Mandrakelinux è in affitto

L'ultima trovata di MandrakeSoft per promuovere il proprio Linux desktop è rappresentato da un server in affitto che permette a più PC di utilizzare Mandrakelinux attraverso un browser Web. Al bando le installazioni


Parigi (Francia) – Migrare a Linux… senza installare Linux. E’ ciò che propongono MandrakeSoft e Nexedi con Rentalinux Desktop Linux Server (RDLS), una soluzione studiata per minimizzare gli investimenti che non richiede installazioni né modifiche ai sistemi e alle reti preesistenti.

RDLS è costituito da un server di dimensioni compatte su cui gira una speciale versione di Rentalinux, un server per thin client sviluppato da Nexedi: questo software consente ad un certo numero di utenti di utilizzare Mandrakelinux 9.2 da un qualsiasi computer che disponga di un browser Web con supporto a Java. E’ così possibile visualizzare a pieno schermo il desktop di Linux e utilizzare le applicazioni integrate, tra cui la suite per l’ufficio open source OpenOffice. Dato che la copia di Mandrakelinux risiede interamente sul server, i client non necessitano di nessuna configurazione.

La soluzione, che comprende l’hardware, il software e i servizi di supporto e manutenzione, viene fornita in affitto al prezzo di 95 euro al mese: il canone comprende un checkup annuale dell’hardware e la sua completa sostituzione ogni due anni.

“Le piccole e medie imprese ci chiedevano da tempo la possibilità, senza possedere alcuno skill tecnico, di rendere immediatamente accessibile Mandrakelinux Desktop a tutti i loro PC o Macintosh”, ha affermato Jean-Paul Smets, CEO di Nexedi, che ha poi aggiunto come il proprio Desktop Linux Server possa far risparmiare alle aziende fino al 75% dei costi legati a software, hardware e servizi e fino al 90% dell’energia elettrica.

Dato che la soluzione di MandrakeSoft e Nexedi si basa sul paradigma client/server, la velocità con cui è possibile lanciare e utilizzare le applicazioni remote è direttamente influenzata dalle prestazioni della rete.

Ogni server, equipaggiato con un processore Pentium 4 e 1 GB di memoria RAM, può supportare un massimo di 10 utenti simultanei: per espandere il massimo numero di client supportati è possibile aggregare più server in configurazione cluster.

Insieme a RDLS le due partner hanno lanciato sul mercato europeo una soluzione VPN (Virtual Private Network) in affitto che comprende il software di routing OpenBrick, un access point Wi-Fi e una versione di Mandrakelinux basata sul kernel 2.6 di Linux.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: E basta....... :(
    MA DAIIIII!!!!Un pò di decenza, per favore. Leggiti l'editoriale di oggi del corriere.
  • Anonimo scrive:
    Re: Alla faccia della sicurezza
    - Scritto da: Anonimo
    Ma quanto credete siano sicuri questi pseudo
    web server ? :$

    A mio parere nelle mani di uno sprovveduto
    potrebbe divenire uno strumento facilmente
    attaccabile ! (linux)Qualunque cosa messa nelle mani di uno sprovveduto può diventare pericolosa... :|
  • Anonimo scrive:
    Re: E basta....... :(
    - Scritto da: Anonimo




    PS: tanto per dare benzina al flame....

    perfino un Wanna Marchi di Arcore
    è

    diventato Presidente del Consiglio....

    Beh, non aveva Firewire800 né Amiga a
    contrastarlo...
    Finché la scelta è tra il Nano
    e Mortadella......
    Alle prossime elezioni voglio una sfida tra
    Fini e Veltroni, almeno penserò di
    vivere in un paese normale e non a
    Paperopoli.
    qualche decennio fa ci fu una sfida tra il fini di allora (si chiamava Benito ed era un giornalista) e il veltroni di allora (si chiamava Matteotti ed era un politico).Le cose non finirono poi tanto bene, né per Matteotti né per l'Italia
  • Anonimo scrive:
    Ohh!! Stavo cercando ESATTAMENTE questo!
    Mi sembrava assurdo che nessuno avesse pensato a produrre una cosa come questa....Mo' lo compro.
  • Anonimo scrive:
    Non solo soldi
    Non sono solo questioni economiche che fanno fallire la scelta migliore.Se ben ricordo alcune tecnologie come il videodisco e il super-8 vennero affossate dalle major perche' TROPPO fedeli (credo fosse lo stesso per il betamax) mentre le tecnologie allora concorrenti erano piu' scadenti e quindi garantivano un certo controllo del mercato.E' sempre questione di soldi, ma di quelli guadagnati dalle multinazionali, non risparmiati dagli utenti.CoD
  • Anonimo scrive:
    Re: E basta....... :(


    PS: tanto per dare benzina al flame....
    perfino un Wanna Marchi di Arcore è
    diventato Presidente del Consiglio....Beh, non aveva Firewire800 né Amiga a contrastarlo...Finché la scelta è tra il Nano e Mortadella......Alle prossime elezioni voglio una sfida tra Fini e Veltroni, almeno penserò di vivere in un paese normale e non a Paperopoli.
  • cico scrive:
    Re: E basta....... :(

    Da che mi ricordo il VHS ha preso il mercato
    consumer affossando il Betamax. Il settore
    Pro lo usa ancora e il Betamax (Betacam)
    nella sua ultima incarnazione digitale
    è il formato di quello che vedete in
    onda in quasi tutto il mondo. Noi poveri
    mortali ci siamo dovuti ciucciare quello
    schifo di VHS.........Visto che urbanlegends è down:http://groups.google.com/groups?selm=6n0pnp%24ofl%241%40new-news.cc.brandeis.edu&output=gplainsolo per par condicio :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Alla faccia della sicurezza
    - Scritto da: Anonimo
    Ma quanto credete siano sicuri questi pseudo
    web server ? :$

    A mio parere nelle mani di uno sprovveduto
    potrebbe divenire uno strumento facilmente
    attaccabile ! (linux)Ogni cosa messa in rete e' attaccabile ... in primis i vari router adsl con password vuota o "1234". Sta all'utente cambiarla. Ciao!
  • Anonimo scrive:
    Re: E basta....... :(
    Non capisco perche' attaccare un disco USB (o firewire) alla rete. A questo punto eliminiamo il collo di bottiglia dell'usb e rendiamo il disco immediatamente disponibile in rete, senza interfaccia web, ma direttamente come condivisione (smb o nfs). La tecnologia esiste da tempo: network storage.Ciao!
  • Anonimo scrive:
    Re: E basta....... :(
    Per quasi tutte le tue risposte: questione di soldi. Hanno vinto le soluzioni più economiche
  • Anonimo scrive:
    Re: E basta....... :(

    Da che mi ricordo il VHS ha preso il mercato
    consumer affossando il Betamax. Il settore
    Pro lo usa ancora e il Betamax (Betacam)
    nella sua ultima incarnazione digitale
    è il formato di quello che vedete in
    onda in quasi tutto il mondo. Noi poveri
    mortali ci siamo dovuti ciucciare quello
    schifo di VHS.........uffa, sempre questa storia.Il VHS ha vinto perchè era più economico.
    MSDOS prima e Windows poi sono riusciti ad
    afffermarsi su piattaforme nettamente
    migliori come Amiga e Macintosh. Lasciamo
    perdere in fretta questo discorso ma negare
    che i s.o. di Microsoft siano solo una
    pallida e miserevole imitazione di quei due
    capolavori significa mentire a se stessi.Windows e MsDos hanno vinto perchè giravano su macchine compatibili, Amiga e Mac no.E' grazie ai compatibili che oggi puoi acquistare un mac a prezzi decenti.
    Ora la storia si ripete con la USB2 contro
    la Firewire!!!
    A parte l'esistenza della Firewire800, se ci
    limitiamo alla "vecchia" Firewire400
    HWUpgrade ci dice che è mehlio di
    USB2 ed è "più onesta".boh.
    www.hwupgrade.it/articoli/1036/5.html

    Perché il peggiore vince sempre??????
    Perché il consumatore deve sempre
    ciucciarsi il peggio????perchè se vincesse il migliore oggi si venderebbero solo cray ai governi.
  • Anonimo scrive:
    E basta....... :(
    Perché, no dico perché è sempre il peggiore tra due scelte che arriva al successo? Può essere che una volta tanto, come nei film western, possa vincere quello con il "cappello bianco"? Almeno una volta....Da che mi ricordo il VHS ha preso il mercato consumer affossando il Betamax. Il settore Pro lo usa ancora e il Betamax (Betacam) nella sua ultima incarnazione digitale è il formato di quello che vedete in onda in quasi tutto il mondo. Noi poveri mortali ci siamo dovuti ciucciare quello schifo di VHS.........MSDOS prima e Windows poi sono riusciti ad afffermarsi su piattaforme nettamente migliori come Amiga e Macintosh. Lasciamo perdere in fretta questo discorso ma negare che i s.o. di Microsoft siano solo una pallida e miserevole imitazione di quei due capolavori significa mentire a se stessi.Ora la storia si ripete con la USB2 contro la Firewire!!!A parte l'esistenza della Firewire800, se ci limitiamo alla "vecchia" Firewire400 HWUpgrade ci dice che è mehlio di USB2 ed è "più onesta".http://www.hwupgrade.it/articoli/1036/5.htmlPerché il peggiore vince sempre?????? Perché il consumatore deve sempre ciucciarsi il peggio????PS: tanto per dare benzina al flame.... perfino un Wanna Marchi di Arcore è diventato Presidente del Consiglio....
    • Luckplat scrive:
      Re: E basta....... :(
      Già il solo fatto di affermare che Windows sia una Brutta copia dei sovracitati OS lascia già intendere tutto.Allora: per i betamax, hai ragione, e si è ripetuto lo stesso con i blue-ray, hd dvd erano (oramai si può usare il passato) meglio quasi in tutto (tranne la capacità).USB vs firewire: Firewire è meglio, ma non è diffusa perchè alcune ditte (vedi Apple) richiedono il pagmento di brevetti sui prodotti che utilizzano questa porta.USB alla fine è solo più lenta, ma molto più economica da integrare nelle varie periferiche; da leggersi: "nessun brevetto da pagare"
  • Anonimo scrive:
    Alla faccia della sicurezza
    Ma quanto credete siano sicuri questi pseudo web server ? :$A mio parere nelle mani di uno sprovveduto potrebbe divenire uno strumento facilmente attaccabile ! (linux)
Chiudi i commenti