LinuxNews/ Più veloce Linux 2.4 o FreeBSD 4.1.1?

A tentare di dare una risposta a questa interessante domanda è Byte, che pubblica un test comparativo fra i due OS


Sull’autorevole rivista Byte è apparso un articolo di Moshe Bar che si è preso la briga di effettuare delle prove comparative su di un sistema NetFinity 5100 utilizzando Linux 2.4 e FreeBSD 4.1.1.

Il sistema utilizzato era un IBM Netfinity 5100 con doppio processore Pentium III 900 MHz, 768 MB di RAM, controller RAID, 5 dischi da 18,2 GB e due schede di rete a 100 Mb.

Il sistemista si è divertito a stressare il sistema simulando la richiesta di pagine web dinamiche (scritte sia in C e sia in Perl), di pagine web statiche, di operazioni SQL e spedendo e ricevendo mail con e senza allegati.

I risultati quantitativi sono stati a favore di FreeBSD per quanto riguarda le pagine web, a favore di Linux per quanto riguarda le operazioni SQL e un leggero vantaggio per Linux sulla spedizione/ricezione di mail.

Dal punto di vista qualitativo Linux ha mostrato invece qualche pecca, del tipo impossibilità ad effettuare login o memoria totalmente occupata.
Le conclusioni sono che Linux 2.4 è cresciuto notevolmente, ma come server puro il sistema FreeBSD rimane ancora preferibile per la sua stabilità e la velocità.

A cura di , Soluzioni Open-Source

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Molte inesattezze
    A parte il titolo, del tutto fuorviante (cosa c'entra l'e-marketing?)"i Css [..] non vengono supportati pienamente da nessun browser a parte MsIe": è sbagliato. Nessun browser supporta pienamente i CSS, se proprio dobbiamo sceglierne il più completo, questo è senz'altro Opera. Escludo per adesso Mozilla che non è arrivato ancora ad una versione stabile (è l'unico cmq che supporta pienamente tutti gli standard).Secondo: la risoluzione. Il 9/10% circa usa ancora schermi a 640x480.L'articolo comunque mi sembra affronti le cose non nella loro globalità, ma nei piccoli aspetti. Ad esempio, era necessaria una pagina per il codice Javascript?Poi la chicca sulla dimensione dei font: lo sanno tutti che per mettere una dimensione fissa alla grandezza dei caratteri si usa come misura il pixel (px). Insomma mi piacerebbe leggere articoli di veri professionisti, visto che questa rivista web è veramente di alto livello.
  • Anonimo scrive:
    Re: fonts e risoluzione
    Ciao,mentre per i primi due problemi che hai citato, l'ultima scelta tocca a te (tieni molto in considerazione le risoluzioni adottate dai tuoi visitatori), per la tua richiesta finale posso segnalarti un Url che ho postato anche a Tnt: http://www.mauriziopistone.it/discussioni/linguasulweb.htmlA presto!Roberto e Alessandro AbbateModeratori di it.comp.www.html
    sempre in riguardo ai fonts/css; cos'e' il
    formato EOT al quale si fa riferimento
    nell'articolo, dove posso trovare informazioni?
    • Anonimo scrive:
      Re: fonts e risoluzione
      Grazie per i tuoi suggerimenti!penso che diventero' un frequentatore assiduo di it.comp.www.html... :)ciao
      posso segnalarti un Url che
      ho postato anche a Tnt:
      http://www.mauriziopistone.it/discussioni/lin

      A presto!

      Roberto e Alessandro Abbate
      Moderatori di it.comp.www.html
  • Anonimo scrive:
    Un appunto sull'interlinea
    Salve,complimenti per l'articolo, molto ben fatto.Volevo solo fare un appunto sull'interlinea e le tabelle che si adattano alla risoluzione. Esiste un rapporto che deve rimanre costante fra l'interlinea e la lunghezza della linea stessa per far sì che il lettore non perda il segno quando va "a capo" con l'occhio. Con gli interlinea standard di IE e NS le righe per essere facilmente leggibili non dovrebbero superare le 10 parole, regoletta che se si impostano delle tabelle non fisse non viene rispettata! In soccorso arriva però il line-height in CSS che dalle mie prove viene rispettato da NS 4.78 contrariamente a quanto affermate voi (forse non viene rispettato nella 4.5?). Sarebbe bello avere un JS che adatti questo parametro alla dimensione della finestra del browser, basandosi sulle regolette tipografiche dell'interlinea.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un appunto sull'interlinea
      Ciao,Scusa mi spieghi meglio cosa intendi? Non capisco che vuol dire che una riga più è lunga, più deve essere larga l'interlinea... Non mi è logico.Beh poi, dieci parole per rigo, o scrivi tutto enorme, o fai delle righe brevissime, ergo si ha uno scrolling della pagina sull'asse y che non finisce mai.Cmq uno script del genere non dovrebbe essere difficile da creare.Ciao- Scritto da: Michele Dal Corso Con gli interlinea
      standard di IE e NS le righe per essere
      facilmente leggibili non dovrebbero superare
      le 10 parole, regoletta che se si impostano
      delle tabelle non fisse non viene
      rispettata! In soccorso arriva però il
      line-height in CSS che dalle mie prove viene
      rispettato da NS 4.78 contrariamente a
      quanto affermate voi (forse non viene
      rispettato nella 4.5?). Sarebbe bello avere
      un JS che adatti questo parametro alla
      dimensione della finestra del browser,
      basandosi sulle regolette tipografiche
      dell'interlinea.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un appunto sull'interlinea
        - Scritto da: TNT
        Ciao,
        Scusa mi spieghi meglio cosa intendi? Non
        capisco che vuol dire che una riga più è
        lunga, più deve essere larga l'interlinea...
        Non mi è logico.Beh più preciso di così non riesco ad essere: ci vorrebbe un testo di tipografia, oppure qualche grafico pubblicitario che se ne intenda. Comunque è intuitivo: se le righe diventano lunghe deve essere "facile" per l'occhio individuare la riga successiva quando si sposta da destra a sinistra, altrimenti si perde il segno. Questo succede ad esempio con alcuni libri di scuola di una volta, stampati magari in economia con caratteri molto piccoli (che aumentano quindi il numero di parole per riga) e interlinea molto piccoli, la cui lettura risulta molto sgradevole (il ripasso alla mattina diventa quasi impossibile ;-).Per rendere facile il rintracciamento della linea successiva basta quindi rendere più "contabile" (passami il termine...) il numero di riga a colpo d'occhio, aumentando l'interlinea (sono più facili da contare linee distanti fra loro che non linee molto ravvicinate). Spero di essere riuscito ad esprimerti il concetto, comunque queste cose sono state studiate ed esistono dei rapporti ottimali che migliorano la lettura.
        Beh poi, dieci parole per rigo, o scrivi
        tutto enorme, o fai delle righe brevissime,
        ergo si ha uno scrolling della pagina
        sull'asse y che non finisce mai.Non è vero! PI a 800x600 rispetta questa regola: tralascia per un attimo gli articoli e le congiunzioni di una o due lettere... Il trucco sta nel dividere il testo in colonne come fanno i giornali.
        Cmq uno script del genere non dovrebbe
        essere difficile da creare.Già, basterebbe estrarre la dimensione della finestra del browser per poi fare i calcoli... Serve però la regola in questione: so che negli istituti professionali di grafica pubblicitaria le studiano quindi si potrebbe ottenere qualche informazione in merito.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un appunto sull'interlinea
      Ciao,
      il line-height in CSS che dalle mie prove viene
      rispettato da NS 4.78 contrariamente a quanto
      affermate voi (forse non viene rispettato nella
      4.5?).Ho testato gli attributi citati nell'articolo con Netscape 4.51, cercando di accontantare un po' tutta l'utenza Ns... mi annoto però questa differenza tra le due versioni del browser, in attesa di fare un'ulteriore comparazione tra Netscape 4.x e 6.Roberto e Alessandro AbbateModeratori di it.comp.www.html
  • Anonimo scrive:
    Cosa ne penso io...
    Salve,per prima cosa complimenti per l'articolo, è stato realizzato molto bene, anche se ho notato un po' di banalità nel parlare delle tabelle (risoluzione schermo) e una piccola lacuna che riguarda il formato EOT, nessun link di riferimento né una breve parentesi.Sinceramente non conoscendo l'EOT mi avrebbe fatto piacere trovare delle info per saperne di più.La parte riguardante i CSS è stata realizzata molto bene, soprattutto nel parlare delle proprietà che Netscape non supporta. A tutti i colleghi, posso dire che a mio parere usare i CSS per "fissare" la dimensione del font è limitante per l'utente finale che ha problemi magari di vista, ma ti aiuta davvero a non farti stravolgere il layout del tuo faticato lavoro.Per quanto riguarda le differenze tra Mac e Win era solo quello? I font a 72ppi anziché 96?E Linux per esempio?Beh comunque per il download automatico dei font in formato EOT vorrei sapere quanti browser lo supportano. Non so se sarà una così bella cosa trovarsi a scaricare a propria insaputa fonts a destra e a manca. A proposito, EOT è un formato cross-platform? O si ritorna di nuovo al problema del S.O. ?Mi sto dilungando troppo, aggiungo una cosa che ho notato io e vi saluto.Se definite le dimensioni in percentuale di un DIV o di un LAYER, a seconda del browser, su MSIE sarà la percentuale rispetto alle dimensioni della finestra, mentre su Netscape non viene preso in considerazione, e la larghezza relativa sarà rispetto agli elementi contenuti nel layer. Ad esempio: finestra larga 780px, div o layer con sfondo blu, contenente un IMG larga 300px e alta 500px.MSIE: lo sfondo sarà esteso per la percentuale specificata nel CSS in relazione alla larghezza di 780px.Netscape: lo sfondo sarà un po' più largo di 300 e un po' più alto di 500 (larghezza totale degli elementi contenuti nel layer stesso). Stop.Questa "piccola" differenza, unita al fatto che Netscape non supporta al 100% i CSS (soprattutto A:hover) mi rende quasi impossibile creare un menu senza IMG e che sia cross-browser.Santo chi ce la fa.Saluti a tuttiTNT
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa ne penso io...
      http://msdn.microsoft.com/workshop/author/fontembed/font_embed.aspquesto e' un documento microsoft relativo al font embedding!vedi se ti puo' servire!ps: prova a mettere eot + fonts in www.google.com ;)lord auberon
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa ne penso io...
      Ciao,per i files .eot, ti posto un link che io trovo molto interessante http://www.mauriziopistone.it/discussioni/linguasulweb.html, troverai molte risposte alle domande che hai posto.Per quanto riguarda la realizzazione di un sito Cross Os, il problema della differente visualizzazione del carattere, non è l'unico che ho scoperto ma è sicuramente il più fastidioso. Te ne cito altri che ho potuto riscontrare lavorando per un breve periodo su un Mac: ammettiamo di avere un'immagine larga 500px e alta 300px, e di volerla visualizzare in un sito Web con dimensioni 250x150... se modificassimo gli attributi WIDTH e HEIGHT del tag , ci accorgeremmo che con Windows il resize non è dei migliori (prova pure)... con Mac invece questa operazione viene gestita molto bene dal sistema operativo. Come risolvere? Aprire l'immagine con un qualsiasi programma di grafica e modificarne le dimensioni.Altra differenza che ho trovato tra i due Os... avevamo un'immagine da caricare abbastanza "pesante": intendo parecchi KB da tirar giù... con Photoshop avevamo impostato il caricamento graduale dell'immagine (non mi chiedere il comando perché non me lo ricordo, non sono proprio un grafico, anzi), cmq il risultato era come se si facesse lo streaming della stessa foto: appena si entrava nel sito l'immagine appariva immediatamente ma di scarsa qualità e poi,poco alla volta,veniva ridefinita. Risultato: Mac gestiva l'operazione perfettamente, Windows manco a pregarlo in cirillico. Come risolvere il problema? Trovai un attributo LOWSRC, da applicare al tag ... dovrebbe funzionare anche su Windows... dovrebbe perché poi molti comandi, come sai bene, vengono interpretati molto diversamente.In conclusione, per il problema di A:hover su Netscape, io ho trovato uno script Dhtml che risolve il problema rendendo la proprietà crossbrowser... se ti interessa il link scrivimi in privato, l'indirizzo lo trovi nell'articolo (non vorrei esagerare col marketing verso il sito di cui sono responsabile insieme a mio fratello ;-).A presto!Roberto e Alessandro AbbateModeratori di it.comp.www.html- Scritto da: TNT
      Salve,
      per prima cosa complimenti per l'articolo, è
      stato realizzato molto bene, anche se ho
      notato un po' di banalità nel parlare delle
      tabelle (risoluzione schermo) e una piccola
      lacuna che riguarda il formato EOT, nessun
      link di riferimento né una breve parentesi.
      Sinceramente non conoscendo l'EOT mi avrebbe
      fatto piacere trovare delle info per saperne
      di più.
      La parte riguardante i CSS è stata
      realizzata molto bene, soprattutto nel
      parlare delle proprietà che Netscape non
      supporta.
      A tutti i colleghi, posso dire che a mio
      parere usare i CSS per "fissare" la
      dimensione del font è limitante per l'utente
      finale che ha problemi magari di vista, ma
      ti aiuta davvero a non farti stravolgere il
      layout del tuo faticato lavoro.
      Per quanto riguarda le differenze tra Mac e
      Win era solo quello? I font a 72ppi anziché
      96?
      E Linux per esempio?
      Beh comunque per il download automatico dei
      font in formato EOT vorrei sapere quanti
      browser lo supportano. Non so se sarà una
      così bella cosa trovarsi a scaricare a
      propria insaputa fonts a destra e a manca. A
      proposito, EOT è un formato cross-platform?
      O si ritorna di nuovo al problema del S.O. ?
      Mi sto dilungando troppo, aggiungo una cosa
      che ho notato io e vi saluto.
      Se definite le dimensioni in percentuale di
      un DIV o di un LAYER, a seconda del browser,
      su MSIE sarà la percentuale rispetto alle
      dimensioni della finestra, mentre su
      Netscape non viene preso in considerazione,
      e la larghezza relativa sarà rispetto agli
      elementi contenuti nel layer.
      Ad esempio: finestra larga 780px, div o
      layer con sfondo blu, contenente un IMG
      larga 300px e alta 500px.
      MSIE: lo sfondo sarà esteso per la
      percentuale specificata nel CSS in relazione
      alla larghezza di 780px.
      Netscape: lo sfondo sarà un po' più largo di
      300 e un po' più alto di 500 (larghezza
      totale degli elementi contenuti nel layer
      stesso). Stop.


      Questa "piccola" differenza, unita al fatto
      che Netscape non supporta al 100% i CSS
      (soprattutto A:hover) mi rende quasi
      impossibile creare un menu senza IMG e che
      sia cross-browser.

      Santo chi ce la fa.

      Saluti a tutti
      TNT
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa ne penso io...
        Grazie per la risposta molto costruttiva, e grazie per la disponibilità a spedirmi l'esempio DHTML, lascio l'email.Grazie e a risentirci- Scritto da: Roberto Abbate
        Ciao,
        per i files .eot, ti posto un link che io
        trovo molto interessante
        http://www.mauriziopistone.it/discussioni/lin

        Per quanto riguarda la realizzazione di un
        sito Cross Os, il problema della differente
        visualizzazione del carattere, non è l'unico
        che ho scoperto ma è sicuramente il più
        fastidioso. Te ne cito altri che ho potuto
        riscontrare lavorando per un breve periodo
        su un Mac: ammettiamo di avere un'immagine
        larga 500px e alta 300px, e di volerla
        visualizzare in un sito Web con dimensioni
        250x150... se modificassimo gli attributi
        WIDTH e HEIGHT del tag , ci
        accorgeremmo che con Windows il resize non è
        dei migliori (prova pure)... con Mac invece
        questa operazione viene gestita molto bene
        dal sistema operativo. Come risolvere?
        Aprire l'immagine con un qualsiasi programma
        di grafica e modificarne le dimensioni.
        Altra differenza che ho trovato tra i due
        Os... avevamo un'immagine da caricare
        abbastanza "pesante": intendo parecchi KB da
        tirar giù... con Photoshop avevamo impostato
        il caricamento graduale dell'immagine (non
        mi chiedere il comando perché non me lo
        ricordo, non sono proprio un grafico, anzi),
        cmq il risultato era come se si facesse lo
        streaming della stessa foto: appena si
        entrava nel sito l'immagine appariva
        immediatamente ma di scarsa qualità e
        poi,poco alla volta,veniva ridefinita.
        Risultato: Mac gestiva l'operazione
        perfettamente, Windows manco a pregarlo in
        cirillico. Come risolvere il problema?
        Trovai un attributo LOWSRC, da applicare al
        tag ... dovrebbe funzionare anche su
        Windows... dovrebbe perché poi molti
        comandi, come sai bene, vengono interpretati
        molto diversamente.
        In conclusione, per il problema di A:hover
        su Netscape, io ho trovato uno script Dhtml
        che risolve il problema rendendo la
        proprietà crossbrowser... se ti interessa il
        link scrivimi in privato, l'indirizzo lo
        trovi nell'articolo (non vorrei esagerare
        col marketing verso il sito di cui sono
        responsabile insieme a mio fratello ;-).

        A presto!

        Roberto e Alessandro Abbate
        Moderatori di it.comp.www.html



        - Scritto da: TNT

        Salve,

        per prima cosa complimenti per
        l'articolo, è

        stato realizzato molto bene, anche se ho

        notato un po' di banalità nel parlare
        delle

        tabelle (risoluzione schermo) e una
        piccola

        lacuna che riguarda il formato EOT, nessun

        link di riferimento né una breve
        parentesi.

        Sinceramente non conoscendo l'EOT mi
        avrebbe

        fatto piacere trovare delle info per
        saperne

        di più.

        La parte riguardante i CSS è stata

        realizzata molto bene, soprattutto nel

        parlare delle proprietà che Netscape non

        supporta.

        A tutti i colleghi, posso dire che a mio

        parere usare i CSS per "fissare" la

        dimensione del font è limitante per
        l'utente

        finale che ha problemi magari di vista, ma

        ti aiuta davvero a non farti stravolgere
        il

        layout del tuo faticato lavoro.

        Per quanto riguarda le differenze tra Mac
        e

        Win era solo quello? I font a 72ppi
        anziché

        96?

        E Linux per esempio?

        Beh comunque per il download automatico
        dei

        font in formato EOT vorrei sapere quanti

        browser lo supportano. Non so se sarà una

        così bella cosa trovarsi a scaricare a

        propria insaputa fonts a destra e a
        manca. A

        proposito, EOT è un formato
        cross-platform?

        O si ritorna di nuovo al problema del
        S.O. ?

        Mi sto dilungando troppo, aggiungo una
        cosa

        che ho notato io e vi saluto.

        Se definite le dimensioni in percentuale
        di

        un DIV o di un LAYER, a seconda del
        browser,

        su MSIE sarà la percentuale rispetto alle

        dimensioni della finestra, mentre su

        Netscape non viene preso in
        considerazione,

        e la larghezza relativa sarà rispetto
        agli

        elementi contenuti nel layer.

        Ad esempio: finestra larga 780px, div o

        layer con sfondo blu, contenente un IMG

        larga 300px e alta 500px.

        MSIE: lo sfondo sarà esteso per la

        percentuale specificata nel CSS in
        relazione

        alla larghezza di 780px.

        Netscape: lo sfondo sarà un po' più largo
        di

        300 e un po' più alto di 500 (larghezza

        totale degli elementi contenuti nel layer

        stesso). Stop.





        Questa "piccola" differenza, unita al
        fatto

        che Netscape non supporta al 100% i CSS

        (soprattutto A:hover) mi rende quasi

        impossibile creare un menu senza IMG e che

        sia cross-browser.



        Santo chi ce la fa.



        Saluti a tutti

        TNT
        • Anonimo scrive:
          P.S.
          Qualcuno sa come risolvere le differenze nella visualizzazione del layer-background-color che ho citato nel post originale?E poi, il fatto dello "streaming" si ha salvando le Jpeg in formato "progressivo" o le Gif in formato "interlacciato". I nomi sono diversi il risultato è identico. E funziona.Per il resize delle immagini tramite attributi html, buono a sapersi che il risultato su mac è ok, ma conosco persone che usano solo questo metodo per ridimensionare le immagini col risultato di avere pagine che impiegano ere geologiche a caricarsi. Quindi non diffondete la notizia ;)Bye
          • Anonimo scrive:
            Re: P.S.
            - Scritto da: TNT
            Qualcuno sa come risolvere le differenze
            nella visualizzazione del
            layer-background-color che ho citato nel
            post originale?Hai provato ad inserire una TABLE nel DIV? Il layer dovrebbe rispettare gli attributi della TABLE in NS, quindi anche una larghezza in percentuale. All'interno della tabella poi ci puoi inserire quello che vuoi nel modo convenzionale. L'unico modo per vedere se funziona è provare!
Chiudi i commenti