Le ansie del giovane Windows 8

Le ansie del giovane Windows 8

Intel parla del nuovo OS Microsoft come di un prodotto ancora incompiuto. Redmond deve fare i conti con le "app" che scarseggiano. Ballmer se ne va in giro con un Surface nella borsa
Intel parla del nuovo OS Microsoft come di un prodotto ancora incompiuto. Redmond deve fare i conti con le "app" che scarseggiano. Ballmer se ne va in giro con un Surface nella borsa

Manca un mese al debutto commerciale di Windows 8 , e per il nuovo sistema operativo targato Microsoft i segnali non sono esattamente quanto di più positivo ci si possa attendere: non manca di metterci il suo nemmeno Intel, che le indiscrezioni riferiscono a porte chiuse parli di un OS non ancora pronto per la “prima serata”.

I lavori su Windows 8 non sono ancora conclusi, avrebbe detto il CEO di Intel Paul Otellini in un meeting con i dipendenti di Santa Clara, e Microsoft avrebbe deliberatamente scelto di commercializzare l’OS così com’è ora per poi continuare a sviluppare, correggere e rifinire il codice nelle prossime settimane e nel prossimi mesi.

Chiamata a commentare sulle presunte parole di Otellini, Intel ha in seguito confermato di non voler rilasciare dichiarazioni in merito – com’è costume dell’azienda – e ha ribadito la fiducia nell’importante opportunità che Windows 8 rappresenta per l’intero ecosistema informatico.

Windows 8 sarà anche il futuro del personal computer, ma al momento gli sviluppatori di “app” per la nuova interfaccia Metro UI Modern UI – vale a dire la novità più significativa del nuovo OS – non sembrano particolarmente esaltati dalla “opportunità” intravista da Intel.

A poche settimane dalla distribuzione del sistema, infatti, il numero di “app” complessivamente disponibili sul marketplace Windows Store non supera di molto le 2.000 unità : una quantità minuscola rispetto agli altri marketplace degli ecosistemi mobile (Windows Phone incluso), un granello di sabbia nell’oceano dello sterminato patrimonio di software, applicazioni e utilità che girano su piattaforme e CPU x86.

Microsoft ha bisogno di conquistare sviluppatori e investitori alla causa Windows 8, e il CEO Steve Ballmer se ne va in giro a incontrare le startup mettendo in mostra il suo personale Surface (pare in versione RT, cioè con processore ARM) e promettendo fortuna e gloria per chi scommetta sul prossimo fenomeno delle app per Windows Store.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 09 2012
Link copiato negli appunti