LulzSec, arresto eccellente?

Un diciannovenne dell'Essex nelle grinfie della Metropolitan Police di Londra. Sarebbe un membro chiave nella crew che ha seminato il panico tra i governi. O solo il gestore di un canale IRC, come cinguettato dal gruppo

Roma – A muoversi rapidi sono stati alcuni agenti della Metropolitan Police di Londra, assistiti dal Federal Bureau of Investigation (FBI) statunitense. Un misterioso ragazzo di appena 19 anni è stato così arrestato nella piccola cittadina di Wickford, quasi 60 chilometri a nord della capitale britannica.

Interrogato in una stazione di polizia della stessa Londra, il 19enne potrebbe ora venire incriminato per violazione del Computer Misuse Act , sospetta figura chiave nell’ormai celeberrimo collettivo di hacker Lulz Security. Il ragazzo potrebbe aver partecipato attivamente alla recente ondata di cyberattacchi marchiati Lulz .

Stando alla ricostruzione offerta dalla polizia londinese – che ha provveduto a perquisire la sua abitazione, sequestrando computer e altri dispositivi – il ragazzo avrebbe partecipato ai DDoS lanciati contro il sito ufficiale della Central Intelligence Agency (CIA) oltre che della Serious Organised Crime agency (SOCA).

La stessa crew di LulzSec ha da poco rivendicato l’attacco nei confronti dell’agenzia britannica che si occupa, tra le altre cose, di crimini compiuti a mezzo informatico. Un cinguettio su Twitter ha tuttavia sottolineato come il ragazzo arrestato sia soltanto uno dei gestori dei canali IRC orbitanti intorno alla crew .

Sempre stando agli interventi su Twitter, il diciannovenne incriminato sarebbe in realtà Ryan Cleary , già a capo del gruppo di rivoltosi che aveva messo fuori uso i server IRC di Anonymous. Il responsabile era stato identificato già un mese fa attraverso Skype: la sua residenza è a Wickford, Essex.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nomecognome lunghissim o scrive:
    MACDEFENDER NON E' UN VIRUS!
    macdefender NON E' UN VIRUS! E' UNA COSA CHE DEVE ESSERE INSTALLATA MANUALMENTE
  • Pinco Pallino scrive:
    Un kill switch ? :D
    Mi pare strano che non si sia ancora scatenata la bagarre,"Apple maintains a list of known malicious software that is used during the safe download check to determine if a file contains malicious software."Questo (come qualsiasi antivirus) e' di fatto un kill switch.Lo e' anche il sistema antimalware nativo di Windows, ovviamente.Nessuno ancora trolla all'insegna dell'attacco alla liberta' personale ? (Saro' ben libero di prendermi un virus se voglio, no?). :D :D :DA.
  • Nome e cognome scrive:
    Spulciando fra le righe
    Apple has detailed what changes have been made in the latest Mac OS X Snow Leopard Security update that was released earlier today. Besides adding specific detection for the "Mac Defender" malware, Apple has added a daily update to this database. "Apple maintains a list of known malicious software that is used during the safe download check to determine if a file contains malicious software. The list is stored locally, and with Security Update 2011-003 is updated daily by a background process.This means that Apple will be able to push out profiles for newly found malware without requiring a new software update." Users can opt-out of this daily download if they choose. Versione condensata per gli impazienti: da circa un mese Snow Leopard ha un antivirus in piena regola.
    • FDG scrive:
      Re: Spulciando fra le righe
      - Scritto da: Nome e cognome
      Versione condensata per gli impazienti: da circa
      un mese Snow Leopard ha un antivirus in piena
      regola.In pratica :)p.s.: A mio modesto avviso non è un male. L'importante è che non dia fastidio. Ai tempi del Classic (anni '90) tenevo sempre il Disinfectant. Faceva il suo onesto lavoro e quasi non te ne accorgevi che esistesse. Un atteggiamento che purtroppo faccio fatica a riconoscere nei più comuni antivirus per PC.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 giugno 2011 11.55-----------------------------------------------------------
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Spulciando fra le righe
        - Scritto da: FDG
        - Scritto da: Nome e cognome


        Versione condensata per gli impazienti: da circa

        un mese Snow Leopard ha un antivirus in piena

        regola.

        In pratica :)

        p.s.: A mio modesto avviso non è un male.Ma infatti, battute a parte, assolutamente non lo è: l'unico mio dubbio, se leggo bene gli articoli linkati all'interno della notizia: a) il servizio in questione fa parte del framework di protezione dal malware introdotto con Snow Leopard, allora Leopard, che è ancora nel pieno del periodo di supporto, rimane scoperto? Spero di no!b) il confronto con le definizioni viene lanciato contestualmente alla verifica dei file scaricati, quella che chiede "Stai aprendo un programma scaricato da internet, sei sicuro?", quindi se per qualsiasi motivo me lo trovo già in una cartella del file system, per esempio su una chiavetta USB, e ci clicco sopra dal Finder, non viene scansionato? Di nuovo, spero di no. Fra l'altro non mi ricordo se il safe download si attiva anche per i browser di terze parti o solo per Safari.
        L'importante è che non dia fastidio. Ai tempi del
        Classic (anni '90) tenevo sempre il Disinfectant.
        Faceva il suo onesto lavoro e quasi non te ne
        accorgevi che esistesse. Un atteggiamento che
        purtroppo faccio fatica a riconoscere nei più
        comuni antivirus per
        PC.Ai miei tempi "l'antivirus" occupava parte di un floppy a bassa densità, aveva ben UNA definizione e partiva col coro di We Are the Champions (abbastanza impressionante per l'epoca sulle casse dello stereo) E qui voglio vedere chi se lo ricorda :) Purtroppo son passati quasi venti anni, i malware sono evoluti dalla fase goliardica/distruttiva a quella criminale e i veicoli di infezione sono cresciuti di pari passo con l'interesse economico a scoprirne di nuovi; questo vuol dire che per ottenere una protezione quasi-affidabile, l'antivirus per PC deve fare un'analisi euristica di buona parte dell'attivita dei dischi e del traffico di rete, c'è chi lo fa in modo intrusivo ma tutto sommato sopportabile, e poi c'è Norton e gli altri trattori (di solito) preinstallati. Ho imparato a conviverci, penso sarei in grado di farlo anche su OS X...
    • Pinco Pallino scrive:
      Re: Spulciando fra le righe
      - Scritto da: Nome e cognome
      Versione condensata per gli impazienti: da circa
      un mese Snow Leopard ha un antivirus in piena
      regola.Era nevitabile che prima o poi accadesse, e non e' nemmeno un male a pensarci.Quando seguivo i sistemi informativi dell'itituto dove lavoro (alcune centinaia di Mac, alcune centinaia di PC Win, alcune centinaia di workstation Linux) era sempre una tragedia con gli audit privacy.Avete idea di cosa sia trovarsi davanti a un cretino che non concepisce l'idea che esista un "picci'" che non e' windows che ti chiede:- E' installato l'antivirus ?- No.- Come no! E' obbligatorio per legge.- No e basta: non esiste un antivirus per questo sistema operativo e lei ha letto male la legge.... na tragedia.Una volta son stato tentato di scrivere un programma per OSX e uno per Linux che al lancio scrivesse "Io sono un antivirus, non ho trovato virus che conosco, buona giornata".A.
      • Pinco Pallino scrive:
        Re: Spulciando fra le righe
        Ovviamente entrambi avrebbero cercato (rispettivamente in /Applications e in /bin) un eseguibile di nome "Virus".Perche' i co---oni che hanno scritto le "linee guida" del garante privacy (che tutti credono essere "legge" e invece contano come il due di picche) mica han scritto cosa deve fare un antivirus e come..."16. I dati personali sono protetti contro il rischio di intrusione e dell'azione di programmi di cui all'art. 615-quinquies del codice penale, mediante l'attivazione di idonei strumenti elettronici da aggiornare con cadenza almeno semestrale.17. Gli aggiornamenti periodici dei programmi per elaboratore volti a prevenire la vulnerabilità di strumenti elettronici e a correggerne difetti sono effettuati almeno annualmente. In caso di trattamento di dati sensibili o giudiziari l'aggiornamento è almeno semestrale.""indonei strumenti", bellissimo, idonei.Sarebbe da capire... "idoneo" = "che rende impossibile in ogni caso prendere un virus" ? Ok, nessuna legge puo' chiedere l'impossibile, nessun antivirus e' infallibile."idoneo" = "a me sembra idoneo" ? Ok, me lo sono appena scritto; e posso dimostrare in ogni sede che se quello che ho scritto non serve a un pippero un antivirus blasonato e pagato "aggiornato con cadenza semestrale" non server a un'acca di piu' :DA.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 giugno 2011 18.14-----------------------------------------------------------
  • ops scrive:
    a me pare...
    ...che l'articolo originale riporti in effetti variazioni quasi giornaliere dal primo attacco, altro che una sola nuova versione. il numero di differenti versioni sarebbero ben 15 (magari 16 con quella piu' che probabile di oggi), con altrettante patch da parte di apple. credo che nemmeno microsoft sia mai giunta a cosi' numerosi interventi per un solo ed unico problema. un semplice link all'articolo originale sarebbe stato piu' che sufficiente e meno ingannevole
    • Indovinato scrive:
      Re: a me pare...
      - Scritto da: ops
      ...che l'articolo originale riporti in effetti
      variazioni quasi giornaliere dal primo attacco,
      altro che una sola nuova versione. il numero di
      differenti versioni sarebbero ben 15 (magari 16
      con quella piu' che probabile di oggi), con
      altrettante patch da parte di apple. credo che
      nemmeno microsoft sia mai giunta a cosi' numerosi
      interventi per un solo ed unico problema.

      un semplice link all'articolo originale sarebbe
      stato piu' che sufficiente e meno
      ingannevoleNon possono sbattere in carcere questi di MacDefender?Ci va tanto a scovarli?
    • FDG scrive:
      Re: a me pare...
      - Scritto da: ops
      credo che
      nemmeno microsoft sia mai giunta a cosi' numerosi
      interventi per un solo ed unico problema.Mica è un bug, una volta risolto non devi più intervenire. Aggiornano repentinamente le definizioni del XXXXXn, come un qualsiasi produttore di antivirus.
    • nome e cognome scrive:
      Re: a me pare...

      altrettante patch da parte di apple. credo che
      nemmeno microsoft sia mai giunta a cosi' numerosi
      interventi per un solo ed unico problema.XXXXXXX ed è un virus scritto da un dilettante, quando su mac arriverà qualcosa di serio vedremo le esplosioni. Ora che apple ha costretto i programmatori a comprare macachintosh per sviluppare applicazioni mobili ci sarà da ridere.
      • Zio Panello scrive:
        Re: a me pare...
        - Scritto da: nome e cognome

        altrettante patch da parte di apple. credo che

        nemmeno microsoft sia mai giunta a cosi'
        numerosi

        interventi per un solo ed unico problema.

        XXXXXXX ed è un virus scritto da un dilettante,
        quando su mac arriverà qualcosa di serio vedremo
        le esplosioni. Ora che apple ha costretto i
        programmatori a comprare macachintosh per
        sviluppare applicazioni mobili ci sarà da
        ridere.Beh no aspetta: se uno è programmatore, quando si trova davanti l'edizione 2011 di IL TUO COMPUTER STA TRASMETTENDO UN INDIRIZZO IP CLICCA QUI PER PROTEGGERTI CONTRO GLI HACKER non ci casca....cioè, almeno mi auguro...Gli scareware sono destinati a chi, nel bene e nel male, usa il computer - direbbero i videogiocatori - da "casual", e guarda caso è proprio quella fascia di utenza che Apple si sta coccolando da anni.
        • Steve Robinson Hakkabee scrive:
          Re: a me pare...
          presumo che il senso non fosse quello, quanto piuttosto un'aumento di programmatori che sanno scrivere codice per mac, ovvero un'aumento dei potenziali attacanti più che di vittime.
          • Zio Panello scrive:
            Re: a me pare...
            - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
            presumo che il senso non fosse quello, quanto
            piuttosto un'aumento di programmatori che sanno
            scrivere codice per mac, ovvero un'aumento dei
            potenziali attacanti più che di
            vittime.Fuor di polemica, ma secondo me non avrebbe senso. L'appetibilità di diffondere malware su una certa piattaforma cresce al crescere del numero di potenziali vittime, non di chi scrive il codice malevolo, paradossalmente non è inconsueto che un malware cerchi di indentificare e neutralizzare la "concorrenza" già presente sul PC appena infettato.La novità che in questo caso dovrebbe destare un minimo di preoccupazione, è che Mac Defender a differenza dei proof of concept visti finora, contuna ad evolversi e a "sfidare" gli aggiornamenti di sistema.Questo vuol dira una sola cosa: Mac Defender è - in senso figurato - "un'azienda in attivo", o più realisticamente che chi lo sta diffondendo ha avuto il ritorno che si aspettava.
          • FDG scrive:
            Re: a me pare...
            - Scritto da: Zio Panello
            Fuor di polemica, ma secondo me non avrebbe
            senso. L'appetibilità di diffondere malware su
            una certa piattaforma cresce al crescere del
            numero di potenziali vittime...Il che vorrebbe dire, al crescere dell'informatica mondiale. Non è che restando al quote di share a una cifra gli utenti Apple non siano cresciuti in numeri assoluti. Anzi, considerando pure che prima di OS X, quindi con numeri più bassi, il vecchio MacOS aveva il suo bel parco di software malevolo, ne ricordo una cinquantina circa, oggi ce ne dovrebbero essere parecchi di più.Semmai la regola non è questa. Penso sia di più una questione di importanza percepita.
          • Zio Panello scrive:
            Re: a me pare...
            - Scritto da: FDG
            - Scritto da: Zio Panello


            Fuor di polemica, ma secondo me non avrebbe

            senso. L'appetibilità di diffondere malware su

            una certa piattaforma cresce al crescere del

            numero di potenziali vittime...

            Il che vorrebbe dire, al crescere
            dell'informatica mondiale. Non è che restando al
            quote di share a una cifra gli utenti Apple non
            siano cresciuti in numeri assoluti.No, appunto, però sia rosicchiando punti percentuale, sia crescendo in senso assoluto al traino dell'informatizzazione mondiale, a un certo punto viene comunque raggiunta una soglia numerica di utenti per cui sviluppare e diffondere malware passa da "non profittevole" a "profittevole". Anzi,
            considerando pure che prima di OS X, quindi con
            numeri più bassi, il vecchio MacOS aveva il suo
            bel parco di software malevolo, ne ricordo una
            cinquantina circa, oggi ce ne dovrebbero essere
            parecchi di
            più.Raccontami un po' perché ai tempi di OS Classic "non c'ero": malevolo di che tipo? perché fra "il 25 dicembre introio il boot record" e "uso il tuo computer per lanciare un attacco informatico distribuito" c'è stata un'escalation niente male, non solo temporale.
            Semmai la regola non è questa. Penso sia di più
            una questione di importanza
            percepita.Scusa, continuo a non vedere la contraddizione. Puoi spiegarti meglio?
      • Steve Robinson Hakkabee scrive:
        Re: a me pare...
        buahahaha il macachintosh!
        • SUPER scrive:
          Re: a me pare...
          O Machakkabee !Cosa dici ? Ci saranno almeno 500 macchine colpite dal malware ? Oh ragassi (alla Bersani) spegnete i Mac ! (rotfl)
      • Darwin scrive:
        Re: a me pare...
        - Scritto da: nome e cognome
        XXXXXXX ed è un virus scritto da un dilettante,
        quando su mac arriverà qualcosa di serio vedremo
        le esplosioni. Ora che apple ha costretto i
        programmatori a comprare macachintosh per
        sviluppare applicazioni mobili ci sarà da
        ridere.Concordo. Magari un iSasser...
        • ruppolo scrive:
          Re: a me pare...
          - Scritto da: Darwin
          - Scritto da: nome e cognome

          XXXXXXX ed è un virus scritto da un dilettante,

          quando su mac arriverà qualcosa di serio vedremo

          le esplosioni. Ora che apple ha costretto i

          programmatori a comprare macachintosh per

          sviluppare applicazioni mobili ci sarà da

          ridere.
          Concordo. Magari un iSasser...Aspetta & Spera.
          • prova123 scrive:
            Re: a me pare...
            Scusate. Io ho un magnifico Mac. navigando in Internet mi è partito un popup: "Vuoi sposare una XXXXXdiva? Clicca Qui". Dopo aver cliccato sono andato alla porta, l'ho aperta ma non ho trovato nessuno :'(. Secondo voi non l'ho trovata a causa del nuovo antivirus? 8)
          • Darwin scrive:
            Re: a me pare...
            - Scritto da: ruppolo
            Aspetta & Spera.Sisi certo ruppolo.Continua a cullarti di una sicurezza che non esiste...proprio come Pwn2Own..
        • diffamante scrive:
          Re: a me pare...
          - Scritto da: Darwin
          - Scritto da: nome e cognome

          XXXXXXX ed è un virus scritto da un dilettante,

          quando su mac arriverà qualcosa di serio vedremo

          le esplosioni. Ora che apple ha costretto i

          programmatori a comprare macachintosh per

          sviluppare applicazioni mobili ci sarà da

          ridere.
          Concordo. Magari un iSasser...Non capite un XXXXX. MacDefender è scritto da un dilettante e Sasser era scritto da un professionista? ROTFL! Ma dove vivete?I "professionisti" del malware sono quelli che vogliono far soldi col malware, modificano in continuazione per evadere le firme virali, e non hanno ALCUN interesse a fare un disastro su scala planetaria come Sasser (che era un malware di una semplicita' incredibile, non polimorfico, e non aveva neanche codice crittato/offuscato al suo interno!). L'unico motivo per cui Sasser si diffuse tanto rapidamente era che attaccava una vulnerabilita' remota sfruttabile su quasi tutti i windows in giro visto che non c'era alcun firewall di default ed era una vulnerabilita' 0 day, ma era un malware assolutamente amatoriale e veramente ridicolo dal punto di vista tecnico.E i professionisti del malware di oggi anche se scoprissero una vulnerabilita' 0 day remota sui Mac di certo non si metterebbero a creare un worm auto-replicante come Sasser per infettare tutti i Mac in giro... non avrebbe alcun senso ne' dal punto di vista economico ne' dal punto di vista "tattico" per loro...
          • Francesco scrive:
            Re: a me pare...
            Concordo in pieno.Aggiungo solo solo che Sasser è stato quello che è stato solo per i limiti di W2000 e sopratutto per il livello di utontogia generale di utenti domestici, aziendali e pseudo sistemisti.In pratica è stato un virus cercato e voluto da chi è stato infettato, esattamente come accade con MacDefender.
          • bbo scrive:
            Re: a me pare...
            - Scritto da: Francesco
            Concordo in pieno.

            Aggiungo solo solo che Sasser è stato quello che
            è stato solo per i limiti di W2000 e sopratutto
            per il livello di utontogia generale di utenti
            domestici, aziendali e pseudo
            sistemisti.Mi ricordo che era da tempo che in azienda sottolineavo la necessità di attivare gli aggiornamenti automatici per i Windows, in quanto erano presenti delle vulnerabilità gravi e da correggere.La risposta era sempre che nessuno, a parte me, sarebbe stato in grado di sfruttare queste vulnerabilità. E che se un sistema funziona, non è da toccare!Poi è arrivato il sasser... e si è visto che l'antivirus non serviva a nulla... e finalmente abbiamo adottato una politica seria di sicurezza!Sì, su windows ci sono i malware, il che significa che l'attenzione alla sicurezza deve sempre essere alta. Sugli altri sistemi di malware ce n'è sempre meno, quindi le password? si possono lasciare banali. Gli aggiornamenti? mah... quando capita. Firewall? Non serve a nulla.Io sono dell'idea che il malware abbia fatto bene alla sicurezza, perché se non ci si rende conto che c'è un problema nessuno si preoccupa di risolverlo!
          • Darwin scrive:
            Re: a me pare...
            - Scritto da: diffamante
            Non capite un XXXXX. MacDefender è scritto da un
            dilettante e Sasser era scritto da un
            professionista? ROTFL! Ma dove
            vivete?Non hai capito nulla...Prima di rispondere, accendi il cervello e leggi quì:http://it.wikipedia.org/wiki/Ironia-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 giugno 2011 12.42-----------------------------------------------------------
      • FDG scrive:
        Re: a me pare...
        - Scritto da: nome e cognome
        XXXXXXX ed è un virus scritto da un dilettante...Non è un virus, è un trojan.
  • MeX scrive:
    PI... magari...
    potete dare una notiziola su Final Cut X, venduto a un prezzo irrisorio sul Mac App Store, cosa che indica anche una strategia ben precisa e l'idea di abbandonare del tutto al distribuzione classica del software...
    • pippO scrive:
      Re: PI... magari...
      - Scritto da: MeX
      potete dare una notiziola su Final Cut X, venduto
      a un prezzo irrisorio sul Mac App Store, cosa che
      indica anche una strategia ben precisa e l'idea
      di abbandonare del tutto al distribuzione
      classica del
      software...Meglio di MacDefender?Arriva da solo, si aggiorna in automatico ed è pure gratis? :D
      • ruppolo scrive:
        Re: PI... magari...
        - Scritto da: pippO
        - Scritto da: MeX

        potete dare una notiziola su Final Cut X,
        venduto

        a un prezzo irrisorio sul Mac App Store, cosa
        che

        indica anche una strategia ben precisa e l'idea

        di abbandonare del tutto al distribuzione

        classica del

        software...
        Meglio di MacDefender?
        Arriva da solo, si aggiorna in automatico ed è
        pure gratis?
        :DTanto da solo non arriva, e in App Store non mette piede.
        • Sandrobelli ni scrive:
          Re: PI... magari...
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: pippO

          - Scritto da: MeX


          potete dare una notiziola su Final Cut X,

          venduto


          a un prezzo irrisorio sul Mac App Store, cosa

          che


          indica anche una strategia ben precisa e
          l'idea


          di abbandonare del tutto al distribuzione


          classica del


          software...

          Meglio di MacDefender?

          Arriva da solo, si aggiorna in automatico ed è

          pure gratis?

          :D

          Tanto da solo non arriva, e in App Store non
          mette
          piede.basta safari e itunes per fare danno
        • pippO scrive:
          Re: PI... magari...
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: pippO

          - Scritto da: MeX


          potete dare una notiziola su Final Cut X,

          venduto


          a un prezzo irrisorio sul Mac App Store, cosa

          che


          indica anche una strategia ben precisa e
          l'idea


          di abbandonare del tutto al distribuzione


          classica del


          software...

          Meglio di MacDefender?

          Arriva da solo, si aggiorna in automatico ed è

          pure gratis?

          :D

          Tanto da solo non arrivaArriverà, arriverà, stai tranquillo, benvenuto nel mondo reale :D
    • bertuccia scrive:
      Re: PI... magari...
      - Scritto da: MeX

      potete dare una notiziola su Final Cut Xc'èhttp://punto-informatico.it/3195427/PI/Brevi/final-cut-pro-costa-meno-mac-app-store.aspx
    • nome e cognome scrive:
      Re: PI... magari...
      - Scritto da: MeX
      potete dare una notiziola su Final Cut X, venduto
      a un prezzo irrisorio sul Mac App Store, cosa che
      indica anche una strategia ben precisa e l'idea
      di abbandonare del tutto al distribuzione
      classica del
      software...Il fatto che Apple ve lo metta in quel posto non è una novità, che comincino a farlo anche i russi si.
    • Zio Panello scrive:
      Re: PI... magari...
      - Scritto da: MeX
      potete dare una notiziola su Final Cut X, venduto
      a un prezzo irrisorio sul Mac App Store, cosa che
      indica anche una strategia ben precisa e l'idea
      di abbandonare del tutto al distribuzione
      classica del
      software...Nascondere la testa sotto la sabbia non serve a nulla: ormai è cominciato il gioco a rincorrersi fra chi aggiorna il malware e chi aggiorna le contromisure.inb4 NUOVO e MAGICO antivirus, a soli 4.99 su AppStore.
      • ruppolo scrive:
        Re: PI... magari...
        - Scritto da: Zio Panello
        - Scritto da: MeX

        potete dare una notiziola su Final Cut X,
        venduto

        a un prezzo irrisorio sul Mac App Store, cosa
        che

        indica anche una strategia ben precisa e l'idea

        di abbandonare del tutto al distribuzione

        classica del

        software...

        Nascondere la testa sotto la sabbia non serve a
        nulla:Infatti noi siamo passati ad App Store. Ciao ciao, malware :D
        ormai ètroppo tardi, per i malware writers.
        inb4 NUOVO e MAGICO antivirus, a soli 4.99 su
        AppStore.Non serve, basta restare nell'ambito del App Store.
        • Zio Panello scrive:
          Re: PI... magari...
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: Zio Panello

          - Scritto da: MeX


          potete dare una notiziola su Final Cut X,

          venduto


          a un prezzo irrisorio sul Mac App Store, cosa

          che


          indica anche una strategia ben precisa e
          l'idea


          di abbandonare del tutto al distribuzione


          classica del


          software...



          Nascondere la testa sotto la sabbia non serve a

          nulla:

          Infatti noi siamo passati ad App Store. Ciao
          ciao, malware :DNon fino a quando sarà ancora possibile acquistare, scaricare ed installare software fuori dall'App Store.
          • Sandrobelli ni scrive:
            Re: PI... magari...
            - Scritto da: Zio Panello
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: Zio Panello


            - Scritto da: MeX



            potete dare una notiziola su Final Cut X,


            venduto



            a un prezzo irrisorio sul Mac App Store,
            cosa


            che



            indica anche una strategia ben precisa e

            l'idea



            di abbandonare del tutto al distribuzione



            classica del



            software...





            Nascondere la testa sotto la sabbia non serve
            a


            nulla:



            Infatti noi siamo passati ad App Store. Ciao

            ciao, malware :D

            Non fino a quando sarà ancora possibile
            acquistare, scaricare ed installare software
            fuori dall'App
            Store.non fino a quando in applestore ci sta software vecchio e vulnerabile
          • Zio Panello scrive:
            Re: PI... magari...
            - Scritto da: Sandrobelli ni
            - Scritto da: Zio Panello

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: Zio Panello



            - Scritto da: MeX




            potete dare una notiziola su Final Cut X,



            venduto




            a un prezzo irrisorio sul Mac App Store,

            cosa



            che




            indica anche una strategia ben precisa e


            l'idea




            di abbandonare del tutto al distribuzione




            classica del




            software...







            Nascondere la testa sotto la sabbia non
            serve

            a



            nulla:





            Infatti noi siamo passati ad App Store. Ciao


            ciao, malware :D



            Non fino a quando sarà ancora possibile

            acquistare, scaricare ed installare software

            fuori dall'App

            Store.

            non fino a quando in applestore ci sta software
            vecchio e
            vulnerabile...c'è? Pensavo dovesse passare lo stesso controllo di qualità delle App per i dispositivi mobili. In tutta sincerità non ho dato più di una rapida occhiata all'App Store perché i programmi che uso su Mac li ho già comprati e comunque dubito finiranno mai sull'App Store...
        • Incubus scrive:
          Re: PI... magari...
          Perche' non ti metti anche tu nell'app store? Caxxone
    • Steve Robinson Hakkabee scrive:
      Re: PI... magari...
      strategia del prestigiatore? distrarre l'osservatore con una frivolezza per non far vedere la cosa principale?
    • ricottaro scrive:
      Re: PI... magari...
      no, non possono dare quella notizia perchè non generebbe abbastanza flame....
      • Zio Panello scrive:
        Re: PI... magari...
        - Scritto da: ricottaro
        no, non possono dare quella notizia perchè non
        generebbe abbastanza
        flame....Er...come fanno notare poco sopra, era in prima pagina ieri, lo è stata fino a buona parte di oggi pomeriggio e lo sarebbe tuttora, se non fosse scivolata sempre più in basso per far posto alle notizie di oggi.[img]http://i655.photobucket.com/albums/uu275/jbritt67/tin-foil-hat.jpg[/img]
  • Findi scrive:
    ci siamo dentro...
    secondo voi?seecondo me si...:-)
    • ruppolo scrive:
      Re: ci siamo dentro...
      - Scritto da: Findi
      secondo voi?

      seecondo me si...

      :-)Secondo me no: Una rondine non fa primavera.Comunque il modello App Store è già in funzione, e quello uccide il malware sul nascere.
      • hermanhesse scrive:
        Re: ci siamo dentro...
        E uccide prima di tutto la libertà... ma poco importa vero ;)?
      • AMEN scrive:
        Re: ci siamo dentro...
        - Scritto da: ruppolo

        Comunque il modello App Store è già in funzione,
        e quello uccide il malware sul nascere.Uccide sul nascere anche la libertà.Ma chi se ne imXXXXX, ho un Mac :-P
      • Marco scrive:
        Re: ci siamo dentro...
        Era solo che ora!!!Dopo aver preso a mani basse codice BSD, non potevate non copiare l'idea dei repositories cari ad ogni utente linux.D'altra parte se c'e' una idea che funziona, perche' non usarla... adesso vediamo se anche MS farà la stessa cosa ;)
Chiudi i commenti