Linux stringe la mano a USB 2

Anche se per il momento il supporto è integrato solo nelle versioni test del kernel, la comunità Linux sembra decisa a non farsi anticipare da Microsoft
Anche se per il momento il supporto è integrato solo nelle versioni test del kernel, la comunità Linux sembra decisa a non farsi anticipare da Microsoft


Web – Con il rilascio, pochi giorni fa, della versione 2.5.2 del kernel, Linux ha guadagnato il suo iniziale supporto alla versione 2.0 dello standard di interconnessione USB.

USB 2.0 porta il transfer rate massimo da 12 Mbps a 480 Mbps e, nonostante Windows XP ancora non lo supporti, la sua adozione da parte dei produttori di hardware sta divenendo sempre più ampia.

Microsoft, che all’epoca del rilascio di Windows XP non ha ritenuto questo standard sufficientemente maturo per includerne nativamente il supporto nel suo nuovo sistema operativo, ha promesso di rendere presto disponibile un aggiornamento su Windows Update.

Sebbene il supporto all’USB 2.0 interessi al momento solo la versione non stabile del kernel di Linux, una patch è già disponibile per gli attuali kernel 2.4.x e, a breve, questo nuovo modulo potrà definitivamente essere integrato anche nel ramo stabile del nucleo del sistema operativo free.

L’industria è assai interessata ad un rapido supporto del nuovo USB all’interno dei maggiori sistemi operativi, un interesse dimostrato anche dalla stretta collaborazione di Intel, Compaq e altre grosse aziende del settore nello sviluppare il codice necessario a Linux per gestire le periferiche USB.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 01 2002
Link copiato negli appunti