La prima estradizione per warez?

Sta per accadere in Australia: un membro della celeberrima crew DrinkOrDie potrebbe essere estradato negli USA dove è accusato di violazione del diritto d'autore


Sidney (Australia) – Torna alla ribalta delle cronache il gruppo warez più conosciuto, oggetto di una delle più grosse operazioni antipirateria svolta in rete nel dicembre del 2001 . Un membro della crew con ogni probabilità sarà estradato negli Stati Uniti dall’Australia, dove risiede.

Il 42enne Raymond Griffiths è infatti accusato negli USA di violazione del diritto d’autore e sul suo capo pendono diversi capi di imputazione, esattamente come accaduto a Shane “Pitbull” Pittman oppure a John Sankus Jr.

Il tribunale federale australiano nelle scorse ore ha bocciato otto eccezioni presentate dai legali di Griffiths contro l’estradizione.

“Se ci sono delle novità in questa richiesta – hanno dichiarato i magistrati del paese dei canguri – queste risiedono nella natura delle violazioni per le quali è richiesta l’estradizione dagli Stati Uniti d’America quando in ogni momento l?imputato ha vissuto in Australia”. Si tratta invero del primo caso in cui si parla di estradizione per un uomo accusato di pirateria in un altro paese.

A rendere ancora più rilevante l’estradizione il fatto che la massiccia operazione contro DrinkOrDie (o DoD) come noto fu condotta non solo negli Stati Uniti ma anche in numerosi altri paesi, come il Regno Unito, la Finlandia, la Svezia e, appunto, l’Australia. Nel complesso di ritiene che la crew abbia reso disponibili prodotti pirata (videogiochi, software e musica) valutati nel complesso 50 milioni di dollari.

La polizia doganale americana ha allestito all’epoca, nel dicembre 2001, una pagina dedicata a descrivere le operazioni svolte da DoD, considerata una delle crew “più antiche e più sofisticate”.

Griffiths, disoccupato che vive con i genitori, dovrà pagare le spese del procedimento che ha confermato la sua estradizione.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Vodafone
    quoto: "innovativo quanto remunerativo sistema di frode, perpetrato grazie a speciali apparecchi che, dietro pagamento di un corrispettivo, consentivano l?ascolto di brani musicali in formato mp3, in violazione della normativa sul diritto d?autore".Sembra una descrizione del nuovo servizio di scarico di musica della vodafone :DQualcuno mi spiega la differenza?
    • crostino scrive:
      Re: Vodafone
      - Scritto da: Anonimo
      Qualcuno mi spiega la differenza?Forse il sistema della vodafone usa gli AAC invece di MP3
      • Anonimo scrive:
        Re: Vodafone


        Qualcuno mi spiega la differenza?
        Forse il sistema della vodafone usa gli AAC
        invece di MP3Quindi passiamo tutti agli aac e siamo in regola con gli scarichi ? :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Vodafone
      Vodafone probabilmente paga i diritti tramite il costo del servizio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Vodafone
        Direi anche io che vodafone usa un jukebox similare ad i-tunes.Riguardo al formato non so quale usino, cmq se non erro anche gli mp3 possono supportare alcune forme di drm. Poi non è da escludere che magari usino i wma.Chi ha vodafone umts ci illumini. Cmq l'importante non è il formato, ma la siae e relativi versamenti.
  • UMM scrive:
    L'ho visto in funzione
    ... nel locale che frequentavo (provincia di Udine tra l'altro!!).. ne ho parlato più volte al gestore e secondo lui "era tutto in regola, SIAE pagata ecc ecc" certo come no! mi piacerebbe proprio sapere se sono andati a far visita anche a lui, ma a questo punto penso di si...In Italia sono tantissimi ad usarlo ma devo ammettere che ci sarei cascato pure io, il sistema era veramente ben fatto e anche l'interfaccia non sembrava una cosa buttata la, poi c'era il discorso "aggiornamenti" che non era affatto male, certo che magari prima di acquistare il jukebox fare un telefonatina all'ufficio SIAE di competenza per chiedere se era tutto a posto... non era una brutta idea -anche perché mi chiedevo come poteva essere tutto in regola visto che anche se paghi il borderò non puoi suonare la musica scaricata visto che devi suonare il supporto originale bollinato- ...
  • Anonimo scrive:
    SONO TUTTE BALLE !!
    Macchine del genere, e lo sa bene chi appartiene al settore dei videogiochi, sono in commercio da anni.E sono pari pari dei Jukebox, che hanno la sola caratteristica di suonare indifferentemente Mp3 o Wav. Ovviamente si installano Mp3, altrimenti non avrebbe senso.E' l' ennesima nota falsata per perseguitare il formato Mp3.Ma, come dicevano una volta, :" NON PASSERANNO".Saluti
    • jank scrive:
      Re: SONO TUTTE BALLE !!
      Non esageriamo...Se queste persone lucrano senza avere alcuna spesa, allora ha fatto benissimo la finanza ad operare sequestri.Quando si parla di non perseguire l'MP3 deve essere chiaro sempre l'elemento "per uso personale"
    • Anonimo scrive:
      Re: SONO TUTTE BALLE !!
      Se fosse stato pieno di WAV sarebbe stata la stessa cosa.Se fosse stato pieno di OGG sarebbe stata la stessa cosa.Se fosse stato pieno di FLAC sarebbe stata la stessa cosa.Se fosse stato pieno di AAC sarebbe stata la stessa cosa.Il diritto d'autore va pagato indiependentemente dal supporto utilizzato in caso di pubblica esecuzione. Quella era musica copiata, fosse stata anche rippata da questi soggetti dai cd originali invece che scaricata come suppongo, sarebe stata la stessa cosa.Nessuno perseguita un formato, se utilizzato senza infrangere i diritti altrui, quindi tanto di cappello alla gdf che ha impedito che questa frode continuasse.Lamentiamoci piuttosto quando vengono indagati soggetti privati come se fossero i nuovi drinkordie
    • io io scrive:
      Re: SONO TUTTE BALLE !!
      comunque mille euro al mese non fanno 1,2 milioni all'anno, semmai 12000, che è una cifra leggermente inferiore.Pensateci prima di installarlo :-D
  • Anonimo scrive:
    Bene!
    E' giusto che questi paghino perchè facevano un USO COMMERCIALE del materiale scaricato! Ma i soldi e gli oggetti sequestrati che fine faranno? Spero che il tutto sia utilizzato non per combattere gli utenti p2p ma per ABBASSARE I PREZZI ESOSI DEGLI ORIGINALI!!!!:@
  • Anonimo scrive:
    X LA REDAZIONE
    Ho notato che l'italiano sta lentamente migrando verso l'italiacano.E nel Vs. articolo c'e' un errore del genere: "associazione a delinquere". La frase entrata nel'uso "quotidiano" dei giornalisti purtroppo e' un emerito strafalcione, la frase corretta per la nostra cara amata lingua sarebbe: "associazione per deliquere".Saluti.Luigi C.
  • Anonimo scrive:
    Bella idea, ma applicata da stupidi...
    L' idea di un jukebox computrizzato e' tecnicamente ottima (sempre che dentro non ci fosse stato Windows, in questo caso e' piu' affidabile un jukebox tradizionale con i CD) ma quelli che la gestivano sono degli stupidi, visto quello che rendono questi apparecchi potevano anche pagare qualche tassa per mettere in regola i brani che distribuivano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bella idea, ma applicata da stupidi.

      sempre che dentro non ci
      fosse stato Windows, in questo caso e' piu'
      affidabile un jukebox tradizionale con i CDE' da qualche anno che windows è come affidabilità a livello degli altri os... Per esperienza linux crasha molto più spesso di xp.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bella idea, ma applicata da stupidi.
        Il tuo probabilmente, sì....certo! :D- Scritto da: Anonimo
        E' da qualche anno che windows è come
        affidabilità a livello degli altri os... Per
        esperienza linux crasha molto più spesso di xp.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bella idea, ma applicata da stupidi.


        sempre che dentro non ci

        fosse stato Windows, in questo caso e' piu'

        affidabile un jukebox tradizionale con i CD

        " E' da qualche anno che windows è come affidabilità a livello degli altri os... Per esperienza linux crasha molto più spesso di xp. "Questa la devo mettere tra le frase che appaiono dopo il login nella categoria "umoristiche".
        • Anonimo scrive:
          Re: Bella idea, ma applicata da stupidi.

          Questa la devo mettere tra le frase che appaiono
          dopo il login nella categoria "umoristiche".Bravo, solo tu dici cose intelligenti.Vai che sei grande.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bella idea, ma applicata da stupidi.
        Linux crash piu' di windows ...Si quando lo installi e lo configuri tu magari su hardware non compatibile ....Quando lo installo io solitamente l' installazione tira avanti senza crash fino a quando non viene la voglia di fare l' update della distribuzione.. invece di windows crashati ne vedo tutti i giorni... si anche se hanno tutti gli update e l' antivirus e' aggiornato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bella idea, ma applicata da stupidi...
      insieme ad un amico abbiamo cominciato ad esaminare la possibilità la bellezza di 7 anni fa. abbiamo cominciato a girare per siae e avvocati ma non si trovava il modo di fare questa cosa legalmente. potevamo forzare la mano per creare il precedente ma a quel punto più che in un'attività commerciale ci saremmo infilati in un'attività legale e quindi abbiamo rinunciato. è proprio il paese dei kaki- Scritto da: Anonimo
      L' idea di un jukebox computrizzato e'
      tecnicamente ottima (sempre che dentro non ci
      fosse stato Windows, in questo caso e' piu'
      affidabile un jukebox tradizionale con i CD) ma
      quelli che la gestivano sono degli stupidi, visto
      quello che rendono questi apparecchi potevano
      anche pagare qualche tassa per mettere in regola
      i brani che distribuivano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bella idea, ma applicata da stupidi...
      - Scritto da: Anonimo
      L' idea di un jukebox computrizzato e'
      tecnicamente ottima (sempre che dentro non ci
      fosse stato Windows, in questo caso e' piu'
      affidabile un jukebox tradizionale con i CD) ma
      quelli che la gestivano sono degli stupidi, visto
      quello che rendono questi apparecchi potevano
      anche pagare qualche tassa per mettere in regola
      i brani che distribuivano.Infatti, se avessero scaricato i brani dai siti legali a 0,99 ? non avrebbero avuto problemi! Sono stati giustamente puniti perchè l'uso dei brani scaricati illegalmente NON ERA PERSONALE ed è giusto che gli venga comminata una multa perchè loro CI GUADAGNAVANO!!!! In effetti questo appare TROPPO!!!!8)
  • HotEngine scrive:
    OT: Per la redazione
    La frase: "Le apparecchiature secondo le Fiamme Gialle erano state importante dalla Repubblica Slovacca"Credo debba essere invece: "Le apparecchiature secondo le Fiamme Gialle erano state IMPORTATE dalla Repubblica Slovacca".-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 ottobre 2006 09.44-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    [OT] Per la redazione
    "1.000 ai 2.000 Euro al mese (1,2 milioni di euro all?anno)"Cioé un anno ha dai 600 ai 1200 giorni? :-O
Chiudi i commenti