L'uomo della Mela ha detto sì

Una mail dallo sviluppatore cui era stata rifiutata l'app ha fatto breccia nel cuore di Steve Jobs. Che ha scavalcato la decisione dei suoi revisori

Roma – Steve Jobs è intervenuto personalmente per far approvare una app rifutata da App Store: troppo interessante per negarla agli utenti del Melafonino. Knocking Live Video, questo il nome dell’applicazione, non rispettava in effetti i parametri necessari per andare a fare compagnia alle oltre 100mila del catalogo online.

Colpa di una API utilizzata impropriamente: Knocking Live Video, differentemente da programmi simili , abilita lo streaming peer-to-peer di video su iPhone attraverso connessioni WiFi o 3G.

Una volta preso atto del rifiuto in cui era incorsa la sua applicazione, lo sviluppatore Brian Meehan ha scritto direttamente al CEO di Apple e, mostrando evidentemente una buona padronanza della retorica , è riuscito a fare sì che Jobs ribaltasse le conclusioni dei suoi stessi dipendenti addetti alla revisione dei programmi candidati a entrare in App Store.

Viste le reazioni dello stesso Jobs in una recente controversia fra Apple e una software house australiana, e in generale la policy su cui si basa l’iter di approvazione delle varie applicazioni, Meehan può ritenersi soddisfatto: non ha ricevuto risposte laconiche a mezzo iPhone presidenziale e non è stato scomunicato dalla Grande Mela di Cupertino.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • M.R. scrive:
    Citerei io la Nokia.
    Un cellulare con 3 anni di vita costato quasi 400 mandato in assistenza con preventivo accettato dal sottoscritto E' TORNATO INDIETRO COME QUANDO E' PARTITO PERCHE' FUORI PRODUZIONE NON FANNO PIU' PEZZI DI RICAMBIO!!!!Ma non dovrebbero essere garantiti, per legge, almeno 10 anni di assistenza come ciclo di vita del prodotto?Ha senso buttare sul mercato decine e decine di modelli nuovi ogni anno e scaricare subito quelli che non hanno suXXXXX a scapito del cliente?E poi si lamentano delle vendite in calo.Io non compro più cell. NOKIA.
    • az nock scrive:
      Re: Citerei io la Nokia.
      faresti meglio a far causa all'assistenza italiana per la Nokia semmai. Non ha senso proporti il preventivo, spedire e ritrovarti che non si può riparare perchè non hanno i pezzi di ricambio...
  • Wolf01 scrive:
    Rimborso a Nokia
    Si certo, come se Nokia vendesse in perdita.Dovrebbero rimborsare tutti i possessori di qualsiasi display LCD, tanto quello che pagava in più Nokia lo riversava sul costo dei prodotti.
    • MeX scrive:
      Re: Rimborso a Nokia
      possibile che Nokia giri il costo direttamente al cliente... ma se hai giá l'oggetto sul mercato difficilmente riesci ad alzare il prezzo... e cosí riduci i margini di guadagno...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 dicembre 2009 09.38-----------------------------------------------------------
  • Enjoy with Us scrive:
    Nokia cita in giudizio gli LCD?
    Non capisco, non poteva usare il collaudato sistema Apple?Prima ordini cento, poi ritiri 50 e gli altri 50 fai finta di non volerli in modo che i fornitori te li consegnino con un ulteriore sconto.... Nokia Nokia Nokia... ne hai cose da imparare da Apple!
    • MeX scrive:
      Re: Nokia cita in giudizio gli LCD?
      mah... infatti quelle sono illazioni... curioso come gli stessi nomi citati nell'articolo Apple come vittime compaiono qui come malfattori...
Chiudi i commenti