Le 30 emoticon più gettonate in Giappone

Come esprimono online le proprie emozioni gli utenti nipponici. Un singolare sondaggio ne individua una 30ina. Eccole

Roma – Lo segnala Kottke.org ed è una di quelle piccole cose della rete che apre uno squarcio su altre culture come solo su Internet può accadere. Tanto più che l’oggetto sono le emoticon , quei segni grafici che Wikipedia definisce come “faccine che vengono usate in internet, nelle chat o nei forum, o anche negli SMS come espediente comunicativo per cercare di eliminare o almeno ridurre la mancanza di espressione emotiva che può presentarsi nel mezzo di una conversazione tramite sistemi multimediali”.

A dare notizia di quali siano le 30 “top emoticon” in Giappone è What Japan Thinks che spiega come attraverso un questionario goo ranking abbia realizzato una tavola di emoticon, dove la prima è la più utilizzata, e le altre a ruota. Eccole qui sotto:

1 (^_^) or (^_^)v (ride)
2 (>_ (turbato)
3 (^_^;) (turbato)
4 (ToT) (piange)
5 m(_ _)m (chiede scusa)
6 (^^? o (^^;) (timido)
7 (???) (grin)
8 (≧∇≦)/ (gioioso)
9 ( ̄□ ̄;) (sorpreso)
10 (#^.^#) (timido)
11 (*´▽`*) (infatuato)
12 (ーー;) (preoccupato)
13 (*^▽^*) (gioioso)
14 _ ̄○ (depresso)
15 (^▽^) (ride)
16 キタ━━━(゜∀゜)━━━!!!!! (qualcosa come “son qui!”)
17 (´・ω・’) (alzata di spalle)
18 ( ゚ Д゚) (shockato)
19 (・∀・) (ride)
20 (T▽T) (piange)
21 (* ̄m ̄) (scontento)
22 ( ´∀`) (ride)
23 (⌒▽⌒) (ride)
24 (^v^) (ride)
25 ヽ(´ー`)┌ (pensieroso)
26 (’-‘*) (ride)
27 (‘À) (alzata di spalle)
28 (゜◇゜) (sorpreso)
29 (*°∀°)=3 (infatuato)
30 ∩( ・ω・)∩ (gioioso)

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • giacomo bonito scrive:
    la wind mi ha disattivato la scheda
    anche a me è successa la stessa cosa!!agirò legalmente per chiedere il risarcimento dei danni, fate lo stesso anche voi e vedremo se non cambieranno atteggiamento nei nostri confronti...ps se c'è qualche associazione dei consumatori che ci vuole tutelare che si faccia avanti...
  • Anonimo scrive:
    Anche a me!
    Anche a me (raro esempio di ragazzo capace di dimenticare il cellulare spento per una settimana intera) hanno fatto scadere la scheda con 20 dentro.
  • Anonimo scrive:
    Ecco le prime porcate...
    Cominciamo bene!Copio e incollo alcuni punti della comunicazione ufficiale presente da oggi sul sito Vodafone: SCADENZA DELLA SIM E TRAFFICO DISPONIBILE Cosa prevede il Decreto Bersani in tema di scadenza SIM e traffico disponibile? Vieta la previsione di termini temporali massimi di utilizzo del traffico acquistato a partire dal 5 marzo 2007. E' prevista una scadenza per le SIM Ricaricabili? La validità della Carta Ricaricabile rimane invariata, ed è di 12 mesi dall'ultima ricarica effettuata. E' possibile richiedere la restituzione del traffico residuo di una SIM ricaricabile? Dal 4 marzo 2007 è possibile richiedere la restituzione del traffico residuo di una SIM disattivata per scadenza, portabilità o per la quale si vuole esercitare il diritto di recesso, acquistando una carta servizi da 8 euro e inviando una richiesta scritta tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all'indirizzo indicato nell'apposito modulo scaricabile direttamente online o disponibile presso un Punto Vendita autorizzato Vodafone a partire dal 4 marzo 2007. DIRITTO DI RECESSO E VINCOLI Cosa prevede il Decreto Bersani in tema di diritto di recesso e vincoli? Prevede la facoltà di recesso dal contratto senza vincoli temporali o ritardi non giustificati da esigenze tecniche e senza spese non giustificate da costi effettivamente sostenuti dall'operatore a partire dal 4 aprile 2007. Cosa accadrà ai vincoli di permanenza su piani tariffari, servizi o offerte con telefono incluso? Dal 4 aprile 2007 Vodafone adeguerà la propria offerta commerciale entro i termini previsti dal Decreto Bersani. Quali penali verranno applicate in caso di recesso? A seconda dell'offerta ci saranno penali differenziate e commisurate ai costi sostenuti da Vodafone, la penale viene sempre indicata sulla proposta di contratto.
  • Anonimo scrive:
    Bersani non c'entra nulla...
    A norma di c.c. le clausole vessatorie vanno firmate a parte e su questo si è pronunciato il giudice, con il decreto Bersani, che ancora non è entrato in vigore, quel tipo di clausole non sono più ammesse, neanche se sottoscritte.L'articolo da una notizia non vera andrebbe corretto, poi fate voi.
    • sisko1701 scrive:
      Re: Bersani non c'entra nulla...
      - Scritto da:
      A norma di c.c. le clausole vessatorie vanno
      firmate a parte e su questo si è pronunciato il
      giudice, con il decreto Bersani, che ancora non è
      entrato in vigore, quel tipo di clausole non sono
      più ammesse, neanche se
      sottoscritte.
      L'articolo da una notizia non vera andrebbe
      corretto, poi fate
      voi.Il decreto Bersani *è* in vigore, proprio in quanto decreto legge entra in vigore immediatamente. Altro conto poi se lo stesso lascia dei termini temporali più ampi ai soggetti destinatari delle norme per aggiornarsi.Il tizio ha avuto il risarcimento perchè il giudice, ha identificato nella procedura dell'azienda di annullare in automatico le sim dopo 13 mesi di inattività (con e senza credito), come una clausola vessatoria. Una clausola cioè che crea squilibrio tra le due parti contrattuali, e proprio per questo motivo va sottoscritta singolarmente, oltre la sottoscrizione del contratto. Ma clausola vessatoria o meno, con il decreto bersani il credito che io acquisto (ed è sacrosanto) non può essere soggetto a scadenze temporali. Questa, come del resto anche i costi delle ricariche è solo una delle vessazioni a cui giornalmente veniamo sottoposti dagli operatori telefonici.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bersani non c'entra nulla...
        - Scritto da: sisko1701

        - Scritto da:

        A norma di c.c. le clausole vessatorie vanno

        firmate a parte e su questo si è pronunciato il

        giudice, con il decreto Bersani, che ancora non
        è

        entrato in vigore, quel tipo di clausole non
        sono

        più ammesse, neanche se

        sottoscritte.

        L'articolo da una notizia non vera andrebbe

        corretto, poi fate

        voi.

        Il decreto Bersani *è* in vigore, proprio in
        quanto decreto legge entra in vigore
        immediatamente. Altro conto poi se lo stesso
        lascia dei termini temporali più ampi ai soggetti
        destinatari delle norme per
        aggiornarsi.
        No non c'entra nulla sono stati posti dei limiti temporali il dl è in vigore dal 4 di marzo.
        Il tizio ha avuto il risarcimento perchè il
        giudice, ha identificato nella procedura
        dell'azienda di annullare in automatico le sim
        dopo 13 mesi di inattività (con e senza credito),
        come una clausola vessatoria. Una clausola cioè
        che crea squilibrio tra le due parti
        contrattuali, e proprio per questo motivo va
        sottoscritta singolarmente, oltre la
        sottoscrizione del contratto.
        Bravo codesto è il codice civile con il dl ci incastra zero.

        Ma clausola vessatoria o meno, con il decreto
        bersani il credito che io acquisto (ed è
        sacrosanto) non può essere soggetto a scadenze
        temporali. Il dl non è in vigore, codesto vale dal 4 marzo in quel caso la clausola non può essere proprio posta.Questa, come del resto anche i costi
        delle ricariche è solo una delle vessazioni a cui
        giornalmente veniamo sottoposti dagli operatori
        telefonici.Oh bravo altrimenti Bersani non si scomodava ;)L'articolo è completamente sballato mischia pere e mele.
        • sisko1701 scrive:
          Re: Bersani non c'entra nulla...
          - Scritto da:
          - Scritto da: sisko1701



          - Scritto da:


          A norma di c.c. le clausole vessatorie vanno


          firmate a parte e su questo si è pronunciato
          il


          giudice, con il decreto Bersani, che ancora
          non

          è


          entrato in vigore, quel tipo di clausole non

          sono


          più ammesse, neanche se


          sottoscritte.


          L'articolo da una notizia non vera andrebbe


          corretto, poi fate


          voi.



          Il decreto Bersani *è* in vigore, proprio in

          quanto decreto legge entra in vigore

          immediatamente. Altro conto poi se lo stesso

          lascia dei termini temporali più ampi ai
          soggetti

          destinatari delle norme per

          aggiornarsi.





          No non c'entra nulla sono stati posti dei limiti
          temporali il dl è in vigore dal 4 di
          marzo.



          Il tizio ha avuto il risarcimento perchè il

          giudice, ha identificato nella procedura

          dell'azienda di annullare in automatico le sim

          dopo 13 mesi di inattività (con e senza
          credito),

          come una clausola vessatoria. Una clausola cioè

          che crea squilibrio tra le due parti

          contrattuali, e proprio per questo motivo va

          sottoscritta singolarmente, oltre la

          sottoscrizione del contratto.




          Bravo codesto è il codice civile con il dl ci
          incastra
          zero.





          Ma clausola vessatoria o meno, con il decreto

          bersani il credito che io acquisto (ed è

          sacrosanto) non può essere soggetto a scadenze

          temporali.


          Il dl non è in vigore, codesto vale dal 4 marzo
          in quel caso la clausola non può essere proprio
          posta.



          Questa, come del resto anche i costi

          delle ricariche è solo una delle vessazioni a
          cui

          giornalmente veniamo sottoposti dagli operatori

          telefonici.

          Oh bravo altrimenti Bersani non si scomodava ;)

          L'articolo è completamente sballato mischia pere
          e
          mele.


          Scusa, ma tu hai la minima idea di cosa sia un decreto legge? no eh? E' inutile fare i precisini senza le basi però (geek).E' stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale il 4 luglio scorso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bersani non c'entra nulla...

            Scusa, ma tu hai la minima idea di cosa sia un
            decreto legge? no eh? E' inutile fare i precisini
            senza le basi però
            (geek).
            Scusa ma tu hai la più pallida idea di cosa significhi limite temporale ? Fino al 4 non è in vigore. Non c'entra niente con il fatto che sia stato promulgato il 1 febbraio 07, hanno dato agli operatori 30 giorni.
            E' stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale il 4
            luglio
            scorso.Il limite imposto agli operatori è il 4 marzo 07 e non c'entra nulla con il dl pubblicato a luglio, il dl che abolisce i costi di ricarica è del primo febbraio 2007http://www.gazzettaufficiale.it/guri/atto_fs.jsp?sommario=true&service=0&expensive=0&dataGazzetta=2007-02-01&redazione=007G0016&numgu=26&progpag=1&sw1=0&numprov=7Qui non è una questione d'essere precisini è che non avete capito la sentenza, il giudice s'è espresso in merito alla clausola vessatoria proprio per il fatto che al momento non c'è obbligo di legge che impedisca la cosa se il contratto è correttamente stipulato.Basta capire cosa si legge e dire le cose come stanno. L'articolo va corretto se poi vi bene dare un'informazione errata poco male non muore nessuno. :)Comunque la prossima volta, quando ti si segnala qualcosa, ascolta prima di partire in quarta :)
          • sisko1701 scrive:
            Re: Bersani non c'entra nulla...
            - Scritto da:

            Scusa, ma tu hai la minima idea di cosa sia un

            decreto legge? no eh? E' inutile fare i
            precisini

            senza le basi però

            (geek).



            Scusa ma tu hai la più pallida idea di cosa
            significhi limite temporale ? Fino al 4 non è in
            vigore. Non c'entra niente con il fatto che sia
            stato promulgato il 1 febbraio 07, hanno dato
            agli operatori 30
            giorni.


            E' stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale il
            4

            luglio

            scorso.

            Il limite imposto agli operatori è il 4 marzo 07
            e non c'entra nulla con il dl pubblicato a
            luglio, il dl che abolisce i costi di ricarica è
            del primo febbraio
            2007

            http://www.gazzettaufficiale.it/guri/atto_fs.jsp?s

            Qui non è una questione d'essere precisini è che
            non avete capito la sentenza, il giudice s'è
            espresso in merito alla clausola vessatoria
            proprio per il fatto che al momento non c'è
            obbligo di legge che impedisca la cosa se il
            contratto è correttamente stipulato.Basta capire
            cosa si legge e dire le cose come stanno.

            L'articolo va corretto se poi vi bene dare
            un'informazione errata poco male non muore
            nessuno.
            :)

            Comunque la prossima volta, quando ti si segnala
            qualcosa, ascolta prima di partire in quarta
            :)aaaah allora vedi che torni da mamma'.Ettelavevo detto io che il 4 marzo è un limite temporale dato ai destinatari del DL ma che -di fatto- è gia operativo. Eri tu a dire di no ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Bersani non c'entra nulla...
            - Scritto da: sisko1701

            - Scritto da:


            Scusa, ma tu hai la minima idea di cosa sia un


            decreto legge? no eh? E' inutile fare i

            precisini


            senza le basi però


            (geek).






            Scusa ma tu hai la più pallida idea di cosa

            significhi limite temporale ? Fino al 4 non è in

            vigore. Non c'entra niente con il fatto che sia

            stato promulgato il 1 febbraio 07, hanno dato

            agli operatori 30

            giorni.




            E' stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale
            il

            4


            luglio


            scorso.



            Il limite imposto agli operatori è il 4 marzo 07

            e non c'entra nulla con il dl pubblicato a

            luglio, il dl che abolisce i costi di ricarica è

            del primo febbraio

            2007




            http://www.gazzettaufficiale.it/guri/atto_fs.jsp?s



            Qui non è una questione d'essere precisini è che

            non avete capito la sentenza, il giudice s'è

            espresso in merito alla clausola vessatoria

            proprio per il fatto che al momento non c'è

            obbligo di legge che impedisca la cosa se il

            contratto è correttamente stipulato.Basta capire

            cosa si legge e dire le cose come stanno.



            L'articolo va corretto se poi vi bene dare

            un'informazione errata poco male non muore

            nessuno.

            :)



            Comunque la prossima volta, quando ti si segnala

            qualcosa, ascolta prima di partire in quarta

            :)

            aaaah allora vedi che torni da mamma'.Mi sa che non hai capito, rileggilo con calma :)
            Ettelavevo detto io che il 4 marzo è un limite
            temporale dato ai destinatari del DL ma che -di
            fatto- è gia operativo. Eri tu a dire di no
            ;)Non è operativo :-) la cancellazione è operativa solo dal 4 marzo.
          • sisko1701 scrive:
            Re: Bersani non c'entra nulla...
            - Scritto da:

            - Scritto da: sisko1701



            - Scritto da:



            Scusa, ma tu hai la minima idea di cosa sia
            un



            decreto legge? no eh? E' inutile fare i


            precisini



            senza le basi però



            (geek).









            Scusa ma tu hai la più pallida idea di cosa


            significhi limite temporale ? Fino al 4 non è
            in


            vigore. Non c'entra niente con il fatto che
            sia


            stato promulgato il 1 febbraio 07, hanno dato


            agli operatori 30


            giorni.






            E' stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale

            il


            4



            luglio



            scorso.





            Il limite imposto agli operatori è il 4 marzo
            07


            e non c'entra nulla con il dl pubblicato a


            luglio, il dl che abolisce i costi di
            ricarica
            è


            del primo febbraio


            2007








            http://www.gazzettaufficiale.it/guri/atto_fs.jsp?s





            Qui non è una questione d'essere precisini è
            che


            non avete capito la sentenza, il giudice s'è


            espresso in merito alla clausola vessatoria


            proprio per il fatto che al momento non c'è


            obbligo di legge che impedisca la cosa se il


            contratto è correttamente stipulato.Basta
            capire


            cosa si legge e dire le cose come stanno.





            L'articolo va corretto se poi vi bene dare


            un'informazione errata poco male non muore


            nessuno.


            :)





            Comunque la prossima volta, quando ti si
            segnala


            qualcosa, ascolta prima di partire in quarta


            :)



            aaaah allora vedi che torni da mamma'.

            Mi sa che non hai capito, rileggilo con calma :)



            Ettelavevo detto io che il 4 marzo è un limite

            temporale dato ai destinatari del DL ma che -di

            fatto- è gia operativo. Eri tu a dire di no

            ;)

            Non è operativo :-) la cancellazione è operativa
            solo dal 4
            marzo.Niente, non ce la puoi fare. A questo punto è questione di QI e non sta a me farmene carico. Per te il DL bersani è la cancellazione delle ricariche e basta :-o
          • Anonimo scrive:
            Re: Bersani non c'entra nulla...
            - Scritto da: sisko1701

            - Scritto da:



            - Scritto da: sisko1701





            - Scritto da:




            Scusa, ma tu hai la minima idea di cosa
            sia

            un




            decreto legge? no eh? E' inutile fare i



            precisini




            senza le basi però




            (geek).












            Scusa ma tu hai la più pallida idea di cosa



            significhi limite temporale ? Fino al 4 non
            è

            in



            vigore. Non c'entra niente con il fatto che

            sia



            stato promulgato il 1 febbraio 07, hanno
            dato



            agli operatori 30



            giorni.








            E' stato pubblicato sulla gazzetta
            ufficiale


            il



            4




            luglio




            scorso.







            Il limite imposto agli operatori è il 4
            marzo

            07



            e non c'entra nulla con il dl pubblicato a



            luglio, il dl che abolisce i costi di

            ricarica

            è



            del primo febbraio



            2007













            http://www.gazzettaufficiale.it/guri/atto_fs.jsp?s







            Qui non è una questione d'essere precisini è

            che



            non avete capito la sentenza, il giudice s'è



            espresso in merito alla clausola vessatoria



            proprio per il fatto che al momento non c'è



            obbligo di legge che impedisca la cosa se il



            contratto è correttamente stipulato.Basta

            capire



            cosa si legge e dire le cose come stanno.







            L'articolo va corretto se poi vi bene dare



            un'informazione errata poco male non muore



            nessuno.



            :)







            Comunque la prossima volta, quando ti si

            segnala



            qualcosa, ascolta prima di partire in
            quarta




            :)





            aaaah allora vedi che torni da mamma'.



            Mi sa che non hai capito, rileggilo con calma :)






            Ettelavevo detto io che il 4 marzo è un limite


            temporale dato ai destinatari del DL ma che
            -di


            fatto- è gia operativo. Eri tu a dire di no


            ;)



            Non è operativo :-) la cancellazione è operativa

            solo dal 4

            marzo.

            Niente, non ce la puoi fare. A questo punto è
            questione di QI e non sta a me farmene carico.Purtroppo invece a me tocca farmi carico della tua maleducazione, tra adulti se si sbaglia lo si ammette e non si offende l'interlocutore, evidentemente sei un ragazzino e ti si tratterà da tale : impara l'educazione.
            Per te il DL bersani è la cancellazione delle
            ricariche e basta
            :-oDi quello e di recesso dai contratti con operatori telefonici, televisivi e di servizi internet si occupa. Certo se me lo confondi con quello di luglio è evidente che la cosa non ti torni, ma è ignoranza tua della materia , la prossima ascolta anziché insultare.Nel dl : il punto 1 entrerà in vigore il 4 marzo,il 3 30 giorni dopo , il 2 quando si pronuncerà l'Autorita' per le garanzie nelle comunicazioni. Ad oggi nessun punto del dl è in vigore, si inizia il 4 marzo 07.Evidentemente la corretteza dell'informazione non interessa chi ha scritto l'articolo che un errata poteva anche farla: questa sentenza non è un'applicazione del dl Bersani, ma una conseguenza della violazione degli articoli 1469 e seguenti del codice civile. Peccato perché proprio per il fatto che con il Bersani non c'entra nulla chiunque sia stato sottoposto a quel tipo di clausole può far causa e vedersi riconosciuto il danno in sede civile, qualora lo desideri, fino al 4 c'è continuità del danno.
  • Anonimo scrive:
    Anche alla sim di mio padre.
    Anche alla sim di mio padre han fatto così,han chiuso la sim e si sono fregati 30 euro...ora li ricacciano fuori!!
  • ufo1 scrive:
    Decreto Bersani...?
    Se è vero che sia attivo ed operativo il decreto, tanto da poter ed ottener rimborso, com'è che, vista con i miei occhi ieri in un'edicola aspettando il mio turno, la gerente attivava la ricarica SIM della cliente e dopo vari "pigia numero, conferma, sei sicuro? vuoi uscire? ti serve altro? grazie" (sic!), riportato a voce alta per uso di comprensione di chi stava acquistando, concludeva:" il cuo credito è di 20, ... giusto, lei ha acquistato la scheda da 25 meno la ricarica..."Qualcuno può dare info migliori?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 febbraio 2007 10.21-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Decreto Bersani...?
      perché il decreto bersani entrerà in vigore dal 4 marzo, o meglio questo è il termine ultimo per l'adeguamento al decreto. fino al 3 marzo se ricarichi devi pagare il costo di ricarica.
    • sisko1701 scrive:
      Re: Decreto Bersani...?
      l'abbattimento del costo di ricarica entra in vigore il 4 marzo.
  • teddybear scrive:
    Per estensione...
    ... e correttezza, allora d'ora in poi non dovrebbero avere più scadenza (leggi: essere rimborsati) neanche i biglietti del tram, della metropolitana, le schede telefoniche (c'è qualcuno che le usa ancora), le carte di credito ricaricabili ... fino a finire alle "chiavette per le macchinette del caffè".O sbaglio?
    • Anonimo scrive:
      Re: Per estensione...
      Riguardo le carte di credito penso che la scadenza possa essere considerata una misura di sicurezza anche se di solito la durata media è di 4/5 anni.Per tutto il resto sono piu' che d'accordo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per estensione...
      Per le schede telefoniche è uguale, con le carte di credito non perdi "il credito", la scadenza dei biglietti del tram è strettamente legata alla tariffazione oraria, non scadono in quanto tali.
      • teddybear scrive:
        Re: Per estensione...
        - Scritto da:
        Per le schede telefoniche è uguale, con le carte
        di credito non perdi "il credito",Quelle "ricaricabili" si.
        la scadenza
        dei biglietti del tram è strettamente legata alla
        tariffazione oraria, non scadono in quanto
        tali.Sbagliato. Ci sono città nei quali i biglietti hanno una scadenza temporale, indiependentemente dall'adeguamento tariffario.E poi... per l'adeguamento tariffario... nel momento in cui io ti compro il biglietto ti pago il servizio, con le tariffe di oggi. Se domani a te costa di più, non me ne frega. Il guadagno lo hai già avuto. Oppure mi rimborsi i soldi che ti ho dato, con gli interessi.
  • Anonimo scrive:
    Dal sito vodafone
    E' possibile richiedere la restituzione del traffico residuo di una SIM ricaricabile?Dal 4 marzo 2007 è possibile richiedere la restituzione del traffico residuo di una SIM disattivata per scadenza, portabilità o per la quale si vuole esercitare il diritto di recesso, acquistando una carta servizi da 8 euro e inviando una richiesta scritta tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all'indirizzo indicato nell'apposito modulo scaricabile direttamente online o disponibile presso un Punto Vendita autorizzato Vodafone a partire dal 4 marzo 2007.Ma come: devo pagare 8 euro per farmi restituire i soldi??
    • Anonimo scrive:
      Re: Dal sito vodafone
      - Scritto da:

      Ma come: devo pagare 8 euro per farmi restituire
      i soldi??No, basta una raccomandata.Tuttavia questo significa che le sim vodafone continueranno a scadere dopo 11 mesi, il rispettivo credito invece no.Per recuperare il credito sei obbligato comunque a spendere oltre 3 euro per la raccomandata... anche se hai solo 3 euro di credito!!Mi sembra la solita pagliacciata burocratica (accordata) perché basterebbe far sì che il rimborso parta automaticamente qualora il cliente non chieda la riattivazione del numero scaduto dopo un certo periodo di tempo prefissato.(idea)
      • Anonimo scrive:
        Re: Dal sito vodafone
        E come sempre, passata la festa gabbato lo santo.Infatti, mi spiegate che senso ha il fatto che il credito non ha più scadenza, mentre la tessera ricaricabile scade in ogni caso dopo i 12 mesi, e per non farla scadere devo ricaricare come facevo prima.Ipsofatto non è cambiato assolutamente niente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Dal sito vodafone
        Veramente sul sito Vodafone c'è scritto:"acquistando una carta servizi da 8 euro E inviando una richiesta scritta tramite raccomandata con ricevuta di ritorno"

        Ma come: devo pagare 8 euro per farmi restituire

        i soldi??

        No, basta una raccomandata.
        Tuttavia questo significa che le sim vodafone
        continueranno a scadere dopo 11 mesi, il
        rispettivo credito invece
        no.
  • Anonimo scrive:
    11 mesi
    A me la Wind ha annullato la SIM (con svariati euro dentro) dopo 11 mesi che non ricaricavo, non 13.Vivo all'estero e sono tornato in Italia dopo un'anno, convinto di poter riusare il mio numero (sui soldi non ci speravo...)E' stata una gran rottura di scatole, perchè ho dovuto usare il cell di mia madre e spendere parecchio solo per dire ai miei amici di chiamarmi sul nuovo numero. :@Spero ci sia la possibilità di riattivarla, anche se ci credo poco conoscendo le compagnie italiane.PS qui in Finlandia, una ricaricabile (acquistabile in anonimato!) mi costa 16 cent al minuto, 6 cent per i messaggi. Non solo non ci sono i costi di ricarica ma di solito quando ricarichi ti danno pure un bonus (tipo il 15 o 20%) Con l'ultima offerta addirittura ho ricaricato 20 euro e me ne hanno dati 40!
  • Giacks3d scrive:
    Ma..
    Posso capire il rimborso ma addirittura impedire la scadenza delle sim mi sembra ridicolo. Facendo così si ottiene solamente un consumo spropositato di numeri telefonici.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma..
      Secondo me e' giusto per quelle che hanno un credito per le altre no !
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma..
        Scusate ma perche' se voglio usare il cellulare come "telefono di casa" non posso ?Se mi fanno scadere la Sim, mi tocca ripagarne una nuova, invece cosi' :-Mi prendo una SIM un numero e sono a posto.Chi poi io usi o meno il credito e' affar mio, intanto ho un telefono gratuito (consumo batteria a parte) che mi smista le chiamate in entrata.Per l'ufficio ad esempio e' un toccasana : permetterebbe ad un'azienda di risparmiare milioni.Pensate un po' : ogni impiegato da il numero del suo cellulare "di lavoro", da cui riceve chiamate.Costo zero.;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma..
          - Scritto da:
          Scusate ma perche' se voglio usare il cellulare
          come "telefono di casa" non posso
          ?

          Se mi fanno scadere la Sim, mi tocca ripagarne
          una nuova, invece cosi'
          :

          -Mi prendo una SIM un numero e sono a posto.

          Chi poi io usi o meno il credito e' affar mio,
          intanto ho un telefono gratuito (consumo batteria
          a parte) che mi smista le chiamate in
          entrata.

          Per l'ufficio ad esempio e' un toccasana :
          permetterebbe ad un'azienda di risparmiare
          milioni.
          Pensate un po' : ogni impiegato da il numero del
          suo cellulare "di lavoro", da cui riceve
          chiamate.

          Costo zero.

          ;)non è cosi, qui si parla di Credito non soggetto a scadenza, significa che dopo 13 mesi che non ricarichi, scade la SIM, ma a differenza di prima, puoi chiedere il rimborso del credito rimanente sulla scheda.Niente numeri "aggratis" quindi....
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma..

            dopo 13 mesi che non
            ricarichi, scade la SIM, ma a differenza di
            prima, puoi chiedere il rimborso del credito
            rimanente sulla
            scheda.Con Vodafone potrai ottenere il rimborso del credito acquistando una carta servizi da 8 euro.Sospetto che pochi siano disposti a spendere 8 euro per avere il rimborso di un credito che non sia almeno doppio rispetto al costo della carta servizi stessa.Chissà quanto credito/utente inferiore ad 8 Euro mamma Vodafone si terrà in saccoccia... eh?
        • Federikazzo scrive:
          Re: Ma..
          io invece trovo giusto sia il rimborso che l'annullamento di questa clausola.NON TUTTI hanno bisogno di attivare (e mantenere) 3298760 sim: siamo solo 60 milioni, quindi meno delle possibi combinazioni di numeri telefonici. e anche se fossimo il doppio, basterebbero lo stesso.anzi, io proporrei di poter riavere indietro il numero appena "sequestrato".-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 febbraio 2007 01.20-----------------------------------------------------------
        • teddybear scrive:
          Re: Ma..
          - Scritto da:
          Scusate ma perche' se voglio usare il cellulare
          come "telefono di casa" non posso
          ?

          Se mi fanno scadere la Sim, mi tocca ripagarne
          una nuova, invece cosi'
          :

          -Mi prendo una SIM un numero e sono a posto.

          Chi poi io usi o meno il credito e' affar mio,
          intanto ho un telefono gratuito (consumo batteria
          a parte) che mi smista le chiamate in
          entrata.

          Per l'ufficio ad esempio e' un toccasana :
          permetterebbe ad un'azienda di risparmiare
          milioni.
          Pensate un po' : ogni impiegato da il numero del
          suo cellulare "di lavoro", da cui riceve
          chiamate.

          Costo zero.

          ;)E per fare le chiamate a quei numeri, chi paga? L'azienda? Evidentemente non hai ben presente cosa pagano le aziende per le spese di telefono e quali siano i vantaggi nell'avere un contratto aziendale. I costi per le telefonate possono essere anche 1/20 esimo rispetto a quelle fatte con un singolo contratto. Considera poi che la maggiorparte delle chiamate viene fatta tra sim aziendali...E considera che in aziende grandi i contratti telefonici prevedono che le chiamate da celllare a cellulare e da cellulare a numero fisso aziendale vengono fatturate a costo zero.Dove sta il risparmio?Considera che in una azienda come la mia abbiamo una media di 350mila euro al bimestre di telefono (fisso+cellulari)... pensi che il risparmio da te prospettato sia poi così alto?Secondo me no.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma..

            Considera che in una azienda come la mia abbiamo
            una media di 350mila euro al bimestre di telefono
            (fisso+cellulari)... pensi che il risparmio da te
            prospettato sia poi così
            alto?

            Secondo me no.Beh, fanno 2 milioni di euro l'anno, il che significa un bel risparmio se chi riceve puo' usare il SUO cellulare personale per ricevere le chiamate senza costi per l'azienda (come proponevo sopra).Questo favorisce anche :-La rintraccibilita' dell'impiegato.-Costo zero per il mantenimento degli apparecchi (l'impiegato stesso provvede al suo cellulare)-Diminuisce sprechi e abusi (perche' quando il telefono e' suo, non ci fa certo chiamate aggratis togliendo tempo ed energie al lavoro)Di contro forse c'e' un costo maggiore per chi chiama, ma..e' un costo a carico del cliente, che comunque puo' essere "rabbonito" dandogli ad intendere che la chiamata su cellulare "privato" e' una specie di corsia preferenziale, magari mettendo un centralino interno all'azienda per smistare le chiamate ma facendo in modo che fornisca tempi di attesa medio-alti...Se hai la gestione di un'azienda come mi par di capire, sai bene che questi dettagli alla fine del semestre fanno numero e danno i giri alle gratifiche da parte del comparto dirigenziale ;)
          • teddybear scrive:
            Re: Ma..
            - Scritto da:
            Beh, fanno 2 milioni di euro l'anno, il che
            significa un bel risparmio se chi riceve puo'
            usare il SUO cellulare personale per ricevere le
            chiamate senza costi per l'azienda (come
            proponevo
            sopra).Ma chi paga le chiamate? CHiamate che con un telefono normale (non aziendale) costano anche 10... 20 volte tanto, se costano? Come ho detto prima tra sim aziendali i costi sono ZERO.
            -La rintraccibilita' dell'impiegato.Perchè? Chi ha un cell aziendale di solito ha un contratto dual. Cioè sfrutta su un suo account (premi nove prima di fare il numero) le stesse tariffe aziendali, che vantaggio c'è a pagare 10 se puoi pagare uno?
            -Costo zero per il mantenimento degli apparecchi
            (l'impiegato stesso provvede al suo
            cellulare)Trascurabili in un contratto per una azienda.
            -Diminuisce sprechi e abusi (perche' quando il
            telefono e' suo, non ci fa certo chiamate
            aggratis togliendo tempo ed energie al
            lavoro) E quelle di lavoro chi le paga?
            Di contro forse c'e' un costo maggiore per chi
            chiama, ma..e' un costo a carico del cliente, L'85% delle chiamate nella mia azienda (da cellulari) sono chiamate ad altre SIM aziendali. Quindi a costo zero.
            comunque puo' essere "rabbonito" dandogli ad
            intendere che la chiamata su cellulare "privato"
            e' una specie di corsia preferenziale, magari
            mettendo un centralino interno all'azienda per
            smistare le chiamate ma facendo in modo che
            fornisca tempi di attesa
            medio-alti...Non gliene frega nulla di questa cosa. E ripeto... se l'85% delle chiamate le paghi di più... non è che hai un gran vantaggio.... anzi. E come fai a differenziare le chiamate private da quelle aziendali? Perchè il dipendente deve pagare per le telefonate dell'azienda?
            Se hai la gestione di un'azienda come mi par di
            capire, sai bene che questi dettagli alla fine
            del semestre fanno numero e danno i giri alle
            gratifiche da parte del comparto dirigenzialeNon ho la gestione finanziaria, ma vedo i numeri. E ti assicuro che il risparmio, nella tua ipotesi, sarebbe negativo. Nel senso che le spese aumenterebbero di almeno 3 ... 4 volte.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma..
      - Scritto da: Giacks3d
      Posso capire il rimborso ma addirittura impedire
      la scadenza delle sim mi sembra ridicolo. Facendo
      così si ottiene solamente un consumo spropositato
      di numeri telefonici....oppure si ottiene un consumo spropositato di raccomandate per richieste di rimborso!Riporto ciò che ho già scritto:Mi sembra la solita pagliacciata burocratica (accordata) perché basterebbe far sì che il rimborso parta automaticamente qualora il cliente non chieda la riattivazione del numero scaduto dopo un certo periodo di tempo prefissato.(idea)
Chiudi i commenti