Lycos cede, vincono gli spammer

Fallito l'obiettivo dello screensaver ammazza-spam. Troppo abili gli spammer, troppe le critiche, troppo il traffico generato. Non solo, gira persino un bel giochino, un trojan che si spaccia per quel salvaschermo


Roma – Si chiamava “MakeLoveNotSpam” e doveva essere la grande controffensiva degli utenti internet contro la piaga più grave che oggi investe Internet: lo spam. Ma è durata pochi giorni. Lycos, che ha promosso la campagna e i software per metterla in pratica, ha chiuso i giochi. In altre parole, hanno vinto gli spammer .

Chi si recasse sulla home page del progetto non troverà più la console che pochi giorni fa indicava i siti degli spammer da abbattere nonché il download del salvaschermo per partecipare alla campagna. Un logo è tutto ciò che rimane.

La controversa iniziativa di Lycos Europe, che attraverso la rete di computer degli utenti si riprometteva di mettere in seria difficoltà i siti web legati alle più clamorose azioni di spam, fin dall’inizio è stata presa di mira dall’astuzia degli spammer stessi, incorrendo altresì in una serie di problemi di rete tutt’altro che secondari.

Alcuni degli spammer presi di mira, infatti, hanno reagito ridirigendo il traffico in arrivo verso le pagine di Lycos , rendendo da subito il sito dello screensaver antispam difficile da raggiungere o del tutto irraggiungibile. Una mossa che, assieme alla crescita del traffico web da Lycos Europe, ha spinto una serie di provider a bloccare temporaneamente l’accesso a quello spazio web.

In qualche modo Lycos Europe ha ammesso la situazione, spiegando però a Netcraft che i problemi riscontrati in particolare da due siti obiettivo della campagna non sono interamente ascrivibili ad essa. Un modo, probabilmente, per scansare eventuali accuse di aver gestito un attacco informatico distribuito. Nei giorni precedenti aveva affermato che l’iniziativa era divenuta rapidamente troppo popolare affermando persino che presto sarebbe tornata online. Ma ciò non avverrà: Lycos Europe ha comunicato nelle scorse ore che il risultato di sollevare un nuovo dibattito sull’antispam è stato portato a casa. La diplomazia si è resa necessaria dopo la tonnellata di critiche piovute sul capo di “MakeLoveNotSpam”.

L’autorevole Herald Tribune parla ad esempio di una azione “platealmente illegale” in quanto darebbe vita a “veri e propri attacchi DoS”, ossia le aggressioni telematiche che, come noto, partendo da un alto numero di macchine connesse possono rendere inaccessibile un server web. Non solo, anche molti esperti antispam hanno aspramente criticato Lycos. Quelli di Spamhaus hanno parlato apertamente di “un abuso che cerca di schiacciare un altro abuso”.

Secondo qualcuno se l’operazione finisse qui si rivelerebbe, tuttosommato, un successo pubblicitario per Lycos, capace di attirare sulle proprie pagine masse di utenti da mezzo mondo. Ma, come ciliegina sulla torta di una partita che il portalone secondo molti ha invece perso, c’è l’ultima trovata dei virus writer che hanno preso in prestito il nome dell’iniziativa.

Da qualche ora, infatti, circola una mail che sembra inviata da Lycos e che ha in allegato in apparenza proprio il salvaschermo “MakeLoveNotSpam”. Nell’email il testo in inglese annuncia che si tratta di un modo per combattere lo spam e il nome fasullo dell’allegato è “Lycos screensaver to fight spam.zip”.

In realtà si tratta di un allegato che nasconde un cavallo di Troia che, se aperto su piattaforma Windows, consente ai writer di essere informati, attraverso una mail automatica ad un sito indonesiano, che il tal computer è stato infettato. Una volta dentro, hanno spiegato quelli della società di sicurezza F-Secure , il trojan può rivelare nomi utente, password, informazioni sulle carte di credito, indirizzi email.

Ad agevolare la diffusione del trojan inducendo gli utenti ad aprire il file, secondo gli esperti di F-Secure, potrebbe essere proprio il risalto che Lycos è riuscito a dare alla propria breve ma intensa campagna antispam.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    BOICOTTAGGIO!!!!!
    torniamo alle videocassette, se proiprio non possiamo fare a meno dei loro magakolossal strombazzanti dal valore medio di una rapa lessa, e mandiamoli tutti a quel paese!!!
  • Anonimo scrive:
    quest'anno per natale...
    ...non regalate dei DVDecchecc.........zo!!
  • Anonimo scrive:
    dedicato alle Majors
  • Anonimo scrive:
    Accidenti, che guaio
    Se non potrò comprarmi questo "server domestico" per i DVD, sarò costretto a scaricarmi i DivX con il Mulo... Va beh, pazienza... A proposito, vado a controllare a che punto sono i film messi in download l'altro ieri...CYA
  • Anonimo scrive:
    Cerchiamo di non essere cosi' drastici..
    Questi poveri produttori hollywoodiani in fondo difendono solo il loro lavoro quotidiano al meglio delle loro possibilita'. I veri responsabili sono i consumatori, che ancora comprano o affittano montagne di DVD (spesso di film immondizia), mandando denaro a supportare i loro sforzi. Invece di prendervela con loro, prendetevela con il tizio che incontrate al blockbuster e spiegategli che esistono film che escono in ALTRI paesi del mondo, realizzati da compagnie cinematografiche molto piu' civili, e che incidentalmente fanno anche film molto migliori. L'altro giorno ho affittato Old Boy, un film coreano, e ho realizzato quanto sia incredibile l'illusione che gli americani sappiano fare film meglio del resto del mondo. Semplicemente, non e' vero. Guardatevi la classifica dei migliori film Coreani ad esempio: http://www.imdb.com/List?countries=South%20Korea&&top=on&&votes=50&&lo-rating=7%2E5&&nav=/Sections/Countries/SouthKorea/include-averagevote&&heading=7;Most%20popular%20titles;South%20Korea%20by%20average%20vote (Perfino l'ultimo della lista, A Tale of Two Sisters, e' un horror che spazzia via i vari sesto senso e the ring in un baleno, grazie alla recitazione sussurrata delle due ragazze... da non vedere doppiato, ovviamente, ma in lingua originale con sottotitoli, come ogni buon DVD dovrebbe avere)
    • Anonimo scrive:
      Re: Cerchiamo di non essere cosi' drastici..
      - Scritto da: Anonimo
      L'altro giorno ho affittato Old Boy, un
      film coreano,
      e ho realizzato quanto sia incredibile
      l'illusione
      che gli americani sappiano fare film meglio
      del
      resto del mondo. Semplicemente, non e'
      vero. Tra i film americani c'e' spazzatura ma anche dei capolavori. Semplicemente loro riescono a venderli meglio del resto el mondo.
      Guardatevi la classifica dei migliori film
      Coreani
      ad esempio:
      www.imdb.com/List?countries=South%20Korea&&toMa come?! Musa e' solo 20esimo!! Eresia!Comunque, gnam, lista golosa!
    • Anonimo scrive:
      Re: Cerchiamo di non essere cosi' drasti
      Come ti STRAQUOTO !
    • Anonimo scrive:
      Re: Cerchiamo di non essere cosi' drasti
      ...e grazie al p2p li ho già visti quasi tutti (adoro il cinema coreano).....comque grazie per il link....ci sono 2 o 3 titoli che non conoscevo....muletto pensaci tu....
      • Anonimo scrive:
        Re: Cerchiamo di non essere cosi' drasti
        Che figo che e' questo ragazzo, mette a sua conoscenza la sua arte nel download, deve essere, forse un pirata informatico o un scaricatore di porto o forse sara' qualk'osaltro ?Chi lo sapra mai, ma noi, si, potremo affermare d'averlo conosciuto, conosciuto in un documento che prova la sua esistenza.Bravo Signor scaricatore riprendi la tua strada, scarica scarica scarica........
        • Funz scrive:
          Re: Cerchiamo di non essere cosi' drasti
          - Scritto da: Anonimo
          Che figo che e' questo ragazzo, mette a sua
          conoscenza la sua arte nel download, deve
          essere, forse un pirata informatico o un
          scaricatore di porto o forse sara'
          qualk'osaltro ?
          Chi lo sapra mai, ma noi, si, potremo
          affermare d'averlo conosciuto, conosciuto in
          un documento che prova la sua esistenza.
          Bravo Signor scaricatore riprendi la tua
          strada, scarica scarica scarica........Tu prendi tanto per il sedere, intanto lui si guarda i film che piacciono a lui, non quelli che gli impongono le major, e sceglie usando la propria testa.Non commette nemmeno nessun illecito, visto che quasi nessuno di quei titoli e' distribuito in Italia.Tu che sei un figo, torna a guardarti i tuoi blockbuster e lascia noi poveri nerd a guardarci in pace i nostri film coreani, cinesi e pure giapponesi :p
          • Anonimo scrive:
            Re: Cerchiamo di non essere cosi' drasti

            Non commette nemmeno nessun illecito, visto
            che quasi nessuno di quei titoli e'
            distribuito in Italia.Ha ha ha ha ha ha LOL ha ha ha ha ha ha ROTFL ha ha ha ha ha ha!!!!!!!!!Ti rendi conto della enorme cazzata che hai detto???
        • Anonimo scrive:
          Re: Cerchiamo di non essere cosi' drasti
          eh? (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: Cerchiamo di non essere cosi' drastici..

      L'altro giorno ho affittato Old Boy, un
      film coreano,Dove???? se voglio avvicinarmi a questo mondo da dove inizio? devo per forza scaricare da Internet o ci sono altri metodi? tieni conto che abito in un paese, non in una grande città,ciao e grazie.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cerchiamo di non essere cosi' drastici..


        L'altro giorno ho affittato Old Boy, un

        film coreano,

        Dove???? se voglio avvicinarmi a questo
        mondo da dove inizio? devo per forza
        scaricare da Internet o ci sono altri
        metodi?
        tieni conto che abito in un paese, non in
        una grande città,

        ciao e grazie.Se ti piace il cinema orientale e vuoi acquistare i loro dvd vai su www.yesasia.com... ci sono tantissimi film a prezzi discretamente buoni (grazie euro!) e te li spediscono gratis per un ordine di almeno 39 dollari (accanto ai titoli c'è anche la traduzione in euro). Occhio che il Giappone è regione2 (come da noi) mentre la Korea (e il resto dell'oriente) è regione3...Se non sai cosa comprare fidati delle recensioni italianissime di appassionati del settore su www.asianworld.itSpero di esseri stato utile... :)Cool_mode
    • pippo75 scrive:
      Re: Cerchiamo di non essere cosi' drasti


      I veri responsabili sono i consumatori, che
      ancora comprano o affittano montagne
      di DVD (spesso di film immondizia), mandando
      denaro a supportare i loro sforzi.io ho preso l'ultimo film due mesi fa, magari questo mese ne compro un 'altro, sempre della serie star trek (mo0lto facilmente prendero' l'ira di khan).costo sui 12 euro circa (in dvd).so che una volta ero alla coop e mi ero lamentato, c'era un film che su vhs costava una cifra, su dvd il doppio, ho chiesto informazioni sul motivo di tale differenze, non credo che il solo contenuto speciale (presente solo su DVD) possa valere piu' del film stesso.Motivi commerciali, hanno dei prezzi imposti, in alcuni casi devono esporre il prodotto solo quando l'autorizzazione della casa produttrice.visto il costo del DVD ho detto che non lo prendevo.
      molto migliori.
      L'altro giorno ho affittato Old Boy, un
      film coreano,
      e ho realizzato quanto sia incredibile
      l'illusione
      che gli americani sappiano fare film meglio
      del
      resto del mondo. Semplicemente, non e'
      vero. lo faro' sai se esiste una recensione magari di questo film, va bene anche in inglese, ma meglio se in italiano.

      www.imdb.com/List?countries=South%20Korea&&to
      gli daro' un occhiata.ciao
    • Solvalou scrive:
      Re: Cerchiamo di non essere cosi' drasti
      - Scritto da: Anonimo

      Questi poveri produttori hollywoodiani in
      fondo difendono solo il loro lavoro
      quotidiano
      al meglio delle loro possibilita'.Immagino che tu sia sarcastico, qui?Una volta che ho il mio bel dvd originale comprato, regione 2, e non lo duplico a nessuno e non lo uploado su nessun peer to peer, mi dici perche' straminchia non posso mettermelo su un server per mio uso personale??? Con che autorita' una ditta mi costringe a usare in un certo modo un prodotto comperato (e, spesso, pagato caro)? Vadano a quel paese.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cerchiamo di non essere cosi' drasti
        - Scritto da: Solvalou

        - Scritto da: Anonimo



        Questi poveri produttori hollywoodiani
        in

        fondo difendono solo il loro lavoro

        quotidiano

        al meglio delle loro possibilita'.

        Immagino che tu sia sarcastico, qui?

        Una volta che ho il mio bel dvd originale
        comprato, regione 2, e non lo duplico a
        nessuno e non lo uploado su nessun peer to
        peer, mi dici perche' straminchia non posso
        mettermelo su un server per mio uso
        personale??? Con che autorita' una ditta mi
        costringe a usare in un certo modo un
        prodotto comperato (e, spesso, pagato caro)?
        Vadano a quel paese.Io ho fatto questo e anche di peggio.Ho digitalizzato e messo su hard disk:1. vhs (circa 500)2. cd musicali (circa 200)In lavorazione3. Fumetti (circa 200)4. Raccolte di Urania (circa 700)Il tutto viene ospitato su un hd da 200 GBAdesso a casa ho molto più spazio, dato che 1 e 2 sono già finiti in cantina (per 3 e 4 è previsto lo stesso destino a lavoro finito) ;)Ciaop.s. e che SIAE, FIMI & c non si inventino che, ad esempio, per le vhs devo comprarmi il dvd corrispondente (che poi chiamo la neuro e li faccio internare)
        • sinadex scrive:
          Re: Cerchiamo di non essere cosi' drasti
          mi raccomando, in contenitori a tenuta ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Cerchiamo di non essere cosi' drasti
            e mi raccomando, appena puoi fatti un hd di backup. Con tutte le ore che avrai speso a riversare tutto...
  • Anonimo scrive:
    Andate a farvi fottere
  • Anonimo scrive:
    lo voglio scritto a caratteri cubitali
    si, come i messaggi scritti sopra le sigarette, in cornice a "lutto" e nei cd indicanti conenuto esplicito:"Il presente film non puo' essere fruito attraverso le modalita' non previste da chi e' il titolare dei diritti"A quando le vendite dei film con la eula?:@
    • Anonimo scrive:
      Re: lo voglio scritto a caratteri cubita
      Bhè il contratto di licenza c'è. Solo che non è esplicitamente scritto sul supporto perchè si presume che tutti lo debbano conoscere...cosa non così ovvia.
      • Anonimo scrive:
        Re: lo voglio scritto a caratteri cubita
        [si presume che tutti lo debbano conoscere...]Ah beh allora io "presumo" che visto che già lo COMPRO e non lo scarico, di poterne fruire come meglio credo...altrimenti... tenetevi i vostri DVD originali... KaZaA!!! Presto!!! Volevo l'ultimo film che ho comprato originale, ma per il quale ho buttato i soldi per nulla.... visto che manco posso mettermelo su PC....
  • Anonimo scrive:
    CSS colabrodo
    Tantè che il suddetto sistema di protezione è stato bypassato già da anni, a dire il vero a non molta distanza dal suo rilascio. Si ricordi lo pseudonimo che ha reso celebre l'hacker-.cracker DVD-Jhon (mi pare si scriva così) proprio dovuto al fatto che pare fu lui a rilasciare il codice utile a bypassare la protezione. Ora le nuove tecniche introdotte su alcuni titoli non le conosco, ne so se siano riconducibili alla CSS. Di certo so che possono dare problemi di compatibilità con i lettori più vecchi e non aggiornabili. Inoltre secondo i ben informati non sarebbero nemmeno queste infallibili alle forzature.Il DVD è un formato che è nato bucabile e per mantenere la compatibilità necessaria con l'hardware stand-alone non si può evolvere a sufficienza per considerarsi difficilmente attaccabile.Ora questi fanno causa perchè qualcuno propone un uso utile dell'aggiramento del sistema anticopia...che presume oltretutto l'acquisto legale dei DVD. Ovvio che violare il CSS rappresenta una violazione della licenza d'uso, ma potrebbero anche rendersi conto che il CSS oramai è più inutile che altro e adeguarsi...traendone così qualche profitto in più.
    • Anonimo scrive:
      Re: CSS colabrodo
      - Scritto da: Anonimo
      Tantè che il suddetto sistema di
      protezione è stato bypassato
      già da anni, a dire il vero a non
      molta distanza dal suo rilascio. Si ricordi
      lo pseudonimo che ha reso celebre
      l'hacker-.cracker DVD-Jhon (mi pare si
      scriva così) proprio dovuto al fatto
      che pare fu lui a rilasciare il codice utile
      a bypassare la protezione. Ora le nuove
      tecniche introdotte su alcuni titoli non le
      conosco, ne so se siano riconducibili alla
      CSS. Di certo so che possono dare problemi
      di compatibilità con i lettori
      più vecchi e non aggiornabili.
      Inoltre secondo i ben informati non
      sarebbero nemmeno queste infallibili alle
      forzature.
      Il DVD è un formato che è nato
      bucabile e per mantenere la
      compatibilità necessaria con
      l'hardware stand-alone non si può
      evolvere a sufficienza per considerarsi
      difficilmente attaccabile.
      Ora questi fanno causa perchè
      qualcuno propone un uso utile
      dell'aggiramento del sistema anticopia...che
      presume oltretutto l'acquisto legale dei
      DVD. Ovvio che violare il CSS rappresenta
      una violazione della licenza d'uso, ma
      potrebbero anche rendersi conto che il CSS
      oramai è più inutile che altro
      e adeguarsi...traendone così qualche
      profitto in più.Beh il CSS era sicuro ma se poi una società (con licenza d'uso del css) per sbaglio mette inchiaro il codice di decriptazione nel propio lettore DVD di chi è la colpa?
    • Anonimo scrive:
      Re: CSS colabrodo
      Il sistema di protezione legale è più robusto che mai. Sono riusciti a cor^Hnvincere i governi a fare tutte quelle belle leggi che in sostanza dicono che "loro" hanno sempre ragione e tu che compri devi obbedire e stare zitto.
Chiudi i commenti