Mandriva a tutta virtualizzazione

La softwarehouse francese rilascia una nuova major release della propria distribuzione Linux dedicata ai server aziendali. Include tre software di virtualizzazione e un nuovo installer che promette di minimizzare i tempi d'installazione
La softwarehouse francese rilascia una nuova major release della propria distribuzione Linux dedicata ai server aziendali. Include tre software di virtualizzazione e un nuovo installer che promette di minimizzare i tempi d'installazione

Parigi – Corporate Server 4.0 è il più recente frutto della strategia con cui la francese Mandriva , ex MandrakeSoft, sta tentando di espandere il proprio business relativo a Linux dall’ancor gracile settore desktop al ben più maturo e lucroso settore server.

La sua nuova distribuzione, che ambisce a rivaleggiare con i sistemi operativi enterprise di Red Hat e Novell , è la prima ad integrare nella propria installazione standard tre noti software per la virtualizzazione come VMware, Xen e OpenVZ .

Mandriva ha giustificato questa scelta con la volontà di fornire ai propri utenti la capacità di utilizzare, ed eventualmente miscelare fra loro, diversi tipi di virtualizzazione.

“Esistono numerose tecnologie ed approcci diversi per attuare la virtualizzazione”, ha spiegato l’azienda parigina, “Mandriva ritiene che nessuno di questi approcci copra tutte le necessità degli utenti”.

L’inclusione del software OpenVZ è il frutto degli accordi commerciali che lo scorso maggio Mandriva ha stipulato con SWsoft , sviluppatrice del prodotto.

Corporate Server 4.0 include anche una nuova interfaccia d’installazione web-based , accessibile da un qualunque browser, che promette di ridurre il tempo d’installazione del sistema operativo a meno di 10 minuti. A questo proposito Mandriva elogia l’architettura modulare e personalizzabile alla base della propria distribuzione, che a suo dire permette di configurare rapidamente il sistema in un mail server piuttosto che in un file server o in un directory server.

Il sistema operativo made in France include il supporto a numerose tecnologie e applicazioni proprietarie , tra le quali i database di Oracle e IBM, la suite Websphere di IBM, il software di backup di Arkeia e la tecnologia Active Directory di Microsoft.

Al cuore di Corporate Server 4.0 c’è il kernel Linux 2.6.12, MySQL 5.0, PostgreSQL 8.1, Apache 2.2 e Samba 3.0.22. La distribuzione include inoltre una nuova versione di Pulse, un tool per la gestione di sistemi Linux e Windows.

Corporate Server 4.0 supporta l’ultima generazione di processori x86 dual-core e le interfacce Serial Attached SCSI. È inoltre conforme alla specifica Linux Standard Base.

È possibile scaricare una versione di prova da questa pagina .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 09 2006
Link copiato negli appunti