La D3s di Nikon rende il flash superfluo

La nuova reflex full-frame migliora la precedente D3 sotto vari aspetti. Registra video 720p, ma soprattutto porta la sensibilità ISO a valori a sei cifre

Roma – Dopo l’ aggiornamento alla D300 , ecco arrivare puntuale quello alla D3, prima fotocamera di Nikon ad aver introdotto, nel tardo 2007, un sensore full-frame (FX).

Nikon D3s Come la recente erede della D300, anche la rinnovata D3 porta nel nome il suffisso “s” e aggiunge al modello che l’ha preceduta il supporto alla registrazione di video con definizione 720p e 24 frame per secondo. La modalità video offre all’utente un funzione per l’estensione della gamma dinamica, pieno controllo sull’apertura dell’obiettivo, un più veloce meccanismo di messa a fuoco in live view e registrazione audio stereofonica.

Ma la novità senza dubbio più apprezzata dalla categoria di utenti a cui si rivolge la D3s , i professionisti, è la notevole estensione della sensibilità alla luce, che può essere ora spinta a 102.400 ISO (Hi3): un valore quattro volte superiore a quello offerto dalla D3, che permette di scattare senza flash anche in condizioni di luce molto scarsa. Sebbene, come sempre, i valori più estremi siano poco usabili per via dell’elevato rumore digitale, Nikon afferma che a pari sensibilità ISO la D3s fornisce una qualità d’immagine sensibilmente più elevata rispetto a quella fornita dalla D3: e il rapporto sensibilità/rumore offerto da quest’ultima è tuttora considerato uno dei migliori. I valori ISO standard della D3s sono 200-12800, contro i 200-6400 della D3.

L’estensione della gamma ISO è resa possibile dal nuovo sensore CMOS in formato FX, che seppure conserva una risoluzione di 12,1 megapixel e fotodiodi della dimensione di 8,45 micron, utilizza una differente struttura capace di migliorare il rapporto segnale/rumore. Il tutto è poi coadiuvato da un firmware rivisto, corretto e ottimizzato.

Nikon D3s Rispetto alla D3, il nuovo modello di DSLR Nikon fornisce poi un buffer più ampio (capace di immagazzinare fino a 36 immagini RAW e 82 JPEG), un nuovo sistema di eliminazione della polvere che fa vibrare il sensore con quattro differenti frequenze, una più ampia gamma di funzionalità post-elaborazione e performance lievemente migliori sia nella velocità di messa a fuoco che in quella di accensione.

Tutto il resto è rimasto praticamente identico alla D3: corpo tropicalizzato, velocità di raffica di 9 FPS, 51 punti AF, esposimetro da 1005 pixel, velocità dell’otturatore fino a 1/8000 di secondo, display LCD da 3 pollici con 920mila pixel di risoluzione, autonomia di circa 4300 scatti. Il tutto ad un prezzo di 5200 dollari (solo corpo), duecento dollari in più del prezzo di lancio della D3.

Insieme alla D3s, che sarà disponibile sul mercato italiano a partire da dicembre, Nikon ha lanciato il nuovo obiettivo macro in formato DX AF-S DX Micro NIKKOR 85mm f/3.5G ED VR , dotato del sistema di riduzione delle vibrazioni di seconda generazione e di un rapporto di riproduzione dell’immagine di 1:1.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • AdessoBasta scrive:
    Spazzatura (e un idea geniale: la mia.)
    Qualunque smartphone symbian o windows mobile, ipod e iphone, sono in grado, previo uno spazio di almeno 4 giga, di ospitare wikipedia offline.Oggi un telefono come il mio HTC TYTN si trova usato a sotto ai 150, o anche 100. Telefono UMTS, fotocamera, espansione a memory card, migliaia di applicazioni (compreso Wikipedia offline), lettore musicale, bluetooth...Solo degli idioti acquisterebbero questo gadget da catalogo di serie B e mi meraviglio che Amazon abbia accettato di distribuirlo. Almeno avessero fatto un LETTORE BRAILLE per non vedenti con dentro wikipedia e altri contenuti. Almeno potevano dire di aver fatto qualcosa di innovativo.
    • aaa scrive:
      Re: Spazzatura (e un idea geniale: la mia.)
      Oggi un telefono come il mio HTC TYTN si trova usato a sotto ai 150, o anche 100. Uno smartphone usato non è facilmante reperibile, non ha un display utilizzabile a questo scopo, e la sua autonomia è decisamente insufficiente. questo gadget da catalogo di serie B Concordo sul fatto che sia un gadget di poche pretese. Presto lo troveremo clonato da qualche piccola impresa del Guangdong a 29 euro max.
  • aaa scrive:
    un etext reader... solo per wikipedia?
    Il progetto potrebbe essere molto interessante come text reader a basso costo, soprattutto per i paesi emergenti... ma che senso ha limitare l'input solo a Wikipedia?Dal punto di vista tecnico, credo che Linux sia nettamente sovradimensionato per un aggeggio del genere. Basta uno Z80 in versione system on chip.
  • pop scrive:
    a 99 dollari?
    n.1 , a 99 dollari? Faccio una previsione,di questa... stupidata ne venderanno qualche migliaio e poi il resto in discarica.
  • ruppolo scrive:
    Una bella enciclopedia...
    ...senza immagini.Altra immondizia.
  • otacon87 scrive:
    lol
    ci manca solo che ci scrivono "DON'T PANIC" sulla custodia
  • Bic Indolor scrive:
    Nessuna speranza per il GTA03?
    Dite che è proprio morto-morto-morto?Ma non era un progetto openhardware per smanettoni?Nessuno smanettone ha continuato il progetto?
  • mestesso scrive:
    quello che sogno di più...
    è un apparecchio che si collega ad un satellite (della su ditta, che ti permette di conneterti "agratis" con il loro apparecchio), insomma, con un modem satellitare. atto solo e leggere wikipedia.sarebbe utilissimo, pure tra le ande avresti sempre acXXXXX a wikipedia.certo, comprendo che openmoko non ha i soldi per lanciare un satellite e che il costo del gingillo sarebbe spopositato... ma ad alcuni sarebbe utilissimo.
    • Stein Franken scrive:
      Re: quello che sogno di più...
      Se wikipedia fosse realmente autorevole, sarebbe una buona idea.Preferisco a sto punto un bel feed reader :3 a colori
    • MeX scrive:
      Re: quello che sogno di più...
      ?????Ma perhcé re-inventare la ruota? con un cellulare posso accedere a Wikipedia e non solo... eventualmente, con un cellualre satellitare...A che serve un aggeggio che ti fa vedere solo wikipedia????
    • Shu scrive:
      Re: quello che sogno di più...
      - Scritto da: mestesso
      è un apparecchio che si collega ad un satellite
      (della su ditta, che ti permette di conneterti
      "agratis" con il loro apparecchio), insomma, con
      un modem satellitare. atto solo e leggere
      wikipedia.
      certo, comprendo che openmoko non ha i soldi per
      lanciare un satellite e che il costo del gingillo
      sarebbe spopositato... ma ad alcuni sarebbe
      utilissimo.I primi problemi che vedo:1- per raggiungere un satellite in trasmissione ti servono ben più che 2 batterie AAA2- non basta un satellite, a meno che tu non voglia consultare Wikipedia per ben 10 minuti al giorno, e per il resto del tempo aspettare che il satellite faccia il giro del mondoTi ricordo che Motorola, al tempo, ha lanciato in orbita 88 satelliti (77 attivi e 11 di scorta) per il progetto Iridium di telefonia satellitare, che i telefoni per usarlo pesavano 4-5 KG e duravano una decina di minuti, e che non è fallita solo perché ha ceduto tutta la rete di satelliti appena in tempo.Bye.
      • Wolf01 scrive:
        Re: quello che sogno di più...
        Non confonderti con i primi cellulari, i telefoni satellitari di adesso quasi li confondi con un telefonino normale se non per l'antenna sovradimensionata.
Chiudi i commenti