La scheda madre si overclocca via Bluetooth

Asus ha presentato una scheda madre dedicata ad hardcore gamer e appassionati di overclock. Consente l'accesso ai parametri del BIOS sia via USB che via Bluetooth

Roma – Asus sta per lanciare una nuova scheda madre della serie Republic of Gamers, la Maximus III Extreme, che ha come sua caratteristica peculiare quella di consentire la modifica dei parametri del BIOS via Bluetooth.

Asus Maximus III Extreme Dedicata agli overclocker più esigenti ed ai gamer più appassionati, la Maximus III Extreme permette di controllare lo stato del sistema hardware e di modificarne i parametri da un qualsiasi dispositivo dotato della tecnologia Bluetooth, come ad esempio un telefono cellulare.

L’attivazione della funzione RC Bluetooth avviene tramite un tasto posizionato sul pannello posteriore, e permette di scegliere tra la modalità di controllo standard o quella overclock.

Come nel modello precedente, l’accesso al BIOS della Maximus III Extreme può avvenire anche via USB, utilizzando ad esempio un altro PC desktop o un notebook.

Tra le novità messe a disposizione dall’interfaccia ROG Connect c’è la visualizzazione di diagrammi, la possibilità di modificare il voltaggio e la frequenza dell’hardware “al volo”, il ripristino e l’aggiornamento del BIOS.

Mostrata in anteprima al DreamHack, la fiera annuale sul gaming e l’overclocking che si è svolta in Svezia a fine novembre, la Maximus III Extreme è una scheda madre in grado di supportare sia la tecnologia ATI CrossFire che la SLI di Nvidia. Asus Maximus III Extreme sarà disponibile in Italia all’inizio del prossimo anno con prezzo al pubblico di 319 euro IVA inclusa.

Le specifiche tecniche integrali della scheda sono riportate nel comunicato PDF scaricabile da qui .

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • francososo scrive:
    L'Oceania di 1984 è l'Australia!
    L'Oceania di 1984 è l'Australia!Ora posso dirlo con forza !
  • ephestione scrive:
    Entro 5 minuti oppure ti seghiamo
    ...ma almeno lì per quanto pochissimo, il tempo per controbattere ce l'hanno, nel belpaese se qualcuno fa una qualunque denuncia, la postale ti oscura il sito preventivamente senza dirti nulla...
    • Martin scrive:
      Re: Entro 5 minuti oppure ti seghiamo
      Non mi sembra che a grillo e company abbiano chiuso i siti
      • ninjaverde scrive:
        Re: Entro 5 minuti oppure ti seghiamo
        - Scritto da: Martin
        Non mi sembra che a grillo e company abbiano
        chiuso i
        sitiDa noi manca ancora una legge "equivoca" che lo permetta....Speriamo che non si arrivi a tanto.E speriamno anche che in Australia la legge proibizionista salti... Così difficilmente qualcuno da noi ci proverà...
Chiudi i commenti