LG corre in F3000

Non su circuiti automobilistici, ma su quelli della telefonia mobile. Il nuovo cellulare ha tutto l'aspetto di una berlina sportiva

Milano – Sembra voler dimostrare velleità automobilistiche la nuova gamma di cellulari LG Electronics . Tanto nel nome quanto nel design, infatti, il nuovo F3000 richiama alla memoria il mondo delle auto da gran prix.

Il display esterno è infatti ispirato al tettuccio di una berlinetta, così come gli speaker audio esterni sono evidentemente i “fari” della vettura. Personalizzabilissimo l’audio: è possibile associare l’apertura e la chiusura del clamshell all’aggressivo rombo di un motore, e i suoni dei tasti con quelli di un clacson.

Il nuovo motorcello Parlando in termini più “cellulari” si tratta di un triband GSM/GPRS di classe 10, con design “bivalve” e doppio display a 65 mila colori (quello interno è un TFT da 128×160 pixel, quello esterno un più modesto OLED da 96×96 pixel).

La memoria interna non è enorme (30 MB) e, cosa che farà arricciare il naso a più di una persona, non è espandibile. Altre caratteristiche “appetibili”: fotocamera digitale da 1.3 Megapixel con zoom 4x e flash integrato, supporto messaggistica SMS/MMS ed e-mail, connettività USB e Bluetooth, player MP3/AAC stereo, vivavoce integrato e screensaver con immagini “racing”.

F3000 sarà commercializzato già a partire da questo mese al prezzo al pubblico di 349 euro.

D.B.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    costi di attivazione
    in effetti questi famosi costi di attivazione che da anni figurano in volantino e puntualmente sono scontati, sono una spina sul fianco, sono un modo per bruciare i contributi statali. Perchè quando lo Stato non dava contributi per le nuove attivazioni, questi costi erano scontati dalle aziende, puntualmente quando invece ci sono da rastrellare contributi statali, questi costi vengono fatti pagare allo Stato.. Se invece li eliminassero e se li sobbarcassero sempre i provider (come succedeva agli inizi), i contributi statali potrebbero servire per pagare l'attivazione della sola linea dati, e promuovere davvero l'abbonamento internet, solo internet. Tra l'altro vorrei capire come sono spese queste 300 mila lire per attivare una adsl quando la linea esiste già e i dslam li hanno ammortizzati...
  • Anonimo scrive:
    Offerta inutile
    Se per 4 euro al mese in più posso avere l'adsl flat allora credo proprio che questa offerta di adsl mini sia difficilmente sottoscrivibile da una qualsiasi persona con un minimo di materia grigia... a voi i commenti :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Offerta inutile
      - Scritto da: Anonimo
      Se per 4 euro al mese in più posso avere l'adsl
      flat allora credo proprio che questa offerta di
      adsl mini sia difficilmente sottoscrivibile da
      una qualsiasi persona con un minimo di materia
      grigia... Sì, in effetti nell'articolo c'è un piccolo ma utile calcolo/paragone che fa pensare che TELE2 voglia far andare tutti i suoi utenti sulla flat.
  • Anonimo scrive:
    X TELE2
    Forse è il caso che lo staff marketing di tele2 se ne vada in polinesia a farsi un bel periodo di riflessione sul fatto che GLI ITALIANI SONO STANCHI DI ESSERE UCCELLATI
  • Anonimo scrive:
    informazioni
    oggi ho Infostrada, canone 55 euro bimestrali, senza fascie orario, completamente libero di telefonare a chicchessia a costo zero sconto 25% su telefonate ad 1 stato estero, internet lire 1200 circa /ora.Tele 2 cosa mi offrirebbe oggi in sostituzione infostrada?
  • Anonimo scrive:
    CASPITA CHE CONVENIENZA!!!!!
    ....sono quasi tentato di cambiare gestore!!!!!
Chiudi i commenti