La prima volta di IBM con Itanium 2

Big Blue salta sulla carrozza dei produttori di server che hanno abbracciato l'ultimo chip a 64 bit di Intel e svela un nuovo modello di sServer basato su Itanium 2 che affiancherà i suoi sistemi Power-based


Armonk (USA) – Seguendo le orme di alcune sue grosse rivali, prima fra tutte HP, IBM ha introdotto sul mercato il suo primo server basato su Itanium 2, l’ultima versione del processore a 64 bit di Intel.

Il nuovo sistema, chiamato xSeries 450, chiude un dibattito che si era aperto di recente circa la possibilità che Big Blue ignorasse la piattaforma Itanium in favore della propria architettura a 64 bit Power.

Fino ad oggi IBM aveva giustificato il suo scarso interesse verso la piattaforma di Intel con il fatto che esistevano ancora poche applicazioni. Non sembra un caso, dunque, che Big Blue abbia scelto di commercializzare il suo primo server basato su Itanium 2 proprio in concomitanza con l’arrivo sul mercato di tutta una serie di prodotti capaci di sfruttare l’architettura IA-64, fra cui il nuovo Windows Server 2003 e diverse distribuzioni di Linux.

Progettato per i server ad alte prestazioni e le applicazioni di data warehouse, l’x450 è in grado di supportare fino a quattro processori Itanium 2 in un fattore di forma 4U. Il suo prezzo parte da circa 26.000 dollari.

Per i server Intel-based a 32 bit IBM conferma la sua predilezione per i chip Xeon, su cui si basa il suo recente x440, mentre nel settore dei 64 bit ribadisce tutto il suo impegno nel portare avanti lo sviluppo dei suoi processori Power.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Grande...
    Altro che wincesso ...ora si ragione su un vero sistema operativo ....anche perche vi immaginate un robot su cui ogni 3x2 devi fare CTRL-ALT-CANC ....
    • Anonimo scrive:
      Re: Grande...
      Io sono diffidente per natura, per cui per ora ci vedo solo una trovata pubblicitaria. Spero di sbagliarmi visto che a tempo perso mi occupo di robotica e affini.SO RT ce ne sono un certo numero e RTLinux mi è sembrato maturo.La cosa che mi piace poco è che è legato ad un certo hw, con le logiche conseguenze.Ma come ho detto sono diffidente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Grande...
        Scusate Rileggendo mi sono accorto di essere stato poco chiaro.Non intendevo dire che RTLinux è legato ad un certo HW, ma bensì quello ITL.Scusate
        • Anonimo scrive:
          Re: Grande...
          Forse lo e ..... o forse non lo e ....E importante per la comunita che comunque il "seme" di linux venga innestato in piu settori possibili ....Ciao
    • Vaira scrive:
      Re: Grande...
      Speriamo che SCO non voglia metterci su le grinfie ;)
    • Anonimo scrive:
      Grande pena per Tuxedo1970...
      - Scritto da: tux1970
      Altro che wincesso ...

      ora si ragione su un vero sistema operativo
      ....
      anche perche vi immaginate un robot su cui
      ogni 3x2 devi
      fare CTRL-ALT-CANC ....Sei patetico!Del 1970 ti e' rimasto proprio solo lo smoking dello zio...Perche' non tiri fuori anche i Syntax Error del C64??Vala' patacca, se non sei capace di usare i sistemi, non nasconderti dietro luoghi comuni triti e ritriti e oramai superati !
Chiudi i commenti