L'offerta fantasma dell'ADSL Telecom

Pubblicizzata da Interbusiness, NetEconomy viene promossa in modo diverso dai dealer di Telecom Italia. E al 187 non ne sanno nulla. Per non parlare di TIN
Pubblicizzata da Interbusiness, NetEconomy viene promossa in modo diverso dai dealer di Telecom Italia. E al 187 non ne sanno nulla. Per non parlare di TIN


Milano – Quali sono le offerte Telecom Italia disponibili per i clienti privati? È noto il contratto Teleconomy ADSL, in cui la velocità di connessione è limitata però a 256/128 kb/s. Chi vuole una banda piena deve rivolgersi a Virgilio TIN o ad altri OLO. Ed è dunque una sorpresa per molti scoprire che anche Telecom Italia concede un collegamento ADSL 640/128 kb/s installabile nelle abitazioni private.

Neteconomy ADSL è un’offerta di Telecom lanciata da tempo tramite Datacom (la divisione dati). Le tariffe sono essenzialmente due: Neteconomy Group e Neteconomy Multigroup.

Nel primo caso il canone previsto è di 264mila lire al mese (IVA inclusa), nel secondo di 384mila lire al mese IVA inclusa. Oltre ad una connessione a 640/128 kb/s, il contratto Neteconomy Group include la registrazione di un dominio, la fornitura di un router ADSL, cinque caselle di posta da 10 MB e una banda minima garantita di 20/10 kb/s.

La banda minima sale a 50/50 kb/s per l’offerta “Neteconomy Multigroup”, che prevede anche, in aggiunta rispetto le caratteristiche incluse nell’altro contratto, la concessione di cinque IP statici.

Entrambe le connessioni permettono l’accesso LAN (da cui il termine “group” associato all’offerta) e per questo sembrano studiate appositamente per le esigenze aziendali. Ma anche i privati non ne sono esclusi, come Punto Informatico ha scoperto indagando in questa direzione, nonostante dei privati ufficialmente non si faccia menzione. Ne parlano, infatti, solo i dealer di prodotti Telecom con cui il giornale è entrato in contatto.

I prezzi e le condizioni qui citate sono quelli proposti da Interbusiness, divisione di Telecom Italia, ma pare che le offerte disponibili siano ben più numerose: consultando le tariffe proposte da vari rivenditori esterni dei prodotti Telecom, si scopre un ampio ventaglio di opportunità connesse al marchio Neteconomy ADSL.


Esiste, per esempio, anche un profilo Neteconomy che prevede una banda minima garantita 600/128 kb/s e che stabilisce l’addebito non sulla base di un canone mensile, ma sul consumo effettuato dall’utente, per ogni MB trasferito (condizioni molto simili a quelle presentate dalla tariffa di DADA ADSL ).

Il problema è che saperne di più dal 187 non è facile. Più volte abbiamo composto il noto numero dell’assistenza tecnica Telecom e mai è stato possibile evitare che l’operatore si esibisse nella declamazione delle caratteristiche dell’offerta Teleconomy ADSL. In seguito alle nostre insistenze per conoscere meglio le caratteristiche di Neteconomy ADSL, misconosciuta al call center di Telecom, in tutti i casi siamo stati rinviati a TIN (“è un’offerta loro, forse, noi non c’entriamo nulla”). TIN ovviamente era pronta a giurare il contrario.

Gli operatori di Interbusiness, invece, ci hanno rinviato al numero verde di Telecom Soluzioni Dati e qui finalmente è arrivata la conferma, al termine del percorso kafkiano costellato di inutili numeri di telefono: Telecom offre i servizi Neteconomy ADSL con connessione a 640/128 kb/s anche ai privati.

Non è dato sapere per quale motivo le strategie di marketing dell’ex monopolista hanno preferito puntare i riflettori solo sul servizio Teleconomy ADSL a 256 kb/s, consegnando Neteconomy a un parziale oblio, di cui pare non siano immuni gli stessi operatori che rispondono al call center del 187.

Con quest’offerta, quindi, anche Telecom si rivela a tutti gli effetti come provider di servizi a banda larga “completi”, offrendo un ampio ventaglio di proposte ADSL, tali da soddisfare le necessità degli utenti più esigenti. A questo punto rimane da vedere se ne sono soddisfatti gli utenti.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 10 2001
Link copiato negli appunti