La più grande iniziativa tecnologica italiana

La sesta edizione del Linux Day 2006 accenderà la fiamma delle nuove tecnologie, di Linux e del software libero in quasi 100 città italiane. Un evento che porta la manifestazione nazionale ad un nuovo livello. Ecco i dettagli e i link

Roma – Sono 90 e in crescita le città che anche questa volta ospiteranno quella che si presenta ogni anno di più come la più massiccia e distribuita iniziativa in Italia per far conoscere e diffondere le nuove tecnologie, Linux e software libero in primis. Il Linux Day è infatti giunto alla sua sesta edizione che il prossimo 28 ottobre consentirà anche ai meno informati di avvicinarsi al computing, all’informatica e alle potenzialità dell’open source. Per comprendere quanto Linux Day stia trasformando la partecipazione tecnologica del Belpaese basti pensare che l’ evento 2005 comprendeva contributi ed iniziative in 60 città.

L’aspetto più intrigante dell’evento è proprio la partecipazione diffusa : il lavoro dei Linux User Group, ormai attivi in tutto il paese, è destinato ad impattare per un giorno sulla vita cittadina con incontri, manifestazioni, dibattiti con esperti e smanettoni, spettacoli di piazza, install fest per l’adozione di Linux sui PC dei bendisposti e via dicendo.

Organizzato anche quest’anno dalla Italian Linux Society , Linux Day 2006 offre un programma vastissimo: si va dalla presentazione di gestionali Linux alle tecniche di videomontaggio, dal coinvolgimento delle scuole alla messa a punto di server di streaming, da approfonditi dibattiti sul rapporto tra licenze libere e licenze proprietarie a quelli sul ruolo dello sviluppatore, dalle case history di imprese che hanno basato la propria infrastruttura su sistemi open source alle discussioni sulle tecnologie di protezione DRM, sulla privacy e sui diritti digitali.

Il logo della manifestazione 2006 Anche quest’anno una comodissima guida messa a punto da Linux.it permette di prendere contatto con gli user group locali , dando modo a chiunque di conoscere gli eventi della propria zona e le modalità di partecipazione. Caratteristica di pressoché tutte le iniziative è l’accesso libero e gratuito, leit-motiv del Linux Day proprio come il tono informale della maggiorparte delle manifestazioni organizzate per l’occasione.

Linux Day sarà anche l’occasione per chi già opera con Linux e software libero di approfondire le ultime novità di settore, discutendone con altri esperti e sperimentando insieme possibili soluzioni.

Ma forse a sottolineare la natura divulgativa del Linux Day più di ogni altra cosa, come accennato, sono le collaborazioni con scuole e università attivate per l’occasione, che in molti casi ospitano gli eventi, consentendo così agli studenti di età diverse di entrare in contatto con il Pinguino e i suoi derivati. Basta dare un’occhiata alla guida al programma per rendersi conto dei rapporti sempre più stretti che alcuni user group riescono a stringere con le istituzioni didattiche locali.

Nuovo anno, nuovo logo: Linux.it ha come sempre ricevuto numerose proposte di logo per identificare la manifestazione e, come spiega sul proprio sito, “scegliere è stato molto difficile, lo dobbiamo ammettere, ma ne abbiamo discusso fino ad ottenere una decisione unanime”.

Il sito ufficiale di Linux Day è a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Copia selettiva?
    Sarebbe utile se permettesse di impostare le cartelle di cui fare la copia.Da quanto scritto nella recensione mi sembra di capire non sia possibile.Copiare tutto il contenuto delle pendrive mi sembra poco utile. Soprattutto se è stracolma di MP3 :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Copia selettiva?
      La prossima versione avrà maggiori opzioni di backup: potranno essere selezionate una o più cartelle "standard" (documenti, immagini, musica, ecc.), oltre ad altre cartelle personali a scelta dell'utente.MyPendrive Support TeamP.s. grazie alle migliaia di persone che hanno visitato il nostro sito e scaricato MyPendrive!
  • Anonimo scrive:
    MyPenDrive è donationware
    Beh mi sembrava simpatico dirlo, visto che lo fa un'associazione di volontariato Oltre L'immagine per autofinanziarsi nelle sue attività, mi pare sia di Milano ma purtroppo non la conosco se non attraverso il suo sito web.Scarlight
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: MyPenDrive è donationware
      - Scritto da:
      Beh mi sembrava simpatico dirlo, visto che lo fa
      un'associazione di volontariato Oltre L'immagine
      per autofinanziarsi nelle sue attività, mi pare
      sia di Milano ma purtroppo non la conosco se non
      attraverso il suo sito
      web.

      Scarlighthai ragione, mea culpaaggiungo ora una nota sulla scheda ;)LucaS
Chiudi i commenti