L'Eee PC di Asus viola la GPL?

Ad affermarlo è uno sviluppatore californiano, secondo il quale Asus non fornisce il codice di tutti i software open source utilizzati nel proprio Eee PC. E non sarebbero le sole violazioni

Mountain View (USA) – Nel bel mezzo di una campagna legale di Software Freedom Law Center ( SFLC ) a difesa di un noto tool GPL, lo sviluppatore californiano Cliff Biffle ha pubblicato sul proprio blog un post in cui sostiene che il giovane subnotebook a basso costo di Asus, l’ Eee PC , porta con sé diverse violazioni alla licenza GPL .

L’Eee PC utilizza una variante della distribuzione Xandros Linux e diversi componenti open source modificati da Asus. Trattandosi di software coperto dalla GPL, Asus è obbligata a ridistribuirne il codice sorgente .

“Sul proprio sito web Asus ha pubblicato un file ZIP di 1,8 GB che a suo dire contiene i sorgenti, ma che in realtà include solo pochi file “.deb” (e neppure le versioni distribuite insieme alla macchina) e alcuni header del kernel”, ha scritto Biffle, che non risparmia al chipmaker taiwanese una frecciata: “Forse Asus pensava che nessuno avrebbe tirato giù 1,8 GB dal suo lentissimo sito, venendo così a conoscenza del contenuto del file”.

Lo sviluppatore, che sul proprio blog afferma di lavorare per una grande azienda (non citata), sostiene poi di aver disassemblato il kernel usato da Asus scoprendo che l’azienda “ha ampiamente modificato il modulo del kernel asus_acpi integrato in Linux 2.6.21.4, così da farlo funzionare con l’hardware dell’Eee PC”. Il problema, secondo Biffle, è che Asus avrebbe eliminato dai sorgenti ogni attribuzione di proprietà , tentando per altro di “mascherare quanto fatto rimuovendo ogni riferimento a asus_acpi “; Asus sarebbe inoltre rea di non ridistribuire le modifiche al codice , o quanto meno una patch.

Il programmatore ammette però di non aver contattato gli autori di asus_acpi , i quali potrebbero aver stipulato con Asus un qualche contratto di licenza: anche fosse questo il caso, Biffle sospetta che un tale accordo violerebbe i diritti di Linus Torvalds o di chi per lui .

Il blogger dice di aver tentato di contattare Asus per dei chiarimenti, ma di non aver ancora ottenuto riposta.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • roger scrive:
    LEGGIMI
    http://www.videoin.eu NOLEGGIO FILM ON LINE LEGALE!
  • Rekahr scrive:
    una lista di nonnine
    I pirati si sanno nascondere, intanto potrebbero navigare sfruttando anche semplicemente la rete wireless della nonnina della porta accanto, oppure potrebbero utilizzare un proxy o impadronirsi di un pc, magari quello di una scuola, o perchè no di un pc della gendarmeria ed utilizzarlo come proxy. insomma, vedrete che le liste dei pirati saranno piene di nonnine, casalinghe e utenti comuni dalle conoscenze informatiche mediocri.Il punto però non è questo, e mi stupisce che una persona intelligente come il presidente francese non arrivi a comprenderlo, ossia che la massima espressione della cultura di oggi giorno è proprio internet, e non è certo "regolamentando" internet che si fa un favore alla causa della cultura. Oltretutto, se Sarko crede di poter dittare internet questo dimostra che la sua è una visione medioevale della tecnologia, al massimo, quello che può riuscire a fare è mettere la francia e i francesi in una condizione culturale di sfavore rispetto al fermento che è in atto in altri paesi del mondo.
  • dante scrive:
    cina
    Qui da noi forse saranno fatte più leggi in materia,ma con la cina come la mettiamo? Chi può imporglidi darsi una calmata?
    • Non authenticat scrive:
      Re: cina
      - Scritto da: dante
      Qui da noi forse saranno fatte più leggi in
      materia,
      ma con la cina come la mettiamo? Chi può imporgli
      di darsi una calmata?mmmhhh magari I cinesi?Non sono mica pochi sai?
  • Refused scrive:
    beh...
    beh se proprio si ostinano a voler criminalizzare chiunque usi il p2p (cioe' anche chi da cio' non trae profitto economico, anche se con la nostra legge il profitto non e' inteso solo come guadagno economico) perche' la gente non inizia a CERCARE la propria privacy usando strumenti efficienti come TOR? e cosi' s'attaccano :D
  • daniele cicalò scrive:
    libertà del wwww
    Libertà del www, cari amici Luca Armani perdette contro Giorgio Armani il suo dominioUsato legalmente per la sua azienda. Il primo dicembre inizia lo sciopero della fame per riottenerlo, tutte le notizie della vecchia causa su www.copia.it e il nuovo appello su www.armani2.it . Il 18 marzo 2008 ci sarà la mia causa solito regista come avvocato il dominio in questione è ancora pi semplice una parola comune gente, trasformata in una parola con caratteristiche di unicità e esclusivo uso da parte della Rusconi editore da un giudice incapace.Tutte le mie notizie su www.genti.it grazie Daniele Cicalò
  • Michele scrive:
    Non è democratica ma.....
    E' certamente meglio la proposta di Sarcozy, che poi serve solo a spaventare la gente perchè ve l'immaginate chi dovrebbe andare a gestire una colossale banca dati con gli IP, il numero di infrazioni e così via.E' più civile un paese che ti avverte che forse hai scaricato qualcosa che non dovevi e che se lo rifai ancora sono problemi. Tu puoi reagire, difenderti, chiedere spiegazioni.Sempre meglio che trovarsi la GdF a casa e avere la vita distrutta per qualche file. Oppure essere portati in tribunale dalla RIAA negli USA.
    • paradox scrive:
      Re: Non è democratica ma.....
      tra le alternative è la meno peggio, meglio un anno di abbonamento da buttare che non decine di migliaia (o milioni) di euro di multa e/o risarcimenti dei quali probabilmente gli autori non vedrebbero neanche l'ombra, al contrario di RIAA, SIAE e affini
  • Shiba scrive:
    Politica rivolta ai giovani...
    Avrei proprio voglia di andare in Francia a ridere in faccia a tutti quei ragazzi che, intervistati al tg, hanno detto di aver votato Sarkozy in quanto più vicino a loro e a una politica moderna... Per mancanza di tempo, denaro e forse eccesso di compassione non posso che augurar loro buona fortuna...
    • bluedigit scrive:
      Re: Politica rivolta ai giovani...
      - Scritto da: Shiba
      Avrei proprio voglia di andare in Francia a
      ridere in faccia a tutti quei ragazzi che,
      intervistati al tg, hanno detto di aver votato
      Sarkozy in quanto più vicino a loro e a una
      politica moderna... Per mancanza di tempo, denaro
      e forse eccesso di compassione non posso che
      augurar loro buona
      fortuna...quoto! I cari vicini si devono essere dimenticati tutto,dalla Repubblica di Vichy alla rivolta delle banlieu!Il buona fortuna è d'obbligo....
  • Bonus Tracker scrive:
    Alizé è legale?
    tanto per sapere....
  • Liopardo scrive:
    Ode al Sarkozy
    Sarkozy del pitupìSarkomà del putipù
  • Carlo De Visu scrive:
    Perché non scollegare i WinZombie?
    Perché con lo stesso sistema non scollegare da Internet i WinZombie?Certo scollegare solo quelli francesi non sarebbe sufficiente ma sarebbe già un inizio, e sensibilizzerebbe certamente l'utenza sulle problematiche di sicurezza legate ad un PC anche se solo per uso domestico.Però questo farebbe sicuramente incazzare non tanto il popolino bue, quanto il proprietario della casa che produce il sistema più bucato e bucabile del mondo, anche noto ai più come Microsoft Windows, per la cattiva pubblicità che ne guadagnerebbe, e si sa gli interessi di chi ha tanti $$$ non è bene che vengano ostacolati dalla politica.
    • kiky scrive:
      Re: Perché non scollegare i WinZombie?
      Il Russian business network buca tutto, quindi cosa vuois collegare, fin quando ci sono i co----ni che collegati alla rete pensano a non agionrare antivir e firewall....
  • skeleti scrive:
    Al servizio di chi?
    Scusate se inizio un altro post così tardi, ma vorrei sottoporvi una domanda:ma questi capperi di politici che noi eleggiamo (il popolo!) ma dovrebbero essere al nostro servizio!E mi spiegate in che modo lo sono?Questa è la cosa che maggiormente mi scandalizza!Non mi interessa del p2p o di tutto il resto, ma vorrei capirla questa cosa:Noi eleggiamo i politici perché ci governino e facciano quanto possibile per noi popolo, che pensino delle leggi per noi, insomma che lavorino perché la nostra comunità migliori!Ma chi di voi mi dice una legge del genere (e come questa molte altre) può esserci utile?Spiegatemelo, ditemi a chi serve questa politica!
    • Non authenticat scrive:
      Re: Al servizio di chi?
      - Scritto da: skeleti
      Scusate se inizio un altro post così tardi, ma
      vorrei sottoporvi una
      domanda:La domanda è quella giusta!Complimenti...Purtroppo nessuno degli interpellati ha fino ad ora fornito risposte "convincenti". :s-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 novembre 2007 18.59-----------------------------------------------------------
    • Get Real scrive:
      Re: Al servizio di chi?
      Quanta ingenuità nel tuo post.Noi eleggiamo i politici, si, perchè facciano il bene del Paese. Fatto sta che il bene del Paese, cioè ormai dell'UE, sia un'economia funzionante, e l'economia non la facciamo funzionare noi.Non siamo noi che produciamo PIL.Sono i grossi complessi industriali, tra cui quelli dell'intrattenimento.Tra il bene tuo e quello di società con un fatturato di miliardi, quale pensi che lo Stato sceglierà?Renditi conto che la tua stessa vita, la mia vita, la vita di migliaia di cittadini sono NULLA rispetto al giro d'affari di un big dell'intrattenimento.Se lo Stato deve scegliere tra noi e Vivendi, ebbene noi perdiamo. Sempre.
      • Non authenticat scrive:
        Re: Al servizio di chi?
        - Scritto da: Get Real

        Se lo Stato deve scegliere tra noi e Vivendi,
        ebbene noi perdiamo.
        Sempre.Sagliato!Parla per te!TU (forse) perdi sempre... altri pensano che fare la guerra ai propri clienti (quelli che hanno in mano il portafogli che produce il tuo "fantastico" fatturato) non porti generalmente "bene"... anzi molti pensano che porti al fallimento! :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 novembre 2007 12.55-----------------------------------------------------------
      • paradox scrive:
        Re: Al servizio di chi?
        Vorrei poter dire che non è così, invece devo darti ragione....
  • Silvio scrive:
    Per una volta...
    ...mi sento fortunato ad essere italiano!!! No, beh anche le 4 stellette sulla maglia mi fanno sentire fortunato ;D
  • max rada scrive:
    Tassa P2P?
    Ma perché non si fa una tassa per coloro che dichiarano di scaricare col p2p e buonanotte? Per le percentuali da corrispondere agli autori si possono utilizzare le classifiche dei download.
    • C12- scrive:
      Re: Tassa P2P?
      - Scritto da: max rada
      Ma perché non si fa una tassa per coloro che
      dichiarano di scaricare col p2p e buonanotte? Per
      le percentuali da corrispondere agli autori si
      possono utilizzare le classifiche dei
      download.C'è già, si chiama "equo compenso", e la pagano anche quelli che non scaricano con P2P.
  • andy61 scrive:
    Interessante Relakks, ma ...
    ... faccio sempre l'avvocato del diavolo, e quindi vi prego di perdonare questa mia considerazione.Relakks offre un bellissimo servizio, e devo dire anche ragionevolmente economico.Resta però il fatto che tutte le VPN terminano in Relakks, e da li il traffico è quello che avete generato voi.Potrà essere anche complicato per Tizio, Caio o Sempronio capire da Internet che cosa state facendo, ma è di una semplicità incredibile farlo direttamente sui server di Relakks.Ora, se io fossi una persona interessata a controllare il traffico di coloro che non vogliono farsi controllare il traffico, cosa farei?Ad esempio, metterei in piedi un servizio come Relakks: molti di coloro che voglio controllare verrebbero spontaneamente tra le mie braccia, e per di più pagandomi!Di fatto, i server di Relakks non sono diversi da un qualunque server Tor, di cui è stata dimostrata l'inutilità, se il traffico non viene criptato alla fonte.Anzi, è peggio, perché il servizio è centralizzato, mentre quello di Tor è distribuito, e quindi più difficile da correlare.
    • abcd efgh scrive:
      Re: Interessante Relakks, ma ...
      Il problema di Tor è che il tuo provider può vedere il traffico che esce in chiaro, quindi l'anonimato è a rischio.
      • andy61 scrive:
        Re: Interessante Relakks, ma ...
        Relakks come Tor, con l'aggravante che può vedere tutto di tutti, mentre con Tor puoi vedere soltanto il traffico di coloro che usano il tuo server come entry o exit point.
        • abcd efgh scrive:
          Re: Interessante Relakks, ma ...
          Non mi risulta che il provider possa vedere il traffico di chi usa Relakks...è un traffico criptato (VPN)
    • fred scrive:
      Re: Interessante Relakks, ma ...
      sara' la volta che un p2p anonimo prende piede e viene sfruttato in modo massiccio;da ricordare che le prestazioni si riducono dal 30 al 50% a pari banda occupata (per garantire un buon livello di anonimato fra i due che scambiano un dato), ma se realmente le loro linee sono piu' veloci sopravviveranno, scaricando meno ma sopravviveranno.
  • UnasSlayerOfTheGods scrive:
    Denis Olivennes: "Gratis e' un furto"...
    Da http://tomegatherion.blog.kataweb.it/2007/11/26/3/ giusto per capire che tipo sia questo capo di FNAC:Mette tristezza poi ritrovare legato a questa iniziativa, che rischia di calpestare i diritti degli utenti, il nome di fnac, che invece era nato come gruppo di acquisto al servizio dei consumatori (http://www.fnac.it/it/Institutional/tuttoFnac.aspx): il testo dellaccordo è stato infatti elaborato in un gruppo di lavoro coordinato dal CEO di fnac, Denis Olivennes, autore di un libro pubblicato ad inizio anno e dal titolo illuminante, La gratuité cest le vol (http://www4.fnac.com/Shelf/article.aspx?PRID=1926515) (Gratis è un furto, secondo la traduzione nellarticolo del FT). Tutto questo, nonostante gli studi che da qualche tempo cercano ad esempio di sfatare il (presunto) nesso tra download illegale di musica e diminuzione delle vendite di CD [...]
    • C12- scrive:
      Re: Denis Olivennes: "Gratis e' un furto"...
      Diffidate sempre da quelli che vogliono stabilire equivalenze tra parole e concetti diversi (il caldo è freddo, i diversi sono uguali, la copia è un furto, ecc.) oltre ad abusare della lingua che parlano, perché ad ogni parola corrisponde un'idea e parole diverse rappresentano idee diverse, cercano evidentemente di "mettervelo in quel posto".
      • La redazione con i cont scrive:
        Re: Denis Olivennes: "Gratis e' un furto"...
        L'unica valida e' Berlusconi=DemonioAh, no anche quelli che han detto questa ora ce lo stanno mettendo in quel posto.Come non detto, hai ragione tu!
  • mario rossi scrive:
    e tor e proxy??? dimenticati?
    e di tor e proxy si sono dimenticati????ahahhaahah
    • fred scrive:
      Re: e tor e proxy??? dimenticati?
      Dove la trovi tutta quella banda passante da utiklizzare? in fondo si tratta di p2p, non di navigazione anonima.
  • Caleb scrive:
    la foto ...
    Ahahahah, grandissimo chi ha avuto l'idea di quella foto ... è stupendaaa!! ROTFL
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: la foto ...
      - Scritto da: Caleb
      Ahahahah, grandissimo chi ha avuto l'idea di
      quella foto ... è stupendaaa!!
      ROTFL;) da anni, da sempre, le illustrazioni di copertina hanno sempre la stessa firma.. la mia. Ma devi ringraziare la somiglianza tra Amelie e Nicolas, non e' colpa mia sono uguali :DLucaS
      • Io blocco il P2P scrive:
        Re: la foto ...
        - Scritto da: Luca Schiavoni
        - Scritto da: Caleb

        Ahahahah, grandissimo chi ha avuto l'idea di

        quella foto ... è stupendaaa!!

        ROTFL

        ;) da anni, da sempre, le illustrazioni di
        copertina hanno sempre la stessa firma.. la mia.
        Ma devi ringraziare la somiglianza tra Amelie e
        Nicolas, non e' colpa mia sono uguali
        :D

        LucaSQuindi dopo un pacco di anni che disegni zozzerie finalmente ti è uscita una perla.
      • Linaro scrive:
        Re: la foto ...
        A me invece inquieta parecchio.Si, perché l'occhio vede di striscio la capigliatura della bella Amelie, allora corre a cercare il suo dolce sorriso... e invece ci trova il ghigno sadico di Sarkozy. :|
      • Non authenticat scrive:
        Re: la foto ...
        - Scritto da: Luca Schiavoni
        - Scritto da: Caleb

        Ahahahah, grandissimo chi ha avuto l'idea di

        quella foto ... è stupendaaa!!

        ROTFL

        ;) da anni, da sempre, le illustrazioni di
        copertina hanno sempre la stessa firma.. la mia.
        Ma devi ringraziare la somiglianza tra Amelie e
        Nicolas, non e' colpa mia sono uguali
        :DBhe... oddio proprio uguali uguali non direi... non fare il modesto... ;)
  • Libertà scrive:
    VIVA LA LIBERTA' !!!
    siamo tutti liberi di eseguire quello che vogliamo entro il rispetto del singolo prossimo (non delle multinazionali che sfornano milioni di euro al giorno).l'idiozia dei fascisti non ha limiti, sarkozi è fascista, come i suoi colleghi itaglioti, tetteschi e amerdicani.considerazioni simili sarebbero da interpretare come ennesima mossa del NWO per bloccare la libera informazione sulla rete.
    • Giuseppe Rossi scrive:
      Re: VIVA LA LIBERTA' !!!
      Con sto "fascista" siete patetici, scrivi anche "comunista" qualche volta visto che non fa poi tanta differenza !Quando uno come te non sa che dire ha subito una parola in bocca, peccato che da 60 anni altro non sappiate dire.In ogni caso il diritto di autore non morirà !
      • screamer scrive:
        Re: VIVA LA LIBERTA' !!!
        eh? guarda che comunismo e fascimo sono 2 facce della stessa moneta. i più grandi storici del '900 hanno diviso il fascimo in due colori: quello rosso e quello nero.quindi con il termine fascista si intendono entrambi!l'ignoranza è una brutta cosa, studia un po' di più mio caro dipendente SIAE.il diritto d'autore è morto da 10 anni ma viene tenuto in vita dalle leggi fatte ad-hoc per chi campa sul lavoro degli altri.
  • ryoga scrive:
    Ottima Mossa!
    Se sei un pirata, VIA DALLA RETE!!!La Rete e' COSA NOSTRA!Ottimo... ottimo...chissa' cosa ne penseranno le multinazionali delle telecomunicazioni, quando 1-2-5-10-100 milioni di utenti verranno bannati e quei stessi utenti cominceranno a utilizzare reti alternative per scambiarsi file tra loro.Anni fa esistevano le BBS, ora con il wi-fi e con router wireless messi ovunque ( qualcuno ha detto Fon? ), il segnale arriva a diversi metri di distanza.La gente comincerà a essere bannata da internet ( dallo Stato ), e si ritroverà a studiare un metodo per poter scaricare allo stesso modo. Questo metodo, si chiama connessione wireless, la gente comincerà ad utilizzare queste connessioni wireless per collegarsi ad altri, e ad altri, a velocità di 100Mbps.Insomma, delle micro-reti che pian piano diverranno sempre piu' numerose e si agganceranno le une alle altre.Tutte senza "controllori", tutte senza "spazzatura", senza pubblicità, senza intermezzi politici etc.etc.Una rete libera.Internet esiste grazie a "NOI" tutti, e se cominceranno a buttar giu' 1-2 milioni di persone, queste si riverseranno in altre reti.Il sesso e il FREE ha sempre mosso qualsiasi mercato. Eliminando entrambi dalla rete, resteranno solo loro con le loro leggine. La gente ormai e' sveglia.Non hanno soldi per buttarli in cd e dvd originali a 20 e 30 euro.1/20 di stipendio per un dvd e' un furto.1/20 di stipendio equivale a dire che per 4 giorni non mangio.Andassero pure avanti nelle loro idee, quando si ritroveranno senza pubblico ( sempreche' qualcuno non li faccia saltare in aria ), rimpiangeranno i loro anni d'oro.
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: Ottima Mossa!
      - Scritto da: ryoga
      Se sei un pirata, VIA DALLA RETE!!!
      La Rete e' COSA NOSTRA!non suona molto bene come slogan, sai ;)lo dissero alcuni emigranti italiani in USA anni fa ;) per il resto e' un bel proposito, ma i cavi sotto l'oceano quando andiamo a metterli per avere una dorsale tutta nostra? non e' che sei lo stesso che diceva che per fare la rete GPS europea con Linux non si spenderebbe una lira (Galileo), e anche li per piazzare i satelliti cerchiamo manodopera da subito senno'...
      Ottimo... ottimo...
      chissa' cosa ne penseranno le multinazionali
      delle telecomunicazioni, quando 1-2-5-10-100
      milioni di utenti verranno bannati e quei stessi
      utenti cominceranno a utilizzare reti alternative
      per scambiarsi file tra
      loro.sono bencontente di eliminare dalla Rete quella minoranza che fa la maggioranza del traffico. IMHOnon fanno altro che filtrare o cercare di limitare.. o no?
      Anni fa esistevano le BBS, ora con il wi-fi e con
      router wireless messi ovunque ( qualcuno ha detto
      Fon? ), il segnale arriva a diversi metri di
      distanza.si ovunque. Fatti un giro in qualsiasi campagna italianao, tranne quella intorno ancona dove una azienda di veri imprenditori ha messo le antenne PRIMA di avere 15/20 richieste e 200 euro di attivazione da ognuno (praticamente le antenne le pagano gli utenti, sulla fiducia)... anche qui che si fa? Andiamo a piantare antenne ? Le facciamo col rame rubato nei cimiteri? :Dsu.
      La gente comincerà a essere bannata da internet (
      dallo Stato ), e si ritroverà a studiare un
      metodo per poter scaricare allo stesso modo.
      Questo metodo, si chiama connessione wireless, la
      gente comincerà ad utilizzare queste connessioni
      wireless per collegarsi ad altri, e ad altri, a
      velocità di
      100Mbps.ma la rete wireless di chi? dove? da qualche parte un nodo della rete devono toccarlo anche quelle eh ;) e per fare una rete di antenne, a qualche migliaio d'euro l'una, chi paga? tutto free tutto bello tutto yeas, ma chi paga?
      Insomma, delle micro-reti che pian piano
      diverranno sempre piu' numerose e si agganceranno
      le une alle
      altre.ma quella puoi farla sin d'ora e tante ce ne sono, ma poi su internet , cioe' sulla rete quella grossa che c'e' gia', ci vorrai arrivare in qualche modo ?in via teorica freenet da anni propone - piu o meno - qualcosa del genere, fon idem. ma ndo stanno i milioni di utenti di internet , li'?
      Tutte senza "controllori", tutte senza
      "spazzatura", senza pubblicità, senza intermezzi
      politici
      etc.etc.

      Una rete libera.si, e gratuita.ma chi paga?
      Internet esiste grazie a "NOI" tutti, e se
      cominceranno a buttar giu' 1-2 milioni di
      persone, queste si riverseranno in altre
      reti.IMHO esiste grazie a chi paga, altrimenti il cavo sotto l'oceano devono aspettare che lo sistema Superman :Dche e' l unico che non vuole niente in cambio.
      Il sesso e il FREE ha sempre mosso qualsiasi
      mercato. Eliminando entrambi dalla rete,
      resteranno solo loro con le loro leggine.restera' un sacco di roba, ma forse e' meglio intervenire sulla rete accessibile a tutti, e non sulle retine private di cui sogni. o no?Io voglio che sia libera la Rete di tutti, quella che arriva anche in Cina, quella che deve arrivare anche da me piu veloce, la Rete. Una seconda rete, per p2p sesso e free, è un sogno anarchico. < La
      gente ormai e'
      sveglia.e sogna ad occhi aperti.
      Non hanno soldi per buttarli in cd e dvd
      originali a 20 e 30
      euro.
      1/20 di stipendio per un dvd e' un furto.400 euro di stipendio ?chi fuma ne spende 100 al mese (3.5 euro x 30), un quarto dello stipendio allora. non penso che la sua preoccupazione e' trovare DVD a meno, e fra l'altro DVD nuovi a 30 euro sono una eccezione. 300, una delle ultime grosse uscite, costa meno della meta'.Quindi stai dando un po.. i numeri ;)sono cari, ok, ma non gonfiamo le cifre oltre il dovuto.
      1/20 di stipendio equivale a dire che per 4
      giorni non
      mangio.dipende, ma comprare DVD non e' un diritto. Piu che altro a Roma li affittano a 70 centesimi, qui da me in toscana minimo 3 euro. A quanti giorni di cibo corrispondono? :D
      Andassero pure avanti nelle loro idee, quando si
      ritroveranno senza pubblico ( sempreche' qualcuno
      non li faccia saltare in aria ), rimpiangeranno i
      loro anni
      d'oro.aah ok, ecco cosa devi fare prima di sistemare i cavi sotto l'oceano, dopo che e' saltato tutto. aiut. ehm.ics.sogh.ciau!LucaS
      • mauri scrive:
        Re: Ottima Mossa!
        - Scritto da: Luca Schiavoni Ottimo intervento di Schiavoni, al solito pieno di ironia spiccia, supponenza e boria da vendere; aspettiamo quindi con ansia la recensione della prossima miracolosa "strappa-zappa-pippa" utility per windows.
      • Stargazer scrive:
        Re: Ottima Mossa!

        Scritto da: Luca Schiavoni

        - Scritto da: ryoga
        anche qui che si fa? Andiamo a piantare antenne ?
        Le facciamo col rame rubato nei cimiteri?Evidentemente son convinti che bastano i tubi delle pringles

        La gente comincerà a essere bannata da internetmeno male non vedo l'oracosì la smetteranno di ingolfare la rete
        in via teorica freenet da anni propone - piu o
        meno - qualcosa del genere, fon idem.mah sarà qui quelle di fon son tutte chiuse e a pagamento perché non son fessiviceversa tutte le alici fastweb ecc dei ragazzini sono aperte, evidentemente non conoscono l'esistenza dell'ssid...
      • Non authenticat scrive:
        Re: Ottima Mossa!
        - Scritto da: Luca Schiavoni
        - Scritto da: ryoga

        Se sei un pirata, VIA DALLA RETE!!!

        La Rete e' COSA NOSTRA!

        non suona molto bene come slogan, sai ;)
        lo dissero alcuni emigranti italiani in USA anni
        fa ;)
        Battuta infelice caro "schiavoni"... e poco pertinente...Che la rete sia cosa nostra è un fatto! ed è proprio una questione di soldi!Fammi capire a te risulta che la paghi Sarkozy?La pagano le major?No davvero... dimmi dimmi chi è che paga ?

        per il resto e' un bel proposito, ma i cavi sotto
        l'oceano quando andiamo a metterli per avere una
        dorsale tutta nostra?
        Perchè adesso i cavi non ci sono?...Ti risulta li paghi sarkò?O li pagano i cosidetti "utenti"?

        sono bencontente di eliminare dalla Rete quella
        minoranza che fa la maggioranza del traffico.
        IMHODavvero? ne sei convinto?Hai dati?. A me risulta che le cose stiano diversamente....Le statistiche dicono che la maggiore fonte di traffico sono nell'ordine:1) Spam2) Scans provocati da computers infettati3) Siti Porno e relativi video.4) "social networking" (non p2p si parla di roba tipo YOU TUBE)5) p2p.......Qualunque ISP (o il semplice log di un server) te lo possono confermare!

        non fanno altro che filtrare o cercare di
        limitare.. o no?No parlano, così dice Sarkò, (a parte che vorrei sapere come) di proibire l'accesso agli "scaricatori" abusivi...
        anche qui che si fa? Andiamo a piantare antenne ?
        Le facciamo col rame rubato nei cimiteri?
        :D
        su.mmmmhh perchè quelle dei telefonini con che rame le fanno?...E anche quelle le paga Sarkò?Le major?...


        La gente comincerà a essere bannata da internet
        (

        dallo Stato ), e si ritroverà a studiare un

        metodo per poter scaricare allo stesso modo.

        Questo metodo, si chiama connessione wireless,
        la

        gente comincerà ad utilizzare queste connessioni

        wireless per collegarsi ad altri, e ad altri, a

        velocità di

        100Mbps.

        ma la rete wireless di chi? dove? da qualche
        parte un nodo della rete devono toccarlo anche
        quelle eh ;)Certo che sì!E dove sta il problema ? Una struttura di distribuzione wireless non vuole dire che sia wireless il backbone!E ribadisco il backbone lo pagano (già ora) gli utenti!Non babbo natale!Questo rimane vero in ogni caso.Per quale motivo se gli utenti pagano (e profumatamente) già ora non dovrebbero essere disposti a farlo se cambia il mezzo distributivo da Wired a Wireless??Dove sta il problema?..Del resto Wired e wireless sono virtualmente la stessa cosa già ora nessuno al mondo è in grado di impedire (banda permettendo) di attaccare tutti i computer che vuoi ad una singola connessione è un fatto implicito nella stessa struttura (IP) della rete!L'accesso (di fatto) nessuno è REALMENTE in ggrado di controllarlo sino all'ultimo elemento della catena WIRELESS o non WIRELESS!Caro schiavoni!C'èst la vie!Rassegnati!


        e per fare una rete di antenne, a qualche
        migliaio d'euro l'una, chi paga?


        tutto free tutto bello tutto yeas, ma chi paga? Ma ce l'hai col free?... chi paga lo abbiamo già detto paga la gente!E già ora non è affatto free TUTTI pagano e pagano profumatamente!Free as in freedom non è FREE AS IN BEER!



        Insomma, delle micro-reti che pian piano

        diverranno sempre piu' numerose e si
        agganceranno

        le une alle

        altre.

        ma quella puoi farla sin d'ora e tante ce ne
        sono, ma poi su internet , cioe' sulla rete
        quella grossa che c'e' gia', ci vorrai arrivare
        in qualche modo
        ?Quella grossa?e Quale sarebbe quella "grossa"?... quella grossa è grossa perchè è fatta di utenti non di major e di Sarkò!Oltre un miliardo!

        ma ndo stanno i milioni di utenti di internet ,
        li'?Stanno dove trovano ciò che cercano! per definizione caro Schiavoni... i siti (e anche il traffico) se non offrno ciò che la gente cerca si svuotano e muoiono!Nessuno può fare la guerra ai propri clienti!E se la fa la perde (per definizione) dato che sono loro a pagare!E questo vale anche per le major e gli elettori di Sarkò


        si, e gratuita.Aridajje

        ma chi paga?Mi pare che sia chiaro! (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)


        Internet esiste grazie a "NOI" tutti, e se

        cominceranno a buttar giu' 1-2 milioni di

        persone, queste si riverseranno in altre

        reti.

        IMHO esiste grazie a chi paga, altrimenti il cavo
        sotto l'oceano devono aspettare che lo sistema
        Superman
        :DSuperman e il cavo lo paghiamo sempre noi non è stato "concesso" (e anzi iper allargato) per filantropia!Quel cavo c'è perchè c'è la rete non il contrario!Infatti prima della rete su quel cavo la banda era poca e costava un ira di dio...La iffusione della rete lo ha fatto crescere e ha fatto diventare economica (fattore di scala) il cavo stesso e ne ha fatti stendere di nuovi!!!!Hai invertito causa e effetto mio caro!Sul resto .... pietoso velo...Ciao Schiavoni...E a proposito... sogni d'oro... rifatti pure vivo al risveglio quando mi avrai trovato il modo di spiegarci che la rete ce la pagano le major e Sarkò!Buona notte!
        • Luca Schiavoni scrive:
          Re: Ottima Mossa!
          - Scritto da: Non authenticatper farti capire quanto non hai capito, eccoti l 'esempio di quanto io sono "contro il free" :Dpidownload.itbonanotteeLucaS
          • Non authenticat scrive:
            Re: Ottima Mossa!
            - Scritto da: Luca Schiavoni
            - Scritto da: Non authenticat


            per farti capire quanto non hai capito, eccoti l
            'esempio di quanto io sono "contro il free"
            :D

            pidownload.it

            bonanottee

            LucaSNon cambiare discorso, caro "LucaS".Il problema non è quanto sei "contro" o quanto sei "a favore".Il problema è che la facile ironia a spese di qualche lettore un pò "naif" non può nascondere la verità di fondo di alcune osservazioni, che (sia pure in tono "naif") stavano in quelle affermazioni dell'amico "ryoga" (che tra l'altro non ho neppure il piacere di conoscere)....In sintesi:1) Internet è degli "utenti" perchè sono gli utenti che la fanno e perchè sono gli utenti che la pagano.2) Quando si tende a fare capire che internet è degli "isp" o degli "operatori" si propaganda una grande bufala.3) Che la rete rappresenti (e continuerà a rappresentare) un grande EFFORT collettivo di condivisione è vero per ora e per il prossimo "ipotizzabile" futuro (AFAIK).4) Che la bufala dei "preziosi" contenuti degli editori sia uno dei "grandi problemi" da risolvere è appunto BUFALA, i contenuti più visti e che producono più soldi sono LARGAMENTE quelli autoprodotti-autoimmessi-autogenerati non quelli dagli editori/majors o dall'industria dell'entrateinmement, Google e you tube stanno lì a dimostrarlo. 5) Le infrastrutture di rete (e il pagamento dei loro costi) siano wireless o non wireless si autosostengono economicamente (e da sempre) tramite l'incremento della domanda, e anzi casomai è l'intera (restante) parte delle comunicazioni che trae vantaggi (prima difficilmente ipotizzabili) dalle quantità economiche e dalle tecnologie STANDARDIZZATE che la rete stessa mette a disposizione anche degli altri "media".....Concludendo:Se ci si scorda che internet NON È un MEDIA (o un semplice "bounch/boundle" di tecnologie) ma una risorsa COLLETTIVA (collettivo è diverso da "pubblico") fatta e finanziata dai suoi utenti ed è l'unico strumento "bidirezionale" (dove oltre ad ascoltare si parla), e ci si scorda di tutto ciò per fare bella figura e facile ironia a spese di un intervento un pò "naif" non si fa un "buon servizio" ne alla rete, ne alla chiarezza, ne alla informazione.... Francamente non mi pare che il punto sia se tu sei "contro" o sei a "favore" del free ma quello (e il tono usato) che hai detto nel post!Ciò detto e chiarito di nuovo buona notte (con una sola e! non ho bisogno di "calcare la mano") e sogni d'oro ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 novembre 2007 12.40-----------------------------------------------------------
  • il_gianK' scrive:
    Grave controsenso
    Da quanto leggo le dichiarazioni di Sarkozy sarebbero davvero gravi: in pratica starebbe dicendo che la cultura coincide con la proprietà del prodotto culturale. In pratica la cultura vive solo se se esiste qualcuno che gli dia un prezzo, limitandone di fatto la diffusione!Classista del cavolo...
    • DuDe scrive:
      Re: Grave controsenso
      - Scritto da: il_gianK'
      Da quanto leggo le dichiarazioni di Sarkozy
      sarebbero davvero gravi: in pratica starebbe
      dicendo che la cultura coincide con la proprietà
      del prodotto culturale. In pratica la cultura
      vive solo se se esiste qualcuno che gli dia un
      prezzo, limitandone di fatto la
      diffusione!
      Classista del cavolo...Mica tanto, sara' odioso ma e' cosi' se io debbo lavorare per vivere difficilmente avro' il tempo di pensare ad altro, andare all'universita costa, leggere costa tempo, che se hai lavoro e famiglia non hai, e cosi' via, se voglio suonare devo studiare e per studiare devo vivere e per vivere debbo lavorare, i mecenati non esistono piu' Una volta ricordo che a scuola discussi con l'insegnate perche' quando ci disse che maometto scrisse il corano, io me ne uscii a, allora non faceva nulla tutto il giorno, lei mi spiego' che non era vero, scriveva, ed io, si ok, ma di cosa campava? non seppe rispondermi Per fare qualcosa che non e' legata in modo specifico alla sopravvivenza, si devono avere le spalle coperte, triste ammetterlo ma e' cosi', chi manifesta? chi si indigna? tutta gente che non deve pensare a come mangiare . triste ,a e' cosi
  • Banana Joe scrive:
    Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
    Fare una rete mesh pirata da usare al posto di internet.Che poi la vera internet sarebbe quella li'.Ovviamente la tecnologia dovrebbe non interferire con le frequenze gia' assegnate quindi dovrebbe essere un misto di wifi e non so neanch'io cosa. Il laser sarebbe cool, comunico a una certa distanza senza interferire con nessuno, ma mi pare costicchi.Ci sarebbero tutti i problemi legali che ci sono su internet, ma sarebbe difficile dire a qualcuno: ti sego l'accesso.
  • Cotti Mo' scrive:
    Re: Questo losco figuro mi fa paura...
    - Scritto da: Ricky
    Ma che e'!?eh!aoh!ecchéccavolo! ... Savonarò!Siamo due personcine per bene...http://zakbass.spaces.live.com/blog/cns!EC15339ACD0CFFC0!188.entry
  • manza scrive:
    proposte inteligenti
    Gli avvertimenti (3) alle violazioni, la sospensione della connessione internet, la chiusura dell'abbonamento sono tutte proposte intelligenti.Fino ad oggi abbiamo visto multinazionali con avvocati superpagati scaricare le loro ire su personi comuni, condannandole a spese legali insopportabili, persone che non potevano permettersi di spendere 36 euro per un cd...Sono d'accordo con quesa proposta.Ciò che non condivido è quando si parla di "distruzione della cultura" e che tutto ricade "sulle spalle degli artisti": BALLE!!!La cultura DEVE essere libera e diffusa, ciò può essere fatto con licenze creative commons (Sono un artista e miei album sono pubblicati su Jamendo).La smettano di parlare degli artisti come vittime della pirateria: le uniche vittime sono le major.Secondo me, i tempi cambiano ed è giusto che questo business abbia fine.Manza (www.burdello.com)
    • Sgabbio scrive:
      Re: proposte inteligenti
      io non sono d'accordo con queste sanzioni, perchè ucciderebbero l'internet stessa con questo pretesto.pensa ai fan sub!
  • Enjoy with Us scrive:
    Vedremo!
    Vedremo se in Francia riusciranno a far passare questa proposta di Sarcozy, vedremo se verra' adottata da altri, solo in seguito eventualmente procedero' a disdire il mio abbonamento ADSL flat, al limite me ne faro' uno a consumo!
    • Sgabbio scrive:
      Re: Vedremo!
      più che altro vorrei sapere quanti cacceranno visto che volendo essere pignoli, si dovrebbe cacciare tutti da internet visto che ogni cosa che si fa, si vuolerebbe il diritto d'autore.
  • Mantis scrive:
    Illegale: violazione privacy
    violazione della privacy x cominciare, intercettazione abusiva x continuareBasta rivolgersi alla corte europea dei diritti dell'uomo
  • lucente scrive:
    basta con queste ridicolate!!!
    ma possibile che tutti cerchino solo ed esclusivamente la strada della repressione e nessuno della mediazione??? mah...
  • abcd efgh scrive:
    Soluzione definitiva. 50 Euro/anno
    soluzione definitiva: www.relakks.comNemmeno il provider può capire cosa si stia facendo con la propria linea.Nessun server può capire quale sia il vostro IP assegnato.
    • Kuntur scrive:
      Re: Soluzione definitiva. 50 Euro/anno
      - Scritto da: abcd efgh
      soluzione definitiva: www.relakks.comguarda che sono 50 / MESEall'anno ti fanno lo sconto :) sono 500
      • abcd efgh scrive:
        Re: Soluzione definitiva. 50 Euro/anno
        no, sono 50 Euro/anno."Only EUR 5.00 per month or EUR 50.00 for 12 months"
      • Kuntur scrive:
        Re: Soluzione definitiva. 50 Euro/anno
        - Scritto da: Kuntur
        - Scritto da: abcd efgh

        soluzione definitiva: www.relakks.com

        guarda che sono 50 / MESE
        all'anno ti fanno lo sconto :) sono 500 arrghhh!! errata corrige !hai ragione: sono 50 sek / mese, 1 sek = 1 Corona Svedese = 0.1077 Euroda cui 499.00 sek / anno = 53.76 / anno doh!
    • Io blocco il P2P scrive:
      Re: Soluzione definitiva. 50 Euro/anno
      - Scritto da: abcd efgh
      soluzione definitiva: www.relakks.com

      Nemmeno il provider può capire cosa si stia
      facendo con la propria
      linea.
      Nessun server può capire quale sia il vostro IP
      assegnato.Non vorrei deluderti, sarebbero meglio spesi a cena fuori.
      • abcd efgh scrive:
        Re: Soluzione definitiva. 50 Euro/anno
        Perché mai?
        • Io blocco il P2P scrive:
          Re: Soluzione definitiva. 50 Euro/anno
          - Scritto da: abcd efgh
          Perché mai?Se lo scopo è scaricare sono soldi buttati, se lo scopo è nascondere il contenuto dei dati, unito a partizioni criptate ed altre attenzioni può essere utile.Ma un utente medio normale, cosa deve nascondere?! Niente.
          • abcd efgh scrive:
            Re: Soluzione definitiva. 50 Euro/anno
            Il vero rischio è per i computer zombie: se per caso ti prendi un virus che permette a qualcuno di navigare su siti pedofili usando la tua connessione (cioè il computer ti diventa zombie) potrebbero essere ca**i acidi per te...Con il servizio di anonimizzazione quantomeno ti salvi, perché nemmeno il tuo provider sa dove navighi.
    • Cotti Mo' scrive:
      Re: Soluzione definitiva. 50 Euro/anno
      - Scritto da: abcd efgh
      soluzione definitiva: www.relakks.com

      Nemmeno il provider può capire cosa si stia
      facendo con la propria
      linea.
      Nessun server può capire quale sia il vostro IP
      assegnato.e il programma riesce?
      • abcd efgh scrive:
        Re: Soluzione definitiva. 50 Euro/anno
        Beh non è un programma, è una VPN (cerca con google).In pratica tu ti colleghi al loro server in modo criptato usando una funzione apposita del sistema operativo. Il tuo provider vede solo che c'è del traffico criptato e non può sapere cosa stai facendo.A quel punto tutto quello che fai risulta provenire dall'indirizzo IP del sito svedese. Il fatto è che ci sono parecchi utenti che lo usano, perciò tutti avranno questo indirizzo IP e non si potrà mai sapere chi fa cosa.Ci sono molti altri server proxy come questo (anche gratuiti). Ma questo è quello ufficiale del partito dei pirati svedese, perciò mi pare il più affidabile.Ci sono anche le FAQ legali, sul sito.
    • Junim scrive:
      Re: Soluzione definitiva. 50 Euro/anno
      E la velocità ?3 kb (ridicola, inavigabile, non serve a una mazza)oppure si arriva almeno ai 50 kb ? (qualcosina si può fare)
      • abcd efgh scrive:
        Re: Soluzione definitiva. 50 Euro/anno
        Che io sappia non ci sono limiti di banda...penso che arrivi tranquillamente a qualche megabit. Il servizio lo paghi, quindi hanno delle linee e soprattutto dei server adeguati.
  • Roberto scrive:
    Foto di copertina
    Vi prego togliete quella foto :D :D :D :D... rischio di morire dalle risate!!!!
  • er pecoraro scrive:
    Vivo soltanto di Siae
    OSCAR PRUDENTE - autore musicaleIo mi sono arricchito, tra virgolette. Vorrei essermi arricchito con altre 25 canzoni di quella forza li', pero' ad esempio con quella canzoneVOCE FUORI CAMPO DELL'AUTOREQuella canzone e' "Pensiero stupendo". Ogni volta che qualcuno la canta in pubblico, ad Oscar Prudente arrivano dei soldi attraverso la Siae, cosi' come all'autore delle parole e all'editore. Perche' tu vivi di Siae?OSCAR PRUDENTE - autor musicaleVivo soltanto di Siae http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%255E90082,00.html_____________Giusto per non dimenticare, per proteggere questa gente qua cui tu paghi il balzello sui cd, dvd, hd e cazzivari, per la loro presunzione di campare tutta la vita non facendo un tubo si fanno leggi, ma quanto ci costa scrivere una legge?? e cosi' via, il resto lo sapete..
    • Menthy scrive:
      Re: Vivo soltanto di Siae
      E i suoi figli e nipoti continueranno a prendere i diritti per 70 anni dopo la morte del tizioSe vi sembra giusto, a voi inchiodati con 800 al mese e che l'unica pensione che vedrete sarà lo squallido alberghetto al mare...
      • Cotti Mo' scrive:
        Re: Vivo soltanto di Siae
        - Scritto da: Menthy
        E i suoi figli e nipoti continueranno a prendere
        i diritti per 70 anni dopo la morte del
        tizio

        Se vi sembra giusto, a voi inchiodati con 800 al
        mese e che l'unica pensione che vedrete sarà lo
        squallido alberghetto al
        mare...se fossimo in grado di produrre idee e farcele riconoscere... e invece siamo tutti solo manodopera a cottimo
    • C12- scrive:
      Re: Vivo soltanto di Siae
      Per quanto mi riguarda questi individui possono anche andare a raddrizzare le banane (con quale tecnica e mezzo è noto ai più), se voglio la musica, me la suono da me, o ascolto quella che ho già in casa da anni. Per quanto riguarda scaricare dalla rete mi piacerebbe ma, dato che amo la musica vecchia di almeno 3 o 4 secoli, se mi va bene col mulo trovo 3 o 4 utenti che la condividono e spesso non sono neanche in linea.Si può chiamare boicottaggio o autarchia a livello familiare?Sono graditi epigoni ed imitatori.
  • ivan ortega scrive:
    Sarà un episodio isolato, ma...
    a quanti potrebbe essere capitato?Comunque, parlando di FNAC, a Verona non è che dia il buon esempio. Cercavo dei CD di Jane Siberry, cantante non proprio sconosciuta. A parte che lo spazio CD dall'apertura della filiale è stato dimezzato, il commesso mi dice la solita frase che "se non c'è sugli scaffali non ne abbiamo". A un mio rinvio "se si poteva richiedere, prenotare, far arrivare qualche CD in questione", volendo evidentemente comprare originale, mi è stato risposto che "non è possibili perché è la casa madre che decide cosa mettere sugli scaffali".La situazione altrove non è che sia diversa, quindi si è 'obbligati' a procurarsi i CD in modo 'piratesco'.Episodio isolato o fa comodo considerarlo tale?
  • capoufficio PAKKI scrive:
    VPN roxx
    Con servizi seri come vpn, tor e tutta la crittografia di sto mondo i francesi se volessero riuscirebbero a sopperire ai controlli e rotture varie, soprattutto perchè in francia hanno linee molto veloci, a parigi offrono già da tempo la 100 mega di adsl, quindi un po' di banda verrà presa per mantenere il servizio di anonimato e scaricare sempre quello che si vuole, in caso di controllo su gigabyte downloadati ecc il provider se lo facesse perderebbe una marea di utenti, il 70% degli utenti mondiali usa p2p e poi la tecnolgia sarà sempre avanti a tutte le leggi e ai politici prezzolati dalle major incluso sarkozy.
  • J.Titor scrive:
    Ma chissene frega...
    Blacklistino chi vogliono... tanto ci sarà sempre un paese più (o meno) civile dove ci sarà attivo un servizio di VPN dove uscire e fare quel che ti pare senza problemi.Internet non ha la dogana, non ha confini, non c'è un solo modo per spostarsi dal punto A al punto B, ci sono pressochè infiniti modi di farlo. internet è NATA con questo scopo, di essere una rete adattabile e resistente a qualsiasi attacco. E ora questi qui vogliono rompere le palle...Ho gia detto ridetto e continuo a dirlo... meglio vendere 10 cd a 2 euro che 1 a 20 euro e spenderne 30 per contrastare la pirateria !!!!
    • dindondan scrive:
      Re: Ma chissene frega...
      - Scritto da: J.Titor
      Blacklistino chi vogliono... tanto ci sarà sempre
      un paese più (o meno) civile dove ci sarà attivo
      un servizio di VPN dove uscire e fare quel che ti
      pare senza
      problemi.

      Internet non ha la dogana, non ha confini, non
      c'è un solo modo per spostarsi dal punto A al
      punto B, ci sono pressochè infiniti modi di
      farlo. internet è NATA con questo scopo, di
      essere una rete adattabile e resistente a
      qualsiasi attacco. E ora questi qui vogliono
      rompere le
      palle...Forse non ti e' chiaro che ti segano l'abbonamento e non potrai abbonarti con nessun altro provider. certo potresti farti un abbonamento con un isp in guatemala, ma la telefonata intercontinentale la paghi cara...
      • webwizard scrive:
        Re: Ma chissene frega...
        - Scritto da: dindondan
        - Scritto da: J.Titor

        Blacklistino chi vogliono... tanto ci sarà
        sempre

        un paese più (o meno) civile dove ci sarà attivo

        un servizio di VPN dove uscire e fare quel che
        ti

        pare senza

        problemi.



        Internet non ha la dogana, non ha confini, non

        c'è un solo modo per spostarsi dal punto A al

        punto B, ci sono pressochè infiniti modi di

        farlo. internet è NATA con questo scopo, di

        essere una rete adattabile e resistente a

        qualsiasi attacco. E ora questi qui vogliono

        rompere le

        palle...

        Forse non ti e' chiaro che ti segano
        l'abbonamento e non potrai abbonarti con nessun
        altro provider. certo potresti farti un
        abbonamento con un isp in guatemala, ma la
        telefonata intercontinentale la paghi
        cara...E a te forse è anche meno chiaro che se tiri in piedi una VPN verso un servizio estero non ci possono mettere dentro il naso, quindi non possono contestarti un bel niente.
        • uguccione500 scrive:
          Re: Ma chissene frega...
          ...secondo me non è chiaro a tutti e due che i service provider perderanno vagonate di clienti e per cui tutto sarà buttato all'aria!Vorrete mica che i vari isp finiscano sul lastrico??? Con i soldi che ci mangia lo stato di iva!!!!!!!!!!! :P
  • Maxy scrive:
    Medioevo e' il loro
    Cercare di bloccare il P2P e' come se quando e' stata inventata la fotografia avessero cercato di controllarla altrimenti i pittori sarebbero morti di fame...E' assurdo! La tecnologia digitale e' nata per fare copie "perfettamente identiche", non si puo' pensare di limitarla in qualche modo.
    • Loris Batacchi scrive:
      Re: Medioevo e' il loro
      Infatti i fotografi famosi fanno copie numerate delle loro opere e perseguono chi ne fa delle copie illegali... La fotografia non e' sostitutiva della pittura, sono due cose molto diverse. La fotografia pero' e' facilmente riproducibile, per questo i fotografi si tutelano, perche' nessuno va a dirgli che devono distribuire le loro foto gratis?
      • A O scrive:
        Re: Medioevo e' il loro
        - Scritto da: Loris Batacchi
        Infatti i fotografi famosi fanno copie numerate
        delle loro opere e perseguono chi ne fa delle
        copie illegali...

        La fotografia non e' sostitutiva della pittura,
        sono due cose molto diverse. La fotografia pero'
        e' facilmente riproducibile, per questo i
        fotografi si tutelano, perche' nessuno va a
        dirgli che devono distribuire le loro foto
        gratis?Si tutelano eh?L'edizione italiana di "Wikipedia" e il progetto collegato "Commons" (database di immagini liberamente e gratuitamente disponibili a tutti), dopo avere rilevato l'assenza in Italia di una normativa che conceda la "libertà di panorama" (tanto lo so che devi studiare:http://www.frontieredigitali.net/index.php/Libert%C3%A0_per_fini_di_divulgazione,_educativi_o_enciclopedici._Libert%C3%A0_di_panorama)ha deciso di cancellare tutte le fotografie, già presenti o inserite in futuro, riguardanti opere dell'architettura progettate in Italia da architetti che non siano morti da almeno 70 anni, e così pure tutte le opere d'arte esposte in pubblico (ivi inclusi i monumenti cittadini). Questo implica che l'intera architettura contemporanea e moderna italiana [di progettisti ancora in vita, o morti da meno di 70 anni (come previsto dalla Legge 633/1941 sul diritto d'autore)], perciò, rischia di non poter essere raffigurata, col pesante danno per i beni culturali italiani che questo comporta.Così una fotografia della Stazione Centrale o del portone del Duomo o del Pirellone a Milano, piuttosto che del nuovo edificio dell'Ara Pacis o il nuovo Auditorium di Roma o la chiesa di Padre Pio a San Giovanni Rotondo, o il monumento ai partigiani a Bergamo o quello a Pertini a Milano, o la Stazione di Firenze o il "Colosseo Quadrato" all'Eur, fino alle singole opere come la fontana di Piazza Esedra a Roma..., non possono essere riprodotte in Internet su Wikipedia (né, teoricamente, su alcun sito di qualsiasi tipo)...Questo implica che illustrare l'arte italiana degli ultimi 100-150 anni (a seconda della durata della vita dell'autore) è impossibile, anche quando si tratti di opere prodotte con denaro pubblico al preciso scopo di abbellire gli spazi pubblici ed accrescerne il pubblico godimento. Quante delle foto numerate di famosi fotografi che "tutelano" le loro(?) opere sono illegali???
  • eheheh scrive:
    Cari francesi
    avete voluto Sarko e adesso ve lo tenete.OTSarko è anche contrario all'indipendenza di Taiwan.
  • fabianope scrive:
    "Sulle spalle degli artisti..."
    ...tipo madonna (volutamente minuscolo), djdado, www.mipiaci.tu, ecc.ecc..ecc...fabianope
  • Ofiuco scrive:
    Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
    Decisamente usare Osiris :Dhttp://osiris.kodeware.net/
  • Cetto laqualunqu e scrive:
    Hollywood in sciopero !!!!
    Ma leggete i giornali? Sapete che da un mese Hollywwod e in sciopero?sceneggiatori e tanti altri protestano per le basse paghe e i contratti precari,qua tra 3 mesi addio dr house, grye's anatomy..etc..etc.. questo perche col p2p gli introiti scendono,Pretendete che le case produttrici lavorino grratis e poi che degli smanettoni gli piratino tutti i film?eh no..Hanno ragione loro..e Sarkozy !!!vive la france
    • soulista scrive:
      Re: Hollywood in sciopero !!!!
      - Scritto da: Cetto laqualunqu e
      Ma leggete i giornali? Sapete che da un mese
      Hollywwod e in sciopero?sceneggiatori e tanti
      altri protestano per le basse paghe e i contratti
      precari,
      qua tra 3 mesi addio dr house, grye's
      anatomy..etc..etc.. questo perche col p2p gli
      introiti
      scendono,
      Pretendete che le case produttrici lavorino
      grratis e poi che

      degli smanettoni gli piratino tutti i film?
      eh no..
      Hanno ragione loro..e Sarkozy !!!
      vive la francecerto. che vadano tutti in fallimento.
    • capoufficio PAKKI scrive:
      Re: Hollywood in sciopero !!!!
      Questa che dici è una grandissima stronzata cetto, la colpa dello sciopero è per il p2p?? mi sa che leggi topolino o i giornali dettati da silvio,,,,, leggi cose serie, infatti lo sciopero è per le paghe basse come dici ma non per colpa del p2p ma per colpa delle major stesse che utilizzano i dirittti per anni su dvd e altro merchandising pagando una volta sola gli scrittori, sceneggaitori ecc che capita l'antifona vogliono entrar pure loro a far parte di questo business post-visione.informati bene prima di parlare.....il p2p ha causato lo sciopero?? uhzuhzuhzuhzuhzuhzuhz
    • Cuttlefish scrive:
      Re: Hollywood in sciopero !!!!
      Il fallimento di Hollywood non sarebbe un gran male. Forse si riprenderebbe a fare del buon cinema senza bisogno di spendere miliardi per effetti speciali inutili e attori mediocri strapagati.
      • Io blocco il P2P scrive:
        Re: Hollywood in sciopero !!!!
        - Scritto da: Cuttlefish
        Il fallimento di Hollywood non sarebbe un gran
        male. Forse si riprenderebbe a fare del buon
        cinema senza bisogno di spendere miliardi per
        effetti speciali inutili e attori mediocri
        strapagati.Hai ragione, dovrebbero prendere esempio da noi e fare un film con muccino e i lucchetti su ponte milvio :D
        • Cuttlefish scrive:
          Re: Hollywood in sciopero !!!!
          E' proprio questo il problema: la gente va vedere le porcherie americane perchè quello che si produce da noi fa ancora più schifo. C'era un tempo in cui il cinema italiano era ammirato e copiato in tutto il mondo.
          • Ahriman scrive:
            Re: Hollywood in sciopero !!!!
            Il problema è che la massa è talmente lobotomizzata dalla marea di mr#a che gli viene propinata che ormai i loro neuroni probabilmente cederebbero di schianto alla visione di un film come ad esempio "Il Settimo Sigillo", anzi...sarebbe un esperimento sociologico interessante poter trasmettere quel film in prima serata e filmare le famigerate "famiglie campione", ci sarebbero scene paragonabili ai documentari in cui propongono dei documentari alle scimmie...anzi no, questo sarebbe indice di intelligenza! Molto più probabile che storditi dalla cosa si limiterebbero a cambiar canale per passare al programma di calcio/moto/F1 con la meretrice di turno... già già...Che tristezza...
    • castigo scrive:
      Re: Hollywood in sciopero !!!!
      - Scritto da: Cetto laqualunqu e
      Ma leggete i giornali? Sapete che da un mese
      Hollywwod e in sciopero?sceneggiatori e tanti
      altri protestano per le basse paghe e i contratti
      precari,
      qua tra 3 mesi addio dr house, grye's
      anatomy..etc..etc.. e un bel ECCHISSENEFREGA non ce lo vogliamo mettere??questo perche col p2p gli
      introiti
      scendono,
      Pretendete che le case produttrici lavorino
      grratis e poi che

      degli smanettoni gli piratino tutti i film?
      eh no..hemmmm..... quali "film"??????
      Hanno ragione loro..e Sarkozy !!!
      vive la francesarebbe meglio se pensassero a questo:http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=3994altro che p2p......
      • capoufficio PAKKI scrive:
        Re: Hollywood in sciopero !!!!
        caxxo centra la guerra in africa della francia col p2p??sarkozy non ha per nulla ragione, vedi di esser meno MITOMANE e rimanere in tema di argomento.
        • castigo scrive:
          Re: Hollywood in sciopero !!!!
          - Scritto da: capoufficio PAKKI
          caxxo centra la guerra in africa della francia
          col
          p2p??c'entra benissimo.invece di pensare alle cazzate del p2p farebbero meglio a risolvere quel problema, non credi?? ;)ma queste cose non si possono menzionare nei giornali/tiggì, sarebbe informazione vera, e non si può permettere....
          sarkozy non ha per nulla ragione, e io che ho detto??ma quando leggi un commento riesci a collegare fra loro le parole e a dar loro un senso compiuto??da quel che scrivi, francamente, non si direbbe ;)vedi di esser
          meno MITOMANE e rimanere in tema di
          argomento.http://www.demauroparavia.it/70639mi|to|ma|nì|as.f.TS psic., alterazione del comportamento identificata nella tendenza, consapevole, inconsapevole o patologica, a considerare e presentare come reali avvenimenti immaginari o fantastici.cosa c'entri la mitomania con quel che ho scritto lo sa solo il tuo povero cervellino sovraffaticato....
    • DuDe scrive:
      Re: Hollywood in sciopero !!!!
      - Scritto da: Cetto laqualunqu e
      Ma leggete i giornali? Sapete che da un mese
      Hollywwod e in sciopero?sceneggiatori e tanti
      altri protestano per le basse paghe e i contratti
      precari,
      qua tra 3 mesi addio dr house, grye's
      anatomy..etc..etc.. questo perche col p2p gli
      introiti
      scendono,
      Pretendete che le case produttrici lavorino
      grratis e poi che

      degli smanettoni gli piratino tutti i film?
      eh no..
      Hanno ragione loro..e Sarkozy !!!
      vive la franceSi e la marmotta che incartava la cioccolata, ancora con sta storia hahahahahahahaha! sara' mica che vogliono essere pagati il giusto? io scrivo Dr-House e all'editore arrivano gozziliardi di dolari, pero' a me paga una miseria, hanno ragione a innrazzarsi, altro che piduepi si chiama ingordigia o gargarozzone
    • guast scrive:
      Re: Hollywood in sciopero !!!!
      Hollywood é in crisi perché gli attori piú famosi prendono anche piú di 10 milioni di dollari a film, i manager altrettanto e tutti gli altri prendono quattro soldi.Prova a leggere con piú attenzione le cose, ormai un film che costa meno di 100 Milioni di dollari é considerato un film a basso costo. Alcuni arrivano a costare piú di 40 Milioni solo di pubblicitá.Hollywood non é in crisi per colpa del P2P, ma perché ha perso completamente il senso delle proporzioni.
  • isaia panduri scrive:
    Re: secondo me
    Quando ancora si affitavano i DVD legalmente, ricordo che si pagavano meno di 3 euro.Ora che invece si scaricano... posso presumere che il danno alle major sia... di meno di 3 euro?! E' questo che non mi spiego. Se te li puoi affittare e vedere legalmente per cifre irrisorie, perché quando li prendi in rete tutti suppongono che abbia rubato per migliaia di euro e ti comminano pene di milioni di euro? Qual è la ratio dietro questa legge?Detto questo, continuo a stupirmi del fatto che nonostante la pirateria sia diffusa a livello capillare nella società, al momento di votare i leader di governo, si finiscano per mandare al potere sempre e soltanto personaggi che invece fanno solo gli interessi del mercato.Come si spiega?
    • Utente PC scrive:
      Re: secondo me
      - Scritto da: isaia panduri
      E' questo che non mi spiego. Se te li puoi
      affittare e vedere legalmente per cifre
      irrisorie, perché quando li prendi in rete tutti
      suppongono che abbia rubato per migliaia di euro
      e ti comminano pene di milioni di euro? Qual è la
      ratio dietro questa
      legge?Io credo sia un problema comune a molte leggi. Un esperto di diritto può essere più preciso di me, ma se non erro la commensurabilità e la proporzionalità delle pene per i vari reati è un argomento molto vasto. Forse il problema è proprio questo: come dice qualcuno, bisognerebbe rendere (o far tornare ad essere) semplici questi meccanismi legali ed economici. Ci guadagneremmo in trasparenza.
      Detto questo, continuo a stupirmi del fatto che
      nonostante la pirateria sia diffusa a livello
      capillare nella società, al momento di votare i
      leader di governo, si finiscano per mandare al
      potere sempre e soltanto personaggi che invece
      fanno solo gli interessi del
      mercato.

      Come si spiega?Si spiega a parer mio col fatto che c'è un motore economico enorme dietro la politica. I politici "mangiano" voti, e quindi mangiano soldi. I soldi qualcuno ce li deve pur mettere. Un po' li mettiamo noi con le tasse (e a questo proposito consiglio a tutti di andare a cercare su raiclick o sul p2p la puntata di report intitolata "gli stipendi dei politici" se ancora non l'avete vista - neanche loro sanno quanto prendono) un po' (credo il grosso) lo mette il mondo dell'industria in maniera surretizia. Da questo ne consegue che nessun politico, a prescindere dallo schieramento, ha interesse a mettere i bastoni tra le ruote alla grande instria; e l'industria del multimediale, con il suo ricavo in alcuni casi del più del 4000%, è una ENORME industria con cui fare i conti.Pace.
    • giovanni d'arimatea scrive:
      Re: secondo me
      caro isaia ,l'opera di evangelizzazione e' appena iniziata!!!dai tempo al tempo e impegnati a tramandare ai posteri la parola del Signore, preservandola dagli eretici, da coloro che la vorrebbero zittire e da coloro i quali la vorrebbero deviare nei territori di satana.Che la luce illumini sempre i nostri sentieri e ci dia la forza di attraversar ele tentazioni delle tenebre.preghiamo:Sarko magari te se rompe la macchina nelle banlieue!!!!
  • Senbee scrive:
    Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.

    Non serve a niente, se proprio devono arrivare a
    sequestrarti il computer e hai l'hard disk
    criptato il fatto che tu non dia le chiavi
    corrisponde a "reato": praticamente potrebbero
    accusarti di avere di tutto sull'hard disk, e il
    non dimostrare il contrario (quindi non
    consentirne un'analisi) corrisponde ad affermare
    l'accusa (lo dice la
    legge).Non è vero: con Truecrypt puoi impostare più password, e tecnicamente è impossibile sapere quale password accede ai dati che hai criptato veramente. Al giudice puoi dare solo la password che decripta roba innocente, lui non può sapere che ce n'è un'altra.
  • Nilok scrive:
    Cchiù Pilu pi TUTTI !!!
    Ave.Che cosa non direbbe un politico, nella speranza di accaparrarsi qualche consenso in più?La REPRESSIONE e la PUNIZIONE non hanno MAI risolto il problema che si stava tentando di risolvere: MAI nella storia dell'Uomo!Lui lo sa, noi lo sappiamo.Sarebbe meglio eleggere dei politici, sapendo PRIMA, che cosa vogliono fare quando sono presi "dall'orgia del potere"!Bisognerebbe smetterla di eleggere persone che poi fanno solamente i "giullari" dei potenti, gli interessi economici dei potenti.Se costui continuerà su questa strada.....avrà vita breve.Il P2P no: è il futuro...anzi è il presente ma, quelli che hanno i neuroni disassemblati, ancora non se ne sono accorti!Bestemmiare è un reato, eppure se lo faccio via cellulare, nessuno mi impedirà MAI di poter possedere una scheda per comunicare.Ma vi GARANTISCO che, se mi appoggerete....ci saràCCHIU' PILU PI TUTTI !!!A presto.Nilokhttp://informati.blog.tiscali.it/http://it.youtube.com/Nilok1959
    • Cetto laqualunqu e scrive:
      Re: Cchiù Pilu pi TUTTI !!!
      Birmania,Cina,Russia,Venezuela....studia studia prima di postare.mi ricordi mio filgio Melooooooooooooo
  • Get Real scrive:
    Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
    - Scritto da: MixYourMind

    Non penso che la proposta Sarkozi vada lontano,
    ci scommetterei. Internet è fatta per gli utenti
    dagli utenti,
    ricordatelo!Forse nel 1992.Ora Internet sta rapidamente convertendosi in un semplice spazio commerciale, dove pochi controllano molti.Puoi forsi connetterti a Internet senza un ISP? Puoi avere un sito senza provider? Puoi avere un indirizzo e-mail senza un'entità dietro?No.Noi non siamo più protagonisti: i giochi sono fatti, siamo solo fruitori. Presto ci saranno rese note le condizioni alle quali possiamo fruire del servizio.Noi ci adatteremo. E basta.
  • BRh scrive:
    Illegale
    Secondo me è illegale l'equiparazione del detentore della connessione con colui che condivide file violando il diritto d'autore. è come se io prestassi la mia auto a qualcuno, questo qualcuno investisse un pedone e io venissi messo in carcere io perchè sono il legale proprietario del mezzo. Ma che assurdità galattica è? Se il governo non ha mezzi efficaci per individuare un condivisore ne trovi qualcuno non si inventi strumenti che ledono il principio di innocenza fino a prova contraria! Scandaloso!
    • anonimo33 scrive:
      Re: Illegale

      ècome se io prestassi la mia auto a qualcuno,
      questo qualcuno investisse un pedone e io venissi
      messo in carcere io perchè sono il legale
      proprietario del mezzo. è già più o meno così, se ti rubano l'auto epr una tua negligenza (lasci le chiavi dentro per es) ammazano qualcuno e non prendono il colpevole...sei comunque tu a rispondere della cosa.
      • BRh scrive:
        Re: Illegale
        Si infatti ma non è proprio così. in quel caso sei responsabile perchè hai omesso di prenderti cura dei tuoi beni. Comunque in generale siamo d'accorodo =)
        • anonimo33 scrive:
          Re: Illegale
          - Scritto da: BRh
          Si infatti ma non è proprio così. in quel caso
          sei responsabile perchè hai omesso di prenderti
          cura dei tuoi beni. Comunque in generale siamo
          d'accorodo
          =)Si, hai ragione mi son spiegato maluccio.Ad ogni modo il popolo dl P2P la urla da anni la soluzione alla "presunta" crisi video/discografica, abbassare i prezzi. Se una serie TV me la fai pagare 60 col cavolo che la compro, se me la metti a 25/30 l'acquisto al volo...idem per tutto il resto; 30 per 1 CD?! non esiste...e io che mi ricordo quand'ancora mi sembrava si spendere cifre assurde lasciando 25.000£ al negozio di musica sotto casa ora quelle situazioni mi sembrano il paradiso
    • ggg scrive:
      Re: Illegale
      - Scritto da: BRh
      Secondo me è illegale l'equiparazione del
      detentore della connessione con colui che
      condivide file violando il diritto d'autore. è
      come se io prestassi la mia auto a qualcuno,
      questo qualcuno investisse un pedone e io venissi
      messo in carcere io perchè sono il legale
      proprietario del mezzo. Ma che assurdità
      galattica è? Se il governo non ha mezzi efficaci
      per individuare un condivisore ne trovi qualcuno
      non si inventi strumenti che ledono il principio
      di innocenza fino a prova contraria!
      Scandaloso!vivrai in una altra nazione ... si chiama responsabilità in solido. prevista dal cc e dal cds. forse il carcere no (la responsabilità penale è personale), ma sicuramente se sei il proprietario del mezzo e l'indennizzo alla famiglia del morto è superiore alla somma assicurata e alle disponibilità economiche di chi guidava... prendono anche i tuoi soldini e i tuoi beni per risarcirlo.
  • fra martino scrive:
    sarkosi?
    parla del medioevo perché probabilmente lo conosce così bene da averlo assimilato, o probabilmente perché è convinto di viverci. dopo il medioevo, però, viene moinsieaur la ghigliottin!
    • fred scrive:
      Re: sarkosi?
      vi ricordo anche che Sarkozy appoggia la linea anti-Iran di Bush...Dobbiamo rassegnarci: i fatti degli ultimi anni dimostrano che nei paesi europei in cui e' salita la destra Riaa e scagnozzi europei hanno l'appoggio del governo...
    • C12- scrive:
      Re: sarkosi?
      Nel medio evo il "diritto di copia" non esisteva e tutti i testi antichi ebraici, greci e romani ci sono stati trasmessi proprio perché un grande numero di persone (nella maggioranza monaci copisti) li ha copiati con cura e diligenza.
  • pasquale cacazza scrive:
    biscotti e biscottini
    Ole un altro inboccato dalle major dell'intrattenimento... biscotti e biscottini, buste e bustine. Lo chiamano intrattenimento, ma queale intrattenimento... quali artisti e artisti... stiamo vivendo un periodo di cui non vale nemmeno piu vedere un'opera gratis. Squallore totale.. e fanno leggi per tutelare questi quattro minchioni.. Io non vado al cinema, io non compro musica, io non compro supporti mediali. Prima lo facevo, ora no.Pasquale Cacazza
    • Loris Batacchi scrive:
      Re: biscotti e biscottini
      E fai benissimo, faccio cosi' anch'io. Il 90% di quello che viene prodotto e' m**da pressata e digitalizzata, quindi non la compro, ne' tantomeno la scarico. Il restante 10% e' buono e se lo voglio lo pago.
  • sherpya scrive:
    tutto inutile
    e' una battaglia persa l'unico modo per risolverla a modo loro e' chiudere internet.penso che invece di vaccate simili dovrebbero attrezzarsia offrire prodotti e servizi competitivista roba che fanno alla fine fa aumentare il prezzo delle opere e ovviamente aumenta anche la pirateria...cioe' vi rendete conto gigi d'alessio fa i cd audio protetti!! (beh non si possono chiamare nemmeno cd audio)andate a casa discografici, gli artisti ne gioverebbero se voi "filtro" non ci foste
  • peximus scrive:
    va sempre peggio, nessun miglioramento
    raga non c'è più un solo miglioramento su nessun fronte.i cracker sono sparitiquasi manco i lamergli hacker hanno altro da farel'industria ha tutto: hacker, cracker, esperti, legali, gente impegnata a fregarti in ogni modo.è quasi finita: perderemo e dovremo chiamarla vittoria, soffriremo tutti e diranno che era per il nostro bene.ci daranno merda e ci faranno dire da qualcuno che ci piace. e noi dovremo dire "si, è vero".questo stanno facendo.non credo che la popolazione abbia richiesto quello che vediamo succedere.in quanto a "leadership" anche hitler, mussolini e stalin ne avevano parecchia. E' una bella cosa?
  • er pecoraro scrive:
    smettiamo di chiamare artisti...
    .. questi cantanti scrausi da hit estiva???per favore?Smettiamo di chiamare *Cultura* Matrimonio alle Maldive??Non si possono nascondere biechi interessi commerciali dietro a paroloni come Arte e Cultura
    • uffff scrive:
      Re: smettiamo di chiamare artisti...
      infatti, se merita di essere visto, merita di essere pagatoaka se vuoi vedere, visto che ne parli (e ammesso che esista), matrimonio alle maldive.. e' giusto che paghi
      • claudio1980 scrive:
        Re: smettiamo di chiamare artisti...
        hai raggione, ma una volta che ne compro il DVD (un esempio i film di boldi non mi interessano), perché non posso farne una copia per la casa in montagna, oppure darlo ad un amico che se lo copia per conto suo. Sono certo che ogni persona del mondo sviluppato e in via di sviluppo che fino ai primi anni 90 poteva permeetrsi uno stereo abbia fatto copie di mangianastri originali e allora nessuno diceva niente giusto perché era impossibile dimostrarlo.Inoltre mettiamo che il film me lo perda al cinema esce il DVD, ma non sono sicuro di comprarlo, allora lo scarico lo vedo e se mi piace lo compro, io facendo così ho acquistato solo nell'ultimo anno oltre 100DVD SICURo di piacermi, prima non avevo la banda larga e non compravo più di 10 copie e spesso di film che si sono poi dimostrati scadenti.Inoltre un film dopo un paio danni dovrebbe perdere tutte le royalty come anche una canzone vorrei sapere perché dopo 80 (ottanta) anni la Warner Music (WEA) ancora le percepisce per la canzone "Happy Birthday" creata da due sorelle americane negli anni '20 morte prima della 2a guerra mondiale e che non hanno nessun parente in vita!!!E sapevi che un americano viola la legge anche se si canticchia in pubblico!Immagino che avrai partecipato ogni tanto a qualche festa privata nella tua vita, che ne so una festa di compleanno per esempio, bene se i presenti erano almeno 12, sei anche tu un pirata la SIAE avrebbe potuto chiedervi una multa se non ricordo male di oltre 100 per ogni presente pmoltiplicata per ogni brano eseguito, è si perché gli Autori, ma soprattutto gli EDitori vogliono che tu pagni ogni volta che compi una qualsiazi azione su un materiale protetto d'autore.Se contuiniamo così significa che i supporti non esisteranno più (niente + collezioni o ammirazioni delle confezioni o del libretto del CD) e sarà tutto on-domand, accendi lo stero a casa avrai un display con milioni di canzoni e ogni volta che ne senti una varranno presi soldi dalla tua carta di credito, lo stesso con la tv per i film o persino per l'ultimo telegiornale, lo stresso accadrà in macchina, o con l'ipod, niente più memorie di massa senti e guardi tutto in streaming pagando sempre, quando vuoi, ogni volta che vuoi, da casa o da qualsiasi altro posto.I DRM non saranno solo sui contenuti ma anche su l'hardware PC, TV Stereo, Stampanti e tutta l'eltronica di consumo sara DRMmata. Il Progetto esiste ormai da 10 anni, ogni tanto viene fermato e poi riprende cambiando nome: come Palladium, Trusted Computer, Cip Fitz, e altre sigle inpronunciabili.Tutto questo per farti togliere i soldi che non hai, pendi di vivere bene di essere fortunato di vivere in questo periodo, nel nuovo millenio.Unna canzone di battisti di 35 anni fa dice che lo stipendi finiva il 20 del mese, a quei tempi non ervamo "ricchi" come ora, non avevamo una macchina ogni 1,4 abitanti, la casa era quasi sempre in affito, non di proprietà, le vacanze erano al mare vicino o al paese di orgine, niente Maldive. eppure non si arrivava, come ora a fine mese.Semplice la differanza tra oggi e 35 anni fa e oggi hai tante cose compri di que e di la e ti riempi di debiti!Compri cose che non puoi comprare, se guadagni 20000 euro non puoi farti una macchina da 30000, vabbe ma se faaccio 300/mese per 10 anni me la posso comprare, certo poi te la devi tenere per 10 anni, puoi fare un incidente, tanto da distruggerla, non per colpa tua, e ti ritrovi senza macchina con 300 euro in meno sulllo stipendio mensile.Non era meglio comprarsene una usata da 5000?E' no, perché "voglio fare il fico co la macchina nova".Esempio di quello che accade oggi, il diritto d'autore ne è solo una parte, TUTTE LE GROSSE SOCETA' vogliono spellarti, toglierti i soldi che non hai, sovvenzionano i partiti affinchè facciano leggi che li favoriscano, ti incitano a comprare quello che non ti serve, aiutati anche dai media, che ti mettono paura, la cronaca è sempre nera quando la stessa in 15 anni si è ridotta, almeno per l'italia, del 90%, ma oggi gli italiani hanno più paura di allora, ti fanno comprare per esempio un finto vaccino per la SARS che è di punto in bianco sparita, ed è andato ESAURITO! Ti dicono che andare in giro è pericoloso, ci sono gli extracomunitari, i rom, i tifosi, meglio stare a casa per farsi uccidere dal figlio (90% degli omicidi sono fatti da amici e parenti nelle mura di casa) o se non siamo sfigati e abbiamo una famiglia tranquilla dobbiamo superare la noia di stare dentro casa, e allora vai con la televisione piena di pubblicità ingannevole o se non vogliamo la pubblicità c'è SKY, pero è a pagamento ma così posso evitare di andare allo stadio che è pericoloso, oppure possiamo passare la giornata al centro commeciale, ormai si chiede anche la mano in un centro commerciale, ci si passano giornate intere e si comprano cose inutili di cui non ne avevamo bisogno come il nuovo giravite/trapano di ultima generazione che useremo 2 ore l'anno, oppure cambiarci il cellulare perché il nostro ormai ha un anno, è vecchio, o la nuova macchina fotografica, oppure perché no farsi il carico di acqua in bottiglia, costa 1000 volte di più, spesso non sarebbe considerata potabile se arivassse nei nostri rubinetti, stazia in bottiglie di plastica per settimane dentro container sotto al sole, ma siccome Cristina Chiabotto è bona allora meglio l'acqua in bottiglia, poi "dicono" che l'acqua municipale non è buona (senza fornirvi dati, e bravi che ci credete).Aprite gli occhi e le orecchie e perfavore spegnete la televisione, che è marcia, false e istigatrice!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 novembre 2007 03.30----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 novembre 2007 03.32-----------------------------------------------------------
        • Daniele scrive:
          Re: smettiamo di chiamare artisti...
          post un pò provocatorio e portato aglie stremi ma nel complesso pienamente condivisibile
      • er pecoraro scrive:
        Re: smettiamo di chiamare artisti...
        e dare invece una risposta attinente al post?
        • Quod scrive:
          Re: smettiamo di chiamare artisti...
          artista(indipendentemente dalla qualità dell'opera)Poi uno può scrivere decine di kilobyte discutendo se uno è un "artista vero" o meno, ma non è quello il punto.
    • Bastard Inside scrive:
      Re: smettiamo di chiamare artisti...
      Be', ma un po' di cul-tura una volta in un film di Boldi e De Sica c'è stata: quando uno dei ichi d'India è spuntato con la testa dal cul del tacchino, turandolo . (anonimo) :p
  • Infatti.. scrive:
    Errore logico di fondo
    "...di essere testimoni della distruzione della cultura..."La cultura la distruggi se la fai pagare!!!!!!!!!Non mascheriamo manovre politiche per favorire multinazionali, come azione dedite alla salvaguardia della cultura!!!!Ipocriti!
    • franco scrive:
      Re: Errore logico di fondo
      Mah,forse il p2p è l'unico modo rimasto per diffonderla,poi se ci sono gli sfigati come loris batacchi che lo associano a scaricare l'ultimo screener sul mercato non si può far altro che spernacchiarli un pò
      • capoufficio PAKKI scrive:
        Re: Errore logico di fondo
        batacchi è un cretino, sarà qualche sfigato che lavora per siae ecc e parla di fesserie per sostenere il mercato di ladri (major) altro che pirati,,,,,,,,pirati uhzuhzuhzuh mi sto rotolando io dalle risate
      • Infatti.. scrive:
        Re: Errore logico di fondo
        Perchè per te cos'è la cultura? Solo quello che studi a scuola? Quanti anni hai?
      • ahbe scrive:
        Re: Errore logico di fondo
        - Scritto da: franco
        Mah,forse il p2p è l'unico modo rimasto per
        diffonderla,poi se ci sono gli sfigati come loris
        batacchi che lo associano a scaricare l'ultimo
        screener sul mercato non si può far altro che
        spernacchiarli un
        pòSamizdat, guardate cosa facevano in russia quando c'era il regime stalin per diffondere la cultura
      • ahbe scrive:
        Re: Errore logico di fondo

        se pero' stai scaricando
        un libro per cui il suo autore vuole che tu paghi
        allora stai
        rubando.sei uno di loro vero ah ti ho scoperto è impossibile che una persona sana se non è uno di loro ragioni cosi.RUBARE vabbe se ne sei convinto è impossibile che una qualche argomentazione ti possa far cambiare idea, anche perchè se hai letto qualche mio intervento su questo tema avrai capito che in linea di principio non sono contrario al diritto di sfruttamento (chiamarlo diritto d'autore è una put*anata) perchè sono convinto che chi produce qualcosa di vantaggioso per la società abbia il diritto di potersi difendere da concorrenza sleale che copi senza giusto compenso, ma concedere questo vantaggio per tempi lunghi significa creare monopolio produttivo e questo non è vantaggioso per la società, è vantaggioso solo per il politico che prende la tangente per aver permesso questo regime, e ancora deve essere diverso per quel privato che riesce a produrre da se questa invenzione, perchè se il brevetto riguarda una cosa cosi banale che un privato riesce a costruirsela allora il brevetto non deve valere nulla, è un vantaggio maggiore per la società se i provati cittadini riescono a produrre da sè. Che so per dire riguardo alla fusione fredda sulla quale qualche tempo fa emerse la bufala che si poteva fare in casa con pochi strumenti, dico che se per caso fosse stato vero quallo che qui ciarlatani fecero credere al mondo per diverso tempo, che si poteva produrre energia pulita con pochi strumenti anche in casa propria, in un caso simile il brevetto l'avrei concesso ma solo per impedire che delle aziende vendessero il prodotto della ricerca di un'altro, ma se i privati visto che era cosi facile fossero riusciti a costruire da se questo marchingegno allora non avrei certo preteso che pagassero anche loro il compenso per il diritto d'autore.
        • Loris Batacchi scrive:
          Re: Errore logico di fondo
          Ok, bel discorso, ma se scarico un libro coperto da copyright il suo autore non prende un centesimo, a me questo sembra tanto rubare, se tu la vuoi chiamare libera condivisione della conoscenza fai pure.
          • Non authenticat scrive:
            Re: Errore logico di fondo
            - Scritto da: Loris Batacchi
            Ok, bel discorso, ma se scarico un libro coperto
            da copyright il suo autore non prende un
            centesimo, a me questo sembra tanto rubare, se tu
            la vuoi chiamare libera condivisione della
            conoscenza fai
            pure.si.. ma il "sembra" sta a zero!"verbo che etimologicamente si fa derivare da un latino dellVIII sec.: raubàre o robare a loro volta forgiati su di un antico tedesco raubon. Ben diversa la situazione della lingua napoletana che pur presentando numericamente pochi sinonimi del verbo di partenza arrubbà che è lappropriarsi in modo illecito di beni altrui, destìna i varii sinonimi allindicazione di precise, circostanziate azioni e/o situazioni. Elenco qui di sèguito i sinonimi, per poi illustrali singolarmente:accrastà, arravuglià, arraffà o,aggraffà o aggranfà, arrefulià, arrunzà furà.Passiamo ad esaminare i singoli verbi:arrubbà: vale il generico rubare, ma sarebbe fallace pensare che il verbo napoletano sia stato marcato sullitaliano rubare; in realtà il verbo partenopeo à un diverso etimo di quello italiano risultando essere un denominale di robba (roba)(dal tedesco rauba =bottino,preda) attraverso un ad + robba = adrobba
            arrubba
            arrubbare/arrubbà= darsi al bottino, alla preda".Il verbo deriva da ROBA ovvero è riferito alla sottrazione di beni MATERIALI e alla loro INDISPONIBILITÀ da parte del legittimo proprietario/i a seguito dell'azione stessa (rubare)....Copiare (a prescindere dalla liceità o meno di tale atto) è tutt'altra cosa!Mai letto un vocabolario?
          • ahbe scrive:
            Re: Errore logico di fondo
            - Scritto da: Loris Batacchi
            Ok, bel discorso, ma se scarico un libro coperto
            da copyright il suo autore non prende un
            centesimo, a me questo sembra tanto rubare, se tu
            la vuoi chiamare libera condivisione della
            conoscenza fai
            pure.Cercati Samizdat!anzi dai te do il linkhttp://it.wikipedia.org/wiki/Samizdat
  • franco scrive:
    Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
    si vabbè senza troppi sbattimenti,leggi il mio post.La soluzione è anonet ;)
  • max scrive:
    Prevedo marea di IP svedesi in Francia
    http://yep.it/y6_jr2eh, sarà bellissimo tracciare i dati da Relakks :-)
    • claudio1980 scrive:
      Re: Prevedo marea di IP svedesi in Francia
      si infatti cio ho pensato subito anch'io, ma i politici, quasi tutti, non hanno ancora capito come è fatta internet, ad ogni limitazione c'è sempre un rimedio, poi conoscendo i Francesi (vedi scioperi che durano intere settimane) saranno capaci di disdire tutti quanti le linee internet in pochi giorni, e cmq vedrete che inventeranno l'SP2P (Secure Poin to Point) dove l'intera trasmissione sarà criptata, si perderà un buona percentuale di banda, ma in Francia ormai ogni operatore offre la 50Mbit, quindi non sarà un problema.Poi vabbe diranno che per combattere il Terrorismo sara illegale criptare dati privati se non con un certo tipo di autorizzazione (tipo banche ecc).
      • Get Real scrive:
        Re: Prevedo marea di IP svedesi in Francia
        Avrai notato che lo sciopero dei ferrovieri è finito, risolvendosi con una vittoria totale di Sarkozy e la sconfitta dei sindacati. L'opinione pubblica ha sostenuto il governo. Le riforme si faranno, punto.E se una categoria tanto potente come quella dei ferrovieri (sindacalmente parlando) ha fallito, come pensi che potranno prevalere i nerd del P2P?La vittoria totale delle Major è ormai vicina.
        • Paoletta scrive:
          Re: Prevedo marea di IP svedesi in Francia

          E se una categoria tanto potente come quella dei
          ferrovieri (sindacalmente parlando) ha fallito,
          come pensi che potranno prevalere i nerd del
          P2P?Fai tu i conti, quante famiglie hanno un amico o parente ferroviere e/o simpatizzano con loro e quante invece hanno un pc a casa con un mp3 pirata, magari a causa del figlio.Una simile criminalizzazione del P2P comincera' presto a toccare la vita di gente di tutti i tipi, gente che per i ferrovieri non alzava un sopracciglio, ma per un avviso di violazione per un file diventera' di tutti i colori e alzera' un polverone nei tribunali e sulla stampa.
          La vittoria totale delle Major è ormai vicina.Non esiste la vittoria totale, hai visto troppi film (in divx).
        • dindondan scrive:
          Re: Prevedo marea di IP svedesi in Francia
          - Scritto da: Get Real
          Avrai notato che lo sciopero dei ferrovieri è
          finito, risolvendosi con una vittoria totale di
          Sarkozy e la sconfitta dei sindacati. L'opinione
          pubblica ha sostenuto il governo. Le riforme si
          faranno,
          punto.Guarda che non e' finito e' rimandato, per permettere le negoziazioni.L'opinione pubblica sostiene sempre e solo i suoi interessi come ad esempio poter andare a lavorare, farsi i cazzi propri comodamente. COsa che dopo 6 giorni di blocco quasi totale dei mezzi di trasporto non poteva fare.La gente non capisce perche' quei signori ferrovieri (e tante altre categorie) possono andare in pensione con 30 anni di contributi mentre a te persona normale ne chiedono 40. La gente normale non capisce che e' impuntandosi e facendo fronte comune che ora non si lavora piu' 12 ore al giorno e che ci sono le ferie pagate e che i lavoratori non possono essere licenziati come e quando vuole il padrone. Ops ah gia' ora sono situazioni che si stanno ripresentando.Purtroppo le lotte di classe non si sa piu' cosa siano e si sta' inebetiti a guardare affari tuoi in tv la sera. Invece di mandare a fan culo questa societa' e ridarle una sterzata verso la protezione sociale. I traguardi sociali (pensione, assistenza sanitaria, garanzie lavorative) amaramente guadagnati con decine e centinaia di morti le classi dirigenti ce li stanno limando di nuovo, perche' a loro interessa solo il guadagno sempre e comunque.Il fatto che non siano sostenibili perche' danneggiano la crescita, e' solo un emerita' cavolata.
        • Non authenticat scrive:
          Re: Prevedo marea di IP svedesi in Francia
          - Scritto da: Get Real

          La vittoria totale delle Major è ormai vicina.Sissisi... sono anni che è vicina!è vicinissima è dagli anni 90 (quando è esplosa la rete) che è vicina e rompono le scatole col "DRM" con "ipersuper control che se acced senz permess ti fulmin ti scopp ti rovin"!Adesso ti appippo una legge del tipo "Sofiticat iperlegislativ lobbist che ti appiopp un control sugli isp che così pagan lor la guerr con gli utent"!Sisisisi... è proprio così è proprio vicina!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)E gli anni paaaasssaaanoooo le barbe imbiaaaancaaanoooo!Le venditeeee caaaalaaaaanoooo... (come farò con le rate del ferrarino?)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Sississisi stiamo così... "ViciniVicini"... come dicono a Striscia!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 novembre 2007 20.34-----------------------------------------------------------
  • Categorico scrive:
    Achille Starace era francese?
    Me lo chiedo tutte le volte che i governi francesi se ne escono con certe idee da MinCulPop.
    • Non authenticat scrive:
      Re: Achille Starace era francese?
      - Scritto da: Categorico
      Me lo chiedo tutte le volte che i governi
      francesi se ne escono con certe idee da
      MinCulPop.è ovvio!da dove escono certe idee! ESCONO "da lì" dalla CUL-tura POP-ulista! ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 novembre 2007 19.55-----------------------------------------------------------
  • Loris Batacchi scrive:
    Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
    Si, una di gran lunga più semplice.Smetterla di scaricare materiale protetto da diritto d'autore.
    • A O scrive:
      Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
      - Scritto da: Loris Batacchi
      Si, una di gran lunga più semplice.
      Smetterla di scaricare materiale protetto da
      diritto
      d'autore.io ne ho due ottime!1) far pagare, a tutti coloro che usano sw "piratato", le relative licenze e fino all'ultimo centesimo (ironica)2) l'abolizione di qualsiasi diritto economico connesso al diritto d'autore!(seria)
      • Loris Batacchi scrive:
        Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
        Ahahahahhah, fatti meno canne hippie!
        • A O scrive:
          Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
          - Scritto da: Loris Batacchi
          Ahahahahhah, fatti meno canne hippie!complimenti davvero!sono ammirato dalla profondità delle analisi, dalla ricchezza dei contenuti, dalla qualità e quantità della documentazione e delle fonti, dalla erudizione e sconfinata cultura nonché dalla squisita educazione che traspare con grande evidenza da ognuna delle parole che scrivi!detto questo, ti saluto...non ho altro tempo da perdere con gente come teaddio
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            Ahahahahahhha abolire ogni forma di diritto economico connesso al diritto d'autore... scusa, sto ancora rotolando dalle risate!!
          • A O scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            - Scritto da: Loris Batacchi
            Ahahahahahhha abolire ogni forma di diritto
            economico connesso al diritto d'autore... scusa,
            sto ancora rotolando dalle
            risate!!studia che è meglio...http://www.dirittodautore.it/page.asp?mode=Page&idpagina=1
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            Mi aspettavo che rispondessi con: "Il diritto d'autore e' solo l'inizio, poi aboliremo anche la proprieta' privata!"Ah, per la cronaca il link che hai postato non dice nulla riguardo allla tua idea geniale di "abolire ogni forma di diritto economico connesso al diritto d'autore".
          • vrms scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            - Scritto da: Loris Batacchi
            Ahahahahahhha abolire ogni forma di diritto
            economico connesso al diritto d'autore... scusa,
            sto ancora rotolando dalle
            risate!!Perché probabilmente sei tra quelli che lucrano sullo sfruttamento degli artisti.
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            E se invece fossi solo uno scrittore che vuole essere pagato per quello che scrive?Certo, sapere di aver scritto qualcosa che e' piaciuto, che ha insegnato qualcosa, ecc... e' una gran soddisfazione, ma non riempie la pancia.
          • krane scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            - Scritto da: Loris Batacchi
            E se invece fossi solo uno scrittore che vuole
            essere pagato per quello che scrive ?Direi che se quello che hai scritto qui e' un esempio puoi anche morire di fame.
            Certo, sapere di aver scritto qualcosa che e'
            piaciuto, che ha insegnato qualcosa, ecc... e'
            una gran soddisfazione, ma non riempie la
            pancia.Se e' per questo un panettiere potrebbe anche pretendere soldi ogni volta che qualcuno passa davanti alla vetrina solo per aver guardato le forme di pane; questo non vuol dire che quando li chiede non venga mandato a cag....
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            Ma pensi a quello che scrivi o lo fai solo per far fare strtching alle dita?
          • krane scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            - Scritto da: Loris Batacchi
            Ma pensi a quello che scrivi o lo fai solo per
            far fare strtching alle dita ?Guarda che stai dando del tuo agli altri...Comunque si scrive "stretching", complimenti per la proprieta' della lingua, si vede che scrivi, mi ricordi Snoopy : http://guide.dada.net/peanuts/myimg/132022_1.jpg
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            Eh si, tu non hai mai commesso errori di battitura scrivendo veloce... ma dai su, se ti attacchi ai refusi stai proprio alla frutta.
          • krane scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            - Scritto da: Loris Batacchi
            Eh si, tu non hai mai commesso errori di
            battitura scrivendo veloce... ma dai su, se ti
            attacchi ai refusi stai proprio alla frutta.Avrei anche risposto alle tue argomentazioni : ma non ce n'erano...
          • Leonardo Arpioni scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            - Scritto da: Loris Batacchi
            E se invece fossi solo uno scrittore che vuole
            essere pagato per quello che
            scrive?Non lo sei: la tua grammatica fa pena, la sintassi è ridicola, le tue litote sono inesistenti, la punteggiatura addirittura grottesca. A parte questo, un ottimo contributo. Mi scappello.
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            Ha parlato l'accademico della crusca... "Se fossi uno scrittore" non vuol dire "sono uno scrittore". Il fatto che io sia o non sia uno scrittore e' completamente ininfluente in questo caso, era solo un esempio.Riformulo il concetto per venire in contro alle vostre limitate capacita' mentali.Uno scrittore, per vivere del suo lavoro, ha diritto a farsi pagare da chi legge le sue opere.Lo stesso vale per un cantante, un regista, un attore.
          • Reolix scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            - Scritto da: Loris Batacchi
            Ha parlato l'accademico della crusca...

            "Se fossi uno scrittore" non vuol dire "sono uno
            scrittore". Il fatto che io sia o non sia uno
            scrittore e' completamente ininfluente in questo
            caso, era solo un
            esempio.
            Riformulo il concetto per venire in contro alle
            vostre limitate capacita'
            mentali.

            Uno scrittore, per vivere del suo lavoro, ha
            diritto a farsi pagare da chi legge le sue
            opere.
            Lo stesso vale per un cantante, un regista, un
            attore .Sono d'accordo: chi lo deve pagare io o la sua casa editrice che si pappa i soldi ben oltre il dovuto, perchè stà quì la gherminella....se la ripartizione degli utili fosse giusta stai sicuro che molti artisti non ci metterebbero la faccia (di c..o) per una campagna piena di menzogne....perchè i soldi gli entrano sai.....
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            Le case editrici forniscono servizi accessori utili agli scrittori. Per esempio coprono le spese di stampa, si occupano della distribuzione, della pubblicita' ecc...Partiamo dalla distribuzione: non so perche' ma uno scrittore che per distribuire i suoi libri affitta dei furgoni da mandar in giro per l'Italia non me lo vedo (soprattuto perche' di scrittori ce sono tanti e il traffico e' gia' in tilt per conto suo).Quindi qualcuno ha messo in piedi una societa' distributrice per fornire tutti gli scrittori/liberie. E' il principio di tutte le imprese, soddisfare una domanda e fare business.Stessa cosa si puo' dire per la pubblicazione.Se poi consideriamo che gli scrittori spesso non hanno i soldi per fare queste cose e dovrebbero chidere un prestito abbiamo aggiuto un altro tassello alla casa produttrice.Il prestito in questo caso e' un po' diverso da quello di una banca (che difficilmetne concederebbe grosse somme per produrre un libro il cui successo e' molto aleatorio), infatti anziche' rivolere il capitale condivide il rischio con lo scrittore: se il libro va male e' la casa produttrice che ci rimette. Se il libro pero' va bene la casa produttrice vuole un interesse piu' alto della banca (e' normale, deve bilanciare il rischio, fa parte dei principi base dell'economia).Togli la casa editrice e lo scrittore avra' un gap tra lui e il mercato, certo, c'e' internet, ma un libro in pdf vende meno di uno cartaceo, quindi perdi lettori/clienti.
          • krane scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.

            Togli la casa editrice e lo scrittore avra' un
            gap tra lui e il mercato, certo, c'e' internet,
            ma un libro in pdf vende meno di uno cartaceo,
            quindi perdi lettori/clienti.Questo lo pensavano anche i distributori di musica all'inizio, ed ora sono li' a stracciarsi le vesti: i device per leggere comodamente a letto stanno arrivando insieme ai Pc da 300E. Del resto gia' da anni si trovano fumetti, manuali e libri su p2p: parlavo con uno spagnolo che, a causa della pessima pubblicita' che hanno avuto i giochi di ruolo negli anni 90 in spagna, non si trovavano negozi che vendessero i manuali, fortunatamente lui si scaricava allegramente qualsiasi manuale dalla rete.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 novembre 2007 17.18-----------------------------------------------------------
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            Un romanzo in pdf vende un ventesimo del suo concorrente su carta.Per i manuali e' tutta un'altra faccenda.
          • Non authenticat scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            - Scritto da: Loris Batacchi
            Un romanzo in pdf vende un ventesimo del suo
            concorrente su
            carta.Perfetto!Se è così il "danno" che causerebbe la rete è molto limitato (per tua ammissione)...Quindi dove sta il problema?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Fossi in te verserei un obolo per la confraternita degli Amanuensi disoccupati .... sai com'è da quanto non sono riusciti a bruciare il maledetto Johann Gutenberg se la passano maluccio!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • La redazione con i cont scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            Infatti i libri sono l'1 per mille del p2p, il danno vero e' su musica, film e software.
          • Non authenticat scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            - Scritto da: La redazione con i cont
            Infatti i libri sono l'1 per mille del p2p, il
            danno vero e' su musica, film e
            software.Peccato che anche per loro vale la legge di gutemberg... hai 3 scelte:1) dai fuoco alle tecnolgie digitali..... ( (rotfl)(rotfl)(rotfl) )2) cambi modello di business e ti adegui ai tempi... ( :p :p :p )3) chiudi bottega e la smetti di rompere le scatole al prossimo i dinosauri si sono estinti senza logorare le scatole al resto del creato! ( :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o )
          • vrms scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            - Scritto da: Loris Batacchi
            E se invece fossi solo uno scrittore che vuole
            essere pagato per quello che
            scrive?
            Certo, sapere di aver scritto qualcosa che e'
            piaciuto, che ha insegnato qualcosa, ecc... e'
            una gran soddisfazione, ma non riempie la
            pancia.Con la percentuale che va in tasca agli scrittori dopo la potatura operata dall'editore, trovo l'ipotesi quantomeno improbabile.
          • Anonymous scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            - Scritto da: Loris Batacchi
            Ahahahahahhha abolire ogni forma di diritto
            economico connesso al diritto d'autore... scusa,
            sto ancora rotolando dalle
            risate!!Ed eccolo qua, il troll di turno. Devo dire che gli anni sono passati, ma quando si vogliono scrivere sempre le solite scemenze, non passa manco un secondo. Ed ecco che, al replicare di chi si vede fiammeggiato, sto qua se ne esce fuori"Sto rotolando dalle risate"Frase tipica e standard (e se vogliamo, pure questa, in quanto molto nota, potrebbe esser coperta da diritto d'autore), che la si legge sempre, quando c'è un troll nei paraggi. Complimenti.
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            Ma dai a uno che chiede di "abolire ogni forma di dirittoeconomico connesso al diritto d'autore" e ci scrive pure tra parentesi "seria" vuoi che mi metta a rispondere con argomentazioni serie? Si commenta da sola, e' assurda e come tale non necessita di alcuna discussione, una risata e' il massimo che puo' suscitare. L'analisi fenomenologica del troll tienila per il tuo prossimo libro.
          • ahbe scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            - Scritto da: Loris Batacchi
            Ma dai a uno che chiede di "abolire ogni forma di
            diritto
            economico connesso al diritto d'autore" e ci
            scrive pure tra parentesi "seria" vuoi che mi
            metta a rispondere con argomentazioni serie?L'abolizione è un po eccessiva ma un necessario ed energico ridimenzionamento è indispensabile. Oggi vale di più un album di Vasco che un'operazione chirurgica che salva una vita.Inoltre l'album continua a portarteli per i successivi 90 anni e se morisse vasco i suoi eredi possono sfruttarne i "diritti" per altri 70 anni. Un extraterrestre che venisse ad osservarci potrebbe pensare che ci nutriamo di musica per vivere.
      • ahbe scrive:
        Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
        Mi piacerebbe davvero poter possedere materialmente un'idea ma non è tecnicamente possibile perchè non si puo dire che un'idea appartiene a chi ci arriva per primo, un'idea esiste prima di essere scoperta, nessuno ha mai creato veramente qualcosa, cioè ha portato qualcosa dalla categoria dell'impossibile a quella del possibile, chi ha inventato la bicicletta non ha creato la bicicletta ha solo concretizzato un'idea alla quale chiunque poteva arrivare anzi alla quale sicuramente qualcuno (leonardo da vinci) è arrivato prima di chi è poi riuscito a costruirla.Questo dovrebbe far capire che non si puo dire che un'idea appartine a chi la brevetta per primo, perchè abbiamo cervelli che funzionano similmente e prima o poi chiunque potrebbe arrivare (senza copiare) all'idea di un altro e quindi parlare di proprietà intellettuale è una assurdità.Si può concedere il brevetto per un metodo produttivo innovativo, per concedere un vantaggio a chi ci è arrivato per primo e ha quindi dato una spinta tecnologica ad un particolare settore, quindi una specie di premio che la società concede, ma non si puo dire che un artista possiede un particolare insieme di note e detiene i diritti di sfruttamento di quell'insieme per 90 anni, è aberrante, non contribuisce di certo allo sviluppo della società o della civiltà il fatto che un particolare artista ci sia arrivato prima di un altro, è soltanto un vantaggio per quel particolare artista, non giova a nessun altro, come invece potrebbe giovare a molti di noi che so per dirne una famosa la fusione fredda. Io concederei il brevetto a chi ci puo portare una innovazione che ci migliora la vita ma non posso rendere ricco sfondato un cantante perchè dopo un'estate la sua schifosa hit è già bella che andata e lui i suoi diritti li potrà tenere al massimo per altri 3 anni, non potrà miaca campare di rendita come faceva Hugh Grant in About a Boy perchè suo padre aveva fatto una canzone che tutti i natali andava su tutte le emittenti radio, che siamo matti, dov'è il vantaggio per la società, è la socità a concedere i brevetti per dei ben precisi motivi, non certo perchè basiamo la società sull'adorazione delle rock star, non hanno mai contribuito di certo a migliorare il mondo. Fiuuh...sfogo finito- Scritto da: A O
        - Scritto da: Loris Batacchi

        Si, una di gran lunga più semplice.

        Smetterla di scaricare materiale protetto da

        diritto

        d'autore.

        io ne ho due ottime!

        1) far pagare, a tutti coloro che usano sw
        "piratato", le relative licenze e fino all'ultimo
        centesimo

        (ironica)

        2) l'abolizione di qualsiasi diritto economico
        connesso al diritto
        d'autore!
        (seria)
        • A O scrive:
          Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
          - Scritto da: ahbe
          Mi piacerebbe davvero poter possedere
          materialmente un'idea ma non è tecnicamente
          possibile perchè non si puo dire che un'idea
          appartiene a chi ci arriva per primo, un'idea
          esiste prima di essere scoperta, nessuno ha mai
          creato veramente qualcosa, cioè ha portato
          qualcosa dalla categoria dell'impossibile a
          quella del possibile, chi ha inventato la
          bicicletta non ha creato la bicicletta ha solo
          concretizzato un'idea alla quale chiunque poteva
          arrivare anzi alla quale sicuramente qualcuno
          (leonardo da vinci) è arrivato prima di chi è poi
          riuscito a
          costruirla.
          Questo dovrebbe far capire che non si puo dire
          che un'idea appartine a chi la brevetta per
          primo, perchè abbiamo cervelli che funzionano
          similmente e prima o poi chiunque potrebbe
          arrivare (senza copiare) all'idea di un altro e
          quindi parlare di proprietà intellettuale è una
          assurdità.
          Si può concedere il brevetto per un metodo
          produttivo innovativo, per concedere un vantaggio
          a chi ci è arrivato per primo e ha quindi dato
          una spinta tecnologica ad un particolare settore,
          quindi una specie di premio che la società
          concede, ma non si puo dire che un artista
          possiede un particolare insieme di note e
          detiene i diritti di sfruttamento di
          quell'insieme per 90 anni, è aberrante, non
          contribuisce di certo allo sviluppo della società
          o della civiltà il fatto che un particolare
          artista ci sia arrivato prima di un altro, è
          soltanto un vantaggio per quel particolare
          artista, non giova a nessun altro, come invece
          potrebbe giovare a molti di noi che so per dirne
          una famosa la fusione fredda. Io concederei il
          brevetto a chi ci puo portare una innovazione che
          ci migliora la vita ma non posso rendere ricco
          sfondato un cantante perchè dopo un'estate la sua
          schifosa hit è già bella che andata e lui i suoi
          diritti li potrà tenere al massimo per altri 3
          anni, non potrà miaca campare di rendita come
          faceva Hugh Grant in About a Boy perchè suo padre
          aveva fatto una canzone che tutti i natali andava
          su tutte le emittenti radio, che siamo matti,
          dov'è il vantaggio per la società, è la socità a
          concedere i brevetti per dei ben precisi motivi,
          non certo perchè basiamo la società
          sull'adorazione delle rock star, non hanno mai
          contribuito di certo a migliorare il mondo.
          Fiuuh...sfogo
          finitoe intanto qui brevettano il magenta e il ciano...http://www.appuntidigitali.it/336/il-magenta-e-brevettato/http://pierfrancoravotto.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1686553e intanto muoiono a migliaia per i brevetti sui farmaci...http://www.vita.it/articolo/index.php3?NEWSID=39987&H=aidshttp://www.sieropositivo.it/?channel=26&ID=2772
          • ahbe scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.

            e intanto qui brevettano il magenta e il ciano...
            http://www.appuntidigitali.it/336/il-magenta-e-bre
            http://pierfrancoravotto.ilcannocchiale.it/?id_blo

            e intanto muoiono a migliaia per i brevetti sui
            farmaci...
            http://www.vita.it/articolo/index.php3?NEWSID=3998
            http://www.sieropositivo.it/?channel=26&ID=2772sul brevetto del ciano e del magenta penso sia sufficiente il mio intervento di prima.per il brevetto di tecnologie penso sia necessario aggiungere che sono d'accordo perchè se no mancano gli incentivi alla ricerca, molti lo fanno solo per interesse economico anche perchè ormai ci sono solo strutture organizzate che permettono agli scienzati di fare ricerca perciò se toglio il lucro è un po difficile andare avanti spediti.Detto questo penso che il brevetto in base al campo di applicazione debba durare il minimo indispensabile a garantire alla ditta che lo detiene un margine di vantaggio commerciale sui suoi rivali (se no facciamo la ricerca di stato in sile stalinista niente piu ricerca privata ma è roba da rabbrividire) penso che piu è onerosa la ricerca piu debba essere lungo il brevetto ma non penso che debba avere dei tempi da era geologica, che so in informati i brevetti sull'hardware che senso hanno dopo 5 anni, la roba di 5 anni fa è talmente vecchia che passati altri 5 anni non la userà piu nessuno. In ambito farmaceutico c'è un altro problema cioè il brevetto selvaggio dei principi attivi, io brevetto un principio attivo che ancora non so a cosa serve qualcuno scopre a che serve e mi deve pagare perchè io ho trovato quel principio attivo prima che lui scoprisse a cosa servisse, ecco questo è assurdo, mentre se qualcuno scopre la cura contro qualcosa di importante e ha spese milioni e milioni credo sia giusto che se altre case farmaceutiche vogliono vendere lo stesso farmaco debbano pagare chi l'ha inventato per poterlo fare per almeno un tempo necessario a rifondere le ricerche, non so quanto debba essere in anni, ma gente del mestiere sarebbe piu brava di me a stabilirli, se non può andare di nuovo a pari tutte le volte che inventa un farmaco che serve a qualcosa di importante una casa farmaceutica fallisce dopo 5 farmaci e tu non ti curi piu contro le nuove malattie.
          • A O scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            - Scritto da: ahbe[...]
            sul brevetto del ciano e del magenta penso sia
            sufficiente il mio intervento di
            prima.certo... era per rafforzare la tesi...
            per il brevetto di tecnologie penso sia
            necessario aggiungere che sono d'accordo perchè
            se no mancano gli incentivi alla ricerca, molti
            lo fanno solo per interesse economico anche
            perchè ormai ci sono solo strutture organizzate
            che permettono agli scienzati di fare ricerca
            perciò se toglio il lucro è un po difficile
            andare avanti
            spediti.mah... ne parlavo giorni fa con degli amici professori universitari (uno ordinario di ingegneria)... la cosa mi dicono è complessa ma tutto considerato erano contrari anche a questo tipo di brevetto...ci sono anche diversi studi secondo cui, nel complesso, è più il danno che il beneficio per la collettività
            Detto questo penso che il brevetto in base al
            campo di applicazione debba durare il minimo
            indispensabile a garantire alla ditta che lo
            detiene un margine di vantaggio commerciale sui
            suoi rivali (se no facciamo la ricerca di stato
            in sile stalinista niente piu ricerca privata ma
            è roba da rabbrividire) penso che piu è onerosa
            la ricerca piu debba essere lungo il brevetto ma
            non penso che debba avere dei tempi da era
            geologica, che so in informati i brevetti
            sull'hardware che senso hanno dopo 5 anni, la
            roba di 5 anni fa è talmente vecchia che passati
            altri 5 anni non la userà piu nessuno.questo è un punto di cui si parlava con gli amici professori... in effetti messa come dici tu la cosa sarebbe anche sensata... se non si aboliscono allora la durata dovrebbe essere davvero breve...
            In ambito
            farmaceutico c'è un altro problema cioè il
            brevetto selvaggio dei principi attivi, io
            brevetto un principio attivo che ancora non so a
            cosa serve qualcuno scopre a che serve e mi deve
            pagare perchè io ho trovato quel principio attivo
            prima che lui scoprisse a cosa servisse, ecco
            questo è assurdo, già... tipo i colori, o brevettare algoritmi o addirittura idee (perché questo fanno spesso coi brevetti sul software)
            mentre se qualcuno scopre la
            cura contro qualcosa di importante e ha spese
            milioni e milioni credo sia giusto che se altre
            case farmaceutiche vogliono vendere lo stesso
            farmaco debbano pagare chi l'ha inventato per
            poterlo fare per almeno un tempo necessario a
            rifondere le ricerche, non so quanto debba essere
            in anni, ma gente del mestiere sarebbe piu brava
            di me a stabilirli, se non può andare di nuovo a
            pari tutte le volte che inventa un farmaco che
            serve a qualcosa di importante una casa
            farmaceutica fallisce dopo 5 farmaci e tu non ti
            curi piu contro le nuove
            malattie.se la durata del brevetto fosse breve e il costo finale al malato fosse basso forse sarei d'accordo...ma di fatto questo non succedee poi stiamo parlando di farmaci, di salute, di sofferenza... non di merci...mah... alla fine torniamo sempre lì: credo sarebbe meglio cancellare i brevetti
          • paoloholzl scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            Concordo con molto di quanto riportato.Mi permetto di allegare un pezzo del documento Free Software in Free World in cui parlavo anche di brevetti e Copyright...Se poi la norma prevede delle sciocchezze o delle illogicità ecco che sarà perennemente smentita nei fatti.Le case discografiche non hanno chiuso quando la gente duplicava le cassette penso non falliranno con la duplicazione degli mp3. In ogni caso come frenare un fenomeno per cui il trasferimento di intere biblioteche di migliaia di brani da un ragazzino all'altro richiede pochi minuti?Le case discografiche possono dire quello che vogliono, possono dare dei grandi esempi eclatanti, ma non possono frenare un fenomeno che paradossalmente spesso coinvolge proprio coloro che i CD li comprano.Se in Italia uno prende una foto di un giornale la mette su un sito, la copiano in 10.000 magari viene perseguito per aver pubblicato qualcosa di coperto da Copyright, in 10.000 l'hanno scaricata e passata ad altri 500.000 magari nell'assoluta inconsapevolezza in tutto il mondo, questi chi li persegue?Leonardo non penso si ponesse il problema di sapere se la sua idea l'avesse avuta qualcun' altro, si costruisce partendo dove sono arrivati gli altri, è sempre stato così, un conto è rubare e rivendere il quadro di un altro, un altro conto è ridipingerlo magari molto simile o con uno stile diverso.Mi si dirà che le spese in ricerca per vaccini o altro si ripagano solo con i brevetti ma non posso credere che una grande scoperta sia unicamente di chi l'ha raggiunta, fortunatamente Pasteur non ragionava in tal modo e l'umanità con lui è cresciuta.Esiste il problema di stimolare il mercato di prodotti ad alto investimento facilmente riproducibili? Per i farmaci sì per il software e tutte le altre materie no! Per i farmaci è evidente che se non c'è un rientro caleranno gli investimenti in ricerca.Solo nel caso dei farmaci penso un brevetto abbia un senso, non deve essere qualcosa di eterno, in situazioni di gravi emergenze sanitarie va sostituito da una cifra fissa periodica e va fatto decadere estendendo a tutti il diritto di produrre il farmaco, fintanto che l'emergenza è risolta.Quando c'è di mezzo la vita umana non ci devono essere distinzioni tra paesi poveri e ricchi ma deve prevalere il bene della comunità nel suo insieme.
          • er pecoraro scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            mettere sullo stesso piano il diritto d'autore su una canzonetta con quello su un farmaco non ha senso
          • Paperoliber o scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            Infatti con Telethon e compagnia bella raccolgono i soldi per la ricerca e poi le multinazionali la brevettano e ce la rivendono a fior di milioni ... Alla faccia dell'ipocrisia !!!!! Per molti gruppi (vedi Artic Mokeys fenomeno internet 2006) la rete è stata un grandissima cassa di risonanza, sono stati scambiati, scaricati, ecc... e poi hanno venduto tonnellate di CD e pezzi legali in internet, la gente non ha ancora capito che la rete è il valore aggiunto non il nemico da mazzolare, e comunque vorrei vedere il cc del Sarcosone dopo che gli hanno scaricato la tangentona per il bel discorso....!!!!
          • Ahriman scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            Aha! Ecco qui il vero nodo della questione...Perchè DJFrancesco (o le pussycat, o 50cent) prendono una barca ignobile di soldi mentre io od altri medici pur salvando delle vite vengono ricompensati a:-800 al mese per i primi 5 anni (e si, gli specializzandi operano la gente)-calci in culo se ti lamenti-paraculati che diventano primari non sapendo una fava-obbligo di emigrare per non essere oberati di lavoro ed al contempo morti di fame (il discorso non vale per i medici privati)Scusate l'OT ma fa davvero incazzare vedere che gente della utilità/levatura/cultura/personalità inferiore a quella di uno scarafaggio guadagna vagonate di soldi (ed alle sue spalle pure i parassiti della SIAE mangiano a quattro palmenti) mentre chi svolge davvero un ruolo utile è relegato a mendicare (e Thelethon mi sta sulle pa//e perchè è proprio fare la carità).Personalmente mi accontenterei anche dello stipendio di medico ospedaliero (dai 3000 ai 4000 euro mediamente) e sarei anche felice se il resto andasse in ricerca, opere utili ed altro...ma finchè il leviatano ingurgita tutto e lo spende in mercedes o avvocati per far causa a chi scarica, questi soldi saranno davvero mal investiti...
      • Quod scrive:
        Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.

        2) l'abolizione di qualsiasi diritto economico
        connesso al diritto
        d'autore!
        (seria)Se io ho prodotto qualcosa, diciamo un prodotto dell'ingegno (nel senso che deriva da un'idea, poi la realizzazione non si fa col pensiero), ad esempio una canzone, e altri vogliono usufruirne ascoltandola quando e dove gli pare (==
        download) credo che sia giusto che paghino (poco, ma qualcosa) chi ha prodotto tale canzone. Questo non ha nulla a che vedere con la QUALITA' dell'opera (che tra l'altro non è un dato oggettivo in linea di massima): se piace lo decide il singolo, se fa schifo nessuno lo obbliga a comprarla. Non vedo il problema.Dov'è l'errore in questo?In economia mi pare si chiami il "prezzo di un bisogno" (cito da un amico laureato, ma non entro nel merito perché non sono competente in materia).
        • ahbe scrive:
          Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.

          Se io ho prodotto qualcosa, diciamo un prodotto
          dell'ingegno (nel senso che deriva da un'idea,
          poi la realizzazione non si fa col pensiero), ad
          esempio una canzone,Beethoven era sordo come credi che realizzasse le sue opere??Guarda un po proprio col pensiero, non sei molto pratico di musica vero, un musicista degno di questo nome la pensa in testa la melodia e pensa con la testa le parole almeno si spera perchè se invece passa tutto il giorno a strimpellare nella speranza che si formi una melodia be allora loro mi devono pagare perchè io li ascolti sarebbe mortificante sapere che producono musica a caso.
          e altri vogliono usufruirne
          ascoltandola quando e dove gli pare (==

          download) credo che sia giusto che paghino (poco,
          ma qualcosa) chi ha prodotto tale canzone.Mettiamo caso che io so fare musica e casualmente arrivo a produrre una melodia molto ma molto simile a quella di un altro, senza aver mai ascoltato niente prodotto da quest'altro. Però io arrivo per secondo la produco 10 anni dopo (perchè sono di 10 anni piu giovane? perchè prima avevo altro per la testa? non lo so però ci arrivo senza aver copiato, è plausibile no? la musica non si crea si scopre le note esistono già, l'amonia è un senso comune a tutti gli uomini persino quelli che non producono musica).Adesso siccome lui l'ha "brevettata" io non posso fare una canzone con la melodia fatta da me perchè assomiglia esageratamente alla sua, io ci avrei messo altre parole ma no non posso, sono passati 10 anni, nel frattempo è diventato ricco grazie a quella canzone, si è ripagato enormemente di più lo sforzo che gli è servito per produrla ma ancora non basta, dopo 10 anni ancora io non posso produrre una musica molto simile alla sua perchè lui ne è proprietario, ma dai su posso capire concederglio un vantaggio perchè ci è arrivato prima, ma bada bene è un regalo una concessione che la società gli fa per incentivarlo a produrre ancora garantendogli la serenità che nei primi anni lui può sfruttare quel che ha prodotto senza che qualcuno glielo copi, ma nei primi anni non vuol dire 90 anni, vuol dire 3-4, poi basta il boom di ascolti ce l'hai in quel lasso, la musica annoia in fretta dopo che ti seri riempito le tasche nei primi anni basta devi produrre ancora non puoi andare a scrocco per tutta la vita con i diritti d'autore che durano una vita
          Questo
          non ha nulla a che vedere con la QUALITA'
          dell'opera (che tra l'altro non è un dato
          oggettivo in linea di massima): se piace lo
          decide il singolo, se fa schifo nessuno lo
          obbliga a comprarla. Non vedo il
          problema.
          Dov'è l'errore in questo?

          In economia mi pare si chiami il "prezzo di un
          bisogno" (cito da un amico laureato, ma non entro
          nel merito perché non sono competente in
          materia).
          • Quod scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            - Scritto da: ahbe

            Se io ho prodotto qualcosa, diciamo un prodotto

            dell'ingegno (nel senso che deriva da un'idea,

            poi la realizzazione non si fa col pensiero), ad

            esempio una canzone,

            Beethoven era sordo come credi che realizzasse le
            sue
            opere??
            Guarda un po proprio col pensiero, non sei molto
            pratico di musica vero, Mmm... mi sa che hai le idee un po' confuse (o le esprimi in modo confuso) ;-). Guarda caso invece sono abbastanza pratico di musica, ma finora non mi è mai riuscito incidere una canzone o masterizzare un cd solo col pensiero (per realizzazione intendo questo).Concordo con te che il pensiero è una parte fondamentale (necessaria), ma non è certamente *sufficiente* (magari lo fosse, aggiungo!). E poi dovresti sapere che ogni compositore ha un suo modo, chi comincia dalle parole, chi dalla melodia, chi ce l'ha in mente prima, chi improvvisa (e non significa certo andare A CASO!)...un musicista degno di
            questo nome la pensa in testa la melodia e pensa
            con la testa le parole almeno si spera perchè se
            invece passa tutto il giorno a strimpellare nella
            speranza che si formi una melodia be allora loro
            mi devono pagare perchè io li ascolti sarebbe
            mortificante sapere che producono musica a
            caso.Certo.
            Mettiamo caso che io so fare musica e casualmente
            arrivo a produrre una melodia molto ma molto
            simile a quella di un altro, senza aver mai
            ascoltato niente prodotto da quest'altro.Può capitare certamente, con una probabilità che è inversamente proporzionale alla complessità della melodia. Però io
            arrivo per secondo la produco 10 anni dopo
            (perchè sono di 10 anni piu giovane? perchè prima
            avevo altro per la testa? non lo so però ci
            arrivo senza aver copiato, è plausibile no?Plausibilissimo! la
            musica non si crea si scopre le note esistono
            già, l'amonia è un senso comune a tutti gli
            uomini persino quelli che non producono
            musica).Questo è un punto di vista piuttosto sballato... :PAllora nemmeno la matematica si crea (teorema = sequenza di proposizioni, i simboli esistono già). Ma allora guarda un po', neanche i romanzi (sequenze di lettere/parole che già esistono), le poesie, il software, e così via...Insomma esiste già tutto, insomma.... Be' non mi convince come posizione!
            copi, ma nei primi anni non vuol dire 90 anni,
            vuol dire 3-4, poi basta il boom di ascolti ce
            l'hai in quel lasso, la musica annoia in fretta
            dopo che ti seri riempito le tasche nei primi
            anni basta devi produrre ancora non puoi andare a
            scrocco per tutta la vita con i diritti d'autore
            che durano una vitaSono abbastanza d'accordo con te su questo discorso dei tempi...Ciao
          • ahbe scrive:
            Re: Contromisure, suggeritene qualcuna.
            - Scritto da: Quod
            Questo è un punto di vista piuttosto sballato...
            :P
            Allora nemmeno la matematica si crea (teorema =
            sequenza di proposizioni, i simboli esistono
            già). Ma allora guarda un po', neanche i romanzi
            (sequenze di lettere/parole che già esistono), le
            poesie, il software, e così
            via...
            Insomma esiste già tutto, insomma.... Be' non mi
            convince come
            posizione!Dovresti chiedere cosa ne pensava il Michelangelo a questo proposito, ma senza scomodarlo dalla tomba è assurdo pretendere di inventare creare produrre qualcosa che non "esiste" perchè ciò che non esiste non può e non potrà mai esistere, è un paradosso logico connaturato al problema dell'esistenza niente di poi così speciale.
  • Enrico Strada scrive:
    Consumatori?
    Vorrei sapere i cosiddetti "consumatori" di cosa si lamentano, visto che, di fatto, "consumatori" non sono, visto che non pagano un ghello ai musicisti e affini.I francesi mica sono gli italioti, se dicono che lo fanno, lo faranno e spaccheranno il c...o ai bimbi del p2p (almeno in Francia) e se l'esperimento funzionera' vedrete di sicuro l'esportazione del modello in tutta Europa (perche' la Francia, in Europa, CONTA QUALCOSA, mica come l'italietta degli italioti).Tempi duri , banda di polli, bastonate nei denti in arrivo ai ladroni... (speriamo che siano abbinate ad altrettante bastonate ai nostri politici..)
    • A O scrive:
      Re: Consumatori?
      - Scritto da: Enrico Strada
      Vorrei sapere i cosiddetti "consumatori" di cosa
      si lamentano, visto che, di fatto, "consumatori"
      non sono, visto che non pagano un ghello ai
      musicisti e
      affini.

      I francesi mica sono gli italioti, se dicono che
      lo fanno, lo faranno e spaccheranno il c...o ai
      bimbi del p2p (almeno in Francia) e se
      l'esperimento funzionera' vedrete di sicuro
      l'esportazione del modello in tutta Europa
      (perche' la Francia, in Europa, CONTA QUALCOSA,
      mica come l'italietta degli
      italioti).

      Tempi duri , banda di polli, bastonate nei denti
      in arrivo ai ladroni... (speriamo che siano
      abbinate ad altrettante bastonate ai nostri
      politici..)ma sei ancora qui?quando ti trasferisci DEFINITIVAMENTE in francia?
      • A O scrive:
        Re: Consumatori?

        - Scritto da: Enrico Strada[...]
        ma sei ancora qui?
        quando ti trasferisci DEFINITIVAMENTE in francia?ah... il biglietto (SOLA ANDATA) lo offro io eh!
        • Enrico Strada scrive:
          Re: Consumatori?
          Me ne andrei volentieri, visto che questo paese e' popolato di idioti come te, pero' non in francia, ma in una bella isoletta (senza cellulare e adsl).I soldi del biglietto risparmiali, ti serviranno per i regali di natale.
          • A O scrive:
            Re: Consumatori?
            - Scritto da: Enrico Strada
            Me ne andrei volentieri, visto che questo paese
            e' popolato di idioti come te, pero' non in
            francia, ma in una bella isoletta (senza
            cellulare e
            adsl).beh... lì ci verrei anche io
            I soldi del biglietto risparmiali, ti serviranno
            per i regali di
            natale.non faccio regali per natale
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Consumatori?
            Perchè sei tirchio, perchè non hai nessuno a cui farne o perchè credi che il natale sia una festa del consumismo introdotta dagli americani imperialisti e capitalisti?Ah, no scusa, dimenticavo, hai solo 8 anni, è normale che un bimbo di quell'età non faccia regali per natale, però almeno un bigliettino di auguri scritto da te per la tua mamma lo potresti fare, vedrai che lo gradirà.
          • webwizard scrive:
            Re: Consumatori?
            - Scritto da: Loris Batacchi
            Perchè sei tirchio, perchè non hai nessuno a cui
            farne o perchè credi che il natale sia una festa
            del consumismo introdotta dagli americani
            imperialisti e
            capitalisti?

            Ah, no scusa, dimenticavo, hai solo 8 anni, è
            normale che un bimbo di quell'età non faccia
            regali per natale, però almeno un bigliettino di
            auguri scritto da te per la tua mamma lo potresti
            fare, vedrai che lo
            gradirà.Cazzarola, ma dare risposte sensate con contenuti invece che "gnegnegné" da poppante dell'asilo nido no, eh ?
          • webwizard scrive:
            Re: Consumatori?
            - Scritto da: Enrico Strada
            Me ne andrei volentieri, visto che questo paese
            e' popolato di idioti come te, pero' non in
            francia, ma in una bella isoletta (senza
            cellulare e
            adsl).

            I soldi del biglietto risparmiali, ti serviranno
            per i regali di
            natale.Se vuoi vedere un autentico idiota, usa uno specchio prima di etichettare gli altri.
    • uffff scrive:
      Re: Consumatori?
      e' una trovata geniale evita mazzate ai piratoni e allo stesso tempo tutela chi usa internet brava francia
    • ken scrive:
      Re: Consumatori?
      Sei un discografico, hai un negozio di dischi, oppure semplicemente non hai capito che la tecnologia attuale permette nuove forme di distribuzione dei contenuti multimediali che rendono obsolete le precedenti? E che l'implementazione e l'utilizzo di quella distribuzione consentirebbe di dare la piu' efficace delle spallate all'abuso del filesharing?Non mi preoccupano tanto le majors, ne' i governi, ne' i providers. Loro perseguono i propri interessi economici.Mi preoccupano quelli che come te si ergono a fieri difensori della giustizia, ansiosi che la "pirateria" venga combattuta con la repressione. L'equo compenso del diritto d'autore dovrebbe essere tema centrale in questo genere di discussioni. E invece passa sempre in secondo piano, per voi paladini della giustizia. A voi interessa soprattutto che i 30 euro che spendete per un cd vi diano un certo grado di esclusivita' su quell'opera, e che in conseguenza della vostra spesa altri non possano accedere gratuitamente agli stessi contenuti.E' per questo che invece di sfruttare queste occasioni per discutere su quali possibilita' offrirebbe la rete per far finalmente evolvere il mercato discografico, ci si ritrova qui a scambiarsi insulti come "bastonate nei denti in arrivo ai ladroni".Se pensi che questo sia utile alla tua causa, Enrico Strada, fai pure.
      • uffff scrive:
        Re: Consumatori?
        - Scritto da: ken
        E invece passa sempre in secondo piano, per voi
        paladini della giustizia. A voi interessa
        soprattutto che i 30 euro che spendete per un cd
        vi diano un certo grado di esclusivita' su
        quell'opera, e che in conseguenza della vostra
        spesa altri non possano accedere gratuitamente
        agli stessi
        contenuti.
        parliamone, che lavoro fai?
    • castigo scrive:
      Re: Consumatori?
      - Scritto da: Enrico Strada
      Vorrei sapere i cosiddetti "consumatori" di cosa
      si lamentano, visto che, di fatto, "consumatori"
      non sono, visto che non pagano un ghello ai
      musicisti e
      affini.è vero, hai proprio ragione.proprio stamane ho visto zucchero che lavava vetri all'incrocio sotto casa.... e chissà quanti altri "poveri" artisti fanno la fame come lui :(
      I francesi mica sono gli italioti, se dicono che
      lo fanno, lo faranno e spaccheranno il c...o ai
      bimbi del p2p (almeno in Francia) e se
      l'esperimento funzionera' vedrete di sicuro
      l'esportazione del modello in tutta Europa
      (perche' la Francia, in Europa, CONTA QUALCOSA,
      mica come l'italietta degli
      italioti).in francia, come in italia, ci sarebbe ben altro di cui preoccuparsi.ma evidentemente per i nostri politicanti sconfiggere il p2p è più importante ;)
      Tempi duri , banda di polli, bastonate nei denti
      in arrivo ai ladroni... (speriamo che siano
      abbinate ad altrettante bastonate ai nostri
      politici..)mi spiace ma questa è chiaramente una contraddizione, considerando chi coprono i nostri esimi "onorevoli" ladroni.ma quando aprirai gli occhietti sarà troppo tardi.....
    • webwizard scrive:
      Re: Consumatori?
      - Scritto da: Enrico Strada
      Vorrei sapere i cosiddetti "consumatori" di cosa
      si lamentano, visto che, di fatto, "consumatori"
      non sono, visto che non pagano un ghello ai
      musicisti e
      affini.

      I francesi mica sono gli italioti, se dicono che
      lo fanno, lo faranno e spaccheranno il c...o ai
      bimbi del p2p (almeno in Francia) e se
      l'esperimento funzionera' vedrete di sicuro
      l'esportazione del modello in tutta Europa
      (perche' la Francia, in Europa, CONTA QUALCOSA,
      mica come l'italietta degli
      italioti).

      Tempi duri , banda di polli, bastonate nei denti
      in arrivo ai ladroni... (speriamo che siano
      abbinate ad altrettante bastonate ai nostri
      politici..)Complimenti per la pacatezza del messaggio. Se vuoi sapere di cosa ci si lamenta, te lo dico subito:1) Dover pagare la SIAE per ogni volta che respiriamo, dato che tra equo compenso e simili potrei scaricarmi dieci canzoni al mese gratis ed essere in regola con i diritti d'autore.2) Dover pagare 20-30 euro (che sono 40-60 dollari, dove in America i CD ne costano al massimo 25) per un CD con dentro una, due canzoni decenti ed il resto è "filler", cioè schifezze che cacciano dentro per arrivare ai 40-50 minuti. Da quando esiste iTunes ho solo musica in regola, visto che posso pagare il giusto un solo brano. Ma alle major dà fastidio anche quello...3) Essere costretto a scaricare dei film non tanto perché non li si vuole pagare, ma perché non si possono acquistare, dato che (vedi ad esempio Disney) mettono in catalogo un titolo per tre-quattro mesi e poi lo levano, e non c'è verso di recuperarlo da nessuna parte. E questo per quei titoli che mettono in catalogo, dato che ci sono anche dei film che a catalogo non ci vanno mai e se vuoi vederli l'unica opzione è il P2P con qualcuno che (bontà sua) se lo è magari registrato in TV.E questo tanto per cominciare.
  • Uollas Yomas scrive:
    Se i francesi venissero a sapere...
    che Osiris esiste la finirebbero con certe fesserie...http://osiris.kodeware.net/Qualcuno li tenga aggiornati :D
    • franco scrive:
      Re: Se i francesi venissero a sapere...
      Aahahah ma tu sei gilean!scusa eh ma solo lui l'ho visto spammare cosi tanto osiris!dai ammettilo ti prego!! le tue battaglia anti-server sono stupende!Che poi vorrei capire cosa c'entra osiris in questo caso!Osiris non è un programma di p2p anonimo e non è nemmeno una rete alternativa come anonet.Cioè è semplice,se il tuo isp vede che la tua linea non scende mai sotto certi valori 9 su 10 stai scaricando,p2p anonimo si p2p anonimo no.Osiris non c'entra un cazzo in sta storia,forse volevi parlare di anonet,e allora li sono un altro paio di maniche....
    • A O scrive:
      Re: Se i francesi venissero a sapere...
      - Scritto da: Uollas Yomas
      che Osiris esiste la finirebbero con certe
      fesserie...
      http://osiris.kodeware.net/
      Qualcuno li tenga aggiornati :Dosiris...- esiste solo come binari window$- non si conoscono i termini di licenza- non si conoscono i sorgenti- non è certo se libero (GPL) come ci si aspetterebbe visto come è presentato nel sitoosiris... come consegnare facilissimamente il proprio pc e la propria privacy in mano ad altri!
      • Ofiuco scrive:
        Re: Se i francesi venissero a sapere...
        Non sai nemmeno tu cosa stai dicendo...
      • Gilean scrive:
        Re: Se i francesi venissero a sapere...
        PEnso che tu della vita non hai capito una beneamata mazza e ti spiego perche':1-Osiris e' FREEWARE, non open source (o non ancora almeno). Se penso che ogni giorno pi recensisce centinaia di programmi freeware non open, ti fai un problema per osiris? suvvia fai ilserio.2- OSiris e' L'UNICO che garantisce la privacy, in quanto completamente decentralizzato e non vi e' traccia di collegamento tra ip e posts. i dati sono scriptati con chiave rsa.3- Osiris permette la creazione di un forum in pochi secondi, ma forse il tuo cervello ancora non e' arrivato ad una simile concezione.p.s.Gilean sono io, Uollas e' un supporter come me, per chi non ne puo' piu' passi oltre, no ne' obbligato a leggere ;)
    • MisterEmme scrive:
      Re: Se i francesi venissero a sapere...
      Basta sti messaggi di spam pro Osiris disseminati ovunque!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • TheSandMan scrive:
    Dei delitti e delle pene
    Per quanto questa sia una, di fantoziana memoria, boiata pazzesca, se andiamo ad analizzare la proporzionalità della pena, o dell'ammenda, o di quel che ci pare, direi che la situazione è 1000 volte più preoccupante in casa nostra.Penso che i 4 utenti milanesi sanzionati con "ammendine" che vanno dai 6 ai 14 milioni di euro farebbero volentieri a cambio della nostra legislazione con questa proposta che viene dall'altro lato delle alpi,una legislazione che ti avverte quando stai ledendo (va bè, qui ci sarebbero papiri molto lunghi da scrivere) e dopo avvertimenti rischi una sospensione dell'accesso internet rispetta migliaia di volte di più la proporzionalità della pena, in relazione alle ammendine che prevede la Nostra legislazione VIGENTE.In definitiva, ecco la frase del giorno"Prima di notare la pagliuzza nell'occhio dei cugini, preoccupiamoci delle travi di cemento che stanno per infilarsi nei nostri deretani"The Sandman
    • A O scrive:
      Re: Dei delitti e delle pene
      - Scritto da: TheSandMan
      Per quanto questa sia una, di fantoziana memoria,
      boiata pazzesca, se andiamo ad analizzare la
      proporzionalità della pena, o dell'ammenda, o di
      quel che ci pare, direi che la situazione è 1000
      volte più preoccupante in casa
      nostra.

      Penso che i 4 utenti milanesi sanzionati con
      "ammendine" che vanno dai 6 ai 14 milioni di euro
      farebbero volentieri a cambio della nostra
      legislazione con questa proposta che viene
      dall'altro lato delle alpi,una legislazione che
      ti avverte quando stai ledendo (va bè, qui ci
      sarebbero papiri molto lunghi da scrivere) e dopo
      avvertimenti rischi una sospensione dell'accesso
      internet rispetta migliaia di volte di più la
      proporzionalità della pena, in relazione alle
      ammendine che prevede la Nostra legislazione
      VIGENTE.da questo pdv concordo
      In definitiva, ecco la frase del giorno
      "Prima di notare la pagliuzza nell'occhio dei
      cugini, preoccupiamoci delle travi di cemento che
      stanno per infilarsi nei nostri
      deretani"è buona norma generale, da seguire semprema il punto non è fare a gara per vedere chi sta meglio o peggio...il punto è darsi da fare concretamente per LIBERARE I SAPERI E LA CONOSCENZA da brevetti assurdi e copyright distorto
      • Loris Batacchi scrive:
        Re: Dei delitti e delle pene
        Per saperi e conoscenza intendi l'ultimo porno di paris hilton e l'ultimo cd di celentano vero?Vorrei sapere perchè non vi mettete a chiedere che i liberi siano gratis per tutti sempre, sareste molto più credibili.Il p2p ha ben poco a che vedere con la conoscenza e il sapere... è solo roba aggratis e a portata di click
        • A O scrive:
          Re: Dei delitti e delle pene
          - Scritto da: Loris Batacchi
          Per saperi e conoscenza intendi l'ultimo porno di
          paris hilton e l'ultimo cd di celentano
          vero?il primo non so chi sia, il secondo non mi interessa...mi sa che tu sei più aggiornato di me al riguardociò che intendo non lo decidi tula tua è chiaramente solo una interpretazione faziosa e tendenziosa... perché non parli di contenuti anziché farneticare sull'autore (ovvero me)?
          Vorrei sapere perchè non vi mettete a chiedere
          che i liberi siano gratis per tutti sempre,
          sareste molto più
          credibili.se magari lo chiedessi anziché scrivere le idiozie che scrivi, forse qualcuno ti risponderebbe...
          Il p2p ha ben poco a che vedere con la conoscenza
          e il sapere... è solo roba aggratis e a portata
          di
          clicke chi lo dice questo? tu? è ciò che tu credi essere la realtà?ma dai... manco sai di cosa parli...torna a giocare con la playstaSCion...
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            Sisi, hai ragione, sai tutto te, il p2p è libertà, amore universale, sapere e conoscenza... il porno, gli mp3, i film e i software (me li ero dimenticati prima) coperti da diritto d'autore sul p2p non ci sono... sisi, hai proprio ragione te.Va a drumì va che è tardi, poi la mamma ti sgrida.
          • A O scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            - Scritto da: Loris Batacchi
            Sisi, hai ragione, sai tutto te, il p2p è
            libertà, amore universale, sapere e conoscenza...
            il porno, gli mp3, i film e i software (me li ero
            dimenticati prima) coperti da diritto d'autore
            sul p2p non ci sono... sisi, hai proprio ragione
            te.
            Va a drumì va che è tardi, poi la mamma ti sgrida.potrei essere tuo nonno
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            Ma perchè non il mio trisavolo, tanto che ci sei sparala un pò più grossa no?Si prega la mamma del bimbo A O di mandare il pargolo a letto.
          • claudio1980 scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            2 anni fa Gli USA hanno riconosciuto linvenzione del telefono a Meucci, e meno male.Bell aveva rubato l'idea di meucci che gli è passata di mano e l'ha brevettata prima, dopo quasi 100 anni problema risolto? noBell con il brevetto divenne miliardario fondo la Bell Comunication che fino agli anni 90 è stata la prima compagnia telefonica americana con oltre 50mln di abbonati.Se i brevetti fossero seri ora la Bell quanti miliardi di risarcimento dovrebbe dare alla famiglia Meucci?
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            Qui si sta parlando di p2p, non di brevetti.
          • Reolix scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            - Scritto da: Loris Batacchi
            Qui si sta parlando di p2p, non di brevetti.E visto che si parla di p2p e che la "causa medievale" è sempre e solo riferita a quella monetaria, traduco ci perdono soldi, il presupposto di leggi liberticide come questa svanisce, visto che l'industria cinematografica e musicale NON è in perdita....se poi la si vuole mettere sul filosofico, un'internet civilizzata come dice la Dottrina Sarkozy, mi DEVE spiegare la frase "non dovranno pregiudicare l'obbligo per queste piattaforme di istituire qualsiasi misura pensata per combattere la distribuzione illegale online di contenuti protetti" Bellalì......
          • claudio1980 scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            brevetti e diritto d'autore sono la stessa cosa, una per i beni materiali, l'altra per queli immatriali
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            Brevetti e diritto d'autore piu' o meno si', ma il p2p e' ben altro e qui si parla di una proposta di introdurre pene per chi utilizza il p2p per infrangere il diritto d'autore.La punizione e': niente internet.
          • Non authenticat scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            - Scritto da: Loris Batacchi
            Brevetti e diritto d'autore piu' o meno si', ma
            il p2p e' ben altro e qui si parla di una
            proposta di introdurre pene per chi utilizza il
            p2p per infrangere il diritto
            d'autore.
            La punizione e': niente internet.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Ahhh battacchi macche sbattacchi?Secondo il tuo illuminato parere come fai ad impedire a chicchessia di navigare?.....Certo che a fantasia tu Amelie e il Nicoletto andate davvero forte!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Sveglia!Manda a nanna le ca**te populiste fatte per i comunicati stampa e gli ingenui che abboccano e torna al mondo reale!!!
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            Ho solo detto quella che e' la proposta di Sarko, mica l'ho scritta io quella proposta... sveglia!!
          • Non authenticat scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            - Scritto da: Loris Batacchi
            Ho solo detto quella che e' la proposta di Sarko,
            mica l'ho scritta io quella proposta...
            sveglia!!Sveglia io?Ma veramente io dico che NON FUNZIONA!Tu sembri così soddisfatto che mi pare ti sia scordato che perchè sia attuabile DEVE POTER ESSERE FATTIBILE!E invece fattibile NON LO è!Punto e a capo!
          • Reolix scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            Ed infatti sta quì la discriminante: esiste una differenza tra beni materiali o immateriali? E' possibile che si trattino allo stesso modo? Perchè la differenza cambia con il passare del tempo? Cosa si intende per diritto d'autore? Se le regole devono valere per me utonto, perchè non le devono rispettare loro? Come ridistribuiscono gli utili? Perchè citano perdite che non esistono? Com'è possibile quantificare perdite sulla base scaricato=non comprato? Perchè devo pagare il giusto compenso? Perchè mi è impedita una copia di quello che compro? Perchè lo stesso dvd viene venduto a prezzi differenti? Quanto entra nei conti delle star rispetto al venduto? Chi definisce la durata del diritto d'autore? Perchè devo pagare per persone morte che non prenderanno niente (e non mi parlate di parenti....se è diritto d'autore DEVE andare all'autore...)? Perchè queste leggi sono fatte sotto la spinta di multinazionali e non per libero arbitrio? Studiatevi la storia della Warner e di quel c***o di topolino o la bella addormantata o cenerentola e vediamo chi ha a rubato a chi o leggete Lessig.....ma mi sà che siamo lontani.....
          • webwizard scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            - Scritto da: Loris Batacchi
            Ma perchè non il mio trisavolo, tanto che ci sei
            sparala un pò più grossa
            no?

            Si prega la mamma del bimbo A O di mandare il
            pargolo a
            letto.(troll4) Troll Alert...
          • Rekahr scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            La cultura non è solo un pdf sui filosofi greci, la cultura va da Paris Hilton che se lo fa infilare alle trasmissioni di Piero Angela sulla Roma antica.Poi che a qualcuno non piaccia che anche il sesso è un aspetto culturale della società questo è un altro discorso.
        • Enrico Strada scrive:
          Re: Dei delitti e delle pene
          Loris, ti quoto in pieno.Purtroppo qua si confonde la m..da con la cioccolata, e solo perche' fa comodo fare della filosofia da bar o meglio fare "i finocchi con il c...o degli altri".
          • A O scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            - Scritto da: Enrico Strada
            Loris, ti quoto in pieno.

            Purtroppo qua si confonde la m..da con la
            cioccolata, e solo perche' fa comodo fare della
            filosofia da bar o meglio fare "i finocchi con il
            c...o degli
            altri".chi usa certe terminologie ed accostamenti si qualifica da solo per quel che è...
          • Enrico Strada scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            Esatto, sono uno che non ama le mezze misure con chi te lo vuole mettere in quel posto con cortesia ma senza chiederti il permesso.Per quanto riguarda la "filosofia da bar" sono pienamente convinto di quello che scrivo, anche perche' ho lavorato nel settore musicale per passare poi a quello informatico e credo di vedere la cosa da entrambi i punti di vista.Si preferisce fare arricchire le compagnie di telecomunicazioni piuttosto che dare 1 centesimo a chi i contenuti li produce, nel nome di una sola liberta', quella di appropriarsi della roba che qualcuno vorrebbe vendere per guadagnare qualcosa (con cui magari vivere).
          • A O scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            - Scritto da: Enrico Strada
            Esatto, sono uno che non ama le mezze misure con
            chi te lo vuole mettere in quel posto con
            cortesia ma senza chiederti il
            permesso.scusa ma chi è che te lo vuole mettere in quel posto?sarei forse io quello? ma cosa si beve a cena dalle tue parti?
            Per quanto riguarda la "filosofia da bar" sono
            pienamente convinto di quello che scrivo, anche
            perche' ho lavorato nel settore musicale per
            passare poi a quello informatico e credo di
            vedere la cosa da entrambi i punti di
            vista.

            Si preferisce fare arricchire le compagnie di
            telecomunicazioni piuttosto che dare 1 centesimo
            a chi i contenuti li produce, sarà che vedi entrambi i punti di vista, ma forse è che sei un pò miope...chi ha una flat paga sempre uguale, sia che scarichi tonnellate di musica sia che non ne scarichi manco un bite le compagnie di telecomunicazioni guadagnano di più de non scarichi dato che gli resta più banda disponibilei contenuti li producono SOLO ed esclusivamente gli autoriper il resto il settore musicale non fa altro che la cresta, sfruttando la creatività degli autoriquesto poi vale ben oltre il settore musicale... vale in tanti altri settori che producono sapere e conoscenza (un esempio per tutti: le pubblicazioni scientifiche)... ma tanto sei miope e tante altre cose non le vedi proprioo non le vuoi vedere...
            nel nome di una
            sola liberta', quella di appropriarsi della roba
            che qualcuno vorrebbe vendere quale roba? i diritti sul lavoro degli altri?
            per guadagnare
            qualcosa (con cui magari
            vivere).basta lavorare davvero
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            Ma il punto è: chi cavolo paga una flat da 2 o più Mbit se non può usare il p2p? Ben pochi! Senza il p2p la banda larga si sarebbe diffusa ad un quinto della velocità, quindi gli operatori di telefonia ci han guadagnato di brutto.Ora che tutti hanno dei bei contratti a loro potrebbe anche convenire tagliare il p2p, così decongestionano la rete.
        • TheSandMan scrive:
          Re: Dei delitti e delle pene
          Loris, io non sò a chi volevi rispondere, tuttavia tento di spiegare meglio il mio parere.Abbiamo bisogno di una riforma del lavoro, altrimenti non c'è un domani per le nuove generazioni.Abbiamo bisogno di una riforma del sistema bancario, altrimenti non c'è domani.Abbiamo bisogno di un governo, cosa che manca da circa 30 anni.Abbiamo bisogno di un rifondamento dell'istruzione, altrimenti vedi sopra.Abbiamo una legislazione sul p2p da inquisizione, per restare in tema.Abbiamo una situazione in italia che questo video descrive a pennello http://www.youporn.com/watch/94716In questo contesto, di ciò che fà sarkozza sul p2p non me ne tange molto, anche perchè poi i francesi hanno dimostrato di sapersi difendere, facendo due mesi di barricate di piazza quando han provato a fargli ingoiare la riforma del lavoro, mentro da noi è passata, di facciata in memoria di un morto; stanno facendosi sentire con scioperi seri sulla riforma del sistema presidenziale, mentre qui al massimo i sindacati hanno fatto un referendum dove distribuivano vasellina.Diciamo che l'autocoscienza dei francesi mi porta a pensare che sapranno difendersi da soli.The SandMan
          • ne8ularis scrive:
            Re: Dei delitti e delle pene
            pienamente d'accordo,poi ricordiamo ke dai francesi è partorito il progetto jamendo: "...77300 brani da artisti in gamba, gratis!" (un altro mondo è possibile?)


            http://www.jamendo.com/it/bah, piuttosto mi piacerebbe ke ci fossero pubblicità progresso ke sensibilizzassero circa la fatica ke si fa nel CREARE qualcosa!; e nn spot intimidatori, precursori di scombinate e anacronistike repressioni.fanculo, ke mondo
    • Guybrush scrive:
      Re: Dei delitti e delle pene
      Uhmm... non stanno per infilarsi.Sono gia' li', pronti per essere infilati a titolo di esempio in qualche sfortunato concittadino.Simili azioni suscitano in me una reazione di chiusura totale: non compro piu' un accidenti.
  • fabioamd87 scrive:
    quanto è brutto
    mamma mio oggi la home page di pi fa paura
  • franco scrive:
    anonet
    Umh...credo che questa sia la risposta ai signori francesiche dite??? ;)
    • Uollas Yomas scrive:
      Re: anonet
      Si, ma in coppia con Osiris :D
      • franco scrive:
        Re: anonet
        umh...osiris è ancora un progetto un pò immaturo,closed source e non ancora adatto ai grandi numeri.Sicuramente sarà il futuro e clodo e co hanno la mia stima,ma imho non è ancora una valida alternativa.Gilean!fanboy trollers!!so che stai leggendo!ghghg vieni qui dai!
    • www scrive:
      Re: anonet
      intendi questo prodotto? :Phttp://www.farmaplanet.it/paradetails.asp?CProdotto=A804438un mio amico lo usa! è ottimo!! :P :P :P
    • bi biiii scrive:
      Re: anonet
      - Scritto da: franco
      Umh...credo che questa sia la risposta ai signori
      francesi

      che dite??? ;)Che vorrei un link, l'ho cercato con googlema ho trovato solo delle cremine per il bucio del sedere.:-)
  • francososo scrive:
    i francesi per una volta....
    i francesi per una volta.... avranno di chè preoccuparsi !
  • Fra Batacchio scrive:
    Le CORNA fanno male all' Ungherese
    Dopo che Cecilia l' ha piantato non trova di meglio da fare che tritare le palle alle Rete questo Ungherese importato Francese.
    • tony scrive:
      Re: Le CORNA fanno male all' Ungherese
      - Scritto da: Fra Batacchio
      Dopo che Cecilia l' ha piantato non trova di
      meglio da fare che tritare le palle alle Rete
      questo Ungherese importato
      Francese.quoto!deve bruciargli molto e quindi deve scaricarsi in qualche modo :P
    • Loris Batacchi scrive:
      Re: Le CORNA fanno male all' Ungherese
      Ahahah i super liberal che quando gli toccano il p2p diventano pure razzisti :D
      • Bastard Inside scrive:
        Re: Le CORNA fanno male all' Ungherese
        - Scritto da: Loris Batacchi
        Ahahah i super liberal che quando gli toccano il
        p2p diventano pure razzisti
        :DMica vero, le ungheresi le adoriamo! O) :D
Chiudi i commenti