La PS3 si allontana dall'Europa

Con un annuncio a sorpresa, ieri Sony ha comunicato il posticipo della data di lancio europeo della PlayStation 3, ora fissato per il marzo 2007. Tanta la delusione dei molti fan di PlayStation del Vecchio Continente

Londra – I videogamer europei non troveranno alcuna PlayStation 3 sotto l’albero di Natale. Con un annuncio senza dubbio sofferto, ieri Sony Computer Entertainment Europe ( SCEE ) ha comunicato che il lancio europeo della PS3 è stato posticipato dal 17 novembre di quest’anno al marzo del 2007 : il giorno preciso verrà reso noto in seguito.

Salta così quello che avrebbe dovuto essere un lancio globale , con Giappone, Nord America ed Europa tutti “serviti” nello stesso mese. Restano tuttavia confermate le date di lancio di Giappone e USA , dove la PS3 debutterà rispettivamente l’11 e il 17 novembre prossimo.

Il ritardo interesserà, oltre all’Europa, altri paesi che adottano lo standard televisivo PAL: Russia, Africa e Australasia.

“Abbiamo deciso di focalizzarci sui mercati giapponese e americano”, ha dichiarato Ken Kutaragi, presidente di Sony Computer Entertainment ( SCEI ), durante un incontro con i giornalisti. “Sono molto dispiaciuto di non poter soddisfare tutte le attese”.

La notizia è stata accolta da molti fan europei della PlayStation tra un misto di delusione e rabbia .

PS3 “Come al solito l’Europa occupa il posto più basso nella lista delle priorità di Sony”, ha scritto frà82 alla redazione di Punto Informatico. “Non so se avrò la pazienza di attendere fino al prossimo marzo per cambiare la mia PS2”.

“E io che l’avevo già prenotata versando un acconto di 100 euro!”, ha scritto a PI Gio . “Vorrei proprio sapere se la ricevuta che ho a casa avrà ancora valore il prossimo marzo o se mi verrà restituito l’acconto”.

Al malcontento degli utenti si aggiunge il monito di analisti e investitori , che giudicano in modo negativo il debutto post-natalizio: il salto delle festevità di fine anno, infatti, potrebbe significare una partenza tutta in salita per la PS3, e un rafforzamento della posizione di mercato della Xbox 360 di Microsoft .

Il ritardo della versione PAL della PS3 ha costretto il colosso giapponese a ridimensionare le previsioni di vendita globali per quest’anno , riducendole da 4 a 2 milioni di unità. Malgrado ciò, SCEE non ha ritenuto necessario ritoccare le stime al prossimo marzo: entro questa data, infatti, Sony confida ancora di poter distribuire 6 milioni di PS3 . Una vera sfida, se si considera che dal computo globale mancheranno Vecchio Continente e Oceania e che, il prossimo novembre, le PS3 che raggiungeranno il mercato saranno solo 500.000: 400.000 negli USA e 100.000 in Giappone.

Il nuovo cambio di programma, l’ennesimo nella tribolata genesi della PS3, è stato motivato da SCEE con ” ritardi nella pianificata produzione in volumi dei diodi laser blu “, componente essenziale del lettore Blu-ray integrato nella nuova PlayStation.

E a proposito di Blu-ray , il rinvio europeo della PS3 potrebbe far saltare i piani di lancio del neo formato: soprattutto nel Vecchio Continente, dove in molti paesi i player da salotto potrebbero arrivare non prima del 2007 (e a prezzi non certo popolari). Qui le major cinematografiche facevano leva proprio sulla PS3 per dare il la al nuovo mercato dei film in alta definizione.

Parlando di PlayStation Portable (PSP), all’inizio della settimana Izumi Kawanishi, a capo del gruppo Platform Development di Sony Japan, ha rivelato che il prossimo novembre verrà inaugurato un servizio per il download dei giochi espressamente dedicato alla celebre console da taschino. Stando a quanto dichiarato da Kawanishi al giornale giapponese NikkeiBP , il servizio sarà accessibile sia da PC che da PS3 e permetterà di scaricare un ampio numero di giochi originariamente progettati per la PlayStation 1 . Oltre ai giochi, gli utenti potranno acquistare film in formato UMD . Per il momento, però, questi piani sembrano riguardare soltanto il Giappone: non è ancora chiaro se e quando il nuovo servizio debutterà in USA ed Europa.

Sempre in Giappone, il prossimo novembre arriveranno sul mercato nuovi accessori per la PSP , tra cui una videocamera da 1,3 megapixel con microfono integrato e un ricevitore GPS: i prezzi saranno rispettivamente di 5.000 yen (circa 33 euro) e di 6.000 yen (circa 40 euro).

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E' Giusto
    Così almeno si fa chiarezza.Hai una TV ?Hai una radio ?Hai un PC con scheda TV ?Usi internet per ricevere canali televisivi ?Paga il canone !Invece di tirare avanti con sta cagata dell'apparecchio adattabile che rende tassabili anche i tostapane...
    • Anonimo scrive:
      Re: E' Giusto
      - Scritto da:
      Così almeno si fa chiarezza.

      Hai una TV ?
      Hai una radio ?
      Hai un PC con scheda TV ?
      Usi internet per ricevere canali televisivi ?

      Paga il canone !

      Invece di tirare avanti con sta cagata
      dell'apparecchio adattabile che rende tassabili anche i tostapane ...[CINICO ON]La legge va benissimo così. Altrimenti, come faccimao a tassare a "prescindere"?[CINICO OFF]
    • SardinianBoy scrive:
      Re: E' Giusto
      - Scritto da:
      Così almeno si fa chiarezza.

      Hai una TV ?
      Hai una radio ?
      Hai un PC con scheda TV ?
      Usi internet per ricevere canali televisivi ?

      Paga il canone !

      Invece di tirare avanti con sta cagata
      dell'apparecchio adattabile che rende tassabili
      anche i
      tostapane......allo bimbo, visto che sei così tosto con le tue affermazioni, mi spieghi come posso fare,tramite internet per riuscire a vedere rai 1 rai 2 rai 3 e vi dicendo? Qualche volta riuscivo a vedere il canale tv La7 , ora non più , come ma? Mi aiuti ? Grazie :'(:'(
      • Anonimo scrive:
        Re: E' Giusto
        Per accedere all'archivio RAI (che pero' e' MOLTO male organizzato) usa questa home page:http://www.raiclicktv.it/raiclickpc/secure/homePage.srvIl concetto di canone DEVE ESSERE INVECE ELIMINATO.Come deve essere eliminata la TV di Stato, visto che fortunatamente NON siamo nella Russia degli anni 60/70.Privatizzare la RAI e' un MUST ed a quel punto SENZA politici e senza poltrone d'oro se ce la fara' a resistere alla concorrenza SENZA CANONE ma con la sola pubbilicta' bene altrimenti ciao ciao. Nessuno ne sentira' la mancanza. Si passi SUBITO al DTT senza perdere altro tempo e si dia piu' liberta' a tutti di scegliere.Belle parole. Non succedera' mai, siamo in Italia, e le poltrone d'oro non si eliminano, casomai lievitano. Non mi chiedete pero' di finanziarvele per la vostra sporca politica sia di Dx che (soprattutto) di Sx. Sveglia gente!!
        • Guybrush scrive:
          Re: E' Giusto
          - Scritto da:
          Per accedere all'archivio RAI (che pero' e' MOLTO
          male organizzato) usa questa home
          page:

          http://www.raiclicktv.it/raiclickpc/secure/homePag

          Il concetto di canone DEVE ESSERE INVECE
          ELIMINATO.Al contrario: s'ha da rafforzare e migliorare. Cosi' come e' sembra che si debba pagare il canone anche se hai un dente d'oro.
          Come deve essere eliminata la TV di Stato, visto
          che fortunatamente NON siamo nella Russia degli
          anni
          60/70.Il servizio pubblico va rafforzato e reso libero da voci diverse da quella dei contribuenti. Mettiti in testa che la voce dello stato non deve essere influenzata da gente che paga la pubblicita'.Si puo' desiderare di vedere i canali di stato, si puo' fare altrimenti, non come nella russia degli anni 60-80.
          Privatizzare la RAI e' un MUST ed a quel punto
          SENZA politici e senza poltrone d'oro se ce la
          fara' a resistere alla concorrenza SENZA CANONEVediamo di capirci bene: se la rai privatizzata (cioe' un monopolio di stato messo in mano ad un privato) sopravvive bene, altrimenti ha da mori'?
          ma con la sola pubbilicta' bene altrimenti ciao
          ciao. Nessuno ne sentira' la mancanza. Si passi
          SUBITO al DTT senza perdere altro tempo e si dia
          piu' liberta' a tutti di
          scegliere.Quando la rai funzionava a dovere erano ben altri tempi...
          Belle parole. Non succedera' mai, siamo in
          Italia, e le poltrone d'oro non si eliminano,
          casomai lievitano. Non mi chiedete pero' di
          finanziarvele per la vostra sporca politica sia
          di Dx che (soprattutto) di Sx.Togliere la pubblicita' dalla rai. Mettere regole chiare per il pagamento del canone, colpire gli evasori. Hai ragione quando dici che la rai cosi' com'e' e' la "Radio Animali Imbarcati", ma sbagli quando dici che deve morire.
          GT
          • SardinianBoy scrive:
            Re: E' Giusto
            - Scritto da: Guybrush

            - Scritto da:

            Per accedere all'archivio RAI (che pero' e'
            MOLTO

            male organizzato) usa questa home

            page:




            http://www.raiclicktv.it/raiclickpc/secure/homePagho provato ma dice questo:HTTP Status 404 - /raiclickpc/secure/homePagtype Status reportmessage /raiclickpc/secure/homePagdescription The requested resource (/raiclickpc/secure/homePag) is not available.Apache Tomcat/4.1.27
          • Anonimo scrive:
            Re: E' Giusto
            Perchè hai cliccato su quello quotato e non sul link originale :D :D :D :D :D
          • Anonimo scrive:
            Re: E' Giusto
            - Scritto da: Guybrush

            - Scritto da:

            Per accedere all'archivio RAI (che pero' e'
            MOLTO

            male organizzato) usa questa home

            page:




            http://www.raiclicktv.it/raiclickpc/secure/homePag



            Il concetto di canone DEVE ESSERE INVECE

            ELIMINATO.

            Al contrario: s'ha da rafforzare e migliorare.
            Cosi' come e' sembra che si debba pagare il
            canone anche se hai un dente
            d'oro.
            Ecco un altro del partito delle tasse. Non è che se aumenti il canone automaticamente migliori il servizio, anzi....

            Come deve essere eliminata la TV di Stato, visto

            che fortunatamente NON siamo nella Russia degli

            anni

            60/70.

            Il servizio pubblico va rafforzato e reso libero
            da voci diverse da quella dei contribuenti.
            Mettiti in testa che la voce dello stato non deve
            essere influenzata da gente che paga la
            pubblicita'.
            Si puo' desiderare di vedere i canali di stato,
            si puo' fare altrimenti, non come nella russia
            degli anni 60-80.
            Basta guardarsi un tg per rendersi conto di quanto l'informazione "di stato" sia libera ed indipendente. Poi tutti li ad esaltare le tv americane che sono tutte network privati. Un caso ? Per nulla, se stai sul mercato devi risponderne al tuo pubblico, se dipendi da finanziamenti pubblici basta far contento il politico che ti finanzia.


            Privatizzare la RAI e' un MUST ed a quel punto

            SENZA politici e senza poltrone d'oro se ce la

            fara' a resistere alla concorrenza SENZA CANONE

            Vediamo di capirci bene: se la rai privatizzata
            (cioe' un monopolio di stato messo in mano ad un
            privato) sopravvive bene, altrimenti ha da
            mori'?Ovviamente, come succede a tutte le realtà commerciali e la RAI lo è.

            ma con la sola pubbilicta' bene altrimenti ciao

            ciao. Nessuno ne sentira' la mancanza. Si passi

            SUBITO al DTT senza perdere altro tempo e si dia

            piu' liberta' a tutti di

            scegliere.

            Quando la rai funzionava a dovere erano ben altri
            tempi...La Rai non ha mai funzionato e Mediaset è potuta nascere e prosperare proprio per questo.

            Belle parole. Non succedera' mai, siamo in

            Italia, e le poltrone d'oro non si eliminano,

            casomai lievitano. Non mi chiedete pero' di

            finanziarvele per la vostra sporca politica sia

            di Dx che (soprattutto) di Sx.

            Togliere la pubblicita' dalla rai. Mettere regole
            chiare per il pagamento del canone, colpire gli
            evasori.Vuoi colpire gli "evasori" ? Cripta il segnale e tanti saluti. Vediamo in quanti sono disposti a pagare per vedere il segnale rai.
            Hai ragione quando dici che la rai cosi' com'e'
            e' la "Radio Animali Imbarcati", ma sbagli quando
            dici che deve
            morire.


            GT
          • SardinianBoy scrive:
            Re: E' Giusto
            Si però, avevo posto una domanda :come posso fare,tramite internet per riuscire a vedere rai 1 rai 2 rai 3 e vi dicendo? Qualche volta riuscivo a vedere il canale tv La7 , ora non più , come ma? Mi aiutiate? Grazie ....altrimenti cosa pago a fare ?? :'(:'(
          • Anonimo scrive:
            Re: E' Giusto
            Paghi cosa ? Il canone rai è per le radiotrasmissioni non per le trasmissioni via web.
          • Guybrush scrive:
            Re: E' Giusto
            - Scritto da:
            - Scritto da: Guybrush



            - Scritto da:


            Per accedere all'archivio RAI (che pero' e'

            MOLTO


            male organizzato) usa questa home


            page:








            http://www.raiclicktv.it/raiclickpc/secure/homePag





            Il concetto di canone DEVE ESSERE INVECE


            ELIMINATO.



            Al contrario: s'ha da rafforzare e migliorare.

            Cosi' come e' sembra che si debba pagare il

            canone anche se hai un dente

            d'oro.



            Ecco un altro del partito delle tasse. Non è che
            se aumenti il canone automaticamente migliori il
            servizio,
            anzi....No, non ho detto questo.Ho detto che la rai deve essere finanziata solo col canone e che NON deve avere altri soggetti a cui rendere conto che quelli che gli pagano la diaria (e in questo senso mi sta bene che sia un governo 'rapresentativo').Sempre piu' spesso invece ad avere voce in capitolo sono altri soggetti che non c'entranon una beneamata.
            Basta guardarsi un tg per rendersi conto di
            quanto l'informazione "di stato" sia libera ed
            indipendente. Poi tutti li ad esaltare le tv
            americane che sono tutte network privati. Un caso
            ? Per nulla, se stai sul mercato devi risponderne
            al tuo pubblico, se dipendi da finanziamenti
            pubblici basta far contento il politico che ti
            finanzia.Quelle rare volte che vedo un po' di TV a casa dei miei, per capire quel che succede in italia, devo seguire TG1 E TG5 poi fare una interpolazione e lavorare un po' di dietrologia.Questo per dire che tanto l'informazione pubblica quanto quella privata sono strumentalizzate alla pari.[...]
            Ovviamente, come succede a tutte le realtà
            commerciali e la RAI lo
            è.Lo dico a malincuore, ma se la rai sparisse mi seccherebbe assai. [...]
            La Rai non ha mai funzionato e Mediaset è potuta
            nascere e prosperare proprio per
            questo.
            La rai ha funzionato fino al 1980, piu' o meno bene. La qualita' delle trasmissioni, nonostante tutto, era fenomenale.Solo da noi Eduardo de Filippo ha presentato Goldrake.[...]
            Vuoi colpire gli "evasori" ? Cripta il segnale e
            tanti saluti. Vediamo in quanti sono disposti a
            pagare per vedere il segnale
            rai.Il segnale e' per tutti i residenti sul suolo italiano, se lo oscuri... pero' una cosa si potrebbe fare.Trasmissioni in chiaro per notiziari, rubriche, programmi-contenitore (specie se con pubblicita' occulta), trasmissioni cifrate per eventi (chi ha detto 'calcio'?) e film in prima visione.Si salverebbero capra e cavoli.Al che mi trovi d'accordo che il canone cosi' come e' diventato (una imposta) non va bene e colpire chi proprio non vuole saperne del servizio (che non e' piu' un servizio, visto che e' finanziato con una imposta) e' una misura quantomai impopolare e vessatoria.Purtroppo quelli che non pagano perche' non hanno nessuna intenzione di acquistare televisori o servizi di streaming-tv, o altre puttanate simili sono pochissimi e finiscono con l'essere accorpati nella massa degli evasori.
            Sarà il mercato a decidere.Spero di no. La rai deve tornare alla sua funzione originaria che e' quella di promuovere, diffondere e conservare la cultura italiana. Io capisco che i film con Gino Cervi nei panni di Maigret, o il quartetto cetra che fa le parodie dei grandi classici sono di una noia mortale, niente che un essere civile dovrebbe annoverare nella sua filmoteca (e' sarcasmo questo!), ma lasciati dire che per un buon ventennio la RAI ha sfornato piccoli capolavori, serie-cult (mai visto spazio 1999?) e varieta' con i contro-attributi (Battisti che duetta con Mina, per dirne una o la premiata ditta Vianello-Tognazzi per citarne un'altra).Cose che all'epoca parevano scontate e anche un po' banalotte (Tito... tu t'ha ritinto il tetto, ma tu t'intendi tanto di tetti ritinti), ma che viste 30 anni dopo (sigh) alla luce delle brillanti produzioni odierne, fanno scendere qualche lacrimone.Mi piacerebbe tanto che la RAI tornasse a fare questo. Pagherei volentieri il canone e mi comprerei persino un televisore.
            PS. Sono un altro :)Me ne ero accorto :-)
            GT
        • Anonimo scrive:
          Re: E' Giusto

          Privatizzare la RAI e' un MUST ed a quel punto
          SENZA politici e senza poltrone d'oroIn pratica dici che si dovrebbe chiudere rai3...e pure gran parte del resto della rai.Ma ti pare possibile considerando chi ci governa?
          Si passi
          SUBITO al DTTAnche qui, considerando chi ci governa, ti pare possibile?
    • Anonimo scrive:
      Re: E' Giusto
      Sono d'accordo con te!
Chiudi i commenti