La Difesa USA passa a Windows 10

Nel giro di un anno, promette il DoD, milioni di PC saranno aggiornati all'ultimo arrivato di casa Microsoft. Il prodotto è sicuro, e la certificazione riguarda anche i gadget della linea Surface

Roma – Microsoft si fa tanti complimenti per la decisione presa dal Dipartimento della Difesa (DoD) USA di aggiornare i suoi PC a Windows 10, un upgrade da concludere entro un anno che al momento rappresenta una delle adozioni più massicce del nuovo sistema in ambito enterprise.

Il passaggio all’OS universale che Microsoft propone agli utenti con dibattute strategie è iniziato a novembre presso l’istituzione statunitense, e un memo fatto circolare internamente ha passato le direttive sull’upgrade a tutti gli uffici, alle agenzie di servizi e alle attività sul campo direttamente dipendenti dalla Difesa statunitense.

L’adozione di Windows 10 rappresenta l’ennesimo investimento di un’organizzazione, quella appunto della Difesa USA, che già spende 44 miliardi di dollari all’anno per cyber-sicurezza e IT. Con il nuovo OS si migliora la sicurezza dei PC, si riducono i costi di supporto e si semplifica l’intero ambiente operativo, almeno stando al memo trasmesso dal CIO del DoD Terry Halvorsen.

Evidentemente, le polemiche di questi mesi sulla scarsa propensione alla privacy, le instabilità grandi e piccole e le forzature all’upgrade non hanno fatto cambiare idea ad Halvorsen, e c’è da aggiungere che già nel 2008 il DoD aveva stretto un accordo triennale con Microsoft per l’installazione di Windows 8, Office 2013 e SharePoint 2013.

Anche a Redmond possono dirsi soddisfatti dei 4 milioni di PC della Difesa che passeranno a Windows 10, ovviamente, visto che dei 200 milioni di dispositivi attualmente basati su Windows 10 (inclusi Xbox One, terminali Lumia e upgrade gratuiti su PC) 22 milioni fanno riferimento ad ambienti educativi ed enterprise. Se il DoD fosse un’azienda privata, come detto l’annunciato passaggio a Windows 10 rappresenterebbe l’adozione più massiccia e complessa del nuovo sistema operativo.

L’adozione di Windows 10 arriva dopo la certificazione del rispetto dei criteri governativi da parte dell’OS, una caratteristica che si estende anche ai gadget della famiglia Surface e che sancisce le caratteristiche di sicurezza e interoperabilità indispensabili all’adozione.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Manuel Alamo Septiem scrive:
    manuelalamo.septem@outlook.fr
    Ciao,Vorrei proposto il nostro servizio offre di prestito di denaro da 3000 à 800.000 per il 2% di tasso annulla per un periodo di 20 anni di rimborso senza alcun protocollo. Grazie .Non esitate a contattarci se siete interessati: servizio.finanza34@gmail.comGrazie
  • macacari scrive:
    Dimmi se sbaglio
    "l'acXXXXX di Google ai contenuti di tali comunicazioni di posta proprio come fa per i messaggi scambiati su Gmail"Caro Tamburrino, non mi sembra tu abbia mai detto una frase simile nei riguardi di Apple...
    • Ethype scrive:
      Re: Dimmi se sbaglio
      - Scritto da: macacari
      "l'acXXXXX di Google ai contenuti di tali
      comunicazioni di posta proprio come fa per i
      messaggi scambiati su
      Gmail"
      Caro Tamburrino, non mi sembra tu abbia mai detto
      una frase simile nei riguardi di
      Apple...Forse perché Apple non accede a quei dati...
  • Adam Kandor scrive:
    Grazie big G.
    Cioè, Google lo fa per il nostro bene. Non gli interessa leggere la nostra corrispondenza.
    • bejelit scrive:
      Re: Grazie big G.
      beh, vista l'alternativa ... bisogna proprio dire grazie google, per aver mostrato che c'è un modo di usare la posta che funziona, che non è basato su outlook, e che almeno sembra essere nato in questo millennio!l'alternativa? gente che inoltra mail mettendo nel subject "inoltra: " invece dello standard "Fwd:", o che risponde alle mail mettendo il subject "R:", perchè? semplicemente perché usano outlook oltre tutto pure in italiano e pretendono che il mondo si adegui a loro, grazie GMAIL per usare prefissi standardgente che si spedisce mail mettendosi in CC (non BCC ma proprio CC) per "conservare una copia del messaggio", e io ridico grazie gmail per l'esistenza della cartella posta inviatagente che fa a gara a fare la firma delle mail più pesante possibile (tanto outlook la inserisce in automatico) anche qui grazie gmail per aver mostrato che si può usare una firma con solo il mio nome!gente che risponde a tutte le mail includendo tutto il testo di tutte le mail precedenti, "in modo da conservare la storia"pensare che una volta esisteva la netiquette, che disprezzava proprio tale comportamentoma anche qui, grazie gmail per essere stata la prima ad darmi gratis un account di posta con spazio praticamente illimitato, e posso conservare la storia dei messaggi semplicemte conservando i messaggi!per far questo vogliono leggere le mie email, mostrarmi la pubblicità di uno scaldabagno perchè parlo di ristrutturazioni? mostrarmi la pubblicità dei prestiti compass perché sto rinegoziando il mio mutuo via mail? ... direi che è un piccolo e accettabile prezzo da pagare!
      • Esprit scrive:
        Re: Grazie big G.

        per far questo vogliono leggere le mie email, mostrarmi la pubblicità di
        uno scaldabagno perchè parlo di ristrutturazioni? mostrarmi la pubblicità
        dei prestiti compass perché sto rinegoziando il mio mutuo via mail? ...
        direi che è un piccolo e accettabile prezzo da pagare!Per lo stesso motivo è stata inventata la vaselina.
      • AxAx scrive:
        Re: Grazie big G.
        Ma ... ci sei o ci fai?
      • Fai il login o Registrati scrive:
        Re: Grazie big G.
        Boh, mi pare che tutto ciò fosse già possibile farlo con un qualunque provider mail, bastava utilizzare Thunderbird al posto di Outlook... come (quasi) sempre è una questione di volontà, non di possibilità.
      • Ethype scrive:
        Re: Grazie big G.
        tutte cose fattibilissime con outlook, come con qualsiasi altro client.L'unica differenza è che tu regali i tuoi dati a Google, io no.
        • panda rossa scrive:
          Re: Grazie big G.
          - Scritto da: Ethype
          tutte cose fattibilissime con outlook, come con
          qualsiasi altro
          client.

          L'unica differenza è che tu regali i tuoi dati a
          Google, io
          no.Tu regali i tuoi soldi ad apple, che e' molto ma molto peggio.
          • Rest scrive:
            Re: Grazie big G.
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Ethype

            tutte cose fattibilissime con outlook, come
            con

            qualsiasi altro

            client.



            L'unica differenza è che tu regali i tuoi
            dati
            a

            Google, io

            no.

            Tu regali i tuoi soldi ad apple, che e' molto ma
            molto
            peggio.Per chi mi hai preso?????Io non regalerei mai i miei soldi.
          • Ethype scrive:
            Re: Grazie big G.
            - Scritto da: Rest
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Ethype


            tutte cose fattibilissime con outlook,
            come

            con


            qualsiasi altro


            client.





            L'unica differenza è che tu regali i
            tuoi

            dati

            a


            Google, io


            no.



            Tu regali i tuoi soldi ad apple, che e'
            molto
            ma

            molto

            peggio.
            Per chi mi hai preso?????
            Io non regalerei mai i miei soldi.LOL.Ma gli dai pure corda?Per lui regali soldi persino se paghi per il biglietto del metrò.Piuttosto che pagare, preferirebbe confessarsi in... "privato" innanzi a King Google.
Chiudi i commenti