La RIAA scende nei dettagli tecnici

Nel corso di un giudizio una donna è stata smentita dalla RIAA che ha dimostrato con un'analisi tecnica che gli MP3 provenivano da Internet


New York (USA) – Una donna accusata di aver messo a disposizione oltre mille brani musicali sui network del P2P è stata chiamata in giudizio dalla RIAA per la violazione dei relativi copyright.

Nel corso del dibattimento si è scoperto che i tecnici della RIAA sono in grado di dimostrare che un determinato file MP3 è stato scaricato da Internet piuttosto che registrato sul computer dal proprio PC.

Pare infatti che nei metadata che ogni file MP3 porta con se si possano trovare anche informazioni come ad esempio il nome dell’autore della registrazione.

La donna si è difesa sostenendo di avere i CD ufficiali di tutte le canzoni presenti nel proprio computer. La RIAA ha potuto allora dimostrare che le canzoni non provenivano dai CD della donna ma erano state scaricate attraverso i network del file sharing.

Infatti i files conservati sul PC della donna avevano un “hash”, una specie di numero identificativo che è caratteristico dei brani scaricati con il P2P.

Nelle cause intentate dalla Recording Industry Association of America contro gli utenti che hanno scaricato e condiviso brani protetti dal copyright i danni richiesti per ogni canzone vanno dai 750 ai 150mila dollari.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    LA PIANTATE DI USARE OUT..... K! ! !
    javascript:htmlconsentito()javascript:htmlconsentito()O SE NON VOLETE FARLO NON POTETE PROPRIO USARE QUALCHE ALTRO PROGRAMMA PER SALVARE LE E-MAIL DEI VOSTRI CONOSCENTI (A CUI ANCHE TENETE!)PERCHè E PROPRIO A LORO CHE ARRIVA IL VIRUS CHE VENITE INFETTATI !javascript:htmlconsentito()javascript:htmlconsentito()
  • Anonimo scrive:
    Innovazione Open Source
    http://www.gnome.org/~seth/storage/
    • Anonimo scrive:
      Re: Innovazione Open Source
      - Scritto da: Anonimo
      http://www.gnome.org/~seth/storage/E cosa pensi che ci sara', come innovazione della M$ nella prossima versione di WinXp?Copieranno ancora?
  • roelite scrive:
    Calypso 3.0/Couerier Freeware
    E-Mail Courier è la versione aggiornata di Calypso a XP. Esternamente è praticamente identico alla versione vecchia.Non è freeware, contrariamente a quanto dice l'articolo di puntu-Informatico.Calypso ha qualche piccolo problema quando l'archivio di posta raggiunge molte decine di mega di peso. Per il resto è Ok (se si eccettua una certa difficoltà a "capire" i filtri anti-spam che gli vengono suggeriti).Ciao...
  • Anonimo scrive:
    Nessuno copia... ma...
    Come al solito mi sono letto prima un po' di post... e poi dico la mia...Tutti hanno le sue ragioni, ma secondo me nessuno copia nessuno, è solo un rincorrersi di funzionalità e nuove piccolezze di "invenzioni" già esistenti...sia le case software commerciali (piccole e grandi) che i programmatori open source sono "accecati" dalla ricerca dell'ultimo abbellimento a questo o quel programma, senza poi centrare mai gli obiettivi... IMHO...Non vedo negli ultimi anni un'idea software così importante da poter paragonare a Lotus 123 o NCSA Mosaic... E tanto per rimanere in tema:Ho provato un sacco di client e-mail e tutti hanno pregi e difetti come ovvvio che sia, ma nessuno e dico nessuno, che consenta di "agganciare" una nota ad un messaggio... dico io, ma se voglio commentare un e-mail ricevuta semplicemente per annotarmi che quando risponderò a quella e-mail "devo ricordarmi di...." l'unica cosa esistente sono le label... a nessuno è mai venuto in mente una funzionalità così banale?ecco, tutto questo per dire che se avessi il tempo e la capacità sufficiente, avrei fatto io stesso un client con una simile funzionalità... ottenendo l'ennesimo clone di outlook... ma con qualcosina in più!
    • Parliamone scrive:
      Re: Nessuno copia... ma...

      dico io, ma se voglio commentare un e-mail
      ricevuta semplicemente per annotarmi che
      quando risponderò a quella e-mail "devo
      ricordarmi di...." l'unica cosa esistente
      sono le label... a nessuno è mai venuto in
      mente una funzionalità così banale?Puoi sempre mandare una mail agli autori del tuo client open source preferito e proporgli l'idea (puoi farlo anche con il tuo client closed source preferito, ovviamente)
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessuno copia... ma...
        Probabilmente sottoponendo l'idea ai vari programmatori del mondo open, può darsi anche di ottenere qualche soddisfazione; inviando una mail @microsoft.com, probabilmente nemmeno rispondono... comunque il messaggio forse non era chiaro, quello che volevo dire è che nel mondo del software, in questo momento, c'è un po' di stagnazione perchè a furia di "star dietro" a presunte novità (xml, .net e una serie di altre sigle incredibili!) si perde di vista il fatto che reali necessità e nuove interessanti feature possono essere implementate efficacemente con quanto abbiamo già a disposizione e che un reale miglioramento nelle performance e nella stabilità dei programmi la si ottiene solo con le tecnologie ormai mature e consolidate, insomma, mi pare che "il programmatore" sia in continua attesa ad aspettare ciò che non arriva mai...in questo modo non si migliorano i programmi esistenti e non si creano nuovi programmi innovativi, quello che esce fuori sono solo scopiazzature di programmi esistenti implementati con tecnologie diverse.ripeto! tutto questo, IMHO, avviene tanto nel mondo dell' open source che nel mondo del software commerciale.
  • Anonimo scrive:
    La donna "fuma fuma"....
    ...la comunita' open source "copia copia"....EheH
    • Anonimo scrive:
      Re: La donna "fuma fuma"....
      tradotto?- Scritto da: Anonimo
      ...la comunita' open source "copia copia"....

      EheH
      • Anonimo scrive:
        Re: La donna "fuma fuma"....
        Che va avanti a cloni dei programmi commerciali. Bella roba!- Scritto da: Anonimo
        tradotto?

        - Scritto da: Anonimo

        ...la comunita' open source "copia
        copia"....



        EheH
        • Anonimo scrive:
          Re: La donna "fuma fuma"....
          - Scritto da: Anonimo
          Che va avanti a cloni dei programmi
          commerciali. Bella roba!

          - Scritto da: Anonimo

          tradotto?



          - Scritto da: Anonimo


          ...la comunita' open source "copia

          copia"....





          EheHsei poco furbo ziobill, pensi che non ti abbiamo riconosciuto ? hai fatto 2 post quasi identici...
          • Anonimo scrive:
            Re: La donna "fuma fuma"....
            guarda che sono zioballmer...- Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Che va avanti a cloni dei programmi

            commerciali. Bella roba!



            - Scritto da: Anonimo


            tradotto?





            - Scritto da: Anonimo



            ...la comunita' open source "copia


            copia"....







            EheH

            sei poco furbo ziobill, pensi che non ti
            abbiamo riconosciuto ? hai fatto 2 post
            quasi identici...
          • Anonimo scrive:
            Re: La donna "fuma fuma"....
            - Scritto da: Anonimo
            guarda che sono zioballmer...zioballMERD...
      • Anonimo scrive:
        Re: La donna "fuma fuma"....
        - Scritto da: Anonimo
        tradotto?Tradotto vuol dire che se esce un programma Linux diverso dall'analogo Windows salta fuori qualche utonto a dire che finchè i programmi Linux saranno così diversi come GUI, comandi e funzionalità da quelli Windows, allora non si potrà mai sperare in una migrazione. Se invece esce un programma Linux uguale all'analogo Windows allora salta fuori qualche fumato a dire che la comunità open source copia....
        • Anonimo scrive:
          Re: La donna "fuma fuma"....
          fa male la tastiera nel deretano eh ?...
          • Anonimo scrive:
            Re: La donna "fuma fuma"....
            - Scritto da: Anonimo
            fa male la tastiera nel deretano eh ?...Non so, potresti farci partecipe della tua lunga esperienza personale.:)
          • Anonimo scrive:
            Re: La donna "fuma fuma"....
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            fa male la tastiera nel deretano eh ?...
            Non so, potresti farci partecipe della tua
            lunga esperienza personale.
            :)nella mia lunga esperienza di tastiere deretanate devo dire che il tasto più doloroso è quello con il simbolo di winzozz, sembra che stia proprio lì per farti male...
        • Anonimo scrive:
          Perfetto
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          tradotto?

          Tradotto vuol dire che se esce un programma
          Linux diverso dall'analogo Windows salta
          fuori qualche utonto a dire che finchè
          i programmi Linux saranno così diversi come
          GUI, comandi e funzionalità da quelli
          Windows, allora non si potrà mai sperare in
          una migrazione. Se invece esce un programma
          Linux uguale all'analogo Windows allora
          salta fuori qualche fumato a dire che la
          comunità open source copia....Già, e sai perchè? Perchè quelli che muovono critiche su quanto una interfaccia sia uguale a win sono solo dei cogli*ni
    • Terra2 scrive:
      Re: La donna "fuma fuma"....
      - Scritto da: Anonimo
      ...la comunita' open source "copia copia"...sisi... e il mio cane "piscia piscia"
    • Anonimo scrive:
      Re: La donna "fuma fuma"....
      - Scritto da: Anonimo
      ...la comunita' open source "copia copia"....

      EheHE la madre degli scemi e' sempre incinta :)
  • Anonimo scrive:
    Ma un programma leggero?
    Salve gente,giro spesso e spesso ho bisogno di controllare alcuni indirizzi che non hanno interfaccia per la consultazione web.Fino ad ora ho usato Mail Warrior, un programmino freeware per Windows il cui sviluppo si è fermato da una vita (c'è chi dice che il programmatore sia scomparso, chi dice che sia addirittura morto). E' un programma molto carino, è multiaccount, permette la preview del contenuto della mailbox senza dover scaricare i msg, ha la rubrica incorporata, non ha bisogno di installazione e occupa mezzo floppy disk. Naturalmente è un po buggato ma col programmatore latitante non si può sperare in una nuova versione (ah, se solo l'avesse fatto open source!).C'è qualcuno che ha le mie stesse esigenze e ha trovato un programma simile a questo? Ne ho cercati e provati diversi, ma o sono troppo grandi o hanno bisogno di installazione (non posso andare sul pc di un cliente e chiedere se mi fa installare un programma!).Vi prego, se conoscete qualcosa aiutatemi! :)))CiaoVanHelsing
    • Whishper scrive:
      Re: Ma un programma leggero?
      effettivamente io non ne conosco piccoli e non installanti.Io personalmente uso quello integrato in Opera.Potresti però usare outlook express, è estremamente diffuso (credo che sia in tutti gli os microsoft), così non dovresti installarlo, e portarti in giro sul floppy solamente i settaggi dei tuoi account che possono essere importati/esportati agevolmente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma un programma leggero?
        - Scritto da: Whishper
        effettivamente io non ne conosco piccoli e
        non installanti.
        Io personalmente uso quello integrato in
        Opera.
        Potresti però usare outlook express, è
        estremamente diffuso (credo che sia in tutti
        gli os microsoft), così non dovresti
        installarlo, e portarti in giro sul floppy
        solamente i settaggi dei tuoi account che
        possono essere importati/esportati
        agevolmente.Certo, penso proprio che la sua massima aspirazione sia dover taroccare le impostazioni di outlook su ogni macchina che usa solo per riuscire ad usare il piu' mediocre client email che conosca, e per di piu' rischiare di beccarsi i virus in attach... ma per favore!Ciao, Renato
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma un programma leggero?
          Gentile signore, sono certo che lei manca di ironia. La invito vivamente a farsi fare al piu presto possibile una trasfusione della stessa dal suo medico curante.
        • Whishper scrive:
          Re: Ma un programma leggero?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Whishper

          effettivamente io non ne conosco piccoli e

          non installanti.

          Io personalmente uso quello integrato in

          Opera.

          Potresti però usare outlook express, è

          estremamente diffuso (credo che sia in
          tutti

          gli os microsoft), così non dovresti

          installarlo, e portarti in giro sul floppy

          solamente i settaggi dei tuoi account che

          possono essere importati/esportati

          agevolmente.

          Certo, penso proprio che la sua massima
          aspirazione sia dover taroccare le
          impostazioni di outlook su ogni macchina che
          usa solo per riuscire ad usare il piu'
          mediocre client email che conosca, Era solo una proposta, se ne hai anche tu proponi. Cmq non intendevo modificare la config del cliente: quando si importa un account, questo si AGGIUNGE alla configurazione, non la modifica. Quando ha finito, può semplicemente cancellare l'account importato.e per di
          piu' rischiare di beccarsi i virus in
          attach... ma per favore!e poi il virus se lo becca il cliente ;)
          Ciao, RenatoCiao Alex
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma un programma leggero?
            - Scritto da: Whishper
            Era solo una proposta, se ne hai anche tu
            proponi.Perdona l'acidita', ma avendo a che fare con quella pila di mmm.... mediocrita' di outlook al lavoro tutti i giorni spero mi perdonerai...Comunque se chi ha fatto la domanda ha letto tutto il forum gli hanno dato un consiglio ottimo PopCorn. Un client di meno di 250k che fa gia' piu' di quello che fa OE in N megabyte e non richiede l'installazione (ottimo per l'uso sulle chiavette usb, ad esempio).
            Cmq non intendevo modificare la
            config del cliente: quando si importa un
            account, questo si AGGIUNGE alla
            configurazione, non la modifica. Quando ha
            finito, può semplicemente cancellare
            l'account importato.D'accordo, si puo' fare, su questo, ma decisamentenon e' quello che chiedeva la persona che ha iniziato il thread... e Outlook e' tutto tranne che leggero e full-featured...
            e poi il virus se lo becca il cliente ;)LOL! potrebbe essere un ottimo modo per assicurarsi di avere sempre lavoro ^____________^Ciao, Renato
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma un programma leggero?
      http://sylpheed-claws.sourceforge.net/win32/
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma un programma leggero?
        ho scaricato l'installer in inglese e l'interfaccia è mezza in italiano mezzo in inglese.mi sembra molto poco user-friendly, rispetto ad altri client... - Scritto da: Anonimo

        http://sylpheed-claws.sourceforge.net/win32/
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma un programma leggero?
          - Scritto da: Anonimo
          ho scaricato l'installer in inglese e
          l'interfaccia è mezza in italiano mezzo in
          inglese.Strano! Su linux è tutta in italiano e queste cose non si riscrivono da un sistema all'altro!
          mi sembra molto poco user-friendly, rispetto
          ad altri client... E' facile da usare, è leggero, si configura tutto dai menu, ma cosa deve fare un client? Prova anche thunderbird, ma non è allo stesso livello di completezza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma un programma leggero?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            ho scaricato l'installer in inglese e

            l'interfaccia è mezza in italiano mezzo in

            inglese.

            Strano! Su linux è tutta in italiano e
            queste cose non si riscrivono da un sistema
            all'altro!si ma io lo volevo tutto in inglese! come il mio win e il resto del sw che installo. cmq provare per credere... è mezzo e mezzo.. però c'è da dire una cosa.. sono sul win dell'ufficio che è in italiano... magari rileva la lingua di sistema e si installa di conseguenza con quello che ha a disposizione?


            mi sembra molto poco user-friendly,
            rispetto

            ad altri client...

            E' facile da usare, è leggero, si configura
            tutto dai menu, ma cosa deve fare un client?
            Prova anche thunderbird, ma non è allo
            stesso livello di completezza.ma no, dico solo che è un po' confuso e i comandi nell'interfaccia sono disposti un po' alla c. tipo il menu dove si configurano gli account.. ci voleva tanto a fare un sottomenu per le varie opzioni modifica aggiungi ecc?poi tutto grigio... qualche colore qua e la sta cosi male?
          • logitech scrive:
            Re: Ma un programma leggero?
            - Scritto da: Anonimo
            si ma io lo volevo tutto in inglese! come ilSu linux puoi scegliere la lingua. Su win non so
            ma no, dico solo che è un po' confuso e i
            comandi nell'interfaccia sono disposti un
            po' alla c. tipo il menu dove si configurano
            gli account.. ci voleva tanto a fare un
            sottomenu per le varie opzioni modifica
            aggiungi ecc?Puoi personalizzare la barra dei menù (adesso non ho il mio PC sottomano, per cui non so essere più preciso).
            poi tutto grigio... qualche colore qua e la
            sta cosi male?Ci sono le skin!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma un programma leggero?
        Purtroppo ha bisogno di installazione, non fa per me! :(CiaoVanHelsing
    • NeutrinoPesante scrive:
      Re: Ma un programma leggero?
      Prova Magic Mail Monitor, potrebbe fare al caso tuo.http://mmm3.sourceforge.net/Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma un programma leggero?
      Che ne dici di Popcorn?http://www.ultrafunk.com/products/popcorn/E-mail client freeware mooolto leggero per Windows (da 95 a XP), aggiornato spesso (nonostante gli sviluppatori si occupino di tutt'altro...) e, per quanto ne so, disponibile solo in inglese.Max
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma un programma leggero?
        molto carino,grazie- Scritto da: Anonimo
        Che ne dici di Popcorn?

        http://www.ultrafunk.com/products/popcorn/

        E-mail client freeware mooolto leggero per
        Windows (da 95 a XP), aggiornato spesso
        (nonostante gli sviluppatori si occupino di
        tutt'altro...) e, per quanto ne so,
        disponibile solo in inglese.

        Max
    • Anonimo scrive:
      OT Ma un programma leggero?

      programma molto carino, è multiaccount,
      permette la preview del contenuto della
      mailbox senza dover scaricare i msg, ha la
      rubrica incorporata, non ha bisogno di
      installazione e occupa mezzo floppy disk.naa... mezzo fd? I maclusers dicono che il fd non serve più, loro sono avanti cent'anni, dagli retta, butta via!Perchè non lo copi su una usb key, su un cd (se non deve scrivere nulla), su uno zip, uno jazz, un minidisk, un disco mo, vari formati di cassetta, un hd firewire e uno usb, una mmc o smatmediacard e non ti porti dietro il tutto (poche centinaia di euro) in una 24 ore? Una di quelle periferiche il tuo cliente ce l'avrà di sicuro ;)è mooolto più pratico, trendy e cool che girare con un fd!altrimenti ti spedisci il client sulla mail del cliente che devi visitare, pratico, no? E'proprio in tutto e per tutto come avere il "floppino", ma mooolto più comodo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma un programma leggero?
      Telnet lo hai mai provato?99% non lo devi neanche portare con te !:-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma un programma leggero?

      cliente e chiedere se mi fa installare un
      programma!).
      Vi prego, se conoscete qualcosa aiutatemi!
      :)))The bat!E' uno shareware, dura 30 giorni, non c'e' bisogno di installarlo, basta scompattarlo dal suo archivio.Per installazioni volanti e' ottimo, magari pure "overkill" :)http://www.ritlabs.com/
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma un programma leggero?
      Io me ne sono fatto uno in Java (non usando java.mail), se ti puo' essere utile mandami pure una mail in privato a krecker@tiscali.itCiao, krecker
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma un programma leggero?

      multiaccount,
      permette la preview del contenuto della
      mailbox senza dover scaricare i msg, ha la
      rubrica incorporata, non ha bisogno di
      installazione e occupa mezzo floppy disk.Con queste precise caratteristiche e molto di più, filtri molto potenti e legge anche i newsgroup, occupa meno di mezzo floppy (cosa non trascurabile, made in Italy):- Pimmy -www.geminisoft.com
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma un programma leggero?
      un ottimo client free, piccolo e leggero è Calypsocercalo in rete è davvero ottimo
  • Anonimo scrive:
    Linux for desktop (Australia)
    L'incremento di funzionalità e di programmi come quello dell'articolo stanno portando Linux a essere scelto anche come SO per desktop,. Questo avviene in Australia, ad esempio, dove la più grande azienda di telecomunicazioni (Telstra) ha portato a termine un primo periodo di prova intensiva. Il risultato, positivo, ha determinato la decisione di estendere il numero di PC interessati al passaggio da Windows a Linux.Pur usando anche software proprietari (come Sun Staroffice) oltre a quelli Open Source, la riduzione del TCO è: il 40 %:" Mr Smith said the savings could be huge, with a total cost of ownership reduction of about 40 per cent. "naturalmente ogni caso è a sé stante, ma ormai si stanno moltiplicando i casi di passaggio a Linux con dichiarazioni anche entusiastiche riguardo alla riduzione dei costi, tanto da indurre sempre più aziende e privati a considerare il passaggio definitivo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux for desktop (Australia)
      - Scritto da: Anonimo
      L'incremento di funzionalità e di programmi
      come quello dell'articolo stanno portando
      Linux a essere scelto anche come SO per
      desktop,. Questo avviene in Australia, ad
      esempio, dove la più grande azienda di
      telecomunicazioni (Telstra) ha portato a
      termine un primo periodo di prova intensiva.
      Il risultato, positivo, ha determinato la
      decisione di estendere il numero di PC
      interessati al passaggio da Windows a Linux.

      Pur usando anche software proprietari (come
      Sun Staroffice) oltre a quelli Open Source,
      la riduzione del TCO è: il 40 %:

      " Mr Smith said the savings could be huge,
      with a total cost of ownership reduction of
      about 40 per cent. "

      naturalmente ogni caso è a sé stante, ma
      ormai si stanno moltiplicando i casi di
      passaggio a Linux con dichiarazioni anche
      entusiastiche riguardo alla riduzione dei
      costi, tanto da indurre sempre più aziende e
      privati a considerare il passaggio
      definitivo.

      dimenticavo il link:http://australianit.news.com.au/articles/0,7204,7136841%5E15306%5E%5Enbv%5E,00.html
      • darkman scrive:
        Re: Linux for desktop (Australia)
        Aridanghete...La valutazione degli investimenti (TCO e compagnia bella) non puo' essere fatta solo sugli investimenti iniziali e qualche test. E' chiaro che se non si comprano licenze, si utilizzano macchine non di ultimo grido si risparmia sensibilmente...I costi vanno valutati SOPRATTUTTO sulla manutenzione (HW e SW). E "consulenti" o sysadmin Unix/Linux costano in media piu' dei rispettivi Windoz. Poi c'e' il discorso della curva di apprendimento dell'utenza media, della scelta dei software (che nell'articolo hanno risolto con Citrix, e quindi pagano eccome), etc. Non e' proprio chiaro se una rete basata su box Linux sia COSI' conveniente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux for desktop (Australia)
          - Scritto da: darkman
          I costi vanno valutati SOPRATTUTTO sulla
          manutenzione (HW e SW). E "consulenti" o
          sysadmin Unix/Linux costano in media piu'
          dei rispettivi Windoz.evidentemente questi costi sono stati valutati se possono permettersi di parlare di risparmi in TCO, piuttosto che dei soli costi dello switch
          Poi c'e' il discorso
          della curva di apprendimento dell'utenza
          media, della scelta dei software (che
          nell'articolo hanno risolto con Citrix, e
          quindi pagano eccome), etc. sarà. però il risparmio in TCO è del il 40 % , secondo quanto dichiarato
          Non e' proprio chiaro se una rete basata su
          box Linux sia COSI' conveniente.a loro sembra così chiaro: 40 %
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux for desktop (Australia)
            - Scritto da: Anonimo

            evidentemente questi costi sono stati
            valutati se possono permettersi di parlare
            di risparmi in TCO, piuttosto che dei soli
            costi dello switchSoprattutto perche' hanno intenzione di implementare pesantemente strutture con thin client e server ridondati.Gestione semplificata e centralizzata di tutti i client con una spesa di... diciamo 2 serverini da 7-8mila euro, niente di spaziale... questo ogni 4-500 utenti.E i thin client non si rompono mai, non sono taroccabili dagli utenti e hanno una durata di vita stimata (e quindi di rimpiazzo) di una decina d'anni.Chi ancora si affida solo ai pc completi per grosse installazioni che usano le solite 3 o 4 applicazioni, magari custom, e' un matto...Ciao, Renato
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux for desktop (Australia)

            Soprattutto perche' hanno intenzione di
            implementare pesantemente strutture con thin
            client e server ridondati.cioe' roba da anni 70terminali stupidi e server giganteschi...bah..
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux for desktop (Australia)
            - Scritto da: Anonimo


            Soprattutto perche' hanno intenzione di

            implementare pesantemente strutture con
            thin

            client e server ridondati.

            cioe' roba da anni 70
            terminali stupidi e server giganteschi...

            bah..Il fatto che sia "roba da anni 70" non vuol dire necessariamente che sia una cosa totalmente sbagliata.In grandi installazioni dove tutti usano piu' o meno le stesse cose, avere terminali stupidi e server giganteschi ti puo' far risparmiare una barcata di soldi come hardware e un bel po di soldi in manutenzione dell'hardware e del software.Ovviamente, ci sono casi in cui una soluzione di questo tipo puo' portate piu' problemi che benefici.
        • Anonimo scrive:
          Ma LOL!

          I costi vanno valutati SOPRATTUTTO sulla
          manutenzione (HW e SW). E "consulenti" o
          sysadmin Unix/Linux costano in media piu'
          dei rispettivi Windoz. Si si, ma siamo un po' seri qualche volta. Portami un esempio di perdite ingenti di soldi dovute a un problema di linux, portami anche UN SOLO esempio di worm per linux negli ultimi tre anni, che abbia avuto una minima diffusione. Parlami di quanti problemi hanno avuto le poste l'altra volta, e quanti soldi sono stati persi. E quanti ancora ne hanno persi i webmaster, le aziende e anche i privati a farsi riformattare i sistemi da gente che se n'è approfittata dopo sobig. Questo non incide sul TCO?Come mai i danni ingenti e documentati provocati ogni anno dai worm non li mettete mai nei vostri *ridicoli* calcoli sbagliati del TCO, che mai si rivelano esatti nella pratica?
          • darkman scrive:
            Re: LOL tu che LOL io...
            Avere un minimo di prospettiva aziendale non fa male... Ma, a parte una persona (Renato?) che ha risposto a tono, avete mai partecipato all'implementazione di soluzioni di questo genere? avete mai provato a calcolarne i costi? l'impatto sull'azienda? o le vostre esperienze si basano su un articolo su internet (eh, se lo dicono loro che risparmieranno il 40%!!!!) e sul fatto che Linux e' la soluzione definitiva?Ma solo per la formazione, avete un'idea del tempo e del costo? O pensiamo che siano tutti fenomeni a ricompilare kernel, a patchare servizi? O che openoffice attualmente sia piu' usabile di MSoffice? E' chiaro che con Linux la diffusione dei "presenti" worm si annienterebbe (ma anche aggiornare Windoz per tempo sarebbe bastato), ma il porting delle applicazioni windows (e DOS...), cosi come di vecchie versioni Unix (a caso, gli LSX in parecchie banche..)? E quando l'autenticazione di samba 3.0 con openldap fallisce perche' le repliche in multimaster si perdono fra PDC e BDC che fai, chiami al cell Torvalds? Lanci Linuxupdate? Alla lunga MS potra' anche perdere il monopolio.. ma quando?La valutazione dei TCO va fatta caso per caso, ma come in qualsiasi cambio di piattaforma, non e' che ci si sveglia la mattina e si passa a Linux
          • Anonimo scrive:
            Re: LOL tu che LOL io...
            - Scritto da: darkman
            Ma solo per la formazione, avete un'idea del
            tempo e del costo? formazione per cliccare su un'icona di Starooffice/openOffice posta sul dektop KDE o GNOME, ad esempio?
            O pensiamo che siano
            tutti fenomeni a ricompilare kernel, a
            patchare servizi? esempi ridicoli essendo, quelle che citi, operazioni da amministratore e da installatore. In ambito aziendale, agli utenti normali di windowsxp/2k non si permette di installare neanche un'estensione di Excel, figuriamoci se si permettono operazioni critiche simili a quelle che poni come esemplariUn utente desktop normale da ufficio, una volta che abbia il suo desktop coi suoi strumenti a disposizione, potrebbe quasi dimenticarsi di trovarsi di fronte a un SO diverso.
            La valutazione dei TCO va fatta caso per
            caso, ma come in qualsiasi cambio di
            piattaforma, non e' che ci si sveglia la
            mattina e si passa a Linuxstai ripetendo quello cui avevo accennato all'inizio della discussione:"naturalmente ogni caso è a sé stante, ma ormai si stanno moltiplicando i casi di passaggio a Linux con dichiarazioni anche entusiastiche riguardo alla riduzione dei costi, tanto da indurre sempre più aziende e privati a considerare il passaggio definitivo. "Evidentemente, data la frequenza con cui si sentono di questi annunci, sta emergendo una maggior convenienza di quanto si pensasse nell'operazione di switch.
          • darkman scrive:
            Re: LOL tu che LOL io...
            (Per inciso: ben vengano soluzioni di questo tipo e imprenditori con questa mentalita')Noto che hai risposto solo ad alcune delle questioni che ho fatto. E vabeh, continuiamo a basare le discussioni cercando le contraddizioni fra i post.Allora potrei dire di leggere meglio l'articolo, perche' il tipo dice "the savings COULD be huge" e, in fondo, "If we can make those things interoperate, we have options"; e fra altre cosette un altro tipo dice che l'iniziativa e' "too aggressive to meet expectations"... Concludo dicendo che, se effettivamente fosse (in media) cosi conveniente "fare lo switch", la maggiore parte delle aziende lo farebbe. Peccato che in Italia, per esempio, anche se da tempo si parla dell'open source nelle Pubbliche Amministrazioni, siamo ancora a progetti pilota in stadi embrionali, e nel privato poche aziende di piccole/medie dimensioni hanno realizzato qualcosa di serio (ho partecipato, in misura minima ma ho partecipato).
          • Anonimo scrive:
            Re: LOL tu che LOL io...

            Ma solo per la formazione, avete un'idea del
            tempo e del costo? O pensiamo che siano
            tutti fenomeni a ricompilare kernel, a
            patchare servizi?E tu hai mai provato a usare debian? Si sta li a patchare e ricompilare? Ma lo sai cos'è il SYSV init? E da quanto tempo esiste? E apt, e security.debian.org? Ne hai mai sentito parlare?
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux for desktop (Australia)
          - Scritto da: darkman
          I costi vanno valutati SOPRATTUTTO sulla
          manutenzione (HW e SW). E "consulenti" o
          sysadmin Unix/Linux costano in media piu'
          dei rispettivi Windoz. Poi c'e' il discorsoGià già..."""(4) Il sovrapprezzo richiesto per la piattaforma Windows 2000 è dovuto all'elevato TCO derivante principalmente dalla maggiore manutenzione richiesta durante il funzionamento nonché dalla difficile scalabilità ed aggiornabilità della piattaforma."""http://www.seeweb.com/hostingpro/pages.php?page=hostingpro-3
  • Anonimo scrive:
    Ottimo programma di posta.
    Peccato che non invia la posta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo programma di posta.
      - Scritto da: Anonimo
      Peccato che non invia la posta.affatto. La invia eccome
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottimo programma di posta.
        io non ho ptovato neanche ad inviare, quando aprendo il mio account su IMAP ho una lista di messaggi NULL da 0 byte ne ho avuto abbastanza
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottimo programma di posta.
        Certo che le invia basta sapere come funziona smtp.... Io ho trovato solo un problema nella comunicazione IMAP: nell'INBOX mi ritrovo ciascu messaggio duplicato. Per ora riesco ad usare molto meglio kmail.MM
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo programma di posta.
      Visto i bugs elencati qui sopra... BEH SPERIAMO CHE TUTTI SW open non siano di questa pasta... altrimenti che schifo...
      • Crazy scrive:
        Re: Ottimo programma di posta.BLAH
        Io a Casa non uso nessun Client di posta, preferisco andarmi a vedere le E-MAIL connettendomi direttamente con Explorer a Yahoo! e andandomi a vedere la posta evitando di scaricarmela prima nel Computer, cosa che trovo molto rischiosa a prescindere, perche` io, appena vedo un messaggio di qualcuno di sconosciuto, lo cancello senza aprirlo, oltretutto Yahoo! mi da l'AntiVirus gratis OnLine e quindi pluri aggiornato.In Ufficio, invece, non si puo` perdere tempo a collegarsi al sito, ma grazie ad un FireWall, siamo ben coperti, e poi, quando c'e` la Microsoft che ti offre MS OutLook perche` andare in cerca dei problemi di cui sopra?Mi installo Microsoft OutLook et voila`, tutto funziona alla grande!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ottimo programma di posta.BLAH
          1) il firewall contro i virus e worm non serve a una mazza2) Outlook è il miglior modo per prendere virus (prova Eudora o Mozilla mail o Thunderbird3) A casa ti basta un Norton Antivirus ben aggiornato con Eudora e un pò di sale in zucca e non avrai problemi...Ciao Max
        • Anonimo scrive:
          Re: Ottimo programma di posta.BLAH
          vorrei rispondere in due righe a crazy a proposito del suo messaggio Ottimo programma di posta. BLAH.Prima di tutto volevo far presente che di solito la necessita' di usare un client di posta e' dovuta alla necessita' di archiviare le mail. Visto che Yahoo non ti da' la possibilita' di utilizzare i protocolli standard per scaricare la posta sul proprio pc per archiviarla (senza pagare un paio di dollari al mese) per molti utenti e' inservibile.Cancellare la posta di sconosciuti puo' essere controproducente, otre che inutile! Pensa, infatti, che e' facilissimo falsificare il mittente della posta elettronica (non richiede particolari competenze!). La maggior parte dei virus che si trasmettono tramite posta elettronica fanno questo: usano le identita' di persone che conosci. Quindi e' piu' facile che tu ti prenda un virus dalla mail del tuo direttore da quella di administrator@google.com !Poi volevo metterti in guardia. E' vero che Microsoft outlook e' un buon programma ed e' pure ben organizzato. Niente da dire. Peccato che tutti i virus che si trasmettono tramite e-mail funzionano grazie alle vulnerabilita' di Outlook.Basta usare un altro client di posta, come ad esempio eudora o Mozilla Mail, per renderci immuni e salvare il proprio computer. Senza usare antivirus!Data la liberta' di ognuno di usare che programma preferisce, non commento la tua scelta, ma non credo sia la migliore o la piu' razionale, viste le tue motivazioni.Buona navigazione.
          • Shores scrive:
            Re: Ottimo programma di posta.BLAH
            Non è affatto necessario usare qualcos'altro per evitare i virus:Prima di tutto molti buoni firewall, ZAP per primo, hanno una protezione che rinomina automaticamente gli allegati che hanno estensioni pericolose, riducendo quasi a zero il rischio di infezione, ANCHE SENZA un antivirus.Poi, in rete si trova un piccolo spezzone di codice VB, che gli utenti smaliziati sapranno sicuramente installare, che converte TUTTE le mail in arrivo in PURO testo.Senza contare che, con mio grande dispiacere, tutti coloro che qui segnalano, chi con eccelsa arguzia, di usare questo o quell'altro client di posta o addirittura il telnet, dimenticano che qui si sta parlando di PIM, non di un puro e semplice client di posta.Ora, da tempo sono alla ricerca di un PIM Open Source che possa sostituirmi Outlook 2000, di cui possiedo una sola licenza e che però vorrei installare anche sul portatile, ma la realtà è che sono tutti SOLO dei client di posta, e le loro sezioni Address Book o Calendar sono quantomeno spartane.Se mi sbaglio e mi è sfuggito qualche ottimo PIM CHE GIRI SU WINDOWS (non ditemi di cambiare SO, perchè è una risposta del cavolo) sarò contentissimo di venire smentito.
  • Anonimo scrive:
    imho non funzia :)
    sbaglierò ma questo affare non manda la posta... rimane in outbox e non parte... nessun errore... ovviamente ho dato send now...
    • Anonimo scrive:
      Re: imho non funzia :)
      - Scritto da: Anonimo
      sbaglierò ma questo affare non manda la
      posta... rimane in outbox e non parte...
      nessun errore... ovviamente ho dato send
      now...Succede anche a me. Bha! è evidente che si tratta di un problema del programma.. va scartato, non posso sopportare programmi che non fanno quello per cui sono stati creati! :)
      • Anonimo scrive:
        Re: imho non funzia :)
        smtp questo sconusciuto ....MM
        • Anonimo scrive:
          Re: imho non funzia :)
          dai è semplicissimo come tutti i programmi opensource basta fare quello che segue# ufd decapir tesdi.conf# gundamzip exer.0.56. xvf tg5# ./configure# make# make install# tg4-star sky dev odir# scadrd deoch camop# chmod outlookM$ # echo -s progr spedisci ti prego# speriamo in bene
          • Anonimo scrive:
            Re: imho non funzia :)
            ma non devi cliccare lì dai lo sa anche un bambino di 3 anni
          • Anonimo scrive:
            Re: imho non funzia :)
            - Scritto da: Anonimo
            dai è semplicissimo come tutti i programmi
            opensource
            basta fare quello che segue
            [cut]Su, su, basta con i pregiudizi. Il fatto che Aethera sia un programma di m***a non deve causare ingiuste critiche al modello open source. Uso da tempo Kmail, Evolution e Sylpheed e tutti funzionano perfettamente.In effetti Aethera sarebbe anche bellino, se però ci venisse spiegato come si configura l'SMTP sarebbe anche meglio, visto che i normali valori usati su tutti i mailer che ho provato in vita mia (circa una trentina, e non sto scherzando) in Aethera producono l'errore 501.Per cortesia evitare frasine del ca**o tipo "Ah ecco non conoscete l'SMTP", perché si dà il caso che lo conosca.SalutiProspero
    • Anonimo scrive:
      Re: imho non funzia :)
      A me funziasaluti
  • Anonimo scrive:
    Imho ovviamente..
    Io preferisco l'evolution ximian...
    • Anonimo scrive:
      Re: Imho ovviamente..
      - Scritto da: il_fabry
      Io preferisco l'evolution ximian...io preferisco sylpheed...
      • Anonimo scrive:
        Re: Imho ovviamente..
        io preferisco pine.
        • Anonimo scrive:
          Re: Imho ovviamente..
          - Scritto da: Anonimo
          io preferisco pine.io preferisco carta e penna.
          • Anonimo scrive:
            Re: Imho ovviamente..
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            io preferisco pine.
            io preferisco carta e penna.io preferisco le ragazze di colore, hallo dei c_u_l_i fantastici
          • Anonimo scrive:
            Re: Imho ovviamente..
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            io preferisco pine.
            io preferisco carta e penna.Nah! L'escalation corretta sarebbe stata:Io preferisco telnet alle porte 25 e 110 e poi protocolli a manina!(e brontolare sui ggiovani d'oggi ^__^)Ciao, Renato(che tra l'altro a volte il telnet sulla 110 e' anche comodo... ma sto divagando...)
          • Anonimo scrive:
            Re: Imho ovviamente..
            Ciao Renato,eh si il telnet sulla 110 delle volte è ottimo soprattutto come antispam.. ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Imho ovviamente..
            - Scritto da: il_fabry
            Ciao Renato,

            eh si il telnet sulla 110 delle volte è
            ottimo soprattutto come antispam.. ;)apt-cache show mailfilter kmail...
    • Anonimo scrive:
      Re: Imho ovviamente..
      Io preferisco kmail... si occupa solo della posta, è vero, ma non mi interessa altro.
  • Anonimo scrive:
    Autlùk è x tutti
    Usatelo.Usatelo sempre.Non cambiate mai.Solo così potrete essere illuminati.
  • Anonimo scrive:
    Ma i plug-in sono gpl?
    bene, capisco che devono sopravvivere, quindi ok, posso anche spendere 10$ per acquistare un plug-in, anzi ne sono felice se vanno a loro, ad un gruppo open, ma mi danno il programma con il codice sorgente e licensa gpl oppure tutto in stile m$ ?ciaoo
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma i plug-in sono gpl?
      - Scritto da: Anonimo
      bene, capisco che devono sopravvivere,
      quindi ok, posso anche spendere 10$ per
      acquistare un plug-in, anzi ne sono felice
      se vanno a loro, ad un gruppo open, ma mi
      danno il programma con il codice sorgente e
      licensa gpl oppure tutto in stile m$ ?
      ciaooVorrei far notare, a tutti quelli che non li conoscessero, che theKompany e' una (appunto) compagnia commerciale, che rilascia ANCHE software opensource ma che vive di software a pagamento. Niente di male in proposito, tra l'altro fanno anche della bella roba, tra cui un IDE per python che a occhio mi sembra l'unico completo per linux (Komodo) e diverse applicazioni di contabilita', groupware, gestione finanziaria... senza contare i programmilli per Zaurus.Ciao, Renato
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma i plug-in sono gpl?

        bella roba, tra cui un IDE per python che a
        occhio mi sembra l'unico completo per linux
        (Komodo) e diverse applicazioni diVeramente Komodo lo fa ActiveState...http://activestate.com/Products/Komodo/
  • Anonimo scrive:
    E' tardi ma...
    Mi sembra un bel progetto. Layout un po' pesantino ma simpatico, imho. Solo: perche cavolo non invia la posta? I settaggi sono copiati pari pari da OutLook ma i miei messaggi in uscita restano tristemente nella outbox. Ho configurato al volo Eudora con quegli stessi settaggi e funziona...Incredimail pure....identici ma questo non spara fuori nulla e nemmeno mi segnala qualche errore... boh...domani ci rifo, se qualcuno ha altre esperienze, magari migliori....
    • Anonimo scrive:
      Re: E' tardi ma...
      - Scritto da: Anonimo
      Mi sembra un bel progetto. Layout un po'
      pesantino ma simpatico, imho. Solo: perche
      cavolo non invia la posta?scaricato al volo (7Mb e qualche spicciolo) e installato: nessun problema, funziona che è una meraviglia.Secondo me il problema è che è *troppo* simile ad OL: non mi piace per nulla che apra le mail direttamente in html... ma è destinato a un'utenza diversa da me, credo
      • Anonimo scrive:
        Re: E' tardi ma...
        - Scritto da: Anonimo
        simile ad OL: non mi piace per nulla che
        apra le mail direttamente in html... ma èGran pecca in ogni caso.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' tardi ma...
        - Scritto da: Anonimo
        apra le mail direttamente in html... ma è
        destinato a un'utenza diversa da me, credoCioè non è destinato agli asini come te.
        • Anonimo scrive:
          Re: E' tardi ma...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          apra le mail direttamente in html... ma è

          destinato a un'utenza diversa da me, credo
          Cioè non è destinato agli asini come te.E' bello il clima sui forum di PI, chissà se hai il coraggio di fare queste affermazioni anche ai tuoi colleghi *a quattrocchi*, ne dubito.
        • Anonimo scrive:
          Re: E' tardi ma...


          apra le mail direttamente in html... ma è

          destinato a un'utenza diversa da me, credo
          Cioè non è destinato agli asini come te.Chi usa le mail HTML e' un deficiente ignorante. Senza offesa.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' tardi ma...

        Secondo me il problema è che è *troppo*
        simile ad OL: non mi piace per nulla che
        apra le mail direttamente in html... Guarda che Outlook puo configurarlo anche per lavorare direttamente in txt e rispondere solo in txt...vuoi che non ci sia questa opzione anche su questo reader?appena arrivo a casa lo provo...
Chiudi i commenti