Le GPU metteranno il turbo all'antivirus

Nvidia sta lavorando a una tecnologia basata su CUDA che permetterà ai produttori software di sfruttare la potenza di calcolo delle GPU. Per accelerare significativamente i motori di ricerca dei malware

Roma – Inizialmente il GPGPU computing, che prevede l’uso dei processori grafici per svolgere compiti differenti dalla tradizionale creazione di un’immagine tridimensionale, è stato utilizzato soprattutto in campo scientifico e ingegneristico, e solo di recente sono arrivate le prime applicazioni consumer: soprattutto player e convertitori di file multimediali. Ora Nvidia si sta adoperando affinché la potenza di calcolo delle sue GPU possa essere sfruttata anche dai software antivirus.

Come recentemente riportato da Fudzilla , Nvidia è intenzionata ad aggiungere alla sua piattaforma CUDA la tecnologia necessaria per accelerare gli scanner antivirus via GPU, alleggerendo in questo modo il carico sulla CPU.

Sanford Russell, general manager di Nvidia per CUDA, afferma che la scansione antivirus è un lavoro che può essere svolto con un elevato grado di parallelismo, e di conseguenza risulta particolarmente adatto per le moderne GPU, dotate di centinaia di unità di elaborazione.

Russell sostiene che la propria azienda è intenzionata a dedicare parecchie risorse al progetto, e il motivo è che gli antivirus – prima ancora delle applicazioni multimediali – potrebbero diventare una formidabile killer application per la piattaforma CUDA nel segmento consumer. Gli antivirus sono del resto tra i software più diffusi al mondo, almeno in ambito PC.

“Se Nvidia renderà i software antivirus assai più veloci, potrebbe avere l’opportunità di vendere molte più GPU che in qualsiasi altro periodo del passato”,ha commentato Fudzilla . “Questo è un buon punto di partenza, ma abbiamo davvero bisogno di più. Non tutti necessitano di applicazioni per l’industria del petrolio e del gas sul proprio desktop”.

Naturalmente Nvidia non si sogna neppure di sviluppare un antivirus in proprio. Il suo obiettivo è quello di attrarre l’interesse dei maggiori produttori di soluzioni antimalware verso la sua tecnologia, e venderne loro la licenza.

Con il recente annuncio della sua architettura grafica di nuova generazione, nome in codice Fermi , Nvidia ha ribadito ancora una volta la volontà di rendere le GPU un componente sempre più centrale nei computer di domani, in grado di svolgere buona parte dei compiti tradizionalmente delegati alla CPU. Su questo fronte Nvidia appare per altro molto più aggressiva rispetto alla rivale AMD, e il motivo è molto semplice: Nvidia non produce CPU.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Stephen Hawking scrive:
    L'acqua sulla Luna
    Bene lacqua me se non cè altro, neanche di elementare, che kazzo te ne fai trall'atro non c'e neanke ossigeno! E chiaro che quando cerchiamo vita facciamo riferimento a quelle caratteristiche che ne determinano le condizioni base. E chiaro che tutto ricade sotto i nostri sensi (quelli abbiamo) e dove non arrivano perchè limitati ecco la tecnologia che ci aiuta e li espande. Nessuno esclude che su altri pianeti la vita come la conosciamo noi possa essere completamente diversa ma finchè non avremo riscontri, finchè non potremo fare paragoni, studiare, osservare, capire ecc. allora sono inutili tutte le speculazioni.è uno XXXXXXX spreco di soldi secondo me da parte della N.a.S.a che disperatamente cercano l'acqua senza rendersi conto che H2O è uno dei piu importanti elementi ma non è esenziale per favorire la vita ovunque essa sia!!!!
  • panda rossa scrive:
    Un paio di considerazioni sul testo.
    "velocità sette volte superiore a quella del suono (9.000 km/h). "Che c'azzecca la velocita' del suono?Tanto valeva dire "30 volte la velocita' di Raikonnen sul rettilineo di Monza", o altri inutili paragoni.E' sufficiente dire "alla velocita' di 9000 km/h" e buonanotte.Poi, nella penultima riga, si parla di Febe, che io ho sempre trovato scritto Phoebe, ma pazienza. E' il satellite saturino che mi lascia perplesso.
    • rotfl scrive:
      Re: Un paio di considerazioni sul testo.
      - Scritto da: panda rossa
      "velocità sette volte superiore a quella del
      suono (9.000 km/h).
      ""Fa effetto". Hai presente il livello della maggioranza dei lettori di PI?
      Poi, nella penultima riga, si parla di Febe, che
      io ho sempre trovato scritto Phoebe, ma pazienza.

      E' il satellite saturino che mi lascia
      perplesso.(rotfl)
    • misto scrive:
      Re: Un paio di considerazioni sul testo.
      - Scritto da: panda rossa
      "velocità sette volte superiore a quella del
      suono (9.000 km/h).
      "

      Che c'azzecca la velocita' del suono?La velocita' del suono e' una unita' di misura non standard, ma comunque una unita' di misura della velocita', e probabilmente di facile comprensione (visto che e' di fatto l'ordine di grandezza della piu' alta velocita' raggiunta da oggetti umani sulla terra)
      E' sufficiente dire "alla velocita' di 9000 km/h"
      e
      buonanotte.No, perche' ad essere rigorosi la si sarebbe dovuta dare come 2500 m/s, in accordo allo standard internazionale SI.Analogamente, 4.12952065 * 10^16 m e' poco pratico come misura di distanza. 4.3 anni luce e' piu' pratico, anche se non standard.
      • panda rossa scrive:
        Re: Un paio di considerazioni sul testo.
        - Scritto da: misto
        - Scritto da: panda rossa

        "velocità sette volte superiore a quella del

        suono (9.000 km/h).

        "



        Che c'azzecca la velocita' del suono?

        La velocita' del suono e' una unita' di misura
        non standard, ma comunque una unita' di misura
        della velocita', e probabilmente di facile
        comprensione (visto che e' di fatto l'ordine di
        grandezza della piu' alta velocita' raggiunta da
        oggetti umani sulla
        terra)Peccato che quella che si intende comunemente come velocita' del suono e' la velocita' di propagazione del suono NELL'ARIA.In un mezzo diverso (es. le rotaie del treno) il suono viaggia ad una velocita' diversa.Mentre nello spazio che circonda la luna, essendo notoria la totale assenza di aria, la velocita' del suono e' esattamente zero.
  • baiocca scrive:
    senza speranza
    Questi sanno fare le cose solo con le bombe.«Forse c'e' acqua sulla luna! Dai, potremmo bombardarla!»L'umanità e' senza speranza.Io tifo per gli insetti.
    • Shiba scrive:
      Re: senza speranza
      - Scritto da: baiocca
      Questi sanno fare le cose solo con le bombe.
      «Forse c'e' acqua sulla luna! Dai, potremmo
      bombardarla!»

      L'umanità e' senza speranza.
      Io tifo per gli insetti.Che schifo, sono molli e non hanno le ossa. Meglio le piante.
    • rotfl scrive:
      Re: senza speranza
      - Scritto da: baiocca
      Questi sanno fare le cose solo con le bombe.
      «Forse c'e' acqua sulla luna! Dai, potremmo
      bombardarla!»

      L'umanità e' senza speranzaEh beh certo, una volta che le bombe vengono usate in modo intelligente e non per uccidere, ti pareva che non arrivasse qualche "..." a criticare tanto per fare. Che squallore.
      • zaadum scrive:
        Re: senza speranza
        - Scritto da: rotfl
        - Scritto da: baiocca

        Questi sanno fare le cose solo con le bombe.

        «Forse c'e' acqua sulla luna! Dai, potremmo

        bombardarla!»



        L'umanità e' senza speranza

        Eh beh certo, una volta che le bombe vengono
        usate in modo intelligente e non per uccidere, ti
        pareva che non arrivasse qualche "..." a
        criticare tanto per fare. Che
        squallore.Infatti... non dico altro perchè altrimenti mi censurano!
    • Giambo scrive:
      Re: senza speranza
      - Scritto da: baiocca
      Questi sanno fare le cose solo con le bombe.
      «Forse c'e' acqua sulla luna! Dai, potremmo
      bombardarla!»Non e' una bomba di quelle che fanno "Buuuuummm" come nei film.E' una "bomba cinetica".Piu' o meno come i milioni di asterodi che prima di lei hanno dato alla luna la faccia che ha ora :)
  • Streamer scrive:
    e lo spreco d'acqua?
    Presupponendo che nel cratere ci fossero ad es 100kg (o 1000 o 10000) di ghiaccio secco pronto a diventare acqua, con un simile impatto una bella percentuale se ne sarebbe andata in giro sotto forma di polvere per poi dissolversi al contatto della luce del sole.Un'altra bella parte sarebbe contaminata dai resti della navetta.Nel cratere ne sarebbe rimasta veramente poca da usare a scopi umani.Quindi che scopo ha avuto questo impatto? Vedere se riuscivano a ridurre la già piccola scorta d'acqua sul satellite?Certo un robottino telecomandato sarebbe costato di più, ma sarebbe stato un modo più intelligente per chiedersi se l'acqua della luna c'è e può essere usata.Facevano meglio a prendere una bottiglia d'acqua/ghiaccio e aprirla dentro il cratere per vedere come si comporta nell'atmosfera.
    • Principe di Valacchia scrive:
      Re: e lo spreco d'acqua?
      Lo scopo era appunto quello di disperderla in una nube che e' successivamente analizzata per verificare la presenza di acqua e in quali proporzioni è presente.Un robottino telecomandato che scava per diversi metri all'interno del suolo lo vedo molto poco fattibile.
    • LaBirra scrive:
      Re: e lo spreco d'acqua?

      Certo un robottino telecomandato sarebbe costato
      di più, ma sarebbe stato un modo più intelligente
      per chiedersi se l'acqua della luna c'è e può
      essere
      usata.un robottino dici ... ino, quindi piccolo ... serve una trivellatrice per ottenere lo stesso risultato e quindi andare sulla luna e costruirla e sperare che non si rompa perchè se no c'è da far arrivare anche i pezzi di ricambio
      Facevano meglio a prendere una bottiglia
      d'acqua/ghiaccio e aprirla dentro il cratere per
      vedere come si comporta
      nell'atmosfera.Non capisco lo scopo. Se non ho capito male vogliono solo sapere se c'è o meno l'acqua, non tanto se evapora o solidifica nell'atmosfera lunare
    • misto scrive:
      Re: e lo spreco d'acqua?
      - Scritto da: Streamer
      Presupponendo che nel cratere ci fossero ad es
      100kg (o 1000 o 10000) di ghiaccio secco pronto a
      diventare acquaWow... da CO2 a H2O. Un mito quell'impactor. Trasforma pure la materia...:(, con un simile impatto una bella
      percentuale se ne sarebbe andata in giro sotto
      forma di polvere per poi dissolversi al contatto
      della luce del
      sole.
      Un'altra bella parte sarebbe contaminata dai
      resti della
      navetta.
      Nel cratere ne sarebbe rimasta veramente poca da
      usare a scopi
      umani.Lo scopo della missione non era guardare se in quel cratere c'era acqua per uso umano _in_quel_cratere_. Lo scopo della missione era di verificare se in certe condizioni e' possibile dell'acqua si possa trovare che serva per finalita' umane, dato che l'acqua pesa e una base lunare permanente farebbe meglio se la trovasse la' invece di portarsela da casa. Quel cratere e' "uno a caso" per poter affermare con maggiore sicurezza che l'acqua puo' essere trovata sulla luna dove certe condizioni siano rispettate.Ti presento un vecchio amico: il diagramma di stato dell'acqua[img]http://www.its.caltech.edu/~atomic/snowcrystals/ice/h2ophase.gif[/img]Il diagramma di stato dice in che stato (solido, liquido o vapore) si trova una sostanza (in questo caso l'acqua) a seconda di due condizioni: la pressione e la temperatura. Sulla terra, l'acqua si trova sotto una pressione di 1 atmosfera, ergo esiste in tutti e tre gli stati (segui la linea orizzontale) a seconda della temperatura a cui si trova. Se la pressione e' molto bassa (come accade sulla luna) l'acqua non passa piu' dallo stato solido a quello liquido e poi a quello vapore, ma passa direttamente da solido a vapore (e viceversa). Si chiama sublimazione, e lo vedi accadere con l'anidride carbonica solida (ghiaccio secco).Ora, la questione e': se la pressione sulla luna e' circa zero, l'acqua puo' esistere solo in due condizioni: vapore (e si disperderebbe, perche' la gravita' lunare e' troppo bassa per tenere i gas vicino a se') o solida. Avendo fissa la pressione, l'unica cosa che distingue il destino dell'acqua e' la temperatura.Sulla luna, si arriva a temperature molto alte, non essendoci l'atmosfera a "diluire" l'effetto dei raggi solari. Qualsiasi cosa che si espone ai raggi solari non puo' mantenere acqua perche' passa immediatamente a vapore e se ne va. Ma nel fondo di certi crateri la luce del sole puo' non arrivare mai (specie verso i poli) e li' si puo' essere accumulato ghiaccio in forma solida.
      Quindi che scopo ha avuto questo impatto? Vedere
      se riuscivano a ridurre la già piccola scorta
      d'acqua sul
      satellite?Perche' se ce ne fosse, e sembra che ci sia, stabilire una base lunare nella vicinanza dei poli darebbe acqua ai ricercatori nella base.
      Certo un robottino telecomandato sarebbe costato
      di più, ma sarebbe stato un modo più intelligente
      per chiedersi se l'acqua della luna c'è e può
      essere
      usata.Come fai scendere un robottino telecomandato dentro un cratere ? una volta dentro, come lo telecomandi ? una volta dentro, come si alimenta e ricarica ? una volta dentro, come fa a scavare ?
      Facevano meglio a prendere una bottiglia
      d'acqua/ghiaccio e aprirla dentro il cratere per
      vedere come si comporta
      nell'atmosfera.Per fare questo non serve andare sulla luna. Basta una pompa a vuoto e un tubo di vetro.Ti chiedo un favore. Se non sai di scienza, non pretendere di avere le risposte come se il resto del mondo fosse pieno di XXXXXXXXX. C'e' gente che lavora da 30 anni su queste cose, e ha studiato l'esperienza di altri. Se vuoi capire, studia. Se detesti la scienza, e non vuoi imparare, almeno riconoscilo ed evita di parlarne a sproposito.
      • MeX scrive:
        Re: e lo spreco d'acqua?
        :Dgrande!
      • giacomololo scrive:
        Re: e lo spreco d'acqua?
        Quotone pazzesco!!!@ streamer pensi che gli scienziati della NASA non avrebbero pensato a delle cose così banali se fossero vere/fattibili?- Scritto da: misto
        - Scritto da: Streamer

        Presupponendo che nel cratere ci fossero ad es

        100kg (o 1000 o 10000) di ghiaccio secco pronto
        a

        diventare acqua

        Wow... da CO2 a H2O. Un mito quell'impactor.
        Trasforma pure la
        materia...

        :(

        , con un simile impatto una bella

        percentuale se ne sarebbe andata in giro sotto

        forma di polvere per poi dissolversi al contatto

        della luce del

        sole.

        Un'altra bella parte sarebbe contaminata dai

        resti della

        navetta.

        Nel cratere ne sarebbe rimasta veramente poca da

        usare a scopi

        umani.

        Lo scopo della missione non era guardare se in
        quel cratere c'era acqua per uso umano
        _in_quel_cratere_. Lo scopo della missione era di
        verificare se in certe condizioni e' possibile
        dell'acqua si possa trovare che serva per
        finalita' umane, dato che l'acqua pesa e una base
        lunare permanente farebbe meglio se la trovasse
        la' invece di portarsela da casa. Quel cratere e'
        "uno a caso" per poter affermare con maggiore
        sicurezza che l'acqua puo' essere trovata sulla
        luna dove certe condizioni siano
        rispettate.

        Ti presento un vecchio amico: il diagramma di
        stato
        dell'acqua

        [img]http://www.its.caltech.edu/~atomic/snowcrysta
        [/img]

        Il diagramma di stato dice in che stato (solido,
        liquido o vapore) si trova una sostanza (in
        questo caso l'acqua) a seconda di due condizioni:
        la pressione e la temperatura. Sulla terra,
        l'acqua si trova sotto una pressione di 1
        atmosfera, ergo esiste in tutti e tre gli stati
        (segui la linea orizzontale) a seconda della
        temperatura a cui si trova.


        Se la pressione e' molto bassa (come accade sulla
        luna) l'acqua non passa piu' dallo stato solido a
        quello liquido e poi a quello vapore, ma passa
        direttamente da solido a vapore (e viceversa). Si
        chiama sublimazione, e lo vedi accadere con
        l'anidride carbonica solida (ghiaccio
        secco).

        Ora, la questione e': se la pressione sulla luna
        e' circa zero, l'acqua puo' esistere solo in due
        condizioni: vapore (e si disperderebbe, perche'
        la gravita' lunare e' troppo bassa per tenere i
        gas vicino a se') o solida. Avendo fissa la
        pressione, l'unica cosa che distingue il destino
        dell'acqua e' la
        temperatura.

        Sulla luna, si arriva a temperature molto alte,
        non essendoci l'atmosfera a "diluire" l'effetto
        dei raggi solari. Qualsiasi cosa che si espone ai
        raggi solari non puo' mantenere acqua perche'
        passa immediatamente a vapore e se ne va. Ma nel
        fondo di certi crateri la luce del sole puo' non
        arrivare mai (specie verso i poli) e li' si puo'
        essere accumulato ghiaccio in forma
        solida.


        Quindi che scopo ha avuto questo impatto? Vedere

        se riuscivano a ridurre la già piccola scorta

        d'acqua sul

        satellite?

        Perche' se ce ne fosse, e sembra che ci sia,
        stabilire una base lunare nella vicinanza dei
        poli darebbe acqua ai ricercatori nella base.



        Certo un robottino telecomandato sarebbe costato

        di più, ma sarebbe stato un modo più
        intelligente

        per chiedersi se l'acqua della luna c'è e può

        essere

        usata.

        Come fai scendere un robottino telecomandato
        dentro un cratere ? una volta dentro, come lo
        telecomandi ? una volta dentro, come si alimenta
        e ricarica ? una volta dentro, come fa a scavare
        ?


        Facevano meglio a prendere una bottiglia

        d'acqua/ghiaccio e aprirla dentro il cratere per

        vedere come si comporta

        nell'atmosfera.

        Per fare questo non serve andare sulla luna.
        Basta una pompa a vuoto e un tubo di
        vetro.

        Ti chiedo un favore. Se non sai di scienza, non
        pretendere di avere le risposte come se il resto
        del mondo fosse pieno di XXXXXXXXX. C'e' gente
        che lavora da 30 anni su queste cose, e ha
        studiato l'esperienza di altri. Se vuoi capire,
        studia. Se detesti la scienza, e non vuoi
        imparare, almeno riconoscilo ed evita di parlarne
        a
        sproposito.
      • DarkOne scrive:
        Re: e lo spreco d'acqua?
        - Scritto da: mistoOttimo discorso.Secondo me, però, lo scopo non era verificare la presenza d'acqua per futuri utilizzi "umani", seppur sicuramente possa essere uno degli utilizzi.Sono convinto che stiano cercando, come obiettivo primario, di verificare la correttezza di certe teorie, per poi applicarle in altre zone (chi ha detto marte?).
      • shevathas scrive:
        Re: e lo spreco d'acqua?

        Ti chiedo un favore. Se non sai di scienza, non
        pretendere di avere le risposte come se il resto
        del mondo fosse pieno di XXXXXXXXX. C'e' gente
        che lavora da 30 anni su queste cose, e ha
        studiato l'esperienza di altri. Se vuoi capire,
        studia. Se detesti la scienza, e non vuoi
        imparare, almeno riconoscilo ed evita di parlarne
        a
        sproposito.Quotissimo.Molte delle teorie "complottistiche" sono demolibili da un semplice bignamino di fisica.
        • Streamer scrive:
          Re: e lo spreco d'acqua?
          Che bello che grandi scienziati mi diano delle risposte qui su PI.Ok, per ghiaccio secco intendevo ghiaccio, cioè acqua allo stato solido, e mi scuso per l'errore, ma comunque aspetteremo i risultati e spero che ci sia qualcuno a spiegarli ai semplici analfabeti. Però non mi sembra ci sia stato questo grande risultato scientifico.Due domande a voi scienziati che mi avete risposto:1) L'acqua, o tracce di essa, è stata trovata con questo metodo studiato 30 anni?Per il robottino telecomandato,o radiocomandato se volete essere precisi, non credo che sia difficile una triangolazione terra-satellite-robottino, dopotutto la luna non è così distante dalla Terra. Un bel paccone di batterie avrebbe dato qualche ora di autonomia. Sbaglio di nuovo? Vabbè far precipitare qualcosa è più facile. Forza scienziati!2) Il primo rover che è sbarcato sulla luna quanta autonomia aveva? Dopo quarant'anni non si riesce a mandarne uno guidato dalla terra con un'autonomia leggermente maggiore?
      • Streamer scrive:
        Re: e lo spreco d'acqua?
        Che bello che grandi scienziati mi diano delle risposte qui su PI.Ok, per ghiaccio secco intendevo ghiaccio, cioè acqua allo stato solido, e mi scuso per l'errore, ma comunque aspetteremo i risultati e spero che ci sia qualcuno a spiegarli ai semplici analfabeti. Però non mi sembra ci sia stato questo grande risultato scientifico.Due domande a voi scienziati che mi avete risposto:1) L'acqua, o tracce di essa, è stata trovata con questo metodo studiato 30 anni?Per il robottino telecomandato,o radiocomandato se volete essere precisi, non credo che sia difficile una triangolazione terra-satellite-robottino, dopotutto la luna non è così distante dalla Terra. Un bel paccone di batterie avrebbe dato qualche ora di autonomia. Sbaglio di nuovo? Vabbè far precipitare qualcosa è più facile. Forza scienziati!2) Il primo rover che è sbarcato sulla luna quanta autonomia aveva? Dopo quarant'anni non si riesce a mandarne uno guidato dalla terra con un'autonomia leggermente maggiore?
    • Bruno scrive:
      Re: e lo spreco d'acqua?
      - Scritto da: Streamer
      Presupponendo che nel cratere ci fossero ad es
      100kg (o 1000 o 10000) di ghiaccio secco pronto a
      diventare acqua, con un simile impatto una bella
      percentuale se ne sarebbe andata in giro sotto
      forma di polvere per poi dissolversi al contatto
      della luce del
      sole.
      Un'altra bella parte sarebbe contaminata dai
      resti della
      navetta.
      Nel cratere ne sarebbe rimasta veramente poca da
      usare a scopi
      umani.
      Quindi che scopo ha avuto questo impatto? Vedere
      se riuscivano a ridurre la già piccola scorta
      d'acqua sul
      satellite?
      Certo un robottino telecomandato sarebbe costato
      di più, ma sarebbe stato un modo più intelligente
      per chiedersi se l'acqua della luna c'è e può
      essere
      usata.
      Facevano meglio a prendere una bottiglia
      d'acqua/ghiaccio e aprirla dentro il cratere per
      vedere come si comporta
      nell'atmosfera.Ammettilo, tu sei quel mio compagno di classe che alle medie chiese cosa sarebbe accaduto se qualcuno avesse buttato 100 litri d'acqua sul sole e l'avesse spento!
      • rotfl scrive:
        Re: e lo spreco d'acqua?

        Ammettilo, tu sei quel mio compagno di classe che
        alle medie chiese cosa sarebbe accaduto se
        qualcuno avesse buttato 100 litri d'acqua sul
        sole e l'avesse
        spento!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • Streamer scrive:
          Re: e lo spreco d'acqua?
          Che bello che grandi scienziati mi diano delle risposte qui su PI.Ok, per ghiaccio secco intendevo ghiaccio, cioè acqua allo stato solido, e mi scuso per l'errore, ma comunque aspetteremo i risultati e spero che ci sia qualcuno a spiegarli ai semplici analfabeti. Però non mi sembra ci sia stato questo grande risultato scientifico.Due domande a voi scienziati che mi avete risposto:1) L'acqua, o tracce di essa, è stata trovata con questo metodo studiato 30 anni?Per il robottino telecomandato,o radiocomandato se volete essere precisi, non credo che sia difficile una triangolazione terra-satellite-robottino, dopotutto la luna non è così distante dalla Terra. Un bel paccone di batterie avrebbe dato qualche ora di autonomia. Sbaglio di nuovo? Vabbè far precipitare qualcosa è più facile. Forza scienziati!2) Il primo rover che è sbarcato sulla luna quanta autonomia aveva? Dopo quarant'anni non si riesce a mandarne uno guidato dalla terra con un'autonomia leggermente maggiore?
  • Blondie scrive:
    Video Impatto
    Sono andato sul sito dell Nasa, ci fosse un video decente dell'impatto !!Niente !!!
    • LoganIII scrive:
      Re: Video Impatto
      Io l'ho visto in diretta dal sito NASA...La luna si avvicinava sempre di piu', sempre di piu', e poi BOOM!La videocamera era montata sul modulo SSC e non sul missile e quindi l'abbiam vista in diretta schiantarsi dentro Cabeus
  • ufo1 scrive:
    Cerchiamo l'acqua
    Per me, gatta ci cova...http://tinyurl.com/yf6w5e7
    • Thepassenge r scrive:
      Re: Cerchiamo l'acqua
      Effettivamente pare più un progetto militare che una missione senza senso come questa dell'acqua... chissà...- Scritto da: ufo1
      Per me, gatta ci cova...
      http://tinyurl.com/yf6w5e7
      • Kepler scrive:
        Re: Cerchiamo l'acqua
        - Scritto da: Thepassenge r
        Effettivamente pare più un progetto militare che
        una missione senza senso come questa
        dell'acqua...
        chissà...

        - Scritto da: ufo1

        Per me, gatta ci cova...

        http://tinyurl.com/yf6w5e7Senza senso è solo quella pagina. A parte l'italiano approssimativo, il contenuto è degno del solito "complottismo" da due soldi. Il tizio poteva informasi meglio: la precisione delle missioni spaziali non è una novità e il motivo per cui si cercava acqua in quel preciso punto è stato spiegato più volte. La voglia di informarsi e verificare? Zero, ma di spararle e dimostrare tutta la propria ignoranza, tanta.
        • Martufellat io scrive:
          Re: Cerchiamo l'acqua
          Quoto in toto :D
          • LockOne scrive:
            Re: Cerchiamo l'acqua
            quotone totalone (OT: comunque a volte e' particolarmente irritante trovare pagine scritte in italiano approssimativo. e che cappero, almeno un correttore!)
    • shevathas scrive:
      Re: Cerchiamo l'acqua
      - Scritto da: ufo1
      Per me, gatta ci cova...
      http://tinyurl.com/yf6w5e7quante seghe mentali.
    • misto scrive:
      Re: Cerchiamo l'acqua
      - Scritto da: ufo1
      Per me, gatta ci cova...
      http://tinyurl.com/yf6w5e7non ho parole. la gente non ha altro da fare che inventarsi il proprio film hollywood ?
    • rotfl scrive:
      Re: Cerchiamo l'acqua
      - Scritto da: ufo1
      Per me, gatta ci cova...
      http://tinyurl.com/yf6w5e7Certo, certo... "gatta ci cova"... intelligentissimo e informatissimo, tu, puoi dirlo. La pochezza culturale in Italia si vede anche da quanti poveracci si buttano sempre a pesce lesso sulle teorie del complotto senza sapere assolutamente nulla. Che pena, Dio mio che pena.
    • MeX scrive:
      Re: Cerchiamo l'acqua
      mah... scusa... non capisco parlando di budget come tu possa paragonare il progetto del nuovo space shuttle con un vettore che impatta sulla luna...Se la NASA non fosse in grado di mandare un missilino sulla Luna... ci sono continui lanci di materiale sulla STAZIONE SPAZIALE ORBITANTE e pensi debbano dimostrare di poter far impattare una sonda sulla luna?Ma per favore!
  • Red scrive:
    che c'entra con l'informatica?
    come da oggetto
    • misto scrive:
      Re: che c'entra con l'informatica?
      - Scritto da: Red
      come da oggettoPunto informatico e' un quotidiano che tratta di tecnologia. La ricerca spaziale e' tra le fonti di tecnologia piu' all'avanguardia. Non ci vedo niente di male ad avere un qualche articolo a riguardo, specie quando si parla di eventi rivoluzionari.
      • Red scrive:
        Re: che c'entra con l'informatica?
        confondi scienza con tecnologia
        • MeX scrive:
          Re: che c'entra con l'informatica?
          quindi un satellite radio comandato che viene fatto impattare sulla luna pilotandolo con dei computer non é tecnologia?
          • Red scrive:
            Re: che c'entra con l'informatica?
            è scienza, la tecnologia c'è, purché si nomini!Altrimenti basta fare un articolo e dire: "un'auto si muove". La tecnologia c'è, ma se magari ne nomini una parte, spieghi come funziona un componente, allora va bene, se ti limiti a riportare una notizia in stile Ansa senza spiegare, approfondire almeno un argomento, allora di che stiamo parlando? Qual è l'utilità di leggere un articolo del genere su una rivista di "approfondimento tecnologico" come PI? Basta leggere il corriere ecc.
          • MeX scrive:
            Re: che c'entra con l'informatica?
            ah beh ma é lo standard delle notizie di PI ;)
Chiudi i commenti