Legge di Moore defunta in 10 anni

Ennesimo rintocco per le campane a morto sulla chiacchierata "legge" che ha governato lo sviluppo tecnologico dei microchip. Sarà impossibile andare oltre il 2022: parola di Robert Colwell

Roma – L’enunciato sul raddoppio di transistor (e di prestazioni) integrati nei microprocessori ogni due anni circa, noto come “legge” di Moore, è già stato dichiarato morto, pensionando e insostenibile più e più volte , ma quando al coro lamentoso si unisce qualcuno come Robert Colwell le infauste previsioni sulla suddetta legge acquistano una qualità tutta particolare. E si fanno molto più concrete.

robert colwell Colwell è attualmente impegnato come direttore del programma Microsystems Technology Office presso l’agenzia DARPA, ma la sua carriera lavorativa l’ha passata tutta con Intel dirigendo – fino al raggiungimento della pensione al volgere del millennio – i lavori sulle storiche architetture delle CPU Pentium Pro, Pentium II, Pentium III e Pentium 4.

L’ingegnere elettronico sa di cosa parla, insomma, quando parla di legge di Moore e problematiche connesse: nelle sue previsioni, il raddoppio di transistor e prestazioni all’interno di una CPU si arresterà definitivamente entro il 2020 – al massimo 2022, quando l’evoluzione tecnologica dei processi CMOS avrà raggiunto il nodo produttivo da 7-5 nanometri.

Il “papà” del Pentium Pro interviene alla conferenza Hot Chips di Palo Alto, in California, per descrivere lo scenario cupo che a suo dire attende i progettisti di IC e designer di CPU ad altissimo livello di sofisticazione: la legge di Moore ha rappresentato una crescita “esponenziale” che ha portato a un incremento delle velocità, in 30 anni, di 3.500 volte – dal megahertz scarso del processore 4004 di Intel fino ai 5GHz raggiunti dalle CPU moderne (non necessariamente basate su set di istruzioni x86/x86-64).

Per sua natura, spiega Colwell, una crescita di tipo esponenziale non può andare avanti all’infinito e quella della legge di Moore finirà da qui a una decina di anni scarsi. I miglioramenti architetturali delle CPU hanno in questi anni contribuito allo sviluppo delle CPU con una crescita di 50 volte, dice l’ingegnere, e nei prossimi 30 anni (da oggi) sarà questo il livello di incremento prestazionale complessivo macinabile dalle complesse e costosissime “fab” produttive di Intel e degli altri colossi del settore IC.

Più che lo sviluppo tecnologico e la necessità di individuare soluzioni alternative ai processi CMOS basati sul silicio, spiega ancora Colwell – e DARPA e in tal senso alla ricerca di dette alternative – a far estinguere l’enunciato di Moore saranno le leggi economiche : a Intel non converrà più investire miliardi di dollari su una rincorsa alle performance e ai design multi-core spinti capace di offrire miglioramenti tangibili – e “vendibili” agli acquirenti finali – enormemente più contenuti che in passato.

Alfonso Maruccia

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • lanciadany scrive:
    Misterioso Cervello
    Il cervello umano da sempre delle sorprese proprio perche' ancora poco si sa di esso. Il fluire delle informazioni da un punto all'altro attraverso sistmi informatici e' senza dubbio una cosa pregevole che aiuta ad approfondirne la conoscenza.
  • Webmind scrive:
    FIGATA!
    Questo ancora non l'avevano inventato.Appena potranno sopprimere il pensiero cosciente (mi darebbe fastidio essere sveglio mentre mi usano) ci collegheranno tutti in batteria a lavorare! Un bel cellulare collegato e tutti a zappare in fila!gratis, ovviamente.
    • Giardino dei semplici scrive:
      Re:XXXXXTA!

      Appena potranno sopprimere il pensiero cosciente
      (mi darebbe fastidio essere sveglio mentre mi
      usano) ci collegheranno tutti in batteria a
      lavorare!

      Un bel cellulare collegato e tutti a zappare in
      fila!

      gratis, ovviamente.Non è necessario inventare nulla che non ci sià già. Per avere un cellulare di un certo tipo, che inizia per i, molta gente lavora, non gratis ma spesso sottopagata, ed è perciò telecomandata da un bisogno indotto. Usare un telefonino e u impianto neuronale per dirigerli sarebbe una complicazione inutile, il metodo funziona perfettamente già ora.
  • Kevin Spooky scrive:
    il mitico dottor Rao!
    [img]http://www.conan.it/Protagonisti/Rao.gif[/img]Ecco il dottor Rao!E per quanto riguarda Rajesh ... beh :)[img]http://4.bp.blogspot.com/-3W3HAR1-tyU/Td9BVGjSdQI/AAAAAAAABeQ/4aEJzO1key8/s320/rajesh_90422502.jpg[/img]
  • Gustavo Gesualdo scrive:
    Trasmissione del pensiero a distanza
    Ricercatore italiano in fuga dall'idaglia degli idagliani realizza negli USA il sogno di ogni scienziato di tutti i tempi:la trasmissione del pensiero a distanza.Andrea Stocco invia un pensiero all'Italia:Vaffaaaa!!!!!!!!Idagliani:razza di idioti che cacciano il meglio e si fanno governare dal peggio.Gustavo Gesualdo alias Il Cittadino X
    • ... scrive:
      Re: Trasmissione del pensiero a distanza
      - Scritto da: Gustavo Gesualdo
      Ricercatore italiano in fuga dall'idaglia degli
      idagliani realizza negli USA il sogno di ogni
      scienziato di tutti i
      tempi:
      la trasmissione del pensiero a distanza.
      Andrea Stocco invia un pensiero all'Italia:
      Vaffaaaa!!!!!!!!
      Idagliani:
      razza di idioti che cacciano il meglio e si fanno
      governare dal
      peggio.
      Gustavo Gesualdo
      alias Il Cittadino XGli italiani intelligenti devono scappare per forza di cose, visto che in Italia gli intelligenti vengono considerati meno degli idioti.
  • Pessimismo e Fastidio scrive:
    Pensate che bello
    Se funziona si potrà controllare a distanza i pensieri delle persone.Ogni politico ne vorrà uno, visto che le tecniche attualmente utilizzate non funzionano che per il 90% delle volte.:/
  • Antonio Montemurro scrive:
    racconti futuri..
    Mi risponda Jack. E' stato lei a fare fuoco. E' stato visto dalle telecamere di servizio. Non menta. Lei è nei guai. Seri. Grossi. Guai.Jack iniziò a sudare freddo. La voce tremolante, roca. Non riuscì a dire nulla, le labbra si muovevano ma non un sol filo di voce poteva essere udito.Un ronzio nel cervello. In quel cervello.Ripensò a tutta la sua vita. La sua sottomissione, la carenza di autostima, il suo essere servile. Pensava che entrando nel corpo militare OCP qualcosa sarebbe cambiato. Che sarebbe diventato forte. Un vero Uomo. E invece, si rese di colpo conto che era diventato ancora più schiavo, fino a cedere il proprio corpo. A uccidere con le proprie mani anche contro la propria volontà.Strinse i pugni, e decise, per la prima volta in tutta la sua esistenza, di riprendersi la propria vita.Saltò su impettito, con voce ferma, ma visibilmente ancora agitato: NON ERO IO DANNAZIONE! NON HO SPARATO IO! FU IL MIO COLONNELLO CHE MI GUIDAVA CON S.M.I.!Si accasciò a terra, lo sguardo carico d'odio e fuoco negli occhi del colonnello lo fissarono fin quasi a consumarlo.E proprio i suoi occhi, confessarono per lui.Un attimo di esitazione, un lungo silenzio.Portatelo via.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 agosto 2013 09.34-----------------------------------------------------------
  • pollu cusutu scrive:
    davvero?
    Dal video non si capisce gran che, solo che il tipo aveva il dito già sulla barra e ad un certo punto l'ha premuta, ma come si fa a sapere se l'ha premuta perché voleva lui o perché lo ha "ordinato" un altro?
  • vrioexo scrive:
    Ottimo!
    (idea)...e adesso una bella App per il controllo dell'utonto da remoto... (in modo da impedirgli di far danni)
    • San Crispino scrive:
      Re: Ottimo!
      :) Ma allora non hai letto la news: si parla di connessione cervello-cervello... il che esclude automaticamente gli utOnti, che notoriamente ne sono sprovvisti!
      • gio.vit scrive:
        Re: Ottimo!
        Non è scritto che il ricercatore sia stato obbligato a premere il pulsante, è scritto che il tizio gli ha detto di premere il pulsante e lui l'ha fatto.Inoltre un livello simile di paranoia è esagerato.
        • vrioexo scrive:
          Re: Ottimo!
          - Scritto da: gio.vit
          Non è scritto che il ricercatore sia stato
          obbligato a premere il pulsante, è scritto che il
          tizio gli ha detto di premere il pulsante e lui
          l'ha
          fatto.
          Inoltre un livello simile di paranoia è esagerato.Scusa, ma questa risposta è rivolta al mio intervento oppure ad un altro? perché non si capisce bene, visto che manca il ''quote'' sul reply.
      • vrioexo scrive:
        Re: Ottimo!
        - Scritto da: San Crispino
        :) Ma allora non hai letto la news: si parla di
        connessione cervello-cervello... il che esclude
        automaticamente gli utOnti, che notoriamente ne
        sono
        sprovvisti!Hai perfettamente ragione...! però, chissà, magari con i futuri aggiornamenti del software e dell'interfaccia si potrà supplire al problema...
  • andy61 scrive:
    interessante poter dare comandi ...
    interessante poter dare comandi a cui la 'vittima' non possa opporsi.posso comandare a qualcuno di premere un grilletto in vece mia, o di raccomtarmi fatti personali che non avrebbe mai raccontato a nessuno ...Utile nelle indagini, così come per controllare delle persone.Un domani potranno 'taroccare' il casco da moto di qualcuno per poter fargli eseguire delle azioni a sua insaputa ...... Fantascienza ...? Ormai direi di no.In ogni caso ovviamente la cosa può avere delle potenzialità incredibili per dare la possibilità a chi abbia delle difficoltà motorie per eseguire comunque delle azioni che non è più in grado di svolgere.Come sempre, l'innovazione non è né buona né cattiva, ma lo è l'utilizzo che se ne fa.
    • Teo_ scrive:
      Re: interessante poter dare comandi ...
      - Scritto da: andy61
      potenzialità incredibili per dare la possibilità
      a chi abbia delle difficoltà motorie per eseguire
      comunque delle azioni che non è più in grado di
      svolgere.O farle eseguire al proprio avatar
    • San Crispino scrive:
      Re: interessante poter dare comandi ...
      Portano via il soldato (perchè la m3rda cade sempre verso il basso, anche nella sci-fi), portano via il XXXXXXXXllo (perchè il soldato l'ha retro-controllato facendolo confessare con lo sguardo), o portano via il soldato (perchè mentre il soldato controllava il colonnello per farlo confessare questo controllava il giudice per fare emettere una condanna nei confronti del soldato)?
      • San Crispino scrive:
        Re: interessante poter dare comandi ...
        Oppure il giudice ha controllato il collonello per far commettere il crimine al soldato e ne ha fatto condannare uno a scelta perchè è un serial killer sociopatico che utilizza come arma la sua posizione di giudice?
  • iRoby scrive:
    Celebrale
    A Mariù "celebrale" nooooooo
  • gerry scrive:
    Andrea StOcco
    non StUcco :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 agosto 2013 12.33-----------------------------------------------------------
  • . . . scrive:
    Inquietante ...
    ... estremamente inquietante !
  • Renato Rascel scrive:
    Facciamo una prova
    facciamo un prova con l'utente medio di Punto Informatico. Io penso MICROSOFT................XXXXX!Esperimento riuscito. Facciamone un'altra:APPLE................XXXXX!Perbacco, funziona. Altro che connessione cyberneurale, bastano alcuni messaggi ben studiati e all'utente dall'altra parte si può far digitare ciò che si vuole.
Chiudi i commenti