Le "DirectX" open source su PS2

Le librerie SDL, la controparte open source delle DirectX, sbarcano sulla console di Sony aprendole la strada ai giochi open source
Le librerie SDL, la controparte open source delle DirectX, sbarcano sulla console di Sony aprendole la strada ai giochi open source


Web (Internet) – La possibilità che presto possano essere rilasciati giochi open source per la Playstation 2 si fa più concreta grazie all’annuncio, da parte del progetto SDL (Simple DirectMedia Layer), del porting delle omonime librerie grafiche sulla console di Sony.

Le SDL si possono considerare la risposta open source alle DirectX di Microsoft e sono librerie multimediali cross-platform rilasciate con licenza LGPL e progettate per fornire agli sviluppatori un accesso veloce alle schede video e audio di un PC.

Le SDL sono disponibili per Linux, Windows, BeOS, MacOS, Solaris, IRIX e FreeBSD, e sono già state sfruttate in alcuni celebri giochi in versione Linux come “Civilization: Call To Power”.

Il porting delle SDL su PS2 è stato possibile grazie al rilascio, da parte di Sony, del PS2 Linux Kit, una versione del Pinguino che spalanca le porte del vasto mondo dell’open source alla console giapponese.

Sam Lantiga, leader del progetto SDL, sostiene che presto sarà possibile scrivere e far girare giochi SDL open source o commerciali per PS2. Linux potrebbe dunque divenire una piattaforma di sviluppo di giochi, soprattutto di titoli free con qualità commerciale, che possano poi essere portati, con il minimo sforzo, su un elevato numero di piattaforme.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 08 2001
Link copiato negli appunti