La spesa la paga Tux

Sostenere Linux sempre. Al ristorante o dal benzinaio. Non fa differenza

L’ultima idea della Linux Foundation si basa sul concetto che non bisogna per forza aprire il portafoglio per sostenere il kernel di Torvalds: i più attivi utenti Linux potranno d’ora in poi fare acquisti con una particolare carta di credito che reca il logo della fondazione di supporto .

La carta di credito Linux

L’accordo tra Linux Foundation e l’istituto bancario statunitense UMB Bank prevede la concessione di un bonus per ogni transazione effettuata tramite una di queste smart card. Inoltre per ogni carta di credito emessa dalla banca la fondazione riceverà cinquanta dollari.

Per Jim Zemlin, direttore della fondo pro-Linux, si tratta non solo di un escamotage per fare cassa ma anche di dare la possibilità a chi partecipa attivamente alla comunità del Pinguino di portare con sé una sorta di distintivo , un vessillo da mostrare con fierezza. ( G.P. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Joliet Jake scrive:
    Visto qualcosa di simile
    Ho visto qualcosa di molto simile ad una fiera qua a Helsinki alcuni mesi fa.Quello in più era modulare: si potevano comprare altre parti ed espanderlo fino a raggiungere il numero di piante voluto.:)
  • ElDuro scrive:
    E dopo
    E magari anche senza pesticidi aggiunti.Allora sì che saremo all'avanguardia.
  • Il Canapaio scrive:
    erba
    chissà se fuinziona per la coltivazione della canapa indoor?
  • hp suck scrive:
    dubbio, bufala o grande rivoluzione
    ho un dubbio, posso scegliere io cosa coltivare, o devo per forza scegliere tra due o tre varietà, magari OMG per crescere meglio nella Growin Machine? se è così mi sembra proprio una cavolatase invece questa cosa, che in pratica è una piccola serra, può funzionare bene o male con tutti i semi di tutte le piante,è da tenere sicuramente sott'occhio, dopo anni e anni di sprechi e di inutilità da parte della NASA, ecco che finalmente fanno qualcosa di buono: quest'aggeggio potrebbe finalmente rendere facile e accessibile la coltivazione della maria indoor!!!!
    • zaadum scrive:
      Re: dubbio, bufala o grande rivoluzione
      Sei la risposta ad una domanda che nessuno ha mai posto!...hai un passaporto americano e paghi le tasse allo zio Sam?...se no:cosa diavolo ti interessa di come la NASA spende i pochissimi soldi di cui dispone?in caso contrario:ricordati sempre che se non fosse per strutture come la NASA, oppure il CERN, oppure iniziative come il progetto Manhattan,non solo non ci sarebbe il world wide web, ma non ci sarebbero neppure le pentole anti aderenti!
      • franz1789 scrive:
        Re: dubbio, bufala o grande rivoluzione
        ma chissenefrega di questi discorsi, se posso ficcare un semino in una spugna e vedermi spuntare una pianta di canapa in casa senza nessun problema...
Chiudi i commenti