Le debolezze di Internet in una classifica

Stilata la quarta classifica annuale delle più gravi vulnerabilità che affliggono i sistemi connessi ad Internet, prendendo in esame le piattaforme Windows e Unix. Ecco cosa emerge

Bethesda (USA) – Il SANS Institute , in collaborazione con il National Infrastructure Protection Center (NIPC) dell’FBI, ha aggiornato per il quarto anno consecutivo la Top 20 List , una classifica che riporta le 20 maggiori vulnerabilità di sicurezza di Internet.

La nuova lista contiene, divise per categorie, le dieci vulnerabilità più pericolose che affliggono la piattaforma software di Microsoft e le 10 più pericolose falle che interessano i sistemi Unix: la selezione, secondo il SANS, è stata fatta considerando il grado di rischio che queste brecce possano rappresentare non solo per i singoli sistemi, ma anche per la salute e l’integrità dell’intera Rete.

“La grande maggioranza dei worm e degli altri cyber attacchi è resa possibile – recita la prefazione alla Top 20 List – da vulnerabilità contenute in un piccolo numero di servizi comuni che girano sui sistemi operativi”.

Nella propria lista SANS e FBI non si limitano a riportare la classifica delle vulnerabilità più temibili, ma forniscono anche istruzioni passo-passo e riferimenti che possano aiutare gli amministratori di sistema a correggere le falle e a prendere altri provvedimenti cautelativi.

Sul fronte dei sistemi Windows, la Top 20 List vede nelle prime posizioni vulnerabilità relative a Internet Information Services, SQL Server, Windows Authentication, Internet Explorer e Windows Remote Access Services, chiamando poi in causa anche Outlook Express e il protocollo di file-sharing di Windows. Sul fronte Unix le falle classificate più gravi riguardano invece il server DNS BIND, il protocollo Remote Procedure Calls, il server Web Apache, il sistema di autenticazione e altri componenti noti come il mailserver Sendmail, Secure Shell e OpenSSL. Il protocollo di gestione remota SNMP risulta un anello debole in entrambe le piattaforme.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    chi di brevetto ferisce...
    negli usa hanno esteso la brevettabilità software in maniera abnorme e ora vengono alla luce i guai (non solo per le grandi multinazionali)figuriamo che hanno brevettato anche la barra di avanzamento !
  • Elwood_ scrive:
    ,ma la microsoft non era contenta?
    Che ci fossero i brevetti per il software?Bene... Gli piace sto andazzo?Paghi la Eolas, visto che "giustamente", chiede il pagamento dei suoi diritti sul software.Beh ora sarà contenta la microsoft o no?e chissà quanti sconosciuti busseranno alla porta di Redmond con l'avvocato. TOC TOC... sa voi della microsoft avete usato la barra "attendere prego" tra il le 4 meno un quarto e le 5 e 30 del 28 novembre del 1993 per una mezza release, quindi dovete cacciare il grano per l'utilizzo della mia invenzione chiedo un fantastiliardo di dollari" Chi la fa, se la aspetti...
  • Shpalman scrive:
    Perchè Bill non compra la Eolas?
    521 mln di $ non sono noccioline.E la Eolas non mi pare che sia una multinazionale così quotata.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè Bill non compra la Eolas?
      Magari non è in vendita, che ne sai tu? E anche se lo fosse , penso proprio che il suo prezzo salirebbe, se vanta un tale credito nei confronti di M$.
  • ElfQrin scrive:
    Chi semina vento raccoglie tempesta
    Questa volta sarei decisamente dalla parte di Microsoft, se non fosse che loro stessi siano i promotori di questo tipo di brevetti.Chi semina vento raccoglie tempesta.
  • Anonimo scrive:
    Io...
    ...ho brevettato l'aria!Quindi tappatevi la bocca e crepate tutti!!! E mi raccomando: senza respirare, altrimenti mi dovrete pagare le royalties !!! (troll)
  • Anonimo scrive:
    Broken link
    In basso nella newshttp://punto-informatico.it/spera
  • Anonimo scrive:
    Questo è mio...
    perchè l'ho detto prima io.... tiè!Puro e semplice asilo!L'unica differenza sono gli zeri dopo le cifre in gioco!
  • Anonimo scrive:
    E' Giusto.
    questo e' quello che si ottiene promuovendo la brevettabilita' del software.un bellissimo autogol di Bill!
    • Anonimo scrive:
      Re: E' Giusto.
      - Scritto da: Anonimo
      questo e' quello che si ottiene promuovendo
      la brevettabilita' del software.
      un bellissimo autogol di Bill!ma quale autogol!questo semmai rafforza ancor di piu' la tesi di MS che con i brevetti si puo' campare di rendita col softwarericordati che eolas per ora ha puntato ad MS perche' ha molti soldi e probabilmente paghera'ma se la stessa richiesta venisse fatta per gli altri browser, ne rimarrebbe uno solo....non sarei cosi' felice fossi in te
      • Anonimo scrive:
        Re: E' Giusto.

        ma quale autogol!
        questo semmai rafforza ancor di piu' la tesi
        di MS che con i brevetti si puo' campare di
        rendita col softwaregia', mi sa che sono proprio d'accordo con te...
        ricordati che eolas per ora ha puntato ad MS
        perche' ha molti soldi e probabilmente
        paghera'
        ma se la stessa richiesta venisse fatta per
        gli altri browser, ne rimarrebbe uno
        solo....e anche in questo caso hai ragione, anche se non capisco di quale browser parli, visto che ormai tutti hanno i plugin
        non sarei cosi' felice fossi in teio non lo sono...pero' vedere MS che tribola non e' male :)
      • Anonimo scrive:
        Re: E' Giusto.
        - Scritto da: Anonimo
        ma quale autogol!
        questo semmai rafforza ancor di piu' la tesi di MS che con i
        brevetti si puo' campare di rendita col softwareLa rafforzera' pure, intanto pero' MS dovra' pagare _tanti_ soldi, quindi si tratta d' un autogol.- Sempre scritto da: Anonimo
        ma se la stessa richiesta venisse fatta per gli altri browser,
        ne rimarrebbe uno solo....Bisogna vedere se ci arrivera'.Inoltre dagli altri raccoglierebbe solo briciole, pertanto non e' assolutamente detto ke lo faccia.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' Giusto.
        - Scritto da: Anonimo
        [...] ne rimarrebbe uno solo....Il ke causerebbe nuovi problemi a MS con l' antitrust.Non vorrei essere nei loro pani francamente: potrebbero persino essere costretti ad assorbire Eolas ed a concedere il libero sfruttamento x tale brevetto.
  • Anonimo scrive:
    e chi se ne frega ?
    ... io uso quasi sempre lynx per navigare...
  • Anonimo scrive:
    by bye flash :)
    brava eolas distruggi l'explorer cosi macromediafinalmente la finira' di distribuire quel plugin odioso
    • Anonimo scrive:
      Re: by bye flash :)
      - Scritto da: Anonimo
      brava eolas distruggi l'explorer cosi
      macromedia
      finalmente la finira' di distribuire quel
      plugin odiosoConcordo. Per fare un sito web utile basta il semplice codice HTML, senza quegli inutili plugin di Flash e compagnia varia, che rallentano solo lo scaricamernto delle pagine con animazioni il piu' delle volte fini a se stesse. Agli albori del web si dava grande importanza al contenuto, non alla forma. Ora invece esistono una marea di siti web infarciti di grafica e orpelli vari, ma di contenuto vero e proprio non se ne parla...Salutoni da GiGiO
      • Anonimo scrive:
        Re: by bye flash :)
        Bel ragionamento....Visto che delle persone non sanno usare uno strumento... eliminiamolo!Siete ridicoli!!!Dipende tutto da come viene usato.....
        • Anonimo scrive:
          Re: by bye flash :)
          - Scritto da: Anonimo
          Bel ragionamento....
          Visto che delle persone non sanno usare uno
          strumento... eliminiamolo!non è questione di usare o meno uno strumento si tratta semplicemente di un plugin rammagliato che sta dentro un mondo HTTP ( hyper text transfer protocol) che non è stato ideato per far vedere le lucine colorateo il filmatoni stracult... tuttaltro anzi ti diro di piu la macromedia invece di fare il plugin flash gratuito perche non rende free coldfusion quello si che è un bel prodotto :)
          Siete ridicoli!!!
          Dipende tutto da come viene usato.....flash viene usato sempre male perche tutto quello chefa puo essere risolto con un sapiente uso di tag standardw3c css e xhtml.voi vi ostinate a creare le interfacce fumettose pensando che il vero valore sia quello quando in realta il valoredi un sito web è dato dall'informazione,quindi perche castrarla con tecnologie proprietarie che nulla hanno a che vedere con la veicolazione di contenuti informativi ? è molto semplice flash è una cazzata impararlo ha maggioreimpatto sulle persone e mi permette di caricare la fatturaun po di piu.peccato che non ho le statistiche ma stai pur certo chela stragrande maggioranza di aziende serie che lavorano con internet vedono come la peste flash perche si vuoleimporre su di un settore dove è richiesto un rigore agli standard preposti e conoscenza approfondita dei software informativi.
          • Anonimo scrive:
            Re: by bye flash :)
            - Scritto da: Anonimo

            invece di fare il plugin flash gratuito
            perche non rende
            free coldfusion quello si che è un bel
            prodotto :)
            si... magari ti manderà pure il cd direttamente a casa il tutto rigorosamente free...e poi lascia stare flash, anche l'occhio vuole la sua parte
          • Anonimo scrive:
            Re: by bye flash :)
            - Scritto da: Anonimo
            e poi lascia stare flash, anche l'occhio vuole la sua parte???Ke minkia vorrebbe dire???Si realizzano cose stupende anke con XHTML, CSS(2) e MNG/PNG: basta saperli usare.
      • Anonimo scrive:
        Re: by bye flash :)

        Agli albori del web si
        dava grande importanza al contenuto, non
        alla forma. il fatto che tu non riesca ad estrarre il contenuto dalla forma e' un tuo problemache brutto quel quadro!non era meglio scrivere un papiro di 180 pagine per esprimere la stessa cosa?poi che molti usino male flash e' vero, ma lo fanno anche con il semplice html...
        • Anonimo scrive:
          Re: by bye flash :)
          - Scritto da: Anonimo
          il fatto che tu non riesca ad estrarre il
          contenuto dalla forma e' un tuo problemala forma si fa con i css e le immagini png.basta guardare la differenza di un portalesviluppato da una web agency professionista es ( tin.it tiscali.it libero.it wind.it ecc ecc )e un portale fatto da una web agency flash oriented :)
          • Anonimo scrive:
            Re: by bye flash :)
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            il fatto che tu non riesca ad estrarre il

            contenuto dalla forma e' un tuo problema

            la forma si fa con i css e le immagini png.
            basta guardare la differenza di un portale
            sviluppato da una web agency professionista
            es ( tin.it tiscali.it libero.it wind.it
            ecc ecc )
            e un portale fatto da una web agency flash
            oriented :)
            hua hua hua hua ... chi fa i siti di tin e wind sono dei professionisti ? ma per piacere ...

          • Prezioso84 scrive:
            Re: by bye flash :)
            - Scritto da: Anonimo
            hua hua hua hua ... chi fa i siti di tin e
            wind sono dei professionisti ?
            ma per piacere ... E cosa hai fatto tu di tanto più _professionale_ di grazia?Sempre a sparare sul lavoro altrui, mah :-)..
          • Anonimo scrive:
            Re: by bye flash :)
            grazie...vediamo i tuoi ora?
          • Anonimo scrive:
            Re: by bye flash :)
            - Scritto da: Anonimo
            hua hua hua hua ... chi fa i siti di tin e
            wind sono dei professionisti ?
            ma per piacere ... Quelli di Libero si scrivono da soli i sw ke usano e rispettano gli standard.
          • Anonimo scrive:
            Re: by bye flash :)


            il fatto che tu non riesca ad estrarre il

            contenuto dalla forma e' un tuo problema

            la forma si fa con i css e le immagini png.non la formacon quelli si fa al formattazionecosa ben diversaforse SVG potrebbe essere un buon viatico a flash, ma non certo html+css
            basta guardare la differenza di un portale
            sviluppato da una web agency professionista
            es ( tin.it tiscali.it libero.it wind.it
            ecc ecc )
            e un portale fatto da una web agency flash
            oriented :) un portale non lo fai in flash a meno che non sei cerebrolesoma se devo tracciare realtime i dati che arrivano da una stazione meteo, forse flash o un applet java sono la soluzione miglioreflash in questi casi ha l'innegabile vantaggio rispetto a java di essere piccolo sia il plugin, sia gli swf generati
          • Anonimo scrive:
            Re: by bye flash :)
            Scritto da: Anonimo
            non la forma
            con quelli si fa al formattazione
            cosa ben diversabe mi sembrava scontato l'utilizzo di SVG che tra l'altroè pure standard
            ma se devo tracciare realtime i dati che
            arrivano da una stazione meteo, forse flash
            o un applet java sono la soluzione migliore
            flash in questi casi ha l'innegabile
            vantaggio rispetto a java di essere piccolo
            sia il plugin, sia gli swf generatiquello che dici è vero dopotutto flash è partito grazieall'innegabile semplicita rispetto le applet java tuttavia mi sembra che un semplice client push sia piuche sufficente per analizzare dati in tempo reale.a onor del vero l'esempio che hai portato somiglia piua un programma piuttosto che la presentazione di una forma. :)
          • Anonimo scrive:
            Re: by bye flash :)

            quello che dici è vero dopotutto flash è
            partito grazie
            all'innegabile semplicita rispetto le applet
            java
            tuttavia mi sembra che un semplice client
            push sia piu
            che sufficente per analizzare dati in tempo
            reale.non analizzarema visualizzare
            a onor del vero l'esempio che hai portato
            somiglia piu
            a un programma piuttosto che la
            presentazione di
            una forma. :) non parlavo di dati messi in tabella, ma della possibilita di visualizzarli usando forme complesse, o animazioni, piuttosto che semplici immagini statiche..
      • Anonimo scrive:
        Re: by bye flash :)
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        brava eolas distruggi l'explorer cosi

        macromedia

        finalmente la finira' di distribuire quel

        plugin odioso

        Concordo. Per fare un sito web utile basta
        il semplice codice HTML, senza quegli
        inutili plugin di Flash e compagnia varia,
        che rallentano solo lo scaricamernto delle
        pagine con animazioni il piu' delle volte
        fini a se stesse. Agli albori del web si
        dava grande importanza al contenuto, non
        alla forma. Ora invece esistono una marea di
        siti web infarciti di grafica e orpelli
        vari, ma di contenuto vero e proprio non se
        ne parla...mha .. aprono la bocca e danno fiato ..

        Salutoni da GiGiO
    • Anonimo scrive:
      Re: by bye flash :) -è un gioco!-
      Il ragionamento luddista "torniamo indietro a prima di Flash" a mio avviso presuppone o la provocazione (un po' fine a se stessa imho)o l'ignoranza (anche solo parziale) delle possibilità di flash e dei plugin in generale (non solo contenuto dinamico, ma soprattutto audio, video, animazione, multimedialità, il tutto sempre più accessibile grazie al progressivo allargarsi della banda con cui tutti accediamo alla Rete)o l'ortodossia dura e pura "solo browser di testo" un po' snob di neonerds occhialuti "inadeguati"o la trollagine sfacciata e bambinesca.Gioco: inquadrare nelle sopracitate categorie l'intervento che ha aperto questo e molti altri thread similari... :-)Odo.Com
      • Anonimo scrive:
        Re: by bye flash :) -è un gioco!-
        Che flash sia una cagata è presto detto1) è brevettato 2) gira su browser html che di norma dovrebbero processare per benino solo roba standard HTML XHTML XML CSS SVG stop 3) tenta di portare nella comunita di sviluppatori il concetto di interfaccia come se l'avessero inventata loroquando in realta noi la conoscevamo gia da una vita.4) l'utente ha sempre ragione "se non posso vedere la pagina causa plugin flash allora me ne vado"ce ne sarebbero altre in realta ma non voglio distruggerti psicologicamente :)
        • Anonimo scrive:
          Re: by bye flash :) -è un gioco!-
          - Scritto da: Anonimo
          Che flash sia una cagata è presto detto

          1) è brevettato Non condivido.
          2) gira su browser html che di norma
          dovrebbero processare
          per benino solo roba standard HTML
          XHTML XML CSS SVG stop In quanto oggetto embedded interpretato da plugin è ammissibile. Di plugin se ricordate ce ne erano centinaia, ma se flash è andati avanti è stato perchè il mercato l'ha voluto, sviluppatori e utenti.
          3) tenta di portare nella comunita di
          sviluppatori
          il concetto di interfaccia come se
          l'avessero inventata loro
          quando in realta noi la conoscevamo gia da
          una vitaMi sembra una visione limitata delle possibilità di Flash.
          4) l'utente ha sempre ragione "se non posso
          vedere
          la pagina causa plugin flash allora me
          ne vado"???
          ce ne sarebbero altre in realta ma non
          voglio distruggerti
          psicologicamente :) Non condivido assolutamente le argomentazioni, ma mi piace il modo di argomentare senza polemica. Neanche io voglio distruggerti psicologicamente! ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: by bye flash :) -è un gioco!-
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            4) l'utente ha sempre ragione "se non posso vedere la

            pagina causa plugin flash allora me ne vado"

            ???Come utente non sono minimamente obbligato ad installare il plugin x Flash: ki realizza un sito in tale modo crea una barrira d' accesso ke era assolutamente evitabile.Dal punto di vista professionale e' un incompetente.
      • Anonimo scrive:
        Re: by bye flash :) -è un gioco!-
        - Scritto da: Anonimo

        Il ragionamento luddista "torniamo indietro
        a prima di Flash" a mio avviso presuppone

        o la provocazione
        o l'ignoranza
        o l'ortodossia
        o la trollagineO il fatto che gli anni di navigazione col mio pentium 100 e il mio 33.6 mi hanno fatto provare un odio profondo verso flash.
  • Anonimo scrive:
    continua la farsa....
    alla fine ms pagherà la licenza.così si creerà un precedente e i concorrenti (e linux) si troveranno nei guai con gli altri brevetti: o pagare o chiudere."qualche"milione di dollari per dominare il mondo non mi sembra un prezzo eccessivo no?
    • Anonimo scrive:
      Re: continua la farsa....
      o pagare o chiudere . ma cosa stai dicendo? Sei proprio un troll . Si è un vantaggio ma non credere che sia decisivo per linux & company non poterne usufruire..
      • Anonimo scrive:
        Re: continua la farsa....
        se per es. opera software viòla un brevetto e non può pagare l'indennizzo e la licenza, dve dichiarare fallimento. chiaro no?e lo stesso può succedere a altre piccole sociretà o progetti opensource (in questo caso non falliscono ma cmq devono rispondere dei "danni" recati al titolare del brevetto).- Scritto da: Anonimo
        o pagare o chiudere . ma cosa stai dicendo?
        Sei proprio un troll . Si è un vantaggio ma
        non credere che sia decisivo per linux &
        company non poterne usufruire..
        • cla scrive:
          Re: continua la farsa....
          Ciao, Opera è sviluppato nel Nord Europa, duqne chi lo usa al di là degli States non Viola nulla, così come Mozilla.Penso sia uno spunto interessante per un nuovo dibattito ... in questo modo gli states si stanno isolandoCla
          • Anonimo scrive:
            Re: continua la farsa....
            - Scritto da: cla
            Ciao, Opera è sviluppato nel Nord Europa,
            duqne chi lo usa al di là degli States non
            Viola nulla, così come Mozilla.

            Penso sia uno spunto interessante per un
            nuovo dibattito ... in questo modo gli
            states si stanno isolando
            ClaEh???? Cosa?ma i brevetti non sono internazionali???
          • Anonimo scrive:
            Re: continua la farsa....
            Il brevetto in questione rientra nel Digital Act, voluto da MS.nella UE, (grazie ad un italiano, credo si chiami Monti... ma non ne sono certo) il Digital Act se lo mettono in c...cassaforte!
    • Anonimo scrive:
      Re: continua la farsa....
      Ahahahahahhahaha non possono brevettare la stabilità perciò Linux non sara mai spacciato!
  • Anonimo scrive:
    Eolas contro tutti...
    Salve,non sono qui per parlare di Microsoft, Linux, o partecipare a guerre religiose per un produttore o un'altro..vorrei solo far notare che questa storia provochera dei casini a tutti. Questo e' quanto l'avvocato piu importante di Eolas ha affermato: "Anybody who's making a product that infringes a valid U.S. patent needs to conduct themselves in accordance with the patent laws," Eolas' lead trial attorney, Martin Lueck of Robins, Kaplan, Miller & Ciresi, said in an interview."E se non bastasse: "I think anybody who's in the browser business should be taking a look at this verdict, and obviously, if they need a license, they should get one." ha affermato Lueck.Quindi IE non e' il solo browser a cui daranno battaglia.Inoltre KDE ha gia annunciato che se Eolas dovesse richiedere royalty per l'uso del PATENT per KHTML l'unica soluzione sarebbe rimuovere tali funzionalita dal browser:"Since KHTML is open-source software (and) it is not possible for us to license patents in exchange for money, KDE does not have a way to recoup such costs from its users," wrote Waldo Bastian and David Faure in an e-mail exchange. "If this would be demanded from KDE, the only course of action that we can take is to remove the patented functionality from KHTML,".Se volete leggere l'articolo:http://news.com.com/2100-1032-5063444.html?tag=nlsaluti.
    • gian_d scrive:
      Re: Eolas contro tutti...
      - Scritto da: Anonimo
      Salve,
      non sono qui per parlare di Microsoft,
      Linux, o partecipare a guerre religiose per
      un produttore o un'altro..

      vorrei solo far notare che questa storia
      provochera dei casini a tutti.
      Concordo, probabilmente la prima vittima è stata Microsoft perché in fondo è la più vulnerabile finanziariamente. D'altra parte lo stesso W3C sta scalpitando per questa vicenda che rischia di far tornare indietro di parecchi anni la multimedialità del Web.Non mi dispiacerebbe certo vedere qualche plug-in in meno nelle pagine Web, specie se si tratta di fronzoli o di funzioni che si possono benissimo applicare con tag più semplici e meno pesanti, d'altra parte questa vicenda renderebbe molto più ardui se non improponibili certi contesti in cui i plug-in possono rendersi veramente utili.E' uno schifo e stando agli americani noi europei dovremmo pure adeguarci a questa schifezza da medioevo. Mi chiedo ancora se siamo arrivati alla frutta o dovremo sentirne ancora di peggiori
  • Anonimo scrive:
    Innovazione e brevetti
    come costruire aziende basate sul nulla, composte esclusivamente di un'ufficio legale.Ma con gli uffici legali il software gira ?
  • Anonimo scrive:
    Impossibile invalidare
    "il Viola browser, che in data antecedente ai brevetti Eolas avrebbe già avuto capacità di far girare plug-in, al punto da invalidare i brevetti Eolas."E allora ?Anche se fosse vero rimane il fatto che l'autore di Viola non ha brevettato ciò che oggi detiene la Eolas, quindi non possono essere invalidati.Il fatto di aver ideato per primo una soluzione degna di brevetto, non ti tutela dai secondi che involontariamente o volontariamente realizzano la stessa cosa ponendola sotto brevetto.Altrimenti a cosa servirebbe il brevetto ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Impossibile invalidare
      - Scritto da: Anonimo
      "il Viola browser, che in data antecedente
      ai brevetti Eolas avrebbe già avuto capacità
      di far girare plug-in, al punto da
      invalidare i brevetti Eolas."

      E allora ?
      Anche se fosse vero rimane il fatto che
      l'autore di Viola non ha brevettato ciò che
      oggi detiene la Eolas, quindi non possono
      essere invalidati.
      Il fatto di aver ideato per primo una
      soluzione degna di brevetto, non ti tutela
      dai secondi che involontariamente o
      volontariamente realizzano la stessa cosa
      ponendola sotto brevetto.
      Altrimenti a cosa servirebbe il brevetto ?Santa polenta...A parte il fatto che sembri contraddirti da solo, nota che un brevetto per essere valido deve essere *nuovo*: se lo stato dell'arte antecedente al deposito gia' ricomprendeva le rivendicazioni della domanda (e dell'eventuale successivo brevetto) le stesse non sono valide.Lettura consigliata nelle giornate invernali: Vanzetti-Di Cataldo "Manuale di diritto industriale"Gianluca
      • Anonimo scrive:
        Re: Impossibile invalidare
        hai ragione al 3000%, resat da vedere se anche negli USA - che sono un paese così alternativo - la legislazione prevede norme analoghe.in italia è così, ed ha un senso perchè che cacchio ti brevetti una cosa se non ha i caratteri di novità etc etc... (non mi ricordo quali sono di preciso i requisiti, troppo in là nel tempo lo studio di diritto su marchi e brevetti ;) , però non ci metterei la mano sul fuoco per quanto riguarda gli usa.siccome là si possono brevettare delle cose senza alcun senso, non escluderei che il brevetto di eolas stia in piedi anche se in precedenza la stessa tecnologia era già stata scoperta e usata.ma resta da vedere che diffusione aveva ottenuto la scoperta precedente a quella di eolas e se è richiesta una diffusione significativa affinchè il tutto non sia brevettabile o semplicemente.ringraziando il cielo qui in italia non si può brevettare la ruota, per esempio, ma amene letture del passato mi fanno ricordare di casi di breveti assurdi per esmepio in usa e in australia, per cui mai dire mai :)
        • FDG scrive:
          Re: Impossibile invalidare
          - Scritto da: Anonimo
          però non ci metterei la mano sul fuoco per quanto
          riguarda gli usa.Se gli avvocati di MS puntano a questo per l'appello, forse è perché le leggi americane dicono qualcosa in proposito.
      • Anonimo scrive:
        Re: Impossibile invalidare
        Vallo a dire a Meucci...
        • Elendil scrive:
          Re: Impossibile invalidare
          - Scritto da: Anonimo
          Vallo a dire a Meucci...Meucci ha inventato il citofono, non il telefono...
          • FDG scrive:
            Re: Impossibile invalidare
            - Scritto da: Elendil
            Meucci ha inventato il citofono, non il
            telefono...Il telefono, come stato ufficialmente riconosciuto anche negli Stati Uniti. Comunque i primi telefoni non avevano selettore.
      • Anonimo scrive:
        Re: Impossibile invalidare

        Santa polenta...

        A parte il fatto che sembri contraddirti da
        solo, nota che un brevetto per essere valido
        deve essere *nuovo*: se lo stato dell'arte
        antecedente al deposito gia' ricomprendeva
        le rivendicazioni della domanda (e
        dell'eventuale successivo brevetto) le
        stesse non sono valide.Santissima piadina...Un brevetto per essere valido deve essere *nuovo*, cioe' non ancora brevettato. Quindi il primo che brevetta vince. Richiamando l'esempio di Meucci: se l'e' preso in quel posto nonostante avesse inventato il telefono prima di Bell. Dopo un secolo gli e' stato attribuito il merito, pero' e' morto povero in canna.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Impossibile invalidare
          - Scritto da: Anonimo

          Santa polenta...



          A parte il fatto che sembri contraddirti
          da

          solo, nota che un brevetto per essere
          valido

          deve essere *nuovo*: se lo stato dell'arte

          antecedente al deposito gia' ricomprendeva

          le rivendicazioni della domanda (e

          dell'eventuale successivo brevetto) le

          stesse non sono valide.

          Santissima piadina...

          Un brevetto per essere valido deve essere
          *nuovo*, cioe' non ancora brevettato. Quindi
          il primo che brevetta vince. Richiamando
          l'esempio di Meucci: se l'e' preso in quel
          posto nonostante avesse inventato il
          telefono prima di Bell. Dopo un secolo gli
          e' stato attribuito il merito, pero' e'
          morto povero in canna.Ah... e da quando la novita' si misura solo sui brevetti esistenti?Tecnica nota, "prior art", stato del'arte, non banalita' per l'esperto del ramo... tutti fattori che giocano un ruolo affatto secondario rispetto alla vallidita' di un brevetto.Il fatto che una domanda di brevetto rivendichi un'invezione non coperta da brevetto antecedente e' condizione necessaria ma non sufficiente per la validita' delle rivendicazioni stesse.Per quanto riguarda Meucci rimando a:http://www.treccani.it/site/Primopiano/inprimopiano18.htm,che sicuramente non si puo' considerare una fonte "biased"...Gianluca
  • Anonimo scrive:
    Integrazioni e aggiornamenti caso EOLAS
    Vogli segnalarvi un paio di cose che ho letto nella paginetta del Viola Browser Archive dedicata al caso Ms vs. Eolas.L'autore giustamente spiega il negativo impatto delle cause Eolas non solo verso Microsoft, ma in generale verso utenti finali e sviluppatori.Scrive inoltre :"Immediately after the verdict, some usual anti Microsoft people may have cheered for five minutes, then the implications sink in". Questa è una regola che tristemente non è valsa sempre qui nei forum di PI, dove molti gongolano senza averci capito una mazza.In realtà "One's enemy's enemy is not necessarily your friend. They might be a even worse kind of enemy. And people are realizing this." Si, speriamo che anche lo capiscano tutti...L'altra cosa è che ho scoperto è abbastanza illuminante: il presidente di Eolas è Michael Doyle, che ne è anche l'unico dipendente. In pratica un tizio e uno squadrone di avvocati: niente sviluppatori, niente progetti, niente di niente, se non l'idea di sfruttare al massimo le pieghe di una legislazione non sempre illuminata....Asmo.Org
    • Anonimo scrive:
      Re: Integrazioni e aggiornamenti caso EOLAS
      - Scritto da: Anonimo
      Vogli segnalarvi un paio di cose che ho
      letto nella paginetta del Viola Browser
      Archive dedicata al caso Ms vs. Eolas.

      L'autore giustamente spiega il negativo
      impatto delle cause Eolas non solo verso
      Microsoft, ma in generale verso utenti
      finali e sviluppatori.

      Scrive inoltre :"Immediately after the
      verdict, some usual anti Microsoft people
      may have cheered for five minutes, then the
      implications sink in". Questa è una regola
      che tristemente non è valsa sempre qui nei
      forum di PI, dove molti gongolano senza
      averci capito una mazza.

      In realtà "One's enemy's enemy is not
      necessarily your friend. They might be a
      even worse kind of enemy. And people are
      realizing this." Si, speriamo che anche lo
      capiscano tutti...


      L'altra cosa è che ho scoperto è abbastanza
      illuminante:
      il presidente di Eolas è Michael Doyle, che
      ne è anche l'unico dipendente. In pratica un
      tizio e uno squadrone di avvocati: niente
      sviluppatori, niente progetti, niente di
      niente, se non l'idea di sfruttare al
      massimo le pieghe di una legislazione non
      sempre illuminata....
      Si spiegalo a M$ che ha appena brevettato un altro pezzetto di software (l'annuncio e' giusto di ieri) se e' vero che il nemico del tuo nemico non e' amico e' anche vero che il nemico rimane il nemico!Punto a capo. :D

      Asmo.Org
    • Ottav(i)o Nano scrive:
      Re: Integrazioni e aggiornamenti caso EOLAS

      L'autore giustamente spiega il negativo
      impatto delle cause Eolas non solo verso
      Microsoft, ma in generale verso utenti
      finali e sviluppatori.E questo *E'* il punto centrale della questione, non i 512M$ che Microsoft deve pagare...
      Scrive inoltre :"Immediately after the
      verdict, some usual anti Microsoft people
      may have cheered for five minutes, then the
      implications sink in". Questa è una regola
      che tristemente non è valsa sempre qui nei
      forum di PI, dove molti gongolano senza
      averci capito una mazza.Di Talebani è pieno il mondo, mio caro.
      In realtà "One's enemy's enemy is not
      necessarily your friend. They might be a
      even worse kind of enemy. And people are
      realizing this." Si, speriamo che anche lo
      capiscano tutti...Non vedrei tutto questo in un'ottica (si diceva così una volta, no?) amico-nemico: se un tribunale ti dà ragione, allora l'altro ha torto; e se chi ha ragione per la legge ha torto per il senso comune, beh, allora c'è qualcosa che non va nel senso comune. O forse nella legge ;-)
      L'altra cosa è che ho scoperto è abbastanza
      illuminante:
      il presidente di Eolas è Michael Doyle, che
      ne è anche l'unico dipendente. In pratica un
      tizio e uno squadrone di avvocati: niente
      sviluppatori, niente progetti, niente di
      niente, se non l'idea di sfruttare al
      massimo le pieghe di una legislazione non
      sempre illuminata....Doyle sembra essere abbastanza noto come inventore; Eolas è la sua società (la legge non vieta di inventare tramite società); il tipo si lamenta che la sua "invenzione(?)" sia stata indebitamente sfruttata da Microsoft, altrimenti -probabilmente- si sarebbe potuto permettere di assumere almeno una segretaria...In fin dei conti il problema è questo:si vuole continuare sulla strada dei brevetti indiscriminati del software e affini?Se la risposta è si, allora preparatevi, perchè questo non è che l'inizio. E badate bene: in questo caso non solo è doveroso il rimborso di 512M$ (MegaDollari;)), ma è anche perfettamente legittima la richiesta di royalties su ogni copia di Internet Explorer installata nel passato, nel presente e nel futuro.Vedete un po' voi...
      Asmo.OrgOttav(i)o Nano
      • Anonimo scrive:
        Re: Integrazioni e aggiornamenti caso EOLAS
        - Scritto da: Ottav(i)o NanoInfatti.Notate, per cortesia, che M$ ben si sogna dal dire che i brevetti sono una ca##ata.Evidentemente gli vanno bene, quindi e' giusto che paghi.
      • ryoga scrive:
        Re: Integrazioni e aggiornamenti caso EOLAS
        - Scritto da: Ottav(i)o Nano
        In fin dei conti il problema è questo:
        si vuole continuare sulla strada dei
        brevetti indiscriminati del software e
        affini?
        Se la risposta è si, allora preparatevi,
        perchè questo non è che l'inizio. E badate
        bene: in questo caso non solo è doveroso il
        rimborso di 512M$ (MegaDollari;)), ma è
        anche perfettamente legittima la richiesta
        di royalties su ogni copia di Internet
        Explorer installata nel passato, nel
        presente e nel futuro.
        Vedete un po' voi...Ehm....scusate, ma Netscape e Mozilla non sono affetti dallo stesso problema di M$? Cos'e' che non va bene in Explorer e va bene in questi browser? non eseguono codice simile (quindi stessa tecnologia ) per aprire i file attraverso i plug-in?
      • Anonimo scrive:
        Re: Integrazioni e aggiornamenti caso EOLAS
        - Scritto da: Ottav(i)o Nano

        L'autore giustamente spiega il negativo

        impatto delle cause Eolas non solo verso

        Microsoft, ma in generale verso utenti

        finali e sviluppatori.
        E questo *E'* il punto centrale della
        questione, non i 512M$ che Microsoft deve
        pagare...Sono d'accordissimo. E' quello che cercavo di comunicare con il mio intervento. Io amo l'Internet, e penso sia così per (quasi) tutti qui.

        Scrive inoltre :"Immediately after the

        verdict, some usual anti Microsoft people

        may have cheered for five minutes, then
        the

        implications sink in". Questa è una regola

        che tristemente non è valsa sempre qui nei

        forum di PI, dove molti gongolano senza

        averci capito una mazza.
        Di Talebani è pieno il mondo, mio caro.Lo so. Però non lasciamoli gridare indisturbati e facciamoci sentire ogni tanto. Non per loro, ma per una corretta informazione di chi legge per saperne di più.

        In realtà "One's enemy's enemy is not

        necessarily your friend. They might be a

        even worse kind of enemy. And people are

        realizing this." Si, speriamo che anche
        lo

        capiscano tutti...
        Non vedrei tutto questo in un'ottica (si
        diceva così una volta, no?) amico-nemico: se
        un tribunale ti dà ragione, allora l'altro
        ha torto; e se chi ha ragione per la legge
        ha torto per il senso comune, beh, allora
        c'è qualcosa che non va nel senso comune. O
        forse nella legge ;-)Volevo solo personalmente appoggiare l'idea dell'autore del Viola Browser che anche per i più anti-MS qui i nemici della comunità internettiana in genere sono due: Microsoft e Eolas.Io personalmente non penso che Microsoft abbia fatto così male per quel che riguarda la diffusione dell'informatica e per la vita dell'Internet, ma non voglio scatenare qui ora una guerra di religione, che anzi vorrei proprio accantonare in questo discorso contro Eolas.

        L'altra cosa è che ho scoperto è
        abbastanza

        illuminante:

        il presidente di Eolas è Michael Doyle,
        che

        ne è anche l'unico dipendente. In pratica
        un

        tizio e uno squadrone di avvocati: niente

        sviluppatori, niente progetti, niente di

        niente, se non l'idea di sfruttare al

        massimo le pieghe di una legislazione non

        sempre illuminata....
        Doyle sembra essere abbastanza noto come
        inventore; Eolas è la sua società (la legge
        non vieta di inventare tramite società); il
        tipo si lamenta che la sua "invenzione(?)"
        sia stata indebitamente sfruttata da
        Microsoft, altrimenti -probabilmente- si
        sarebbe potuto permettere di assumere almeno
        una segretaria...Confesso la mia ignoranza in merito, e cercherò di documentarmi; ho letto però che i diritti che reclama li avrebbe comprati da un'università californiana, e che avrebbe taciuto il precedente (invalidante i suoi brevetti) dle Viola Browser benché l'autore glieli avesse comunicati.A vederla così il tipo si qualifica da solo.
        Ottav(i)o NanoCiao!Odo.Com
    • paulatz scrive:
      Re: Integrazioni e aggiornamenti caso EOLAS

      L'altra cosa è che ho scoperto è abbastanza
      illuminante:
      il presidente di Eolas è Michael Doyle, che
      ne è anche l'unico dipendente. In pratica un
      tizio e uno squadrone di avvocati: niente
      sviluppatori, niente progetti, niente di
      niente, se non l'idea di sfruttare al
      massimo le pieghe di una legislazione non
      sempre illuminata....Questo perchè Eolas è fallita qualche tempo fa, il presidente è rimasto per tenere in piedi la causa.Del resto con M$ è dura per le ditte che non possono sfruttare illegalmente (e venire condannate per questo!) una situazione di monopolio andare avanti.C'è chi come la comunità linux gioca pulito e lo prende M$ per la gola con la qualità e chi come Eolas ad un certo punto non è costretta a giocare sporco.Amen
  • Anonimo scrive:
    hahahahhaha BREVETTI DEL MENGA!
    stupendose non glie li usi, allora piangono! :)hehehehhe
  • Anonimo scrive:
    Ma perche' le softwarehouse .....
    Ma perche' non trasferiscono le sedi principali in Europa (o altrove ma non in USA) sta storia dei brevetti software sta diventando ridicola e pericolosa per il web stesso ...Sarebbe cosi' sconveniente sotto altri aspetti per loro ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma perche' le softwarehouse .....
      - Scritto da: Anonimo
      Ma perche' non trasferiscono le sedi
      principali in Europa (o altrove ma non in
      USA) sta storia dei brevetti software sta
      diventando ridicola e pericolosa per il web
      stesso ...
      Sarebbe cosi' sconveniente sotto altri
      aspetti per loro ?ma che ca**o dici ? Se proprio vuoi (e puoi) fai una società a lugano....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma perche' le softwarehouse .....
      - Scritto da: Anonimo
      Ma perche' non trasferiscono le sedi
      principali in Europa (o altrove ma non in
      USA) sta storia dei brevetti software sta
      diventando ridicola e pericolosa per il web
      stesso ...
      Sarebbe cosi' sconveniente sotto altri
      aspetti per loro ?Puoi anche mettere la sede legale sull'Everest, se vuoi... basta non distribuire il prodotto in asserita contraffazione in un paese dove esiste un brevetto ;-)Neppure mettere la sede legale in Europa ti "salva" se distribuisci nelgi USA e ivi c'e' un brevetto confliggente.Gianluca
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma perche' le softwarehouse .....

        Neppure mettere la sede legale in Europa ti
        "salva" se distribuisci nelgi USA e ivi c'e'
        un brevetto confliggente.
        E se lo distribuisci tramite un server in uganda e sopra ci metti un bel: "Attenzione non scaricare questo software da paesi dove il tal brevetto è valido" ?
        • FDG scrive:
          Re: Ma perche' le softwarehouse .....
          - Scritto da: Anonimo
          E se lo distribuisci tramite un server in
          uganda e sopra ci metti un bel: "Attenzione
          non scaricare questo software da paesi dove
          il tal brevetto è valido" ?Meglio ancora, fai scaricare due versioni del software, una per i paesi in cui il brevetto non è valido, una per quelli in cui è valido.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma perche' le softwarehouse .....
            - Scritto da: FDG
            - Scritto da: Anonimo


            E se lo distribuisci tramite un server in

            uganda e sopra ci metti un bel:
            "Attenzione

            non scaricare questo software da paesi
            dove

            il tal brevetto è valido" ?

            Meglio ancora, fai scaricare due versioni
            del software, una per i paesi in cui il
            brevetto non è valido, una per quelli in cui
            è valido.Hahaha che bello ! Scaricare illegalmente IE da un sito Ugandese ! Probabilemente comincerei a pensare di usare un altro browser.
  • Anonimo scrive:
    che rottura di maroni
    vabbè tirarla per un pò....ma gli estremismi rompono le palle alla lunga. Adesso li ho presi in antipatia e se sta cosa del viola browser fosse vera che gli facessero sputare indietro tutti i soldi. Mi sembra stia diventando come al storia tra linux e sco, forse ancora più paradossale
    • Anonimo scrive:
      Re: che rottura di maroni
      - Scritto da: Anonimo
      vabbè tirarla per un pò....ma gli estremismi
      rompono le palle alla lunga. Adesso li ho
      presi in antipatia e se sta cosa del viola
      browser fosse vera che gli facessero sputare
      indietro tutti i soldi. Mi sembra stia
      diventando come al storia tra linux e sco,
      forse ancora più paradossaleguarda che Microsoft ancora non ha sborsato nulla..
  • Anonimo scrive:
    è solo l'inizio
    del macello che succederà se anche in europa si dovesse approvare una legge simile a quella demenziale esistente in amerika
    • Anonimo scrive:
      Re: è solo l'inizio
      - Scritto da: Anonimo
      del macello che succederà se anche in europa
      si dovesse approvare una legge simile a
      quella demenziale esistente in amerikaDemenziale? stai scherzando ?La tutetela degli investimenti fatti dalle aziende, la proprieta' intellettuale i diritti dei poveri investitori bla bla bla bla.... :-P
      • Anonimo scrive:
        Re: è solo l'inizio
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        del macello che succederà se anche in
        europa

        si dovesse approvare una legge simile a

        quella demenziale esistente in amerika
        Demenziale? stai scherzando ?
        La tutetela degli investimenti fatti dalle
        aziende, la proprieta' intellettuale i
        diritti dei poveri investitori bla bla bla
        bla.... :-Pgiusto anzi comunista! torna a mangiare i bambini e non romperci i c..
Chiudi i commenti