Lampi di Cassandra/ Tra NSA e Tor: la giusta paranoia

di M. Calamari - Il catastrofismo crittografico dilaga: ma davvero non ci si può fidare di Tor e compagnia?

Roma – “La paranoia è una virtù” è sempre stata il motto di Cassandra, ma anche le virtù debbono essere praticate con ragionevolezza, altrimenti si finisce a mettersi i cappelli di stagnola perché i Rettiliani o Cthulhu non ci controllino i pensieri. I normali internauti, ed anche tanti cittadini “consapevoli” della Rete si sono però trovati, dopo l’ affaire “Datagate” (grazie Edward ), sommersi dalle notizie di catastrofiche intercettazioni, di una NSA onnipotente, da un Grande Fratello trionfante.

Contemporaneamente, sui media tradizionali, in maillist “nerd” ed in comunità sociali di ogni tipo hanno cominciato a circolare post ed articoli che sostenevano che Pgp, Tor e la crittografia stessa erano ormai scardinate, ed era quasi inutile o addirittura pericoloso usarle, e che facendolo ci si confondeva con i pedoterrosatanisti ed i nemici delle virtù.

Questa storia è iniziata dall’ eliminazione del noto Tor hidden service Silk Road , è continuata con la circolazione di alcune paper che evidenziavano problemi di sicurezza degli hidden service di Tor, ed infine da debolezze o backdoor sospettate in un diffuso algoritmo crittografico ampiamente utilizzato nei software commerciali.

È difficile decidere se questa storia divenuta rapidamente moda sia dovuta al fatto che, come si dice, “la mamma degli i…….i è sempre incita”, dal fatto che siano in atto complotti globali, o da un raffinato mix di queste due cause prime.
Anche il fraintendimento giornalisticamente voluto da interessantissime interviste sul tema fatte a persone la cui competenza e dedizione è al di sopra di qualunque sospetto, come Jacob Appelbaum fa parte di questo pericoloso panorama.

Oltre al fatto di sostenere tesi totalmente e capziosamente errate, questo “catastrofismo crittografico” può far dimenticare i cambiamenti veramente pericolosi che la Rete ed i suoi abitanti (che ormai coincide con una importante frazione dell’umanità) stanno sperimentando, e sui quali, perché sopravviva la speranza, si deve mantenere innanzitutto consapevolezza ed attenzione.

Sono solo tre:
1) i gadget permanentemente connessi, dagli smartphone agli antifurto, stanno rendendo trasparente la vita di tutti, come se le pareti di ogni casa si stessero trasformando in vetro;
2) la Rete e le sue estensioni vengono trasformati in strumenti di tecnocontrollo così potenti da distruggere diritti fondamentali della persona, e favorire derive autoritarie in paesi a base legale democratica;
3) la stupidità di massa artificialmente e mediaticamente indotta su questi temi rende la grandissima maggioranza di coloro che queste trasformazioni stanno subendo cechi od indifferenti ad esse.

D’altra parte i 24 instancabili lettori ricordano bene di aver sentito Cassandra ripetere queste tesi da una decina d’anni. Dieci anni fa erano infauste profezie, oggi sono una puntuale descrizione della realtà.

Marco Calamari
Lo Slog (Static Blog) di Marco Calamari
Cassandra Crossing/ Scuola formazione e pensiero

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • prova123 scrive:
    Se non fosse così
    si produrrebbe in Occidente. Sono stati svenduti dai loro governi alle multinazionali come schiavi. O meglio come si suole dire oggi: gli è stata data una opportunità di sviluppo e miglioramento del proprio stato sociale. Perchè si lamentano?
    • iRoby scrive:
      Re: Se non fosse così
      La Cina è alla fase finale di incameramento di know-how che era delle aziende che sfruttano i loro lavoratori.Già adesso sono tecnologicamente autosufficienti.È anche iniziata la fase in cui hanno smesso di essere sfruttati, e lo stato sta alzando i salari.Poi esportano meno e per mantenere la produzione l'aumento dei salari permette di vendere internamente ciò che non viene venduto fuori.Questo causerà uno sviluppo rapido della nazione, poiché i cittadini avranno acXXXXX a moltissima tecnologia.
      • prova123 scrive:
        Re: Se non fosse così
        Siccome ora iniziano a guadagnare troppo la nuova terra di colonizzazione è diventata l'africa...
        • prova123 scrive:
          Re: Se non fosse così
          ... si sta ripetendo quello che è accaduto nell'europa dell'est, come hanno iniziato a "pretendere" 400 euro al mese se ne sono andate via. Ora accadrà alla Cina spotandosi in Africa dove la gente campa con 1$ al giorno. L'obiettivo non è portare sviluppo ma reclutare schiavi per il lavoro.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Se non fosse così
            contenuto non disponibile
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Se non fosse così
            La cina è più furba è sta facendo progetti pure in Africa
          • andrea de giorgi scrive:
            Re: Se non fosse così
            - Scritto da: prova123
            ... si sta ripetendo quello che è accaduto
            nell'europa dell'est, come hanno iniziato a
            "pretendere" 400 euro al mese se ne sono andate
            via. Ora accadrà alla Cina spotandosi in Africa
            dove la gente campa con 1$ al giorno. L'obiettivo
            non è portare sviluppo ma reclutare schiavi per
            il
            lavoro.il capitalismo necessità di due elementi essenziali, materie prime a basso costo e soprattutto manodopera a bassissimo costo. Perchè fondamentalmente è solo sfruttamento di risorse e lavoro, senza lo sfruttamento umano non esisterebbe capitalismo
  • michelangelog scrive:
    mavadaviailciul
    rispetto delle regole interne mi piace.anche gli internati nei campi di concentramento erano costretti a rispettare le regole interne.
  • . . . scrive:
    L'azienda assicura il rispetto delle...
    ... regole interne.Regola numero 1: Lavora senza fiatare e muori in silenzio.Altrimenti rovinerai il divertimento di chi userà i nostri prodotti !
  • mario scrive:
    va bene
    non è roba per Apple quindi va bene così
  • robyinno scrive:
    Direi di non comprare la PS4
    Tra un pò delocalizzano anche i cinesi, a furia di delocalizzare chi gli comprerà più le console?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 ottobre 2013 12.21-----------------------------------------------------------
  • unaDuraLezione scrive:
    Sti cinesi copiano sempre...
    contenuto non disponibile
    • tucumcari scrive:
      Re: Sti cinesi copiano sempre...
      - Scritto da: unaDuraLezione
      A sto giro han copiato dall'Italia lo
      sfruttamento degli
      stagisti.
      WOWE fra non molto impareranno a far "sparire" le aziende al termine della chiusura per le vacanze estive, lasciando i loro operai a terra.
    • thebecker scrive:
      Re: Sti cinesi copiano sempre...
      - Scritto da: unaDuraLezione
      A sto giro han copiato dall'Italia lo
      sfruttamento degli
      stagisti.
      WOWQuoto! Non capisco tutto questo clamore. Da noi prendono stagisti, tirocinanti da corsi e università gratis per fargli fare molte volte altre cose.Una mia esperienza: corso d'informatica regionale, stage presso un azienda. Alcuni venivano usati per guidare il furgoncino e non gli insegnavano niente ovviamente tutto gratis, io assemblavo computer perchè già lo sapevo fare. Poi si sono tenuti solo i ragazzi per il furgoncino. Quando ho appreso che l'azienda aveva chiuso ho goduto, la selezione naturale in questo caso ha vinto :)A parte le condizioni di lavoro allo Foxconn almeno gli studenti Cinesi fanno esperienza lavorativa vera (da mettere nel curriculum), sanno come funziona un catena di montaggio e sanno assemblare dispostivi elettronici. L'unica esperienza formativa in Italia nei tirocini in molti casi e fotocopie e portare il caffè. :(-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 ottobre 2013 11.39-----------------------------------------------------------
      • iRoby scrive:
        Re: Sti cinesi copiano sempre...
        Ahahah io un un'azienda dove lavoravo avevo 4 programmatori a mia disposizione ed ogni tanto mi assegnavano un paio di stagisti.A parte che il mio titolare era un brav'uomo e la paghetta gliela dava e gli faceva fare anche cose utili ed io me li mettevo accanto insegnandogli molte cose.Però ho provato più volte a chiedergli se mi lavavano e lucidavano le mie Harley... :-D
        • micron scrive:
          Re: Sti cinesi copiano sempre...
          ... e te ne vanti?! Sono basito!
          • iRoby scrive:
            Re: Sti cinesi copiano sempre...
            Ma si capisce che ero ironico e scherzavo! Cioè con loro si scherzava su questa cosa degli stagisti schiavi, e allora veniva spesso fuori la battuta del lavarmi e lucidarmi la moto...Hai idea di che quantità di cromo da lucidare c'è solo sul mio Softail Custom?[img]http://astraone.com/wp-content/uploads/harley-davidson-softail-custom-harleydavidson-fxstc-softail-custom-best-photos-and-information-74637.jpg[/img]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 ottobre 2013 13.29-----------------------------------------------------------
          • umiliazione scrive:
            Re: Sti cinesi copiano sempre...
            ahahah. :
        • Luco scrive:
          Re: Sti cinesi copiano sempre...
          Sei un controsenso vivente, a parte gli evidenti problemi personali di autostima.Ma non disperare, puoi sempre mentire a vita. A te stesso.
          • iRoby scrive:
            Re: Sti cinesi copiano sempre...
            Facciamo una scommessa...Sono registrato. Mandami un messaggio che ti do il mio indirizzo e se in garage trovi quello che ho scritto le luciderai tu a specchio col polish e straccio di cotone, dopo un lavaggio accurato.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Sti cinesi copiano sempre...
        contenuto non disponibile
Chiudi i commenti