La vela solare non è più un sogno

Presto le premonizioni di autori sci-fi come Clarke smetteranno di appartenere alla fiction: la vela solare, quella vera, è pronta. Parola del Marshall Space Flight Center

Roma – Un sogno a lungo accarezzato dagli autori di fantascienza potrebbe divenire realtà proprio quest’estate: per mano del Marshall Space Flight Center e dell’ Ames Research Center sta prendendo forma definitiva l’ultima vela solare , quella che potrebbe permettere operazioni spaziali finora impensabili .

i ricercatori presentano la tecnologia L’annuncio solleva particolare attenzione perché segue, tra l’altro, un tentativo non andato a buon fine di qualche anno fa: il Solar Sail . Ma questa volta, anche se è fortissimo il contemporaneo evocarsi di ricordi di fiction , secondo gli scienziati è una nuova “prima volta”, e forse sarà quella buona .

“C’è una prima volta per tutto”, dice Edward Montgomery del Marshall Flight Center. I team dei due istituti di ricerca statunitensi sperano di creare un pezzo di storia spaziale impiantando una nuova vela solare “ultimo grido”, chiamata NanoSail-D . Viaggerà a bordo di un razzo SpaceX Falcon 1 , il cui lancio avverrà dall’isola di Omelek, nell’Oceano Pacifico. Per realizzare il sogno e lanciare nello spazio la loro invenzione, i team approfitteranno dell’occasione offerta loro da una finestra temporale compresa tra il 29 luglio e il 6 agosto, con possibilità di ripetere l’operazione tra il 29 agosto e il 5 settembre in caso di anomalie o altre circostanze avverse.

“La NanoSail-D sarà la prima vela solare implementata nello spazio e darà la possibilità al vettore spaziale di essere il primo ad usare la pressione solare come fonte primaria di controllo e manovra”, dice Montgomery.

Ma come funziona e a cosa serve una “vela solare”? In sostanza, è un sistema di raccolta di energia, una vela, appunto, in grado di raccogliere la pressione da radiazione solare. Poiché nello spazio – si intende nell’intorno del sole – la luce è sempre presente, la vela solare costituirebbe una fonte permanente di energia. In linea teorica – spiega Wikipedia – un laser da terra, puntato contro di essa, potrebbe riuscire utile per decelerare un veicolo spaziale in rientro sul pianeta.

La struttura è di alluminio e di una particolare plastica, che “si potrebbe definire dell’era spaziale – dice Montgomery – Tutto il sistema peserà meno di cinque chili e lo si potrà trasportare in una particolare valigetta, delle dimensioni di un bagaglio a mano per aerei. Tutta dispiegata, la vela misura poco più di 9 metri quadrati di superficie attiva. Un successo nel campo sarebbe rivoluzionario per il futuro dell’esplorazione spaziale”.

Certo, la novità è tale da costringere ad un arduo equilibrio mentale tra realtà e fantasia, ma se ci si ricorda che applicazioni simili sono già reali – come quella della sonda Phoenix, che prende energia da due pannelli solari per esplorare Marte – si riesce meglio a inquadrare la portata del progetto. Dunque, non resta che attendere qualche giorno per vedere se i fatti restituiranno i risultati che si prefiggono i ricercatori.

Marco Valerio Principato

( fonte immagine )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Maccherone scrive:
    Un Genio
    :osento sempre di più il Lato Oscuro della Forza che mi attira, finirò anch'io per creare botnet wintonte per infettare milioni di pc e fare tanti soldini...e finirò anche il galera per questo :(aiutoooo :'(
    • pippo scrive:
      Re: Un Genio

      :o

      sento sempre di più il Lato Oscuro della Forza
      che mi attira, finirò anch'io per creare botnet
      wintonte per infettare milioni di pc e fare tanti
      soldini...

      e finirò anche il galera per questo :(
      aiutoooo :'(Nooo, se sei così bravo un posto in parlamento non te lo leva nessuno! :D
      • Homer S. scrive:
        Re: Un Genio
        In Italia si.Nel resto del mondo (quello con la civiltà evoluta) se sei un criminale ti arrestano.
        • Cristian scrive:
          Re: Un Genio
          Un genio informatico si, con grandi capacità. Però fortunatamente l'hanno beccato. Se tra 6 anni un'azienda informatica lo assumerà e lavorerà seriamente..........allora servirà molto di più alla società! Intanto.........ben gli stà!Bye, Cristian.Manualinux, il Manuale su Linux http://www.manualinux.com
  • Gabriele X scrive:
    meglio Macaco che Zombi
    ... come da topic :)
    • mura scrive:
      Re: meglio Macaco che Zombi
      ma proprio non sapete resistere alla tentazione di scatenare flames ?
      • Maccherone scrive:
        Re: meglio Macaco che Zombi
        - Scritto da: mura
        ma proprio non sapete resistere alla tentazione
        di scatenare flames
        ?su PI è attivo il rinomato servizio Pay4Troll® : ;)h*tp://fdt.com.ug/members/?/Punto-informatico/pay4troll.asp ciao O)
Chiudi i commenti