M5S contro i relitti Web delle istituzioni

Duplicati, parzialmente aggiornati, incapaci di consolidare la memoria storica del cittadino: il parlamentare Riccardo Nuti chiede chiarezza sulle spese sostenute per gestire siti Web istituzionali non più utili, dopo la risposta del Sottosegretario De Vincenti

Roma – Siti abbandonati, aggiornati alle vicende di governi tramontati, che continuano a figurare in Rete pesando sulla spesa pubblica senza contribuire ad informare la società civile: secondo il parlamentare Riccardo Nuti, del Movimento 5 Stelle, non sono che “relitti telematici che affollano e inquinano internet” e per questo ha cercato di fare luce sulla questione con una interrogazione parlamentare.

Nell’interrogazione depositata nel mese di febbraio si sottolineava come si potessero contare “più di 240 siti web governativi, in gran parte riconducibili alla Presidenza del Consiglio dei ministri e ai suoi dipartimenti”: “64, pari a più di un quarto del totale, risultano essere inattivi – si osservava – mentre tra quelli funzionanti alcuni vengono aggiornati solo sporadicamente”. L’elenco che i parlamentari del M5S chiamavano in causa è costituito dai siti .gov.it registrati dalla pubblica amministrazione dal 2002 ad oggi, e presi in esame proprio in quel periodo dal Sole 24 Ore , sulla base dei dati gestiti da AgID.

Siti duplicati nelle loro funzioni, siti messi online “per finalità comunicative e propagandistiche”, magari rispetto a istanze del passato, siti solo parzialmente funzionanti: nell’interrogazione si cita l’esempio di spazi Web creati per tenere traccia di riforme annunciate dagli esecutivi del passato, che non concorrono certo alla trasparenza o a consolidare la memoria storica del cittadino, ma rischiano semplicemente di creare confusione, se abbandonati a se stessi.
Si tratta di siti che, si osserva nell’interrogazione, hanno necessariamente delle spese di gestione e di manutenzione, magari non spropositate come quelle previste per mastodonti promozionali come i controversi Italia.it o Verybello.it (citati nel testo dell’intervento, anche se non afferenti all’elenco dei gov.it ), ma pur sempre rilevanti.

Con queste motivazioni i parlamentari del Movimento 5 Stelle si rivolgevano alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per chiedere un elenco completo dei “siti web che fanno capo al Governo” e la documentazione relativa all’ammontare delle spesa pubblica per la loro creazione e gestione, per chiedere “se si intenda procedere alla riduzione dei siti web governativi, in particolare dismettendo i siti attualmente inutilizzati e quelli aventi tra loro contenuti identici o similari” e “se, in futuro, non si intendano utilizzare siti web già esistenti per promuovere un tipo di contenuti ivi già presenti”.

La risposta del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri De Vincenti, pervenuta nei giorni scorsi, cerca innanzitutto di tracciare dei distinguo: Verybello.it costituisce “una iniziativa autonoma del MIBACT” e risulta “fuori dal perimetro di competenza”, così come Italia.it, di cui “la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha sempre mantenuto la titolarità per una scelta di continuità” e “in considerazione dell’importanza della rappresentatività di tale nome”, ma la cui gestione a fini istituzionali è stata concessa ad altro ente .

De Vincenti giustifica poi la grande mole dei domini con il fatto che si registrino “diverse declinazioni dello stesso nome per evitare di generare confusione o ambiguità di informazioni verso l’utente internet”, con il fatto che la titolarità del dominio venga mantenuta anche nel caso di siti inattivi per evitare fenomeni di squatting. La registrazione, spiega De Vincenti, non comporta spese aggiuntive, “in quanto questa attività è sempre stata compresa tra i servizi dall’internet service provider di riferimento, nell’ambito del sistema pubblico di connettività SPC”. Le uniche spese a cui De Vincenti fa riferimento sono i 5mila euro al mese (IVA esclusa) “per la manutenzione correttiva ed evolutiva del software applicativo di tutti i siti ospitati nel CED PCM”. “Costi contenuti” comporta invece l’operato dell’Ufficio Informatica e Telematica interno, che spesso lavora ai nuovi siti “con risorse già disponibili utilizzando la modalità del riuso e quindi senza oneri aggiuntivi” e che si basa sull’impiego di un unico”CMS open source che non ha costi di licenza”, riducendo così la necessità di competenze e professionalità diversificate per operare con diversi sistemi.

La risposta delle istituzioni non ha soddisfatto Nuti: i 5mila euro mensili ascritti dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri De Vincenti alla “manutenzione software” appaiono al parlamentare “una cifra parziale”, come “parziale” sarebbe la lista dei siti stilata dal governo. “È necessario, in un periodo di forte crisi economica – ammonisce Nuti – che vengano evitate spese inutili e che la gestione degli spazi web istituzionali sia oculata ed efficiente”.

De Vincenzi, nella risposta all’interrogazione del M5S, mostrava di confidare nelle linee guida che verranno dettate nel contesto del progetto Italia Login, delineato a marzo nel piano nazionale di Crescita Digitale: “a partire da ottobre 2015 mitigherà la tendenza alla proliferazione dei siti delle amministrazioni pubbliche, promuovendone una maggiore integrazione”.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    suggerimento
    anche abolire la cacata marchettara di cambiare numerazione piu velocemente di un contalitri alla pompa di benzina non sarebbe male...
    • ... ... scrive:
      Re: suggerimento
      Purtroppo ci sono tante persone che sono convinte che un browser è meglio di un altro solo perché il numero di versione è più altro.
      • ... scrive:
        Re: suggerimento
        - Scritto da: ... ...
        Purtroppo ci sono tante persone che sono convinte
        che un browser è meglio di un altro solo perché
        il numero di versione è più
        altro.appunto!
        • panda rossa scrive:
          Re: suggerimento
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: ... ...

          Purtroppo ci sono tante persone che sono
          convinte

          che un browser è meglio di un altro solo perché

          il numero di versione è più

          altro.

          appunto!E allora?Se certe persone hanno bisogno di un numeretto perche' non ci arrivano a capire in altro modo l'importanza di avere un browser libero, ben venga il numeretto.
          • ... ... scrive:
            Re: suggerimento
            Ah si senza ombra di dubbio meglio cosi'. A me non mi crea nessun problema il numero di versione. Poi vabbè leggere in questo forum che firefox si blocca 5 volte al giorno mi fa solo che ridere.
          • Grumo scrive:
            Re: suggerimento
            - Scritto da: ... ...Poi vabbè leggere in questo forum che
            firefox si blocca 5 volte al giorno mi fa solo
            che
            ridere.Ridi, ridi, risus abundat in ore stultorum.
          • Passante scrive:
            Re: suggerimento
            - Scritto da: ... ...
            Ah si senza ombra di dubbio meglio cosi'. A me
            non mi crea nessun problema il numero di
            versione. Poi vabbè leggere in questo forum che
            firefox si blocca 5 volte al giorno mi fa solo
            che ridere.Firefox che si blocca ?Devi essere proprio antipatico, a me non si blocca.
          • .... .... scrive:
            Re: suggerimento
            Ho scritto "leggere in questo forum" non a me.Personalmente è una vita che non ho crash con firefox. In vecchie versioni mi è capitato ma credo sia anche per colpa del flash player visto che mi succedeva sempre quando guardavo video in flash.
      • ... ... ... ... scrive:
        Re: suggerimento
        - Scritto da: ... ...
        Purtroppo ci sono tante persone che sono convinte
        che un browser è meglio di un altro solo perché
        il numero di versione è più
        altro.e ce ne sono altre che gli esplode il fegato se il numeretto cresce troppo rapidamente.Entrambe le categorie sono inspiegabili...
  • eheheh scrive:
    verifica se i plugin sono aggiornati
    non è in grado di vedere che c'è una nuova versione di flash player, aggiornate se non l'avete fattonon riconosce Shockwave for Director
    • Funz scrive:
      Re: verifica se i plugin sono aggiornati
      - Scritto da: eheheh
      non è in grado di vedere che c'è una nuova
      versione di flash player, aggiornate se non
      l'avete
      fatto

      non riconosce Shockwave for DirectorOttima ragione (tra le tante) per disinstallare finalmente flash e st'altra roba...
  • AxAx scrive:
    E' l'unico browser
    che, con determinati accorgimenti (non standard come appena installato), ti permette di non lasciare tutta la tua vita nelle mani di google ecc. ecc.
    • ... scrive:
      Re: E' l'unico browser
      - Scritto da: AxAx
      che, con determinati accorgimenti (non standard
      come appena installato), ti permette di non
      lasciare tutta la tua vita nelle mani di google
      ecc.
      ecc.segnalo a tal proposito la recentissima estensione "privacy badger" di EFF:https://www.eff.org/privacybadger
  • user8 scrive:
    Firefox: il male minore
    a me firefox continua a sembrare il male minore... lunga vita a firefox!
    • bradipao scrive:
      Re: Firefox: il male minore
      - Scritto da: user8
      a me firefox continua a sembrare il male
      minore... lunga vita a firefox!E' vero, ma non mi piace per niente la rotta intrapresa da Mozilla nell'ultimo anno. Sembra che abbiano messo in secondo piano l'eccellenza tecnologica per pensare di più a ideologia (scelta del CEO non per capacità, ma per politically correctness), ricerca benevolenza delle major (introduzione del supporto al DRM nel browser, EME) e market share (introduzione blob binario per riproduzione nativa di h264).
      • Inci Vile scrive:
        Re: Firefox: il male minore
        - Scritto da: bradipao
        - Scritto da: user8

        a me firefox continua a sembrare il male

        minore... lunga vita a firefox!

        E' vero, ma non mi piace per niente la rotta
        intrapresa da Mozilla nell'ultimo anno. Sembra
        che abbiano messo in secondo piano l'eccellenza
        tecnologica per pensare di più a ideologia
        (scelta del CEO non per capacità, ma per
        politically correctness), ricerca benevolenza
        delle major (introduzione del supporto al DRM nel
        browser, EME) e market share (introduzione blob
        binario per riproduzione nativa di
        h264).Si ma non si può avere la moglie piena e la botte ubriaca .Se vuoi eliminare flash che è qualcosa di osceno, devi usare H264 visto che ormai è il formato standard de facto e non è un formato aperto.Poi posso capire che qualche teorico dell'inutile e del dilettevole, possa tirare in ballo che la gente dovrebbe usare webm, ma webm quasi non lo usa più nemmeno google, visto che i tablet non lo supportano.Poi il blobbone binario io non l'ho mai visto, forse è una roba della versione per Windows, su Linux per vedere H264 devi ancora attivare il famoso flag che usa gstreamer nativo e se non è compilato opportunamente non funziona proprio.
  • Grumo scrive:
    Ve lo dico io cosa c'è che non va
    Uso abitualmente Firefox per lavoro e, devo dire, sempre più controvoglia. Se non ci fosse Firebug l'avrei già abbandonato.Da un paio d'anni a questa parte la frequenza dei crash è diventata a dir poco scandalosa (4-5 al giorno in media).Persino peggio del buon vecchio Netscape 4... Ecco perché perde quote di mercato.Nuove features? Invece di aggiungere orpelli inutili, che implementino il formato immagine WEBP. Avere una rete il 30% più veloce a livello mondiale non basta? XXXXXXXXX ostinati, sparirete. E io riderò. Con i miei siti fatti con immagini WebP.Se non si danno una svegliata, faranno certo una brutta fine.Ho concluso.
    • ho ragione io scrive:
      Re: Ve lo dico io cosa c'è che non va
      ...4 o 5 crash al giorno? Magari è un problema del tuo pc, hai provato a farlo vedere ad un tecnico?
    • panda rossa scrive:
      Re: Ve lo dico io cosa c'è che non va
      - Scritto da: Grumo
      Uso abitualmente Firefox per lavoro e, devo dire,
      sempre più controvoglia. Se non ci fosse Firebug
      l'avrei già
      abbandonato.Firebug c'e'.E pure una infinita serie di add-on e strumenti di personalizzazione.
      Da un paio d'anni a questa parte la frequenza dei
      crash è diventata a dir poco scandalosa (4-5 al
      giorno in media).(newbie) (troll2)
      Persino peggio del buon vecchio Netscape 4...
      Ecco perché perde quote di
      mercato.Perde?
      Nuove features? Invece di aggiungere orpelli
      inutili, che implementino il formato immagine
      WEBP. Sarebbe questo il problema?
      Avere una rete il 30% più veloce a livello
      mondiale non basta? XXXXXXXXX ostinati,
      sparirete. E io riderò. Con i miei siti fatti con
      immagini
      WebP.Che ti guarderai da solo.
      Se non si danno una svegliata, faranno certo una
      brutta
      fine.
      Ho concluso.Ok, sei un troll.Torna al tuo grovIEra e vivi felice.
      • Dual scrive:
        Re: Ve lo dico io cosa c'è che non va
        - Scritto da: panda rossa
        Ok, sei un troll.
        Torna al tuo grovIEra e vivi felice.I-Era appunto ora gli hanno cambiato nome (ma han tenuto i bug "migliori")Come si chiama pure ora?(newbie)
      • Albedo 0,9 scrive:
        Re: Ve lo dico io cosa c'è che non va
        - Scritto da: panda rossa

        Nuove features? Invece di aggiungere orpelli

        inutili, che implementino il formato immagine

        WEBP.

        Sarebbe questo il problema?No, non è solo quello.Per quanto mi riguarda ho dovuto imparare a gestire con pezze i vari problemini di Firefox in fatto di layout.Tabelle problematiche che vanno in overflow quando non dovrebbero, rendering penoso dei webfont, immagini che non rispettano i resize giusti, scrollbar che ad oggi ancora non è possibile skinnare a meno di rimettermi a fare il lavoro del browser in Javascript...E non sto parlando di problemi recenti ma roba che è anche da parecchi anni appesa con un bel "Assigned To: Nobody; OK to take it and work on it" - nei casi fortunati, altrimenti "Wontfix".Mi spiace davvero dirlo, ma paradossalmente FF e Safari stanno facendo la fine del vecchio IE, dove si era obbligati a piazzare pezze su pezze giusto perché ragionava spesso per conto suo.
    • Elrond scrive:
      Re: Ve lo dico io cosa c'è che non va
      - Scritto da: Grumo
      Uso abitualmente Firefox per lavoro e, devo dire,
      sempre più controvoglia. Se non ci fosse Firebug
      l'avrei già
      abbandonato.
      Da un paio d'anni a questa parte la frequenza dei
      crash è diventata a dir poco scandalosa (4-5 al
      giorno in
      media).
      Persino peggio del buon vecchio Netscape 4...
      Ecco perché perde quote di
      mercato.
      Nuove features? Invece di aggiungere orpelli
      inutili, che implementino il formato immagine
      WEBP. Avere una rete il 30% più veloce a livello
      mondiale non basta? XXXXXXXXX ostinati,
      sparirete. E io riderò. Con i miei siti fatti con
      immagini
      WebP.
      Se non si danno una svegliata, faranno certo una
      brutta
      fine.
      Ho concluso.Pesante, sì. Lento nel rendering, può darsi. Crash quotidiani? Mah, qui da me, almeno, no.
    • G,G scrive:
      Re: Ve lo dico io cosa c'è che non va
      - Scritto da: Grumo
      Da un paio d'anni a questa parte la frequenza dei
      crash è diventata a dir poco scandalosa (4-5 al
      giorno in
      media).controlla le estensioni che hai (firebug ce l'ho anche io), magari prova a disinstallare e reinstallare, perché io lo uso quotidianamente sia al lavoro che a casa, faccio un uso pesante (anche 20+ tab aperti su più finestre) e mi crasha una volta al mese di media.
      • Grumo scrive:
        Re: Ve lo dico io cosa c'è che non va
        - Scritto da: G,G
        - Scritto da: Grumo

        Da un paio d'anni a questa parte la
        frequenza
        dei

        crash è diventata a dir poco scandalosa (4-5
        al

        giorno in

        media).
        Grazie del consiglio, ma la stessa frequenza di crash si presenta ai miei colleghi. Spesso abbiamo 30+ tab aperte, e sistematicamente quando Firefox supera i 2,5Gb di utilizzo di ram va in crash. NB: abbiamo pc con 32Gb di ram, non è certo un problema di esaurimento della memoria.Tipicamente l'errore è il famigerato OOM small, riconducibile a svariati bug e mai del tutto fixed.A chi mi da del troll: non commento.
        controlla le estensioni che hai (firebug ce l'ho
        anche io), magari prova a disinstallare e
        reinstallare, perché io lo uso quotidianamente
        sia al lavoro che a casa, faccio un uso pesante
        (anche 20+ tab aperti su più finestre) e mi
        crasha una volta al mese di
        media.
        • sxs scrive:
          Re: Ve lo dico io cosa c'è che non va
          - Scritto da: Grumo
          abbiamo 30+ tab aperte, e sistematicamente quando
          Firefox supera i 2,5Gb di utilizzo di ram va inDa me crascia molto raramente ma non ho capito come faia fargli pappare tutta quella ram, e si che se ha un difettoe' quello di occupare troppa ram ma centinaia di mega, nongiga!
        • ... scrive:
          Re: Ve lo dico io cosa c'è che non va
          - Scritto da: Grumo
          Grazie del consiglio, ma la stessa frequenza di
          crash si presenta ai miei colleghi. Spesso
          abbiamo 30+ tab aperte, e sistematicamente quando
          Firefox supera i 2,5Gb di utilizzo di ram va in
          crashE' uno dei pochi motivi per cui FF crasha: è a 32 bit e va giù quando all'interno del proXXXXX prova ad allocare oltre.Non c'è soluzione (finché non si svegliano con la 64 bit).Nel frattempo puoi gestire la cosa chiudendo manualmente i tab più pesanti quando sai che per un po' non ti serviranno.
Chiudi i commenti