Lufthansa testa i biglietti biometrici

La più grande compagnia aerea tedesca introduce nuovi strumenti biometrici per velocizzare le operazioni di check-in


Berlino – Le nuove tecnologie informatiche possono fare molto per aumentare la sicurezza negli aeroporti. Lufthansa , prima tra le compagnie aeree tedesche e seconda in Europa per numero di passeggeri, punta tutto sull’innovazione e crea la prima carta d’imbarco biometrica nella storia dell’aeronautica civile. La compagnia d’oltralpe ha infatti iniziato la sperimentazione di lettori di impronte digitali nel grande scalo di Francoforte sul Meno.

Il progetto durerà fino al 20 di luglio e coinvolgerà 400 volontari. L’esperimento è semplice: i passeggeri si imbarcheranno su voli speciali e per farlo non dovranno utilizzare alcun documento cartaceo.

Al momento del check-in, ai passeggeri coinvolti in questa simulazione verranno richieste le impronte digitali. Grazie ad un apposito sistema di scanner, prodotto in collaborazione con Siemens , i passeggeri utilizzeranno le proprie impronte digitali come carta d’imbarco . “E’ un metodo più veloce”, commentano i portavoce di Lufthansa, “ed inoltre elimina i costi degli addetti al controllo dei passaporti”.

Il sistema anticipa le proposte emanate dalla Commissione Europea : entro breve, tutti i 25 stati dell’Unione dovranno dotarsi di passaporti biometrici per venire incontro alle elevatissime richieste di sicurezza negli aeroporti. Lufthansa spera di implementare la propria soluzione biometrica entro il 2006, quando verrà proposta a tutti i cosiddetti frequent flyers .

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Io so come finirà
    Gli acari franscesi accheranno le etichette italiane e gli faranno dire "metà vin, metà nol"
  • Anonimo scrive:
    Il vino amoroso!!!
    Pensate che grande opportunità.Mentre ci provate con una tipa,il vino può decantare poesie amorose,melodie sexy e innegiare ai più alti valori umani,grazie al chip.Magari in futuro potrete intrattenere,grazie alle nuove I.A ,una rapporto amichevole con il vino.Potremmo avere nuovi amici nei vini e sperimentare la relazione Uomo-Vino.( Tanto un buco ce l'ha ).Che glorioso futuro ragazzi con i vini parlanti!!!! ahahhahahahahahaahh
    • Anonimo scrive:
      Re: Il vino amoroso!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Pensate che grande opportunità.Mentre ci provate
      con una tipa,il vino può decantare poesie
      amorose,melodie sexy e innegiare ai più alti
      valori umani,grazie al chip.e magari uno snobbissimo supertuscany consiglia alla tipa di nonmettersi con un pezzentone come me :'-)
      Magari in futuro
      potrete intrattenere,grazie alle nuove I.A ,una
      rapporto amichevole con il vino.quello ce l'ho già
      Potremmo avere
      nuovi amici nei vini e sperimentare la relazione
      Uomo-Vino.( Tanto un buco ce l'ha ).meglio la relazione classica: io lo bevo e lui non piglia d'aceto
      Che glorioso
      futuro ragazzi con i vini parlanti!!!!
      ahahhahahahahahaahhsolo il marsala e il nero d'avola terranno la bocca chiusa
      • Anonimo scrive:
        Re: Il vino amoroso!!!
        - Scritto da: Anonimo


        solo il marsala e il nero d'avola terranno la
        bocca chiusaChe poca consoscenza dei vini siciliani...ad esempio: * Alcamo Doc * Cerasuolo di Vittoria Doc * Contea di Sclafani Doc * Contessa Entellina Doc * Delia Nivolelli Doc * Eloro Doc * Etna Doc * Faro Doc * Malvasia delle Lipari Doc * Marsala Doc * Menfi Doc * Monreale Doc * Moscato di Noto Doc * Moscato di Pantelleria e Passito di Pantelleria Doc * Moscato di Siracusa Doc * Riesi Doc * Sambuca di Sicilia Doc * Santa Margherita di Belice Doc * Sciacca DocSolo per parlare dei doc.Poi mai sentitoDoca di SalaparutaDonna FugataCorvoFirriatoTasca d'Almerita....
        • Anonimo scrive:
          Re: Il vino amoroso!!!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo





          solo il marsala e il nero d'avola terranno la

          bocca chiusa

          Che poca consoscenza dei vini siciliani...scusa , hai ragione ma avevo poco tempo e intendevo fare una battuta, non un esame dell' AIS o della FISAR !comunque oltre al nero d'avola e al marsala ho sentito alcamo, cerasuolo,corvo, catarratto,malvasia e anche grecanico nonche' un nerello mascalese di contadino da zafferana giusto la settimana scorsanon so se a mio discarico posso citare l'assaggio di caponata, pasta con le sarde, sarde a beccafico, pomodori secchi, pasta spada e melanzane, arancini, frutta martorana e cioccolata integrale di modica o se vado [ot]mi perdoni ? prometto di bere anche il resto, naturalmente solo per farmi perdonare...
    • avvelenato scrive:
      Re: Il vino amoroso!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Pensate che grande opportunità.Mentre ci provate
      con una tipa,il vino può decantare poesie
      amorose,melodie sexy e innegiare ai più alti
      valori umani,grazie al chip.Magari in futuro
      potrete intrattenere,grazie alle nuove I.A ,una
      rapporto amichevole con il vino.Potremmo avere
      nuovi amici nei vini e sperimentare la relazione
      Uomo-Vino.( Tanto un buco ce l'ha ).Che glorioso
      futuro ragazzi con i vini parlanti!!!!
      ahahhahahahahahaahhdopo lo yogurt parlante, mi ci voleva (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Il vino amoroso!!!

        dopo lo yogurt parlante, mi ci voleva (rotfl)si, sarà stato lo stesso personaggio degli yogurth parlanti ad avere avuto questa meravigliosa idea. :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Il vino amoroso!!!
          - Scritto da: Anonimo


          dopo lo yogurt parlante, mi ci voleva (rotfl)

          si, sarà stato lo stesso personaggio degli
          yogurth parlanti ad avere avuto questa
          meravigliosa idea. :DGianni!!!! Sono etilista!!!!Vieni anche tu da Unieuro: ci sono yoghurt che parlano, vini che declamano! Come si fa a non essere ottimisti!Bisogna scrivere all'autore del polygen che aggiorni il generatore di spot di Tonino Guerra per Unieuro con yoghurt e vino :-)http://polygen.org/web/UniEuro.651.0.html
  • Anonimo scrive:
    Molto utile
    lascio perdere i commenti sui luddisti che popolano questo forum perche' invece l'idea e' ottima: chiunque commerci in vino o sia stato ad una fiera enogastronomica sa cosa intendo....
    • Anonimo scrive:
      Re: Molto utile
      un paio di riflessioni:se lo scopo é il controllo di origine/produzione- chi impedirà il riciclaggio dei chip usati (falsari) o degli id non cablati (evasione fiscale produttori) ?se lo scopo é l'informazione degli utenti- perchè non cercare di imparare qualcosa anzichè farselo dire da un chip o da un'etichetta ? il chip contiene quello che ci scrive il produttore e come ogni testo dovrebbe essere sottoposto a vaglio critico, per cui bisogna sviluppare capacità e acquisire qualche nozione (cosa che nel caso del vino costa tempo e soldi anche per volontà degli operatori)l'eccesso di informazione e la sua comodità di fruizione diretta unita alla scomodità di rintracciare fonti e riferimenti in generale promuovono un' acquiasizione acritica del messaggioi degustatori professionisti lo fanno alla cieca, senza neanche guardare l'etichetta- Scritto da: Anonimo
      lascio perdere i commenti sui luddisti che
      popolano questo forum perche' invece l'idea e'
      ottima: chiunque commerci in vino o sia stato ad
      una fiera enogastronomica sa cosa intendo....
      • avvelenato scrive:
        Re: Molto utile
        - Scritto da: Anonimo
        un paio di riflessioni:

        se lo scopo é il controllo di origine/produzione

        - chi impedirà il riciclaggio dei chip usati
        (falsari) o degli id non cablati (evasione
        fiscale produttori) ?

        se lo scopo é l'informazione degli utenti

        - perchè non cercare di imparare qualcosa anzichè
        farselo dire da un chip o da un'etichetta ?

        il chip contiene quello che ci scrive il
        produttore e come ogni testo dovrebbe essere
        sottoposto a vaglio critico, per cui bisogna
        sviluppare capacità e acquisire qualche nozione
        (cosa che nel caso del vino costa tempo e soldi
        anche per volontà degli operatori)


        l'eccesso di informazione e la sua comodità di
        fruizione diretta unita alla scomodità di
        rintracciare fonti e riferimenti in generale
        promuovono un' acquiasizione acritica del
        messaggio

        i degustatori professionisti lo fanno alla cieca,
        senza neanche guardare l'etichetta


        - Scritto da: Anonimo

        lascio perdere i commenti sui luddisti che

        popolano questo forum perche' invece l'idea e'

        ottima: chiunque commerci in vino o sia stato ad

        una fiera enogastronomica sa cosa intendo....secondo me gli rfid hanno senso solo in logistica, al posto dei codici a barre.
    • Anonimo scrive:
      Re: Molto utile
      secondo me è più importante quello che c'è dentro la bottiglia, piuttosto di quello che ci appiccicano sopra, che comunque elettronico co meno non da nessuna garanzia della qualità o meno del contenuto- Scritto da: Anonimo
      lascio perdere i commenti sui luddisti che
      popolano questo forum perche' invece l'idea e'
      ottima: chiunque commerci in vino o sia stato ad
      una fiera enogastronomica sa cosa intendo....
    • Anonimo scrive:
      Re: Molto utile
      - Scritto da: Anonimo
      lascio perdere i commenti sui luddisti che
      popolano questo forum perche' invece l'idea e'
      ottima: chiunque commerci in vino o sia stato ad
      una fiera enogastronomica sa cosa intendo....Veramente più dell'etichetta conta la capacità di chi beve nel riconoscere un buon vino.Altrimenti potranno mettere quello che si vuole sull'etichetta e gli "incompetenti" si faranno fregare anora meglio.Un brindisi con un buon Ruchè...
    • Anonimo scrive:
      Re: Molto utile
      - Scritto da: Anonimo
      lascio perdere Quello dovevi fare.
  • Anonimo scrive:
    Ma volete mettere?
    Si racconteranno sempre le solite bugie sul vino in questione, ma stavolta lo si farà con l'aiuto dell'elettronica. E' tutto un altro modo di fregare il consumatore, dai... Ma volete mettere?;)
  • Anonimo scrive:
    Altra spazzatura
    Poi chi la ricicla se metto la bottiglia nella campana per il vetro ?Io un vino con questa cazzata inutile non lo voglio di sicuro.Mettete un codice sull'etichetta se proprio volete e un sito online dove inserire il codice per raccontarmi tutto quel che volete.Idioti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Altra spazzatura

      Poi chi la ricicla se metto la bottiglia nella
      campana per il vetro ?La riciclano quelli che falsificano i vini per tornare a riempirle ed immeterle sul mercato :D
      Io un vino con questa cazzata inutile non lo
      voglio di sicuro.Sempre meglio del metanolo no? :D
      Mettete un codice sull'etichetta se proprio
      volete e un sito online dove inserire il codice
      per raccontarmi tutto quel che volete.E che ci guadagnamo noi?
      Idioti.Furbetti direi :D
  • sh4d scrive:
    solite prese per i fondelli
    Le informazioni contenute in questo chip possono benissimo essere scritte dietro l'etichetta. Diciamo che serve ad altro invece.
    • Anonimo scrive:
      Re: solite prese per i fondelli
      - Scritto da: sh4d
      Le informazioni contenute in questo chip possono
      benissimo essere scritte dietro l'etichetta.
      Diciamo che serve ad altro invece.Esatto, come minimo a giustificare il prezzo abnorme dei cosiddetti "vini pregiati". Pagare delle fortune per una bottiglia di vino e' un segno che la stupidita' del coatto arricchito (ma neanche tanto) che nella rincorsa ai vari status, dalla macchina che sembra un camion, al cellulare che fa' anche da tv e vibratore, e' arrivata a inquinare anche il vino.
      • Anonimo scrive:
        Re: solite prese per i fondelli
        - Scritto da: Anonimo
        Pagare delle fortune per una bottiglia di vino e'
        un segno che la stupidita' del coatto arricchito
        (ma neanche tanto) che nella rincorsa ai vari
        status, dalla macchina che sembra un camion, al
        cellulare che fa' anche da tv e vibratore, e'
        arrivata a inquinare anche il vino.E purtroppo sti coatti mi paiono in aumento... andando OT, non capisco più se la sbandierata crisi c'è o no....Sento solo piangere miseria, fabbriche che chiudono etc, ma poi vedo ristoranti pieni, videofonini dappertutto, macchinoni in aumento, 4 milioni per un mese di vacanza al mare con l'ombrellone...Davvero non capisco. O qui siamo talmente pieni di debiti da fare un botto _c_o_l_o_s_s_a_l_e_ quando inizieranno le insolvenze a catena, e prima o poi inizieranno, o c'è un 50% che i soldi "li trova" (presumibilmente evadendo o eludendo) e chi invece non li troverà mai (cioè vorrebbe evadere o eludere -siamo italiani, certe cose le abbiamo nel sangue e non mi dite che non è vero- ma non può)... boh.Cmq questa del vino chippato mi pare una st*****ata
        • Anonimo scrive:
          Re: solite prese per i fondelli
          Secondo te, si tratta di ricchezza ?Sono rate, quelle ! R-A-T-E !!!Posso capire per la casa; al limite per un autoveicolo, se strettamente rapportato alle necessità. Ma, detto papale papale, chi fa le minirate da 10 euro al mese per il condizionatore, la PS2 e il telefonino con 65536 colori non merita altro che l'ufficiale giudiziario sotto casa.Saluti,Piwi
        • Anonimo scrive:
          Re: solite prese per i fondelli
          Semplicemente chi ha uno stipendio fisso il cui valore e' stato converito in euro con 99 cifre decimali e il cui aumento si basa sull'accurato e sicuramente realistico tasso di inflazione calcolato dall'istat (in ultimi termini dal governo) dell'1-2 % si trova in crisi.Tutti quelli che hanno converitito i loro prodotti/servizi a 1 euro = mille lire e qualcosa (con qualcosa tendente a zero) si sono trovati momentaneamente in attivo.Salvo poi accorgersi che la maggioranza a stipendio fisso non puo' piu' permettersi di pagare il doppio e ci si ritrova in crisi tutti.P.S.Io non me la prendo con l'euro ma con chi ha i prezzi li ha convertiti disonestamente (e con una stupida miopia di fondo)
          • avvelenato scrive:
            Re: solite prese per i fondelli
            - Scritto da: Anonimo
            Semplicemente chi ha uno stipendio fisso il cui
            valore e' stato converito in euro con 99 cifre
            decimali e il cui aumento si basa sull'accurato e
            sicuramente realistico tasso di inflazione
            calcolato dall'istat (in ultimi termini dal
            governo) dell'1-2 % si trova in crisi.
            Tutti quelli che hanno converitito i loro
            prodotti/servizi a 1 euro = mille lire e qualcosa
            (con qualcosa tendente a zero) si sono trovati
            momentaneamente in attivo.
            Salvo poi accorgersi che la maggioranza a
            stipendio fisso non puo' piu' permettersi di
            pagare il doppio e ci si ritrova in crisi tutti.

            P.S.
            Io non me la prendo con l'euro ma con chi ha i
            prezzi li ha convertiti disonestamente (e con una
            stupida miopia di fondo)attento che ora arriva Pascucci e ti spiega cos'è il signoraggio (geek)
          • Anonimo scrive:
            Re: solite prese per i fondelli
            - Scritto da: avvelenato

            attento che ora arriva Pascucci e ti spiega cos'è
            il signoraggio (geek)Ma secondo te ha capito quello che scrive?Anche perché la sia spiegazione, oltre ad essere piena do corbellerie, non ha una minima base economica
          • avvelenato scrive:
            Re: solite prese per i fondelli
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: avvelenato




            attento che ora arriva Pascucci e ti spiega
            cos'è

            il signoraggio (geek)


            Ma secondo te ha capito quello che scrive?
            Anche perché la sia spiegazione, oltre ad essere
            piena do corbellerie, non ha una minima base
            economicasì ma dare la colpa ai piccoli commercianti è un luogo comune, in tutte le epoche dove c'è stata inflazione. Eppure i primi a presentare prezzi aumentati furono... ferrovie e atm milano. Forse perché già sapevano che qualcuno di quelli tenuti a stabilire il rapporto tra lira ed euro, aveva dichiarato un valore erroneo?
    • Anonimo scrive:
      Re: solite prese per i fondelli
      concordose non l'avete già fatto vi consiglio di andare a vedere il film mondovino- Scritto da: sh4d
      Le informazioni contenute in questo chip possono
      benissimo essere scritte dietro l'etichetta.
      Diciamo che serve ad altro invece.
Chiudi i commenti