Liberarsi dalle manette con la stampa 3D

Un ricercatore si procura qualche chiave per lo sblocco delle manette e ne realizza delle repliche accurate grazie all'uso di una stampante 3D. Ai delinquenti non serve, dice, ma occorre diffondere consapevolezza sul rischio

Roma – Per liberarsi dalle manette metalliche usate dalla polizia basta fare una copia della chiave con una stampante 3D . O almeno è quello che dice di essere riuscito a fare “Ray”, ricercatore di sicurezza tedesco che prima si è procurato le chiavi e poi ne ha stampato delle repliche accurate a sufficienza.

La “vulnerabilità” individuata da Ray trae vantaggio dal fatto che le chiavi per le manette non sono complesse e individuali come quelle delle serrature tradizionali, e la sicurezza delle manette sta tutta nella buona fede delle società produttrici che si guardano bene dal diffondere particolari modelli di chiavi.

Eppure Ray è riuscito a procurarsi un paio di queste chiavi – una delle quali messa in vendita su eBay – ne ha studiato accuratamente forma e dimensioni e ha poi realizzato un modello 3D da stampare.

Il ricercatore dice ora di voler diffondere online il modello 3D delle chiavi anti-manette – ma solo di quella più comune, per non rovinare il business alle aziende produttrici di quelle che sono risultate più difficili da procurarsi.

Riguardo ai rischi di una diffusione delle chiavette 3D tra i criminali, Ray dice ai “professionisti” che un trucco del genere non serve proprio e il suo lavoro è finalizzato esclusivamente a rendere il pubblico – e possibilmente le autorità – edotti sull’esistenza del rischio.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti