L'e-mail a pagamento di AOL prende piede

EFF lancia una mobilitazione contro le e-mail con la tassa che scavalcano i filtri antispam. Individuati alcuni operatori che diffondono messaggi pubblicitari utilizzando il servizio GoodMail

San Francisco (USA) – La posta elettronica a pagamento inventata da GoodMail Systems , proposta ormai da tempo ai partner commerciali di AOL come alternativa legittima allo spam , sta prendendo piede. EFF , l’associazione statunitense che si batte per le libertà digitali, se ne è accorta ed ha lanciato una nuova protesta per mobilitare gli utenti di Internet.

“Sembra che AOL abbia iniziato silenziosamente ad attuare i propri piani”, dice Danny ÒBrien, coordinatore del comitato DearAOL . “Gli utenti dell’ISP hanno iniziato a ricevere messaggi pubblicitari autorizzati di alcuni venditori interessati a promuovere i loro prodotti”. L’azienda è la prima in assoluto ad avere utilizzato questo tipo di strumento pubblicitario.

“Nessuno ha il diritto di vendere la nostra privacy e l’accesso alle nostre caselle di posta elettronica senza il nostro esplicito permesso”, ricorda ÒBrien in un post sul suo blog. Nel frattempo, AOL continua a rimanere nel silenzio. Dopo gli annunci dal tono trionfalistico sulle specifiche del sistema, presentato come la soluzione finale alle “e-mail promozionali pericolose”, il grande ISP statunitense si è rifugiato nel silenzio stampa più totale.

“Adesso non c’è niente di male nell’inviare milioni di messaggi di posta promozionali”, continua ÒBrien, “basta pagare”. Il fronte degli utenti indignati dal servizio di e-mail autenticate, che il Wall Street Journal ha comparato esplicitamente allo spam , continua così a crescere.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    il formato ODF discrimina i gay
    ---GaioMondoNews---Commentando la recente approvazione del formato ODF come standard ISO, Rudy Amoroso di GaioMondo ha affermato:"Ci inchiniamo volentieri al successo del formato ODF, e possiamo ben dire di essere stati tra i primi a preferire l'apertura e lo scambio in tutti gli ambiti""tuttavia" sottolinea Rudy, "ribadisco l'ortogonalità della nostra posizione rispetto ad alcune scelte fatte. Va comunque riportato che nella nostra comunità esistono anche posizioni diverse"Prosegue l'esponente di GaioMondo dichiarando:"Sono fiducioso in uno sviluppo positivo e confermo la volontà di avviare una serie di abboccamenti dove ci porremo a disposizione come sempre con la massima apertura, sperando di poter finalmente prendere in mano le questioni più rilevanti, ma sottolineo anche che l'apertura dovrà essere reciproca e, quando necessario pretenderemo anche un ruolo attivo"In una battuta conclusiva Rudy dichiara:"Questo nuovo formato è un pacco e noi certamente sappiamo apprezzare i pacchi, però ad un certo momento occorrerà assumere una posizione ben precisa rispetto ai contenuti"un languido abbraccioDonato ChiappettaGaioMondoNews
  • Anonimo scrive:
    scrivi un programma che....
    anche un andicappato potra' usare e solo un andicappato vorra' usarlo WINDOWS (tm)
  • Anonimo scrive:
    Re: OpenDocument nel mirino dei disabili
    Come da titolo, così da foto:http://divxcover.altervista.org/cover/a/amici_miei_atto_III-front.jpg
  • Anonimo scrive:
    basta obbligare MS a supportare OD
    CDOè giusto chiedere che openoffice sia più attento ai disabili, ma se questi vogliono usare MS office, basta che chiedano a MS di supportare il formato del file
    • Anonimo scrive:
      Re: basta obbligare MS a supportare OD
      - Scritto da:
      CDO

      è giusto chiedere che openoffice sia più attento
      ai disabili, ma se questi vogliono usare MS
      office, basta che chiedano a MS di supportare il
      formato del
      fileè stato già preparato, un plug-in per office, che supporta l'Open Document
      • Anonimo scrive:
        Re: basta obbligare MS a supportare OD
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        CDO



        è giusto chiedere che openoffice sia più attento

        ai disabili, ma se questi vogliono usare MS

        office, basta che chiedano a MS di supportare il

        formato del

        file

        è stato già preparato, un plug-in per office, che
        supporta l'Open
        DocumentSolo per Office 2003, o sbaglio?
        • Anonimo scrive:
          Re: basta obbligare MS a supportare OD
          bhe al limite spendi i tuoi 200 euro e ti fai l'upgrade.Oppure usi OOo
          • Anonimo scrive:
            Re: basta obbligare MS a supportare OD
            da Office 97 e successivicomunque non si è ancora parlato di distribuirlo al pubblico.. (forse in una delle prossime release di google pack)
  • hoff scrive:
    Critiche importantissime
    Si tratta di critiche che non possiamo non accogliere, nè sottovalutare. L'ideale di rendere le informazioni accessibili a chiunque senza limitazioni stà alla base dell'Open Source, ma se poi i documenti non sono accessibili ai disabili rimane un'idea che si perde nei tecnicismi. Lo staff di OOO deve assolutamente implementare le tecnologie richieste dalle associazioni dei disabili.
    • Anonimo scrive:
      Re: Critiche importantissime
      - Scritto da: hoff
      Si tratta di critiche che non possiamo non
      accogliere, nè sottovalutare. L'ideale di rendere
      le informazioni accessibili a chiunque senza
      limitazioni stà alla base dell'Open Source, ma se
      poi i documenti non sono accessibili ai disabili
      rimane un'idea che si perde nei tecnicismi. Lo
      staff di OOO deve assolutamente implementare le
      tecnologie richieste dalle associazioni dei
      disabili.quoto, ma non comprendo perchè l'autore delle critiche dice che è ancora più difficile di quanto siaq stato con MS far comprendere alla community di OOo il loro bisogno di accessibilità: penso sia esattemente il contrario, proprio per la natura differente delle due "istituzioni".Comunque sia, chi vivrà vedrà.
  • Anonimo scrive:
    Re: OpenDocument nel mirino dei disabili
    scusate se ve lo dico ma il 98% dei vostri post dimostra che essere "abili" nn vuol dire essere intelligenti...sono schifato...
  • firefox88 scrive:
    Solito articolo malscritto
    Solito articolo di PI: non si capisce un tubo, il titoletto arguto non c'entra niente con l'articolo e questa citazione:"Il progetto Firefox ha dimostrato che se le persone sono in grado di costruire una migliore trappola per topi", dice Winske, "allora sempre più persone la utilizzeranno". Per quanto riguarda il tema dell'accessibilità, spiega, basta attendere con fiducia....è solo una trappola per troll, perché non c'entra una sega con OpenDocument.E poi cos'è questa nuova moda di mettere uno spazio prima della virgola? Ormai su PI è Aranzulla a scrivere gli articoli?
  • Anonimo scrive:
    Subcomitato per l'accessibilità
    Il link principale per le informazionihttp://www.oasis-open.org/committees/tc_home.php?wg_abbrev=office-accessibility
  • Anonimo scrive:
    Re: OpenDocument nel mirino dei disabili
    Qui si dice che un pacchetto software favorisce l'accesso ai diversamente abili rispetto ad altri. Ma cosa c'entra il formato dei files???
    • Anonimo scrive:
      Re: OpenDocument nel mirino dei disabili
      - Scritto da:
      Qui si dice che un pacchetto software favorisce
      l'accesso ai diversamente abili rispetto ad
      altri. Ma cosa c'entra il formato dei
      files???opendocument non è pienamente utilizzabile con word od excel, che offrivano stumenti per i disabili . quindi i disabili saranno costretti, da questa decisione, ad utilizzare programmi, come staroffice o openoffice, che non hanno specifiche modalità per disabili.
      • Anonimo scrive:
        Re: OpenDocument nel mirino dei disabili
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Qui si dice che un pacchetto software favorisce

        l'accesso ai diversamente abili rispetto ad

        altri. Ma cosa c'entra il formato dei

        files???

        opendocument non è pienamente utilizzabile con
        word od excel, che offrivano stumenti per i
        disabili . quindi i disabili saranno costretti,
        da questa decisione, ad utilizzare programmi,
        come staroffice o openoffice, che non hanno
        specifiche modalità per
        disabili.E allora se la prendano con MS che non supporta ODF nonostante sia ormai uno standard ISO.
        • Anonimo scrive:
          Re: OpenDocument nel mirino dei disabili
          - Scritto da:
          E allora se la prendano con MS che non supporta
          ODF nonostante sia ormai uno standard
          ISO.Quoto.Inoltre il popolo Open Source non e' certo insensibile a questi problemi (del resto l'accessibilita' l'hanno inventata loro, non certo M$).In breve tempo saranno disponibili interfacce piu' che accessibili che supportano lo standard OpenDocument.
      • Anonimo scrive:
        Re: OpenDocument nel mirino dei disabili
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Qui si dice che un pacchetto software favorisce

        l'accesso ai diversamente abili rispetto ad

        altri. Ma cosa c'entra il formato dei

        files???

        opendocument non è pienamente utilizzabile con
        word od excel, che offrivano stumenti per i
        disabili . quindi i disabili saranno costretti,
        da questa decisione, ad utilizzare programmi,
        come staroffice o openoffice, che non hanno
        specifiche modalità per
        disabili.Oppure un plugin ODF per office, che e' gia' disponibile.P.S. SUN, che finanzia lo sviluppo di OOo, ha anche dato impulso e sviluppato la parte di accessibilita' di Gnome e continua a farlo...
  • reXistenZ scrive:
    errata corrige o no?
    "Siamo stati di nuovo fregati", ritiene Winske: per il momento, nessuno dei maggiori applicativi che supportano a livello nativo il formato OpenOfficeForse devo leggere OpenDocument invece di OpenOffice o ho capito male io?
    • Anonimo scrive:
      Re: errata corrige o no?
      - Scritto da: rexistenz
      "Siamo stati di nuovo fregati", ritiene Winske:
      per il momento, nessuno dei maggiori applicativi
      che supportano a livello nativo il formato
      OpenOffice

      Forse devo leggere OpenDocument invece di
      OpenOffice o ho capito male
      io?No penso sia voluta perché OD è formato nativo di OO
  • xuneel scrive:
    trappola per topi?
    "Il progetto Firefox ha dimostrato che se le persone sono in grado di costruire una migliore trappola per topi", dice Winske, "allora sempre più persone la utilizzeranno". Per quanto riguarda il tema dell'accessibilità, spiega, basta attendere con fiducia.E così chi usa firefox viene paragonato ad un topo finito in una trappola?Bah... personalmente usando firefox ho sul serio "rediscovered the web", altro che finito in trappola.La vera trappola é M$ e sfortunatamente ci siamo finiti dentro tutti (o quasi) e ora ne siamo schiavi. Ma la ribellione é in corso... (linux)
    • Cavallo GolOso scrive:
      Re: trappola per topi?
      - Scritto da: xuneel
      "Il progetto Firefox ha dimostrato che se le
      persone sono in grado di costruire una migliore
      trappola per topi", dice Winske, "allora sempre
      più persone la utilizzeranno". Per quanto
      riguarda il tema dell'accessibilità, spiega,
      basta attendere con
      fiducia.

      E così chi usa firefox viene paragonato ad un
      topo finito in una
      trappola?

      Bah... personalmente usando firefox ho sul serio
      "rediscovered the web", altro che finito in
      trappola.manco io l'ho capita tanto questa della trappola per topi... :-/forse c'è qualche gioco di parole col mouse ;-)non dimentichiamo che è l'intervento di un disabile sull'accessibilità ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: trappola per topi?
        - Scritto da: Cavallo GolOso

        - Scritto da: xuneel

        "Il progetto Firefox ha dimostrato che se le

        persone sono in grado di costruire una migliore

        trappola per topi", dice Winske, "allora sempre

        più persone la utilizzeranno". Per quanto

        riguarda il tema dell'accessibilità, spiega,

        basta attendere con

        fiducia.



        E così chi usa firefox viene paragonato ad un

        topo finito in una

        trappola?



        Bah... personalmente usando firefox ho sul serio

        "rediscovered the web", altro che finito in

        trappola.

        manco io l'ho capita tanto questa della trappola
        per topi...
        :-/

        forse c'è qualche gioco di parole col mouse ;-)
        non dimentichiamo che è l'intervento di un
        disabile sull'accessibilità
        ;)A me sembra più l'intervento di qualcuno sul libro paga di mamma M$.Se il tipo fosse in buona fede vedrebbe le opportunità che il formato OpenDocument offre alla comunità dei disabili e invece di criticare spingerebbe affinché M$ adatti Office a supportare tale formato e gli sviluppatori a sviluppare soluzione alternative basate su OpenDocument che siano più accessibili, più facili da usare e ad un costo inferiore di Office.
        • fante76 scrive:
          Re: trappola per topi?

          A me sembra più l'intervento di qualcuno sul
          libro paga di mamma
          M$.
          Se il tipo fosse in buona fede vedrebbe le
          opportunità che il formato OpenDocument offre
          alla comunità dei disabili e invece di criticare
          spingerebbe affinché M$ adatti Office a
          supportare tale formato e gli sviluppatori a
          sviluppare soluzione alternative basate su
          OpenDocument che siano più accessibili, più
          facili da usare e ad un costo inferiore di
          Office.Probabilmente avendo speso tanto per convincere Microsoft ad "adattare" Office per i disabili adesso "devono" qualcosa a Microsoft, quindi per garantire il mercato alla stessa fanno una cattiva pubblicità ai software OpenSource.Va ricordato che un software O.S. in quanto tale, può anche essere preso da chiunque ne sia in grado e riadattato. Così potrebbe fare una associazione disabili riadattando Firefox o altri software. Di sicuro non puoi fare questo con software proprietari (geek)
    • pentolino scrive:
      Re: trappola per topi?
      Era una citazione da non ricordo chi.Il significato è che alla fine tutti gli oggetti (e anche il software) dovrebbero risolvere un problema nel modo più semplice possibile; quindi se una persona inventa una trappola per topi che rispetto a quelle che già c' erano in circolazione è migliore (più semplice da usare, cattura più topi, costa meno etc...) tutti la useranno perchè ne avrebbero solo dei vantaggi.Firefox è gratis (come IE), è open-source (con i vantaggi per l' utente che ne derivano), funziona meglio di IE nella maggior parte dei casi, è più personalizzabile etc., quindi molti (tra cui il sottoscritto) lo hanno col tempo usato al posto di IE laddove era possibile (quindi ormai praticamente sempre) ricevendone per lo più vantaggi.
      • midori scrive:
        Re: trappola per topi?

        Firefox è gratis (come IE),Non sapevo che un pezzo di un sistema operativo che costa minimo 100$ fosse gratis......IE ha smesso di essere gratuito da quando fu integrato in windows95
      • Anonimo scrive:
        Re: trappola per topi?
        - Scritto da: pentolino
        Firefox è gratis (come IE), IE non e' gratis: IE richiede come prerequisito un sistema operativo a pagamento.
    • Anonimo scrive:
      Re: trappola per topi?
      - Scritto da: xuneel
      "Il progetto Firefox ha dimostrato che se le
      persone sono in grado di costruire una migliore
      trappola per topi", dice Winske, "allora sempre
      più persone la utilizzeranno". Per quanto
      riguarda il tema dell'accessibilità, spiega,
      basta attendere con
      fiducia.

      E così chi usa firefox viene paragonato ad un
      topo finito in una
      trappola?
      [...]In americano (inglese USA) "trappola per topi" significa "sistemi facili, semplici e efficaci" (come è una trappola per topi).Infatti l'articolo (mal tradotto in Italiano) diceva di pensare alla disabilità in Ooo, e meno male che non è una società come la Microsoft !:)
    • Anonimo scrive:
      Citazione letteraria
      - Scritto da: xuneel
      "Il progetto Firefox ha dimostrato che se le
      persone sono in grado di costruire una migliore
      trappola per topi", dice Winske, "allora sempre
      più persone la utilizzeranno".

      E così chi usa firefox viene paragonato ad un
      topo finito in una
      trappola?No, è la traduzione alla lettera di una citazione americana "Build a better mousetrap, and the world will beat a path to your door" attribuita di volta in volta a vari autori, tra cui lo scrittore Ralph Waldo Emerson (1803-1882).Significa che non occorrono idee rivoluzionarie per aver successo, ma innovare qualcosa per la quale ci sia molta domanda (e probabilmente nel 1800 il problema dei topi nelle abitazioni era molto più attuale di oggi ;) ).Non era un insulto a Firefox, nè ai suoi utilizzatori.
  • Anonimo scrive:
    Re: OpenDocument nel mirino dei disabili
    Bisogna fare le giuste considerazioni.1) Non è il formato il problema ma il fatto che non ci sono software che supportano tale formato che siano anche accessibili.2) OpenOffice e Sun dovrebbero fare maggiore attenzione alle persone disabili. Certo è che supportare una classe di utenti disabile non è semplice né poco costoso... ma credo che se si vuole che effettivamente OOo venga adottato nelle PA allora sia un passo NECESSARIO e soprattutto GIUSTO.3) I disabili dovrebbero smettere di pretendere che il software ESISTENTE li supporti "out of the box" ma dovrebbero invece spingere per far realizzare software apposito. Il formato OpenDocument da loro questa ENORME possibilità e anziché criticare potrebbero tranquillamente associarsi e pagare qualche sviluppatore/software house locale per realizzarglielo e poi magari renderlo disponibile gratuitamente anche a tutti gli altri disabili. A che serve ad un non vedente il cursore del mouse? L'interfaccia grafica? Sono tutte COMPLICAZIONI che rendono il software difficile per loro. Se anziché pretendere che Windows (e i suoi software) siano accessibili si organizzassero per adattare magari una distro linux testuale alle loro VERE necessità ne otterrebbero software decisamente migliore, più facile da usare e compatibile con gli altri software visuali. OpenDocument e il software opensource è un grande alleato per loro in questo e se sono furbi, anziché criticare, ne vedrebbero le opportunità e saprebbero coglierle.
    • Anonimo scrive:
      Re: OpenDocument nel mirino dei disabili
      - Scritto da:
      Bisogna fare le giuste considerazioni.
      1) Non è il formato il problema ma il fatto che
      non ci sono software che supportano tale formato
      che siano anche
      accessibili.
      2) OpenOffice e Sun dovrebbero fare maggiore
      attenzione alle persone disabili. Certo è che
      supportare una classe di utenti disabile non è
      semplice né poco costoso... ma credo che se si
      vuole che effettivamente OOo venga adottato nelle
      PA allora sia un passo NECESSARIO e soprattutto
      GIUSTO.
      3) I disabili dovrebbero smettere di pretendere
      che il software ESISTENTE li supporti "out of the
      box" ma dovrebbero invece spingere per far
      realizzare software apposito. Il formato
      OpenDocument da loro questa ENORME possibilità e
      anziché criticare potrebbero tranquillamente
      associarsi e pagare qualche sviluppatore/software
      house locale per realizzarglielo e poi magari
      renderlo disponibile gratuitamente anche a tutti
      gli altri disabili. A che serve ad un non vedente
      il cursore del mouse? L'interfaccia grafica? Sono
      tutte COMPLICAZIONI che rendono il software
      difficile per loro. Se anziché pretendere che
      Windows (e i suoi software) siano accessibili si
      organizzassero per adattare magari una distro
      linux testuale alle loro VERE necessità ne
      otterrebbero software decisamente migliore, più
      facile da usare e compatibile con gli altri
      software visuali. OpenDocument e il software
      opensource è un grande alleato per loro in questo
      e se sono furbi, anziché criticare, ne vedrebbero
      le opportunità e saprebbero
      coglierle.Concordo pienamente!E' troppo facile criticare sempre e comunque... e farsi compatire...
      • Anonimo scrive:
        Re: OpenDocument nel mirino dei disabili
        I disabili dovrebbero smettere di pretendere

        che il software ESISTENTE li supporti "out of the

        box" facile per te che hai l'uso delle mani, l'uso della parola e della vista. se per installare un software dovessi chiamare un tecnico , o chiedere l'aiuto di un tuo amico o parente che viene quando può,e se dovessi ripetere l'operazione ogni santa volta che c'è da reinstallare il programma di video scrittura ,sapresti che un ulteriore software è solo una rottura di scatole in più. inoltre ricordatevi che i portatori di handicap non fanno queste battaglie solo per se stessi.non c'è bisogno di essere tetraplegici per non poter usare una tastiera. basta spaccarsi uno scafoide od avere la sindrome da tunnel carpale. o semplicemente basta essere anziani ed avere l'artrite.anche tenendo conto la perdita di produttività ( l'impiegato di banca che si spacca un braccio cosa fa durante la giornata?)sarebbe enormemente conveniente supportare nativamente una modalità per utenti limitati nella mobilità.
        • Anonimo scrive:
          Re: OpenDocument nel mirino dei disabili
          Scusami, ma allora per una percentuale comunque ridotta di persone va riadattato un intero software usato da tantissime altre persone?Sono favorevole allo sviluppo parallelo di un software più adatto e studiato appositamente per questi scopi, ma non allo stravolgimento di progetti già esistenti. O credi forse che sia un lavoretto da niente, e che i programmatori non abbiano a loro volta i loro problemi?
        • Anonimo scrive:
          Re: OpenDocument nel mirino dei disabili
          - Scritto da:
          I disabili dovrebbero smettere di pretendere


          che il software ESISTENTE li supporti "out of
          the

          box"


          facile per te che hai l'uso delle mani, l'uso
          della parola e della vista. se per installare un
          software dovessi chiamare un tecnico , o chiedere
          l'aiuto di un tuo amico o parente che viene
          quando può,e se dovessi ripetere l'operazione
          ogni santa volta che c'è da reinstallare il
          programma di video scrittura ,sapresti che un
          ulteriore software è solo una rottura di scatole
          in più. inoltre ricordatevi che i portatori di
          handicap non fanno queste battaglie solo per se
          stessi.
          non c'è bisogno di essere tetraplegici per non
          poter usare una tastiera. basta spaccarsi uno
          scafoide od avere la sindrome da tunnel carpale.
          o semplicemente basta essere anziani ed avere
          l'artrite.anche tenendo conto la perdita di
          produttività ( l'impiegato di banca che si spacca
          un braccio cosa fa durante la giornata?)sarebbe
          enormemente conveniente supportare nativamente
          una modalità per utenti limitati nella
          mobilità.Il succo del mio discorso è completamente l'opposto di quello che hai capito.Io NON sto dicendo che vi dovreste "arrangiare", io sto dicendo molto più semplicemente che ci sono strumenti e strumenti ed è insensato pretendere di adattare un martello per farlo diventare un frullatore.È assurdo chiedere di adattare un sistema ad interfaccia grafica alle necessità dei disabili (o almeno di alcune categorie di disabili) come sarebbe assurdo pretendere di adattare una bicicletta per una persona che non ha braccia e gambe. Ci saranno altri mezzi di locomozione per loro ma è evidente che è 1000 volte più difficile modificare una bicicletta affinché possa essere guidata da una persona fortemente disabile piuttosto che inventare ex-novo un nuovo mezzo di locomozione pensato APPOSTA.Allo stesso modo ad un cieco non serve a nulla il mouse, non serve a nulla l'astrazione a finestre, non serve a nulla la grafica... sono tutte cose che COMPLICANO il lavoro sia allo sviluppatore che deve far diventare un martello un frullatore sia al cieco che non può vedere quello che c'è sullo schermo.La soluzione è quella di creare software APPOSITO, ex-novo! Software che, per quello che riguarda i formati dei file, sia 100% compatibile con i software per le persone "normali" (inteso nel senso di pienamente abili).Il formato OpenDocument permette di fare questo ed è una cosa IMPORTANTE che NON si poteva fare con i formati chiusi di M$. Ti permette di costruire un software che è FACILMENTE usabile da un disabile e persino FACILMENTE realizzabile da uno sviluppatore che permette di leggere e scrivere documenti scritti ANCHE in OpenOffice ma con un interfaccia pensata e sviluppata APPOSTA per una particolare disabilità eliminando i fronzoli inutili e rendendo quindi la vita di gran lunga più semplice ANCHE al disabile in questione.Questa è un'occasione più unica che rara e mi sembra che il signore che ha criticato il formato OpenDocument o non se ne rende conto perché è ignorante in materia oppure fa finta di non rendersene conto perché è finanziato da qualcuno che spinge per limitarne l'adozione... e facendo questo di SICURO non sta facendo qualcosa di utile per la comunità dei disabili che invece ne avrebbero TUTTO da guadagnarci.Per quello che poi riguarda lo sviluppo di software alternativi si sta veramente poco... si associano, FINANZIANO qualche studente universitario o qualche software house locale perché sviluppi una soluzione facile e il più possibile poco costosa assieme ad un gruppo di disabili che possa testare il prodotto in tutte le fasi della creazione e quindi garantire che il risultato finale sarà ECCELLENTE per tutti.Linux poi vi mette a disposizione tutti gli strumenti per farlo... quello che mi sembra manchi è la VOGLIA di imbarcarsi in un'impresa simile... mi pare che sia più facile criticare anziché agire e sinceramente non posso fare altro che prenderne atto.Ci sono strumenti e strumenti e come non useresti un'automobile per scavare una fossa così non usi un sistema grafico per un utente non vedente. Prima ci si mette in testa questo e prima vedrete dei risultati che non solo siano "accettabili" ma che siano addirittura "ottimi".
    • FDG scrive:
      Re: OpenDocument nel mirino dei disabili
      - Scritto da:
      3) I disabili dovrebbero smettere di pretendere
      che il software ESISTENTE li supporti "out of the
      box" ma dovrebbero invece spingere per far
      realizzare software apposito. Il formato
      OpenDocument da loro questa ENORME possibilità e
      anziché criticare potrebbero tranquillamente
      associarsi e pagare qualche sviluppatore/software
      house locale per realizzarglielo e poi magari
      renderlo disponibile gratuitamente anche a tutti
      gli altri disabili. A che serve ad un non vedente
      il cursore del mouse? L'interfaccia grafica? Sono
      tutte COMPLICAZIONI che rendono il software
      difficile per loro. Se anziché pretendere che
      Windows (e i suoi software) siano accessibili si
      organizzassero per adattare magari una distro
      linux testuale alle loro VERE necessità ne
      otterrebbero software decisamente migliore, più
      facile da usare e compatibile con gli altri
      software visuali. OpenDocument e il software
      opensource è un grande alleato per loro in questo
      e se sono furbi, anziché criticare, ne vedrebbero
      le opportunità e saprebbero
      coglierle.Confermo, sottoscrivo e firmo col sangue. Un atteggiamento eccessivamente compassionevole ("poveri sfortunati") non è rispettoso della dignità di queste persone. Al contrario lo sviluppo open source offre ai "diversamente abili" la possibilità di contribuire alla pari con gli "abili" allo sviluppo di strumenti software. Per cui... muovano il culo. Dubito che troveranno ostacoli (questi si sarebbero i veri ostacoli) ad una loro partecipazione alla comunità open source.
  • burnit scrive:
    Ora ditemi cosa serve!
    Spesso sento in giro che il software deve avere un certo riguardo per le persone disabili.Ora credo che se questa persona critica software, avrà dei punti ben precisi: quali sono? Qualcuno può fornire dei link?A prescindere... cosa c'entra il formato? Cosa c'entra il software particolare?Io credo che sia il desktop enviroment a fornire supporto per i disabili, e non il software particolare. Mi spiego.Se uno non ci vede bene, OpenOffice deve implementare un ingranditore di schermo? O lo deve fare KDE/GNOME/...?Se uno non può usare il mouse, OpenOffice deve implementare i driver del joistick per disabili? E lo deve fare anche Firefox? Non credo proprio.Pubblicità occulta. Ecco cosa fda questo articolo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ora ditemi cosa serve!
      - Scritto da: burnit
      Pubblicità occulta. Ecco cosa fda questo articolo.Fin dall'inizio dove c'è scritto che "solo Microsoft rispetta i disabili" ho capito che ci fosse il foraggio di M$ in questa protesta.Insomma M$ per battere l'opensource è disposta a tutto pure a mettersi dietro ai disabili.
    • starless scrive:
      Re: Ora ditemi cosa serve!
      - Scritto da: burnit
      Io credo che sia il desktop enviroment a fornire
      supporto per i disabili, e non il software
      particolare.Non sempre.Prendi ad esempio un non vedente, per il quale sono indispensabili l'usabilità dei programmi interamente con la tastiera e la compatibilità con gli screen reader (tutti i menu, comandi e pulsanti devono poter essere identificati e letti dal software che legge lo schermo, anche se visivamente contengono solo simboli grafici). Normalmente i sistemi operativi mettono a disposizione degli sviluppatori gli strumenti affinché questi requisiti siano soddisfatti, ma:1. spesso gli sviluppatori trascurano questo aspetto e creano ad esempio zone della GUI non raggiungibili da tastiera (accade anche nei prodotti delle stesse software house che producono i sistemi operativi);2. ci sono casi, come OpenOffice, in cui per necessità (dovendo essere multipiattaforma) la GUI viene sviluppata e gestita "in proprio", appoggiandosi ad altri toolkit piuttosto che agli strumenti messi a disposizione dal sistema operativo, e quindi il supporto per i disabili è interamente a carico degli sviluppatori del programma o del toolkit usato per la GUI.Ora non so cosa manchi ad OpenOffice per essere veramente "accessibile", ma suppongo che la protesta abbia un fondamento... ma, detto questo:- come è stato già scritto, perché prendersela col formato e non con il software? Oltretutto è stato già annunciato un plugin per Office, quindi questo dovrebbe risolvere il problema. Il formato è stato appena standardizzato, per la miseria, un momento di pazienza! :)- non sono proprio riuscito a capire quel discorso di Firefox e della trappola per topi alla fine... che vuol dire? È dispregiativo? Mah!Certi interventi mi lasciano proprio perplesso.
    • xuneel scrive:
      Re: Ora ditemi cosa serve!
      Ciao, sono parzialmente d'accordo con te.Il titolo dell'articolo fa scena...- Scritto da: burnit
      Spesso sento in giro che il software deve avere
      un certo riguardo per le persone
      disabili.

      Ora credo che se questa persona critica software,
      avrà dei punti ben precisi: quali sono? Qualcuno
      può fornire dei
      link?Già, anch'io mi chiedo cos'abbia di così poco accessibile openoffice... vabbhé che é meno intuitivo di office, ma a parte quello i menu mi pare siano simili, non é che per cliccarli uno deve fare 3 click anziché un click solo.Ok un esempio di minore accessibilità: inserisci in una cella di openoffice calc un URL. Prova a modificare l'URL (convertito in link). Almeno da me non è possibile modificarlo, devo cancellare l'intero contenuto della cella e riscriverlo da zero, tanto per citare un bug che ho riscontrato di persona.
      A prescindere... cosa c'entra il formato? Cosa
      c'entra il software
      particolare?Il formato in sé non è colpevole. Semmai sarebbe colpevole l'amministrazione pubblica a migrare a ODF, quando i software che supportano ODF, in quanto ad accessibilità, sono nettamente inferiori (stando a Winske) ai prodotti commerciali attualmente disponibili sul mercato. Se l'amministrazione pubblica passa ad un formato, pubblicherà i documenti in quel formato e la gente comune dovrà usar quel formato. No? Ma forse è un allarma inutile. Probabilmente i moduli verranno pubblicati comunque in entrambi i formati, dato che openoffice può salvare sia in ODF che in formati M$ Office.
      Io credo che sia il desktop enviroment a fornire
      supporto per i disabili, e non il software
      particolare. Mi
      spiego.Certo, il sistema di base dovrebbe essere accessibile e fornire il supporto di base...
      Se uno non ci vede bene, OpenOffice deve
      implementare un ingranditore di schermo? O lo
      deve fare
      KDE/GNOME/...?Lo potrebbe implementare ad es. una ditta di software specializzata nel fornire soluzioni per disabili... e lo potrebbe far pagare fior di quattrini (gli screen reader per non vedenti sono a pagamento). Oppure potrebbe implementarlo qualsiasi team, dipende dalle priorità.Probabilmente i team di kde, gnome ecc. hanno come priorità quella di creare un sistema utilizzabile dalla maggioranza. Per quel che riguarda la minoranza formata dai disabili ecc. forse intendono occuparsene in un secondo tempo, quando il numero di utenti ne giustificherà gli sforzi.Sono già in "pochi" ad usare openoffice. disabili che usano openoffice sono ancora di meno. Alla peggio usano MS Office come han fatto fin'ora, no?Quando openoffice sarà abb. maturo e sarà più accessibile lo potranno usare anche i disabili. Occorre del tempo per apportare queste modifiche e immagino che non sia tanto facile...
      Se uno non può usare il mouse, OpenOffice deve
      implementare i driver del joistick per disabili?
      E lo deve fare anche Firefox? Non credo
      proprio.esatto, ma questo c'entra ben poco credo. un driver viene fatto per il sistema operativo, non per un'applicazione...
      Pubblicità occulta. Ecco cosa fda questo articolo.può darsi. magari qualcuno creerà dei plugin per openoffice al fine di renderlo più accessibile ai disabili. non vedo che male ci sia. anzi... alla fine il presidente dell'associazione ai disabili ha lanciato un appello. vediamo chi reagirà costruendo qualcosa che soddisfi le esigente di questo "mercato" (seppur di nicchia).
  • Cobra Reale scrive:
    Le critiche sono ben accette
    Credo che gli sviluppatori risolveranno i problemi in tempi brevi.
    • pentolino scrive:
      Re: Le critiche sono ben accette
      - Scritto da: Cobra Reale
      Credo che gli sviluppatori risolveranno i
      problemi in tempi
      brevi.Beh, brevi non so... non è una di quelle cose che risolvi in 5 minuti...Comunque sono convinto che cercheranno di rimediare il prima possibile, la critica è valida e rispondere coi fatti sarebbe tra le altre cose una mossa strategica fondamentale per la diffusione dei formati aperti (OD in particolare ovviamente)
  • Anonimo scrive:
    Non è una novotà
    Che Microsoft è preferita dagli handicappati.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è una novotà
      - Scritto da:
      Che Microsoft è preferita dagli handicappati.Non solo, la preferisco anch'io, e un 95% di utenti "normali".
      • Anonimo scrive:
        Re: Non è una novotà
        - Scritto da:
        Non solo, la preferisco anch'io, e un 95% di
        utenti
        "normali".Cala cala che gli utenti "normali" di Microzozz state diminuendo parecchio...E poi M$, il sistema operativo dell'uomo comune, dell'utente "normale".Suona quasi come spregiativo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è una novotà
      Sembra quasi che sia una protesta sollevata da M$ contro ODF e Firefox. Dato che se la prende con gli argomenti HOT del momento ossia ODF standardizzato dall'OSI e Firefox che sta scalando il web e le preferenze degli utenti in fatto di browser.Ergo una domanda nasce spontanea: M$ è composta da handicappati?O M$ non sa più che pesci pigliare e prova perfino ad usare gli handicappati contro questi fenomeni opensource incontrollabili?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è una novotà
      - Scritto da:
      Che Microsoft è preferita dagli handicappati.C'è da vergognarsi a fare post del genere
  • Anonimo scrive:
    Sì, ma che c'entra il formato?
    Prendetevela con Sun e gli sviluppatori Open Office, chiedete che la prossima release sia più attenta alle esigenze degli handicappati, ma il formato che c'entra?
    • THe_ZiPMaN scrive:
      Re: Sì, ma che c'entra il formato?
      - Scritto da:
      ma il formato che c'entra?Difatti non c'entra un beep. E' solo un modo idiota di far polemica gratuita, tipica di certe persone.
      • Anonimo scrive:
        ecco perchè attaccano il formato
        - Scritto da: THe_ZiPMaN

        - Scritto da:

        ma il formato che c'entra?

        Difatti non c'entra un beep. E' solo un modo
        idiota di far polemica gratuita, tipica di certe
        persone.te lo spiego io cosa ha a che fare il formato.seguimi eh?opendocument è utilizzabile solo con una ristretta cerchia di software, che al momento hanno una buona diffusione solo a livello aziendale, e siamo comuqnue al 25 % del marcato . questo significa che difficilmente vai al supermercato sotto casa e compri un pc con staroffice installato. ci sei? ok.opendocument non è pienamente interoperabile con i prodotti microsoft, questo significa che un documento creato con word od excel non saranno mai pienamente compatibili con le specifiche odt, ma word excel e compagnia bella sono i programmi che, grazie alle pressioni fatte dalle associazioni di portatori di handicap,offrono una maggiore funzionalità per chi ha esigenze particolari legate alla mobilità degli arti.ora : il Massachussets ha deciso che il grosso dei suoi computer useranno programmi che supportano odt (staroffice, openoffice e così via).quindi tutti i portatori di handicap che avranno a che fare con uffici pubblici del Massachussets (perchè ci lavorano, perchè devono presentare documenti via email , perchè frequentano un ospedale od un centro di riabilistazione statale ) saranno costretti dall'adozione di questo formato ad utilizzare programmi per ufficio che per loro sono più difficili da usare perchè meno provvisti di strumenti per chi, ad esempio, non ha l'uso di due mani e deve scrivere solo con l'ausilio di un mouse , o hanno problemi nei movimenti alle mani.come vadi non si tratta di una giusta protesta da parte di chi, come i disabili, deve lottare quotidianamente pe runa normalità sempr ein equilibrio precario.
        • Anonimo scrive:
          Re: ecco perchè attaccano il formato

          te lo spiego io cosa ha a che fare il
          formato.seguimi
          eh?

          opendocument è utilizzabile solo con una
          ristretta cerchia di software, che al momento
          hanno una buona diffusione solo a livello
          aziendale, e siamo comuqnue al 25 % del marcato .
          questo significa che difficilmente vai al
          supermercato sotto casa e compri un pc con
          staroffice installato. ci sei?
          ok.
          opendocument non è pienamente interoperabile con
          i prodotti microsoft, questo significa che un
          documento creato con word od excel non saranno
          mai pienamente compatibili con le specifiche odt,
          ma word excel e compagnia bella sono i programmi
          che, grazie alle pressioni fatte dalle
          associazioni di portatori di handicap,offrono una
          maggiore funzionalità per chi ha esigenze
          particolari legate alla mobilità degli arti.ora :
          il Massachussets ha deciso che il grosso dei suoi
          computer useranno programmi che supportano odt
          (staroffice, openoffice e così via).quindi tutti
          i portatori di handicap che avranno a che fare
          con uffici pubblici del Massachussets (perchè ci
          lavorano, perchè devono presentare documenti via
          email , perchè frequentano un ospedale od un
          centro di riabilistazione statale ) saranno
          costretti dall'adozione di questo formato ad
          utilizzare programmi per ufficio che per loro
          sono più difficili da usare perchè meno
          provvisti di strumenti per chi, ad esempio, non
          ha l'uso di due mani e deve scrivere solo con
          l'ausilio di un mouse , o hanno problemi nei
          movimenti alle
          mani.

          come vadi non si tratta di una giusta protesta da
          parte di chi, come i disabili, deve lottare
          quotidianamente pe runa normalità sempr ein
          equilibrio
          precario.Tutto bello. Ma se ODF è standard, perché non chiedere ad MS di integrarlo, piuttosto che chiedere alla PA di non adottare uno standard libero (che, tra parentesi, favorirebbe moltissime altre persone)?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sì, ma che c'entra il formato?
      - Scritto da:
      Prendetevela con Sun e gli sviluppatori Open
      Office, chiedete che la prossima release sia più
      attenta alle esigenze degli handicappati, ma il
      formato che
      c'entra?Rileggere! Rileggere!"John Winske (...) è convinto che il formato OpenDocument non sia supportato da nessun applicativo realmente utilizzabile dai portatori di handicap."Non hai capito quindi rileggi."da nessun applicativo realmente utilizzabile dai portatori di handicap."E aggiungiamo"per il momento, nessuno dei maggiori applicativi che supportano a livello nativo il formato OpenOffice è in grado di fornire un adeguato livello d'accessibilità."Nota l'espressione:"nessuno dei maggiori applicativi"Ora come vedi, il tuo commento e' inutile, dimostra che non hai letto.Infatti si parla di applicativi che non supportano adeguatamente, non si critica il formato in quanto tale.Quindi che scrivi a fare?
      • burnit scrive:
        Re: Sì, ma che c'entra il formato?

        Nota l'espressione:

        "nessuno dei maggiori applicativi"

        Ora come vedi, il tuo commento e' inutile,
        dimostra che non hai
        letto.

        Infatti si parla di applicativi che non
        supportano adeguatamente, non si critica il
        formato in quanto
        tale.
        Quindi che scrivi a fare?Leggi il titolo....e fallo ancora......... non hai capito?OpenDocument nel mirino dei disabili E NONOpenOffice, Firefox, StarOffice nel mirino dei disabili.Titolo semplicemente fuorviante.Quindi... che scrivi a fare?
        • Anonimo scrive:
          Re: Sì, ma che c'entra il formato?
          Quindi tu vieni a scrivere nel forum dopo la lettura del solo titolo e non dell'articolo?
          • Anonimo scrive:
            Re: Sì, ma che c'entra il formato?
            - Scritto da:

            Quindi tu vieni a scrivere nel forum dopo la
            lettura del solo titolo e non
            dell'articolo?
            Se si limita a commentare il titolo qual'e` ilproblema?O il concetto e` che nel titolo si puo` scrivere qualsiasi cosa, tanto poi c'e` l'articolo?
    • Cavallo GolOso scrive:
      Re: Sì, ma che c'entra il formato?
      - Scritto da:
      Prendetevela con Sun e gli sviluppatori Open
      Office, chiedete che la prossima release sia più
      attenta alle esigenze degli handicappati, ma il
      formato che
      c'entra?la relazione è scritta abbastanza chiaramente: dice che "nessuno dei maggiori applicativi che supportano a livello nativo il formato OpenOffice è in grado di fornire un adeguato livello d'accessibilità" Mica critica l'idea di opendocument.Il suo problema è l'accessibilità e vedendosi cambiare una tecnologia sotto il naso, deve magari combattere una seconda volta una battaglia che aveva già vinto, con fatica. :)forse :)
  • Anonimo scrive:
    Ennesima dimostrazione...
    ...che MS produce SW per minorati (troll2)(troll2)(troll2) :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Ennesima dimostrazione...
      - Scritto da:
      ...che MS produce SW per minorati
      (troll2)(troll2)(troll2)
      :DROTFL!!! (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(anche se era pesante...)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ennesima dimostrazione...
      se ne avessi uno in casa ti saresti risparmiato questa schifezza. Complimenti
      • Anonimo scrive:
        Re: Ennesima dimostrazione...
        - Scritto da:
        se ne avessi uno in casa ti saresti risparmiato
        questa schifezza.
        ComplimentiSeriosità, che fare?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ennesima dimostrazione...
        - Scritto da:
        se ne avessi uno in casa ti saresti risparmiato
        questa schifezza.
        Complimentila battuta era ottima. purtroppo certa gente non riesce proprio a ironizzare su certi argomenti relegandoli così a tabooe facendoli pesare ancora di più di quanto non lo siano.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ennesima dimostrazione...
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          se ne avessi uno in casa ti saresti risparmiato

          questa schifezza.

          Complimenti

          la battuta era ottima. purtroppo certa gente non
          riesce proprio a ironizzare su certi argomenti
          relegandoli così a tabooe facendoli pesare ancora
          di più di quanto non lo
          siano.Certe battute risultano ovviamente di cattivo gusto verso alcune categorie di persone, non importa quanto divertenti e geniali esse siano. Una cosa è fare una battuta con gli amici al bar quando sei sicuro di non offendere nessuno, un'altra è postare la battuta in internet.Tu racconteresti una barzelleta sui balbuzienti ad un balbuziente?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima dimostrazione...
            - Scritto da:
            Tu racconteresti una barzelleta sui balbuzienti
            ad un
            balbuziente?Perché no, magari è un modo per sdrammatizzare. Molte persone con diabilità varie che conosco sono perfettamente in grado di accettare e scherzare sulla loro condizione.In caso contrario si diventa come il nano della canzone di De André...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima dimostrazione...
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Tu racconteresti una barzelleta sui

            balbuzienti ad un balbuziente?
            Perché no, magari è un modo per
            sdrammatizzare.
            Molte persone con diabilità varie che conosco
            sono perfettamente in grado di accettare e
            scherzare sulla loro condizione.
            In caso contrario si diventa come il nano
            della canzone di De André...All'uscita delle riunioni dell'associazione cechi della mia citta' e' un continuo scambio di battute sul tono:- Ci vediamo !- E magari !
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima dimostrazione...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            se ne avessi uno in casa ti saresti
            risparmiato


            questa schifezza.


            Complimenti



            la battuta era ottima. purtroppo certa gente non

            riesce proprio a ironizzare su certi argomenti

            relegandoli così a tabooe facendoli pesare
            ancora

            di più di quanto non lo

            siano.

            Certe battute risultano ovviamente di cattivo
            gusto verso alcune categorie di persone, non
            importa quanto divertenti e geniali esse siano.
            Una cosa è fare una battuta con gli amici al bar
            quando sei sicuro di non offendere nessuno,
            un'altra è postare la battuta in
            internet.

            Tu racconteresti una barzelleta sui balbuzienti
            ad un
            balbuziente?Una mia amica una volta ha raccontato due barzellette cattivissime sugli ebrei a un suo amico ebreo...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ennesima dimostrazione...
        - Scritto da:
        se ne avessi uno in casa ti saresti risparmiato
        questa schifezza.
        ComplimentiCome tantissime persone purtroppo gli ultimi mesi di vita di due dei miei nonni sono state segnate da gravi disabilità causate da ictus... ovviamente non facevamo loro battute cattive, ma evitavamo in tutti i modi di mostrarci tristi per non farli stare più male di quanto già stessero.Un mio conoscente che purtroppo fu segnato da gravi problemi nei suoi ultimi mesi di vita aveva una autoironia pungentissima e assolutamente politically uncorrect.Dovresti distinguere la vera cattiveria dall'umorismo "cattivo", che quasi sempre è molto meno cattivo del buonismo e della political correctness, tipiche maschere dell'ipocrisia.
    • Federikazzo scrive:
      bah
      - Scritto da:
      ...che MS produce SW per minorati
      (troll2)(troll2)(troll2)
      :Dcerte battute, onestamente, mi fanno soltanto SCHIFO. ma del resto, dato che evidentemente ms produce software per gente come TE, non posso pretendere che dalla tua testa escano frasi sensate e/o critiche costruttive.chiedo scusa ai moderatore di questo forum, ma non posso trattenermi certe volte... e spero inoltre che questo topic venga eliminato SUBITO.
    • FDG scrive:
      Re: Ennesima dimostrazione...
      - Scritto da:
      ...che MS produce SW per minorati
      (troll2)(troll2)(troll2)
      :DBattuta che ti potevi risparmiare.
  • gerry scrive:
    Formato e software
    Ma è il formato (ODF) o il software (OO/staroffice) ad essere poco accessibile?Mi sembra si stia confondendo il software col formato
    • Anonimo scrive:
      Re: Formato e software
      - Scritto da: gerry
      Ma è il formato (ODF) o il software
      (OO/staroffice) ad essere poco
      accessibile?

      Mi sembra si stia confondendo il software col
      formatoinfatti è il software a fare schifo.Solo che se non c'è il software a far girare ODF automaticamente il formato è inutile
      • Federikazzo scrive:
        Re: Formato e software
        - Scritto da:

        - Scritto da: gerry

        Ma è il formato (ODF) o il software

        (OO/staroffice) ad essere poco

        accessibile?



        Mi sembra si stia confondendo il software col

        formato
        infatti è il software a fare schifo.
        Solo che se non c'è il software a far girare ODF
        automaticamente il formato è
        inutilema non era uscito un plugin office per supportare totalmente odf?? dove sarebbe il problema allora?
        • FDG scrive:
          Re: Formato e software
          - Scritto da: Federikazzo
          ma non era uscito un plugin office per supportare
          totalmente odf?? dove sarebbe il problema
          allora?"A pensar male si fa peccato, ma molto spesso ci si azzecca".
    • Anonimo scrive:
      Re: Formato e software
      - Scritto da: gerry
      Ma è il formato (ODF) o il software
      (OO/staroffice) ad essere poco
      accessibile?

      Mi sembra si stia confondendo il software col
      formatoLo possono essere entrambi. Ad esempio può mancare la possibilità di salvare metainformazioni e informazioni testuali aggiuntive utili per i diversamente abili.
    • Anonimo scrive:
      Re: Formato e software
      Mah...non è che si intende "poco accessibile" col fatto che i software free "si troverebbero poco o niente" in negozio?E poi a nessuno è vietato di usare sia Office M$ che Office Free di qualsiasi tipo, certo che se si vuole usare qualcosa di free ci vuole uno sforzo in più (forse il problema sta qui e forse chi segue i disabili non ha voglia di imparare e spiegare qualcosa di nuovo).
Chiudi i commenti