La molibdenite fa bene all'elettronica

Realizzati nuovi componenti elettronici a partire dalla molibdenite, uno dei materiali candidati a sostituire il silicio negli scenari futuri di miniaturizzazione spinta dei transistor

Roma – Si miniaturizza molto meglio del silicio, ha alcune delle caratteristiche proprie del grafene ma diversamente da questo ha un “band gap” che permette l’interruzione del flusso di corrente e quindi la realizzazione di transistor. È la molibdenite, minerale a cui i ricercatori rivolgono una sempre maggiore attenzione per creare i componenti elettronici del futuro prossimo venturo.

Messo inizialmente alla prova dagli scienziati svizzeri di Losanna, il solfuro di molibdeno (MoS2 o appunto molibdenite) è ora oggetto di nuove sperimentazioni da parte dei ricercatori statunitensi dell’MIT convinti – come i colleghi europei – delle notevoli potenzialità del minerale.

Gli scienziati USA hanno dunque impiegato ampi “fogli” di molibdenite – materiale spesso un solo atomo esattamente come il grafene – per realizzare di un inverter, un gate NAND (Negated AND), un dispositivo di memoria e un oscillatore.

Per i ricercatori del Massachusetts Institute of Technology questo è solo un antipasto di quello che sarà realizzabile con la molibdenite, un materiale che prima di trasformare l’industria dei microchip (e quindi dei computer tout court ) potrebbe essere impiegato in grossi pannelli LCD come transistor per singolo pixel, nella produzione di dispositivi di illuminazione e altro ancora.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • alvaro scrive:
    sai come volavano
    io ci mandavo certi commentatori che essendo dei gran palloni gonfiati sai come volavano
  • NASA Eng. scrive:
    Re: Perchè...
    Ok, un qualcosa di piccolo e leggero, magari trasportabile dal vento, ma dotato di una fonte di energia, un sistema di telecomunicazioni, un sistema di guida e qualche sensore e videocamera.Mmmhh, è diventato un po' pesantuccio per essere portato dal vento, facciamolo volante. Quindi serve più alimentazione, sistema di volo, sistema di guida avanzato e indipendente... ma teniamoci su qualcosa di semplice semplice però!Fermi un attimo... si può sapere che ce ne facciamo?:P
    • Surak 2.0 scrive:
      Re: Perchè...
      - Scritto da: NASA Eng.
      Ok, un qualcosa di piccolo e leggero, magari
      trasportabile dal vento, ma dotato di una fonte
      di energia, un sistema di telecomunicazioni, un
      sistema di guida e qualche sensore e
      videocamera.Su Marte c'è atmosfera, tenue ma c'è.Se lo fai gonfiabile a sufficienza, anche il leggero vento marziano sposta Kg, se poi lo fai con sistemi miniaturizzati come si può fare, allora si tratta di etti.
      Mmmhh, è diventato un po' pesantuccio per essere
      portato dal vento, facciamolo volante. Quindi
      serve più alimentazione, sistema di volo, sistema
      di guida avanzato e indipendente... ma teniamoci
      su qualcosa di semplice semplice
      però!Per esempio un mini dirigibile?Sensori del vento, possibilità di sollevarsi o atterrare, e con un po' di fortuna poi portare i suoi sensori in uan zona distante km da dove inizialmente avevi programmato
      Fermi un attimo... si può sapere che ce ne
      facciamo?:PGli fai fare ispezioni a grande raggio.
      • Incubo Notturno scrive:
        Re: Perchè...
        - Scritto da: Surak 2.0
        Per esempio un mini dirigibile?Mini mica tanto, con un'atmosfera che è 1/150 di quella terrestre, a meno che tu non voglia un payload di un paio di francobolli. Vuoi metterci pure motore e eliche? E che eliche ci vogliono con un'atmosfera del genere? Dai...
        • Surak 2.0 scrive:
          Re: Perchè...
          - Scritto da: Incubo Notturno
          - Scritto da: Surak 2.0

          Per esempio un mini dirigibile?

          Mini mica tanto, con un'atmosfera che è 1/150 di
          quella terrestre, a meno che tu non voglia un
          payload di un paio di francobolli.Ok, "mini" magari no.Ad un'atmosfera l'idrogeno fornisce una spinta da 1 kg poco più per metro cubo.Io sapevo che la densità era pari a circa 1/100, ma facciamo pure 1/150, vuol dire che 1 m3 solleverebbe 6 grammi, ma data pure la minore gravità che è 4/10 circa, sarebbe un oggetto che sulla Terra pesa 15 grammi (se non ho sbagliato le proporzioni). Metti che la metà sia "rubata" dal materiale, rimangono 7 grammi per m3
          Vuoi metterci
          pure motore e eliche? E che eliche ci vogliono
          con un'atmosfera del genere?Direi che la soluzione più semplice sarebbe applicare una qualche soluzione da animale marino, la cui più semplice versione sarebbe una camera d'aria, con condotti che ne scaldino il contenuto con il sole, e poi come un palloncino si muova per reazione.
          Dai...Ok, in effetti è molto più semplice e sicuro mandare un SUV, anche se poi resta lì
          • pignolo scrive:
            Re: Perchè...
            - Scritto da: Surak 2.0
            - Scritto da: Incubo Notturno

            - Scritto da: Surak 2.0


            Per esempio un mini dirigibile?



            Mini mica tanto, con un'atmosfera che è 1/150 di

            quella terrestre, a meno che tu non voglia un

            payload di un paio di francobolli.

            Ok, "mini" magari no.
            Ad un'atmosfera l'idrogeno fornisce una spinta da
            1 kg poco più per metro
            cubo.
            Io sapevo che la densità era pari a circa 1/100,
            ma facciamo pure 1/150, La pressione dovrebbe essere 1/100 di quella terrestre; quello che conta è la densità, ma più o meno dovremmo essere attorno a quel rapporto lì...
            vuol dire che 1 m3
            solleverebbe 6 grammi, ma data pure la minore
            gravità che è 4/10 circa, sarebbe un oggetto che
            sulla Terra pesa 15 grammi (se non ho sbagliato
            le proporzioni). Metti che la metà sia "rubata"
            dal materiale, rimangono 7 grammi per
            m3Piccolo errore: se la gravità marziana è minore, anche la spinta del fluido spostato sarà minore (metti che sia esattamente la metà, allora sia il fluido spostato che l'oggetto peseranno la metà ma senza cambiare, a parità di densità, la proporzione tot. volume = tot. massa trasportabile). Quindi con un metro cubo sposti sempre solo 6 grammi e basta..

            Vuoi metterci

            pure motore e eliche? E che eliche ci vogliono

            con un'atmosfera del genere?

            Direi che la soluzione più semplice sarebbe
            applicare una qualche soluzione da animale
            marino, la cui più semplice versione sarebbe una
            camera d'aria, con condotti che ne scaldino il
            contenuto con il sole, e poi come un palloncino
            si muova per
            reazione.
            Cmq l'idea non mi sembra poi così male, magari limitandosi a trasportare qualche sensore (temperatura, pressione, etc) e non telecamere o altro...
          • Surak 2.0 scrive:
            Re: Perchè...
            - Scritto da: pignolo

            vuol dire che 1 m3

            solleverebbe 6 grammi, ma data pure la minore

            gravità che è 4/10 circa, sarebbe un oggetto
            che

            sulla Terra pesa 15 grammi (se non ho
            sbagliato

            le proporzioni). Metti che la metà sia
            "rubata"

            dal materiale, rimangono 7 grammi per

            m3

            Piccolo errore: se la gravità marziana è minore,
            anche la spinta del fluido spostato sarà minoreQuello dovrebbe già essere compreso nel determinare la pressione atmosferica marziana (frutto del peso delel molecole alla gravità marziana).Quando hai stabilito la spinta aerostatica dei due volumi (m3 atmosfera, m3 idrogeno) ottieni la spinta per kg, ma se rapporti tutto a quella terrestre devi rapportare pure il peso del carico.
            (metti che sia esattamente la metà, allora sia il
            fluido spostato che l'oggetto peseranno la metàMa il fluido spostato (m3 aria marziana) già sconta la differenza di peso delle molecole su Marte per effetto della gravità.L'unico peso che non sarebbe stato "ripesato" è il carico pesato sulla Terra
            ma senza cambiare, a parità di densità, la
            proporzione tot. volume = tot. massa
            trasportabile).

            Quindi con un metro cubo sposti sempre solo 6
            grammi e
            basta..Boh, a meno che non sati dicendo che su Marte sarebbe sempre 6 grammi, non mi torna, ma facciamo pure che sia errato.Ovviamente torna se intendi dire che suall bilancia di Marte il carico per m3 è sempre di 6 grammi (ma io mi riferivo ai pesi terrestri per valutare cosa si può fargli portare stando alla nostra percezione)


            Vuoi metterci


            pure motore e eliche? E che eliche ci
            vogliono


            con un'atmosfera del genere?



            Direi che la soluzione più semplice sarebbe

            applicare una qualche soluzione da animale

            marino, la cui più semplice versione sarebbe
            una

            camera d'aria, con condotti che ne scaldino
            il

            contenuto con il sole, e poi come un
            palloncino

            si muova per

            reazione.



            Cmq l'idea non mi sembra poi così male, magari
            limitandosi a trasportare qualche sensore
            (temperatura, pressione, etc) e non telecamere o
            altro...Dicono che le nanotecnologie stanno facendo grandi passi, magari in pochi grammi si può farci stare puiù di quanto non si possa credere, poi è chiaro che uno ci mette quel che si può e conviene
          • pignolo scrive:
            Re: Perchè...
            - Scritto da: Surak 2.0
            - Scritto da: pignolo



            vuol dire che 1 m3


            solleverebbe 6 grammi, ma data pure la
            minore


            gravità che è 4/10 circa, sarebbe un
            oggetto

            che


            sulla Terra pesa 15 grammi (se non ho

            sbagliato


            le proporzioni). Metti che la metà sia

            "rubata"


            dal materiale, rimangono 7 grammi per


            m3



            Piccolo errore: se la gravità marziana è minore,

            anche la spinta del fluido spostato sarà minore

            Quello dovrebbe già essere compreso nel
            determinare la pressione atmosferica marziana
            (frutto del peso delel molecole alla gravità
            marziana).
            Quando hai stabilito la spinta aerostatica dei
            due volumi (m3 atmosfera, m3 idrogeno) ottieni la
            spinta per kg, ma se rapporti tutto a quella
            terrestre devi rapportare pure il peso del
            carico.


            (metti che sia esattamente la metà, allora sia
            il

            fluido spostato che l'oggetto peseranno la metà

            Ma il fluido spostato (m3 aria marziana) già
            sconta la differenza di peso delle molecole su
            Marte per effetto della
            gravità.
            L'unico peso che non sarebbe stato "ripesato" è
            il carico pesato sulla
            Terra


            ma senza cambiare, a parità di densità, la

            proporzione tot. volume = tot. massa

            trasportabile).



            Quindi con un metro cubo sposti sempre solo 6

            grammi e

            basta..

            Boh, a meno che non sati dicendo che su Marte
            sarebbe sempre 6 grammi, non mi torna, ma
            facciamo pure che sia
            errato.
            Ovviamente torna se intendi dire che suall
            bilancia di Marte il carico per m3 è sempre di 6
            grammi (ma io mi riferivo ai pesi terrestri per
            valutare cosa si può fargli portare stando alla
            nostra
            percezione)
            Senza scrivere formule, la faccio molto semplice:mettiamo che un metro cubo di atmosfera marziana contenga n grammi di gas (N.B. non peso, ma massa); un ipotetico pallone sonda o dirigibile che occupa un metro cubo, per restare in equilibrio deve avere una massa esattamente di n grammi...(e questo vale sempre, indipendentemente che si tratti di aria o acqua o che si sia sulla Terra o su Marte).Se invece vuoi le formule:Spinta Archimede = densità_atmosfera_marziana * g_MARTE * VolumeMassa pallone sonda = Spinta Archimede/g_MARTE = = densità_atmosfera_marziana * Volume = = massa del fluido spostatoTra l'altro, visto che l'atmosfera di Marte è composta principalmente di anidride carbonica (massa molare 44 grammi), usando la legge dei gas perfetti (approssimo di brutto):densità = densità molare * massa di una mole = = Pressione * massa di una mole/(costante dei gas * temperatura)viene che la densità a - 20°C e a 700 Pa (valori tipici per Marte presi da wikipedia) è di circa 15 grammi per metro cubo, quindi meglio del previsto...
          • Klut scrive:
            Re: Perchè...
            - Scritto da: Surak 2.0
            Io sapevo che la densità era pari a circa 1/100,
            ma facciamo pure 1/150, vuol dire che 1 m3
            solleverebbe 6 grammi, ma data pure la minore
            gravità che è 4/10 circa, sarebbe un oggetto che
            sulla Terra pesa 15 grammi (se non ho sbagliato
            le proporzioni). Metti che la metà sia "rubata"
            dal materiale, rimangono 7 grammi per m3E quanto credi dovrebbe pesare la strumentazione, più fonte di energia e sistemi di comunicazione?
          • Surak 2.0 scrive:
            Re: Perchè...
            - Scritto da: Klut
            - Scritto da: Surak 2.0

            Io sapevo che la densità era pari a circa 1/100,

            ma facciamo pure 1/150, vuol dire che 1 m3

            solleverebbe 6 grammi, ma data pure la minore

            gravità che è 4/10 circa, sarebbe un oggetto che

            sulla Terra pesa 15 grammi (se non ho sbagliato

            le proporzioni). Metti che la metà sia "rubata"

            dal materiale, rimangono 7 grammi per m3

            E quanto credi dovrebbe pesare la strumentazione,
            più fonte di energia e sistemi di
            comunicazione?Grammi
          • MacGeek scrive:
            Re: Perchè...
            Scusate, eh... perché fare un oggetto più leggero della sottile aria (marziana)?Meglio un aereo, e ci hanno già pensato a farlo:http://marsairplane.larc.nasa.gov/platform.html
          • Surak 2.0 scrive:
            Re: Perchè...
            - Scritto da: MacGeek
            Scusate, eh... perché fare un oggetto più leggero
            della sottile aria
            (marziana)?
            Meglio un aereo, e ci hanno già pensato a farlo:
            http://marsairplane.larc.nasa.gov/platform.htmlNon consoco l'inglese, ma vedendo la foto mi sembra che abbia le ali troppo corte per avere la portanza giusta per volare nell'atmosfera di Marte, quindi presumo che non sia altro che un sistema che plana fino a che non arriva a terra (alcune immagini sembrano confermalo).Se così è, allora può certamente coprire svariati km, ma una volta caduto è inutilizzabile (o si limita a fare analisi sul posto).E' un'opzione ma è una cosa diversa
  • Maxmarun scrive:
    ùLeonardo è sul quel Rover
    Lenardo da Vinci , il primo a studiare il volo degli ucceli è ora su Marte: visita il sito www.leonardo-to-mars.com, troverete tutte le pagine del codice del volo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 agosto 2012 09.44-----------------------------------------------------------
  • c1p8 scrive:
    SW fantastico!
    Quello che mi ha sempre affascinato è il software che li governa; a parte i computer ridondanti a bordo, immagino ci siano capacità di autodiagnosi, riconfigurazione... ho letto che il codice supera i 2 milioni di righe, mi piacerebbe sapere in che linguaggio è scritto (so altri robottini erano programmati in java) e che tecniche si usano per poter scrivere software che governano questi robot
    • MacGeek scrive:
      Re: SW fantastico!
      È scritto in C (puro) ma si impongono molte limitazioni per far sì che il software sia sempre affidabile in ogni condizione. Ci sono check per qualsiasi valore passato ad una routine e addirittura i loop sono sempre finiti (un do... while è proibito) per non rischiare loop infiniti.Altri tricks sono spiegati sul tread "Ask us anything" su Reddit.http://www.reddit.com/r/IAmA/comments/ybmmh/we_are_engineers_and_scientists_on_the_mars/
      • MacGeek scrive:
        Re: SW fantastico!
        Qui: http://www.reddit.com/r/IAmA/comments/ybmmh/we_are_engineers_and_scientists_on_the_mars/c5u2wdm
      • Incubo Notturno scrive:
        Re: SW fantastico!
        - Scritto da: MacGeek
        addirittura i loop sono sempre finiti (un do...
        while è proibito) per non rischiare loop
        infiniti.
        Non è che il do while è proibito, ma è limitato. Per esempio puoi metterci un contatore: se dopo tot interazioni la condizione non si è verificata, esci lo stesso.
    • Francesco_Holy87 scrive:
      Re: SW fantastico!
      Già, l'autodiagnosi è impressionante. In alcuni casi può anche auto-ripararsi, mi piacerebbe sapere come.
  • Hallo Guya scrive:
    Mercury
    Ora non so se ho sentito male ma sui tg dicono che curiosity abbia rilevato dei puntini luminosi nel cielo in pieno giorno,gia si parla di UFO,cmq si spera che marte sia abitabile anche perche le risorse della terra si stanno esaurendo.
    • ndr scrive:
      Re: Mercury
      Bah, trollata un po' lame, impegnatevi di più...
    • EType scrive:
      Re: Mercury
      - Scritto da: Hallo Guya
      Ora non so se ho sentito male ma sui tg dicono
      che curiosity abbia rilevato dei puntini luminosi
      nel cielo in pieno giorno,gia si parla di UFO,cmq
      si spera che marte sia abitabile anche perche le
      risorse della terra si stanno
      esaurendo.Intanto che marte sia abitabile saremmo già dei fossili ...Siamo nati sulla terra...moriremo sulla terra... :) per fortuna ;)
      • anonymous scrive:
        Re: Mercury
        Come fai ad esserne così sicuro? E perchè per fortuna?Molte cose un tempo inimmaginabili oggi sono possibili, perchè dovrebbe andare diversamente con la colonizzazione di nuovi pianeti?
    • Sam.. scrive:
      Re: Mercury
      - Scritto da: Hallo Guya
      Ora non so se ho sentito male ma sui tg dicono
      che curiosity abbia rilevato dei puntini luminosi
      nel cielo in pieno giorno,gia si parla di UFO,cmq
      si spera che marte sia abitabile anche perche le
      risorse della terra si stanno
      esaurendo.Non lo è, è già troppo lontano dal sole, e poi non ha risorse, non come le intendiamo noi.
  • Ermigio Grigolo scrive:
    Marte il pianeta rosso !!!!!!!!
    E fantastico ....poter dialogare con l'amico inviato su Marte ... Sino a ieri impensabile ..e arrivato il momento di non stupirsi più di niente da ora in poi.. Complimenti a questi grandi cervelloni della scienza messa in pratica...
    • MacGeek scrive:
      Re: Marte il pianeta rosso !!!!!!!!
      Veramente le prime sonde su Marte, i Viking, le hanno mandate negli anni '70. Non proprio oggi.I robottini sono simpatici, ma non è che hanno aggiunto molto a quella prima, veramente storica, missione. http://it.wikipedia.org/wiki/Programma_Viking
      • EType scrive:
        Re: Marte il pianeta rosso !!!!!!!!
        - Scritto da: MacGeek
        Veramente le prime sonde su Marte, i Viking, le
        hanno mandate negli anni '70. Non proprio
        oggi.
        I robottini sono simpatici, ma non è che hanno
        aggiunto molto a quella prima, veramente storica,
        missione.
        http://it.wikipedia.org/wiki/Programma_VikingAndrà ad aiutare il povero Spirit persò chissà dove ? :DOpportunity è ancorain attività :)
      • Incubo Notturno scrive:
        Re: Marte il pianeta rosso !!!!!!!!
        - Scritto da: MacGeek
        Veramente le prime sonde su Marte, i Viking, le
        hanno mandate negli anni '70. Non proprio
        oggi.
        I robottini sono simpatici, ma non è che hanno
        aggiunto molto a quella prima, veramente storica,
        missione.
        http://it.wikipedia.org/wiki/Programma_VikingAd essere precisi, erano stati preceduti da molte altre sonde. I sovietici erano riusciti ad atterrare 4 anni prima e ad ottenere una prima immagine ottenuta a livello del suolo. In quella missione avevano pure un mini rover. Peccato che il tutto abbia funzionato solo per pochi secondi :DI sovietici avevano iniziato i primi tentativi di lander marziano addirittura negli anni '60, ma hanno collezionato una leggendaria collezione di fiaschi, con scarni successi.Alla fine coi Viking ci furono più che altro i primi lander di sucXXXXX.
        • MacGeek scrive:
          Re: Marte il pianeta rosso !!!!!!!!
          - Scritto da: Incubo Notturno
          - Scritto da: MacGeek

          Veramente le prime sonde su Marte, i Viking, le

          hanno mandate negli anni '70. Non proprio

          oggi.

          I robottini sono simpatici, ma non è che hanno

          aggiunto molto a quella prima, veramente
          storica,

          missione.

          http://it.wikipedia.org/wiki/Programma_Viking

          Ad essere precisi, erano stati preceduti da molte
          altre sonde. I sovietici erano riusciti ad
          atterrare 4 anni prima e ad ottenere una prima
          immagine ottenuta a livello del suolo. In quella
          missione avevano pure un mini rover. Peccato che
          il tutto abbia funzionato solo per pochi secondi
          :D
          I sovietici avevano iniziato i primi tentativi di
          lander marziano addirittura negli anni '60, ma
          hanno collezionato una leggendaria collezione di
          fiaschi, con scarni
          successi.Che io sappia i russi hanno sempre fallito con Marte.Anche con la missione che dici tu, in pratica, non sono riusciti a fare niente.La prima vera missione di sucXXXXX è stata il Viking.La missione Viking è stata epocale. I robottini penso che abbiano portato ben poco in più.
          • FDG scrive:
            Re: Marte il pianeta rosso !!!!!!!!
            - Scritto da: MacGeek
            La missione Viking è stata epocale. I robottini
            penso che abbiano portato ben poco in più.Dal punto di vista scientifico non credo. Dal punto di vista tecnologico, il Viking era solo un lander. Spirit e Opportunity si sono fatti parecchia strada sulla superficie.
Chiudi i commenti