La fotocamera del futuro? No, iPhone

Una novità da una piccola startup giapponese, molto social e molto hi-tech. Geotagging 3D in piena regola, fatto in prima persona, con il melafonino

Roma – L’hanno già battezzata iPhone Killer Application : è Sekai Camera , una novità per il melafonino che promette al contempo divertimento e utilità.

Si tratta di un applicativo che si serve della funzionalità GPS del melafonino per taggare tutto ciò che vede la sua fotocamera. Chiunque può lasciare commenti su un particolare punto ripreso e inviare messaggi, magari sapendo che quel punto sarà di interesse nell’ambito di una determinata rete sociale .

I commenti, neanche a dirlo, possono essere accompagnati da audio e, come accadrebbe a un comune post di un blog, vengono memorizzati sui server di Tonchidot, la startup produttrice che ha lanciato il servizio approfittando di TechCrunch 50 . Ovunque ci si trovi, insomma, chi la utilizza potrà associare un bel tag a quanto vede intorno, permettendo al sistema di crescere con le informazioni di tutti.

Sekai Camera, che in giapponese significa camera mondiale , è quindi un applicativo di geotagging a tutti gli effetti. La demo – racconta Forbes – ha sollevato dalla platea molti ooh! ed altrettanti applausi.

Il presidente dell’azienda, Takahito Iguchi, ha proiettato un video nel quale un utilizzatore lo impiegava in un centro commerciale. Subito sul melafonino sono iniziati i “pop”, con i prezzi della merce esposta inquadrata nella telecamera, dettagli sui ristoranti, informazioni sui musei e chi più ne ha più ne metta. Tutti dati duepuntozero , proprio quelli che più se ne fa uso, più crescono.

Il sito aziendale, al momento piuttosto scarno, offre comunque alcuni dettagli chiarificatori: “La differenza tra Google Maps e la Sekai Camera la fanno le viste , che sono dell’utente in prima persona, la relativa conoscenza degli spazi che visita e i propri punti di vista che inserisce tramite Sekai Camera”.

Pur non essendovi ancora alcun dettaglio su data di rilascio e prezzo, Sekai Camera è senz’altro una delle più interessanti applicazioni della wireless Internet moderna. Peccato che, per trovare spazio degno in paesi come l’Italia, dovrà attendere tariffe dati meno tumultuose e possibilmente flat .

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Winston Wolf scrive:
    Motivazione non sufficiente
    Quella dell'evitare la rotazione nella visione delle telecamere.Per vedere una stanza con 4 telecamere è sufficiente avere uno schermo diviso in quattro (tecnologia che risale all'anno del cucco).
  • sasuke scrive:
    la Point Grey l fa da almeno 5 anni....
    http://www.ptgrey.com/products/spherical.asp
  • Stef43 scrive:
    Novità?
    Non mi sembra una novità da meritare tanto interesse; attualmente ho una cam dello stesso genere della MoboTix per la sorveglianza di una zona di un data center. Questa cam, restituisce o l'immagine deformata, o tramite il proprio software elabora l'immagine restituendo a monitor la visione di 4 cam separate. In aggiunta, posso "navigare" l'immagine con punta e clicca...Ripeto non mi sembra una novità
  • nanoBastardo scrive:
    Imprecisione dell'articolo
    Ciao,Dunque dallo schema mostrato nell'articolo quello non e' un obiettivo a 360 gradi bensi' a 180, poiche' l'angolo d'apertura di un obiettivo si calcola considerando una retta perpendicolare al piano di proiezione dell'obietivo come la bisettrice dell'angolo d'apertura. Se fosse a 360 gradi sarebbe possibile vedere una sfera completa compreso dietro il piano di proiezione e non una semisfera come nello schema. Ci sono fish eye in commercio che raggiungono i 180 gradi d'angolo d'apertura sulla diagonale del campo visivo, questo pare invece avere 180 gradi pieni e mi pare l'unica innovazione.Per il resto consolidare i sistemi di sicurezza. qualsiasi sistema, anziche' ridondarli non si fa altro che semplificare la vita a chi quei sistemi li viola.Personalmente mi pare piu' che altro una soluzione per ditte che vogliono fare sicurezza in economia e per cui, secondo me, vendono grande insicurezza per sicurezza...Mi dispiace affermarlo ma secondo me la sicurezza e' direttamente proporzionale all'investimento nella stessa.Ciao.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 settembre 2008 09.36-----------------------------------------------------------
    • marto tortio scrive:
      Re: Imprecisione dell'articolo
      Modificato dall' autore il 12 settembre 2008 09.36
      --------------------------------------------------Probabilmente i 360 gradi di visuale sono in parallelo al pavimento non in tutte le direzioni..
  • jumpjack scrive:
    ma non basta una sfera di metallo?!?
    Ma non basterebbe puntare una telecamera su una semisfera metallica fissata al soffito, per avere una panoramica a 360 gradi?!?E poi chisseneimporta se l'immagine è distorta, la forma dello specchio sferico... e' ben nota, che ci vuole a "spianare" l'immagine? (ovviamente un pezzetto per volta...)
    • Olmo scrive:
      Re: ma non basta una sfera di metallo?!?

      che ci vuole a "spianare" l'immagine? (ovviamente
      un pezzetto per
      volta...)Ottenendo aree a risoluzione differente ed impiegando costo computazionale solo per quello?
  • Miao scrive:
    Errore di stampa
    Caro Marco, obiettivo va con una b sola, dai un'occhiata ;-)ciao ciao
    • Pignolo scrive:
      Re: Errore di stampa
      - Scritto da: Miao
      Caro Marco, obiettivo va con una b sola, dai
      un'occhiata
      ;-)
      ciao ciaoMa anche no:http://www.demauroparavia.it/75041Anche io preferisco con una b sola, ma scritto con due è comunque corretto.
    • Olmo scrive:
      Re: Errore di stampa
      - Scritto da: Miao
      Caro Marco, obiettivo va con una b sola, dai
      un'occhiata
      ;-)
      ciao ciaoIo uso "obiettivo" come aggettivo e "obbiettivo" come sostantivo (l'obbiettivo della macchina fotografica).In ogni modo, i vocabolari concedono entrambi i lemmi
      • Miao scrive:
        Re: Errore di stampa
        Perché è un errore così comune che ormai è entrato nell'uso, ma trovatemi una rivista o un libro -- di un certo livello, s'intende -- in cui si scrive "obbiettivo". Tra poco si trover
        • Miao scrive:
          Re: Errore di stampa
          ... Tra qualche tempo si troverà anche "accellerare" nei dizionari, ma rimarrà sempre una storpiatura di origine dialettale.
        • Olmo scrive:
          Re: Errore di stampa
          Però è un errore che commettevano Leopardi e d'Annunzio.Premetto con non sono affatto esperto in materia...Però vedo che esistono due etimologie differenti di "obiettivo" come sostantivo e come aggettivo:come aggettivo deriva da "obiètto", mentre come sostantivo da oggetto, il quale deriva da objetto.Della stessa opinione è l'Accademia della Crusca, che afferma che i due termini siano interscambiabili ed entrambi assolutamente corretti (con una leggera predilizione per la versione con 2 b).http://forum.accademiadellacrusca.it/phpBB2/viewtopic.php?t=916&
        • Laina scrive:
          Re: Errore di stampa
          "Le rispondo dicendo che si tratta di due varianti completamente interscambiabili.In particolare, la variante con due bi è stata utilizzata anche da Leopardi, De Sanctis, e D'Annunzio, tutti tipetti abbastanza esigenti!Mettiamola così: volendo avere un altro criterio, per nulla normativo, "obbiettivo" è un poco poco più italiano di "obiettivo".Il motivo è che nel passaggio dal latino all'italiano le sequenze -VJ-/-BJ- si evolvono in -BBJ-:Per esempio:HABEAT
          AVIA (iscr. pompeiana)
          it. ABBIACAVEA
          it. GABBIASe invece abbiamo forme con -bj- o -vj- in italiano sono o forme analogiche oppure prestiti dotti o semidotti.Insomma, in caso di alternative può essere un criterio carino quello fonologico evolutivo"dal sito dell'accademia della crusca
          • Olmo scrive:
            Re: Errore di stampa
            Doh! Abbiamo beccato il solito articolo!Io però personalmente continuo a preferire "obiettivo" ;)
  • Eddi scrive:
    Prima devono creareun ccd particolare
    Se non esiste già prima devono creareun sensore (ccd,cmos o chichessia) particolare... più sensibile al centro e meno ai lati. Altrimenti sfido io a manipolare l'immagine per vedere la faccia del ladro al centro dell'obiettivo
    • Guido Angeli scrive:
      Re: Prima devono creareun ccd particolare
      - Scritto da: Eddi
      Se non esiste già prima devono creareun sensore
      (ccd,cmos o chichessia) particolare... più
      sensibile al centro e meno ai lati. Altrimenti
      sfido io a manipolare l'immagine per vedere la
      faccia del ladro al centro
      dell'obiettivolo creano sensibile a sufficienza per il centro, e il resto è grasso che cola.
Chiudi i commenti