L'FBI vuole controllare le webfonate

Chi chiama via internet dovrà poter essere intercettato come già accade al di fuori della rete. Per questo i federali chiedono alle autorità di controllo di varare standard compatibili per il Voice-over-IP


Roma – L’assenza di standard tecnologici regolamentati per i servizi di telefonia via internet (VoIP – Voice-over-IP) preoccupa l’FBI e il ministero della Giustizia americano che hanno quindi chiesto alle autorità di controllo statunitensi di provvedere rapidamente alla configurazione di standard compatibili con le esigenze di controllo.

Già, perché l’FBI teme che questo genere di chiamate possa essere sfruttato da criminali o terroristi in quanto è spesso difficile per la polizia federale star dietro ai molti diversi sistemi oggi in uso per garantire il VoIP. Di conseguenza è complesso, secondo l’FBI, garantire la possibilità di intercettare le chiamate effettuate con questo mezzo allo stesso modo con cui già vengono monitorate le telefonate su rete fissa o mobile.

In queste settimane la Federal Communications Commission americana si sta occupando di una serie di questioni collegate alla banda larga e all’eventuale regolamentazione di alcune caratteristiche di servizio, ed in questo contesto l’FBI ha chiesto che ci si occupi anche del VoIP.

Le speranze dell’FBI sono per il momento riposte su quella serie di organismi, come l’Associazione dell’industria delle TLC americana, che sta lavorando sul problema del monitoraggio delle comunicazioni VoIP.

Il boss della divisione di sorveglianza elettronica dell’FBI, Les Szwajkowski, alla Reuters ha dichiarato che “quello che stiamo vedendo sono alcuni bruschi cambiamenti nella rete e noi dobbiamo cercare di giocare d’anticipo”. Come a dire, dunque, che quella del VoIP oggi è una preoccupazione relativa per le forze dell’ordine mentre domani potrebbe rappresentare un grosso problema.

Ora il dibattito si estenderà, se la FCC come probabile integrerà l’argomento nella discussione attuale, su chi debba sopportare i costi dei sistemi di sorveglianza e se questa necessità non nasconda il desiderio di tarpare le ali alle società che offrono VoIP e che sono naturalmente malviste dalle tradizionali compagnie telefoniche, il cui business è, almeno in parte, potenzialmente in pericolo.

Un altro dibattito, già in corso, è naturalmente quello relativo all’estensione dei poteri di controllo sulle comunicazioni dei cittadini. Un dibattito che negli USA di questi tempi sembra risolversi sempre in un modo solo, a vantaggio cioè della tesi della sicurezza a tutti i costi.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • max scrive:
    CVD
    e infatti oggi:http://www.repubblica.it/online/cronaca/desiretre/condanne/condanne.html
  • Anonimo scrive:
    Amministratori incompetenti?
    Non credo.Amministrare una grande rete non e' cosa facile, occorre rendere disponibili e funzionanti un sacco di servizi, combattere contro utenti che sono convinti di aver ragione, cercare di recuperare i loro documenti concellati con troppa disinvoltura, lottare con le password scritte su post-it attaccati ai monitor, tenere a bada cracker esterni e smanettoni interni.Se uno studente invece di collaborare utilizza le nozioni che gli vengono insegnate solo per far danni, dimostra un immaturita' pericolosa.E' come consegnare delle armi ad un bambino.Non dico la prigione ma l'allontanamento a vita da tutte le universita' potrebbe essere un'alternativa valida.
  • Anonimo scrive:
    IDEA: Sistemi certificati
    Bisognerebbe certificare i sistemi informatici in base ai dati contenuti negli stessi. Il certificato deve essere reso pubblico e consultabile in rete o presso gli uffici dell'ente o azienda che lo possiede. Se un sistema contiene dati la cui manipolazione può andare a mettere in pericolo la vita di persone o animali (come nel caso delle ricerche di malattia per l'appunto), il sistema avrà un certificato ad alto rischio di punibilità in caso di intrusione.
  • Anonimo scrive:
    italia: 3 anni ai pedofili; USA: 95 anni
    ai cracker.Ma una sana inversione di tendenza?
    • Anonimo scrive:
      Re: italia: 3 anni ai pedofili; USA: 95 anni
      E, in entrambi i casi citati, darsi da fare per colpire chi fa davvero danni (e ci lucra) piuttosto che creare questo clima di caccia alle streghe che porta sempre più insistentemente all'equazione internet=crimine?
    • stevie scrive:
      Re: italia: 3 anni ai pedofili; USA: 95 anni
      - Scritto da: Anonimo
      ai cracker.

      Ma una sana inversione di tendenza?Mannooooo! Tanto qui in Italia li rilascerebbero per buona condotta! ;-)))Certo, un 45 anni a testa..... e SENZA buona condotta....Regards,Stevie
  • Gallone scrive:
    Ben vengano queste persone...
    Altrimenti a quest'ora basterebbe ancora inserire root pippoo per avere accesso ad una shell come root.Ma ahime questo molti non lo capiscono...Povera ignoranza e mentalità limitata
  • Anonimo scrive:
    Che assurdità
    Consiglio ai cracker di cambiare mestiere. Rubate un TIR, gettatelo contro l'università per aprire una breccia, rubate e fuggite. Se vi prendono le pena è molto più leggera.
  • Anonimo scrive:
    l'incredibile sicurezza dei sistemi *nix
    anche un 16 li bucausate l'open e *nix e vedrete cosa vi capita.
    • Anonimo scrive:
      Re: l'incredibile sicurezza dei sistemi *nix
      vorrei vedere ki riesce a bucare la mia box...;-D
    • Anonimo scrive:
      Re: l'incredibile sicurezza dei sistemi *nix
      - Scritto da: Anonimo
      anche un 16 li buca

      usate l'open e *nix e vedrete cosa vi capita.Nell'articolo non c'e' scritto da nessuna parte che si trattava di sistemi *nix......comunque meglio bucare sistemi che vene
      • stevie scrive:
        Re: l'incredibile sicurezza dei sistemi *nix
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        anche un 16 li buca



        usate l'open e *nix e vedrete cosa vi
        capita.
        Nell'articolo non c'e' scritto da nessuna
        parte che si trattava di sistemi *nix...
        ...comunque meglio bucare sistemi che veneAnche ammesso che fossero sistemi *nix, alla stupidità di certa gente a mettere le password non c'è rimedio, *nix o non *nix...Se poi assumessero amministratori di sistema con i contro*******i, starebbero un po' più sicuri, cosa ne dite?Regards,Stevie
  • Anonimo scrive:
    Geni o incompetenti ?
    La ragione di una simile pena smisurata è che risulta direttamente proporzionale alla caga che hanno le istituzioni nel trovarsi indifesi da geni dell'informatica.Non sopportano l'idea di essere ridicolizzati dall 'ingegno di ragazzini che riescono dove loro falliscono nel dimostrare la solidità delle sicurezze informatiche frutto di anni di studio condotte da team qualificati di supercervelloni con tanto di laurea, master e riconoscimenti accademici vari.O semplicemente non possono assolutamente dubitare sulla preparazione dei tecnici che hanno allestito il sistema per i quali la spesa è stata molto onerosa.
    • GAHR scrive:
      Re: Geni o incompetenti ?
      - Scritto da: Anonimo
      La ragione di una simile pena smisurata è
      che risulta direttamente proporzionale alla
      caga che hanno le istituzioni nel trovarsi
      indifesi da geni dell'informatica.
      Non sopportano l'idea di essere
      ridicolizzati dall 'ingegno di ragazzini che
      riescono dove loro falliscono nel dimostrare
      la solidità delle sicurezze informatiche
      frutto di anni di studio condotte da team
      qualificati di supercervelloni con tanto di
      laurea, master e riconoscimenti accademici
      vari.
      O semplicemente non possono assolutamente
      dubitare sulla preparazione dei tecnici che
      hanno allestito il sistema per i quali la
      spesa è stata molto onerosa.Forse hai ragione, ma leggendo nell'articolo:"l tutto lo avrebbe fatto "sequestrando" un account di accesso a Yale e utilizzando quello per le proprie incursioni. "non pare che sia stato sto grande genio questo ragazzino... a quanto sembra ha trovato una pass di un account abbastanza in alto per poter far quello che voleva... la sicurezza contro la stupidità dell'uomo a settare le password non c'è....ho visto gente mettere passwords tipo 1234 ancora nel 2003.. poi ci si chiede perchè queste cose succedonoSaluti,GAHR
  • Anonimo scrive:
    Resta il fatto che...
    ...nonostante le sue indubbie capacità tecniche, il tipo in questione si sia dimostrato un autentico pirla.
  • Anonimo scrive:
    Ecco la liberalissima america...
    ...dove per un reato informatico che ha fatto probabilmente solo perdere un po' di tempo per cambiare le password (150mila dollari, si poteva fare di meglio: perchè non mezzo milione?...), rischia più che se avesse ammazzato qualcuno...Ah la terra della libertà.. che bello eh?!?! :((((((
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco la liberalissima america...
      Cavoli suoi, e' un imbecille e poteva benissimo farne a meno. Se poi doveva compensare i brufoli in faccia con un gesto eroico, avra' occasione di farne molti in galera, per salvarsi il deretano.
      • Attila Xihar scrive:
        Re: Ecco la liberalissima america...
        - Scritto da: Anonimo
        Cavoli suoi, e' un imbecille e poteva
        benissimo farne a meno. Se poi doveva
        compensare i brufoli in faccia con un gesto
        eroico, avra' occasione di farne molti in
        galera, per salvarsi il deretano.Giusto!Propongo anche la pubblica impiccagione x chi butta cartacce per terra anzichè nei cestini!Ma andate a c*****e, servi dei servi dei servi...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ecco la liberalissima america...


          Cavoli suoi, e' un imbecille e poteva

          benissimo farne a meno. Se poi doveva

          compensare i brufoli in faccia con un
          gesto

          eroico, avra' occasione di farne molti in

          galera, per salvarsi il deretano.

          Giusto!
          Propongo anche la pubblica impiccagione x
          chi butta cartacce per terra anzichè nei
          cestini!

          Ma andate a c*****e, servi dei servi dei
          servi...Hai poco da insultare, sono finiti i tempi dovechi faceva il pirata era avvolto da un'aura mistica e veniva considerato un mito.Sono passati decenni ed ora si trattasemplicemente di un crimine per il qualesono ben note le pene.Quindi chi sbaglia, è giusto che paghi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ecco la liberalissima america...
            - Scritto da: Anonimo


            Cavoli suoi, e' un imbecille e poteva


            benissimo farne a meno. Se poi doveva


            compensare i brufoli in faccia con un

            gesto


            eroico, avra' occasione di farne molti
            in


            galera, per salvarsi il deretano.



            Giusto!

            Propongo anche la pubblica impiccagione x

            chi butta cartacce per terra anzichè nei

            cestini!



            Ma andate a c*****e, servi dei servi dei

            servi...

            Hai poco da insultare, sono finiti i tempi
            dove
            chi faceva il pirata era avvolto da un'aura
            mistica e veniva considerato un mito.A me stanno molto piu' sulle palle quelli che buttano le cartacce per terra e li fucilerei tutti, quindi occhio a quello che fai ....
            Quindi chi sbaglia, è giusto che paghi.Hai ragione: stai attento ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ecco la liberalissima america...

            A me stanno molto piu' sulle palle quelli
            che buttano le cartacce per terra e li
            fucilerei tutti, quindi occhio a quello che
            fai ....Per le cartacce c'e' una legge che mi puòdare una multa, posto che io non le butto,se decidessi di farlo saprei esattamentea cosa vado in contro, le fucilate staiattento perché potresti prendertele tu

            Quindi chi sbaglia, è giusto che paghi.

            Hai ragione: stai attento ...brrr brrr
          • Anonimo scrive:
            Re: Ecco la liberalissima america...

            Quindi chi sbaglia, è giusto che paghi.Si, ma la pena deve essere quantomeno commisurata all'entità del reato. E 95 anni sono davvero troppi per una cosa del genere. Cosa diresti se un giorno ti condannassero all'ergastolo per aver corso per tre minuti a 150 all'ora in autostrada?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ecco la liberalissima america...


            Quindi chi sbaglia, è giusto che paghi.

            Si, ma la pena deve essere quantomeno
            commisurata all'entità del reato. E 95 anni
            sono davvero troppi per una cosa del genere.
            Cosa diresti se un giorno ti condannassero
            all'ergastolo per aver corso per tre minuti
            a 150 all'ora in autostrada?sono daccordo che la pena sia troppo alta,ma quello è un'altro problematroppo spesso ce ne stiamo seduti conil culo al caldo a brontolare, magari nei forum,di lobby politiche che vogliono fare passareleggi assurde e ben più restrittive delle libertàpersonali, poi non accade mai niente e leleggi vengono fattel'opinione pubblica dovrebbe trovare metodialternativi per fare in modo di essere sempre beninformata e per fare contare di più la propria vocevisto che ormai qualunque politico prenda lacadrega si allinea con le varie lobby
          • spino scrive:
            Re: Ecco la liberalissima america...
            - Scritto da: Anonimo

            Quindi chi sbaglia, è giusto che paghi.

            Si, ma la pena deve essere quantomeno
            commisurata all'entità del reato. E 95 anni
            sono davvero troppi per una cosa del genere.Vero...peccato che sapendolo, uno si potrebbe fermare prima di compiere il crimine...
            Cosa diresti se un giorno ti condannassero
            all'ergastolo per aver corso per tre minuti
            a 150 all'ora in autostrada?Se la legge dicesse che per guida sull'autostrada a150 Kmh comporta l'ergastolo, tu ci correresti? O forse ti manterresti entro i limiti?
          • GAHR scrive:
            Re: Ecco la liberalissima america...
            - Scritto da: Anonimo


            Cavoli suoi, e' un imbecille e poteva


            benissimo farne a meno. Se poi doveva


            compensare i brufoli in faccia con un

            gesto


            eroico, avra' occasione di farne molti
            in


            galera, per salvarsi il deretano.



            Giusto!

            Propongo anche la pubblica impiccagione x

            chi butta cartacce per terra anzichè nei

            cestini!



            Ma andate a c*****e, servi dei servi dei

            servi...

            Hai poco da insultare, sono finiti i tempi
            dove
            chi faceva il pirata era avvolto da un'aura
            mistica e veniva considerato un mito.

            Sono passati decenni ed ora si tratta
            semplicemente di un crimine per il quale
            sono ben note le pene.

            Quindi chi sbaglia, è giusto che paghi.Hai ragione, chi sbaglia paga.. ma ci sono errori ed errori! No dimentichiamoci che ha fatto un "danno" ad una macchina, ad un fottuto computer, e come diceva qcuno prima di me in questo thread, rischia di più che se avesse ammazzato mia madre!Ma dove cazzo viv(iamo|ono) ????Se ti sfascio l'automobile a mazzate mica mi danno 95 anni di carcere.. e neanche se ne sfascio 50!!!Stiamo perdendo la ragione??? Ora i sistemi informatici valgono di più che le persone? Cosa sono, santi?`aiuto.... a volte proprio mi stupisco... W i dinosauri!Saluti,GAHR
          • Anonimo scrive:
            Re: Ecco la liberalissima america...
            i sistemi informatici valgono più delle persone? bella domanda. ci si dimentica però di alcuni fattori importanti. Ogni giorno che passa sempre di più la nostra vita diviene chiava dell'informatica, vi ricordate the net? dove gente cancellava la vita di uan eprsona di fatto rendendola invisibile al mondo e fuorilegge? initalia dove la carta ha ancora grande valore succederebbe poco ma in america e sopratutto nel futuro questo invece è un problema. i sitemi informatici regolanoe controllano la vita delle persone, i computer sono interconnessi tra loro per una milgiore gestione, centrali nucleari, fabriche di prodotti chimici, metropolitane, quanta gente può essere uccisa? se il ragazo anche per errore cancellava i dati o parte di essi della ricerca sull'AIDS bloccando o rallentando la ricerca stessa, oltre al danno economico quante persone potevano poi in futuro perdere la vita per il suo gesto? certo non è successo e infatti rischia fino a 95 anni e fino a vuol dire in base al giudice che deciderà ma qui non sono soldi è l'esempio che si vuole bloccare, in italia con la non punibilità dei minori oggi c'è una consistente fetta di minori che delinquono. hanno tentato di entrare inc asa mia entrando però nell'alloggio di sotto, la polizia ha detto di sapere bene chi sono i ladri, riconoscono los tile (ragazzine zingare di 13 anni) mano le fermano più tanto non possono fare nulla, intanto quello sotto si è trovato una porta rotta e soldi pc notebook e cose varie portate via. allora quando dai une sempio di lassismo o comunque pene lievi, chi è interessato a fare certe cose le fa tanto non paga o al limite se lo prendono se la cava con poco. Oggi ammazzi uno e esci dopo 5 anni, ne ammazzi 200 compresi i bimbi e ti danno 500 milioni oltre alla libertà. forse lui ha fatto una bambinata ma in 5 università diverse senza pensare ai danni, e in uno stato dove c'è ancora la pena di morte, qui da noi sarebbe oltremodo giustificabile tanto il crimene paga la paga meno
          • JosaFat scrive:
            Re: Ecco la liberalissima america...
            - Scritto da: Anonimo
            i sistemi informatici valgono più delle
            persone? bella domanda. ci si dimentica però
            di alcuni fattori importanti. Ogni giorno
            che passa sempre di più la nostra vita
            diviene chiava dell'informatica, vi
            ricordate the net? ... cut...magari sono concetti anche interessanti, quelli che esponi... però, cavoli, non si capisce un' H!
          • spino scrive:
            Re: Ecco la liberalissima america...
            - Scritto da: GAHR

            Se ti sfascio l'automobile a mazzate mica mi
            danno 95 anni di carcere.. e neanche se ne
            sfascio 50!!!Non te li danno qui...Ma esistono paesi dove se rubi un portafoglio ti tagliano una mano... ingiusto, se vuoi, ma se lo sai, forse è meglio non rubarlo, quel portafogli, no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ecco la liberalissima america...
            - Scritto da: Anonimo
            Sono passati decenni ed ora si tratta
            semplicemente di un crimine per il quale
            sono ben note le pene.

            Quindi chi sbaglia, è giusto che paghi.Purtroppo e' ben noto anche il fatto che queste super pene siano state decise dal governo dietro le spinte della Microsoft e multinazionali simili.Non ti sembrano un tantino esagerate, simile a quelle inflitte per reati di omicidio? Ma dai!!! Un po' di buon senso.Saluti, Franco
          • spino scrive:
            Re: Ecco la liberalissima america...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Sono passati decenni ed ora si tratta

            semplicemente di un crimine per il quale

            sono ben note le pene.



            Quindi chi sbaglia, è giusto che paghi.

            Purtroppo e' ben noto anche il fatto che
            queste super pene siano state decise dal
            governo dietro le spinte della Microsoft e
            multinazionali simili.
            Non ti sembrano un tantino esagerate, simile
            a quelle inflitte per reati di omicidio? Ma
            dai!!! Un po' di buon senso.

            Saluti, FrancoE mi pareva strano che MS non era colpevole anche di questo...Mah...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco la liberalissima america...

        Se poi doveva
        compensare i brufoli in faccia con un gesto
        eroico, avra' occasione di farne molti in
        galera, per salvarsi il deretano.mi dispiace che i TUOI gesti eroici per analogo scopo non abbiano avuto fortuna (ma forse non ci hai messo troppo impegno ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco la liberalissima america...
        - Scritto da: Anonimo
        Cavoli suoi, e' un imbecille e poteva
        benissimo farne a meno. Se poi doveva
        compensare i brufoli in faccia con un gesto
        eroico, avra' occasione di farne molti in
        galera, per salvarsi il deretano.Ma dai, non è assolutamente proporzionato al "danno" fatto, basterebbe una multa, magari anche salata.Invece gli americani da dopo l'11 settembre sembrano idioti presi da crisi isteriche che non hanno più il senso della misura... rivolgessero tutte le attenzioni ai veri criminali, che riciclano miliardi di denaro sporco nei paradisi fiscali e nelle banche svizzere...
      • spino scrive:
        Re: Ecco la liberalissima america...
        - Scritto da: Anonimo
        Cavoli suoi, e' un imbecille e poteva
        benissimo farne a meno. Se poi doveva
        compensare i brufoli in faccia con un gesto
        eroico, avra' occasione di farne molti in
        galera, per salvarsi il deretano.Concordo.Si cerca di depenalizzare i crimini informatici solo perchè non spargono sangue...mah...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco la liberalissima america...
      - Scritto da: Anonimo
      ...dove per un reato informatico che ha
      fatto probabilmente solo perdere un po' di
      tempo per cambiare le password (150mila
      dollari, si poteva fare di meglio: perchè
      non mezzo milione?...), rischia più che se
      avesse ammazzato qualcuno...
      Ah la terra della libertà.. che bello eh?!?!Gia', chissa' che non decidano di "liberare" anche l'Europa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco la liberalissima america...
      Il giovane in questione ha fatto un danno, e quindi è giusto farglielo capire, su questo non c'è dubbio.Tuttavia:Tutto ciò che è incontrollabile fa paura a chi per mestiere fa il controllore (leggi: politici,grandi compagnie,polizie, ecc).E' quindi ovvio che le pene per queste cose siano per lo più spropositate ed assurde, e che la razionalità spesso vada a farsi benedire quando si decide come affrontare questi fenomeni...il clima di caccia alle streghe è tangibile quando si parla di illegalità su internet: aiuto! Reprimiamo il più duramente possibile prima di perdere il controllo....Ma ultimamente ho l'impressione che la razionalità sia una cosa mai esistita...
Chiudi i commenti