Linux/ GNU Hurd, l'alternativa micro

di G. D'Angelo. Hurd, il kernel ufficiale di GNU, è rimasto per lungo tempo in uno stato letargico, all'ombra di Linux. Ma il pargoletto di Stallman sembra volersi risvegliare. Si preannuncia una lotta in famiglia?


Roma – Alcuni considerano il presidente di GNU un estremista, altri un visionario della lotta per le libertà. Probabilmente l’idealista Richard Stallman, fondatore e presidente della Free Software Foundation e del GNU Project , ha sempre considerato il sistema operativo GNU/Linux, ovvero il kernel, un po’ eretico.

È dalla fine degli anni 80 che Stallman accarezza l’idea di un sistema operativo completamente GNU e i progressi più recenti fanno supporre che l’ obiettivo possa essere raggiunto entro la fine dell’anno con il rilascio di una versione “di produzione” di Hurd , quello che Stallman considera il kernel ufficiale di GNU.

Le differenze tra Linux e Hurd non sono solamente di facciata ma si trovano soprattutto a livello architetturale. Hurd è basato su un microkernel Mach , un approccio radicalmente diverso da quello monolitico ma modulare scelto da Linus Torvalds per il suo sistema. Non è la prima volta che Linux ha a che fare con il concetto di microkernel: al momento della sua nascita è rimasta famosa la diatriba fra Linus Torvalds, il “padre” di Linux, e Andrew S. Tanenbaum, grande divulgatore informatico, docente e ricercatore oltre che fermo sostenitore dei sistemi a microkernel come il suo Minix, un piccolo sistema UNIX-like realizzato a scopo didattico.

La licenza di Minix non dava agli sviluppatori lo stesso grado di libertà della GPL e, proprio per questo motivo, il giovane Torvalds decise di iniziare a lavorare ad un proprio sistema Unix, partendo da zero e senza basarsi su altro codice già esistente. Probabilmente se Minix fosse stato GPL o anche solo con meno vincoli, Linux non sarebbe mai esistito.

Ben presto, sul newsgroup di Minix la polemica con Tanenbaum si fece rovente ma, invece che limitarsi ad uno scontro personale, diventò un confronto tra visioni architetturali diametralmente opposte. A differenza di un sistema monolitico, l’approccio microkernel propone di creare uno scheletro di kernel assolutamente minimale (la parte di comunicazione), con tutte le altre funzionalità delegate ad un insieme di server che si occupano di implementare aspetti come la gestione del file system, l’autenticazione, la gestione dei processi ecc. Un struttura di questo tipo, basata su interfacce e una netta suddivisione in sistemi distinti è senza dubbio affascinante, e permette politiche raffinate in termini di sicurezza: potrebbe ad esempio essere possibile sostituire parti del sistema operativo senza nemmeno la necessità di riavviare il computer. La scalabilità del sistema, poi, sarebbe, almeno in teoria, notevolmente superiore. Gli aspetti negativi e i dubbi si concentrano sul fatto che l’approccio microkernel, secondo molti, porterebbe al rischio di sacrificare le prestazioni in conseguenza di un sistema eccessivamente strutturato.

Dal punto di vista dell’utente finale, l’avere a disposizione un kernel al posto di un altro non sarebbe un cambiamento così rivoluzionario: il resto del sistema rimarrebbe costituito da tutte le applicazioni GNU che conosciamo già. La visione di Stallman sembra avere poco di tecnico e molto di personale: GNU/Linux è un sistema operativo OpenSource, affidabile, funzionante e vitale, ma ancora carente in alcuni settori: c’è proprio tutta questa fretta per tirar su un concorrente in casa?

Non credo che la comunità GNU/Linux abbia “paura” di Hurd, così come credo che lo stesso concetto di lotta, confronto o guerra interna sia in parte forzato ed estraneo al mondo OpenSource. Questo movimento è basato sulla libertà delle informazioni e allo stesso tempo su una vitalità che porta molti progetti a nascere e morire: soltanto alcuni di essi, superata una certa massa critica, hanno la possibilità di evolversi e continuare a crescere.

In questo momento il kernel Linux è maturo e particolarmente affidabile e le debolezze del sistema risiedono, in larga parte, in settori esterni al kernel. Quest’ultimo non è perfetto, ma funziona molto meglio di altri, e se col tempo Hurd si dimostrerà più adatto di Linux in alcuni settori, non vedo perché non possa essere adottato: si tratta comunque di codice GPL e di un’ulteriore prova della grande libertà di scelta data dal mondo OpenSource.

Gabriele D’Angelo
Responsabile sezione Linux del portale sulla sicurezza PortaZero

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    di nuovo Dart Vader, il filo-m$
    il signor dart vader non ha ancora capito che l'unico comunista è il monopolista.infatti, il classico sistema economico in cui esiste solo un soggetto (il monopolista, appunto) è quello sovietico.Se vogliamo veramente liberarci del PEGGIO degli ultimi regimi sovietici, dobbiamo APRIRE il MERCATO, abbattendo la statua del "padre" della patria di tutti i monopolisti: microsoftBoicottiamo microsoft su tutti i fronti:usiamo Mozilla, Apache, Gimp: sono prodotti validissimio anche per chi usa windows.evitiamo l'utilizzo del software microsoft, ed evitiamo l'acquisto degli altri suoi prodotti e dei suoi servizi (hotmail ed altri)Facciamo terra bruciata intorno a microsoft (soffocatrice di innovazione e di MERCATO), e il solo che ne soffrirà sara il suddetto dart vader (il privilegiato).
  • Anonimo scrive:
    Di nuovo il centrosinistra
    E poi dicono che non sono concetti comunisti...No logo = No global = Linux
    • Anonimo scrive:
      Re: Di nuovo il centrosinistra
      - Scritto da: Darth Vader
      E poi dicono che non sono concetti
      comunisti...

      No logo = No global = LinuxEhi, mi ricordo di te!! Sei quello che diceva che la Microsoft è grande perchè rilascia una patch alla settimana!!!!HAHAHAHAHAAHAHAHAHAHA!!!!!!!Non dire in giro che sei di destra, se no le prossime elezioni le vince Bertinotti!
    • Anonimo scrive:
      Re: Di nuovo il centrosinistra
      - Scritto da: Darth Vader
      E poi dicono che non sono concetti
      comunisti...

      No logo = No global = Linuxdove abito io la mozione e' stata pianificata (ma non ancora presentata, purtroppo) contemporaneamente da RC/verdi e da AN... fai tu..il problema e' che non hai ancora capito che la politica non c'entra un cavolo... se tu vuoi per forza mettercela dentro, fai pure, ma ti ritengo solamente il solito chiacchiero da bar che tra una "se allenassi io la nazionale..." e un "ma stai zitto comunista/fascista!" si trangugia la sua birra con la maglietta della salute sporca e intrisa di sudore...e ho come l'impressione di avere azzeccato molto la tua caratterizzazione...
  • Anonimo scrive:
    Purissimo FUD.
    Se un ufficio salva un file doc con Word 2000, un altro uffico con Word 97 sarà perfettamente in grado di leggerlo.Vedremo quando gli arriverà un tex.dvi.tar.gzip insieme al messaggio "compilatelo e stampatelo".
    • Anonimo scrive:
      Re: Purissimo FUD.
      Da quello che hai scritto si vede che sei intelligente, peccato che non vedi più in la del tuo naso: NON si può dare in pasto ad una sola potenza commerciale dei dati sensibilissimi come quelli delle amministrazioni pubbliche.Pensi di essere più intelligente dei governi che ora e (sono sicuro) fra un po' sposeranno questa cultura? Daresti in pasto ad Access i tuoi dati bancari rimanendo con il dubbio che il tuo pc, una volta connesso in internet, comunichi, tramite comandi occulti ai più, tutto alla Microsoft e di rimbalzo a qualche potente organizzazione parastatale (se non statale direttamente...) i tuoi dati?Immagini i servizi segreti che usano Excel? Mi vien difficile crederlo, ma se fosse così è un disastro: l'intelligenza sarebbe sostituita dal cieco fanatismo per una sola ditta che ne approfitterebbe senz'altro.Amico, siamo già nei guai... non peggioriamo la situazione.Ciao.
      • Anonimo scrive:
        Re: Purissimo FUD.

        del tuo naso: NON si può dare in pasto ad
        una sola potenza commerciale dei dati
        sensibilissimi come quelli delle
        amministrazioni pubbliche.Mah, stanno consegnando tutti i nostri dati a Microsoft ?
        Pensi di essere più intelligente dei governi
        che ora e (sono sicuro) fra un po'
        sposeranno questa cultura? Daresti in pasto
        ad Access i tuoi dati bancari rimanendo con
        il dubbio che il tuo pc, una volta connesso
        in internet, comunichi, tramite comandi
        occulti ai più, tutto alla Microsoft e di
        rimbalzo a qualche potente organizzazione
        parastatale (se non statale direttamente...)
        i tuoi dati?Fantascenza. Sei sicuro che in una distribuzione Linux non ci sia un bel trojan che comunichi il tutto a qualcun'altro ?
        Mi vien difficile crederlo, ma se fosse così
        è un disastro: l'intelligenza sarebbe
        sostituita dal cieco fanatismo per una sola
        ditta che ne approfitterebbe senz'altro.Il fanatismo è delle persone che credono che una decisione, lecita, di qualcuno di adottare software libero sia una vittoria, e quella di adottare software commerciale, una sconfitta spregevole.Siamo liberi di adottare il software che vogliamo, prendendocene i pregi e difetti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Purissimo FUD.

          Mah, stanno consegnando tutti i nostri dati
          a Microsoft ? Puoi esserne certo? Potresti sottoscriverlo??Io no, ne in un senso ne nell'altro.
          Fantascenza. Sei sicuro che in una
          distribuzione Linux non ci sia un bel trojan
          che comunichi il tutto a qualcun'altro ?Almeno hai un barlume di sicurezza, visto che i codici sono open.
          Il fanatismo è delle persone che credono che
          una decisione, lecita, di qualcuno di
          adottare software libero sia una vittoria, e
          quella di adottare software commerciale, una
          sconfitta spregevole.

          Siamo liberi di adottare il software che
          vogliamo, prendendocene i pregi e difetti.Ti sbagli! La libertà individuale termina dove inizia quella di un altro individuo! TU sei libero di usare quello che vuoi, ma non sei libero di imporlo! E se sei seduto in una poltrona da dove gestisci dati sensibili sei OBBLIGATO a dare (o per lo meno a cercare) certezze sulla correttezza dei tuoi strumenti!Tu sei libero di fare quello che vuoi... io non sono libero di gestirti la tua vita! Suona bene, mi sono spiegato?Mi sembra una cosa semplice!Senza rancori.
          • Anonimo scrive:
            Re: Purissimo FUD.
            - Scritto da: Er

            Mah, stanno consegnando tutti i nostri
            dati

            a Microsoft ?

            Puoi esserne certo? Potresti sottoscriverlo??Io si. Ho una macchina 2000 server dietro un gateway che mi monitorizza il traffico. Di traffico "sospetto" non ne ha mai registrato.
            Io no, ne in un senso ne nell'altro.Allora perchè parli?
          • Anonimo scrive:
            Re: Purissimo FUD.
            - Scritto da: Rotfl


            - Scritto da: Er


            Mah, stanno consegnando tutti i nostri

            dati


            a Microsoft ?



            Puoi esserne certo? Potresti
            sottoscriverlo??

            Io si. Ho una macchina 2000 server dietro un
            gateway che mi monitorizza il traffico. Di
            traffico "sospetto" non ne ha mai
            registrato.


            Io no, ne in un senso ne nell'altro.

            Allora perchè parli?

            Perché non hai capito il senso di quel che ho scritto visto che ti sei incaponito solo sulla prima parte del messaggio... pazienza.
      • Anonimo scrive:
        Re: Purissimo FUD.
        Io ho fatto notare il fud sui formati, che c'è tutto.Sull'utilità o meno di usarli possiamo discutere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Purissimo FUD.
      guarda che non é sempre vero che se salvi un .doc con Word 2000 poi riesci a leggerlo con Word 97 o viceversa !!
  • Anonimo scrive:
    Chi paga è l'utente !!
    Chi pagherà sarà il povero cittadino di Lodi. Se un dipendente comunale aveva problemi a mandare il documento in formato RTF (così che tutte le versioni di Office, StarOffice, ecc.) potessero leggerlo, figuriamoci quando si troverà di fronte alla shell di Linux. Già me lo vedo, file di 10 ore per un certificato, pratiche mescolate, ecc. Mah, non sarebbe costato meno fare prima un bel corso di informatica senza cambiare nulla ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi paga è l'utente !!
      - Scritto da: Antibufala]zac[ahahah. che trollata, galattica, come se gli sportellisti sapessero invece rinstallare office, sbloccare il correttore ortografico quanto decide che quello che scrivi e' degno di crash ...
      Mah, non sarebbe costato meno fare prima un
      bel corso di informatica senza cambiare
      nulla ? A ecco, gia' meglio, tu vuoi che non cambi nulla.Infati non cambiera' nulla, i dipendenti faranno click e clack, sono che sotto non ci saranno programmi ms.P.S. ci saranno dei corsi di recupero per drogati ms
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi paga è l'utente !!

        ahahah. che trollata, galattica, come se gli
        sportellisti sapessero invece rinstallare
        office, sbloccare il correttore ortografico
        quanto decide che quello che scrivi e' degno
        di crash ...Vogliamo confrontare l'usabilità di un sistema win con quello Linux ?
        P.S. ci saranno dei corsi di recupero per
        drogati msDrogati ms ? Mah, mi sa che ti sei fumato qualche cosa ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi paga è l'utente !!

          Vogliamo confrontare l'usabilità di un
          sistema win con quello Linux ? infatti non v'e paragone...linux e 10000000 volte meglio...
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi paga è l'utente !!

      Lodi. Se un dipendente comunale aveva
      problemi a mandare il documento in formato
      RTF (così che tutte le versioni di Office,
      StarOffice, ecc.) potessero leggerlo,
      figuriamoci quando si troverà di fronte alla
      shell di Linux. eggià, perchè tu il documento rtf lo leggi da shell... altre leggende metropolitane no? tipo il dipendente come fa a ricompilare il kernel, dove troverà i driver, come farà a configurarsi internet, i dns e i firewall?te l'hanno mai detto che ai dipendenti i pc arrivano già configurati, e che sicuramente verranno usati kde o gnome? il dipendente non vedrà mai una shell in vita sua.
      Già me lo vedo, file di 10 ore per un
      certificato, pratiche mescolate, ecc. certo, perchè invece con i sw ms non ci sono code... è scritto nella eula...

      Mah, non sarebbe costato meno fare prima un
      bel corso di informatica senza cambiare
      nulla ? perchè non cominci tu? di informatica conosci qualche luogo comune, niente di più.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi paga è l'utente !!


        Lodi. Se un dipendente comunale aveva

        problemi a mandare il documento in formato

        RTF (così che tutte le versioni di Office,

        StarOffice, ecc.) potessero leggerlo,

        figuriamoci quando si troverà di fronte
        alla

        shell di Linux.

        eggià, perchè tu il documento rtf lo leggi
        da shell... altre leggende metropolitane no?Hai fatto un'associazione che non esiste. Se sai leggere (la tua affermazione fa pensare il contrario), che non ho mai scritto che l'rtf la apri con la shell.
        arrivano già configurati, e che sicuramente
        verranno usati kde o gnome? il dipendente
        non vedrà mai una shell in vita sua.Calma calma. Ho Mandrake 8.0 eppure la shell la vedo parecchio. Prima che diventi user friendly come Win ci vorrà ancora un pò di tempo.
        certo, perchè invece con i sw ms non ci sono
        code... è scritto nella eula...Hai mai visto come ragiona un dipendente pubblico ? Se gli sposti un pulsante da dx a sx si perde...
        perchè non cominci tu? di informatica
        conosci qualche luogo comune, niente di più.Perchè non fai un corso di italiano ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi paga è l'utente !!
          - Scritto da: Antibufala
          Hai mai visto come ragiona un dipendente
          pubblico ? Se gli sposti un pulsante da dx a
          sx si perde...Verissimo. Ho visto un impiegato perfino rifiutarsi di cambiare una cartuccia di una Epson (pur avendola in mano), perchè non era nel suo mansionario.
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi paga è l'utente !!

          Hai fatto un'associazione che non esiste. Se
          sai leggere (la tua affermazione fa pensare
          il contrario), che non ho mai scritto che
          l'rtf la apri con la shell.hai perfettamente ragione, ti chiedo scusa.
          Calma calma. Ho Mandrake 8.0 eppure la shell
          la vedo parecchio. Prima che diventi user
          friendly come Win ci vorrà ancora un pò di
          tempo.si, questo è vero, pero' se dai in mano un so configurato come si deve (stampanti, programmi,ecc) a un dipendente, cosa va a fare nella shell? penso niente.
  • Anonimo scrive:
    Software M$: costa un botto però.....
    Sicuramente il software microsoft costa troppo, e sopratutto è di gran lugga troppo sofisticato: secondo me il 90% degli utenti usa il 10% delle sue funzioni. Io ho usato Word per scrivere la tesi e mi pare di aver visto si e no il 5% del programma; figuratevi che l'utilizzo principale di Word negli uffici è per scrivere lettere e fax...... volete che non sia adatto anche Abiword per quello???? o al limite, se proprio si vuole rimanere in Windows, di sicuro il wordpad si può usare per farci la maggior parte del lavoro.In ogni caso, non è la prima volta che leggo che le versioni sono incompatibili e questo non lo trovo completamente esatto: voglio dire che "mamma MS" garantisce la compatibilità all'indietro dei programmi, ma ovviamente non se utilizzate le funzioni peculiari della versione più recente: il problema è solo che tutto è di default attivato e così ogni volta che salvate una lettera in Word 2K con giusto due font e una tabella in effetti il vostro file può non essere compatibile con il 97. Si può però sempre attivare l'opzione "Disattiva funzionalità non supportate da Word 97" in "Strumenti/Opzioni/Salva" e la compatabilità è (speriamo) assicurata.......
    • Anonimo scrive:
      Re: Software M$: costa un botto però.....

      sicuro il wordpad si può usare per farci laMa secondo te come mai da wordpad hanno rimosso l'allineamento giustificato del paragrafo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Software M$: costa un botto però.....

      Si può però
      sempre attivare l'opzione "Disattiva
      funzionalità non supportate da Word 97" in
      "Strumenti/Opzioni/Salva" e la compatabilità
      è (speriamo) assicurata.......Gia' fatto da molto tempo: formato predefinito RTF. Ogni volta che salvo mi chiede: "ma sei sicuro (deficiente) di voler utilizzare il formato che hai scelto? Potresti perderti delle cose... ecc."A casa mia si chiama FUD.Ciao.
  • Anonimo scrive:
    Quando il bill gates
    Farà il botto voi tutti suoi proseliti sputerete nel piatto ove avrete mangiato per tutti questi anni e rovinerete anche l'opensource con la vostra ignoranza e la vostra saccenza
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando il bill gates
      - Scritto da: prophet2002
      Farà il botto voi tutti suoi proseliti
      sputerete nel piatto ove avrete mangiato per
      tutti questi anni e rovinerete anche
      l'opensource con la vostra ignoranza e la
      vostra saccenzabrutto non tr%mbare mai eh?
  • Anonimo scrive:
    sono ignorantiello
    Scusate la mia ignoranza, ma vi chiedo di chiarirmi questo punto per me oscuro:se io uso Microsoft e scrivo un testo in Word, tu che hai Linux riesci a leggermelo?se tu usi Linux e scrivi un testo in un formato tuo, io che ho Microsoft riesco a leggerlo?E per tutti gli altri applicativi?grazie per le risposte
    • Anonimo scrive:
      Re: sono ignorantiello
      - Scritto da: Newbie
      Scusate la mia ignoranza, ma vi chiedo di
      chiarirmi questo punto per me oscuro:

      se io uso Microsoft e scrivo un testo in
      Word, tu che hai Linux riesci a leggermelo?tendenzialmente (diciamo nel 99% dei casi), si. Nel sensoche programmi X linux come StarOffice sono in grado di leggere i file Word, anche se talvoltacon qualche problemino di formattazione (specie seti sei messoa fare artifici strani).
      se tu usi Linux e scrivi un testo in un
      formato tuo, io che ho Microsoft riesco a
      leggerlo?dipende da che formato. Se ad esempi ouso StarOffice sotto Linux il problmea nonsussiste: esiste StarOfice anche per windows.Se uso un formato aperto, tendenzialmente, si.Se mi vado a cercare un formato chiuso sotto Linux, probabilmente no

      E per tutti gli altri applicativi?

      grazie per le risposte
      • Anonimo scrive:
        Re: sono ignorantiello
        Avete mai provato a salvare un documento, anche da Word,in formato RTF (Rich Text Format) ????Provateci, supporta tabelle, immaggini e tante altrecosucce che solitamente sono inserite all'internodi un documento.In una azienda in cui ho lavorato tempo fa se ci arrivavaun documento in formato DOC lo rimandavamo indietroe chiedevamo di rispedirlo in RFT.In questo modo ci siamo risparmiati molti macrovirus Bye.
        • Anonimo scrive:
          Re: sono ignorantiello
          - Scritto da: giu
          Avete mai provato a salvare un documento,
          anche da Word,
          in formato RTF (Rich Text Format) ????

          Provateci, supporta tabelle, immaggini e
          tante altre
          cosucce che solitamente sono inserite
          all'interno
          di un documento.Da un bel po' stiamo adottando anche moi questo sistema.

          In una azienda in cui ho lavorato tempo fa
          se ci arrivava
          un documento in formato DOC lo rimandavamo
          indietro
          e chiedevamo di rispedirlo in RFT.Non arriviamo a tanto, ma sicuramente invitiamo a spedirci in futuro materiale in RTF

          In questo modo ci siamo risparmiati molti
          macrovirus Parole sante e forse anche noi non abbiamo fatto danni ad altri (e brutte figure)

          Bye.
        • Anonimo scrive:
          Re: sono ignorantiello
          - Scritto da: giu
          Avete mai provato a salvare un documento,
          anche da Word,
          in formato RTF (Rich Text Format) ????è sempre e comunque una buona pratica. Io mi limitavo a rispondere alla sua domanda
        • Anonimo scrive:
          Re: sono ignorantiello

          un documento in formato DOC lo rimandavamo
          indietro
          e chiedevamo di rispedirlo in RFT.Anche io adotto questa soluzione dove lavoro. Il problema è però che i file ingigantiscono, soprattutto se contengono immagini e a volte non stanno più in un dischetto... Poco male cmq... :-)
  • Anonimo scrive:
    Sistema sicuro?
    Ma parliamo di codice sorgente.Ma in realtà quanti di quei miglioni di utenti, o forse i nuovi "utonti" che usano Linux, hanno mai letto integralmente il codice sorgente di Linux?Poi mi dicono "e ma io uso software Libero e perciò sono sicuro" e continuano ad installare sistemi senza firewall, con tutte le porte aperte, o addirittura navigano e chattano con root!!!Non è usare Linux che ci trasforma tutti in esperti informatici.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sistema sicuro?
      - Scritto da: Danilo Podda
      Ma parliamo di codice sorgente.
      Ma in realtà quanti di quei miglioni di
      utenti, o forse i nuovi "utonti" che usano
      Linux, hanno mai letto integralmente il
      codice sorgente di Linux?bhe... sapere che puoi farlo in qualunque momento non è male :-Psalutimax
    • Anonimo scrive:
      Re: Sistema sicuro?

      Ma parliamo di codice sorgente.
      Ma in realtà quanti di quei miglioni di
      utenti, o forse i nuovi "utonti" che usano
      Linux, hanno mai letto integralmente il
      codice sorgente di Linux?Non ne ho bisogno: lo hanno fatto per me centinaia di persone in tutto il mondo, che non hanno interesse a dire bugie sul conto di Linux.Ovvero ho fonti diverse e indipendenti (e quindi affidabili) che mi assicurano la bonta' del codice.
      Poi mi dicono "e ma io uso software Libero e
      perciò sono sicuro" e continuano ad
      installare sistemi senza firewall, con tutte
      le porte aperte, o addirittura navigano e
      chattano con root!!!"Make it idiot-proof, and someone will make a better idiot"
      Non è usare Linux che ci trasforma tutti in
      esperti informatici.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sistema sicuro?
      - Scritto da: Danilo Podda
      Ma parliamo di codice sorgente.
      Ma in realtà quanti di quei miglioni di
      utenti, o forse i nuovi "utonti" che usano
      Linux, hanno mai letto integralmente il
      codice sorgente di Linux?
      Il punto é che io POSSO farlo se e quando voglio.Quindi posso assicurarmi che non ci sono "backdoor" oppure codice spia che invia dati sensibili a mia insaputa chissà a chi... punto fondamentale quando si parla di gestire procedure amministrative.
      Poi mi dicono "e ma io uso software Libero e
      perciò sono sicuro" e continuano ad
      installare sistemi senza firewall, con tutte
      le porte aperte, o addirittura navigano e
      chattano con root!!!
      Questo é un'altro tipo di "sicurezza", quello dei sistemi e reti informatiche: impedire che dall'esterno, qualcuno violi i tuoi sistemi e vada a "sbirciare" oppure sabotare.Ma se hai già una "spia" all'interno, non c'è firewall che tenga. Al limite, se sai farlo potresti insospettirti di traffico che non capisci da chi é generato e perchè.
      Non è usare Linux che ci trasforma tutti in
      esperti informatici.Assolutamente d'accordo.Per questo c'è bisogno di FORMAZIONE... e tanta!!!!!!!!Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sistema sicuro?

      Ma in realtà quanti di quei miglioni disono miGlioni di ignoranti che come te per esempio non conoscono l'itaGliano!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sistema sicuro! Mica ti rode, vero?
      - Scritto da: Danilo Podda
      Ma parliamo di codice sorgente.e parliamone.
      Ma in realtà quanti di quei miglioni di
      utenti, o forse i nuovi "utonti" che usano
      Linux, hanno mai letto integralmente il
      codice sorgente di Linux?ma non dovevi parlare del codice sorgente?Perché invece parli degli utenti di LINUX ?
      Poi mi dicono "e ma io uso software Libero e
      perciò sono sicuro" e continuano ad
      installare sistemi senza firewall, con tutte
      le porte aperte, o addirittura navigano e
      chattano con root!!!"la potenza è nulla senza il controllo"oppure (e forse è + adeguato):"il potere logora chi non ce l'ha"(Visto che hai rinunciato a parlare del kernel, anch'io ti rispondo con slogan)
      Non è usare Linux che ci trasforma tutti in
      esperti informatici.Certo. Ma di certo non è usando microsoft che arriverai nella posizione in cui ti mette LINUX e il resto del softaware OS.Parlando ancora per slogan, con LINUX "Ora PUOI".Ora puoi avere il controllo sui sorgenti (o hai l'accesso al controllo che PUOI delegare ad altri esperti, se TU non vuoi studiarti il software per adeguarlo alle tue esigenze). Prima (con il software solo proprietario e chiuso, soprattutto quello del MONOPOLISTA microsoft) NON POTEVI apportare alcun cambiamento (se non a costi elevatissimi, beninteso).E' una capacità in + che PUO' essere sfruttata.E' qualcosa in più che VALE e che ha portato la comunità open source a realizzare prodotti di costo INFIMO e di qualità estremamente COMPETITIVA.(ma non volevi parlare del kernel? ti sei perso per strada?)
  • Anonimo scrive:
    Lodi al comune di Lodi
    ^_______^
  • Anonimo scrive:
    Anche in Florida si risparmia con LINUX
    ecco quanto conviene LINUX nella città di Largo (Florida) :"..estimates that using Linux saves the city at least $1 million a year in hardware, software licensing, maintenance, and staff costs..."un milione di dollari all'anno !E in una singola piccola città!Di quanto veniamo impoveriti, ad ogni licenza PERIODICA pagata alla microsoft per tutti i PC degli uffici comunali ?http://techupdate.zdnet.com/techupdate/stories/main/0,14179,2860180,00.html
  • Anonimo scrive:
    "...viaggiare a quote più normali..."
    ecco la dimostrazione che le nostre preoccupazioni in merito allo strapotere di un solo soggetto (il monopolista condannato microsoft) sono condivise da un numero sempre maggiore di persone anche in Italia.La novità interessante è che un provvedimento come questo non incontra opposizione, stavolta, ma al massimo l'astensione. Un simpatico segnale per i signori del monopolio, che ora hanno il polso della *situazione*.Un segnale incoraggiante per tutti noi che abbiamo a cuore il mercato dei prodotti informatici non più soggetto al colpevole monopolio di microsoft.E' un invito a BOICOTTARE tutti i prodotti del monopolista microsoft: evitiamo di usarli, installarli, copiarli (legalmente o illegalmente).Il monopolio SI SERVE ANCHE di NOI, semplicemente usandone i prodotti; se vogliamo che smetta di minare il futuro del computer e di Internet, dobbiamo ridurre l'utilizzo di software microsoft.Le alternative ci sono.Vengono occultate da chi ha interesse alla loro inesistenza, ma ci sono e sempre + spesso (come nel caso di LODI) vengono valorizzate.Facciamolo anche noi.
    • Anonimo scrive:
      Re:
      Cmq il centro DX non avrebbe dovuto solo astenersi, molto probabilmente per non votare una mozione voluta dalla maggioranza di centro SX (visto che sarebbe anti-popolare, immaggino votare contro), ma avrebbe dovuto votare insieme.Davanti a questa nobile battaglia terminano beghe politiche da 4 soldi e atteggiamenti politici ridicoli.
      • Anonimo scrive:
        Re:
        - Scritto da: BSD_like
        Cmq il centro DX non avrebbe dovuto solo
        astenersi, molto probabilmente per non
        votare una mozione voluta dalla maggioranza
        di centro SX (visto che sarebbe
        anti-popolare, immagino votare contro), ma
        avrebbe dovuto votare insieme.in termini di stato democratico partitico è come se avessero effettivamente votato a favore
        • Anonimo scrive:
          Re:
          - Scritto da: zap


          - Scritto da: BSD_like

          Cmq il centro DX non avrebbe dovuto solo

          astenersi, molto probabilmente per non

          votare una mozione voluta dalla
          maggioranza

          di centro SX (visto che sarebbe

          anti-popolare, immagino votare contro), ma

          avrebbe dovuto votare insieme.

          in termini di stato democratico partitico è
          come se avessero effettivamente votato a
          favore
          No, non sono d'accordo!!!E' come se avessero detto: "vi lasciamo fare perchè siamo d'accordo, ma siamo troppo infantili per prendere una posizione politica scomoda".
          • Anonimo scrive:
            Re:
            ...Punto di vista ottuso...come sempre....
            No, non sono d'accordo!!!
            E' come se avessero detto: "vi lasciamo fare
            perchè siamo d'accordo, ma siamo troppo
            infantili per prendere una posizione
            politica scomoda".
        • Anonimo scrive:
          Re: DX & SX

          in termini di stato democratico partitico è
          come se avessero effettivamente votato a
          favoreNon è la stessa cosa, e mi dispiace che la "mia" parte politica si sia astenuta da questa giustissima battaglia.Ma mi consolo pensando al fatto che la SX in passato ha fatto di peggio (vedi la immonda serie di dispense su Repubblica di qualche anno fa che erano a tutti gli effetti un pubblicità di Microsoft)
          • Anonimo scrive:
            Re: DX & SX
            - Scritto da: eymerich


            in termini di stato democratico partitico
            è

            come se avessero effettivamente votato a

            favore

            Non è la stessa cosa, e mi dispiace che la
            "mia" parte politica si sia astenuta da
            questa giustissima battaglia.Purtroppo in Italia la regola dell'opposizione e' "dire di no a quello che dice la maggioranza"... se poi viene detto qualcosa di positivo "non si puo' dire di si, ma se diciamo di no siamo scemi"...E cosi' la costruttivita' della democrazia e del dialogo politico va a farsi fo77ere
            Ma mi consolo pensando al fatto che la SX in
            passato ha fatto di peggio (vedi la immonda
            serie di dispense su Repubblica di qualche
            anno fa che erano a tutti gli effetti un
            pubblicità di Microsoft)Mmmm diciamo che la SX ha fatto cose immonde al governo, quello che ha fatto repubblica e' semplicemente quello che ha fatto un azienda (neanche in odore di conflitto di interessi)... azienda di parte ma pur sempre privata.
          • Anonimo scrive:
            Re: DX & SX
            Infatti.E ti ricordi cosa fece la SX ai tempi di Prodi e della torta in faccia a Bill in Belgio ?Bill in quel tempo era in Italia per il suo tour europeo in cui avrebbe costruito le basi della evangelizzazione informatica nelle scuole (i cui frutti sono oggi sotto gli occhi di tutti).A quei tempi furono stanziati 1000Mld in lire per l'operazione. Tutti per Bill e per i suoi (pochi) amici.Non sono di SX, ma per il sw libero, specialmente se istituzionale. Mi dispiace per questa astenzione. Cose del genere dovrebbero sempre avere il suffragio di tutti. E' per il bene della comunita'.
          • Anonimo scrive:
            Re: DX & SX
            - Scritto da: LookOut


            Non sono di SX, ma per il sw libero,
            specialmente se istituzionale. Mi dispiace
            per questa astenzione. Cose del genere
            dovrebbero sempre avere il suffragio di
            tutti. E' per il bene della comunita'.
            Io sono di SX.E mi dispiace per l'atteggiamento tenuto in precedenza dai vari governi. Posso solo dire che spero che non si ripeta ma, data la mia fiducia nella politica italiana ho seri dubbi (DX e SX pari sono da quel punto di vista.... purtroppo!)Sono pienamente daccordo sul bene della comunita', anche se fosse stato un provvedimento che arrivava da destra.Sigh!
          • Anonimo scrive:
            Re: DX & SX
            Con la moderazione e la volonta' di fare le cose per il bene di tutti si potrebbero conquistare grandi obbiettivi senza scontri, ma con una fattiva cooperazione.Chi vuole mettere contro uni con altri, bollare, schierare,(G8-no global, palestina-israele, lavoratori-padroni, ladri-santi, cattolici-atei, neri-bianchi, verdi-gialli, ) lo fa solo per dividere ed imperare, sia da Dx che da SX. Poveri illusi, non hanno inventato niente. E non si credano che siamo tutti scemi.Ciao!W il sw libero.
          • Anonimo scrive:
            Re: DX & SX
            Ragazzi, cerchiamo di calmarci. Questo è PI, non si può fare una discussione civile, né sulla politica, né sull'informatica, figuriamoci quando sono insieme... avanti adesso cominciate a scannarvi, per favore, che non se ne può più!
          • Anonimo scrive:
            Re: DX & SX
            Effettivamente non è la stessa cosa in termini poilitici; è la stessa in termini pratici.Il fatto è che il centro DX non ha voluto votare favorevolmente una mozione presentata dalla maggioranza di centro SX, pur essendone a favore e quindi astenendosi.A livello politico cambia, perchè una votazione compatta significava che i valori rappresentati dalla mozione in oggetto erano valori di tutti ed avevano interesse prioritario super parte; cosi indica a livello politico, che i valori in oggetto incontrano il favore di tutti, ma non diventano fondamentali per tutti; visto che si è rappresentati dagli eletti. Il tutti in questo caso è ovv. riferito ai cittadini del comune di Lodi.
          • Anonimo scrive:
            Re: DX & SX: LINUX BIPARTISAN
            Sono Convinto che l'adozione di Linux, da parte della PA, sia una faccenda bipartisan: fare risparmiare all'erario, oppure spendere i soldi a disposizione non dandoli a zio Bill ma, magari, creando centri di assistenza per l'installazione e la gestione di linux e del software opern source (per aiutare le famose impiegate cretine di cui tante volte ho letto su questi post...maschilisti! :) ).Questo, in teoria. Poi, in pratica, ne dx ne sx sono spingono seriamente in direzione dell'open source, di fatto. Questo secondo me è dovuto a corruzione o a stupidità, sempre bipartisan
          • Anonimo scrive:
            Re: DX & SX
            Mah guarda, potrei approfittarne per accusare la "tua" parte politica, ma non mi interessa per varie ragioni.1 Qui si parla di politici locali, che raramente hanno idee che siano anche solo simili ai politici nazionali.2 L'atteggiamento infantile, ipocrita e codardo è tipico di entrambi gli schieramenti e di tutti i partiti minori. Per essere meccanici bisogna che piacciano i motori, per essere controfigure bisogna amare il rischio, per essere politici bisogna non avere ideali (o illudersi di calpestare certi ideali per raggiungerne altri, baggianata infantile, ipocrita e codarda).3 Ci sono motivi più seri per attaccare la tua parte.4 Attaccare gli avversari è sempre una tentazione, ma non serve a niente, non può servire a niente. Solo il proporre qualcosa può servire.5 In fondo, quello che conta è che la mozione sia passata.Il mio voleva essere un lamento sul fatto che la politica dovrebbe essere la cosa più seria del mondo e invece è la meno seria, senza accusare una parte in particolare.Noi rappresentanti dobbiamo sforzarci di essere superiori a chi ci rappresenta. In fondo, ci vuole molto poco.
    • Anonimo scrive:
      Re: quanto siete tristi

      E' un invito a BOICOTTARE tutti i prodotti
      del monopolista microsoft: evitiamo di
      usarli, installarli, copiarli (legalmente o
      illegalmente).Cari ragazzi, anche io sono un forte sostenitore dell'open source e vedo anche nella mia azienda i benefici che questo porta in termini di sicurezza, affidabilià, costi....Però, visto che finalmente _possiamo_scegliere_ (linux è ormai una realtà), VOGLIAMO LASCIAR PERDERE FRASI CHE INCITANO AL BOICOTTAGGIO???Siate maturi, usiamo il nostro bel pinguino e piantiamola lì. ...altrimenti riuscite a farvi prendere per il culo anche dagli utonti di Zio Bill....Con tutta la serenità possibile...W LINUX
    • Anonimo scrive:
      Re:
      - Scritto da: zap
      ecco la dimostrazione che le nostre
      preoccupazioni in merito allo strapotere di
      un solo soggetto (il monopolista condannato
      microsoft) sono condivise da un numero
      sempre maggiore di persone anche in Italia.2 comuni su 6000 in Italia in un anno. Tra 3000 anni ci sarà una svolta epocale!
  • Anonimo scrive:
    eheheheheheheh...mi prendavate per il cul@ eh???
    ed eccoci qua ...non a caso..ma che dici 1000 licenze di tutto...sara' mica una balla?Ma tu guarda, proprio il sito dei linuxari piu' convinti che si scaglia addosso ad uno che dice: la mia azienda da 1000 dipendenti ha cambiato tutto...e adesso risparmiamo un sacco di soldi.Mi hanno vomitato addosso di tutto ( vedi articolo di ieri IBM) .E rieccoci qui..solito problemaamministrazione pubblica..tra annessi e connessi..piccolo comune 500 postazioni....gia' lo vedo: sarete mica pazzi...e con i formati ? con gli applicativi? con gli standard?Siete patetici:Thread a fottere sui sistemi linux e poi quando un'azienda cambia sistema tutti pronti a chiedergli: e adesso come fai?...non vorrai mica dire che riesci a lavorare lo stesso!!!!A Roma si chiama " ciurlare nel manico" e da voi??O questo sito esisterà fino a quandi ci saranno delle "vittime"..da far sentire tali?PS. Al posto di fare i Manichei...perchè non fate una vera cultura del software?Troppa fatica? Allora cambiate sito....Best Regards
    • Anonimo scrive:
      Re: eheheheheheheh...mi prendavate per il cul@ eh???
      in italiano?
    • Anonimo scrive:
      Re: eheheheheheheh...mi prendavate per il cul@ eh???
      ma che volevi dire? non si capisce se sei pro o contro qualcosa, ma non si riesce a capire neanche il qualcosa....
      • Anonimo scrive:
        Re: eheheheheheheh...mi prendavate per il cul@ eh???
        non ci ho capito niente e mi dispiace, sembra un post che ha qualcosa da direla prossima volta gira la ruota e compra una vocale
    • Anonimo scrive:
      Lingua italiana, questa sconosciuta...
      Che ne diresti, prima di metterti davanti al pc a comporre dotte quanto incomprensibili dissertazioni sui sistemi operativi, di tornare di corsa a frequentare la terza elementare? Lì non ti insegnano l'open source, ma quantomeno a scrivere cose comprensibili ai normali fruitori della lingua italiana.
Chiudi i commenti