in cui mi trovo, di rispettare quello ritengo, con molta umiltà e modestia la verità storica. Fermo restando che sono sempre pronto a riconoscere le inesattezze che eventualmente dovessi affermare.Grazie a tuttiparente
    • Diego scrive:
      Re: precisazione
      - Scritto da: PARENTE
      Turing scienziato che stimo moltissimo, venne
      accusato di corruzione di minorenne in quanto
      ebbe una relazione non con "un uomo" come
      specifica erroneamente l'autore dell'articolo, ma
      con un paio di ragazzini di 16 e 17 anni. Cosa
      che, mi sembra di ricordare, è reato anche
      adesso.
      Ciao a tutti.
      parenteForse ti confondi con qualche noto personaggio della politica Italiana: Arnold Murray ne aveva 19[1]. Comunque anche se fosse stata pedofilia, quello che Turing ha subito è stato disumano. [1]http://en.wikipedia.org/wiki/Alan_Turing
      • PARENTE scrive:
        Re: precisazione
        Prendo atto della tua precisazione riservandomi di approfondirla. In quanto alla tua osservazione in merito al fatto che se si fosse trattato di pedofilia ha pur sempre subito un trattamento disumano vorrei solo osservare che in riferimento alla pedofilia nemmeno oggi ci sono leggi adeguate a proteggere i bambini da questi pervertiti. Probabilmente tu non hai figli piccoli.parente
        • gdb scrive:
          Re: precisazione
          Tanto pignoleggiare, legalmente avere rapporti con minorenni è (o dovrebbe essere) pedofilia punto e basta, moralmente avere rapporti con una persona di 17 anni o con una di 10, a me sembra che faccia una notevole differenza, come dovrebbe farla se è stato un rapporto consensuale o una violenza ... dovrebbe farlo, sempre secondo me, specialmente per chi ha figli.
      • gdb scrive:
        Re: precisazione
        No calma, la pedofilia è da condannare senza mezzi termini.Comunque se la persona o le persone coinvolte con alan touring fossero state donne è molto molto probabile che nessuno avrebbe avuto niente da contestare, e anche oggi probabilmente lo stesso, e credo anche per molti di quelli contrari alla richiesta contenuta nella petizione.
    • Josafat scrive:
      Re: precisazione
      A dire il vero, l'età del consenso è inferiore... dunque non c'è nulla di illegale.
      • Andrea Del Bene scrive:
        Re: precisazione
        - Scritto da: Josafat
        A dire il vero, l'età del consenso è inferiore...
        dunque non c'è nulla di
        illegale.E poi leggendo su wikipidia si parla di un solo ragazzo, Arnold Murray di 19 anni che poi ha aiutato un suo amico ad entrare in casa di Turing per rubare, quindi il governo inglese è stato doppiamente ingiustohttp://en.wikipedia.org/wiki/Alan_Turing
        • panda rossa scrive:
          Re: precisazione
          - Scritto da: Andrea Del Bene
          - Scritto da: Josafat

          A dire il vero, l'età del consenso è
          inferiore...

          dunque non c'è nulla di

          illegale.

          E poi leggendo su wikipidia si parla di un solo
          ragazzo, Arnold Murray di 19 anni che poi ha
          aiutato un suo amico ad entrare in casa di Turing
          per rubare, quindi il governo inglese è stato
          doppiamente
          ingiusto

          http://en.wikipedia.org/wiki/Alan_TuringQuindi siccome wikipedia dice, allora e' cosi'...C'e' una fonte?C'e' un riferimento agli atti processuali?Attenzione, che wikipedia e' ottima per tutte le informazioni verificabili, ma non lo e' affatto per quelle non verificabili, con elevato contenuto di opinione, o di parte.
  • Marcello Romani scrive:
    peccato non poter firmare...
    ...se non si è cittadini britannici.
    • funka_user scrive:
      Re: peccato non poter firmare...
      - Scritto da: Marcello Romani
      ...se non si è cittadini britannici.ah.grazie.
    • Rude scrive:
      Re: peccato non poter firmare...
      Ho letto anch'io, un vero peccato. Posso capire il contesto, ma una bella petizione mondiale a favore di questo scienziato ci starebbe bene. Ammettere di aver sbagliato in passato è un modo per dire che in futuro non commetterò più lo stesso errore (forse).Rude
  • Federico Cappelli scrive:
    Bellissimo!
    Da informatico non posso che essere d'accordo! nessuno al di fuori degli addetti ai lavori conosce l'importanza ESTREMA del lavoro di questo scienziato.
  • Eretico scrive:
    Mi sembra il minimo...
    " Graham-Cumming ha anche scritto alla Regina per chiedere che il matematico sia fatto cavaliere postumo. "Mi sembra il minimo che si possa fare per una persona del calibro di Alan Turing e per quello che ha vergognosamente subito. Uno schifo. Ma la raccolta di firme non dovrebbe riguardare solo UK, ma tutto il mondo che ha beneficiato del suo genio. Senza di lui, ed altri, molto probabilemte saremmo qui a marciare (o marcire) a passo d'oca.
    • panda rossa scrive:
      Re: Mi sembra il minimo...
      - Scritto da: Eretico
      " Graham-Cumming ha anche scritto alla Regina
      per chiedere che il matematico sia fatto
      cavaliere
      postumo. "

      Mi sembra il minimo che si possa fare per una
      persona del calibro di Alan Turing e per quello
      che ha vergognosamente subito. Uno schifo.Non e' stato il primo ne' ne sara' l'ultimo delle vittime dei costumi del suo tempo.Troppo facile giudicare col metro di oggi la morale di 50 anni fa.Vuoi un elenco di fatti e persone che oggi sono unanimamente accettate se non addirittura apprezzate, mentre non lo erano 50 anni fa, 100 anni fa, e indietro di questo passo?Ah, vale anche il viceversa: ci sono fatti e persone, accettati ed ammirati nella loro epoca, che nella nostra invece li rinchiuderebbero buttando via la chiave.E allora che cosa vogliamo fare per questi? Revocare le onorificenze ricevute all'epoca?Il Turing matematico e pioniere dell'informatica deve essere materia di insegnamento in tutte le scuole.Il Turing uomo, resti dov'e'. Ognuno si faccia la sua idea privatamente, ma non si permetta di rivangare la storia: sarebbe un esercizio pericolosissimo, magari non per il caso in questione, ma per tantissimi altri che aspettano solo che qualcuno sposti il coperchio del pentolone.
      • alvamatik scrive:
        Re: Mi sembra il minimo...

        Troppo facile giudicare col metro di oggi la morale
        di 50 anni fa.Il problema è che già 50 anni fa quel che ha fatto il governobritannico era vergognoso: arrestare un omosessuale solo perchéomosessuale!
        • mura scrive:
          Re: Mi sembra il minimo...
          - Scritto da: alvamatik

          Troppo facile giudicare col metro di oggi la
          morale

          di 50 anni fa.

          Il problema è che già 50 anni fa quel che ha
          fatto il
          governo
          britannico era vergognoso: arrestare un
          omosessuale solo
          perché
          omosessuale!Beh per la mentalità del governo britannico dell'epoca no, e non sono sicuro che tutt'ora sia cambiata del tutto la mentalità.In ogni caso quoto in pieno Panda Rossa soprattutto l'ultima parte, se questa cosa passasse sarebbe un pericoloso precedente imho.
          • Pulce e Poiana scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: mura
            Beh per la mentalità del governo britannico
            dell'epoca no, e non sono sicuro che tutt'ora sia
            cambiata del tutto la
            mentalità.neanche quella di molti italiani di oggi...
          • Josafat scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            Dunque, ora non dovremmo deplorare l'opera di Mussolini perché all'epoca la morale era diversa? Oh, guarda che Turing non viveva nell'anno 1000, ma giusto 50 anni fa!
          • panda rossa scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: Josafat
            Dunque, ora non dovremmo deplorare l'opera di
            Mussolini perché all'epoca la morale era diversa?Che c'entra Mussolini con la morale adesso?Nessuno sta cercando di riabilitare Mussolini (o meglio, magari qualcuno c'e', e ci saranno anche delle petizioni, ma che c'entra col caso in questione?)
            Oh, guarda che Turing non viveva nell'anno 1000,
            ma giusto 50 anni fa!E quindi quand'e' il limite temporale per cui dopo tale data possiamo riabilitare e prima no?50 anni fa si puo' riabilitare, 1000 anni fa no.Per i fatti di 200 anni fa come ci comportiamo?
      • Eretico scrive:
        Re: Mi sembra il minimo...
        Non sono per nulla d'accordo.Allora se uno è stato accusato e condannato per un reato che non ha commesso o che ha commesso, ma oggi non è più considerato tale non ha più diritto di essere riabilitato, ma scherziamo ?
        • panda rossa scrive:
          Re: Mi sembra il minimo...
          - Scritto da: Eretico
          Non sono per nulla d'accordo.
          Allora se uno è stato accusato e condannato per
          un reato che non ha commesso o che ha commesso,
          ma oggi non è più considerato tale non ha più
          diritto di essere riabilitato, ma scherziamo
          ?Se uno sta scontando una condanna per un reato che nel frattempo viene depenalizzato, in Italia viene rimesso in liberta' perche' il fatto non costituisce piu' reato.Altrove non so.Tuttavia non vale il viceversa, ovvero se una legge stabilisce che qualcosa e' reato, questo vale a partire dalla pubblicazione sulla G.U.I fatti commessi prima non vengono considerati.E gia' questa e' una leggera asimmetria, ma fa niente.Aggiungo che non e' solo il tempo a far cambiare la considerazione di taluni comportamenti ma anche il luogo.Ci sono luoghi del mondo in questo tempo, in cui la poligamia e' ammessa (quando non addirittura incentivata), mentre e' reato condannabile con frustate sulla pubblica piazza il bere una birra al pub.Cronaca dell'alXXXXXri, mica di 50 anni fa.Questo ti disgusta?Vuoi dunque imporre al mondo intero la tua legge e la tua morale?Quindi, o sei coerente e vai nei luoghi dei fatti da me citati (3/4 ore di volo) a dire "ma stiamo scherzando?" a quei tribunali li', oppure non vai a dirlo neppure nell'Inghilterra di 50 anni fa.
          • Badger Badger scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: panda rossa

            Quindi, o sei coerente e vai nei luoghi dei fatti
            da me citati (3/4 ore di volo) a dire "ma stiamo
            scherzando?" a quei tribunali li', oppure non vai
            a dirlo neppure nell'Inghilterra di 50 anni
            fa.E' molto più facile chiedere scusa per fatti di 50 anni fa.Ciò dimostra che queste sono operazioni di pura ipocrisia e facciata per lavarsi la coscienza oggi e fare bella figura coi contemporanei.Come quando una certa istituzione chiede scusa per roghi e processi avvenuti 500 anni fa... eeh, facile, troppo facile!
          • Puntoit scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            Non sono completamente d'accordo: credo che questo genere di iniziative servano piuttosto a chi vive OGGI per non commettere gli stessi errori del passato. Ci sono ancora TROPPI pregiudizi verso gli omosessuali, e forse non e' improprio che la societa' ammetta le proprie colpe pubblicamente. Per non rischiare di perderci un altro Turing magari arrivato in un gommone...
          • Badger Badger scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: Puntoit
            Non sono completamente d'accordo: credo che
            questo genere di iniziative servano piuttosto a
            chi vive OGGI per non commettere gli stessi
            errori del passato.

            Ci sono ancora TROPPI pregiudizi verso gli
            omosessuali, e forse non e' improprio che la
            societa' ammetta le proprie colpe pubblicamente.
            Per non rischiare di perderci un altro Turing
            magari arrivato in un
            gommone...Il Turing che arriva sul gommone ce lo perdiamo già adesso, PROPRIO perché ci facciamo infinocchiare dai governi che mettono su operazioni di facciata per salvarsi la coscienza, e intanto fare le peggio XXXXXte dietro le quinte ma neanche tanto dietro.Io, governo, chiedo scusa per il colonialismo, per Turing, per l'olocausto, per schifezze fatte da persone ormai stramorte centinaia d'anni fa. Visto come sono bravo bello democratico? E intanto mando la gente sui barconi a crepare, mando i miei soldati ad ammazzare in giro per il mondo, tengo dei "centri di immigrazione" che sono praticamente dei lager in cui trattengo per mesi gente senza alcuna accusa formale, e faccio una politica di XXXXX nei paesi del terzo mondo.Però ho chiesto scusa per fatti avvenuti 500 anni fa. Quindi sono buono.Eh, no, troppo facile...E' come se il tuo vicino tutto sorridente e untuoso, e di fronte all'intero quartiere per far più bella figura, ti chiedesse scusa perché suo bisnonno ha rotto una gamba al tuo prozio acquisito, ma intanto di notte ti viene a XXXXXXX le pesche in giardino e ad avvelenare il gatto, e se tu provi ad accusarlo lui risponde: "Ma come? Ti ho anche chiesto scusa per quei fatti del lontano passato! Che ingrato, che sei!!".
          • The_GEZ scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            Ciao Badger Badger !
            Però ho chiesto scusa per fatti avvenuti 500 anni
            fa. Quindi sono
            buono.
            Eh, no, troppo facile...Continuo a non capire il tuo ragionamento, o meglio lo capisco, e non ci vedo nessuna logica ...Il tuo discorso è del tipo : "Siccome i governi di oggi ne fanno di cotte e di crude non bisogna riabilitare chi è stato ingiustamente coperto di infamia perchè "FORSE, ma dico FORSE un ragionamento un pelino più sensato sarebbe : "Ok è giusto e sacrosanto riabilitare chi è stato ingiustamente coperto di infamia, ma non lasciamo che questo ci distragga dal criticate e condannare le ingiustizie ed i soprusi che vengono perpetrati oggi"
          • Eretico scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: The_GEZ
            FORSE, ma dico FORSE un ragionamento un pelino
            più sensato sarebbe : "Ok è giusto e sacrosanto
            riabilitare chi è stato ingiustamente coperto di
            infamia, ma non lasciamo che questo ci distragga
            dal criticate e condannare le ingiustizie ed i
            soprusi che vengono perpetrati oggi"Bravo !!! Togli pure il "FORSE" !
          • Badger Badger scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: The_GEZ
            Ciao Badger Badger !


            Però ho chiesto scusa per fatti avvenuti 500
            anni

            fa. Quindi sono

            buono.

            Eh, no, troppo facile...

            Continuo a non capire il tuo ragionamento, o
            meglio lo capisco, e non ci vedo nessuna logica
            ...
            Il tuo discorso è del tipo : "Siccome i governi
            di oggi ne fanno di cotte e di crude non bisogna
            riabilitare chi è stato ingiustamente coperto di
            infamia perchè
            "No, è: "I governi di oggi riabilitano chi è stato ingiustamente coperto d'infamia (cosa che non costa nulla) per poi avere l'alibi per farne di cotte e di crude".
            FORSE, ma dico FORSE un ragionamento un pelino
            più sensato sarebbe : "Ok è giusto e sacrosanto
            riabilitare chi è stato ingiustamente coperto di
            infamia, ma non lasciamo che questo ci distragga
            dal criticate e condannare le ingiustizie ed i
            soprusi che vengono perpetrati
            oggi"Evidentemente la maggior parte della gente si fa distrarre da queste operazioni di facciata, altrimenti non governi che fanno assai XXXXXte non vi ricorrerebbero.Mai sentito parlare di propaganda?Mai letto 1984, dove il ministero che fa la guerra si chiama "Ministero della Pace", e quello che tortura si chiama "Ministero dell'Amore"?Evidentemente a molta gente basta la parola per credere che le cose stiano così.Basta che un governo si chiami "democratico" per crederci, o che un partito si chiami "della libertà" per credere che voglia la libertà.O basta che una chiesa chieda scusa per fatti di 500 anni fa per sentirsi la coscienza a posto.Contenti voi.
          • Eretico scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: Badger Badger
            - Scritto da: The_GEZ

            Ciao Badger Badger !




            Però ho chiesto scusa per fatti avvenuti 500

            anni


            fa. Quindi sono


            buono.


            Eh, no, troppo facile...



            Continuo a non capire il tuo ragionamento, o

            meglio lo capisco, e non ci vedo nessuna logica

            ...

            Il tuo discorso è del tipo : "Siccome i governi

            di oggi ne fanno di cotte e di crude non bisogna

            riabilitare chi è stato ingiustamente coperto di

            infamia perchè facile

            "

            No, è: "I governi di oggi riabilitano chi è stato
            ingiustamente coperto d'infamia (cosa che non
            costa nulla) per poi avere l'alibi per farne di
            cotte e di crude".Peccato che non è un'idea del governo, ma di un cittadino supportato da moltissimi altri.

            FORSE, ma dico FORSE un ragionamento un pelino

            più sensato sarebbe : "Ok è giusto e sacrosanto

            riabilitare chi è stato ingiustamente coperto di

            infamia, ma non lasciamo che questo ci distragga

            dal criticate e condannare le ingiustizie ed i

            soprusi che vengono perpetrati

            oggi"

            Evidentemente la maggior parte della gente si fa
            distrarre da queste operazioni di facciata,
            altrimenti non governi che fanno assai XXXXXte
            non vi ricorrerebbero.Leggi sopra. Non è un'operazione di facciata decisa dal governo, ma una richiesta di liberi cittadini. Vedo che la cosa continua a sfuggirti.
            Mai sentito parlare di propaganda?
            Mai letto 1984, dove il ministero che fa la
            guerra si chiama "Ministero della Pace", e quello
            che tortura si chiama "Ministero
            dell'Amore"?
            Evidentemente a molta gente basta la parola per
            credere che le cose stiano
            così.
            Basta che un governo si chiami "democratico" per
            crederci, o che un partito si chiami "della
            libertà" per credere che voglia la
            libertà.
            O basta che una chiesa chieda scusa per fatti di
            500 anni fa per sentirsi la coscienza a
            posto.

            Contenti voi.Si. Io sono contento che qualcuno cerchi di riabilitari il nome di una persona illustre infangato ingiustamente. Non è che se passano i secoli un'ingiustizia cessa di essere tale.
          • panda rossa scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: Eretico

            Si. Io sono contento che qualcuno cerchi di
            riabilitari il nome di una persona illustre
            infangato ingiustamente. Infangato ingiustamente?A me non sembra ne' infangato ne' ingiustamente.C'era una legge, c'e' stato un regolare proXXXXX, una regolare sentenza, una regolare condanna.Non fu commessa alcuna ingiustizia all'epoca.
            Non è che se passano i
            secoli un'ingiustizia cessa di essere
            tale.Ingiustizia e' un proXXXXX sommario, con false accuse, con condanna gia' scritta, con prove fasulle...E di queste cose ne sono successe e di queste cose e' giusto mettere in evidenza gli sbagli del passato.Ma quando c'e' una legge che infrangi, e ti accusano, e affronti un regolare proXXXXX in cui vieni condannato, dov'e' l'ingiustizia?
          • Eretico scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Eretico



            Si. Io sono contento che qualcuno cerchi di

            riabilitari il nome di una persona illustre

            infangato ingiustamente.

            Infangato ingiustamente?
            A me non sembra ne' infangato ne' ingiustamente.
            C'era una legge, c'e' stato un regolare proXXXXX,
            una regolare sentenza, una regolare
            condanna.
            Non fu commessa alcuna ingiustizia all'epoca.


            Non è che se passano i

            secoli un'ingiustizia cessa di essere

            tale.

            Ingiustizia e' un proXXXXX sommario, con false
            accuse, con condanna gia' scritta, con prove
            fasulle...
            E di queste cose ne sono successe e di queste
            cose e' giusto mettere in evidenza gli sbagli del
            passato.

            Ma quando c'e' una legge che infrangi, e ti
            accusano, e affronti un regolare proXXXXX in cui
            vieni condannato, dov'e' l'ingiustizia?Ti do una notizia. A volte le leggi sono ingiuste (che è ben diverso dal concetto di legale e illegale) o si rivelano tali con il cambiare della società, dei suoi usi e costumi e quando ciò avviene chi ne ha subito le conseguenze dev'essere giustamente riabilitato.
          • panda rossa scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: Eretico

            Ti do una notizia. A volte le leggi sono ingiuste
            (che è ben diverso dal concetto di legale e
            illegale) o si rivelano tali con il cambiare
            della società, dei suoi usi e costumi e quando
            ciò avviene chi ne ha subito le conseguenze
            dev'essere giustamente
            riabilitato.E io ti do' un'altra notizia: chi decide che una legge sia giusta o ingiusta?In un paese democratico le leggi vengono scritte da parlamentari che vengono democraticamente eletti.Queste leggi esprimono generalmente il parere della maggioranza della popolazione, e nel corso degli anni, quando questi pareri cambiano, cambiano anche le leggi: vedi voto alle donne, maggiore eta', divorzio, aborto, fumo, patente a punti...C'e' gente che ha lottato per cambiare le cose, e cambiando le cose sono cambiati i costumi e le opinioni.Ma ogni accadimento e' sempre figlio del tempo e del luogo in cui accade.Ho citato in un'altra mia risposta il caso di quella giornalista condannata ad essere frustata per avere bevuto birra.Tu dici che e' ingiusto. Io dico che e' ingiusto.Ma la gente di quel posto, i giudici di quel posto, dicono che e' giusto.Noi pensiamo di avere ragione. Loro pensano di avere ragione.Che facciamo?Chi ha condannato Turing riteneva a buon diritto di avere ragione.Che facciamo?Lo sai perche' nel corso della storia, dall'uomo delle caverne ad oggi, non c'e' mai stata giustizia?Perche' la giustizia non e' una costante!Ogni tempo, ogni luogo, ogni persona, ha la propria giustizia, e tutto cio' che non rientra, viene considerato ingiusto.Tu dici che la condanna di Turing e' ingiusta applicando il tuo metro.Che e' diverso dal mio, che e' diverso da quello di ogni altra persona.Alcune cose coincidono, altre no.E allora ci atteniamo tutti a rispettare un metro nazionale: le leggi.Alcune di queste leggi ci sembrano comunque ingiuste se misurate col nostro metro.
          • Eretico scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: panda rossa....
            Alcune di queste leggi ci sembrano comunque
            ingiuste se misurate col nostro metro.Infatti. Perciò vanno o andrebbero modificate riabilitando chi ne ha subito ingiustamente le conseguenze. Vedo che abbiano trovato un punto d'incontro. Bravo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: Eretico
            - Scritto da: panda rossa
            ....

            Alcune di queste leggi ci sembrano comunque

            ingiuste se misurate col nostro metro.

            Infatti. Perciò vanno o andrebbero modificateE infatti nel corso della storia sono state modificate.Nell'Inghilterra di oggi quella circostanza non e' piu' reato.Altrove invece ancora lo e'.
            riabilitando chi ne ha subito ingiustamente le
            conseguenze. Arridaje con l'ingiustamente.Non c'e' nessun "ingiustamente"Sara' ingiusto per te, lo sara' per me.Non era ingiusto per quell'epoca, non lo e' oggi in alcuni paesi del medioriente.Abbiamo ragione noi? Hai questa presunzione?Io no.
            Vedo che abbiano trovato un punto d'incontro.
            Bravo.Non mi pare che lo abbiamo incontrato. Riproviamo?
          • Eretico scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Eretico

            - Scritto da: panda rossa

            ....


            Alcune di queste leggi ci sembrano comunque


            ingiuste se misurate col nostro metro.



            Infatti. Perciò vanno o andrebbero modificate

            E infatti nel corso della storia sono state
            modificate.
            Nell'Inghilterra di oggi quella circostanza non
            e' piu' reato.
            Altrove invece ancora lo e'.Appunto. Allora perchè non riabiliatare questa persona (In Inghilterra) ?Tu mi dirai "Perchè all'epoca era normale o giustificabile... bla bla bla.Ok all'epoca. Ma la richiesta la stanno facendo oggi. Oggi non è più cosi. L'hai detto tu no ? Non ci dovrebbero essere grossi problemi. Ti pare ?

            riabilitando chi ne ha subito ingiustamente le

            conseguenze.

            Arridaje con l'ingiustamente.
            Non c'e' nessun "ingiustamente"
            Sara' ingiusto per te, lo sara' per me.Ok. Tolgo la parola "ingiustamente". Va bene ? Riformulo la frase:"Perciò vanno o andrebbero modificate (Ok l'hanno modificata) riabilitando chi ne ha subito le conseguenze". Meglio cosi ?
            Non era ingiusto per quell'epoca, non lo e' oggi
            in alcuni paesi del medioriente.Si, ma lo è per me e per molti altri e comunque non è che quello che avviene in certi paesi sia giusto a meno di non volerla vedere dal punto di vista religioso-bigotto-troglodita.
            Abbiamo ragione noi? Hai questa presunzione?
            Io no.Io si. Almeno in questo caso.

            Vedo che abbiano trovato un punto d'incontro.

            Bravo.

            Non mi pare che lo abbiamo incontrato. Riproviamo?Quando vuoi. ;)P.S.Poi non riesco a capire questa tua presa di posizione. Ti stava sulle balle Turing. A scuola ti hanno fato una capa tanata ? Fammi capire.
          • panda rossa scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: Eretico

            Non mi pare che lo abbiamo incontrato.
            Riproviamo?

            Quando vuoi. ;)

            P.S.
            Poi non riesco a capire questa tua presa di
            posizione. Ti stava sulle balle Turing. A scuola
            ti hanno fato una capa tanata ? Fammi
            capire.Assolutamente, Turing non c'entra proprio, anzi: e' uno dei personaggi che piu' apprezzo e rispetto per quanto hanno fatto.Non sto discutendo Turing in quanto Turing, sto semplicemente approfittando del caso in questione per dire che non concordo con il voler andare a rivangare determinate situazioni solo perche' e' cambiato il metro di misura.Il caso in questione e' di una limpidezza e regolarita' incontestabili.C'era una legge. E' stata infranta. C'e' stato un regolare proXXXXX: avvocati, testimoni, accusa, difesa.Nessun abuso. Tutto a norma della legislazione vigente.Nessun favoritismo (che ci poteva anche stare in considerazione dell'opera di Turing).Perche' rivangare?Perche' oggi le cose sarebbero andate diversamente?Non e' neppure paragonabile al caso di Galileo.La Chiesa ha condannato Galileo sulla base di eresia perche' Galileo aveva visto cose che contraddicevano la Bibbia.La giustizia inglese ha condannato Turing perche' ha infranto una legge laica di uno stato laico e democratico.La giustizia inglese dovrebbe chiedere scusa?Non e' mica un errore giudiziario. Non e' mica stato condannato un innocente.Perche' dovrebbe chiedere scusa?E comunque, tornando all'uomo Turing, il suo comportamento nella vita privata forse aggiunge o toglie qualcosa al suo operato in campo scientifico? A me non pare proprio.Proprio per dirla alla Turing: come faccio io analizzando la sola opera di Turing a determinare se Turing sia uomo o macchina, uomo o donna, alto o basso, biondo o moro?Io vedo dei dati e da questi non posso risalire all'entita' che li ha generati.Quindi e' la teoria di Turing stesso a dirci che cio che ha fatto Turing privatamente non ha niente a che fare con le sue teorie.Quindi c'e' piu' di una ragione per non rivangare questa storia.
          • Eretico scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Eretico


            Non mi pare che lo abbiamo incontrato.

            Riproviamo?



            Quando vuoi. ;)



            P.S.

            Poi non riesco a capire questa tua presa di

            posizione. Ti stava sulle balle Turing. A scuola

            ti hanno fato una capa tanata ? Fammi

            capire.

            Assolutamente, Turing non c'entra proprio, anzi:
            e' uno dei personaggi che piu' apprezzo e
            rispetto per quanto hanno fatto.

            Non sto discutendo Turing in quanto Turing, sto
            semplicemente approfittando del caso in questione
            per dire che non concordo con il voler andare a
            rivangare determinate situazioni solo perche' e'
            cambiato il metro di misura.Ed invece, a mio parere e non solo mio a quanto pare, si deve.
            Il caso in questione e' di una limpidezza e
            regolarita' incontestabili.
            C'era una legge. E' stata infranta. C'e' stato un
            regolare proXXXXX: avvocati, testimoni, accusa,
            difesa. Nessun abuso. Tutto a norma della legislazione
            vigente. Nessun favoritismo (che ci poteva anche stare in
            considerazione dell'opera di Turing).
            Perche' rivangare?
            Perche' oggi le cose sarebbero andate diversamente?Certo. Oggi una cosa che ha subito Turing è semplicemente assurda.
            Non e' neppure paragonabile al caso di Galileo.

            La Chiesa ha condannato Galileo sulla base di
            eresia perche' Galileo aveva visto cose che
            contraddicevano la Bibbia.Perchè non è paragonabile ? Tutti e due hanno subito il peso di leggi assurde. Assurde oggi naturalmente ed è infatti oggi che si chiede la sua riabilitazione anche come uomo.
            La giustizia inglese ha condannato Turing perche'
            ha infranto una legge laica di uno stato laico e
            democratico.
            La giustizia inglese dovrebbe chiedere scusa?Oggi dovrebbe. Non vedo perchè no.
            Non e' mica un errore giudiziario.
            Non e' mica stato condannato un innocente.
            Perche' dovrebbe chiedere scusa?Perchè oggi le cose sono diverse. Perchè oggi quello che ha subito Turing sarebbe assurdo. In occidente ovviamente. Se poi andiamo a prendere paesi impestati dal fanatismo religioso allora le cose cambiano. Ma non è questo il caso.
            E comunque, tornando all'uomo Turing, il suo
            comportamento nella vita privata forse aggiunge o
            toglie qualcosa al suo operato in campo
            scientifico? A me non pare proprio.No. Però mi sembra una cosa dovuta e questo indipendentemente da ciò che ha fatto.
            Proprio per dirla alla Turing: come faccio io
            analizzando la sola opera di Turing a determinare
            se Turing sia uomo o macchina, uomo o donna, alto
            o basso, biondo o moro?
            Io vedo dei dati e da questi non posso risalire
            all'entita' che li ha generati.Ah no ?!! A te dell'uomo non importa nulla ? Mah ! Io di solito mi interesso sia delle opere che della personalità, dell'uomo con i suoi limiti, i suoi difetti e i suoi pregi. Forse l'aspetto umano è molto più interessante. Te lo fa diventare come una specie di amico. Impari a conoscerlo bene e questo ti fa apprezzare ancora di più le sue opere e te le fa capire appieno.
            Quindi e' la teoria di Turing stesso a dirci che
            cio che ha fatto Turing privatamente non ha
            niente a che fare con le sue teorie.Perchè no ? Chi te lo dice questo ? Per capire le opere di Beethoven, ad esempio, devi anche capire Beethoven l'uomo. Cosa pensava. Cosa provava. Solo cosi puoi cercare di avere una visione completa della persona e del personaggio.
            Quindi c'e' piu' di una ragione per non rivangare
            questa
            storia.Al contrario. C'è ne sono eccome !
          • panda rossa scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: Eretico

            Certo. Oggi una cosa che ha subito Turing è
            semplicemente
            assurda.Questo e' innegabile.Ma adesso rigiriamo la frittata dall'altro lato e consideriamo il seguente caso verosimile:Italia, anni '60.Lo stupro e' reato contro la morale.In caso di matrimonio riparatore (se la stuprata sposa lo stupratore) il reato di cui sopra scompare.Esiste l'attenuante del delitto d'onore, per cui alcuni omicidi sono tollerati.Questo e' il quadro legislativo.Questo e' il fatto:Un tizio stupra una ragazza, poi per evitare lo scandalo la famiglia la obbliga alle nozze, qualche mese dopo il marito, vedendola in compagnia del suo fidanzato di prima, ammazza lei e l'altro. Delitto d'onore.Oggi e' una cosa semplicemente assurda.Allora il tutto era perfettamente legale.Italia anni '60, non Afghanistan dei talebani.Oggi vuoi riabilitare Turing perche' oggi sarebbe assurdo quello che ha subito, e non vuoi screditare il protagonista della storiella di cui sopra (che spero tanto sia solo di fantasia, ma la possibilita' che sia accaduta non e' rara).Per questo non mi piace che si vadano a scoperchiare pentoloni.Non per Turing, ma per tutti gli altri.Non puoi riabilitarli tutti.Non puoi screditare chi oggi lo meriterebbe.Se tu volessi riabilitare il solo Turing, si potrebbe parlare di ingiustizia nei confronti di tutti quegli altri che hanno subito una sorte analoga, ma siccome non si chiamavano Turing, allora niente.

            Non e' neppure paragonabile al caso di Galileo.



            La Chiesa ha condannato Galileo sulla base di

            eresia perche' Galileo aveva visto cose che

            contraddicevano la Bibbia.

            Perchè non è paragonabile ? Tutti e due hanno
            subito il peso di leggi assurde. Assurde oggi
            naturalmente ed è infatti oggi che si chiede la
            sua riabilitazione anche come uomo.Sono leggi assurde in modo diverso.Quella di Turing e' una legge scritta dagli uomini di quel tempo e che Turing ha violato.Quella di Galileo e' una legge scritta da nessuno e che Galileo non ha neanche violato: Galileo ha detto quello che ha visto, che la Terra gira.

            La giustizia inglese ha condannato Turing
            perche'

            ha infranto una legge laica di uno stato laico e

            democratico.

            La giustizia inglese dovrebbe chiedere scusa?

            Oggi dovrebbe. Non vedo perchè no.Perche' la storia intera e' piena di leggi scritte, riscritte, cambiate, modificate, cancellate. Iter processuali diversi, inaccettabili oggi, presunzioni di colpevolezza, confessioni estorte con la tortura.Impossibile chiedere scusa caso per caso. Inutile chiedere scusa per tutto genericamente. Quelle erano le regole del gioco.

            E comunque, tornando all'uomo Turing, il suo

            comportamento nella vita privata forse aggiunge
            o

            toglie qualcosa al suo operato in campo

            scientifico? A me non pare proprio.

            No. Però mi sembra una cosa dovuta e questo
            indipendentemente da ciò che ha
            fatto.E allora perche' solo Turing e non per esempio il signor nessuno John Smith colpevole dello stesso crimine e condannato alla stessa punizione?Vuoi che venga riabilitato Turing solo perche' Turing e' stato Turing?O se dici che e' indipendente dal suo operato, dovresti riabilitare anche John Smith.
            Ah no ?!! A te dell'uomo non importa nulla ? Mah
            ! Io di solito mi interesso sia delle opere che
            della personalità, dell'uomo con i suoi limiti, i
            suoi difetti e i suoi pregi. Forse l'aspetto
            umano è molto più interessante. Te lo fa
            diventare come una specie di amico. Impari a
            conoscerlo bene e questo ti fa apprezzare ancora
            di più le sue opere e te le fa capire
            appieno.La vita e' fatta di scelte.Io non ho avuto il tempo di studiare l'uomo: ho studiato solo l'opera.Di Turing come di altri.Ammetto che di molti conosco le opere ma non l'uomo.Parlando senza ipocrisia posso affermare che spesso dell'uomo neanche mi interessa. A me interessano le opere, le idee.E questo vale per Turing, per Mozart, per Ghandi, per Vittorio de Sica, per mille personaggi che nella loro vita hanno fatto qualcosa che merita di venire ricordato o studiato.Quello che hanno fatto nella loro camera da letto non mi interessa.

            Quindi e' la teoria di Turing stesso a dirci che

            cio che ha fatto Turing privatamente non ha

            niente a che fare con le sue teorie.

            Perchè no ? Chi te lo dice questo ? Per capire le
            opere di Beethoven, ad esempio, devi anche capire
            Beethoven l'uomo. Cosa pensava. Cosa provava.
            Solo cosi puoi cercare di avere una visione
            completa della persona e del
            personaggio.Quindi smettiamo di andare al cinema, smettiamo di ascoltare musica, smettiamo di leggere libri, se la condizione per poterlo fare e' studiare prima la vita privata di scrittori, musicisti e registi?

            Quindi c'e' piu' di una ragione per non
            rivangare

            questa
            storia.

            Al contrario. C'è ne sono eccome !Bernard Madoff, banchiere e finanziere americano, accusato di una delle piu' grandi frodi finanziarie della storia e' in carcere in attesa di proXXXXX.Si e' ammalato di cancro.Morira' in carcere di cancro.In Italia quello che ha commesso non e' reato: e' stato depenalizzato, e poi c'e' l'indulto, etc etc...Vogliamo aprire una bella mozione per chiederne la riabilitazione?Magari non oggi. Tra cinquant'anni...
          • skyeye scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: panda rossa
            Sono leggi assurde in modo diverso.
            Quella di Turing e' una legge scritta dagli
            uomini di quel tempo e che Turing ha
            violato.
            Quella di Galileo e' una legge scritta da nessuno
            e che Galileo non ha neanche violato: Galileo ha
            detto quello che ha visto, che la Terra
            gira.
            Quanta confusione mentale.. Quale non-legge avrebbe non-violato Galileo?
          • panda rossa scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: skyeye
            - Scritto da: panda rossa


            Sono leggi assurde in modo diverso.

            Quella di Turing e' una legge scritta dagli

            uomini di quel tempo e che Turing ha

            violato.

            Quella di Galileo e' una legge scritta da
            nessuno

            e che Galileo non ha neanche violato: Galileo ha

            detto quello che ha visto, che la Terra

            gira.



            Quanta confusione mentale.. Quale non-legge
            avrebbe non-violato
            Galileo? "Accusato di voler sovvertire la filosofia naturale aristotelica e le Sacre Scritture, Galileo fu per questo condannato come eretico dalla Chiesa cattolica e costretto, il 22 giugno 1633, all'abiura delle sue concezioni astronomiche, nonché a trascorrere il resto della sua vita in isolamento." Rif: http://it.wikipedia.org/wiki/Galileo_Galilei
          • skyeye scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: panda rossa
            "Accusato di voler sovvertire la filosofia
            naturale aristotelica e le Sacre Scritture,
            Galileo fu per questo condannato come eretico
            dalla Chiesa cattolica e costretto, il 22 giugno
            1633, all'abiura delle sue concezioni
            astronomiche, nonché a trascorrere il resto della
            sua vita in
            isolamento."
            Rif: http://it.wikipedia.org/wiki/Galileo_GalileiLo vedi che ti contraddici tu stesso: la legge c'era (se scrivi cose contrarie alla bibbia sei un eretico) e Galileo l'ha violata (ha scritto contro la dottrina tolemaica).Quindi il caso Galileo e' uguale a quello di Turing e guarda caso la chiesa si e' dispiaciuta pubblicamente per quel proXXXXX 400 anni dopo.Arrampicarsi sugli specchi come stai facendo dimostra solamente quanto tu sia omofobico
          • Eretico scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: panda rossa...
            Quella di Galileo e' una legge scritta da nessuno
            e che Galileo non ha neanche violato: Galileo ha
            detto quello che ha visto, che la Terra gira.Ti sbagli. Ha violato le leggi Tolemaiche della sacra chiesa.E la chiesa, all'epoca, era un super potenza e deteneva anche il potere temporale. Di vita e di morte.
            Perche' la storia intera e' piena di leggi
            scritte, riscritte, cambiate, modificate,
            cancellate. Iter processuali diversi,
            inaccettabili oggi, presunzioni di colpevolezza,
            confessioni estorte con la tortura.E allora ?
            Impossibile chiedere scusa caso per caso. Perchè no ?
            Inutile chiedere scusa per tutto genericamente. Quelle
            erano le regole del gioco.Oggi le regole sono cambiate. Quindi anche il gioco cambia.
            E allora perche' solo Turing e non per esempio il
            signor nessuno John Smith colpevole dello stesso
            crimine e condannato alla stessa punizione?E chi ha mai detto che i vari John Smith che hanno subito quello che ha subito Turing non possano essere riabilitati. Io non l'ho mai detto. E se conoscessi tutti i nomi dei John Smith chiederei la loro riabilitazione.
            non Vuoi che venga riabilitato Turing solo perche'
            Turing e' stato Turing?Mai detto. Chiaro. Turing è più conosciuto. Lui fa da breccia. Lui sarebbe il precedente per tutti gli altri.
            O se dici che e' indipendente dal suo operato,
            dovresti riabilitare anche John Smith.Chiaro.
            La vita e' fatta di scelte.
            Io non ho avuto il tempo di studiare l'uomo: ho
            studiato solo l'opera.Male.
            Di Turing come di altri.
            Ammetto che di molti conosco le opere ma non
            l'uomo.Ri-Male.
            Parlando senza ipocrisia posso affermare che
            spesso dell'uomo neanche mi interessa. A me
            interessano le opere, le idee.Le opere e le idee sono frutto dell'io uomo. Non lo sapevi.Se conosci le sue opere e le sue idee, ma non il suo modo di pensare conosci le cose a metà.
            E questo vale per Turing, per Mozart, per Ghandi,
            per Vittorio de Sica, per mille personaggi che
            nella loro vita hanno fatto qualcosa che merita
            di venire ricordato o studiato.Infatti.
            Quello che hanno fatto nella loro camera da letto
            non mi interessa.Chi ha parlato di camera da letto. Perchè tu pensi che conoscere l'uomo significa solo sapere cosa fa a letto ? Complimenti.
            Quindi smettiamo di andare al cinema, smettiamo
            di ascoltare musica, smettiamo di leggere libri,Perchè ?
            se la condizione per poterlo fare e' studiare
            prima la vita privata di scrittori, musicisti e
            registi? Ma chi ha mai detto che lo devi studiare prima. Puoi farlo anche dopo o durante. Non ho capito. Se le idee e le opere di una persona ti affascinano, non ho capito perchè non puoi approfondire la conoscenza su chi era veramente quetsa persona. L'uomo che ha partorito queste idee e queste opere. Mah !
            Bernard Madoff, banchiere e finanziere americano,
            accusato di una delle piu' grandi frodi
            finanziarie della storia e' in carcere in attesa
            di proXXXXX.
            Si e' ammalato di cancro.
            Morira' in carcere di cancro.E allora ?
            In Italia quello che ha commesso non e' reato: e'
            stato depenalizzato, e poi c'e' l'indulto, etc
            etc...E ri-allora ?
            Vogliamo aprire una bella mozione per chiederne
            la riabilitazione?
            Magari non oggi. Tra cinquant'anni...Fallo. Chi e lo vieta. Certo che fai dei paragoni che sono il massimo...
          • panda rossa scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: Eretico
            - Scritto da: panda rossa
            ...

            Quella di Galileo e' una legge scritta da
            nessuno

            e che Galileo non ha neanche violato: Galileo ha

            detto quello che ha visto, che la Terra gira.

            Ti sbagli. Ha violato le leggi Tolemaiche della
            sacra
            chiesa.
            E la chiesa, all'epoca, era un super potenza e
            deteneva anche il potere temporale. Di vita e di
            morte.Non sono leggi, quelle, sono verita' (o almeno ritenute tali).Le leggi sono qualcosa del tipo "Non rubare" con eventualmente una pena in caso di violazione."Il sole gira intorno alla terra" non e' mica una legge.Come faresti a violarla?

            E allora perche' solo Turing e non per esempio
            il

            signor nessuno John Smith colpevole dello stesso

            crimine e condannato alla stessa punizione?

            E chi ha mai detto che i vari John Smith che
            hanno subito quello che ha subito Turing non
            possano essere riabilitati. Io non l'ho mai
            detto. E se conoscessi tutti i nomi dei John
            Smith chiederei la loro
            riabilitazione.Rifaresti tutti i processi uno per uno?Perche' quello devi fare, non basta prendere tutti i condannati per "oltraggio al pudore" e riabilitarli a occhi chiusi.Bisogna entrare nel merito caso per caso, altrimenti compiresti un atto di giustizia sommaria.

            non Vuoi che venga riabilitato Turing solo
            perche'

            Turing e' stato Turing?

            Mai detto. Chiaro. Turing è più conosciuto. Lui
            fa da breccia. Lui sarebbe il precedente per
            tutti gli
            altri.Dovresti accertarti se abbia un senso quello che vuoi fare.Se saltasse fuori di peggio nei suoi confronti, diventerebbe un precedente negativo.

            La vita e' fatta di scelte.

            Io non ho avuto il tempo di studiare l'uomo: ho

            studiato solo l'opera.

            Male.Lo so, ma l'opera mi arricchisce, l'uomo mica detto.E il tempo e' quello che e', non si puo' imparare tutto e bisogna selezionare la propria cultura.La vita e' fatta di scelte, ripeto.

            Di Turing come di altri.

            Ammetto che di molti conosco le opere ma non

            l'uomo.

            Ri-Male.E quindi che facciamo? Qui c'e' gente che ritiene inutile studiare i comandi di sistema di un computer, e tu mi vieni a rimarcare che non ho studiato l'uomo Turing?Me lo segno tra le cose da fare. Ma c'e' una bella lista prima...

            Parlando senza ipocrisia posso affermare che

            spesso dell'uomo neanche mi interessa. A me

            interessano le opere, le idee.

            Le opere e le idee sono frutto dell'io uomo. Non
            lo sapevi.
            Se conosci le sue opere e le sue idee, ma non il
            suo modo di pensare conosci le cose a
            metà.Ci sono stati personaggi che sono cambiati nella loro vita (prendi per esempio una conversione), e che hanno fatto cose prima e dopo il cambiamento. E quindi hanno cambiato modo di pensare.E quindi non se ne esce.O scegli la vita di un uomo e studi quella, o ti limiti alle sue opere e te le fai bastare.Non sto dicendo che non bisogna studiare l'uomo Turing, sto dicendo che io non l'ho fatto. E se vuoi aggiungo che non lo faro'.Ma non perche' io abbia qualcosa contro Turing, ma semplicemente perche' non ho tempo, non ho voglia, non mi serve. Senza peli sulla lingua.

            Quello che hanno fatto nella loro camera da
            letto

            non mi interessa.

            Chi ha parlato di camera da letto. Perchè tu
            pensi che conoscere l'uomo significa solo sapere
            cosa fa a letto ?
            Complimenti.No, non intendevo questo, intendevo la questione di Turing, che e' quella di cui stiamo discutendo.s/camera da letto/tempo liberova meglio?

            Quindi smettiamo di andare al cinema, smettiamo

            di ascoltare musica, smettiamo di leggere libri,

            Perchè ?Perche' hai detto che per conoscere le opere bisogna conoscere l'uomo, e quindi per andare al cinema bisogna conoscere il regista, per ascoltare la musica bisogna conoscere il compositore, per leggere un libro bisogna conoscere l'autore.Secondo me si puo' benissimo apprezzare un'opera senza neppure sapere chi l'ha fatta.

            se la condizione per poterlo fare e' studiare

            prima la vita privata di scrittori, musicisti e

            registi?

            Ma chi ha mai detto che lo devi studiare prima.
            Puoi farlo anche dopo o durante. Non ho capito.
            Se le idee e le opere di una persona ti
            affascinano, non ho capito perchè non puoi
            approfondire la conoscenza su chi era veramente
            quetsa persona. Mancanza di tempo/voglia/mezzi

            Bernard Madoff, banchiere e finanziere
            americano,

            accusato di una delle piu' grandi frodi

            finanziarie della storia e' in carcere in attesa

            di proXXXXX.

            Si e' ammalato di cancro.

            Morira' in carcere di cancro.

            E allora ?


            In Italia quello che ha commesso non e' reato:
            e'

            stato depenalizzato, e poi c'e' l'indulto, etc

            etc...

            E ri-allora ?


            Vogliamo aprire una bella mozione per chiederne

            la riabilitazione?

            Magari non oggi. Tra cinquant'anni...

            Fallo. Chi e lo vieta. Certo che fai dei paragoni
            che sono il
            massimo...Perche'? Ho preso una persona, accusata di qualcosa di brutto, che non ovunque e' considerato reato, che magari si impicchera' in carcere.Niente di diverso da quanto e' sucXXXXX a Turing.Che paragone avrei dovuto prendere?
          • skyeye scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: panda rossa
            Non sono leggi, quelle, sono verita' (o almeno
            ritenute
            tali).
            Le leggi sono qualcosa del tipo "Non rubare" con
            eventualmente una pena in caso di
            violazione.
            "Il sole gira intorno alla terra" non e' mica una
            legge.
            Come faresti a violarla?Infatti Galileo non e' stato mica processato perche' "Il sole gira intorno alla terra" bensi' perche' HA SCRITTO che "Il sole gira intorno alla terra" e quindi incolpato di eresia (legge scritta dalla chiesa che a quei tempi aveva anche una funzione legislativa e giudiziaria come tuttora accade nel mondo islamico).Da una parte dici di non fidarsi di wikipedia, da un altra la usi come citazione ma dai proprio l'idea di non leggerla proprio e sparare a caso.
          • gdb scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            Credo che non hai afferrato il punto del contendere, se c'è qualcuno che è conforme alle tue idee o ti è amico allora è giusto rivalutarlo, invece se si scontra con quello in cui credi o ti è nemico allora ogni scusa, ogni ragionamento con forte rumore di scivolamento sugli specchi è valido perché venga evitata di ripristinare il buon nome di una persona e di dichiarare la propria vergogna per quello che gli è stato fatto.Tanto per fare un esempio se si valutasse tutto con il metro delle leggi del tempo praticamente tutte le religioni risulterebbero fondate da criminali, terroristi, e tutte le varie persecuzioni che hanno subito ai loro tempi.Ah si ma certo, è giusto cosi, non è la stesso cosa, quelli erano grandi uomini o dei, alan touring solo un vizioso.
          • Eretico scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            Hemmm... si certo.
          • gdb scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            Segui i detti non discutere mai con gli stupidi e dai sempre ragione ai pazzi?( :) )
          • Eretico scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            Sempre ! :D
          • The_GEZ scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            Ciao panda rossa !
            Infangato ingiustamente?
            A me non sembra ne' infangato ne' ingiustamente.
            C'era una legge, c'e' stato un regolare proXXXXX,
            una regolare sentenza, una regolare
            condanna.
            Non fu commessa alcuna ingiustizia all'epoca.Quindi Norimberga fu un sopruso.I nazisti non commisero nulla che non andava.Ricordiamo che la ghettizzazione e la deprtazione degli ebrei erando dovute alla promulagzioni delle "leggi razziali" ma sempre di leggi si trattava e la Germania era un pese sovrano quindi i Nazisti non fecero assolutemnte nulla di illegale.
          • panda rossa scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: The_GEZ
            Ciao panda rossa !


            Infangato ingiustamente?

            A me non sembra ne' infangato ne' ingiustamente.

            C'era una legge, c'e' stato un regolare
            proXXXXX,

            una regolare sentenza, una regolare

            condanna.

            Non fu commessa alcuna ingiustizia all'epoca.

            Quindi Norimberga fu un sopruso.
            I nazisti non commisero nulla che non andava.
            Ricordiamo che la ghettizzazione e la deprtazione
            degli ebrei erando dovute alla promulagzioni
            delle "leggi razziali" ma sempre di leggi si
            trattava e la Germania era un pese sovrano quindi
            i Nazisti non fecero assolutemnte nulla di
            illegale.In base a quale legge?Affrontando la domanda in modo freddo e distaccato ti rispondo che in base alla legge nazista non hanno fatto niente di illegale, tanto che crimini analoghi sono avvenuti anche successivamete durante altre dittature (argentina, cina, curdi) ma trattandosi di questioni interne nessuno e' mai intervenuto.Norimberga non fu un sopruso, fu un proXXXXX di guerra, celebrato quando il nazismo e' caduto. Altre leggi sovrannazionali sono subentrate a giudicare quei fatti, non le leggi naziste.Se poi aggiungiamo la sempre valida considerazione che dopo una guerra, chi vince ha sempre ragione e chi perde sempre torto ecco perche' c'e' stato un proXXXXX a Norimberga.Se la Germania non avessero perso la guerra o se non l'avesse mai dichiarata, avrebbe potuto continuare a sterminare ebrei, e il giorno che se ne sarebbero accorti da fuori, avrebbero dovuto fare piu' o meno quello che e' stato fatto in iraq: invadere la germania per porre fine all'olocausto, o fare quello che e' stato fatto altrove in situazioni analoghe: niente.In ogni caso il nazismo e' stata una dittatura.In Inghilterra non c'e' mai stata una dittatura: e' un paese democratico da quando scrissero la Magna Charta. Leggi, tribunali e giusti processi.Neanche ha mai visto l'inquisizione.Se c'e' una cosa che tutti dovrebbero prendere come esempio dall'Inghilterra sono proprio i tribunali.
          • Eretico scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: Badger Badger
            - Scritto da: panda rossa



            Quindi, o sei coerente e vai nei luoghi dei
            fatti

            da me citati (3/4 ore di volo) a dire "ma stiamo

            scherzando?" a quei tribunali li', oppure non
            vai

            a dirlo neppure nell'Inghilterra di 50 anni

            fa.

            E' molto più facile chiedere scusa per fatti di
            50 anni
            fa.
            Ciò dimostra che queste sono operazioni di pura
            ipocrisia e facciata per lavarsi la coscienza
            oggi e fare bella figura coi
            contemporanei.

            Come quando una certa istituzione chiede scusa
            per roghi e processi avvenuti 500 anni fa... eeh,
            facile, troppo facile!Ma che c'entra. Quelli hanno massacrato delle persone. Qui stiamo parlando di riabilitare un genio. Una persona che è stata perseguitata. Non un carnefice.
          • Badger Badger scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: Eretico
            - Scritto da: Badger Badger

            - Scritto da: panda rossa





            Quindi, o sei coerente e vai nei luoghi dei

            fatti


            da me citati (3/4 ore di volo) a dire "ma
            stiamo


            scherzando?" a quei tribunali li', oppure non

            vai


            a dirlo neppure nell'Inghilterra di 50 anni


            fa.



            E' molto più facile chiedere scusa per fatti di

            50 anni

            fa.

            Ciò dimostra che queste sono operazioni di pura

            ipocrisia e facciata per lavarsi la coscienza

            oggi e fare bella figura coi

            contemporanei.



            Come quando una certa istituzione chiede scusa

            per roghi e processi avvenuti 500 anni fa...
            eeh,

            facile, troppo facile!

            Ma che c'entra. Quelli hanno massacrato delle
            persone. Qui stiamo parlando di riabilitare un
            genio. Una persona che è stata perseguitata. Non
            un
            carnefice.Hai difficoltà a leggere?Chiedere scusa oggi per Turing è come chiedere scusa oggi per Galileo, dopo 500 anni fa.L'unica attenuante per il governo inglese è che ha impiegato un decimo di tempo rispetto al vaticano... ma quest'ultimo, si sa, non può avere che tempi... biblici!
          • Eretico scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: Badger Badger
            - Scritto da: Eretico

            - Scritto da: Badger Badger


            - Scritto da: panda rossa







            Quindi, o sei coerente e vai nei luoghi dei


            fatti



            da me citati (3/4 ore di volo) a dire "ma

            stiamo



            scherzando?" a quei tribunali li', oppure
            non


            vai



            a dirlo neppure nell'Inghilterra di 50 anni



            fa.





            E' molto più facile chiedere scusa per fatti
            di


            50 anni


            fa.


            Ciò dimostra che queste sono operazioni di
            pura


            ipocrisia e facciata per lavarsi la coscienza


            oggi e fare bella figura coi


            contemporanei.





            Come quando una certa istituzione chiede scusa


            per roghi e processi avvenuti 500 anni fa...

            eeh,


            facile, troppo facile!



            Ma che c'entra. Quelli hanno massacrato delle

            persone. Qui stiamo parlando di riabilitare un

            genio. Una persona che è stata perseguitata. Non

            un

            carnefice.

            Hai difficoltà a leggere?Hai difficoltà di logica ?
            Chiedere scusa oggi per Turing è come chiedere
            scusa oggi per Galileo, dopo 500 anni fa.E allora ? Forse ti sfuge che a pretendere le dovute scuse da parte del governo inglese è un cittadino britannico. Non è il governo che chiede scusa per far bella figura della serie "chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato, scurdammoce o passato". Sono due cose ben diverse.
            L'unica attenuante per il governo inglese è che
            ha impiegato un decimo di tempo rispetto al
            vaticano... ma quest'ultimo, si sa, non può avere
            che tempi... biblici!Quale attenuante. Il governo inglese ancora non ha risposto. Cos'è viaggi nel tempo ?
          • Eretico scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: panda rossa
            Vuoi dunque imporre al mondo intero la tua legge
            e la tua morale?

            Quindi, o sei coerente e vai nei luoghi dei fatti
            da me citati (3/4 ore di volo) a dire "ma stiamo
            scherzando?" a quei tribunali li', oppure non vai
            a dirlo neppure nell'Inghilterra di 50 anni
            fa.Non ti scaldare. Non è mia intenzione imporre la morale a nessuno.Tu piuttosto vedi di non impormi la tua da quattro soldi per piacere.Non c'è bisogno di fare 3/4 ore di volo (che poi da me sono due ore e mezza). Hanno inventato una cosa chiamata Internet. Sai quella cosa che stai usando anche tu. E con quella roba li "ma stiamo scherzando ?" te lo posso dire comodamente anche da casa mia.
          • utente scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            Ma non è la stessa cosa, perché confondersi con la massa su internet quando si può organizzare una protesta sul posto magari con un bel martirio finale. E' tutta un altra cosa e l'impatto sull'opinione pubblica è sicuramente superiore
      • io me scrive:
        Re: Mi sembra il minimo...
        sei tu che sbagli.quell'uomo era un genio e ha contribuito anche alla tua libertà di dargli contro.la tua filippica è del tutto fuori luogo.
        • panda rossa scrive:
          Re: Mi sembra il minimo...
          - Scritto da: io me
          sei tu che sbagli.

          quell'uomo era un genio e ha contribuito anche
          alla tua libertà di dargli
          contro.Quale parte di: "Il Turing matematico e pioniere dell'informatica deve essere materia di insegnamento in tutte le scuole" non ti e' chiara?
          • gdb scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            Purcheè si taccia totalmente sul fatto che era un ''finocchio'' che è stato crudelmente, ipocriticamente, umiliato e spinto al suicidio.E per cosa? non per aver molestato qualcuno, per aver avuto una relazione consensuale .... con una persona di pari sesso (se fossero state due donne sarebbe diverso?).Senza contare al fuoco eterno a cui sarà sicuramente stato destinato.
          • panda rossa scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: gdb
            Purcheè si taccia totalmente sul fatto che era un
            ''finocchio'' che è stato crudelmente,
            ipocriticamente, umiliato e spinto al
            suicidio.E questa circostanza che cosa aggiungerebbe o toglierebbe alle opere del Turing scienziato?Da quando e' usanza giudicare l'operato delle persone da quello che combinano nel privato della loro camera da letto e dalle conseguenze che questo comporta?E se invece Turing avesse evaso le tasse e fosse stato imprigionato per questo (si usa mandare in galera gli evasori fiscali da quelle parti) allora dovremmo riabilitarlo comunque perche' da noi oggi l'evasore fiscale e' persona nobile e rispettabile?
            E per cosa? non per aver molestato qualcuno, per
            aver avuto una relazione consensuale .... con una
            persona di pari sesso Tu li sai i fatti?Hai letto gli atti processuali o la wikipedia?
            (se fossero state due donne sarebbe diverso?).E lo domandi a me?Io non sto mica giudicando Turing, io sto solo dicendo di non rivangare fatti rimisurandoli col metro di oggi, che e' diverso dal metro di quei tempi.Altrimenti, estendendo il ragionamento, si potrebbero riabilitare tanti assassini che sono stati impiccati perche' oggi per loro ci sarebbe solo l'ergastolo (e spesso neanche quello).
            Senza contare al fuoco eterno a cui sarà
            sicuramente stato
            destinato.E questa e' la dimostrazione che non hai capito proprio niente.
      • Funz scrive:
        Re: Mi sembra il minimo...
        - Scritto da: panda rossa
        Non e' stato il primo ne' ne sara' l'ultimo delle
        vittime dei costumi del suo
        tempo.

        Troppo facile giudicare col metro di oggi la
        morale di 50 anni
        fa.La morale cambia coi tempi, e anche se un tempo certi comportamenti erano normali, comunque non devono essere tollerati oggi, anche retrospettivamente. Tutto imho ovviamente.
        Vuoi un elenco di fatti e persone che oggi sono
        unanimamente accettate se non addirittura
        apprezzate, mentre non lo erano 50 anni fa, 100
        anni fa, e indietro di questo
        passo?Hitler, Mussolini, Stalin, Berlusconi... :p
        Ah, vale anche il viceversa: ci sono fatti e
        persone, accettati ed ammirati nella loro epoca,
        che nella nostra invece li rinchiuderebbero
        buttando via la
        chiave.

        E allora che cosa vogliamo fare per questi?
        Revocare le onorificenze ricevute
        all'epoca?Sarebbe cosa buona e giusta
        Il Turing matematico e pioniere dell'informatica
        deve essere materia di insegnamento in tutte le
        scuole.

        Il Turing uomo, resti dov'e'. giusto, hanno fatto bene a castrare il XXXXXXXXX e sbatterlo fuori dal suo lavoro...
        Ognuno si faccia la sua idea privatamente, ma non
        si permetta di rivangare la storia: sarebbe un
        esercizio pericolosissimo, magari non per il caso
        in questione, ma per tantissimi altri che
        aspettano solo che qualcuno sposti il coperchio
        del
        pentolone.Ma rivanghiamo pure, l'unica cosa che importa è la verità e non le opinioni politiche di qualcuno.
        • funka_user scrive:
          Re: Mi sembra il minimo...
          - Scritto da: Funz
          La morale cambia coi tempi, e anche se un tempo
          certi comportamenti erano normali, comunque non
          devono essere tollerati oggi, anche
          retrospettivamente. Tutto imho
          ovviamente.si ok, ovvio che non vuoi imporre.ma non è che ci si possa andare tanto coi piedi di piombo: la domanda è solo una: vogliamo la VERITA' ? Allora questa va dichiarata a chiare lettere e come si fa per una rettifica sul giornale, gli va data la giusta risonanza.Ti ho sXXXXXXXto la vita per un pregiudizio ?Shame on me!Bisogna che si sappia, che si dica, che si insegni.Se non interessa a tutti di Turing, non diciamo che esisteva, ma quando lo diciamo, diciamo anche questo.Oppure si fa una bella lezione su "una volta era così e questi importanti personaggi hanno subito da questi che venivano considerati dei granduomini: oggi sarebbero dei criminali, vero bambini? vero ragazzi?"insegnare integrando!tacere fa scomparire.

          E allora che cosa vogliamo fare per questi?

          Revocare le onorificenze ricevute

          all'epoca?

          Sarebbe cosa buona e giusta:)

          Il Turing matematico e pioniere dell'informatica

          deve essere materia di insegnamento in tutte le

          scuole.



          Il Turing uomo, resti dov'e'.

          giusto, hanno fatto bene a castrare il XXXXXXXXX
          e sbatterlo fuori dal suo
          lavoro...ecco, questa è la durezza che colpisce le vite delle persone.tutto questo ripulire e nascondere rende tutto come se non fosse vero, meno grave di quello che è.quando ti trovi un un vicolo e ti massacrano, quello che senti è il ghiaino del terreno, non un bel fondale di un film [...]
          Ma rivanghiamo pure, l'unica cosa che importa è
          la verità e non le opinioni politiche di
          qualcuno.esatto.se una cosa sta insegnando a tutti (non che non si potesse imparare prima) Wikipedia è che neutralità non significa non riportare le opinioni differenti. Significa che vanno riportate come opinioni, mentre i fatti verificati devono essere tali: verificati e VERI. La verità ci interessi sempre, in tutto.Quando scopri cosa mangi, cambi idea, modifichi le tue azioni. Quando scopri come è una persona davvero, anche.Questo deve essere la verità: il nostro modo di scegliere. Alcune cose sono private ed è giusto che lo siano. Ma quando rovini la vita ad un uomo... sei tu che hai fatto irruzione violentemente dal pubblico al privato: nessun oblio per questo, ma piuttosto, verità.
      • invasore scrive:
        Re: Mi sembra il minimo...
        Non sarebbe la prima volta he un istituzione chiede scusa per un comportamento sbagliato che ha tenuto nel passato. è già capitato, speriamo che acpiti questa volta e che capiti in futturo. Mi sembra una cosa giusta anche perchè spesso porta nuova luce su eventi passati e li fa vedere per quello che sono togliendo tutte le falsità e le giustificazioni create per giustificare tale comportamento. Quindi vedi nella maggioranza dei casi migliora la comprensione degli eventi invece che peggiorarla.Invece mi sembra che quello che proponi tu sia troppo facile. La reale scorciatoia e mettere una pietra sopra a tutto solo perchè fa parte della storia è ovviamente assurdità. Magari non ho capito il tuo discorso...
        • funka_user scrive:
          Re: Mi sembra il minimo...
          - Scritto da: invasore
          Non sarebbe la prima volta he un istituzione
          chiede scusa per un comportamento sbagliato che
          ha tenuto nel passato. è già capitato, speriamo
          che acpiti questa volta e che capiti in futturo.
          Mi sembra una cosa giusta anche perchè spesso
          porta nuova luce su eventi passati e li fa vedere
          per quello che sono togliendo tutte le falsità e
          le giustificazioni create per giustificare tale
          comportamento. Quindi vedi nella maggioranza dei
          casi migliora la comprensione degli eventi invece
          che
          peggiorarla.Ah che boccata d'aria fresca.altrimenti a che serve la storia?Serve PROPRIO A QUESTO!io ho odiato la storia, ma la sua stretta correlazione con la politica e questa alla vita di tutti i giorni ... beh, questo è fondamentale.Consierazione aggiutiva: spesso stupisce quanto siano proprio i "tradizionalisti" a non amare la VERA conoscenza delle radici.
          Invece mi sembra che quello che proponi tu sia
          troppo facile. La reale scorciatoia e mettere una
          pietra sopra a tutto solo perchè fa parte della
          storia è ovviamente assurdità. chiaro; è facile lasciar perdere e non risultare pignoletti puntigliosi. MA la verità non ti risparmia il dettaglio: la vita è fatta di ogni singolo pezzo.I caratteri in piccolo sono quelli che scrivono la tua vita e la decidono punto per punto, comprese considerazioni meschine come invidie, carattere di una persona, irragionevolezza, psicologia.A volte bisogna riconoscere di aver considerato "forza di carattere" quella che era megalomania, pazzia, comportamento antisociale, disprezzo per i propri simili.
          Magari non ho
          capito il tuo
          discorso...hai capito benissimo
      • Lord Kap scrive:
        Re: Mi sembra il minimo...
        - Scritto da: panda rossa
        Il Turing matematico e pioniere dell'informatica
        deve essere materia di insegnamento in tutte le
        scuole.
        Il Turing uomo, resti dov'e'. Quoto questo non per Turing specificatamente ma, come hai giustamente scritto, per tutti quanti. Ogni epoca ha i suoi costumi ed è giusto che i giudizi morali in merito non vengano fatti con la coscienza critica odierna.-- Saluti, Kap
      • funka_user scrive:
        Re: Mi sembra il minimo...
        - Scritto da: panda rossa
        Non e' stato il primo ne' ne sara' l'ultimo delle
        vittime dei costumi del suo
        tempo.
        questo non giustifica nulla.al massimo ci fa comprendere la contestualizzazione.nessuno ha detto "mettiamo in galera e puniamo gravemente chi lo ha condannato"ma un po' di vergogna si.una volta stavano tutti zitti e chi era gradasso faceva il bello e il cattivo tempo forte di una morale "comune" che tanto comune non era, dato che se i costumi sono cambiati, sotto sotto c'era un sacco di gente che non aveva questa comunanza poi tanto sentita con quel genere di morale e di costumi.non sono praticante, ma molto molto spesso ricordo che se siamo CATTOLICI allora è il NUOVO TESTAMENTO che vale per noi... e quindi Gesù ha aggiunto due comandamenti: "AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO" e "NON FARE AD UN ALTRO CIO' CHE NON VORRESTI FOSSE FATTO A TE".ora, mi pare più che ragionevole, ma se sei anche RELIGIOSO allora dovresti ricordarlo.non dico a TE (che ne so, se sei religioso? eh!)
        Troppo facile giudicare col metro di oggi la
        morale di 50 anni
        fa.ora non possiamo fare le cose facili?è il momento di non lasciar perdere invece.era talmente difficile una volta che per paura, tutti con la coda fra le gambe, si accettavano e si subivano soprusi.Ora dobbiamo fare luce, chiarezza e ripulire e riparare perlomeno per non lasciare che vengano considerate delle cose "a posto".Dirlo ad alta voce, scriverlo, riconoscerlo ufficialmente è giusto. Come quando la chiesa riconobbe PUBBLICAMENTE dopo centinaia di anni l'errore commesso con Galileo.Un organo ufficiale ha questa responsabilità pubblica, ci rappresenta e non deve rappresentare il lercio sotto terra in cui imputridiscono i cadaveri della nostra coscienza. Non possiamo cambiare molto, ma è giusto riconoscere le cose e chiedere scusa.Sono passati SOLO 50 anni.
        Vuoi un elenco di fatti e persone che oggi sono
        unanimamente accettate se non addirittura
        apprezzate, mentre non lo erano 50 anni fa, 100
        anni fa, e indietro di questo
        passo?sarebbe corretto.come sarebbe corretto togliere dalle piazze le statue che onorano con troppo fasto delle persone riconosciute come carnefici, come incapaci, come insensibili verso la vera patria che è il popolo, la gente.i riconoscimenti pubblici spesso sono stati dati da alte cariche ad altre cariche, premiando gente che considerava chi combatteva davvero solo "carne da cannone" (le nostre attuali "risorse umane") ... oppure gente corrotta, imbroglioni ... gente non integerrima.Perlomeno, non tributiamogli onore, se non vogliamo infangarne la memoria.Ma quelli ai quali è stata infangata... loro riabilitiamoli perdio!!!
        Ah, vale anche il viceversa: ci sono fatti e
        persone, accettati ed ammirati nella loro epoca,
        che nella nostra invece li rinchiuderebbero
        buttando via la
        chiave.E infatti sarebbe il caso di risolverle queste querelle: non voglio libri di storia fallaci: li voglio veritieri, con i puntini sulle i, con le giustificazioni e le contestualizzazioni , ma anche dove si possa dire che si era disumani, e che in modo disumano si è agito.
        E allora che cosa vogliamo fare per questi?
        Revocare le onorificenze ricevute
        all'epoca?Puoi metterla giù assurda fin che vuoi, ma se c'è una statua della prima e seconda guerra mondiale che tributa ONORE a qualcuno che né tatticamente né personalmente ne merita così tanto, allora integriamo una targa, scriviamo nei libri di storia, facciamo qualcosa. Nessuno vuole realmente deturpare il paese, ovvio.Ma non posso vedere vie intitolate ai corrotti degli anni '80. No.Ci sono persone che ai loro tempi erano considerate TERRORISTI e che sono stati i padri della nazione. A loro sono intitolate le vie, come mai?Perché si è rivangata la storia, si è rivalutata nell'ottica del bene della gente: come paese è quello che dobbiamo guardare: chi ci ha voluto bene? Chi ci ha considerato solo delle seccature alle quali sparare ad alzo zero quando si aveva fame e veniva PREMIATO per questo?
        Il Turing matematico e pioniere dell'informatica
        deve essere materia di insegnamento in tutte le
        scuole.

        Il Turing uomo, resti dov'e'. No.La memoria del Turing uomo venga riabilitata e ricordata in modo che in tutte le scuole anche questo venga compreso: un tempo eravamo barbari disumani... un tempo non troppo lontano.Forse è ancora così. Impariamolo subito e invece di dar man forte ai torturatori, mettiamoli all'angolo per i mostri che sono.Se non lo insegni, se non ne parli, se non generi un po' di turbamento, resta nella vergogna del silenzio e poi è come se non fosse mai stato: la sofferenza di un uomo che ha dato tanto, scompare e altri carnefici seguiranno, senza nessun allarme per il deja vu.
        Ognuno si faccia la sua idea privatamente, ma non
        si permetta di rivangare la storia: sarebbe un
        esercizio pericolosissimo, magari non per il caso
        in questione, ma per tantissimi altri che
        aspettano solo che qualcuno sposti il coperchio
        del
        pentolone.Niente affatto: la verità è importante. Lavorare con pacata sistematicità, con passione e determinazione è forse la pratica umanistica più utile ed edificante per sé, per il paese e per l'umanità che si possa fare. Ogni cosa alla quale siamo arrivati era ricerca di Verità. Ogni danno al quale siamo andati incontro è stato reso possibile grazie al silenzio di molti, all'indifferenza di molti, all'ignoranza, pigrizia e all'oblìo.Quanto di più contrario alla Verità ci possa essere.Nessuno vuole vendette.Verità si.Un pubblico riconoscimento di una ingiustizia e altrettanto del grande valore e dell'importante apporto dato al MONDO, sono dovute.La regina ha fatto Baronetti i Beatles ... ma quanta gente è stata offesa intanto? "capelloni" "hippy" "sporchi" eccetera. Era gente allegra, che amava la vita e la musica. Sono stati disprezzati pesantemente ... il riconoscimento ufficiale è qualcosa.E via dicendo. Non di deve dimenticare e nascondere. Se vieni ucciso e tua moglie non fa vedere a tuo figlio che succede, lui non saprà cosa vuol dire: nascondi una cosa brutta... ma perché? E' successa, DEVE turbare. Mentre tu muori, nessuno te la nasconde la sofferenza.E' un'offesa alla memoria, nascondere la verità.
        • Eretico scrive:
          Re: Mi sembra il minimo...
          - Scritto da: funka_user
          - Scritto da: panda rossa

          Il Turing uomo, resti dov'e'.
          No.
          La memoria del Turing uomo venga riabilitata e
          ricordata in modo che in tutte le scuole anche
          questo venga compreso: un tempo eravamo barbari
          disumani... un tempo non troppo lontano.

          Forse è ancora così. Impariamolo subito e invece
          di dar man forte ai torturatori, mettiamoli
          all'angolo per i mostri che sono.
          ...
          E' un'offesa alla memoria, nascondere la verità.Concordo pienamente !
    • sfortunato scrive:
      Re: Mi sembra il minimo...
      - Scritto da: Eretico

      per quello
      che ha vergognosamente subito. Uno schifo.ma non era mortomangiando una mela offertagli da s.job?
      • cognome scrive:
        Re: Mi sembra il minimo...


        ma non era morto
        mangiando una mela offertagli da s.job?questa mela... (apple) ?
Chiudi i commenti