La Scozia vuole un dominio tutto suo

Voglia di indipendenza e identità culturale, anche nel cyberspazio. Le istituzioni semi-indipendenti dello stato britannico premono per l'adozione di un top level domain personalizzato
Voglia di indipendenza e identità culturale, anche nel cyberspazio. Le istituzioni semi-indipendenti dello stato britannico premono per l'adozione di un top level domain personalizzato

Contro la diaspora degli scozzesi nel mondo, per l’identità culturale ma soprattutto per il riconoscimento di una specificità tutta propria, la terra mai doma dei discendenti di William Wallace si appresta a chiedere ufficialmente l’introduzione del dominio generico “.scot”, ideale mascotte telematica da usare per chi si sente orgoglioso di essere scozzese anche se vive in Nuova Guinea o in un super-attico a New York.

Secondo le ricerche condotte dalle autorità, il 58% delle istituzioni e organizzazioni scozzesi vede con favore l’adozione di dominio di primo livello che si rifaccia allo stato britannico, e il 48% delle suddette approva la scelta “.scot”. Un’altra ricerca, condotta questa volta a livello mondiale sui gruppi di interesse, attribuisce addirittura una preferenza dell’82% al dominio .

“Il tempo è giunto – dice il primo ministro Alex Salmond – perché la famiglia degli scozzesi sparsa in tutto il mondo abbia il suo proprio dominio, che possa così rappresentare una community online definita da un’adozione condivisa dell’identità, della cultura e dell’economia scozzesi”.

Il tempo è giunto, soprattutto perché l’approvazione del dominio.scot cadrebbe giusto in tempo per l’evento Homecoming Scotland 2009 , celebrazione della “scozzesità” globale e dei contributi culturali, sportivi e soprattutto alcolici degli scozzesi al mondo . Tanto più che, come dimostra la recente approvazione dei domini.tel , ICANN si dimostra sempre molto interessata a ufficializzare nuovi domini dietro il pagamento degli emolumenti dovuti.

Come viatico per il successo della nuova impresa di cyber-indipendenza, Salmond è stato recentemente a Barcellona per rafforzare i legami (economici, politici, culturali) tra Scozia e Catalogna e per saperne di più riguardo il dominio “.cat”, a quanto dicono un successo con circa 30mila registrazioni di nuovi domini collezionate nel giro di 2 anni.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 12 2008
Link copiato negli appunti