L'LCD 3D presto sugli scaffali

La tecnologia LCD in grado di mostrare immagini tridimensionali a breve si affaccerà al mercato. Sotto forma di maxi-schermi da salotto e display per cellulare. Verso la rivoluzione su tre assi

Roma – Immagini che vengono letteralmente fuori dallo schermo. Da uno degli schermi, per essere esatti. Quella che la californiana PureDepth , la coreana Samsung e la giapponese Sanyo si apprestano a lanciare sul mercato non è una tecnologia mai vista prima: si tratta della cosiddetta Multi Layer Display (MLD), già inserita anni addietro in qualche prototipo.

Un esempio di immagine 3D sugli schermi prodotti da PureDepth Il concetto di MLD è noto. Due o più schermi LCD vengono posti uno davanti all’altro : solo l’ultimo, quello in fondo, è opaco mentre tutti gli altri sono trasparenti. In questo modo è possibile mostrare diverse parti dell’immagine su diversi “strati” dello schermo sandwich , così da essere in grado di riprodurre l’effetto profondità con maggiore realismo.

La vera novità è che questi schermi sarebbero finalmente pronti a venire commercializzati , e nei formati più diversi: che occorra un 46 pollici da sistemare in sala da pranzo o un più modesto 3 pollici da piazzare sul lettore MP3, i tre produttori si dicono pronti a soddisfare qualsiasi domanda.

Quanto PureDepth si appresta a lanciare sul mercato è una versione a due strati di MLD. A fare la differenza , a risolvere cioè i problemi di interferenza tra i diversi schermi tipici di questa tecnologia, è uno strato che si frappone tra i due pannelli : la sua struttura è coperta da brevetto, così come alcuni algoritmi software, e renderebbe possibile la produzione di questo tipo di dispositivi ad un prezzo accettabile e con prestazioni di molto superiori al passato.

Il possibile aspetto dello schermo di PureDepth Alcuni prototipi dello schermo sono già in circolazione: uno è visibile nella hall di PureDepth in California, l’altro era stato mostrato nello stand Samsung durante il CeBIT di Hannover del 2007. In passato , inoltre, Sanyo aveva già tentato la strada del 3D , realizzando un cellulare con caratteristiche analoghe: ma dell’allora partner Deep Video Imaging si sono nel frattempo perse le tracce.

La tecnologia PureDepth, al contrario, sembra essere più che una promessa: i primi prodotti MLD dovrebbero arrivare sul mercato entro il 2008 , e poi sarà solo questione di tempo prima che si diffondano a macchia d’olio sia nel mercato dell’intrattenimento che in quello dei computer e dei cellulari . Sempre che il pubblico gradisca : i produttori, al momento , sembrano tutti molto interessati.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • francesca cappellett i scrive:
    complimenti dall'ultima scoperta del M°
    I PIU' SINCERI COMPLIMENTI DALLA SOPRANO ULTIMA SCOPERTA DEL MAESTRO GIANCARLO MENOTTI (VEDASI "LE DUE ZANZARE" DALLE MEMORIE DEL MAESTRO)FRANCESCA
  • Maurizio Giusti scrive:
    ...la matematica bestia nera...
    Probabilmente la direzione di Asimo sarà tecnicamente impeccabile quanto priva di sentimento, quindi per un certo verso "zoppa"...ma qui siamo in italia, tette e culi si, scienza no.
    • Autovacuum scrive:
      Re: ...la matematica bestia nera...
      Per essere tecnicamente impeccabile deve tener presente quello che fanno i musicisti e correggere eventuali imperfezioni. Dici che l'abbiano programmato per rilevare se in uno specifico passaggio gli archi sono troppo presenti? Dubito :)Ovviamente un robottino stile asimo inserito in un contesto dove sarebbe utile, tipo in miniera o a far brillare le bombe a grappolo, sarebbe molto meno elegante...
  • Overture scrive:
    Collegamento tra robotica e matematica
    Sembra una cosa banale ma di fatto nessuno nella scuola "standard" (da noi conosciuta come squola) si preoccupa di mettere sotto i riflettori i collegamenti che passano tra le varie cose. Come lo studio di una scienza che pare fine a se stessa, abbia poi delle reali ed anche piacevoli applicazioni tecniche.Forse la Honda più che mandare il suo robottone a dirigere l'orchestra dove al massimo strapperà come commento al TG "er pupazzone bianco che suona, forse c'ha er nano dentro" dovrebbe fargli fare il giro delle scuole e far vedere più direttamente questa connessione tra il teorico ed il pratico.
    • uno scrive:
      Re: Collegamento tra robotica e matematica

      Forse la Honda più che mandare il suo robottone a
      dirigere l'orchestra dove al massimo strapperà
      come commento al TG "er pupazzone bianco che
      suona, forse c'ha er nano dentro" dovrebbe fargli
      fare il giro delle scuole e far vedere più
      direttamente questa connessione tra il teorico ed
      il pratico.boh, magari poi gli studenti lo violentano e mettono il filmato su youtube
      • Overture scrive:
        Re: Collegamento tra robotica e matematica
        Mi viene in mente quel film con i tre robot assassini che diventavano prof di scuola. Quelli che finivano violentati erano gli studenti...Come si chiamava...
    • pippo scrive:
      Re: Collegamento tra robotica e matematica

      Forse la Honda più che mandare il suo robottone a
      dirigere l'orchestra dove al massimo strapperà
      come commento al TG "er pupazzone bianco che
      suona, forse c'ha er nano dentro"Silvio? :D
    • il signor rossi scrive:
      Re: Collegamento tra robotica e matematica
      - Scritto da: Overture
      Forse la Honda più che mandare il suo robottone a
      dirigere l'orchestra dove al massimo strapperà
      come commento al TG "er pupazzone bianco che
      suona, forse c'ha er nano dentro" dovrebbe fargli
      fare il giro delle scuole e far vedere più
      direttamente questa connessione tra il teorico ed
      il pratico.Cioè la Honda dovrebbe investire i suoi soldi per venire in Italia, girare nelle scuole italiane, per insegnare agli studenti italiani, che poi tanto non fanno un ca**o perché non possono più nemmeno essere rimproverati dai professori altrimenti i genitori vanno a spaccargli la faccia, le connessioni fra matematica e robotica?Ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah aha ha ha ha ha ha ha ha ha ah ah ah ah ah ah aha ha ha ah ah aha ha ha ah aha ha ha ha aha ha ha ah aha ha ha ah aha ha ha ah ah ah aha ha!!!!Non vedo perché dovrebbero farci questo favore... fra 10 anni i robot che noi stessi compreremo (se avremo i soldi per permetterci certe innovazioni tecnologiche) saranno giapponesi o coreani...
Chiudi i commenti