Linux è l'OS più craccato in Rete

Una società di sicurezza londinese sostiene in uno studio che Linux è di gran lunga il sistema operativo server più bucato dai cracker, un primato che Windows detiene nel settore governativo


Londra – I problemi di sicurezza di Windows, e i worm che spesso colpiscono i suoi utenti, potranno anche dominare le cronache, tuttavia Linux rimane il più grande e vulnerabile bersaglio dei cracker. A dirlo è la società londinese Mi2g , specializzata nello sviluppo di soluzioni per la sicurezza, che in un recente studio ha analizzato i dati sugli attacchi informatici raccolti lo scorso agosto e relativi ad un campione di circa 17.500 server on-line su cui giravano servizi di e-business o siti informativi.

Nel rapporto di Mi2g emerge che il 67% degli attacchi dolosi andati a buon fine e denunciati dalle aziende ha avuto come bersaglio il sistema operativo Linux, una percentuale circa tre volte superiore a quella, pari al 23,2%, che riguarda invece Windows.

Lo studio riporta poi che solo il 2% dei server su cui girava una versione di BSD Unix è stato compromesso da un attacco via Internet.

L’Intelligent Unit di Mi2g raccoglie dati relativi a tutte le forme di attacco digitale dal 1995: l’azienda afferma che nel proprio database sono presenti le informazioni su oltre 280.000 attacchi e 7.900 crew di hacker e cracker.

Le statistiche di Mi2g mostrano come durante gli ultimi 12 mesi Linux sia rimasto, con una percentuale del 51% sul totale, il sistema operativo più colpito da aggressioni andate a buon fine. Curiosamente, nel settore governativo le statistiche si ribaltano e Windows eredita la palma di sistema operativo più vulnerabile agli attacchi con il 51,4% contro il 14,3% di Linux, qui posizionatosi secondo.

Nel rapporto si legge anche che lo scorso mese il danno economico derivante dagli attacchi digitali, compresi quelli non denunciati e quelli generati dai worm, è stato stimato in 28,2 miliardi di dollari . Sobig e Blaster sono fra le minacce che avrebbero maggiormente contribuito a questo “flagello”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • avvelenato scrive:
    Re: l' "artista di merda"(philip k.dick)
    l' "artista di merda" di philip k. dickiana memoria è colui che legge Focus pensando che sia una rivista scientifica, e non di divulgazione scientifica (o come sono solito definirla io, intrattenimento scientifico ).io leggo focus, a volte. Mi piàce. Ma -ricordando le castronerie che spesso scrivono su argomenti di mia competenza- prendo tutto ciò che leggo con molta leggerezza.non si può pretendere che la gente comune abbia le stesse conoscenze fisiche e metodologiche atte a stabilire se uno studio del genere può essere valido o meno nell'annoso dilemma sulla dannosità dei cellulari.invece può essere utile che la gente comune con questo articolo eviti di assopirsi su certezze, sappia che i dubbi ci sono ancora, e ancora non è stato dimostrato nulla pro o contro la dannosità delle onde em in questione.e comunque piccole soluzioni ovvie esistono. il 3d di tamerlano (poco+in basso) ne presenta una. la gente comune sa che serve prendere precauzioni.
  • Anonimo scrive:
    Re: Auricolare: calcolo del beneficio.

    La percentuale e` bassa, pertanto la
    vibrazione di tali molecole contribuisce di
    meno al riscaldamento rispetto alla
    vibrazione delle molecole di h2o.Provo a semplificarti la questione supponendo di prendere un bicchier d'acqua e di metterlo in un micronde da 900W a 1.8GHz.Ora, tu sei caduto nel tranello di chi vuol farti credere che l'acqua ha una frequenza di risonanza proprio a 2.45GHz e che per esempio già a 2.2 o 2.6 GHz non assorbe quasi più nessuna radiazione elettromagnetica.E' una palla gigantesca, prova a documentarti per favore.La frequenza di risonanza dell'acqua è molto superiore e lo spettro di assorbimento digrada dolcemente scendendo in frequenza.Ma la frequenza di 2.45GHz è una frequenza come un'altra, la scelta è solo di tipo storico, era una delle poche frequenze disponibili che non fosse già utilizzata per le telecomunicazioni.Ed è solo una frequenza di compromesso tra la velocità di riscaldamento dei cibi e il potere di penetrazione.Più scendi in frequenza e meno l'acqua assorbe energia riscldando dunque più lentamente. Ma il potere di penetrazione aumenta, il cibo a 1.8GHz verrebbe cotto un po' più lentamente ma ancora più uniformemente in quanto le micronde penetrano più in profondità.Ma l'acqua ti bolle lo stesso, ci metti solo un poco di più !

    A parte che tale oggetto non si potrebbe
    definire "forno", l'esempio che hai fatto
    non e` comunque paragonabile a quello di un
    cellulare che trasmette al massimo un paio
    di Watt.infatti, ma il principio è lo stesso, c'è solo una differenza di potenza, ma se per assurdo il tuo cellulare avesse la potenza di un micronde il tuo cervello cuocerebbe allo stesso identico modo, un po' più lentamente ma più in profondità e dunque più uniformemente rispetto ai 2.45GHz (pensati per 2-3cm di penetrazione, tipici di una bistecca...).
    PS: tu hai/usi il cellulare ?sempre con l'auricolare, utile pure le multe...Tamerlano
  • Anonimo scrive:
    Re: Auricolare: calcolo del beneficio.

    La differenza, a parte il rapporto di 1 a
    mille nella potenza, risiede principalmente
    nella frequenza, che se pur simile, nel caso
    del forno a microonde è esattamente quella
    che consente di far entare in "risonanza" le
    molecole d'acqua.
    Con altre frequenze questo fenomeno non
    avviene, è come cercare di spingere
    un'altalena dando colpi a casaccio. Puoi
    anche avere la forza di hulk, ma se spingi a
    casaccio ottieni ben poco...Chi te l'ha raccontata la favola per cui la frequenza di risonanza dell'acqua è 2.45GHz?Il picco di assorbimento dell'acqua, cioè la frequenza in cui hai il massimo assorbimento di energia elettromagnetica ha frequenze molto più alte, almeno 10GHz.Se tu facessi lavorare il magnetron alla frequenza di risonanza tutta l'energia verrebbe assorbita dal primo strato di molecole dei cibi ottenendo 2 risultati: bruciati all'esterno e crudi all'interno.Non avresti potere di penetrazione nei cibi.Per questo motivo è stata scelta una frequenza più bassa, 2.45GHz, che è una frequenza che non ha nulla di speciale, era comoda solo per motivi normativi, per non entrare in conflitto con le frequenze telco.2.45GHz è solo un compromesso tra velocità di riscaldamento dei cibi e potere di penetrazione (un paio di cm).Se usi una frequenza più alta scaldi più velocemente ma penetri di meno e viceversa.A 1.8GHz a parità di potenza (900W) impieghi solo un poco più di tempo a scaldare i cibi ma ottieni una maggior penetrazione.Il tuo cellulare ti cuoce solo a fuoco più lento, ma più in profondità...Tamerlano
  • Anonimo scrive:
    Re: Auricolare: calcolo del beneficio.

    Esatto, l'ho anche scritto in una risposta,
    gli effetti non sono gli stessi, ma
    considera che nel cervello non c'è solo
    acqua (a parte qualche caso sfortunato....),
    vi sono liquidi di diversa composizione
    chimica e con diverse frequenze di
    eccitazione, oltre che tessuti molli.La percentuale e` bassa, pertanto la vibrazione di tali molecole contribuisce di meno al riscaldamento rispetto alla vibrazione delle molecole di h2o.
    In soldoni tu la metteresti una mano per 60
    secondi in un forno a micronde in cui il
    magnetron da 900W lavora a 1.8GHz invece che
    a 2.45GHz?A parte che tale oggetto non si potrebbe definire "forno", l'esempio che hai fatto non e` comunque paragonabile a quello di un cellulare che trasmette al massimo un paio di Watt.Comunque non credo sia salutare ne` mettere una mano dentro tale oggetto ma neppure tenere il cellulare 2 ore attaccato al cranio. Su quest'ultimopunto siamo tutti d'accordo (la mia proposta di soluzione infatti consisteva nel diminuire la potenza (media) di emissione dei cellulari aumentando la densita` delle BTS).
    Fammi sapere se qualche temerario pagato
    dalle telco per dimostrare l'innocuita dei
    cellulari ha fatto una prova del genere, mi
    basta anche un test su un topo.
    Posta qualche link che ci divertiamo....Non ho mai affermato che i cellulari non causano danni al cervello (e neppure il contrario). Infatti la mia linea e` quella prudenziale di usareil cellulare con parsimonia (e di farmi richiamare e chiamare gli altri su un numero fisso quando possibile) e sopratutto solamente in zone ben copertedal segnale di una BTS.PS: tu hai/usi il cellulare ?Giuseppe
  • Anonimo scrive:
    Re: Auricolare: calcolo del beneficio.

    Il fatto che la frequenza sia
    (relativamente) vicina non significa che
    causi gli stessi effetti. Infatti il
    riscaldamento nei forni a microonde e`
    dovuto al fenomeno della risonanza. Infatti
    la frequenza usata e` esattamente quella che
    mette in vibrazione le molecole di acqua
    contenute nei cibi, le quali per attrito si
    scaldano. Frequenze anche di poco inferiori
    o superiori non causano tale effetto.Esatto, l'ho anche scritto in una risposta, gli effetti non sono gli stessi, ma considera che nel cervello non c'è solo acqua (a parte qualche caso sfortunato....), vi sono liquidi di diversa composizione chimica e con diverse frequenze di eccitazione, oltre che tessuti molli.In soldoni tu la metteresti una mano per 60 secondi in un forno a micronde in cui il magnetron da 900W lavora a 1.8GHz invece che a 2.45GHz?Fammi sapere se qualche temerario pagato dalle telco per dimostrare l'innocuita dei cellulari ha fatto una prova del genere, mi basta anche un test su un topo.Posta qualche link che ci divertiamo....Tamerlano
  • Anonimo scrive:
    Re: Auricolare: calcolo del beneficio.
    - Scritto da: Anonimo

    Bravo, hai capito tutto su come
    funzionano i

    forni a microonde... La prossima volta
    userò

    il mio cellulare per far bollire l'acqua

    della pasta

    Non usi l'auricolare eh?
    Fossi in te affronterei la spesa: il tuo
    cellulare portatile ha una potenza media di
    emissione elettromagnetica di 0.25W ,
    massima 0.6W secondo gli standard GSM ed
    opera alla frequenza di 1800MHz.

    Il magnetron del tuo forno a micronde ha una
    potenza che va dai 600 ai 900W con una
    frequenza di emissione di 2.45GHz.La differenza, a parte il rapporto di 1 a mille nella potenza, risiede principalmente nella frequenza, che se pur simile, nel caso del forno a microonde è esattamente quella che consente di far entare in "risonanza" le molecole d'acqua.Con altre frequenze questo fenomeno non avviene, è come cercare di spingere un'altalena dando colpi a casaccio. Puoi anche avere la forza di hulk, ma se spingi a casaccio ottieni ben poco...Perché parlare quando non si conosce almeno pressapoco di quello che si sta parlando?
  • Anonimo scrive:
    Re: La soluzione

    50 telefonate giornaliere di 2 minuti
    distribuite equamente nell'arco della
    giornata fanno molti meno danni di una sola
    di 60 minuti.E` una tua considerazione oppure hai applicato le leggi della fisica ?In tal caso, potresti per favore scrivere i valori in V/m che hai ricavato.
    nel raggio operativo della stessa (che e'
    omnidirezionale).Non e` omnidirezionale, ma ha un guadagno in una determinata direzione e perdipiu` e` tiltata, pertanto la distanza media fra persone e BTS e` piu` elevata di quanto sembri a prima vista.
    Quindi, molto meglio avere il cellulare
    all'orecchio per un'ora al giorno che una
    BTS che ti fa l'occhiolino dalla finestra di
    casa.Meglio avere una BTS sopra casa che un telefonino all'recchio.Giuseppe
  • Anonimo scrive:
    Re: Auricolare: calcolo del beneficio.
    - Scritto da: Anonimo

    Il magnetron contenuto nei comuni forni a
    microonde casalinghi emette energia
    elettromagnetica a 2.45GHz, dunque nella
    stessa gamma di frequenza dei GSM (1.8GHz),
    ovviamente con potenze in gioco mille volte
    superiori.Il fatto che la frequenza sia (relativamente) vicina non significa che causi gli stessi effetti. Infatti il riscaldamento nei forni a microonde e` dovuto al fenomeno della risonanza. Infatti la frequenza usata e` esattamente quella che mette in vibrazione le molecole di acqua contenute nei cibi, le quali per attrito si scaldano. Frequenze anche di poco inferiori o superiori non causano tale effetto.Alcuni studi pseudoscientifici usano la tua stessa affermazione per dmostrare il fatto che i cellulari fanno male. In uno addirittura (cercatelo con google) dicono che per le prove hanno esposto delle rane ad'una onda e.m. di 100w e frequenza di 2.45GHZ e le bestiole ne hanno avuto dei danni. Eccecredo... le hanno cotte !Pertanto occhio a non farvi ingannare dai dettagli ma invece STUDIATE la FISICA !Giu
  • Larry scrive:
    Re: Non c'e` Nulla da Fare

    no, in realtà il piombo in forma metallica
    non è assolutamente pericoloso. Ti confondi
    con i vari ossidi e solfati di piombo che se
    sono in forma polverosa vengono facilmente
    inalati e assorbiti, causando danni all'
    apparato digerente e al sistema nervoso.prova a fondere in casa un chilozzo di piombo a finestre chiuse...se sopravvivi ti regalo la festa di compleanno!
  • Larry scrive:
    Re: La soluzione
    - Scritto da: Anonimo
    Una maggiore densita` di BTS farebbe si` che
    i cellulari trasmetterebbero con minore
    potenza, a tutto vantaggio dei nostri
    cervelli.non sono convinto per niente.quando il cellulare e' in stand-by le emissioni sono bassissime, hanno il picco al momento dello squillo, e restano alte per tutta la durata della conversazione.50 telefonate giornaliere di 2 minuti distribuite equamente nell'arco della giornata fanno molti meno danni di una sola di 60 minuti.La BTS emette onde radio praticamente in continuo, visto che non serve solo il mio cellullare ma tutti quelli che si trovano nel raggio operativo della stessa (che e' omnidirezionale).Quindi, molto meglio avere il cellulare all'orecchio per un'ora al giorno che una BTS che ti fa l'occhiolino dalla finestra di casa.
  • Anonimo scrive:
    Re: Auricolare: calcolo del beneficio.
    - Scritto da: Anonimo
    Ciao,
    ma per curiosità volevo chiederti, non è che
    l'auricolare potrebbe fare una specie di
    effetto "antenna".Stai confondendo l'antenna trasmittente con l'antenna ricevente.L'energia elettromagnetica raccolta dal tuo braccio quando lo usi per ricevere la radio FM è infinitesima ed è il sensibile ricevitore della radio che provvede ad amplificare il segnale di centinaia di volte.Con la radio tu ti limiti a ricevere, con il GSM devi anche trasmettere ed hai quindi bisogno di un'antenna trasmittente con precise caratteristiche di lunghezza (multiplo della lunghezza d'onda del segnale) per poter massimizzare l'energia emessa.L'antenna trasmittente non è connessa al cavetto dell'auricolare, si trova in una zona del circuito completamente diversa, dove le potenze in gioco sono molto piccole, le stesse presenti sulle cuffie di un walkman.Dunque il tuo auricolare di comporta al massimo come antenna ricevente producendo solo pochi microvolt sul filo come un'antenna di una radio, una potenza insignificante rispetto alla potenza irradiata direttamente dall'antenna trasmittente del cellulare a 30cm di distanza (che già è comunque almeno 100 volte inferiore a quella che avresti se il cellulare fosse attaccato all'orecchio, ipotizzando una distanza antenna-cervello di 3 cm).Tamerlano
  • Anonimo scrive:
    Re: Auricolare: calcolo del beneficio.
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo


    ovviamente con potenze in gioco mille
    volte

    mille? diciamo dieci/centomila voltenon esagerare, la potenza di un magnetron di un forno da cucina è mediamente di 900W, la potenza di un cellulare portatile può arrivare al massimo a 0.6W, in media sta sui 0.25W.Tamerlano
  • Anonimo scrive:
    Re: Auricolare: calcolo del beneficio.

    Bravo, hai capito tutto su come funzionano i
    forni a microonde... La prossima volta userò
    il mio cellulare per far bollire l'acqua
    della pastaNon usi l'auricolare eh?Fossi in te affronterei la spesa: il tuo cellulare portatile ha una potenza media di emissione elettromagnetica di 0.25W , massima 0.6W secondo gli standard GSM ed opera alla frequenza di 1800MHz.Il magnetron del tuo forno a micronde ha una potenza che va dai 600 ai 900W con una frequenza di emissione di 2.45GHz.Quella frequenza ti permette di massimizzare l'assorbimento delle radiazioni da parte dell'acqua contenuta nei cibi, ma anche a 1.8GHz hai un assorbimento consistente.Facendo la battuta da fenomeno hai in realtà detto una cosa plausibile: se tu per assurdo prendi 1000 cellulari con le antenne tutte focalizzate in un unico punto ottieni in quel punto una potenza di irradiazione simile a quella di un forno a micronde a bassa potenza.Mettici l'acqua per la pasta se vuoi, ma fossi in te non ci metterei la testa...o è troppo tardi?...Tamerlano
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai cannato proprio tutto!!!!
    avete ragione, ho il cervello in pappa (sarà il cellulare?!!)http://bruscotoons.andromedafree.it/movies/cellulari.zip
  • Anonimo scrive:
    Re: Molto strano
    Eh ! e' probabile che si stia aprendo qualche nuovo Business di tipo ben pilotato.
  • Anonimo scrive:
    Re: La soluzione
    In realta' quanto dici e' quanto sta accadendo (o accadra') con l'UMTS che funzionando a circa 2 ghz DEVE per forza di cose avere una potenza inferiore al GSM quindi per avere la stessa copertura a parita' di superfice occorre un maggior numero di BTS (che nel 3g si chiamano NODE B).Ovvio, pero', almeno qui in Italia che piuì BTS installi e piu' problemi ti ritrovi ad avere con la popolazione inferocita e allora vaglielo a spiegare tu che e' per la loro salute!
  • Anonimo scrive:
    Re: Persino
    - Scritto da: Bruco
    "persino l'Organizzazione mondiale della
    Salute appare poco propensa a finanziare
    ulteriori indagini, peraltro invise ai
    costruttori di telefoni mobili"

    Questo per dimostrare che il mondo
    occidentale tutto è misurato dal denaro
    soldi e la ricerca scientifica non vale in
    se e per se perché produce progresso e
    benessere, ma solo se produce DENARO.Wow! hai scoperto l'acqua calda!Finalmente, comunque qualche coscienza comincia a svegliarsi,,,,, che finalmente sia la volta buona per questa nostra misera umanita'?
  • Anonimo scrive:
    Re: Basta osservare
    - Scritto da: Anonimo
    si infatti stando a sentire te sembrerebbe
    proprio cosi'...

    - Scritto da: Anonimo


    I genitori italiani sono fra gli esseri
    più

    stupidi del pianeta.Ma che mancanza di rispetto, si vede proprio che siamo arrivati alla frutta!Pensa poi se tu fossi al posto loro, magari con un bambino di 12 anni in giro in questo mondo pieno di p..........mah! lasiamo perdre va!Non voglio fare il moralista da strapazzo ma pensare che sono stati proprio loro a darmi la vita mi incute un sacro rispetto nei loro confronti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Auricolare: calcolo del beneficio.
    - Scritto da: Anonimo
    ovviamente con potenze in gioco mille voltemille? diciamo dieci/centomila volte
  • Anonimo scrive:
    Re: La soluzione

    Il problema però non è così semplice come dice lui, se il
    problema fosse solo l'intensità, per risolvere si potrebbe
    parlare anche di diverse frequenze a cui trasmettere. balle, l'intensita' e' una cosa, le frequenze un altra... il ragionamento del post precedente e' corretto ed e' quello che ti insegnano ad ingegneria delle telecomunicazioni... Le frequenze sono limitate, ai telefonini sono toccate quelle, ma certo non garantiscono una penetrazione di muri in maniera ottimale (anzi hanno grosse attenuazioni) proprio per questo usano intensita' maggiori. Il vero problema dell'approccio del post precedente e' il fatto che la popolazioone male accetta i nuovi siti di antenne (anche se gli spieghi che i campi EM a cui sono sottoposti diminuiscono).
    Le freq le tengono alte per una maggiore qualità del segnale
    nelle città, ma questo comporta intensità maggiori. Siccome
    noi vogliamo chiamare anche dagli scantinati....
  • Anonimo scrive:
    Re: Da chiarire che ...
    Una conoscenza un po' più che elementare della fisica dei campi em e della fisica quantistica + qualche rimembranza di biologia e chimica mi dice che gli effetti CI SONO.Quello che rimane da stabilire con più precisione è 1-di che tipo2-di che entitàin relazione a1-quanto frequentemente si è esposti2-a quali intensitàtanto per capirci, fumare una sigaretta alla settimana dà all'organismo tempo sufficiente per smaltire i danni, fumare una sigaretta ogni ora no.
  • Anonimo scrive:
    Re: Auricolare: calcolo del beneficio.
    - Scritto da: Anonimo

    Il magnetron contenuto nei comuni forni a
    microonde casalinghi emette energia
    elettromagnetica a 2.45GHz, dunque nella
    stessa gamma di frequenza dei GSM (1.8GHz),
    ovviamente con potenze in gioco mille volte
    superiori.
    Bravo, hai capito tutto su come funzionano i forni a microonde... La prossima volta userò il mio cellulare per far bollire l'acqua della pasta
    E' utile ricordare che l'effetto delle
    microonde è proporzionale al quadrato della
    distanza dalla fonte di emissione, nel caso
    del telefonino, dall'antenna:
    se a distanza di 1 cm l'effetto vale 1, a
    distanza di 10cm l'energia elettromagnetica
    si riduce a un centesimo rispetto al primo
    caso.Ti consiglio un libro: fisica for dummiesPoi prova a ripostare
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'e` Nulla da Fare
    ma che cavolo c'entra il piombo! qui parliamo di onde elettromagnetiche mica di radiazioni gamma! una gabbia di faraday converrebbe semmai farla di rame, materiale ad alta conduttività.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'e` Nulla da Fare?......
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Ma perchè invece di fare le ricerche

    sull'elettrosmog non si fanno le ricerche

    sul tipo di aria che respiriamo?

    Che cosa cavolo mangiamo?

    :| Si respira sempre più aria
    inquinata

    e si respira sempre più mxxrda e questi
    si

    preoccupano dei campi elettromagnetici!

    forse perche' e' un dato di fatto che
    l'inquinamento dell'aria fa' male ed e' un
    problema.
    Mentre per i campi elettromagnetici e'
    ancora da dimostrare con certezza in modo da
    poter fare leggi severe che ne limitino
    l'emissione.
    Ti risulta che esistano leggi *severe* per limitare l'inquinamento dell'aria?holacrack
  • Anonimo scrive:
    Re: Auricolare: calcolo del beneficio.
    - Scritto da: Anonimo
    Ciao,
    ma per curiosità volevo chiederti, non è che
    l'auricolare potrebbe fare una specie di
    effetto "antenna".

    Come quando si avvicina un braccio alla
    radio che dopo si sente meglio.

    In questo caso le onde arriverebbero quasi
    dentro la testa direttamente. E' possibile
    questo?mah... io avevo già sentito qualcosa del genere. però c'è da dire che il tipico effetto di surriscaldamento della parte vicina all' orecchio tipico dell' uso prolungato del cell, con l' auricolare non si produce. che questo significhi che non arrivino onde del tutto non lo so però mi dà qualche speranza.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'e` Nulla da Fare



    l'unica cosa che potrebbe fermare i Campi ElettroMagneteici sarebbe il Piombo, ma mi sembra molto dura schermare ogni cosa elettrica con piombo o circolare schermati dalla testa ai piediSpero proprio di no, considerando quanto e' velenoso il piombo.Burp
  • Anonimo scrive:
    Re: La soluzione

    Per concludere direi che ci sono problemi +
    importanti :
    respiriamo veleni, mangiamo veleni, beviamo
    veleni .
    Creare altri ( presunti) problemi non mi
    sembra intelligente. Pensiamo a risolvere i
    problemi attuali prima, Ok.

    Have a nice dayBeh, da una parte è sacrosanto, dall'altra...considera che i "problemi + importanti" che citi (respirare, mangiare e bere veleni) sono gli "effetti collaterali" di tecnologie industriali che si sono diffuse su larga scala senza che ci fosse alcuna riflessione sulle loro possibili ricadute negative. Ricadute con cui oggi dobbiamo continuare a convivere non solo perché "i padroni sono $tronzi", ma anche perché queste tecnologie "nocive" sono così capillarmente diffuse e indispensabili per il nostro stile di vita attuale, che eliminarle alla radice comporterebbe una rivoluzione totale della nostra società, cosa che non ci sentiamo capaci di affrontare.L'adozione scriteriata di tecnologie inquinanti può essere giustificata nel passato, perché inevitabilmente 100 o 50 anni fa non c'era ancora nessuna consapevolezza del problema, non deve essere giustificata oggi che abbiamo le conoscenze necessarie per renderci conto di molti pericoli potenziali. Pericoli che, va detto, aumentano in modo esponenziale all'aumentare della raffinatezza tecnologica (pensa alla genetica, alle nanotecnologie, oltre all'elletromagnetismo).Quindi è molto intelligente preoccuparsi fin d'ora dei pericoli nascenti, perchè fra dieci o venti anni sarebbe molto più difficile far marcia indietro su comportamenti acquisiti...Ciao ;-)
  • SymoPd scrive:
    Hai cannato proprio tutto!!!!
    - Scritto da: Anonimo
    scusate, è il maledetto autocompletamento
    dei campi...Dov'è il link?!?!O volevi pubblicizzare freenet come alternativa al cellulare?
  • Anonimo scrive:
    Re: La soluzione
    sono d'accordo, anzi sarebbe bello risolvere (subito) tutti questi problemi in un'unica volta. Purtroppo la realtà è ben altro : BUSINESS IS BUSINESS!!!Il DIO DENARO viene prima della salute. Nel frattempo chi si ammala è costretto a spendere denaro e quadagnarne meno.
  • Anonimo scrive:
    Re: La soluzione
    non so quali siano le te competenze sul settore ( immagino tu non sia laureato o PHD), quindi mi sembra inutile continuare.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'e` Nulla da Fare?......
    - Scritto da: Anonimo
    Ma perchè invece di fare le ricerche
    sull'elettrosmog non si fanno le ricerche
    sul tipo di aria che respiriamo?
    Che cosa cavolo mangiamo?
    :| Si respira sempre più aria inquinata
    e si respira sempre più mxxrda e questi si
    preoccupano dei campi elettromagnetici!forse perche' e' un dato di fatto che l'inquinamento dell'aria fa' male ed e' un problema.Mentre per i campi elettromagnetici e' ancora da dimostrare con certezza in modo da poter fare leggi severe che ne limitino l'emissione.gpl
  • Anonimo scrive:
    Re: Basta osservare
    meno male...- Scritto da: Anonimo
    Infatti, si nota che non sono italiano?

    - Scritto da: Anonimo

    si infatti stando a sentire te sembrerebbe

    proprio cosi'...



    - Scritto da: Anonimo




    I genitori italiani sono fra gli esseri

    più


    stupidi del pianeta.


  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'e` Nulla da Fare
    ...mah cosa ci lamentiamo.vai a vedere cosa mangiano in africa.l'aria fresca e pulita mangiano ! pero' hanno tuttiil cellulare e la prabolica sulla capanna.che post borghesi che mi tocca leggere.
  • Anonimo scrive:
    Re: Auricolare: calcolo del beneficio.
    Bella domanda, il dubbio l'ho avuto anche io. Se qualcuno ci da opinioni....
  • Anonimo scrive:
    Re: come le sigarette
    - Scritto da: napodano
    sì, proprio come le sigarette...
    con la differenza che le sigarette non fanno
    male solo a chi fuma ma anche a chi non
    fuma, e che non servono ad altro che a far
    morire la gente che le fuma.

    se permetti, col cellulare decide l'utente
    "quanto morire" in autonomia, ed almeno il
    suo utilizzo serve a qualcosa, almeno per
    ora..Veramente se ipotizziamo che il cell faccia male, farebbe male anche a chi ti sta attorno, contribuisce all'elettrosmog proprio come la sigaretta all'inquinamento atmosferico. Per di più lo fa anche all'aperto, e se poi sei in un mezzo pubblico con 10 persone a telefono... beh.... effetto forno microonde.Questo sempre ipotizzando che faccia male.
  • Anonimo scrive:
    Re: La soluzione
    - Scritto da: Anonimo
    Per concludere direi che ci sono problemi +
    importanti :
    respiriamo veleni, mangiamo veleni, beviamo
    veleni .
    Creare altri ( presunti) problemi non mi
    sembra intelligente. Pensiamo a risolvere i
    problemi attuali prima, Ok.Occuparsi di uno non esclude l'altro...
  • Anonimo scrive:
    Re: La soluzione
    - Scritto da: Anonimo
    ...ma secondo te!
    Forse ci sono dei ripetitori, da qualche
    parte...Appunto, intendevo proprio dire che dalle onde non ci si salva più neanche sotto terra....
  • Anonimo scrive:
    Re: La soluzione
    La fisica (anzi, la geometria)
    insegna che la densita` di energia sulla
    superficie di un cono sferico decresce col
    quadrato della distanza.
    Giuseppequindi gia` mettendo le antenne dei cellulari in basso e non in alto dove vengono schiacciate contro l`osso temporale, si ottiene un bel risultato
  • Anonimo scrive:
    Re: Auricolare: calcolo del beneficio.
    Ciao,ma per curiosità volevo chiederti, non è che l'auricolare potrebbe fare una specie di effetto "antenna".Come quando si avvicina un braccio alla radio che dopo si sente meglio.In questo caso le onde arriverebbero quasi dentro la testa direttamente. E' possibile questo?
  • Anonimo scrive:
    Sorry,cannato il titolo:[OT]Flash a tema
    scusate, è il maledetto autocompletamento dei campi...
  • Whishper scrive:
    Re: http://freenet.sourceforge.net
    Filmatino in flash DIVERTENTISSIMO, a tema:DL'autore è l'ormai mitico Nicola Brusco!
  • napodano scrive:
    Re: come le sigarette
    sì, proprio come le sigarette...con la differenza che le sigarette non fanno male solo a chi fuma ma anche a chi non fuma, e che non servono ad altro che a far morire la gente che le fuma.se permetti, col cellulare decide l'utente "quanto morire" in autonomia, ed almeno il suo utilizzo serve a qualcosa, almeno per ora..
  • Anonimo scrive:
    Re: La soluzione

    Per concludere direi che ci sono problemi +
    importanti :
    respiriamo veleni, mangiamo veleni, beviamo
    veleni .
    Creare altri ( presunti) problemi non mi
    sembra intelligente. Pensiamo a risolvere i
    problemi attuali prima, Ok.

    Have a nice dayfa parte anche questo dei problemi attuali
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'e` Nulla da Fare
    - Scritto da: Anonimo
    ...l'unica cosa che potrebbe fermare i Campi
    ElettroMagnetici sarebbe il Piombo...



    In questo caso i problemi verrebbero proprio
    dal piombo.
    Non c'è soluzione.


    by abbasso il nano di Trasta
    (cade, cade e si fa male il nano maledetto).no, in realtà il piombo in forma metallica non è assolutamente pericoloso. Ti confondi con i vari ossidi e solfati di piombo che se sono in forma polverosa vengono facilmente inalati e assorbiti, causando danni all' apparato digerente e al sistema nervoso.
  • Anonimo scrive:
    Re: La soluzione


    che vuol dire BTS?Base Transceiver System
  • Anonimo scrive:
    Re: La soluzione
    - Scritto da: Anonimo
    Non so do voi, ma qui a Napoli il cell ha il
    massimo del segnale anche nella
    metropolitana... ebbene si, anche se
    sotterranea....ma secondo te! Forse ci sono dei ripetitori, da qualche parte...
  • Anonimo scrive:
    Re: La soluzione
    Hai in parte ragione, ma se aumenti la densita delle BTS che il rischio che il campo em possa raggiungere valori troppo "elevati" se si sommansse nelle condizioni peggiori ( guarda il campo em come un vettore ).Una soluzione accettabile, per ora, consiste nell'utilizzare dispositivi dotati di un SAR "basso" ( vedi Siemens S40, motorola V60i...) .Usare l'auricolare, magari tenendo il cell. nella tasca, eviterebbe che il cervello si scaldi ma ti si scalderebbe qualcosa altro ( non farmi scrivere cosa).Per concludere direi che ci sono problemi + importanti :respiriamo veleni, mangiamo veleni, beviamo veleni .Creare altri ( presunti) problemi non mi sembra intelligente. Pensiamo a risolvere i problemi attuali prima, Ok.Have a nice day
  • Anonimo scrive:
    Re: Basta osservare
    Infatti, si nota che non sono italiano?- Scritto da: Anonimo
    si infatti stando a sentire te sembrerebbe
    proprio cosi'...

    - Scritto da: Anonimo


    I genitori italiani sono fra gli esseri
    più

    stupidi del pianeta.

  • Anonimo scrive:
    Re: Niente più radio nella dentiera

    Ma perchè invece di fare le ricerche
    sull'elettrosmog non si fanno le ricerche
    sul tipo di aria che respiriamo?Forse perche' in Svezia la qualita' dell'aria e' di molto superiore alla nostra. Quindi si preoccupano (giustamente) dei campi elettromagnetici.Detto tra di noi, io mi preoccupo di entrambi, e vivo (e lavoro) in campagna.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'e` Nulla da Fare
  • Anonimo scrive:
    Re: Basta osservare
    si infatti stando a sentire te sembrerebbe proprio cosi'...- Scritto da: Anonimo
    I genitori italiani sono fra gli esseri più
    stupidi del pianeta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'e` Nulla da Fare?......
    Ma perchè invece di fare le ricerche sull'elettrosmog non si fanno le ricerche sul tipo di aria che respiriamo?Che cosa cavolo mangiamo? :| Si respira sempre più aria inquinata e si respira sempre più mxxrda e questi si preoccupano dei campi elettromagnetici!
  • Anonimo scrive:
    La soluzione: usatelo il meno possibile!
    Oltretutto i prezzi sono davvero troppo alti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Basta osservare
    - Scritto da: Anonimo
    Le persone che conosco più fissate col
    cellulare sono quelle più rincoglionite. hihi lollissimo.. mo che ci penso, anche io
    E
    da quando hanno il cellulare sono
    peggiorate.e da quando collezionano i punti ?ogni volta che vengono qui, visto che non sono regolarmente collegati ad internet, voglio collegarsi per vedere a qunti punti sono arrivati ....che palle[cut]
  • Anonimo scrive:
    Basta osservare
    Le persone che conosco più fissate col cellulare sono quelle più rincoglionite. E da quando hanno il cellulare sono peggiorate.La cosa più dannosa per il cervello sono gli MMS e poi gli SMS.Per fortuna io ce l'ho da poco e lo tengo sempre spento. :-)Alle mamme che impongono il cellulare ai figli: vaffanculo stupide, tanto poi si schiantano contro l'albero con la macchina che gli avete regalato.I genitori italiani sono fra gli esseri più stupidi del pianeta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'e` Nulla da Fare
    Penso non ti salverai. E' come vivere a Milano e mangiare i prodotti biologici: che senso ha? Tutti i giorni vieni avvelenato dall'aria, dall'acqua, dagli acari che allegramente zampettano indisturbati nelle coperte ecc.ecc.Stiamo pagando il prezzo del progresso: diventeremo tutti piu' imbecilli e saremo soppressi dalle macchine (stile terminator). Godetevi la luce del sole finche' potete...
  • Anonimo scrive:
    Auricolare: calcolo del beneficio.
    Il magnetron contenuto nei comuni forni a microonde casalinghi emette energia elettromagnetica a 2.45GHz, dunque nella stessa gamma di frequenza dei GSM (1.8GHz), ovviamente con potenze in gioco mille volte superiori.E' utile ricordare che l'effetto delle microonde è proporzionale al quadrato della distanza dalla fonte di emissione, nel caso del telefonino, dall'antenna:se a distanza di 1 cm l'effetto vale 1, a distanza di 10cm l'energia elettromagnetica si riduce a un centesimo rispetto al primo caso.L'uso dell'auricolare, il cui cavetto _non è_ connesso direttamente all'antenna emittente del telefono, permette di ridurre l'assorbimento elettromagnetico da parte del cervello di almeno cento volte, a patto di tenere il cellulare ad almeno 30cm di distanza dal cranio.Tamerlano
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'e` Nulla da Fare
    Secondo me tra poco si inizieranno a schermare le case, almeno quelle in costruzione, modello gabbia di Faraday
  • Crazy scrive:
    Non c'e` Nulla da Fare
    Purtroppo, ogni giorno siamo sottoposti ad assorbire Radiazioni di vario genere, e la cosa brutta e` che purtroppo, le radiazioni assorbite, non vengono mai smaltite nel tempo.Ma gli Elettrodomestici ci fanno un gran comodo: Cellulari, Televisione, Computer, MicroOnde, Rasoi Elettrici... tutto cio` in cui circola corrente elettrica crea un campo elettromagnetico che noi, in minima parte, siamo destinati ad assorbire e portarci dietro per tutta la vita.Rinunciare ai vari Comfort offerti da questi sistemi e` impossibile, per lo meno evito di stare seduto ad un metro dalla Televisione, non dormo con il Cellulare sul comodino, cerco di limitare le esposizioni e basta, ovvio che se sono per strada e mi trovo a passare sotto ad un elettrodotto, ci passo e basta, amen, mi piglio quel che mi piglio, non posso farci nulla purtroppo, e di fatto anche se sono in Macchina, sono consapevole che il tetto non copre quasi nulla, l'unica cosa che potrebbe fermare i Campi ElettroMagneteici sarebbe il Piombo, ma mi sembra molto dura schermare ogni cosa elettrica con piombo o circolare schermati dalla testa ai piedi, sarebbe peggio che avere addosso una armatura, perche` purtroppo anche i muri di casa, ci coprono da questi campi tanto quanto una rete ci copre dal vento.
  • Anonimo scrive:
    Re: La soluzione
    - Scritto da: Bruco
    che vuol dire BTS?Il mess non l'ho scritto io, ma direi che sono le antenne che piazzano in giro. Il problema però non è così semplice come dice lui, se il problema fosse solo l'intensità, per risolvere si potrebbe parlare anche di diverse frequenze a cui trasmettere. Le freq le tengono alte per una maggiore qualità del segnale nelle città, ma questo comporta intensità maggiori. Siccome noi vogliamo chiamare anche dagli scantinati....Non so do voi, ma qui a Napoli il cell ha il massimo del segnale anche nella metropolitana... ebbene si, anche se sotterranea.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il telefono uccide?
    - Scritto da: Anonimo
    permalosetti eh? io, prima di usare il
    telefonino, mi metto in testa un elmetto
    tedesco della II guerra mondiale! altro che
    onde elettromagnetiche...Eh, eh, eh, peggio ancora, i metalli peggiorano la situazione (non a caso dicono di non usarli soprattutto in auto)
  • Bruco scrive:
    Re: La soluzione
    - Scritto da: Anonimo
    Una maggiore densita` di BTS farebbe si` che
    i cellulari trasmetterebbero con minore
    potenza, a tutto vantaggio dei nostri
    cervelli.che vuol dire BTS?
  • Bruco scrive:
    Persino
    "persino l'Organizzazione mondiale della Salute appare poco propensa a finanziare ulteriori indagini, peraltro invise ai costruttori di telefoni mobili"Questo per dimostrare che il mondo occidentale tutto è misurato dal denaro soldi e la ricerca scientifica non vale in se e per se perché produce progresso e benessere, ma solo se produce DENARO.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il telefono uccide?
    - Scritto da: Anonimo

    Scherzi a parte, ricordo il prof di onde

    elettromagnetiche disse che a seguito di

    esperimenti si è stabilito che il cervello

    aumenta la temperatura superficiale di 1

    grado dopo 4 minuti di telefonata. Se poi

    questo crei danni... bo?

    Mi pare che qui si parli di tutt'altroNon avevo la pretesa di parlare di QUESTO caso, ma i punti in comune sono più di uno (cervello, onde elettromagnetiche, telefonia mobile). Se puoi vuoi parlare solo dell'autore della ricerca, questo forum potrebbe anche chiudere, credo nessuno do noi lo conosca o conosca la ricerca nei dettagli.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il telefono uccide?
    Eh no! L'aumento della temperatura del cervello è proprio causato dall'emissione delle onde elettromagnetiche che a quella frequenza, credo, siano già MICROonde.Ricordo un avvenimento atroce accaduto ad un manutentore della marina americana: era sul un albero della nave a riparare l'emettitore radar (non sono sicuro se era il radar, comunque qualcosa ad altissima frequenza - ed intensità), quando erroneamente, dal ponte, hanno attivato la trasmissione con il risultato di trasformarlo in una pianta con il cervello fritto.I vari discorsi sulle proteine sono legati alla stessa causa dell'aumento di temperatura.Il termine "invecchiare", in questo contesto, è un diminuitivo di "danneggiare".Gli effetti, purtroppo, si vedranno in larga scala solo tra alcuni anni, ma già vorrei vedere le statistiche dei tumori al cervello.
  • Anonimo scrive:
    Molto strano
    Con tutti i soldi che girano nella telefonia mobile e' stranissimo che esca uno studio del genere
  • Anonimo scrive:
    Re: Il telefono uccide?

    Scherzi a parte, ricordo il prof di onde
    elettromagnetiche disse che a seguito di
    esperimenti si è stabilito che il cervello
    aumenta la temperatura superficiale di 1
    grado dopo 4 minuti di telefonata. Se poi
    questo crei danni... bo?Mi pare che qui si parli di tutt'altro
  • Anonimo scrive:
    Re: il cellulare fa male ma nella foto..
    - Scritto da: Anonimo
    ha un auricolare di un cellulare uhmm molto
    coerente
    dicono che con l'auricolare è ancora peggio
    Eh si si vede che con quella faccia è un
    tipo con le idee chiare
    :DSe stiamo ai "dicono" non finiamo piu'Evidentemente lui pensa che sia meglio l'auricolareQuindi da oggi uso l'auricolare:D
  • Anonimo scrive:
    test...
    "Gli esperimenti sono stati condotti su topi..." :D ma ci pensate ai topi da laboratorio che hanno potuto telefonare gratis ai parenti.... :D
  • Anonimo scrive:
    Campagna terroristica
    Qui ci vuole una campagna in grande stile come sta avvenendo per le sigarette; su ogni cellulare va imposta la scritta "Nuoce gravemente alla salute" , "Ne hai gia' pochi..non insistere" , la foto della famiglia e "Telefona ..piano" e nei casi di estrema gravita' uno spray carnevalesco aroma cacca e lo sfondo con la foto della suocera.Attenti telefonatori incalliti :)
  • Anonimo scrive:
    il cellulare fa male ma nella foto...
    ha un auricolare di un cellulare uhmm molto coerentedicono che con l'auricolare è ancora peggioEh si si vede che con quella faccia è un tipo con le idee chiare:D
  • Anonimo scrive:
    Re: come le sigarette
    scusa ma sarebbe meglio dire che per gli interessi e qui sono sempre molti ( vedi i soldi che girano in questi campi )fino a che possono ti prendono per i fondelli= illudono= fottono , e poi uno di movanta anni che fuma si può sepre trovare.......- Scritto da: Anonimo
    premetto che sono un fumatore;)
    ho letto che qualche decenniio fa, negli
    USA, consigliavano alle donne incinte di
    fumare per scacciare l'ansia.
    Anni fa la gente lavorava nell'amianto fino
    al collo e nessuno diceva niente.
    Fino a poco fa dicevano che le onde
    elettromagnetiche erano innocue o per lo
    meno nessuno aveva provato il contrario.
    Come dire...meglio tardi che mai;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Il telefono uccide?
    be' scerzate pure ma non ci sarebbe nulla da scherzare, e non ci vorrebbe molto ad arrivare al motivo che non vi si informa in merito, qui il bisness è grosso e poi in fondo in fondo e in fondo anche qualche pensione in meno non sarebbe male........cmq questo vale anche per i cordles , io il cell lo uso poco per necessità e col vivavoce , a 30 cm di distanza dalla testolina i danni calano davvero di molto fate vobis ma ogni tanto si puù anche fare a meno di essere cosi ingenui- Scritto da: Anonimo
    permalosetti eh? io, prima di usare il
    telefonino, mi metto in testa un elmetto
    tedesco della II guerra mondiale! altro che
    onde elettromagnetiche...
  • Anonimo scrive:
    come le sigarette
    premetto che sono un fumatore;)ho letto che qualche decenniio fa, negli USA, consigliavano alle donne incinte di fumare per scacciare l'ansia. Anni fa la gente lavorava nell'amianto fino al collo e nessuno diceva niente.Fino a poco fa dicevano che le onde elettromagnetiche erano innocue o per lo meno nessuno aveva provato il contrario. Come dire...meglio tardi che mai;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Il telefono uccide?
    permalosetti eh? io, prima di usare il telefonino, mi metto in testa un elmetto tedesco della II guerra mondiale! altro che onde elettromagnetiche...
  • Anonimo scrive:
    Re: Il telefono uccide?
    - Scritto da: Anonimo
    Beh quando uso il telefonino la testa mi
    scoppia, chissà quante cellule sono
    invecchiate... =(((Scherzi a parte, ricordo il prof di onde elettromagnetiche disse che a seguito di esperimenti si è stabilito che il cervello aumenta la temperatura superficiale di 1 grado dopo 4 minuti di telefonata. Se poi questo crei danni... bo?
  • Anonimo scrive:
    Re: Il telefono uccide?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    tutto sta a vedere quante ne avevi

    all'inizio...


    Sapere quante ne avevi tu all'inizio e'
    invece oramai impossibileGia', nel vuoto assoluto e' difficile fare misurazioni.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il telefono uccide?
    - Scritto da: Anonimo
    tutto sta a vedere quante ne avevi
    all'inizio...
    Sapere quante ne avevi tu all'inizio e' invece oramai impossibile
  • Anonimo scrive:
    Re: Il telefono uccide?
    tutto sta a vedere quante ne avevi all'inizio...- Scritto da: Anonimo
    Beh quando uso il telefonino la testa mi
    scoppia, chissà quante cellule sono
    invecchiate... =(((
  • Anonimo scrive:
    Il telefono uccide?
    Beh quando uso il telefonino la testa mi scoppia, chissà quante cellule sono invecchiate... =(((
Chiudi i commenti