L'e-learning open source parla italiano

Arriva Spaghettilearning, una nuova piattaforma gratuita e italiana per la formazione a distanza. Secondo i suoi creatori gira su qualsiasi server e sistema operativo


Roma – Il panorama italiano del software libero sembra farsi sempre più attivo, tanto che negli ultimi tempi non è infrequente assistere alla nascita, entro i confini nazionali, di progetti open source di una certa portata. Uno di questi è Spaghettilearning, una nuova piattaforma distribuita di e-learning distribuita sotto licenza GPL e basata su PHP e MySQL: attraverso di essa è possibile creare e gestire servizi per la formazione a distanza.

Il progetto, tutto italiano, ha da poco partorito una versione quasi definitiva della piattaforma, la 0.9 beta, che secondo gli autori integra già tutte le funzionalità della versione 1.0. I suoi punti di forza, secondo Claudio Erba, ideatore del progetto e webmaster di Spaghettibrain.com, sono la leggerezza, la trasportabilità e la semplicità d’uso: il target degli utilizzatori di questo sistema è molto vasto e va dalle scuole alle università, dalle aziende agli enti pubblici.

Il sistema – ha spiegato Erba a Punto Informatico – funziona come fosse un’aula vera e propria: esiste una bacheca degli avvisi e un calendario delle lezioni (a breve consultabile anche via WAP attraverso un telefono cellulare) e un sistema di interscambio documenti all’interno della classe. Le lezioni sono archiviabili sotto forma di file (audio, video, testo, fogli di calcolo, presentazioni multimediali, animazioni, ecc.).

Per quanto riguarda le aree di test e interazione, gli alunni hanno la possibilità, prima di affrontare quelle ufficiali, di svolgere prove di autovalutazione, mentre ogni classe ha a disposizione strumenti quali chat e forum.

Il team di sviluppo di Spaghettilearning punta il dito soprattutto sulla leggerezza del programma: il file d’installazione, compresso, è poco più di 100 KB e, una volta installato, richiede pochi megabyte di hosting e un solo database. Questo, secondo Erba, potrebbe consentire anche alle scuole più piccole e con meno risorse a disposizione di attivare un server per l’e-learning, o affittare un semplice spazio in hosting, in breve tempo e con pochissimi skill tecnici.

“Un’altra speranza – ha detto Erba – è che Spaghettilearning possa essere integrato come modulo sui content management suite più diffusi quali PHPNuke, Envolution, EzPublish”.

La piattaforma, che gira su tutti i sistemi operativi supportati da PHP e MySQL, è scaricabile dal sito Spaghettilearning.com : qui si trovano anche un forum di supporto gestito direttamente dagli sviluppatori e delle istruzioni su come installare e personalizzare la piattaforma.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    le solite beghe...
    le solite beghe...
  • Anonimo scrive:
    Il fatto è
    che al mondo esistono più imbecilli che persone intelligenti.Ergo venderà di più chi avrà prodotti realizzati per venire incontro alle esigenze della maggioranza.Mi pare dunque chiaro che in tema di imbecillità la Microsoft è e sarà vincente, alle distro Linux non resta che adeguarsi oppure non preoccuparsi troppo delle vendite (vedi Debian, ecc...).Ciao
  • Anonimo scrive:
    Cloni windows? Non proprio, migliore!
    L'interfaccia kde3 e quella gnome2 sono infinitamente superiori alla ciufeca chiamata windows.Provare per credere, ecco un elenco delle caratteristiche, ignote ad un utente windows, che rendono migliore l'interfaccia di gnome2 o di kde. Naturalmente ci sarà chi obietterà "allora perchè la gente normale preferisce windows per la sua interfaccia?" la risposta ovvia è "perchè non ha mai provato a cambiare, ha solo creduto al FUD". Purtroppo la gente è stupida. Caratteristiche che l'interfaccia di win non ha:- Virtual desktop - possibilità di dividere le viste del file manager in sottofinestre e di salvare questa confiugrazione (in basso le icone, in alto le anteprime, a lato l'albero delle directory, e la cosa si può estendere)- possibilità di aggiungere al volo "note" che vengono visualizzate a lato del file manager quando si entra in determinate cartelle - web browser con tabbed browsing- possibilità di avere un pannello in un angolo dello schermo anzichè una enorme quanto vuota barra- possibilità di spostare le finestre prendendole da qualsiasi punto e non necessariamente dalla barra del titolo, tenendo premuto alt (perchè devo riuscire a centrare un'area che occupa si e no 32 delle 1024 righe dello schermo quando la finestra ne occupa i 3/4?)- possibilità di inserire nelle barre (o pannelli) sottopannelli che vengono fuori quando ci clicchi e che possono anche contenere applet, non solo icone e voci di menu- possibilità di eseguire più istanze contemporanee dell'interfaccia grafica- possibilità di personalizzare aspetto, numero e funzionalità dei bottoni sulla barra del titoloCi sono molte altre cose che non mi vengono in mente, e stiamo parlando solo dell'interfaccia utente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cloni windows? Non proprio, migliore!
      - Scritto da: Piratone

      - Virtual desktop
      Hai ragionissima: ogni volta che torno in win, senza i virtual desktop mi sento in galera...
      • Anonimo scrive:
        Re: Cloni windows? Non proprio, migliore!
        powertoys
        • Anonimo scrive:
          Re: Cloni windows? Non proprio, migliore!
          - Scritto da: Z.e.r.o
          powertoysUahahahah! Ridicolo. I powertoys hanno una sola delle caratteristiche elencate: ti permettono di avere FINO A QUATTRO DESKTOP. Io di solito lavoro su tre righe e tre colonne, e ti garantisco che meno non bastano se ti ci abitui (sviluppi su un desk, vedi l'help accanto, dall'altra parte un terminale, sopra il browser ecc.) ma non è quello il punto:non vedo nessuna allusione ad un pager, che so, magari con le anteprime... che non ci sia la possibilità di averlo in windows? Mi ero dimenticato questa caratteristica: pager con anteprime ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Cloni windows? Non proprio, migliore!
      Sara come dici ma io ho sempre trovato tutte le implementazioni Kde e Gnome un pena le icone sono o troppo grosse o troppo piccole, un esempio su tutti: il multi schermo è miglior il sistema per confondersi le finestre sconfinano SEMPRE in un altro schermo e si è costretto ad andarle a cercare per clickare OK e poi fare il percorso a ritroso per andare a vedere dove si stava lavorando prima. Lo credo bene che su GNU/Linux ci sono + innovazioni ma questo non sempre si traduce in uso più comodo anzi dire proprio il contrario, in quando non sono stati fatti seri test di usabilitàE poi questo Windows che va sparire è una delle più grosse stupidaggini che si sentono, e me sembra + facile che sparisca qualcuna di queste blasonate distro
      • Anonimo scrive:
        Re: Cloni windows? Non proprio, migliore!
        - Scritto da: Il Mecenate
        Sara come dici ma io ho sempre trovato tutte
        le implementazioni Kde e Gnome un pena le
        icone sono o troppo grosse o troppo piccole,Fatica aggiustare le dimensioni eh ?
        un esempio su tutti: il multi schermo è
        miglior il sistema per confondersi le
        finestre sconfinano SEMPRE in un altro
        schermo e si è costretto ad andarle a
        cercare per clickare OK e poi fare il
        percorso a ritroso per andare a vedere dove
        si stava lavorando prima.aah ? ma come mai a me queste cose non succedono mai ??
        Lo credo bene che
        su GNU/Linux ci sono + innovazioni ma questo
        non sempre si traduce in uso più comodo anzi
        dire proprio il contrario, in quando non
        sono stati fatti seri test di usabilitàhttp://developer.gnome.org/projects/gup/ut1_report/report_main.html
        E poi questo Windows che va sparire è una
        delle più grosse stupidaggini che si
        sentono, e me sembra + facile che sparisca
        qualcuna di queste blasonate distro Opinioni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cloni windows? Non proprio, migliore!
      - Scritto da: Piratone
      L'interfaccia kde3 e quella gnome2 sono
      infinitamente superiori alla ciufeca
      chiamata windows.Ma dico vuoi mettere il brivido quando fai un copia incolla da applicazioni diverse...
      • Anonimo scrive:
        Re: Cloni windows? Non proprio, migliore!

        Ma dico vuoi mettere il brivido quando fai
        un copia incolla da applicazioni diverse...Selezioni col tasto sinistro, incolli col tasto centrale.Oppure, nelle applicazioni che hanno un menu "edit" fai copia in una e incolla nell'altra.Non vedo il problema. Ho appena provato per conferma, da gedit a kedit e ritorno, incolla tutto alla perfezione, sia con il mouse che con ctrl+c e ctrl+vLo vedi che anche tu hai creduto al FUD senza verificare? Lo vedi che a fidarsi senza provare sulla propria pelle si ha tutto da perdere? E io che sto a dì da na vita se non "provate"?
        • Anonimo scrive:
          Re: Cloni windows? Non proprio, migliore!
          probabilmente tu sei un'utente linux nuovo che fa l'hackerone, ma sappi che nelle prime versioni del kde era impossibile fare un copia/incolla decente, non parliamo di gnome che era come se non esistesse il copia incolla, alla fine lo potevi fare solo sulla console selezionando il testo e poi incollando col tasto destro, ma ste cose chi usa linux da 2 mesi e si crede esperto non le può sapere
          • Anonimo scrive:
            Re: Cloni windows? Non proprio, migliore!
            - Scritto da: ...
            probabilmente tu sei un'utente linux nuovo
            che fa l'hackerone, ma sappi che nelle prime
            versioni del kde era impossibile fare un
            copia/incolla decente, non parliamo di gnome
            che era come se non esistesse il copia
            incolla, alla fine lo potevi fare solo sulla
            console selezionando il testo e poi
            incollando col tasto destro, ma ste cose chiTasto centrale... Come si fa con tutti i sistemi Unix...altro che hackerone....
          • Anonimo scrive:
            Re: Cloni windows? Non proprio, migliore!
            ok provaci te col tasto centrale su un mouse a 2 tasti, se ti chiami padre pio è un'altro discorso, comunque io ho sempre fatto col tasto destro, sia sulla console che su kde (il 3), e comunque si può configurare la combinazione o il tasto del mouse da usare
      • Anonimo scrive:
        Re: Cloni windows? Non proprio, migliore!
        - Scritto da: m@rco


        - Scritto da: Piratone

        L'interfaccia kde3 e quella gnome2 sono

        infinitamente superiori alla ciufeca

        chiamata windows.

        Ma dico vuoi mettere il brivido quando fai
        un copia incolla da applicazioni diverse...ctrl-c + ctrl-v non va più di moda ?A dire il vero sotto Unix è possibile fare anche in un altro modo. Ma tanto funzionano entrambi. Anche con applicazioni diverse.Ma dico, parlare per esperienza no ? Troppo difficile ? E neppure informarsi prima ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Cloni windows? Non proprio, migliore!
      se la ms avesse messo queste feature in windows, tutti a dire che non servono a niente e sono inutili, però siccome la ms non le ha messe, ma le hanno messe su kde, allora sono belle, eh, l'italia è il regno dell'ipocrisia, bravi continuate così, poi diciamo perché l'italia va a rotoli, siamo noi italiani che non siamo degni di portare questo nome
  • Anonimo scrive:
    Re: E' sempre la solita minestra ...
    In parte concordo con te, preferisco una distribuzione Linux completamente free che usa OpenOffice al posto di MS Office emulato.
  • Anonimo scrive:
    E vai cloni win in salsa linurzo a iosa.
    ora non fanno neanche finta di clonare un office nativo linurz, ti danno direttamente l'emulazione di office per win sotto linurz.mi a linuxari siete conciati proprio male.
    • Anonimo scrive:
      Re: E vai cloni win in salsa linurzo a iosa.
      - Scritto da: microtoxic
      ora non fanno neanche finta di clonare un
      office nativo linurz, ti danno direttamente
      l'emulazione di office per win sotto linurz.

      mi a linuxari siete conciati proprio male.ok
    • Anonimo scrive:
      Re: E vai cloni win in salsa linurzo a iosa.
      - Scritto da: microtoxic
      ora non fanno neanche finta di clonare un
      office nativo linurz, ti danno direttamente
      l'emulazione di office per win sotto linurz.Non lo emula, lo esegue, è diverso.

      mi a linuxari siete conciati proprio male.non direi, visto che possiamo scegliere tra *comprare* l'originale o usare gli altri.ciauz
    • Anonimo scrive:
      Re: E vai cloni win in salsa linurzo a iosa.
      scusa, ma c'e' gente handicappata che non e' degna di usare linux... e NOI gli offriamo una via di mezzo... che e' sempre meglio di Win... e per lo meno e' gratis...e inoltre... siccome tra un po' windows scomnparira', bisogna offrire un traghetto ai non iniziati
      • Anonimo scrive:
        Re: E vai cloni win in salsa linurzo a iosa.
        129 euro non è gratis...AH si ma free non vuol dire gratis però tu hai detto gratis.Raga mettete meno ram nei vostri pc e + nel vostro cervello che è un mese che vi sento dire: monopolio, schermata blu, free, gpl senza tanta coerenza...
        • Anonimo scrive:
          Re: E vai cloni win in salsa linurzo a iosa.
          GPL non =
          software gratuito, ma =
          software libero.Immagino che il motivo di confunsione si sia generato da fatto che in inglese il termine free puó essere ambiguo. Ma chiunque abbia letto la GPL non avrá dubbi in proposito.Comunque per sw libero si intende sw a cui si puó accedere al sorgente e rimodificarlo e ridistribuirlo e copiarlo...Inoltre la GPL consente una ridistribuzione dei prodotti sotto pagamento, il che puó sembrare strano ma in realtá é comprensibile, tale spese dovrebbero ricoprire i costi di distribuzione o un servizio di assistenza o una garanzia che si vuole fornire. Ma attenzione, seguendo quanto dice la GPL si deduce che se un software é coperto dalla GPL se la sua distribuzione ad esempio da parte della SUSE costa ?100, posso decidere di redistribuirlo ad ?0. In quanto la GPL permette il diritto di copia e redistribuzione.Riporto la parte interessata della GPL:You may charge a fee for the physical act of transferring a copy, andyou may at your option offer warranty protection in exchange for a fee.ed inoltre: For example, if you distribute copies of such a program, whethergratis or for a fee, you must give the recipients all the rights thatyou have. You must make sure that they, too, receive or can get thesource code. And you must show them these terms so they know theirrights.Questo é quanto.ciao/salpe
        • Anonimo scrive:
          Re: E vai cloni win in salsa linurzo a iosa.
          smettila di prendere acidi e vedrai che non dovrai aggiungere ram .... forse un qualche neurone si tornerà a fare vivo nel tuo cervello
      • Anonimo scrive:
        Re: E vai cloni win in salsa linurzo a iosa.

        e inoltre... siccome tra un po' windows
        scomnparira', bisogna offrire un traghetto
        ai non iniziatiChiamami quando scenderà sotto il 95%...
      • Anonimo scrive:
        Re: E vai cloni win in salsa linurzo a iosa.
        tra un po' linux scomparirà, e non parlo giusto per dire una cacchiata, ma parlo perchè so come andrà a finire, tempo 2 anni, massimo 3 e vedete che fine che fa, per tutti quelli che ora rideranno, segnatevi sto post, poi controllate a tempo debito, vi passerà il sorrisino dalla bocca
  • Anonimo scrive:
    SUSE ? Meglio farne a meno.
    ciao,sono un sostenitore di Linux fin dall'inizio però la politica commerciale di Suse non mi piace in quanto contamina il software GPL aggiungendo software proprietario impedendo così la distribuzione ed il download dei CD.Dunque se volete veramente sostenere lo spirito libero di Linux, utilizzate distribuzioni che contengono solo software GPL dove i CD sono scaricabili da internet senza limitazoni. Debian, RedHat, Mandrake et simila.Scusata ma 120 euro sono decisamente tanti per un un SO. Il modello di business di Linux è basato sul supporto tecnico e sui servizi, non sulla vendita di scatole contenenti CD.Capisco che Suse deve fare soldi però facendo così si sta tirando la zappa sui piedi.Sono molto più furbe aziende come Red Hat e Mandrake e il risultato si vede: sono tra le distribuzioni più usate ! Siamo europei dunque in teoria bisognerebbe sostenere le distro europee (come lo è Suse) però finché sarà proprietaria secondo me il suo marketshare non crescerà oltre un certo punto.Dunque se volete scegliere una distro europea meglio Mandrake di Suse.Chi non è d'accordo con la mia linea ?
    • Anonimo scrive:
      Re: SUSE ? Meglio farne a meno.
      - Scritto da: linux
      ciao,
      sono un sostenitore di Linux fin dall'inizio
      però la politica commerciale di Suse non mi
      piace in quanto contamina il software GPL
      aggiungendo software proprietario impedendo
      così la distribuzione ed il download dei CD.Ciao, io sono un ormai affezionato SuSE dalla 5.3.Ti do ragione sulla tristezza di SuSE nello sviluppare software chiuso (non è la sola comunque) ma ti devo correggere sullo scaricamento cd (per quanto riguarda le distro); vai sul sito ftp.suse.com, e troverati tutte le distro compresa la 8.1 e comunque guarda che fine ha fatto KDE...
      Dunque se volete veramente sostenere lo
      spirito libero di Linux, utilizzate
      distribuzioni che contengono solo software
      GPL dove i CD sono scaricabili da internet
      senza limitazoni. Debian, RedHat, Mandrake
      et simila.SuSE propone una linea dove puoi visonare anche software non GPL, è la sua caratteristica. Senza loro forse non avrei mai scoperto l'ottimo vmware ai suoi albori, è una scelta.
      Scusata ma 120 euro sono decisamente tanti
      per un un SO. Il modello di business di
      Linux è basato sul supporto tecnico e sui
      servizi, non sulla vendita di scatole
      contenenti CD.Per quanto riguarda questo pacchetto devi capire che è pensato per gente che pretende la facilità windozziana in linux, questo viene proposto ad un costo, quello dell'impacchettamento e dei 90 gg di supporto (e rottura al telefono), non è poi tanto.Tutto il pacchetto è comunque assemblabile in maniera da un utente più esperto con la classica distro: Fai da te, spendi meno, vuoi il tutto fatto, paghi un piccolo obolo.Suse di solito da a corredo anche una massiccia documentazione cartacea in italiano fatta anche per chi parte da zero con linux.
      Capisco che Suse deve fare soldi però
      facendo così si sta tirando la zappa sui
      piedi.Ma nooo dai, prende solo quelli che hanno soldi e non vogliono sbattersi.
      Sono molto più furbe aziende come Red Hat e
      Mandrake e il risultato si vede: sono tra le
      distribuzioni più usate ! va la che anche suse non scherza ;)
      Siamo europei dunque in teoria bisognerebbe
      sostenere le distro europee (come lo è Suse)
      però finché sarà proprietaria secondo me il
      suo marketshare non crescerà oltre un certo
      punto.forse è meglio così ;)
      Dunque se volete scegliere una distro
      europea meglio Mandrake di Suse.Naaah qui non mi trovi per niente daccordo!SuSE è comunque una distro eccezionale! il logo camaleontico riassume perfettamente quello che è: può essere usata con una facilità da neofita tutto automatizzato, pur mantenendo un discreto ordine (stile mandrake) o disabilitata completamente e manuale stile Slack.Grosso pregio di SuSE però soprattutto, è che non è un semplice taglia e cuci di quel che c'è in giro; SuSE si ripassa tutti i pacchetti che ti da e infatti nei sorgenti c'è sempre il loro diff aggiuntivo, inoltre è una delle più grandi contributrici al codice prova a vedere quanti progetti ha portato avanti spingendo a tutta forza (ISDN per farti un esempio...)

      Chi non è d'accordo con la mia linea ?
      be,io ;)A proposito di SuSE, oggi in treno ho installato una SuSE 8.1 sul portatile di un mio amico in configurazione classica (suite office, applicativi vari, wine, server principali, KDE3).Tempo?Tratta Monza-Milano.In Centrale ha chiuso il Notebook con linux perfettamente installato :)))))Ciauz
      • Anonimo scrive:
        Re: SUSE ? Meglio farne a meno.
        Io utilizzo la SuSE e devo dire che è grandiosa; l'ho utilizzata all'inizio perchè mi dava dei manuali dove poter leggere come fare per iniziare e adesso utilizzo tutti i suoi prodotti business in azienda.Non ha paragoni.
      • Anonimo scrive:
        Re: SUSE ? Meglio farne a meno.
        - Scritto da: Taro
        Ti do ragione sulla tristezza di SuSE nello
        sviluppare software chiuso (non è la sola
        comunque) ma ti devo correggere sullo
        scaricamento cd (per quanto riguarda le
        distro); vai sul sito ftp.suse.com, e
        troverati tutte le distro compresa la 8.1 Sono principiante assoluto, ma a me sembra sia possibile installare soltanto via FTP (cioe' restando connessi) oppure su sistemi con Network Files System - non comunque su macchine singoleSe voglio crearmi un cd o una dir di installazione su singolo PC, apparentemente _non_ posso farloLeggete quihttp://www.suse.de/en/private/download/suse_linux/index.htmlhttp://sdb.suse.de/sdb/en/html/lmuelle_suselinux_internet.htmlUn'altra soluzione a naso sembrerebbe il crearsi una mini rete casalinga: su un server tutti i pacchetti scaricati dal sito Suse e un servizio ftp, da cui installare il client -ma mi sembra decisamente macchinoso
        • Anonimo scrive:
          Re: SUSE ? Meglio farne a meno.
          - Scritto da: Suseperplesso

          Sono principiante assoluto, ma a me sembra
          sia possibile installare soltanto via FTP
          (cioe' restando connessi) oppure su sistemi
          con Network Files System - non comunque su
          macchine singole

          Se voglio crearmi un cd o una dir di
          installazione su singolo PC, apparentemente
          _non_ posso farlo

          Leggete qui

          http://www.suse.de/en/private/download/suse_l

          http://sdb.suse.de/sdb/en/html/lmuelle_suseliTi spiego subito l'arcano: La SuSE è una distro massiccia, la 8.1 per esempio viene fornita su 7 CD e/o 1 DVD.Sul server è presente il contenuto del DVD o dei (7 cd non spezzati).SuSE può essere installata a scelta da: CD - DVD - NFS - FTP - SMBfs - HARD DISK - clonando un pc già installato, etcQuindi, se vuoi ti scarichi la distro dal loro FTP già con le cartelle in ordine (ma sono un bel po' di GB) e le metti in una cartella dul disco e installi da lì, oppure ti ricrei i 7 CD e te lo fai da lì, oppure la installi direttamente dal loro FTP! :-) Però non ti danno il supporto telefonico se hai problemi. (eh bhe)In alternativa con 70 Euro ti danno due manuali copiosi (primi passi e approfondito), 7 CD e 1 DVD nella pratica custodia, 90 giorni di supporto telefonico e un bello scatolozzo colorato che fa tanta scena insieme agli adesivini da piccicare se vuoi ^_^ basta scegliere :)

          Un'altra soluzione a naso sembrerebbe il
          crearsi una mini rete casalinga: su un
          server tutti i pacchetti scaricati dal sito
          Suse e un servizio ftp, da cui installare il
          client -ma mi sembra decisamente macchinosoanche, oppure nfs, oppure sulla stessa macchina dfa una partizione esistente; hai un sacco di scelta.
          • Anonimo scrive:
            Re: SUSE ? Meglio farne a meno.
            Taro disse:
            Ti spiego subito l'arcano: (cut)Beh, che dire? Grazie mille per le preziose dritte e chiarificazioni, ora non mi resta che cimentarmi :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: SUSE ? Meglio farne a meno.




        Chi non è d'accordo con la mia linea ?

        Io...Ho acquistato la 7.1, la 7.2, la 7.3, la 8.0 e la 8.1 per i386 e la 7.3 per power pc e devo dire che la SuSE è sicuramente la migliore tra le distro commerciali, ogni volta ne è valsa la pena.Come quantità di sw è seconda solo a debian, e come aggiornamento compete con mandrake , della quale però non si può dire che sia assemblata con la stessa cura...Unica pecca è il lato estetico, che, come si sa, non è una specialità dei tedeschi ;-) (mdk 9.0 ad esempio ha fatto un lavoro migliore sull'aspetto visivo)Concludendo, SuSE è la migliore scelta per una distro completa, potente, aggiornata e facile da installare. Mi piace molto anche debian: + ostica da installare ma altrettanto ricca e potente. Ciao a tutti
      • Anonimo scrive:
        Re: SUSE ? Meglio farne a meno.
        oltre al fatto che se vuoi usare SUSE devi per forza spendere sopre i 90 euro mentre in edicola trove le distribuzioni Mandrake e RedHat (con rivista specializzata) sotto gli 8 euro, gran bella differenza per provare LINUX, senza considera i problemi di riconoscimento delle periferiche; lo scorso anno ho acquistato SUSE PRO 8.0, l'ho provata sul notebook (toshiba) e sul pc e non vi dico i problemi di configurazione dalla scheda video al modem, chiamo il supporto SUSE e mi rispondono in tedesco; vado in edicola trovo MAndralke, lo provo va liscio come l'olio (modem e scanner a parte), qualche giorno fa ho acquistato RedHat Magazine con SO anch'esso va benissimo (modem e scanner a parte). In conclusione ho accantonato SUSE forse adatta solo per grandi sistemi per divertirmi con RedHat ma visti i grandi problemi di incompatibilità con le periferiche e i winmodem preferisco usare Windows spendo di più ma non devo essere un programmatore per installare una periferica o preoccuparmi se lo scanner nuovo che voglio è riconosciuto da Linux.
    • Anonimo scrive:
      Re: SUSE ? Meglio farne a meno.
      Io. E se vai a vedere su linux.org c'è una notizia in cui si sottolinea il fatto che Stallman permetterà solo agli sviluppatori della cerchia interna di Gnome di usare software commerciale o pseudocommerciale nel futuro sviluppo del Window Manager.E' bello scoprire che c'è gente che prima combatte con il culo parato da migliaia di utenti invasati contro KDE solo perché usava delle librerie (QT) che erano commerciali per piattaforme su cui KDE non esiste neanche (Windows e Mac) e che poi quando incassa una percentuale (non ci vedo alcuna alternativa ad un cambio così radicale) se ne sbatte dei sostenitori e inizia a "giocare sporco". Intendiamoci, a me frega ben poco se un det software open usi delle librerie o dei tool che potrebbero essere closed o commerciali in altri ambiti, ma metterla in culo a tutti quelli che ci credevano è un altro paio di maniche.Questo quando si scopre che KDE League è un'azienda (senza) scopo di lucro che ha strani legami con il suo capo (che si becca 36.000 dollari l'anno per hostare il sito e alza non so quanti altri soldi con i gadget del gruppo) e con una situazione patrimoniale che (di fatto) la rende già da qualche anno associazione CON scopo di lucro (e con solo e unico reale conoscitore della situazione economica il presidente stesso a quanto sembra) e anche evasrice fiscale... E figuriamoci se i programmatori di KDE vedono mai qualche incentivo o se il suddetto presidente si sia mai preoccupato di fornire loro HW gratis per continuare a far arricchire LUI... (si parla di quasi 170.000 dollari l'anno che non sono pochi ma sono uno schiaffo a chi dedica il molto del suo tempo libero alla produzione di qualcosa che NON E' così disinteressato ed utopico come sembra).Insomma sta diventando tutto un bel magna magna.* CREDERO' CHE TU SOSTENGA VERAMENTE LA GPL SOLO QUANDO INIZIERAI A LAVORARE GRATIS *
      • Anonimo scrive:
        Re: SUSE ? Meglio farne a meno.

        E se vai a vedere su linux.org c'è una
        notizia in cui si sottolinea il fatto che
        Stallman permetterà solo agli sviluppatori
        della cerchia interna di Gnome di usare
        software commerciale o pseudocommerciale nel
        futuro sviluppo del Window Manager.e questa dove l'hai sentita? leggo che si e candidato alla gnome board... altro non vedo...
        Intendiamoci, a me frega ben poco se un det
        software open usi delle librerie o dei tool
        che potrebbero essere closed o commerciali
        in altri ambiti,l'avevo capito che non capisci niente, non ti preoccupare...
      • Anonimo scrive:
        Re: SUSE ? Meglio farne a meno.
        - Scritto da: Z.e.r.o

        E se vai a vedere su linux.org c'è una
        notizia in cui si sottolinea il fatto che
        Stallman permetterà solo agli sviluppatori
        della cerchia interna di Gnome di usare
        software commerciale o pseudocommerciale nel
        futuro sviluppo del Window Manager.da linux.org Richard Stallman runs for GNOME board again I've been working for GNOME since years before there was a GNOME. In 1983, while formulating plans for the GNU operating system, I decided it ought to include a window system. Later, around 1988, we obtained X, but we found out that X only did the lower-level half of the job, so I decided we needed to develop a free software desktop to do the rest of the job. After our desktop initiatives in 1990 and 1994/5 didn't produce a working desktop, I became aware of another desktop project based on a non-free library(*), and spoke to the community about the problem posed by that dependency. This inspired Miguel to launch our third desktop project, the one that succeeded: GNOME.(*) That library, Qt, is free software today. This change is probably partly the result of the energetic development of GNOME.allora ti traduco il succo visto che non sai l'inglese a quanto pare.stallman si candida per la presidenza di Gnome, e nell'articolo racconta come è nato gnome, ovvero all'inizio era basato su una qt closed (che poi col tempo grazie al mazzo fattosi da ottimi sviluppatori è diventata open).Non hai capito una mazza tu a quanto pare, gnome è 100% open, ha avuto in passato librerie closed, oggi rimpiazzate.stallman allora accettò che si usassero librerie closed, ma solo perché con le poche energie dell'epoca (95) quello si poteva fare, oggi per fortuna gnome è 100% open, e se stallman diventerà presidente, potrà finalmente competere degnamente con kde (che invece non è 100% open).fin qui i fattipoi IMHO gnome già oggi spacca il culo a kde, personalmente lo trovo più adatto a linux...ma questa è solo un'opinionepsun'altra volta se non sai l'inglese e leggi le notizie da un sito news inglese, usa il traduttore automatico di google che è meglio
        • Anonimo scrive:
          Re: SUSE ? Meglio farne a meno.
          no, gnome non e mai stato closed, le librerie closed erano quelle di kde, che sono diventate open proprio per via dei progetti gnome e harmony (questultimo volto a fornire una versione compatibile ma open delle librerie qt, e finito quando le qt sono state rese open)
      • Anonimo scrive:
        Re: SUSE ? Meglio farne a meno.
        è stato sempre quello che ho detto io, ora che la gente inizia a capire la marea di soldi che può fare con linux (grazie agli invasati che gli vanno dietro) iniziano a specularci sopra in maniera incredibile, e tutti che abboccano, bravi bravi
  • Anonimo scrive:
    129 Euro?
    SuSE Linux Office Desktop verrà venduta da un prezzo raccomandato di 129 euroScusate ma linux non e' gratis?A questo punto mi scarico mandrake.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: 129 Euro?
      - Scritto da: ????
      Scusate ma linux non e' gratis?No. E' free, che e' diverso. Inoltre, il tool di codeweavers e' commerciale, e a pagamento: non ricordo la cifra esatta, ma a occhio il 90% di quei 129 Euro coprono la spesa per quel tool
      • Anonimo scrive:
        Re: 129 Euro?

        No. E' free, che e' diverso. Inoltre, il
        tool di codeweavers e' commerciale, e a
        pagamento: non ricordo la cifra esatta, ma a
        occhio il 90% di quei 129 Euro coprono la
        spesa per quel toolE se mio nonno aveva 3 palle era un flipper.Guarda quanto costa la Suse professional (quasi 50 euri + di windows XP) e poi vienimi a dire che si tratta solo della spesa per ricoprire i tool.Il fatto è che ci mangiano sopra e gli invasati come te sanno solo ripetere che "non è gratis, è free" e pian piano linux prende la strada corporate come Windows (beta chiuse per United Linux, KDE league denunciata per frode fiscale -guarda su linux.org - ) tutti bravi a sfruttare il lavoro "free" degli altri e poi è un magna magna generale di pochi tizi che hanno ben poco a che fare con l'informatica...129 euro per dei tool? Il paragone con windows diventa automatico: win mi dà i tool, windows mi dà un parco driver e un supporto hw che linux se lo sogna, con windows ci posso far girare i giochi 3d che su linux non ci pensano neanche a svilupparli visto i continui stravolgimenti del kernel che hanno portato società come la Loki (che credeva nel porting del software) allo sfacelo (e io ad aver buttato quasi mezzo milione in SW che posso usare solo con kernel 2.2.x (ormai pressoché inutile, visto che molto del mio HW anni fa su quel kernel non era supportato - non esisteva -). Potrei continuare per ore. Potrei parlarti del mio modem ADSL ethernet che "non è supportato da linux" pur essendo una semplice scheda ethernet standardissima con modem incorporato (che gira senza driver sotto Win, ha bisogno solo del dialer pppoe). Potrei parlarti delle periferiche usb hid che non necessitano MAI di driver e che su Linux "devono venir supportate" una ad una dal modulo USB del kernel con l'unica alternativa di modifica e ricompilazione dei sorgenti solo perché qualche coglionazzo pensa che i seriali sulle periferiche usb servano a farsi abilitare, spacciandola per un'alternativa + sicura al driver qualunquista del mostro nero microsoft (ovvero il funzionamento USB come da da specifica!). Se sei disposto a comperare dei tool per 129 euro vuol dire che o sei ricco o fai orecchie da mercante.Ti sfruttano, ci sfruttano e li sfruttano. Campano sul lavoro fatto da gente disinteressata. Molte persone che si avvicinano a linux non riescono a concepire il fatto che KDE non faccia parte della distribuzione XYZ e sia un programma a parte. Molta gente pensa che i programmi che trova sulla distro XYZ siano fatti da XYZ! Ed è naturale, visto che poi alla fine tu paghi per tutto! Distro da 8 GB e sti cazzi? A me va bene anche e solo 1 cd con il minimo indispensabile che tanto dopo 2 mesi tutto quello che c'è sopra è spazzatura perché ci sarà del software open source un po' meno bacato oppure molte delle alpha messe la a riempire saranno diventate beta... Ora che c'è uno standard per favorire l'interoperabilità fra le distribuzioni se lo fanno pagare profumatamente (se vuoi Mandrake LSB devi COMPERARE la versione pro). Se vuoi del codice ottimizzato per qualcosa di diverso da i386 o scarichi la mandrake (almeno su questo sono stati onesti) o ti ricompili tutto da 0. E sfido il 99% dei linuzari saccentoni di questo forum a prendersi una gentoo e a ricompilarsi tutto da capo manualmente... Bravi bravi fate finta di niente. State facendo nascere un nuovo e oscuro polo dragasaccocce dell'informatica. E sono sicuro che una volta che sarà nato molti di voi glisseranno sul fatto che facevano gli indottrinati per illuminare la gente a dare i soldi a persone che vi hanno traditi...PS: non ce l'ho con Linux, non ce l'ho con windows. Ce l'ho con la gente idiota che sa a memoria la GPL però pretende di fari pagare al lavoro...* QUANDO SARAI DISPOSTO A LAVORARE GRATIS ALLORA CREDERO' CHE TU SIA UN VERO SOSTENITORE DELLA GPL *
        • Anonimo scrive:
          Quel che nasce dalle ceneri
          - Scritto da: Z.e.r.o
          Bravi bravi fate finta di niente. State
          facendo nascere un nuovo e oscuro polo
          dragasaccocce dell'informatica. stiamo facendo nascere un'alternativa alla mostruosita anti-mercato che microsoft rappresenta; quello stesso monopolio che ha dimostrato a più riprese di non voler mollare la sua presa asfissiante per la quale è stato anche condannato.Ricordiamocelo TUTTI (chi può): è microsoft è stata condannata, non altri: Non SUSE, non RedHat, non Debian, non KDE, non Torvalds...ma microsoft. L'antitrust ha calato la sua scure sul monopolio per aver creato condizioni di DITTATURA ECONOMICA.il mondo ha bisogno di tutto fuorché della dittatura economica di UN SOLO soggetto economicoLINUX è un mezzo validissimo per liberarci del DITTATORE, oltre che una grande occasione economica per rendere e mantenere LIBERO un mercato.
        • Anonimo scrive:
          Re: 129 Euro?
          stavolta faccio davvero fatica a identificare la vaccata piu clamorosa, sono tutte fantastiche, complimenti... forse la storia dei giochi 3d che non ci sono per colpa del kernel, una perla... si sentiva la mancanza di un troll degno di tale appellativo, davvero...
        • Anonimo scrive:
          Re: 129 Euro?
          - Scritto da: Z.e.r.o

          No. E' free, che e' diverso. Inoltre, il

          tool di codeweavers e' commerciale, e a

          pagamento: non ricordo la cifra esatta,
          ma a

          occhio il 90% di quei 129 Euro coprono la

          spesa per quel tool
          E se mio nonno aveva 3 palle era un flipper.
          "Io ho visto cose che voi umani non potete neanche immaginare"...Codeweaver Crossover:Scaricandolo da internet: 54,95$Spedizione del CD a casa: 64,95$ + s.s.Ho ritrovato l'articolo relativo a Crossover e ho controllato i prezzi: ok, ho sforato, ma come vedi, dedotto Crossover, la distro non ti viene a costare più di una qualsiasi altra.Suse Professional? Mi riservo di verificare il contenuto dei CD ed l'assistenza compresa nel prezzo, prima di replicare.P.S.: Odio la gente che mi salta in testa per partito preso: in futuro, per favore, avita, e vediamo di discuterne civilmente
    • Anonimo scrive:
      Re: 129 Euro?
      Ho dato un'occhiata a un pò di post e vi dico la mia idea:preferisco dare 150 euro a SuSE o altri (tranne Lindows :)piuttosto che a microsoft, perchè quello che voglio è un sistema unix stabile e usabile. Al momento uso Debian (1 parola: mitica), ma èun pò che mi frulla nella testa di comprate suse (al prossimo pc, cosìmi imbarco nell'avventura di farmi rimborsare il windows xp preinstallato).Saluti a tutti.ps: speriamo che ZioBill non posti qui oggi
  • Anonimo scrive:
    X la Redazione
    A raga' qua' ce sta' una contraddizione in termini:(Il sistema operativo è basato sulla recentissima versione 8.1 di SuSE Linux e su alcuni tool, quali quelli di CodeWeavers,"per far girare sotto Linux alcune delle più utilizzate applicazioni per Linux, come MS Office e Lotus Notes". )Io non credo che ci sia qualcuno che realmentepossa esser tratto in inganno da questo errore,anzi credo che a tutti sia chiaro che si trattadi una versione di Linux con dei tools x far girare al suo interno programmi provenienti daSO Microsoft, comunque io ve l'ho segnalato,adesso fate voi.Un ciao a tutta la redazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: X la Redazione
      Corretto, grazie!
      • Anonimo scrive:
        Re: X la Redazione
        se ho Windows e MS-Office perché dovrei cambiare SO e passare a Linux con dei tools che mi permettono di far girare MS-Office con i relativi problemi di compatibilità? Non ci vedo nessuna convenienza!
  • Anonimo scrive:
    Questa mania di far girare MSOffice
    quando ci sono alternative native in abbondanza. Sara' forse che MSOffice e' superiore a tali alternative?
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa mania di far girare MSOffice
      - Scritto da: Lol

      quando ci sono alternative native in
      abbondanza. Sara' forse che MSOffice e'
      superiore a tali alternative?no.. semplicemente perche' il doc non e' standard (con tutto quello che ne consegue) e perche' a certa gente se gli ordini i menu' in modo diverso si rifiutano di imparare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa mania di far girare MSOffice

        no.. semplicemente perche' il doc non e'
        standard (con tutto quello che ne consegue)
        e perche' a certa gente se gli ordini i
        menu' in modo diverso si rifiutano di
        imparare.non sono daccordo, sul fatto che il writer di openoffice sia meglio di word sono pienamente daccordo, ma ancora non esistono fogli di calcolo migliori di excell, mi spiace ma per ora è così.Per chi sui fogli di calcolo fa un uso ... leggero, puo' andare anche openoffice, ma come c'e' bisogno di usare alcuni algoritmi (come il risolutore), excell ancora non ha paragoni :((
        • Anonimo scrive:
          Re: Questa mania di far girare MSOffice
          ci dimentichiamo che NON ESISTE un programma open compatibile con access ( e simile).purtroppo è cosi :(
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa mania di far girare MSOffice
            Excel (con una l) lo posso anche passare, ma un programma compatibile con un frontend no.Ci sono fior di database per Linux a cui Access non è degno nemmeno di essere paragonato con front-end fatti molto bene (PostgreSQL ?).Che poi la gente abbia delle 'applicazioni' fatte con Access è un'altro conto, ma darlo come out-out è un po' ridicolo, soprattutto perchè Access al di là della facilità d'uso non è granchè (anzi...)Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa mania di far girare MSOffice
            - Scritto da: gsam
            Excel (con una l) lo posso anche passare, ma
            un programma compatibile con un frontend no.
            Ci sono fior di database per Linux a cui
            Access non è degno nemmeno di essere
            paragonato con front-end fatti molto bene
            (PostgreSQL ?).
            Che poi la gente abbia delle 'applicazioni'
            fatte con Access è un'altro conto, ma darlo
            come out-out è un po' ridicolo, soprattutto
            perchè Access al di là della facilità d'uso
            non è granchè (anzi...)concordo: access e` quantomeno scandaloso.cmq gnumeric non e` male: fa un cinquantesimo di quello che fa excel, ma e` anche 20 volte piu` leggero p.s: si dice aut-aut: e` latino, vuol dire o-o, nel senso di o l'uno o l'altro (xor)
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa mania di far girare MSOffice
            - Scritto da: Raistlin
            concordo: access e` quantomeno scandaloso.
            cmq gnumeric non e` male: fa un
            cinquantesimo di quello che fa excel, ma e`
            anche 20 volte piu` leggeroSarebbe meglio allora che fosse 50 volte piu' leggero, no?Saluti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa mania di far girare MSOffice
            out-out ?? ma ti sei diplomato alla CEPU?ahahahahahaha
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa mania di far girare MSOffice
            - Scritto da: cohiba
            out-out ?? ma ti sei diplomato alla CEPU?
            ahahahahahahaNo, laureato alla normale, grazie. Non in lettere.Tu invece chi sei ? un mio dipendente frustrato ?
          • Anonimo scrive:
            [OT]Latino Re: Questa mania di far girare MSOffice

            Che poi la gente abbia delle 'applicazioni'
            fatte con Access è un'altro conto, ma darlo
            come out-out è un po' ridicolo[...]Si dice "aut aut", ed è latino, e non c'entra nulla con l'omofono "out" inglese. In latino "aut" è il nostro "o" esclusivo.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Latino Re: Questa mania di far girare MSOf
            - Scritto da: Smarmittaz


            Che poi la gente abbia delle
            'applicazioni'

            fatte con Access è un'altro conto, ma
            darlo

            come out-out è un po' ridicolo
            [...]

            Si dice "aut aut", ed è latino, e non
            c'entra nulla con l'omofono "out" inglese.
            In latino "aut" è il nostro "o" esclusivo.Un semplice errore di distrazione.Mi fa felice vedere tanta gente pronta a correggere l'ultima delle cazzate :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa mania di scrivere inglese...
            Va bene che siete tutti geni del computer e l'inglese lo conoscete benissimo ma per favore non storpiate il nostro povero latino... ecchecca**ibus!
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa mania di far girare MSOffice
            E meno male che non c'è!! Access è uno di quei programmi di cui si fa volentieri a meno, soprattutto gli utonti dovrebbero evitare di usarlo, perchè credono sia più o meno come Excel, iniziano a fare qualcosa poi non ci riescono e vengono a rompere al ced pretendendo che noi gli finiamo il lavoro. Poi mi dici quanti utonti sanno qualcosa di relazioni, uno a molti, normalizzazione ecc.??
        • Anonimo scrive:
          Re: Questa mania di far girare MSOffice
          Hai mai provato gnumeric? Non so se e' una valida alternativa, ma cosi' ad occhia mi sembrava fatto bene.Ciao, Krecker
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa mania di far girare MSOffice
        - Scritto da: mario
        Hai mai provato ad aprire un documento molto
        complesso Office2k editandolo con StarOffice
        ? Magari con una dozzina di OLE link ? Prova
        e guarda che succede... formattazioni che
        spariscono, immagini spostate o
        smangiucchiate, macro che non funzioneranno
        mai e mille altre kazzate enormi.
        Pensa ad un'azienda, non a uno che si
        diverte, con migliaia di documenti del
        genere... anche ammesso che da domani si
        possa cambiare tutto, c'è un patrimonio
        aziendale che non si può buttare nel cesso
        causa manifesta inferiorità delle
        "alternative". Salvaguardia degli
        investimenti, si chiama.pezzo di merda ma losai o no che il .doc e' un formato chiuso? lo sai che chi sviluppa suite office libere per poter parzialmente supportare il maledetto .doc deve fare reverse engineering? certo che non lo sai da quando hai visto tua madre che faceva bocchini con l'ingoio a mezzo mondo sei rimasto traumatizzato, sei un povero idiota.
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa mania di far girare MSOffice
        - Scritto da: mario


        Pensa ad un'azienda, non a uno che si
        diverte, con migliaia di documenti del
        genere... anche ammesso che da domani si
        possa cambiare tutto, c'è un patrimonio
        aziendale che non si può buttare nel cesso
        causa manifesta inferiorità delle
        "alternative". Salvaguardia degli
        investimenti, si chiama.Beh, a me succede spesso anche tra un Upgrade e l'altro della stessa suite MS... :P Anzi, tra un ServicePack e l'altro della suite.Apro il documento e... oplà una cozzaglia di errori e impaginazioni casuali..:(
        • Anonimo scrive:
          Re: Questa mania di far girare MSOffice
          - Scritto da: Taro
          Beh, a me succede spesso anche tra un
          Upgrade e l'altro della stessa suite MS...
          :P

          Anzi, tra un ServicePack e l'altro della
          suite.

          Apro il documento e... oplà una cozzaglia di
          errori e impaginazioni casuali..Appunto. Già ce n'è abbastanza di casini per andare a cercarsene degli altri... noi non produciamo carta, per quello basta il mitico PDF e via andare. Il problema sono i documenti interni che devono rimanere modificabili, non "gli standard" da dare fuori. Basta stare un mese in un'azienda vera per capire come girano le cose.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa mania di far girare MSOffice

      quando ci sono alternative native inNon e' una questione di alternative ma di abitudine ad usare un prodotto e di fatica a imparare nuovi "metodi" o anche solo la paura di non poter aprire/produrre certi documenti.
      abbondanza. Sara' forse che MSOffice e'
      superiore a tali alternative?Anche ammesso (ma non concesso) che M$0ffic3 sia superiore di tutti i concorrenti voglio proprio vedere quanti di quelli che lo usano non riuscirebbero a fare lo stesso lavoro con lotus123 w wordstar 2...Il succo e' che molti usano si e no l'1% delle funzioni ignorando l'altro 99 ma pur sempre spendendo una cifra per avere l'ultima versione.(oppure piratata e rischiando la galera).Il problema e' nelle teste
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa mania di far girare MSOffice
        Oramai MSOffice è diventato lo standard (purtroppo). Un prodotto caro con funzioni inutili e che non si fa mai gli affaracci suoi. Al momento che schiaccio enter prego tutte le volte che non mi stravolga il documento con i suoi puntatori e correzioni automatiche.... Li disattiverei, ma piacciono tanto alla mia ragazza..Beh, viva i prodotti gratuiti e opensource
        • Anonimo scrive:
          Re: Questa mania di far girare MSOffice
          - Scritto da: merlux
          Al momento che schiaccio enter prego
          tutte le volte che non mi stravolga il
          documento con i suoi puntatori e correzioni
          automatiche....Ricordo ancora il trauma nel 97...Batti tre volte meno (---) e premi invio... $%@!!due ore per scoprire come togliere quella maledetta riga!Funziona tuttora, per chi non l'ha sperimentato è un esperienza consigliata... ;)ciauz
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa mania di far girare MSOffice

            Ricordo ancora il trauma nel 97...

            Batti tre volte meno (---) e premi invio...

            $%@!!

            due ore per scoprire come togliere quella
            maledetta riga!
            Backspace!
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa mania di far girare MSOffice
            - Scritto da: Pietro


            Ricordo ancora il trauma nel 97...



            Batti tre volte meno (---) e premi
            invio...



            $%@!!



            due ore per scoprire come togliere quella

            maledetta riga!




            Backspace!Deduco che non hai provato ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa mania di far girare MSOffice
      No, ma serve ad attirare chi lo pensa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa mania di far girare MSOffice
      - Scritto da: Lol

      quando ci sono alternative native in
      abbondanza. Sara' forse che MSOffice e'
      superiore a tali alternative? Sara' forse che se hai un bel po di fogli in excel, come ho io, con una pletora di macro in VB non hai alternative. O ti fai il porting su OO oppure ti tocca usare un acrocco x far girare Office su macchine che non montano winxx (come in questo caso). Che poi Io trovi office un programma ben fatto e funzionale x la maggior parte dei suoi potenziali utenti (me' compreso) non ci azzecca un piffero con il fatto che MS Office, purtroppo, e' uno standard di fatto, ma uno standard di UNA SOLA PARTE! :( Che poi OpenOffice sia un programma altrettanto funzionale x l'uso della maggior parte dei suoi potenziali utenti, non ci azzeccha un'altro piffero. Ma attualmente OO ha una percentuale di installato molto bassa se raffrontato a MS Office, ma questo solo per questioni di marketing e di pirateria. Se MS Office non fosse di fatto gratuito per l'utenza casalingha, e non solo quella, OO conquisterebbe subito una fetta consistente dell'installato, e molto probabilmente col tempo diventerebbe Lui uno standard di fatto, MA UNO STANDARD DI TUTTI. Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa mania ... - piccolo test
      Mi inserisco nel discorso per rendere pubblici due piccoli e assolutamente non scientifici esperimenti che ho fatto in ufficio.Ho aperto un file execel (2000) di considervoli dimensioni (5.8 Mega) e discreta difficolta (12 fogli, riferimenti incrociati, e grafici) con open office 1.1.Viene interpretato bene a parte un problemino su un grafico (nulla di grave, risolvibile con un click).L'ho salvato nel formato nativo di Open Office:prima sorpresa , dimensione 350 K.Secondo esperimento: copia di una parte di una tabella excel in power point. La mia collega del marketing aveva qualche difficoltà con Office. Spariva roba veniva, troppo piccola, ect ect. Nulla di grave certo: mi sono messo io e in un paio di minuti abbiamo ottenuto il voluto.Prova con i corrispondenti di OpenOffice: copia, incolla. Giudizio personale: forse per un utente avanzato Office rimane meglio, ma per il 95 % degli utenti le prove che ho fatto io sono più significative.O no?
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa mania ... - piccolo test
        Concordo con la riduzione delle dimensioni.Io per es. in ufficio uso solo OpenOffice , e non ho nessun e dico nessun tipo di problema.Ovviamente salvo in formato per i miei collegi altrimenti non saprebbero cosa farci son un .sxwSaluti
        • Anonimo scrive:
          Re: Questa mania ... - piccolo test
          hai presente i file zip??? sarà forse perché openoffice usa un formato di file zip? dove dentro ci mette documenti in xml, è difficile fare click col pulsante destro sul file excel e fare add to zip?? vedi che ottieni un file più piccolo
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa mania ... - piccolo test
            - Scritto da: ...
            hai presente i file zip??? sarà forse perché
            openoffice usa un formato di file zip? dove
            dentro ci mette documenti in xml, è
            difficile fare click col pulsante destro sul
            file excel e fare add to zip?? vedi che
            ottieni un file più piccoloSenza dubbio! Ma da 5.8mega a 350kb, zippare non basta. forse anche xml, di suo, è più efficiente
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa mania ... - piccolo test
            che xml sia più efficiente è senza dubbio, infatti non mi pare di aver detto che non lo è
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa mania ... - piccolo test
            - Scritto da: ...
            che xml sia più efficiente è senza dubbio,
            infatti non mi pare di aver detto che non lo
            èAllora, indirettamente, gli dài ragione: se XML è più efficiente, anche senza zipparlo il discorso di fondo non cambia:-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa mania di far girare MSOffice
      .....il giorno che trovero' in OpenOffice l'equivalente di Access, disinstallo MSOffice. Giuro.Si sa che Access non sia il massimo dell'affidabilita', ma per tanti, sottoscritto compreso, e' sufficente per far girare un database.Per ora mi pare che alternative, non ne esistano.Ciauz...Yayo
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa mania di far girare MSOffice

        il giorno che trovero' in OpenOffice
        l'equivalente di Access, disinstallo MSOffice.
        Giuro.
        Si sa che Access non sia il massimo
        dell'affidabilita', ma per tanti, sottoscritto
        compreso, e' sufficente per far girare un
        database.
        Per ora mi pare che alternative, non ne esistano. Molto probabilmente non conosci bene access,nei database che ho sviluppato per amici, e alcuni hanno passato di gran lunga, il milione di record; non hanno mai dato problemi.Con questo non voglio dire che Access sia uno dei migliori database, ne esistono di migliori.saluti a tutti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Questa mania di far girare MSOffice
          Sono con te ... ma perchè sporcare linux con Office ?Tu mi parli di Access e mi viene da sorridere.Tutto è relativo. L'ha detto qualcuno molto prima dime quindi a seconda dell'uso che fai del softwarepuoi giudicarne l'utilità o la qualità.Mai provato MySql ? No?? Dovresti.Dicono che giri anche sotto winzoz ;)
  • Anonimo scrive:
    Non ho capito...
    SuSE se ne esce con una distro nella primavera del prossimo anno facendo concorrenza ad United Linux?Bho...
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ho capito...
      "SuSE Linux Office Desktop verrà venduta da un prezzo raccomandato di 129 euro"mi sembra che questo spieghi tutto!
Chiudi i commenti