MacBook Air è il primo Mac con Apple M1 (ARM)

MacBook Air è il primo computer del catalogo Apple con chip M1 progettato internamente dal gruppo di Cupertino, basato su architettura ARM.
MacBook Air è il primo computer del catalogo Apple con chip M1 progettato internamente dal gruppo di Cupertino, basato su architettura ARM.
Guarda 8 foto Guarda 8 foto

Ecco il nuovo MacBook Air, il primo computer di Cupertino con chip Apple M1 progettato internamente dalla mela morsicata. Migliora dal punto di vista delle prestazioni e dell’autonomia arrivando a 18 ore di riproduzione video con una sola ricarica della batteria interna.

MacBook Air con Apple M1: ufficiale

“Performance-per-watt”: durante la presentazione si è fatto più volte riferimento a questo parametro per testimoniare come lo sforzo sia tanto sull’autonomia quanto sulle performance, per portare la nuova architettura ad un nuovo livello ed alzare ancora una volta l’asticella. Lato software trova posto il sistema operativo macOS Big Sur. Questa la descrizione fornita sul sito ufficiale.

Ti presentiamo il nuovo MacBook Air: il nostro portatile più sottile e leggero, completamente trasformato dal chip Apple M1. CPU fino a 3,5 volte più veloce. GPU fino a 5 volte più scattante. Il Neural Engine più evoluto di sempre, che assicura performance di machine learning fino a 9 volte migliori. Un’autonomia che su un MacBook Air non si era mai vista. E una tecnologia silenziosa, perché senza ventola. Ha una potenza senza precedenti, ed è pronto a seguirti ovunque.

Il nuovo MacBook Air con Apple M1

Di seguito un riepilogo delle principali caratteristiche mostrate durante l’evento One More Thing.

MacBook Air

Più sicurezza, con un vero e proprio balzo in avanti. Maggior reattività con 1,5x in quanto a performance su Javascript, 5x in quanto ad elaborazione grafica, 3,5X in termini di performance della CPU. Apple sottolinea inoltre in ogni passaggio quanto l’integrazione hardware-software rappresenti un elemento sempre più fondamentale, soprattutto in un momento strategico come questo: per gli sviluppatori sarà tutto semplice e per gli utenti sarà tutto all’insegna di una maggior reattività.

L’arrivo dell’era M1, insomma, vuole essere un vero e proprio nuovo inizio: una nuova storia di integrazione e di performance, su MacBook Air ma non solo. La fase di pre-ordine è già stata avviata e le consegne delle prime unità sono previste a partire dalla prossima settimana (17-18 novembre). I prezzi sono fissati in 1.159 euro per la versione con 256 GB di storage e 1.429 euro per quella da 512 GB. Le colorazioni disponibili sono Grigio siderale, Oro e Argento.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti